Serie A, si decide tutto a Benevento

Benevento-Carpi: ancora 90 minuti e sapremo

di Emanuele Landi

Sarà un esordio assoluto o un ritorno col botto, manca solo una partita e si conoscerà l'ultimo verdetto di quest'appassionante campionato di Serie B. Al Vigorito ci si gioca la massima categoria e sia il Benevento che il Carpi non vogliono fare scherzi.Per gli stregoni sarebbe incredibile, dopo la prima stagione assoluta nella serie cadetta approdare direttamente in Serie A. Sarebbe storico anche il ritorno del Carpi, ad un anno soltanto dalla retrocessione dopo l'unico campionato di massima categoria giocato nella passata edizione. All'andata è finita a reti bianche e il Benevento ha due risultati su tre: in caso di vittoria o di qualsiasi pareggio saranno i campani a raggiungere Spal ed Hellas Verona, in virtù del miglior piazzamento in regular season. Solo in caso di vittoria in trasferta il Carpi, quest'anno molto bravo a vincere lontano dal Cabassi, otterrebbe la promozione.

Campionato assai pazzo perchè i playoff sono stati in dubbio fino all'ultima giornata, resi possibili solo grazie al successo ottenuto dai giallorossi al penultimo turno col Frosinone. Questo sarebbe un bel bonus da giocare con la sorte per gli uomini di Barone, anche se pure il Carpi ha compiuto un'impresa. Gli uomini di Castori, infatti, hanno avuto la meglio in semifinale contro i ciociari vincendo nei minuti finali, in trasferta in 9 contro 11, mentre il Benevento ha superato l'ostacolo Perugia. Nel primo turno le 2 squadre hanno superato i rispettivi avversari vincendo per 2-1: gli emiliani hanno violato il Tombolato di Cittadella, mentre i sanniti hanno sconfitto in casa gli aquilotti di La Spezia.

Il Benevento sogna di raggiungere questo storico traguardo, ambito ad inizio stagione visti i tanti investimenti fatti per rendere competitiva la squadra, ma che dopo un girone d’andata straordinaria sembrava in pericolo dopo la sconfitta interna col Bari. Il 3-4 rimediato alla 27esima giornata sembrava l’inizio di un tracollo, anche fisiologico per un team che aveva dato tantissimo nella prima parte della stagione, ripresosi alla grande nel mese di maggio raccogliendo 10 punti nelle ultime 4 partite, riuscendo a toccare quota 65 lunghezze, visto 1 punto di penalizzazione, e consolidando il quinto posto. Il Carpi, invece, ha avuto un percorso maggiormente lineare seppur condito da tanti alti e qualche basso che sembrava poter precludere l’accesso ai playoff. Gli uomini di Castori, che hanno chiuso al settimo posto con 62 punti, hanno raccolto lo stesso bottino del Benevento nel mese mariano: 10 punti negli ultimi 4 incontri.

Il Benevento, fatti gli dovuti scongiuri, oltre al doppio risultato, potrà sorridere anche visti i due precedenti giocati nella regular season: al Cabassi alla seconda di campionato finì in pareggio, come nella gara di domenica, anche se con il risultato di 1-1, grazie alle reti di Catellani e di Falco. Al Vigorito, invece, fu trionfo per gli stregoni: una doppietta di Ceravolo, con un gol su rigore, e una rete finale di Falco stesero il Carpi in una gara senza storia, ma giovedì la musica sarà molto diversa dato che le motivazioni saranno assai diverse. Comunque vada sarà un successo, quindi buona finale playoff.