Europa

EL, Glory ManUnited: ma la ferita sanguina 25 Maggio 16:10

Mourinho ed i suoi Red Devils hanno trionfato ieri nella finale di Europa League a Stoccolma, contro i giovani talenti olandesi dell'Ajax, imponendosi col risultato di 2 a 0. Una finale giocata ''senza felicità'', come ha dichiarato il trainer portoghese, riferendosi ai tristi eventi di Manchester, colpita da un kamikaze che ha causato decine di vittime e feriti, tra i quali anche teenager e bambini. Una vittoria che ha regalato un sorriso ai tifosi inglesi in rosso, i quali, però, non hanno affollato in maniera massiccia, come avviene di solito in questi casi, le piazze della città per festeggiare il trionfo. Il destino sembra aver voluto dare ai calciatori del Manchester United la forza di battere gli avversari per alleviare, anche solo in parte, per quanto sia impossibile, il dolore dei cittadini.

Manchester: derby di mercato per Fabinho 24 Maggio 17:09

Fabio Henrique Taver, meglio conosciuto come Fabinho,tuttofare brasiliano, spostato con ottimi risultati in mezzo al campo, ha trovato la stagione della consacrazione – 55 partite e 12 goal – finendo di diritto nel mirino dei club che vanno la maggiore. Manchester, entrambe le sponde, ha messo da tempo nel mirino la crescita di Fabinho e, di conseguenza, la valutazione non sarebbe modica: 40 milioni. Cifra che potrebbe non bastare per ottenere il sì del Monaco, asta che non sembrerebbe entusiasmare gli uomini della Juventus, pronti a gettarsi su altri profili, lasciando City e United alle prese con il loro derby di mercato.

Domani a Stoccolma la Finale: Ajax vs United 23 Maggio 11:21

Finale di Europa League 2017 dal profilo nobilissimo domani, con Ajax e Manchester United a contendersi il trofeo. Un confronto che, se letto esclusivamente dal palmares di entrambi i Club, non deve invidiare nulla nemmeno a Real-Juve ultimo atto di Champions [VIDEO], perché sul prato della Friends Arena di Stoccolma scenderanno 7 Champions/Coppa Campioni (4 Ajax, 3 United), 1 Europa League/Coppa Uefa (Ajax), 2 Coppe delle Coppe (1 per parte), 4 Supercoppe Europee (3 Ajax, 1 United) e 2 Coppe Intercontinentali (Ajax), oltre 33 titoli d’Olanda, 20 d’Inghilterra e 30 Coppe nazionali (18 Ajax, 12 United). Manchester United a caccia dell'unico trofeo Uefa che manca in bacheca nonché del primo “titulo” post era Ferguson. L’Ajax, che torna a giocare una finale europea 21 anni dopo la sconfitta in Champions contro la Juve di Lippi, vuole tornare a primeggiare in continente 22 anni dopo l’ultimo trionfo, in Champions contro il Milan di Capello. I Lancieri hanno già vinto una volta questo trofeo: nel 1992 battendo il Torino con due pareggi nella doppia finale (0-0 e 2-2). La finale tra i Lancieri di Amsterdam e i Red Devils di Manchester si gioca domani mercoledì 24 maggio alle ore 20.45 e potrà essere seguita in diretta tv su Sky Sport (streaming Sky Go).

Juve-Real a Cardiff, secondo Sacchi bianconeri favoriti 22 Maggio 14:12

Un gruppo di eroi gestiti al meglio, favoriti per la vittoria in Champions: questa è la Juve per Arrigo Sacchi. "Quella della Juventus - ha detto l'ex ct e tecnico del Milan, presente a Chieti per ritirare un riconoscimento nell'ambito del XV Premio Prisco - è stata una straordinaria impresa ma non mi meraviglia perché è forte come squadra, ma prima di tutto ha delle persone che fanno il loro lavoro mettendo in campo grandi valori, non solo tecnici, ma anche di organizzazione. Una grande società, un grande allenatore, e una squadra coesa che insegna a tutti l'importanza di essere squadra e gruppo. Complimenti alla società e ad Allegri che fra i vari meriti ha avuto anche quello di far coesistere in squadra al meglio tanti campioni". Sulla finale di Cardiff con il Real Madrid, Sacchi ha aggiunto: "La Juventus parte per me favorita per questa straordinaria motivazione che ha la squadra. C'è un gruppo di eroi che viene gestito al meglio e che può fare bene".

Finale Champions: Cabrini, è tutto aperto 21 Maggio 10:00

"Dò una grande percentuale al doppio traguardo Coppa Italia e campionato. Il triplete è il passo più difficile ma credo che i bianconeri siano in questo momento nella situazione di poter dare filo da torcere a chiunque e a livello mentale sono la squadra che regge una sfida del genere". Parola di Antonio Cabrini: "Le finali sono sempre partite equilibrate dove non c'è un favorito. E' una partita secca ed io ritengo si debbano sempre dividere alla pari le possibilità: 50% Real e 50% Juventus", ha concluso il ct della nazionale femminile. Per Billy Costacurta non 'c'è mai stata una finale di Champions League tanto equilibrata'. "Per questo devo dire grazie alla Juventus, al lavoro della società, al lavoro dell'allenatore ed in particolare questi ragazzi che credo stiamo facendo il bene del calcio italiano".

Dopo Vigo, che polemizza, al Real manca solo 1 punto 18 Maggio 11:36

Il Real Madrid si è disfatto del Celta Vigo per 4-1, mettendo una seria ipoteca per vincere la Liga: contro il Malaga basterà un pareggio per il titolo. Basterà un punto a Malaga domenica prossima al Real Madrid per vincere il 33' titolo di campione di Spagna della sua storia. Successo in Liga che manca dall'annata 2011/12. Il 4-1 rifilato al Celta Vigo consente alle 'Merengues' di portarsi a +3 dal Barcellona ad una giornata dalla fine.

Zidane ha dovuto rinunciare per l'occasione a Rodriguez e Bale, con Isco che figura inesorabilmente tra gli 11 titolari. A sbloccare il risultato, però, il solito Cristiano Ronaldo che, dopo aver ricevuto palla al limite dell'area e preso la mira, ha fulminato Alvarez con un tiro secco. L’episodio che ha scatenato la rabbia del tifo di casa è maturato al minuto 62, con il Real Madrid avanti di due reti grazie alla doppietta di CR7: Iago Aspas entrava nell’area del Real allargandosi a sinistra, Sergio Ramos interveniva su di lui in maniera impetuosa. Per l'arbitro Martínez Munuera nessun fallo e secondo cartellino giallo per il numero 10 del Celta (ammonito per le proteste su un mani di Varane), che lasciava così i suoi in inferiorità numerica, quasi incredulo. Un giro di lancette, scena simile nell'area opposta: Cristiano Ronaldo andava giù nel contatto con Jonny, per l'arbitro tutto regolare: nessuna sanzione per l'attaccante portoghese, in diffida. Qui si scatenava Marcucci, allenatore in seconda del Celta, espulso per proteste.

17 anni dopo: torna a vincere il Principato 18 Maggio 11:34

Monaco campione di Francia dopo 17 anni. I ragazzi terribili di Leonardo Jardim, autori di ben 103 gol in campionato, si sono laureati campioni di Francia battendo il Saint-Étienne e riportando nel Principato un titolo che mancava dal 2000. A parte un breve periodo in vetta alla classifica all'inizio della stagione, il Monaco ha dovuto attendere fino alla 20esima giornata per guardare concretamente tutti dall'alto in Ligue 1, dopo la vittoria per 4-1 a Marsiglia. I monegaschi sono tutt'ora dentro una incredibile striscia positiva di 18 partite consecutive senza sconfitte in Campionato, 16 le vittorie, e contemporaneamente sono andati avanti in Europa giungendo sino alle semifinali di UEFA Champions League.

Dopo tanto PSG, tocca al Monaco prendersi la Ligue 1 17 Maggio 11:29

Dopo quattro anni di dominio assoluto PSG un punto del Monaco oggi al Louis II nel recupero della 31esima giornata contro il St Etienne può mettere fine all’egemonia della squadra di Parigi e scrivere una pagina importante per il Club monegasco e il calcio transalpino. Quando alla conclusione della Ligue 1 manca il solo turno del prossimo fine settimana, la squadra del Principato è in vetta con 89 punti e il PSG segue a quota 86: per riportare aritmeticamente lo scudetto a Montecarlo dopo 20 anni e vincere il titolo numero 8 della storia, al Monaco di Jardim basterà non perdere contro il St Etienne di mister Galtier, squadra che sbarca in Costa Azzurra con un gap di 39 punti dalla capolista e senza alcun obiettivo di classifica per cui lottare.

Derby con il Watford: il Chelsea vince e festeggia Terry 16 Maggio 12:41

Anche un po' di sana malinconia nella gran festa del Chelsea, cominciata venerdì sera con la conquista matematica della Premier League e proseguita ieri con il recupero della gara contro il Watford a Stamford Bridge: riguarda l'annunciato addio di John Terry dopo quasi vent'anni in maglia blue. L'ultima presenza sarà presumibilmente domenica, ancora davanti al proprio pubblico, in occasione del match contro il Sunderland che chiuderà la stagione. Ieri sera, intanto, il 36enne difensore ha segnato il primo dei 4 gol (a 3) con cui i neocampioni d'Inghilterra hanno superato il club di Walter Mazzarri e Stefano Okaka. "Tutti noi - lo ha omaggiato il tecnico Antonio Conte - non vediamo l'ora di vedere John sollevare il trofeo del campionato: lo merita. Lui vuole giocare ancora e con continuità: per questo ha deciso di lasciare il Chelsea e io lo rispetto. Ma per noi sarà una grossa perdita. Mi ha aiutato moltissimo sia in campo, sia fuori. Il Chelsea sarà sempre la sua casa, lui è una leggenda del club".

