Effetto Coppa d'Africa, Serie A a macchia di leopardo in Gennaio

Assenze e privazioni: la Coppa d'Africa picchia duro su molte squadre italiane

di Enrico Vitolo

Se da una parte ci sarà il calciomercato che avrà il compito, dove è possibile, di mascherare le varie problematiche emerse nei primi quattro mesi di campionato, dall’altra ci sarà la Coppa d’Africa che lascerà inevitabilmente alcune squadre nelle loro difficoltà. Sono 13 su 20 le società di serie A che potrebbero essere spogliate dal 14 gennaio al 5 febbraio prossimo, quando a Gabon andrà in scena la 31° edizione della massima competizione africana. Sedici Nazionali a confronto, ma un unico trofeo in palio. Nel girone A sono state sorteggiare Gabon, Guinea-Bissau, Burkina-Faso e Camerun, nel girone B l’Algeria, lo Zimbabwe, la Tunisia e il Senegal, nel C invece Costa d’Avorio, Togo, Repubblica Democratica del Congo e Marocco, infine il gruppo D dove si sfideranno Ghana, Uganda, Mali ed Egitto.

Proprio un egiziano sarà uno dei principali protagonisti, Mohamed Salah della Roma. Messo fuori dai giochi per infortunio sul finire del 2016, anche l’inizio del nuovo anno non lo vedrà con indosso la maglia giallorossa per un po’ di tempo. Per la disperazione, ovviamente, di Spalletti. Stesso discoro anche per Lemina e Benatia della Juventus pronti rispettivamente a scendere in campo con la padrona di casa Gabon e con il Marocco (dove non ci sarà ElKaddouri, così come Asamoah, ma per richiesta personale, con il Ghana). Con la Costa d’Avorio non potrà mancare Kessie dell’Atalanta, vera rivelazione del girone di andata. Gli altri papabili sono Dramè (Senegal) dell’Atalanta, Taider (Algeria) e Mbaye (Senegal) del Bologna, Mesbah (Algeria) del Crotone, Dioussè (Senegal) dell’Empoli, Dikhate (Senegal) della Fiorentina, con Babacar invece già certo dell’esclusione, Sissokho (Senegal), Cofie (Ghana) e Gakpè (Togo) del Genoa, Keita (Senegal) della Lazio che non potrà giocare così a Torino contro la Juve, Ghoulam (Marocco) e Koulibaly (Senegal) del Napoli che viceversa salteranno la sfida di San Siro con il Milan, Embalo (Guinea Bissau) del Palermo, Acquah (Ghana) del Torino, Badu (Ghana) e Wague (Mali) dell’Udinese.

Ma la Coppa d’Africa costringerà anche le squadre europee, specie le francesi, a dover rinunciare a uomini importanti. Non sarà da meno, anzi, l’Inghilterra, dove il Leicester perderà tanto con le assenze di Mahrez e Slimani (entrambi algerini), altrettanto per il Liverpool con la convocazione di Manè (Senegal). Tra gli altri anche Bailly del Manchester United, Sako, Elneny, Mbokani, Zaha e Bony.La Bundesliga, invece, si priverà di Aubameyang vera e propria stella del Gabon, con il Dortmund che non può far altro che accettare in silenzio. Non dovrebbero mancare all’appello neppure Salomon Kalou, ex Chelsea oggi all’Hertha Berlino, Adebayor vicino ormai al Montpellier e Aurier del Psg.