Verso Juve-Barça, lo Stadium deve fare i conti sempre con lui...

Marcia verso Torino uno che non si stanca mai di fare la Storia, Leo Messi

di Enrico Vitolo

Un giorno, quando deciderà di smettere di regalare gioie a tutti gli amanti del calcio, ci sarà tempo per riammirare ogni suo singolo passo e comprendere che non è stato un sogno. Per niente. E’ stata bensì una realtà bellissima, quasi inimitabile. Lui che sin dall’inizio della sua carriera, trascinato soprattutto dal parere della gente, ha cercato di imitare un altro numero 10 argentino, l’unico che potrà metterlo sempre in secondo piano. Ma non è un problema, perché quello che ha fatto e che sta facendo Lionel Messi è davvero speciale. Che inevitabilmente diventerà sempre più unico con il passare del tempo, ed in un caso molto specifico potrebbe esserlo già tra soli pochi giorni. Ebbene sì. Perché lì a ad un passo c’è l’occasione di poter segnare il suo 500° gol con la maglia di un club, un numero che per tutti (tranne che per il suo rivale Cristiano Ronaldo che ha già abbattuto questo muro) è semplicemente impossibile anche solo da poter pensare. La doppietta di mercoledì contro il Siviglia, infatti, l’ha fatto avvicinare ancora di più al record, tutto ovviamente scritto con la maglia del Barcellona. Basterà un gol sabato sera nella trasferta di Malaga, o chissà nella sfida di Champions contro la Juventus, per entrare ancor di più nella storia, bellissima ed avvincente. Che nessuno scrittone, neppure il più bravo, avrebbe potuta raccontarla come sta facendo la pulce argentina. 339 sono i gol realizzati in Liga, 94 in Champions League, 7 al Mondiale per Club, 3 nella Supercoppa Europea, 44 in Coppa del Rey e 12 nella Supercoppa di Spagna. Il tutto in 574 partite, letteralmente mostruoso. Soprattutto se si pensa a quanti trofei sono stati vinti con questi gol: 38 per l’esattezza. Un altro numero incredibile. Ma questo è Messi, colui che con la sua realtà sta facendo sognare tutti gli amanti del calcio.