Tutto regolare in Liga: Barça e Real vincono uguale 15 Maggio 08:36

Hanno vinto entrambe 4-1 Barcellona e Real Madrid nei rispettivi impegni di Liga, giunta alla 37'e penultima giornata: le due rivali restano quindi appaiate in vetta, ma i merengue hanno una gara da recuperare contro il Celta (mercoledì a Vigo). I blaugrana si sono imposti a Las Palmas (tripletta di Neymar e rete di Suarez); i blancos hanno superato al Bernabeu il Siviglia (doppietta di Cristiano Ronaldo e gol di Nacho e Kroos). L'Atletico Madrid, distante 8 punti da Barça e Real, ha pareggiato 1-1 sul campo del Betis assicurandosi il terzo posto e l'accesso diretto alla Champions League; mentre il Siviglia passerà dal preliminare. Verdetti anche in coda, con lo Sporting Gijon che da stasera raggiunge in Serie B i già retrocessi Osasuna e Granada. Risultati: Alaves-Celta 3-1, Eibar-Gijon 0-1, Real Madrid-Siviglia 4-1, Las Palmas-Barcellona 1-4, Villarreal-Deportivo 0-0, Real Sociedad-Malaga 2-2, Athletic Bilbao-Leganes 1-1, Betis-Atletico Madrid 1-1, Espanyol-Valencia 0-1, Osasuna-Granada 2-1.

Europa League: MU e Ajax, la crème a Stoccolma - Tutti i precedenti 12 Maggio 17:27

Sono dunque Manchester United e Ajax le due finaliste dell’Europa League 2016/17 che si affronteranno il prossimo 24 Maggio nella finale di Stoccolma (Svezia). Le due formazioni nella loro storia si sono incontrate per quattro volte, sempre nella stessa competizione: due in Inghilterra e due in Olanda. Nessun pareggio tra le due squadre che possono contare su 2 vittorie a testa. Il primo incontro disputato nel lontano 1997 'all’Amsterdam Arena' finì con vittoria dei padroni di casa per uno a zero. Nella gara di ritorno in terra inglese vittoria dei ‘Red Devils’ per due a zero. Le altre due partite sono avvenuti in tempi più recenti (2012): questa volta il match tra le due compagini era valido per i sedicesimi di finale, a spuntarla è stato la squadra di Manchester che alla fine delle due gare (andata e ritorno) ha battuto i lancieri per 3 a 2. Nella gara di andata in terra olandese, gli inglesi sono usciti vincitori per 2 a 0. Nel ritorno all’Old Trafford, gli ospiti si sono imposti con il punteggio di 2 a 1, venendosi però eliminati dalla competizione.

Champions, Cardiff ha convocato Real e Juve 11 Maggio 11:23

analisi Facebook di Roberto Beccantini

Sarà, dunque, Real-Juventus. La squadra che ne ha vinte di più (11) contro la squadra che ne ha perse di più (6). Si parte alla pari perché sì, il Real è sempre il Real ma la Juventus è cresciuta. L’unica «bella» in comune risale al 1998, Amsterdam Arena: decise un gol di Mijatovic in fuorigioco. Zidane era in campo con Madama, il 3 giugno sarà l’allenatore dei blancos. L’ordalia del Calderon è durata una quarantina di minuti. Il tempo che i guerriglieri del Cholo prendessero possesso di un romanzesco 2-0 (capocciata di Saul Niguez, rigore di Griezmann) per poi essere ricacciati nella selva da un prodigio di Benzema, tipo Dybala nel derby d’andata, e dal pugnale di Isco. Obeso dei cinque gol inflitti al Bayern e dei tre scaricati sull’Atletico, una settimana fa, Cristiano Ronaldo si è preso una notte di riposo. Non credo che possa bastare per declassarlo a riserva in un ipotetico attacco juventino, come è stato scritto.

Nella storia della Coppa dei Campioni, la Juventus è stata la prima squadra a battere il Real a casa sua (14 febbraio 1962, Omar Sivori in versione all black) e l’ultima a eliminarlo (semifinali dell’edizione 2015: 2-1 allo Stadium, 1-1 a Madrid). Il Real detentore è un arsenale di talenti che quando vogliono, e in Europa vogliono spesso, sanno onorare persino il lavoro sporco. Contro la Juventus di Allegri, capace di alternare più copioni all’interno della stessa recita, dal catenaccio all’attacco frontale, sono andati in bianco Messi, Suarez, Neymar e Falcao. Unica eccezione, la rete torinese di Mbappé (ma sul 4-0 complessivo). E’ un indizio, fatene quello che volete. Terza finale in quattro anni per il Real, seconda in tre per la Juventus. A Cardiff manca poco meno di un mese. Di solito, in questi casi, si dice che una ha più fama e l’altra più fame. Zidane cavalca la storia; Allegri, la voglia. Ne riparleremo.

Sabatini, l'uomo calato dell'alto, dalla Cina, sulla testa dell'Inter 10 Maggio 15:40

Walter Sabatini sarà a livello gerarchico anche superiore a Piero Ausilio. Bisognerà aspettare qualche settimana per vedere come si incastrerà il direttore sportivo che ha appena rinnovato. Non se lo aspettavano all’Inter questa scelta di Suning e non si aspettavano nemmeno l’esonero. La valutazione è arrivata direttamente da Nanchino, fino a due giorni fa i dirigenti erano convinti che la società avrebbe aspettato la fine della stagione per sollevarlo. La decisione è arrivata dalla famiglia Zhang. Hanno valutato inaccettabile questa deriva. Il messaggio è un messaggio chiaro alla squadra e anche a chi l’ha costruita.

Il Chelsea vicino al titolo, Conte valuta il suo futuro 9 Maggio 05:36

Un netto 3-0 che non concede repliche per mettere praticamente al sicuro la conquista della Premier League. Con la vittoria in casa sul Middlesbrough, il Chelsea di Antonio Conte si è portato a +7 punti di distacco dal Tottenham e la prossima giornata battendo il West Bromwich Albion fuori casa avrà la possibilità di festeggiare il titolo di campione d'Inghilterra. Con il ko sul campo del Chelsea il Middlesbrough saluta, invece, la Premier League. Su Antonio Conte intanto la corte dell'Inter, ma il tecnico salentino al momento non sarebbe propenso.

Francia, Balotelli segna ma il Nizza perde 8 Maggio 11:10

Mario Balotelli va in gol, il suo 15' stagionale, ma non basta al Nizza per evitare una sconfitta per 2-1 a Marsiglia che lo lascia a -6 dal secondo posto occupato dal Paris Saint Germain. A due giornate dalla fine del campionato francese, il Monaco resta davanti a tutti con 86 punti, a +3 sui campioni in carica. Il Lione vince 3-2 a Nantes e si garantisce un posto in Europa League, mentre il Marsiglia dovra' vedersela ancora con il Bordeaux, staccato di appena un punto.

Barcellona, la nuova firma di Leo Messi 8 Maggio 12:43

E' molto vicino il rinnovo del contratto di Leo Messi con il Barcellona. La trattativa fra il club blaugrana Josep Maria Bartomeu e il padre del campione Jorge Messi sta procedendo spedita, secondo quanto ha detto il vicepresidente del Barça Jordi Mestre. "La trattativa sta andando avanti, ha spiegato il dirigente, ci auguriamo che venga chiusa fra poco. Non sono in grado di indicare il giorno preciso, ma è a breve". Il contratto del fuoriclasse argentino con il club catalano scade nel 2018, e in discussione ci sarebbe un rinnovo fino al 2022, quando Messi avrà 35 anni.

Champions, secondo Rakitic meritava il Barcellona...6 Maggio 18:15

L'impressione è che bruci un bel pò, specialmente se ti chiami Barcellona. Essere eliminati ai Quarti di finale di Champions non deve essere stato bellissimo per una squadra che ha dominato, negli ultimi anni, i palcoscenici europei. La conferma arriva direttamente da Ivan Rakitic, centrocampista blaugrana, che al Mundo Deportivo è tornato a parlare della coppa dalle grandi orecchie. "Non ho visto le partite delle semifinali, ho preferito stare in famiglia, a casa mia e giocare con le mie figlie". Il croato ha snobbato così Juve e Real Madrid, rivali per un motivo o per un altro. "Ho visto solo le azioni salienti, i riassunti e i risultati. Non avevo grande voglia di vedere le partite perché penso che al posto della Juventus dovevamo esserci noi". Rakitic poi ha rincarato la dose: "Il calcio non sempre ti da quello che ti meriti, non abbiamo fatto tutto nel migliore modo possibile, quindi preferisco stare con la mia famiglia". Poi, l'ammissione: "La verità mi trasmette rabbia". Sarebbe curioso avere la possibilità di intervistare Rakitic, magari qui in Italia, per capire cosa intende con la parola "meriti". Già, perché in tutta onestà fatichiamo a capire dove e come il Barcellona abbia meritato nella doppia sfida alla Juventus...

In spagna è già Finale Real Madrid-Juventus 4 Maggio 14:15

Mancano ancora le gare di ritorno ma, per la stampa sportiva spagnola, le avversarie che si ritroveranno in finale di Champions sono già scritte: Real Madrid e Juventus. Nessun dubbio, quindi, che merengue e bianconeri sapranno difendere il 3-0 sull'Atletico e lo 0-2 sul Monaco dei match d'andata. "Marca" si rivolge direttamente all'ex Higuain, mattatore ieri nel Principato, e apre l'edizione odierna con un più che esplicito "Ci vediamo a Cardiff", riferendosi alla sede della finale del torneo. Il quotidiano iberico giudica impossibile una rimonta del Monaco, ricordando che in Champions la Juve non subisce reti da novembre. Più prudente si mostra "As", che non si lascia andare a facili pronostici, ma orienta comunque lo sguardo su quello che potrà essere il duello stellare fra Ronaldo e Higuain. All'argentino, in basso nella prima pagina odierna, viene riconosciuto di aver "demolito il Monaco di Mbappé", mentre il titolo principale è per "Superman Cristiano", sostanzialmente già incoronato Pallone d'oro.

