Bonucci si riprende un po' di fortuna e si sciacqua la bocca
calcio news
derby derby derby
calcio news

Milan, Gattuso migliora la media: l'aiutino da calcio d'angolo dopo palo e occasioni

Gennaro Gattuso ha concluso la sua sesta partita da allenatore rossonero, contro il Crotone, guadagnando tre punti che portano a otto il suo bottino in Serie A. Da quando sulla panchina rossonera è arrivato Gennaro Gattuso, il Milan ha mantenuto una media di 1,33 punti a partita, frutto di 8 punti conquistati in sei gare. Contro i calabresi, Il Milan è tornato a segnare da situazione di calcio d'angolo. Leonardo Bonucci, infatti, ha aperto le marcature contro il Crotone proprio sugli sviluppi di un corner. L'ultima volta era successo in occasione di Sassuolo-Milan, poco più di due mesi fa, quando era stato Romagnoli a segnare.

Tanto tuonò sul Var che piovve: dopo il derby di Coppa, ci risiamo a Cagliari in campionato

I campioni d’Italia hanno vinto vinto a Cagliari con l’inquietante ombra di due mancati interventi del Var nello spazio di pochi secondi, in occasione dell’avvio dell’azione che ha portato al gol di Bernardeschi e soprattutto del successivo tocco con il braccio dell’ex fiorentino nell’area bianconera, non sanzionato dall’arbitro Calvarese, così presuntuoso da non affidarsi alla consulenza della regia arbitrale. Il Var è utile strumento, però anche in occasione del derby di Coppa Italia il Torino si è lamentato per il metro adottato nei confronti della Juve. Var o non Var, siamo sempre allo stesso punto quando di mezzo ci sono i bianconeri? Non bisogna alimentare la cultura del sospetto ma occorrono valutazioni appropriate in campo e in cabina di regia.

Fulmine Icardi a ciel nuvoloso: l'Inter come prenderà le sue parole?

Sono passate un po' di ore da Fiorentina-Inter 1-1 con i nerazzurri raggiunti nel finale ed ecco le parole di Mauro Icardi: "Bisogna lottare fino all'ultimo e con carattere per portare a casa il risultato. Alla fine ci è mancato questo e hanno pareggiato. Abbiamo vinto tante partite, ma quest'ultimo mese ci è mancato lo spirito, la voglia di fare bene e lottare. Si sente la mancanza di questo aspetto anche durante gli allenamenti e dobbiamo ritrovarli. Bisogna lavorare. La sosta ritardata ci ha penalizzato. Dobbiamo tornare al meglio perchè avremo subito la Roma". Probabilmente a giudizio dell'Inter le parole dell'attaccante argentino potevano forse essere risparmiate, o forse, era meglio dirle direttamente al gruppo a microfoni spenti. E' evidente che ora serva un chiaro segnale da parte della società: e se fosse lui il sacrificato di gennaio?

El Gran Derbi negativo per Montella: il Betis vince di manita sul campo del Siviglia

Prima delusione in Liga per Vincenzo Montella che esce sconfitto, tra le mura amiche del Sanchez Pizjuan, dal sentitissimo derby con il Betis. Partita a dir poco spettacolare, che si è chiusa con un pirotecnico 5-3 per i biancoverdi. Fase difensiva da aggiustare con una certa urgenza da parte del tecnico italiano, che aveva debuttato con un 2-0 in Coppa del Re a Cadice. Pronti-via il Betis è già avanti con un sinistro di Fabian che non lascia scampo a Sergi Rico. Poco prima del quarto d’ora, però, arriva l'1-1 con Ben Yedder che trova la zampata vincente su un perfetto centro di Escudero. Al 20' di nuovo Betis avanti con il centrale del Betis Feddal svettante nell’area del Siviglia. I biancorossi reagiscono nuovamente e, prima dello scadere, rimettono le cose a posto con l’ex Palermo e Roma, Simon Kjaer che sorprende la meteora cagliaritana Adan con un astuto colpo di testa. Nella ripresa, il Betis va avanti per la terza volta con Durmisi, liberato a centro area da un illuminante passaggio di Boudebouz. Altri due minuti e Sergio Leon, imbeccato da Tello, cala il poker. Giochi non ancora chiusi, perché Lenglet riporta sotto il Siviglia con una capocciata vincente. L’assedio finale, però, non frutta il pari ai padroni di casa, che all’ultima giocata incassano in contropiede il definitivo 5-3 di Tello. È festa grande nella Siviglia biancoverde.