Galles, Cardiff: la Juventus sta arrivando 4 Maggio 14:08

È stata una notte da ricordare per la Juventus di Massimiliano Allegri che in quel di Montecarlo ha battuto nettamente il Monaco per 0-2. In casa Juventus, ovviamente, al triplice fischio della partita conto il Monaco si è scatenata la gioia dei giocatori, anche se con moderazione, visto che ci sarà la semifinale di ritorno prevista per martedì 9 maggio. Massimiliano Allegri, su Twitter, ha predicato calma e ha sottolineato che i suoi ragazzi dovranno essere concentrati per la prossima partita europea: "Quando i traguardi sembrano vicini, è il momento di pedalare ancora più forte. Davvero fino alla fine". Anche uno dei senatori come Giorgio Chiellini ha voluto affidare ai social network il commento post - gara e ha spiegato come il sogno suo e dei suoi compagni debba ancora avverarsi: "Grande Vittoria!!! Cuori in alto. Gambe inchiodate a terra. Perché i sogni devono ancora essere realizzati..Avanti così!!!". Ieri sera, tra i grandi protagonisti della partita c'è stato sicuramente Claudio Marchisio. Il 'Principino' era chiamato ad una grande prestazione e non ha deluso le attese. Il centrocampista bianconero, su Instagram, si è complimentato con tutti i suoi compagni: "Grandi ragazzi... Grandi TUTTI!! Un grande passo verso l'obiettivo finale". Mario Mandzukic, invece, è già carico in vista della sfida di ritorno contro il Monaco e ha spiegato che non vede l'ora di vivere l'atmosfera dello Stadium: "Un altro grande sforzo, ma dovremmo ripeterlo la prossima settimana. In attesa della grande atmosfera di Torino!".

Derby di Champions: Real perfetto, Atletico pulcino bagnato 3 Maggio 13:31

È la quinta volta che il derby di Madrid, nel giro di 4 anni, si vede in Europa. Ma questa volta è stato molto diverso dalle altre. Se si tiene conto dei 90 minuti regolamentari (esclusi i vari supplementari disputati), il derby non è mai stato così a senso unico. Prima di ieri sera si contavano solo 5 gol in 4 sfide, ripartiti così: Real-Atletico 3-2 (due 1-1, uno 0-0 e un 1-0 per i blancos). E pensare che di quei 3 gol neanche 1 segnato da Cristiano Ronaldo. Abbiamo, infatti, Hernandez e Ramos, quest’ultimo due volte. Ribadiamo, stiamo tenendo in considerazione soltanto i 90 minuti regolamentari, e non i vari supplementari e rigori disputati. Mentre questo derby d’andata ha visto una prevalenza netta da parte dei blancos e la tripletta di Ronaldo, che ancora (incredibile!), nei 90 minuti, non aveva segnato contro l’Atletico in Champions League. Ma, nonostante queste differenze, di cui cercheremo le ragioni, è rimasta una costante: la spunta sempre il Real. Nelle precedenti sfide, seppur equilibrate, il Real ha poi sempre battuto l’Atletico. Per i colchoneros si tratta, in campo europeo, della loro bestia nera, o meglio, in questo caso, bianca. Il percorso dell’Atletico verso la Coppa è stato sempre bloccato dal Real. La maledizione è cominciata con la finale dell’edizione 2013-2014 con quel colpo di testa in pieno recupero di Sergio Ramos, quando i ragazzi di Simeone pensavano già di poter alzare il trofeo. Da lì in poi è mancato sempre qualcosa per battere il Golia bianco, quasi un complesso di inferiorità.

PSG: Emery in uscita, opzione Roberto Mancini 2 Maggio 16:45

"Abbiamo bisogno di cambiare molte cose". Queste le parole del Presidente del Paris Saint Germain Nasser Al-Khelaifi dopo la sconfitta contro il Nizza che ha ridotto le speranze della squadra parigina di confermarsi Campione in Ligue 1. Nella prossima estate il club transalpino ha intenzione di cambiare fisionomia e iniziare un nuovo ciclo: come anticipato dalla nostra redazione è quasi certo l'addio del ds Kluivert, mentre in panchina è altamente probabile l'addio di Unai Emery, nel mirino della Roma del suo 'grande sponsor' Monchi. In pole per la successione del tecnico andaluso ci sarebbe Roberto Mancini.

Il Tottenham detta legge e l'Arsenal si piega nel derby 1 Maggio 10:32

Il Tottenham tira dritto: 2-0 nel derby all'Arsenal, cancellato il St Totteringham's Day. Con le reti di Alli e Kane (su rigore), la squadra di Pochettino fa fuori anche l'Arsenal, riportandosi a -4 dal Chelsea a quattro giornate dal termine. Per i gunners si fa sempre più ardua la mission Champions League, e ora Wenger è sicuro di finire dietro il Tottenham in classifica. La battaglia al titolo non è ancora compromessa e il Tottenham fa di tutto per ritardare l'esultanza del Chelsea, ora a +4 con quattro giornate ancora da giocare. La squadra di Pochettino vede comunque il bicchiere mezzo pieno visto che il successo sull'Arsenal serve per rafforzare il 2° posto da ipotetici attacchi di Liverpool, City e United. Come non citare poi il St Totteringham's Day, festa adibita ai soli tifosi dell'Arsenal che festeggiavano la matematica certezza di arrivare meglio piazzati in classifica rispetto ai rivali degli Spurs. È successo per 21 stagioni da fila, questa volta - invece - è stato proprio il contrario, con la matematica arrivata proprio con un derby perso per 2-0 a White Hart Lane.

Bundesliga al Bayern: Carletto ancora campione 30 Aprile 11:00

Da Reggiolo a campione di Germania. Carlo Ancelotti aggiunge un’altra importante vittoria al suo già ricco palmares di calciatore (col Milan) e allenatore. Alla guida del Bayern Monaco ha vinto lo scudetto tedesco, la Bundesliga (con tre giornate di anticipo). Una impresa già riuscitagli in Italia, Inghilterra, Francia e Spagna. Peccato per l’eliminazione nei quarti di finale di Champions League, da favorito, e la sconfitta in Coppa di Germania. A Monaco Ancelotti ha vinto anche la Supercoppa e il bilancio della stagione è positivo.

Il Barça prima ci prova e poi dilaga: il derbi catalano è suo 30 Aprile 11:07

I blaugrana hanno faticato nel primo tempo, ma poi si sono sbloccati nella ripresa grazie a una doppietta di Suarez e a Rakitic. Decisivi gli errori individuali dei padroni di casa, Real agganciato in vetta. Il Barcellona non si arrende: è questa la notizia al termine dei 90' giocati al "Cornellà-El Prat". I blaugrana portano a casa il derby contro l'Espanyol e agganciano nuovamente il Real Madrid in testa alla classifica, con i Blancos che hanno una gara da recuperare. Partita per nulla facile quella del Barça, al contrario di quanto potrebbe dire il risultato, contro una squadra ben organizzata e che chiude tutti gli spazi al tridente MSN. Basti pensare che Diego Lopez nel primo tempo è stato quasi inoperoso. Doppio derby: all'andata il Barcellona aveva vinto 4-1.

Dal Real all'Espanyol: sempre derby per il Barcellona 29 Aprile 10:01

Altro giro, altro derby. Dopo lo 0-0 di Manchester di giovedì sera fra City e United e dopo la vittoria del Partizani Tirana di Moggi contro il Kf Tirana nel Tiran Derbisi albanese, oggi tocca alla sfida stracittadina di Barcellona. Oggi in campo: Espanyol-Barcellona, il match valido per la 35esima giornata di campionato di Liga Spagnola 2016/2017. Partita che non può essere sbagliata per i blaugrana, fare un passo falso in questa sfida complicherebbe di molto le possibilità di vincere il titolo della Liga. Le due formazioni in questa stagione si sono affrontate già tre volte, in tutte queste partite il Barcellona ne è uscito vincitore.

L’Espanyol scenderà in campo con il (4-4-2); In porta spazio a Diego Lopez, davanti difesa a quattro con J. Lopez, D. Lopez, Reyes e Martin; centrocampo con Jurado, Sanchez, Fuego e Piatti; attacco a due composto da Caicedo e Moreno. All: Quique Sánchez Flores

Il Barcellona giocherà con il (4-3-3); Difesa dei pali affidata a Ter Stegen, linea a quattro con Roberto, Piquè, Umtiti e Alba; a centrocampo troviamo Gomes, Busquets e Iniesta; tridente di attacco composto dal tridente formato da Messi, Suarez e Neymar. All: Luis Enrique

Il Bayern si consola, riscattando il giovane Coman 27 Aprile 16:23

Il Bayern Monaco ha riscattato dalla Juventus, Kingsley Coman. Lo ha annunciato la società bavarese, attraverso il sito ufficiale. E' stata esercitata l'opzione di riscatto, in scadenza alla fine di aprile. L'avventura dell'attaccante francese al Bayern Monaco è iniziata ad agosto 2015, in prestito: "Un giocatore molto importante per il futuro - ha dichiarato, sul Sito della società tedesca, l'amministratore delegato, Karl-Heinz Rumenigge - siamo sicuri che nei prossimi anni contribuirà alla nostra crescita".

La rimonta dei gialloneri: il derby elimina Carlo Ancelotti 27 Aprile 11:49

In rimonta la squadra di Tuchel ha battuto i bavaresi e andrà a giocarsi il titolo per la quarta volta consecutiva, decisivi nel secondo tempo Aubameyang e Démbelé

BAYERN MONACO-BORUSSIA DORTMUND 2-3

19' Reus (BD), 28' Martinez (BM), 41' Hummels (BM), 69' Aubameyang (BD), 74' Dembélé (BD)

E' il Borussia Dortmund ad avere appuntamento il 27 Maggio all'Olympiastadion di Berlino con l'Eintracht Francoforte (che ai rigori ha superato il Borussia Mönchengladbach), nell'ultimo atto della Coppa di Germania. Gli uomini di Thomas Tuchel hanno raggiunto l'obiettivo per l'ottava volta, riscattandosi contro il Bayern dopo la sconfitta nella 28^ giornata di campionato. Esclusa questa vittoria è un aprile da dimenticare per la squadra di Carlo Ancelotti: due pareggi consecutivi in Bundesliga e altrettanti ko in Champions contro il Real Madrid.

Semifinale-derby in Coppa: Bayern-Borussia 26 Aprile 15:02

È una semifinale di DFB-Pokal tra compagini ancora deluse dall'eliminazione ai Quarti di Champions League quella che va in scena questa all'Allianz Arena tra il Bayern Monaco e il Borussia Dortmund; soprattutto i bavaresi di Carlo Ancelotti che pensavano di arrivare almeno a Cardiff. Tornando a questa Semifinale della Coppa di Germania che ha tanto il sapore di una finale anticipata, perdendo l’obiettivo numero uno della stagione i bavaresi a questo punto sono obbligati all’accoppiata scudetto-coppa, mentre al BvB non resta che la Dfb-Pokal, la Coppa di Germania, per salvare una stagione abbastanza deludente. Nell’altra semifinale si affrontano Borussia Mönchengladbach ed Eintracht Francoforte; la finale tra le vincenti è fissata per il 27 Maggio. In Bundesliga Bayern e Borussia sono divise da 14 punti: Arturo Vidal e compagni al comando con 8 punti di vantaggio sull’ottimo Lipsia secondo, il Dortmund al terzo posto a -6 dalla piazza d’onore e con l’insidia Hoffenheim dietro (a -1) per la qualificazione diretta alla prossima Champions. Ancora frastornata dalla sfida di Madrid la capolista è reduce dal 2-2 casalingo imposto dal Mainz sabato pomeriggio, i gialloneri arrivano invece dalla bella vittoria contro il Mönchengladbach al Borussia Park (2-3). Il cammino in DFB Pokal delle due semifinaliste era iniziato in piena estate dai 32esimi di finale, facili per entrambe: Carl Zeiss Jena-Bayern 0-5 ed Eintracht Trier-Borussia 0-3. Nei turni a seguire fino ai quarti, la squadra di Ancelotti ha poi eliminato: Augsburg (3-1), Wolfsburg (1-0) e Schalke (3-0); con qualche difficoltà in più, quella di Tuchel: Union Berlino (3-0 dopo i rigori), Hertha Berlino (3-2 dopo i rigori) e Sportfreunde Lotte (0-3).

L'equazione di Conte: 3 Scudetti, 1 Premier 26 Aprile 14:57

ll manager italiano dei Blues, dopo aver battuto il Southampton,, non le manda a dire e paragona la stagione dei suoi con quella di Manchester United e Manchester CIty: "Non vince sempre chi spende di più, e questa stagione lo sta dimostrando. La cosa più importante è questa. L'obiettivo del Chelsea è quello di costruire, anche lentamente, per diventare una vera potenza di livello continentale". Un Conte alla Allegri insomma, l'allenatore toscano ha infatti parlato di "dimensione europea" ormai raggiunta dalla Juventus, ed è questo l'obiettivo anche di Antonio con il suo Chelsea. Parole importanti anche quelle relative all'importanza di vincere una Premier League: "Una vittoria in Premier vale più di uno o anche di tre scudetti".

Clasico al Barça: ma Leo Messi non era finito? 24 Aprile 10:15

Analisi Facebook di Roberto Beccantini

In un weekend che ha segnato il harakiri dei cinesi di Milano, la Juventus si è sbarazzata agevolmente di quel Genoa che, a Marassi, le aveva inflitto la lezione più cocente di tutta la stagione.

Veniva, la Signora, dagli applausi del Camp Nou e dalle coccole dei giornali spagnoli. Allegri ha mescolato un po’ di uomini e un po’ di schemi, «as usual», ricavando il massimo da ogni movimento, da ogni rotella: persino da Marchisio, complice dell’autogol di Munoz e di una gran legnata stampatasi sulla traversa (e da lì sul destro di Higuain e dall’alluce sul palo).

Una Juventus bella, pimpante e allegra nel gioco come sanno essere le squadre che, al di là dell’avversario - e il Grifo non aveva certo l’hybris dell’andata - non intendono lasciare nulla al caso, nemmeno una zolla.

Il sinistro sivoriano di Dybala, il destro forbito di Mandzukic, la discesa-arresto-tiro di Bonucci. Bei gol. Era una tappa cruciale, alla luce del calendario: Bergamo venerdì, poi la roulette di Montecarlo, il derby, ancora il Monaco, la Roma a Roma. Ci siamo.

Sono trentatré, le vittorie consecutive allo Stadium. E sull’homo mandzukianus ci sarebbe da scrivere un libro. Non ci voleva il Genoa per comporre l’introduzione. Ci voleva, però, Allegri per deportarlo nella Siberia della fascia, lui centravanti geloso e goloso, e fargli credere che, in quella posizione, non solo non sarebbe stato meno forte, ma sarebbe stato, addirittura, più utile. Il vero nove che segnava poco è diventato, così, un terzino-mediano che segna abbastanza, e cuce, e copre, e si fa un mazzo tanto (a rischio giallo, talvolta).

Un accenno alla regia di Higuain, un altro al debutto di Mandragora e un salto al Bernabeu: Real-Barcellona 2-3. Doppietta di un «certo» Leo Messi. Ma non era finito?

Una madrilena in finale, contro la Juve o il Monaco 21 Aprile 15:03

In attesa di conoscere prevendita e i costi dei biglietti, per le modalità di acquisto dei tagliandi per il match d’andata, Monaco-Juventus, il portale di riferimento è il sito ufficiale del club bianconero. Il link che si occupa dei biglietti è: http://www.juventus.com/it/tickets. Sono diversi però i portali online che danno l'opportunità di acquistare i biglietti. In particolare, al momento, emerge viagogo.it che da la possibilità intanto di identificare velocemente i migliori biglietti disponibili per il numero di persone che partecipano al'evento. Quali sono i prezzi? I biglietti rimasti sono pochi nonostante manchino 18 giorni all'evento. Per un posto in Tribuna Est 2 o Ovest 2 il corso è di 600 euro. Nel settore Premier Club il costo sale a 2966,75 euro. Nel settore Legends Club il costo è di 2998,37 euro. Nel settore 114 il costo è di 1053.60 euro. Nella photogallery sono presenti le foto in cui vi mostreranno quali sono i vari settori. Per quanto riguarda invece i biglietti aerei si possono comprare anche su internet tramite i soliti canali come SkyScanner. Non appena ci saranno informazioni sui biglietti per la partita vi informeremo immediatamente.

Per quanto riguarda l'altra semifinale, Real Madrid-Atletico Madrid si terrà il 2 Maggio alle 20:45 mentre il ritorno ci sarà il 10 Maggio.

La Champions cartina di tornasole del clasico Real-Barça 20 Aprile 16:35

Sergio Ramos, proprio nella settimana di Real Madrid-Barcellona, ha voluto rispondere a tono alle accuse di Piqué, che dopo la partita fra Real e Bayern Monaco aveva pubblicato un eloquente tweet con dei puntini di sospensione riferiti ai torti arbitrali a favore del Real. "Si riguardi la partita con il PSG". A pochi giorni dal 'Clasico' è polemica a distanza tra Barcellona e Real Madrid dopo il contestato arbitraggio di Kassai nella partita di ieri sera che ha permesso ai 'blancos' di battere il Bayern Monaco e qualificarsi per la semifinale di Champions League. Subito dopo il fischio finale del Bernabeu, il difensore dei catalani Gerard Piquè aveva acceso la miccia con un sibillino tweet contentente tre puntini di sospensione.

Derby a Belgrado: vittoria Partizan e poi botte 19 Aprile 12:55

Tre poliziotti sono rimasti feriti a Belgrado nel corso di incidenti verificatisi ieri poco prima dell'atteso derby fra le arcirivali del Partizan e della Stella Rossa. Gli agenti sono stati bersagliati da un fitto lancio di sassi e bottiglie ad opera di un gruppo di tifosi del Partizan, che intendevano raggiungere lo stadio attraverso un percorso interdetto dalle forze dell'ordine. Tre persone sono state arrestate. L'incontro e' stato vinto dal Partizan per 3-1, e ora le due squadre sono appaiate in testa alla classifica.

Real-Bayern 4-2: questa volta Ancelotti si arrabbia 19 Aprile 12:59

"All'arbitro non avevamo pensato, ma siamo stati vicini a fare partita perfetta e per larghi tratti l'abbiamo fatta. Il match era sotto controllo, e dopo è successo quel che è successo. Peccato...". E' stato un Carlo Ancelotti amareggiato quello che ha commentato l'eliminazione del Bayern dalla Champions ad opera del Real Madrid. "I miei hanno fatto più di ciò che potevano - ha detto ancora il tecnico - e sono orgoglioso di loro e del fatto di allenarli. Influenza del Real sugli arbitri? io non credo a quello, ma l'arbitro ha fatto molti errori: probabilmente non era all'altezza. Non ero tanto d'accordo sulla moviola in campo, ma a questo punto sono assolutamente favorevole: un arbitro non può decidere un quarto di Champions in questa maniera". Ma di cosa stava discutendo in campo con Zidane? "Di tutti gli errori di Kassai - ha risposto Ancelotti -, ne ha fatti anche a nostro favore anche se non così vistosi. In questa doppia sfida abbiamo avuto la sfortuna di giocare 45' in dieci ma qui sicuramente non lo meritavamo".

Nizza: Mario Balotelli in uscita verso la Turchia 18 Aprile 16:58

Potrebbe essere già agli sgoccioli l'avventura di Mario Balotelli al Nizza. Secondo il portale turco 'Milliyet' il suo agente Mino Raiola avrebbe già avviato i contatti con la dirigenza del Galatasaray per portare 'SuperMario', autore di un'ottima stagione in Costa Azzurra condita da 15 gol, in quel di Istanbul. Nei giorni scorsi l'ex attaccante di Inter e Milan, il cui contratto coi 'Les Aiglons' scade a giugno, ha dichiarato che in futuro gli piacerebbe indossare la maglia del Napoli.

Birmigham: i Cinesi scelgono Redknapp 18 Aprile 12:39

Gianfranco Zola ha lasciato la panchina del Birmingham, pericolosamente vicino alla zona retrocessione della Serie B inglese, e il suo posto viene preso da Harry Redknapp, ex manager, fra le altre, del Tottenham. Lo ha annunciato la società sul suo sito. L'ultima guida in Inghilterra del 70enne Redknapp, conclusasi nel febbraio 2015, era stata al Queens Park Rangers, mentre in precedenza aveva allenato anche West Ham, Portsmouth e Southampton; lo scorso anno era stato ct della Giordania. Quanto mai delicato il suo primo impegno con il Birmingham: il derby di domenica contro l'Aston Villa, nella terz'ultima gara della stagione.

Ieri, il club con proprietà cinese aveva accettato le dimissioni di Zola dopo 22 gare di campionato e solo 2 vittorie.

Il Werder vince il derby e aggrava la situazione dell'Amburgo 17 Aprile 13:12

A causa del derby, il Nordderby sul campo del Werder Brema, un derby nel quale si era portato in vantaggio e che ha poi perso 2-1, l'Amburgo adesso si trova in piena zona-retrocessione in Bundesliga con 33 punti, a pari del Wolfsburg ma con sole 4 squadre alle spalle: Mainz e Augsburg con 32, Ingolstadt con 28 punti e il Darmstadt ultimissimo a quota 18 punti.

I 2 volti della Champions: 2 vittorie Madrid, sconfitta Barça 13 Aprile 11:56

Madrid in festa, Barcellona sotto processo: sono come di consueto divise in due, secondo la maggior vicinanza di ogni testata ad una o all'altra città, le prime pagine dei quotidiani sportivi spagnoli all'indomani dei due giorni di Champions League che hanno visto le vittorie di Real e Atletico su Bayern e Leicester, e il tracollo blaugrana con la Juventus. Così, "Marca" celebra le squadre della capitale con il titolo "Olé e olé" incoronato sulle teste dei goleador Griezmann e Cristiano Ronaldo. Mentre "As" si sbilancia sui merengue dedicando l'apertura al portoghese e ricordando anche il suo record di gol in Champions (100): "Porta grande per Cristiano". Per i colchoneros, spazio sopra la testata per sottolineare come la squadra di Simeone abbia seminato molto e raccolto poco (1-0 su rigore). Un eloquente "Alta tension", fra i volti dimessi di Luis Enrique, Messi e compagni, apre invece "Mundo Deportivo", mentre più costruttivo appare "Sport", che indica le tappe di una prossima rivoluzione al Barcellona.

Juventus-Barcellona 3-0: ascolti tv al top 12 Aprile 12:16

La Juventus, nell'andata dei quarti di finale di Champions League, ha spazzato via il Barcellona di Luis Enrique grazie alla doppietta di Dybala e alla rete di Chiellini sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Una vittoria importante per l'intero movimento calcistico italiano, ma nulla è ancora stato fatto: il Paris Saint-Germain insegna. Nel frattempo, il match trasmesso in diretta su Canale 5 ha conseguito un altro successo: quasi 10 milioni di telespettatori hanno seguito la partita dello 'Stadium' pari al 35.58% di ascolti. Un vero e proprio boom per la rete ammiraglia di Mediaset.

Arriva Bayern-Real, una classica del calcio europeo 11 Aprile 14:30

La sfida di cartello dei Quarti di finale di Champions League, oltre a Juventus-Barcellona, è senza dubbio quella tra Bayern Monaco e Real Madrid. Il match d'andata è in programma il 12 aprile in Germania e promette scintille in quella che tanti, tra critici ed esperti di calcio, hanno definito quasi una finale anticipata. Il palmares internazionale dei due clubs è impressionante, insieme Real e Bayern hanno vinto qualcosa come 32 titoli tra competizioni europee e mondiali. Ugualmente impressionante è il numero di volte che i rossi di Monaco ed i bianchi di Madrid hanno incrociato le loro strade. Quello in programma il 12 aprile sarà il 23esimo confronto in sfide ufficiali, un vero record. Nelle precedenti 22 sfide, il Bayern ha vinto 11 volte contro le 9 del Real Madrid, i pareggi sono soltanto 2. Su dieci doppie sfide valide per il passaggio del turno, però, il bilancio è in assoluta parità: le due formazioni sono andate avanti nella competizione per 5 volte a testa.

Zaza: adesso l'attaccante è tutto del Valencia 10 Aprile 17:14

Simone Zaza al Valencia, a titolo definitivo: è scattato, annuncia la Juventus, l'obbligo di acquisto. Dalla cessione il club bianconero incasserà 16 milioni di euro, pagabili in due esercizi, che potrà incrementarsi di ulteriori 2 milioni. L'operazione genera un effetto economico positivo, sul bilancio Juventus di quest'anno, per circa 3,7 milioni.

Il Barcellona a Torino: l'accoglienza per i blaugrana 10 Aprile 17:15

Accolto da circa 200 persone, il Barcellona è arrivato nell'hotel nell'area fieristica ed espositiva del Lingotto, a Torino, che lo ospiterà fino alla partita di Champions League, in programma domani sera contro la Juventus. I blaugrana erano partiti intorno alle 11 dall'aeroporto della loro città. Da dove domani decolleranno anche circa 2.300 tifosi spagnoli a bordo di cinque voli diretti a Caselle. Mentre altri ancora raggiungeranno Torino in bus o in auto.

Derby europei: 2 goleade e 1 pareggio 9 Aprile 09:19

Poker del Bayern Monaco, nella 28' giornata della Bundesliga. La squadra di Ancelotti ha battuto per 4-1 il Borussia Dortmund con i gol di Ribery al 4', Lewandowski al 10' pt e al 23' st, Robben al 4' st. Per gli ospiti inutile la rete di Guerreiro che, al 20' pt, aveva accorciato le distanze. I bavaresi guidano sempre la classifica con 68 punti e con 10 punti di vantaggio sul Lipsia, che ha battuto per 1-0 in casa il Bayer Leverkusen, grazie a una rete del danese Yussuf Poulsen al 94'. Gli altri derby di sabato 8 Aprile: Real Madrid-Atletico Madrid 1-1 e Tottenham-Watford 4-0.

A Monaco di Baviera sbarca il Klassiker 2017 8 Aprile 09:01

Un grande match da non perdere assolutamente: il “Klassiker” di Germania, che diversamente dalla scorsa stagione arriva con meno aspettative di classifica, ma che avrà la stessa attenzione, in campo e fuori che merita ogni grande appuntamento di calcio. Tuchel avrà preparato al meglio la sfida, anche perché sa che in caso di vittoria della sua squadra riaprirebbe le sorti del campionato. Il Bayern di Ancelotti invece vorrebbe già blindarla questa Bundesliga e una vittoria dei Campioni di Germania non sarebbe nemmeno così improbabile. Le due squadre infatti si sono già incontrate al “Signal Iduna Park” ed il Bayern ne è poi uscito con la Supercoppa di Germania in tasca, niente male come bottino da trasferta.

Real-Atletico, il derby madrileno con il Barça spettatore interessato 8 Aprile 08:56

La giornata numero 31 propone uno dei piatti forti della Liga, un match di caratura internazionale come pochi altri; il derby di Madrid in programma oggi al Santiago Bernabeu, sfida numero 160 in Primera Division tra Real e Atletico. Trasmessa in diretta tv Sky sul canale Fox Sports, il calcio d’inizio è fissato alle ore 16.15. Supremazia cittadina in palio, in un confronto che va avanti dal 1906 ed è stato per ben due volte finale europea, e interessi di classifica, difendere la pole scudetto il Real (che deve anche recuperare una partita) e la posizione Champions dall’insidia Siviglia l’Atletico, sono gli elementi base di sabato pomeriggio in questa blasonata stracittadina. Il Real arriva dalla vittoria facile di mercoledì sul campo del Leganes (2-4), che ha permesso ai Blancos di mantenere il primo posto con l’invariato vantaggio di 2 punti sul Barcellona. Subito dietro arriva l’Atletico di Simeone, terzo della classe ma distante ben 10 lunghezze dai cugini; reduci dal successo di misura sulla Real Sociedad (1-0) i Colchoneros hanno centrato la quinta vittoria consecutiva in campionato; con identico score si presentano all’appuntamento anche Morata e compagni. Zidane privo del solo Varane, il Cholo quasi certamente dovrà rinunciare a Gameiro, in fortissimo dubbio come pure Gaitán; oltre agli infortunati di lungo corso: Tiago, Vrsalijko, Moya e A. Fernandez. Ecco le probabili formazioni al Santiago Bernabeu:

Real Madrid (4-3-3): Navas; Marcelo, Ramos, Pepe, Carvajal; Casemiro, J. Rodriguez, Kovacic; Ronaldo, Morata, Lucas. All.: Zidane.

Atletico Madrid (4-4-2): Oblak; Filipe, Godin, Savic, Juanfran; Carrasco, Gabi, Saul, Koke; Torres, Griezmann. All.: Simeone.

Bayern Monaco, Carlo Ancelotti vuole il Triplete 6 Aprile 14:59

Carlo Ancelotti ha parlato del triplete in un'intervista a Fox Sports. "Al Triplete ci dobbiamo pensare ci dobbiamo provare. Sono i piccoli dettagli che fanno la differenza: un infortunio o un errore dell'arbitro. Quando si vive un momento positivo come quello di adesso il sogno è quello di tenere questo momento il più a lungo possibile". Nell'intervista, Ancelotti ha confidato di trovarsi a suo agio in Germania: "mi sento molto coinvolto in questo bellissimo ambiente, in questa bellissima struttura, in questa bellissima città. Il Bayern è un club fantastico. In questi primi 9 mesi mi sono trovato molto bene". Infine una battuta sull'Oktoberfest "Mi sono trovato bene ma fortunatamente c'è solo una volta all'anno sennò sarebbe un problema.."

Battuto ancora Guardiola: Conte "vede" il titolo inglese 6 Aprile 11:25

Turno infrasettimanale in Premier League favorevole ad Antonio Conte ed al suo Chelsea, ormai in vista del titolo. I Blues hanno battuto 2-1 il City nella partita clou della 30' giornata, tenendo sette punti di distanza il Tottenham che negli ultimi minuti è riuscito a evitare la sconfitta a Swansea, imponendosi 3-1. Sempre in zona Cesarini il Liverpool si è fatto raggiungere sul 2-2 dal Bournemouth e scivola a -12 dalla vetta. Il City invece è staccato di ben 14 punti, e deve guardare il proprio posto nei preliminari di Champions dal ritorno dell'Arsenal, vittorioso 3-0 nel derby londinese contro il West Ham. La partita più attesa della serata, la sfida tra Conte e Guardiola, si è decisa nel primo tempo. Al vantaggio di Hazard al 10' ha risposto il Kun Aguero al 26'. Il belga nove minuti dopo ha siglato il 2-1 su rigore, anche se è stato fortunato a trovarsi tra i piedi la palla respinta da Caballero sul tiro dal dischetto.

Barcellona, Rafinha assente contro la Juventus 4 Aprile 12:39

Nuovo comunicato del Barcellona sull'infortunio di Rafinha, ko nel primo tempo della trasferta contro il Granada. Il club blaugrana - dopo gli esami sostenuti lunedì - conferma la piccola lesione al menisco del ginocchio destro per il 24enne laterale brasiliano e nelle prossime 48 ore si avrà un quadro più chiaro sulle terapie a cui si dovrà sottoporre. E' da escludere quindi un recupero di Rafinha per la doppia-sfida di Champions League con la Juventus, con il giocatore che dovrebbe restare ai box per almeno 3 settimane.

Sold out osservatori per il derby Benfica-Porto 1-1 3 Aprile 12:27

Un emissario della Juventus era presente sabato sera sugli spalti dello stadio 'Da Luz' in occasione di Benfica-Porto per visionare la prestazione di Yacine Brahimi, obiettivo di lunga data del calciomercato Juventus accostato in tempi recenti anche alla Roma. L'uomo-mercato della Juventus non era l'unico osservatore presente sulle tribune del 'Da Luz' per il match di cartello del campionato portoghese. Dagli spalti, infatti, un emissario dell'Inter ha monitorato le prestazioni del centrale del Porto Felipe e del terzino del Benfica Nelson Semedo. Oltre ai dirigenti di Juve e Inter, però, erano presenti anche osservatori di Genoa, Arsenal, Chelsea, Liverpool, Manchester United, Barcellona e Paris Saint-Germain.

2 derby persi: dopo lo Sparta, KO Feyenoord anche contro l'Ajax 3 Aprile 12:11

Il pomeriggio di Eredivisie olandese si è concentrato sul Klassieker. All'Amsterdam ArenA, l'Ajax ha battuto 2-1 il Feyenoord e si è portata a 3 punti dalla vetta, con altre 6 partite ancora da giocare. I gol di Schøne e Neres nel primo tempo sono valsi il successo per i lancieri, alla squadra di Rotterdam non è bastato il gol di Kramer a tempo scaduto. Di fronte a oltre 50.000 spettatori, per l'Ajax è stata la quinta vittoria casalinga consecutiva, che assume un sapore ancor più dolce: battuti i rivali storici, che adesso hanno solo 3 punti in più. Il Feyenoord perde colpi in trasferta: secondo KO nelle ultime tre sfide lontano dal de Kuip, dopo quello nel derby con lo Sparta.

Derby nei tornei europei: 2 vittorie e 2 pareggi 2 Aprile 10:54

Un 6-0 tennistico all'Augsburg ha messo il sigillo quasi definitivo sulla Bundesliga praticamente ormai vinta. Nella 26' giornata del massimo campionato tedesco, il Bayern Monaco è stato travolgente in casa grazie alla tripletta del solito Lewandowski, alla doppietta di Muller e al gol di Thiago Alcantara: risultato che permette ai bavaresi di restare a +13 punti sulla seconda, il Lipsia, capace a sua volta di battere 4-0 il Darmstadt. Ecco di seguito gli altri risultati della giornata in Bundesliga: Amburgo-Colonia 2-1 Friburgo-Werder Brema 2-5 Schalke 04- Borussia Dortmund 1-1. Quest'ultima gara è stato il derby della Ruhr, con pareggio dei padroni di casa nel finale di gara. Gli altri derby europei: Liverpool-Everton 3-1 - Chelsea-Crystal Palace 1-2 - Benfica-Porto 1-1.

Il PSG prova a rialzare la testa: Coppa di Lega! 2 Aprile 10:50

Il PSG ritrova un po' di sorriso, dopo la clamorosa eliminazione dalla Champions contro il Barcellona negli ottavi, e si aggiudica la Coppa di Lega in Francia, superando 4-1 il Monaco, capolista della Ligue 1 e tutt'ora unico rappresentante francese nel massimo trofeo europeo. La squadra di Unai Emery è passata in vantaggio dopo 4' con il tedesco Draxler, ma è stata raggiunta dai monegaschi al 27' da una rete di Leman. Prima della fine del tempo l'argentino Di Maria ha siglato il 2-1, mentre nella ripresa è arrivata la doppietta di Edinson Cavani, al 9' e al 45'. Straordinaria prova di Marco Verratti, che è stato l'ispiratore di tutte le manovre. Per i parigini si tratta della quarta coppa consecutiva.

Liverpool-Everton derby friendly, ma quanti espulsi! 1 Aprile 09:34

La Premier League questo week end ci regala uno dei suoi emozionanti ed affascinanti derby. Ad Anfield va in scena Liverpool-Everton, il derby del Merseyside, uno dei più famosi del panorama inglese. I due club sono separati solo da un parco, Stanley Park, che ha ai suoi estremi i due stadi della città di Liverpool: Anfield Road, casa dei Reds, e Goodison Park, casa dei Toffees (di pochi giorni fa l’annuncio che dopo 125 anni l’Everton lascerà Goodison Park per trasferirsi in un nuovo impianto che sarà costruito nel quartiere di Bramley Moore Dock, una zona nel nord di Liverpool). Il derby del Merseyside è famoso per essere “friendly”: la rivalità tra Liverpool ed Everton è prettamente sportiva, tra le due fazioni c’è grande rispetto e tolleranza tanto che si parla di “derby amichevole” viste le tantissime famiglie miste. Grande rispetto e tolleranza, però, solo sugli spalti: da quando esiste la Premier League (1992), Mersey è il derby che ha fatto registrare più cartellini rossi in campo, come fosse quasi più sentito dai giocatori che dagli spettatori. Ecco la classifica dei red cards stilata di recente dal Guardian:

21 Everton v Liverpool

16 Liverpool v Manchester United

15 Everton v Newcastle United

14 Liverpool v Newcastle United

13 Chelsea v Everton, Aston Villa v Newcastle United

12 Arsenal v Liverpool, Arsenal v Chelsea

Derby del Portogallo: Benfica e Porto per il titolo 1 Aprile 09:33

E' abbastanza noto a tutti che il campionato portoghese, spesso e volentieri, venga deciso da due partite: Porto-Benfica e Benfica-Porto. A questo punto ci siamo, dopo l'1-1 delll'andata a Oporto: O Classico torna al Da Luz nella sua versione più scintillante, con le squadre distanziate da un solo punto in classifica. Benfica 64, Porto 63: dopo le eliminazioni Champions, si giocano tutto proprio nel derby fra il Nord e il Sud del Paese tutto, oggi alle 21.30.

Dahoud, il Borussia Dortmund anticipa la Juventus 30 Marzo 17:15

Dahoud era un obiettivo di mercato dichiarato della Juventus. I bianconeri però vedono sfumare il centrocampista siriano naturalizzato tedesco. Il Borussia Dortmund ha infatti annunciato, sul proprio sito ufficiale, di aver raggiunto l'accordo per il trasferimento del giocatore in giallonero fino al 2022. Il centrocampista era in scadenza di contratto a giugno 2018 con il Borussia Monchengladbach, che a sua volta ha confermato il trasferimento sul proprio profilo Twitter.

Watford, Niang pensa ancora e sempre al Milan 30 Marzo 17:14

Le dichiarazioni odierne dell'attaccante del Watford: "Col Milan ho giocato partite molto importanti e ho avuto anche la fortuna di segnare in alcune di quelle gare - ha raccontato Niang che in estate tornerà ad essere un nome di rilievo del calciomercato Milan - La gente si domanda se non avessi troppa pressione addosso, ma non è così: se sei al Milan è perché meriti di stare lì e io me l'ero meritato. Non voglio cercare scuse, ma da quando sono arrivato in rossonero sono cambiati davvero tanti allenatori e per un giovane non è facile cambiare sempre tecnico e adattarsi ogni volta ad un modulo diverso e probabilmente è questo che ha giocato contro di me". Futuro? Niang ha le idee chiare: "Ora si tratta di lavorare e di trovare la continuità di rendimento, sperando che questo mi permetta di ritornare nuovamente in un grande club".

Ibra allo United: Resto finchè il lavoro non è finito 29 Marzo 16:25

Zlatan Ibrahimovic ha parlato del suo futuro in alcune dichiarazioni rilasciate al 'Manchester Evening News': "Non sono abituato a lasciare un lavoro non finito. Do sempre il 200% quando faccio una cosa. Vado, vinco e poi vado via. Quando succede nessuno ha da ridire: non ho mai lasciato un lavoro non finito". Sull'esperienza a Manchester, Ibrahimovic ha spiegato: "Mi piace essere qui, in un club fantastico, uno dei più grandi al mondo, con un grande allenatore. Mourinho è un vincente, il tecnico perfetto per questo club. Non sono quante persone hanno la possibilità di essere un giocatore del Manchester United, ma io lo sono, la gente mi ha voluto qui, nel miglior club inglese".

Tocca al potente Barcellona difendere Messi dalla FIFA 29 Marzo 14:50

Il Barcellona si è schierato con Leo Messi dopo la squalifica per quattro giornate con la nazionale argentina inflitta alla 'pulce' dalla Fifa per offese al guardalinee nella partita con il Cile. Il Barça ha espresso in una nota "sorpresa e indignazione" per una sanzione "ingiusta e del tutto sproporzionata" da parte della Commissione disciplinare della Fifa. Il club catalano ha ribadito pieno appoggio a Messi, "uno sportivo esemplare per il suo comportamento dentro e fuori dal campo".

Madeira, aeroporto Cristiano Ronaldo: politici contrari 28 Marzo 13:08

"Benvenuti al Cristiano Ronaldo Airport". Sarà questo il messaggio che, da domani, i passeggeri in arrivo a Funchal-Madeira sentiranno risuonare negli altoparlanti dello scalo dell'arcipelago al largo del Marocco appartenente al Portogallo, che ha dato i natali al quattro volte Pallone d'Oro. E, proprio l'asso lusitano, è atteso domani alla cerimonia d'inaugurazione, visto che la squadra campione d'Europa sarà impegnata stasera a Funchal, dove il fuoriclasse del Real è nato 32 anni fa, per un'amichevole contro la Svezia. Così, dopo il museo dedicato alle sue imprese sportive, un complesso alberghiero e addirittura una statua in bronzo a grandezza naturale, ecco l'ennesimo riconoscimento per CR7, rispetto al quale però ci sono molti politici contrari.

Arsenal, 12 destini in bilico in un futuro senza Wenger 28 Marzo 13:06

L'era di Arsène Wenger volge al termine e molti calciatori, come l'allenatore francese, potrebbero lasciare l'Arsenal. La squadra londinese, in vista del futuro, è un cantiere aperto, come conferma il dato relativo ai contratti di 12 giocatori, che scadranno a giugno o l'anno prossimo. Il primo contratto in scadenza saranno quelli di Santi Cazorla e Yaya Sanogo. Al centrocampista spagnolo, che in questo momento è infortunato, non dispiacerebbe tornare nella Liga. Gli altri 10 'gunners' sono legati al club fino al 2018, tra loro anche Alexis Sanchez e Mesut Ozil: il primo sembra intenzionato a tornare in Serie A, mentre il fantasista tedesco ha recentemente dichiarato di "trovarsi bene", a Londra. Anche i vari Ramsey, Oxlade-Chamberlain, Gibbs, Mertesacker e Jenkinson hanno i contratti in scadenza 2018, come Jack Wilshere, Wojciech Szczesny e Joel Campbell, attualmente in prestito al Bournemouth, alla Roma e allo Sporting Lisbona.

Bayern Monaco forte sul "napoletano" Ghoulam 27 Marzo 16:01

Faouzi Ghoulam, terzino sinistro del Napoli, sembra ad un passo dal chiudere la sua esperienza in Italia. Arrivato in sordina nell'ultimo giorno di calciomercato nel gennaio 2014, è diventato in poco tempo pedina fondamentale prima per Rafa Benitez e poi per Maurizio Sarri. Ora con il contratto in scadenza a giugno 2018, è arrivata l'occasione per il Napoli di poter incassare almeno 15 milioni dalla sua cessione. Già lo scorso anno il Bayern Monaco aveva sondato il terreno per l'algerino e ora lo stesso club bavarese insieme ad Inter, Atletico Madrid e Manchester United sono alla finestra pronte a sferrare l'attacco decisivo in estate.

United: l'estate di Neymar dopo l'estate di Pogba 27 Marzo 15:19

Duecento milioni di euro: sarebbe proprio questa la faraonica offerta che il Manchester United vorrebbe formulare per pagare la stratosferica clausola rescissoria per assicurarsi i servigi di Neymar. Lo scive oggi il catalano 'Sport', secondo cui la dirigenza dei Red Devils e Josè Mourinho sono già al lavoro per rinforzare la squadra in vista della prossima stagione. E l'asso brasiliano figurerebbe al primo posto nella lista dei 'desiderata', per farlo diventare - data l'età e l'indiscusso valore tecnico - la nuova bandiera della squadra. "Una vera e propria minaccia incombe sul Barcellona, il tridente delle meraviglie è in grave pericolo", scrive 'Sport' aggiungendo che "il tecnico José Mourinho è il regista dell'operazione e parla direttamente col giocatore brasiliano".

I Club tedeschi minacciano il Milan per Iglio 23 Marzo 19:00

Giuseppe Iglio, centrocampista centrale nativo di Atripalda, in provincia di Avellino, è sceso in campo ieri con la Nazionale Under 16 italiana, Iglio, nonostante la sconfitta per 1-4 contro la Germania, ha destato una buona impressione, entrando nella ripresa e sfiorando anche il gol. A testimonianza delle grande potenzialità del classe 2001, cresciuto nella dall'età di cinque anni nella scuola calcio Francesco Mainolfi di Rotondi, in tribuna c'erano anche degli osservatori di Borussia Dortmund, Bayern Monaco e Lipsia. Iglio vanta 8 presenze con la Nazionale Under 15, 4 con l'Under 16 e 3 con l'Under 17. Iglio non ha ancora sottoscritto nessun contratto da professionista con il Milan, ma presto dovrebbe esserci un incontro.

Il City e le merendine: Pep perde la pazienza 23 Marzo 18:57

Snack e merendine addio e giro di vite salutista al Manchester City, almeno nella zona dell'Etihad Campus, il centro sportivo del club: lo ha deciso il manager Pep Guardiola, ordinando di rimuovere tutti i distributori presenti nell'area, come rivela il "Manchester Evening News". Secondo il giornale, la nutrizionista del tecnico catalano Silvia Tremoleda - che ha lavorato anche al Barcellona - ha elaborato per squadra e staff un menù composto di pesce, quinoa, pasta, insalate, riso, pollo e frutta. L'attenzione per il regime alimentare dei giocatori è sempre stata altissima da parte di Guardiola, il quale fin dal suo arrivo al City ha importato le sue regole. Nelle giornate di allenamento, per esempio, ha stabilito che tutta la squadra faccia colazione e pranzo al centro sportivo.

Sir Alex punge Mou: devi vincere l'Europa League 22 Marzo 16:08

Tornerà a respirare l'atmosfera del grande calcio internazionale, il Manchester United, almeno dalla prossima estate, nell'ambito della International Champions Cup. In questi giorni sta prendendo forma il calendario del torneo e la squadra di José Mourinho sarà protagonista negli Stati Uniti di un crescendo: debutto il 15 luglio contro i Los Angeles Galaxy, per poi proseguire con il derby contro il City (20 luglio) e le sfide a Real Madrid (23) e Barcellona (26). Nel frattempo, a Ibrahimovic e compagni arriva un suggerimento di quelli da rispettare, proferito dal leggendario Alex Ferguson: "Vincere l'Europa League - ha detto alla Espn il tecnico che ha guidato lo United per ben 27 anni - È pur sempre un trofeo e dà accesso alla Champions League".

Wayne Rooney: possibile ritorno all'Everton 22 Marzo 11:41

Wayne Rooney è intenzionato a rifiutare la corte del West Ham per tornare a vestire la maglia del suo club d'origine, l'Everton, in estate. Secondo quanto scrive in Inghiterra 'The Independent', la fumata bianca è "probabile": il Manchester United è disposto a rinunciare all'indennizzo economico per il cartellino del giocatore. I 'Toffees' sono pronti a garantire a Rooney un ingaggio da 150mila sterline a settimana. La destinazione Cina resta sullo sfondo.

Marek Hamsik: ancora "re" di Slovacchia 22 Marzo 11:39

Importante riconoscimento in terra slovacca per Marek Hamsik. Ieri il capitano del Napoli ha ricevuto per la quarta volta consecutiva (la sesta in totale) il 'Pallone d'Oro slovaccco' come miglior giocatore dell'anno. Il campione è stato votato quasi ad unanimità, con 32 voti su 33 giurati. Hamsik in questa stagione sta inseguendo tanti record con la maglia azzurra e ha già messo nel mirino Maradona (distante solo 5 gol) come miglior bomber di tutti i tempi del Napoli.

Parola di Ds: Messi e Iniesta restano al Barcellona 21 Marzo 11:04

"Messi è molto felice nel club dove è cresciuto, non ho alcun dubbio sul fatto che rinnoverà il contratto con il Barcellona. Per Iniesta, stesso discorso: prolungherà e resterà nel Barcellona". Robert Fernandez, ds della società blaugrana, sgombra il campo dalle voci legate al futuro di due big. Parlando a Cadena Ser, il dirigente del Barcellona ha aggiunto che, "il nome del sostituto di Luis Enrique, non è ancora stato scelto". Sulle voci di un possibile trasferimento di Allegri al Camp Nou - nelle ultime ore si è parlato di una proposta per un triennale da otto milioni a stagione - ha ammesso che "non c'è stata alcuna offerta per l'allenatore della Juve". Uno dei papabili alla panchina barcellonista, oltre a Inzue, è l'attuale allenatore dell'Athletic Bilbao, Ernesto Valverde. "E' una persona molto seria, lo conosco da anni e so che lavora molto bene. Deciderò io il nome del nuovo tecnico, dopo averne parlato con il presidente".

Atletico Madrid, grave problema per Vrsaljko 20 Marzo 15:40

Bruttissime notizie da Madrid, sponda Atletico. Stamattina Sime Vrsaljko, ieri uscito subito dal campo durante la sfida col Siviglia, si è sottoposto a esami specifici che hanno riscontrato "la rottura del parziale del legamento crociato posteriore e una distorsione di primo-secondo grado del legamento collaterale interno della suo ginocchio sinistro", come riporta la nota ufficiale dei 'Colchoneros'. Adesso il giovane terzino croato, accostato spesso e volentieri all'Inter, si sottoporrà a un trattamento fisioterapico e riabilitativo per smaltire l'infortunio che lo costringe a chiudere in anticipo una stagione a dir poco sfortunata.

Irlanda e Galles ricorderanno Ryan McBride 20 Marzo 15:26

Ryan McBride, 27enne capitano del Derry City che pur facendo parte dell'Ulster gioca nel campionato irlandese, è stato trovato morto in casa. Lo ha reso noto la Bbc, spiegando che le cause del decesso, avvenuto ieri, sono ancora sconosciute. Il giorno prima, sabato, McBride aveva condotto i suoi al successo per 4-0 sul Drogheda United. Il presidente del Derry City, Phil O'Doherty, si è detto "devastato dalla notizia: è una cosa troppo difficile da accettare. Era il nostro leader in campo e fuori, e incredibilmente rispettato da tutti". Il giocatore verrà commemorato con un minuto di silenzio prima della partita delle qualificazioni mondiali tra Irlanda e Galles di venerdì prossimo.

Olanda, subito gol per il piccolo Kluivert 20 Marzo 15:25

Primo gol nella massima serie olandese per Justin Kluivert, attaccante dell'Ajax e figlio d'arte: suo padre Patrick diede ai biancorossi di Amsterdam la Champions League del 1995, segnando il gol decisivo nella finale contro il Milan, I rossoneri divennero poi una delle altre squadre della sua carriera, assieme a Barcellona, Newcastle e Valencia. Il figlio dell'attuale direttore sportivo del Paris St. Germain ha realizzato la rete del pareggio, 1-1, che la squadra allenata da Peter Bosz ha ottenuto sul campo dell' Excelsior. Così Kluivert jr. ha battuto in precocità il padre avendo segnato il suo primo gol in Eredivisie a 17 anni e 318 giorni contro i 18 anni e 58 giorni del primo 'centro' di papà Patrick.

Il Chelsea vince, ma è dura contestazione a Wenger in casa Gunners 19 Marzo 05:39

Il Chelsea ha vinto ancora (2-1 sul campo dello Stoke City) e si avvicina al titolo: la squadra di Conte dopo gli anticipi della 29' giornata, guida la classifica di Premier League con 69 punti, con ben 13 punti di vantaggio su City, impegnato domani contro il Liverpool, e Tottenham (sempre domani in casa contro il Southampton). In vantaggio con Willian al 13' pt, i Blues si sono fatti raggiungere da Walters su rigore al 38'. Decide il match Cahill a 3' minuti dalla fine. Vince ancora, ed è la quarta vittoria di fila, il Leicester di Craig Shakespeare che viola il campo del West Ham (2-3, grazie alle reti di Huth, Mahrez e Vardy) e si porta in zona più tranquille di classifica. Il Watford di Mazzarri ha perso di misura contro il Crystal Palace, mentre l'Arsenal affonda (3-1) sul terreno del West Bromwich, nel giorno della contestazione ad Arsene Wenger, con tanto di striscioni ("Tutte le cose belle hanno una fine. Wenger via"): per i Gunners si tratta della quarta sconfitta nelle ultime cinque di campionato.

Qui Manchester, Guardiola si sente saldo al suo posto 18 Marzo 13:34

Pep Guardiola puntella la sua panchina al Manchester City. In settimana, l'eliminazione dalla Champions ha ridato fiato ai detrattori del manager e sono evidentemente in risposta a quelle critiche le sue parole pronunciate in vista del match di campionato contro il Liverpool, domani all'Etihad Stadium. "Non mi sono mai sentito più solido al timone come in questo momento", ha assicurato il tecnico catalano rivelando di aver ricevuto sostegno dal presidente Khaldoon Al Mubarak subito dopo la sconfitta con il Monaco, mercoledì scorso. "Ovviamente, era deluso - ha precisato - Ma ha mostrato vicinanza a me e alla squadra, come sempre, ed io l'ho apprezzato".

Monaco-M.City 3-1: l'analisi Facebook di Roberto Beccantini 16 Marzo 12:51

Come gioca bene il Monaco. La squadra di Leonardo Jardim ha rimontato ed eliminato il Manchester City di Pep Guardiola, che lontano da Leo Messi, Andrés Iniesta e Xavi non è riuscito a replicare quella tirannia così totalizzante che aveva portato il tiki taka del Barcellona in cima al mondo, ai modi, alle mode.

Dal 5-3 dell’andata all’1-3 del ritorno, senza Radamel Falcao che già a Manchester aveva urlato la nudità della non-difesa del Filosofo. Chapeau. Due partite in una, al «casinò» di Montecarlo: la prima tutta del Monaco, con gli avversari allo sbando, letteralmente; la seconda tutta del City, fino almeno alla sgrullata che ha premiato l’ultimo fiato di Tiemoué Bakayoko.

Jardim appartiene alla scuderia di Jorge Mendes (il signore sì che se ne intende). Subentrò a Claudio Ranieri. Ha spremuto la Juventus, ha costruito una manovra che, al di là di chiusure non proprio o non sempre lampo, ruba l’occhio.

Gioventù bruciante. Dijbril Sidibé e Jemerson classe 1992, Benjamin Mendy e Bernardo Silva 1994, Thomas Lemar 1995 e, soprattutto, Kylian Mbappe, addirittura 1998. Dicono che sia il nuovo Thierry Henry, ha qualcosa che lo ricorda, ha segnato anche stavolta, è poi scoppiato ed uscito. Rimane l’orma: merita che i cacciatori di emozioni la seguano.

Nel bene e nel male, Monaco e City non hanno equilibrio. Il City, soprattutto. Palla al piede, da otto; palla agli altri, da tre. Ha beccato sei gol in due gare (più un rigore parato da Caballero). Il pressing alto che fin dalle Ramblas riassumeva e incarnava il catechismo di Guardiola non è bastato a coprire le scollature del reparto, la leggerezza della stoffa..

Difficile che il Monaco vinca la Champions. Il suo calcio è una roulette continua, dalla quale può uscire di tutto. Però eccita, come tutti i giochi d'azzardo.

A mente fredda, il PSG si lamenta ancora dell'arbitro del Camp Nou 15 Marzo 14:23

L'Uefa ha confermato di aver ricevuto "una lettera" dal Psg nella quale il club francese si lamenta dell'arbitraggio del tedesco Deniz Aytekin nel ritorno degli ottavi di Champions contro il Barcellona nel Camp Nou. "Sì, abbiamo ricevuto una lettera dal Psg - ha confermato un fonte della Federcalcio europea a 'Sport' - ma non abbiamo commenti da fare su questo tema". Nel dossier inviato a Nyon il club transalpino - ricostruisce il giornale spagnolo - esprime il suo malcontento per l'arbitraggio del fischietto tedesco, definito inadeguato, con un elenco dettagliato dei suoi presunti errori, quindici in tutto, di cui sette determinanti ai fini del risultato. L'Uefa ha confermato di aver 'studiato' la direzione di gara di Aytekin, "come fa con qualsiasi arbitro in ogni partita": "In ogni match il lavoro degli arbitri viene analizzato per decidere che tipo di partite sarà loro assegnata in futuro, ma poi a dire se che saranno prese misure nei confronti o se saranno o meno puniti è tutto da vedere".

Roma-Lione: misure di sicurezza sui tifosi francesi 15 Marzo 14:22

Scatteranno già da stasera le misure di sicurezza per la partita di Europa League di domani sera allo stadio Olimpico tra Roma e Lione. Secondo quanto si e' appreso, sono circa 400 gli ultras "facinorosi" in arrivo nella Capitale sui circa mille tifosi francesi attesi. Bonifiche e controlli non riguarderanno solo la zona dello stadio, sotto la lente il centro storico e le altre zone della movida capitolina dove i supporter della squadra ospite potrebbero trascorrere la serata. Il rischio e' che possano esserci delle 'vendette' dopo le rappresaglie che si sono verificate in Francia in occasione del match di andata. Il piano sicurezza verrà messo a punto oggi durante un tavolo tecnico in Questura, presieduto dal neoquestore Guido Marino.

Svizzera, Tramezzani decide di "educare" il Lugano 14 Marzo 16:22

Una visita agli operai di una fabbrica, "per vedere come la gente comune lavora e si suda i soldi": l'idea è venuta all'allenatore del Lugano Paolo Tramezzani, ex vice di Gianni De Biasi sulla panchina dell'Albania, dopo la sconfitta dei suoi per 5-2 contro il Thun nell'ultimo turno di campionato. Deluso dall'atteggiamento della squadra, secondo quanto riporta la stampa svizzera, Tramezzani ha quindi imposto ai giocatori un bagno di umiltà portandoli a visitare una fabbrica. Così, alle 6 di mattina, il pullman del Lugano ha parcheggiato davanti alla sede di un'impresa di vernici e pittura di Davesco e i giocatori sono scesi per conoscere i lavoratori. Poi, tutti a Cornaredo per la seduta di allenamento: defaticante per chi ha giocato domenica, lavoro aerobico per il resto del gruppo.

Torna la Champions: il Monaco sogna da Barça 13 Marzo 14:55

Ecco il programma degli ottavi di finale di ritorno di Champions League.

-Martedì 14 (20.45) Juventus-Porto (andata 2-0) Leicester-Siviglia (1-2)

-Mercoledi' 15: Atletico-Leverkusen (4-2) Monaco-Manchester City (3-5)

-Gia' disputati:

Arsenal-Bayern 1-5 (1-5), qualificato Bayern

Napoli-Real Madrid 1-3 (1-3), qualificato Real Madrid

Dortmund-Benfica 4-0 (0-1), qualificato Dortmund

Barcellona-Psg 6-1 (0-4), qualificato Barcellona

Il Monaco vuole tentare un'impresa alla Barcellona per rimontare il Manchester City mercoledi' nel clou del ritorno degli ottavi di Champions, che presenta anche gli impegni piu' agevoli di Juventus e Atletico Madrid, forti dei due gol di vantaggio maturati in trasferta nell'andata. Piu' equilibrata l'ultima sfida tra Leicester e Siviglia. La Spagna prova a fare l'en plein, quattro squadre nei Quarti.

Storico derby per il Bilbao all'Anoeta di San Sebastian 13 Marzo 12:40

Risaliva al 21 settembre 2016 l'ultimo acuto esterno dell'Athletic Bilbao (1-2 in casa del Granada). La squadra di Valverde ha sfatato il tabù nel derby basco con la Real Sociedad, andando a vincere 2-0 all'Anoeta grazie alle reti di Raul Garcia e Inaki Williams. I rojiblancos hanno riaperto così la lotta per un posto nella prossima Europa League. Piccola crisi casalinga invece per la formazione di Eusebio Sacristan, che non vince davanti ai suoi tifosi da più di un mese e negli ultimi 30 giorni ha perso gli scontri diretti contro Villarreal e, appunto, Bilbao. Due vittorie gli avrebbero permesso di rafforzare la 5^ posizione in Liga.

Male Lipsia: vola il Bayern di Carlo Ancelotti 11 Marzo 19:22

Il Bayern Monaco ha battuto 3-0 l'Eintracht Francoforte in un incontro della 24/a giornata di Bundesliga e allunga a +10 in classifica sul Lipsia, sconfitto a sorpresa 1-0 in casa dal Wolfsburg. Giornata no anche il Borussia Dortmund terzo in classifica, sconfitto 2-1 a Berlino dall'Hertha. La squadra di Carlo Ancelotti, dopo le 5 reti inflitte in Champions League all'Arsenal, ha chiuso il primo tempo sul 2-0 grazie alle reti di Lewandowski al 38' e Diego Costa al 41'. Il bomber polacco ha siglato il 3-0 al 10' della ripresa. Poco ha potuto un Eintracht in piena crisi, che ha incassato la quinta sconfitta consecutiva. Con la doppietta odierna, Lewandowski è salito a 21 reti stagionali, una in meno rispetto ad Aubameyang del Dortmund, che è andato in gol anche oggi ma senza poter evitare la sconfitta a Berlino, firmata dalle reti di Kalou nel primo tempo e Plattenhardt nella ripresa.

Barça-Psg 6-1: sotto esame l'arbitro tedesco 10 Marzo 13:07

Denyz Aytekin, l'arbitro tedesco di Barcellona-Psg, nella bufera per alcune sue decisioni (e errori) potrebbe essere escluso dalle prossime designazioni in Champions League. Lo scrive il quotidiano spagnolo Marca secondo cui Pierluigi Collina, responsabile degli arbitri Uefa, starebbe valutando il da farsi in base al rapporto redatto da un delegato arbitrale presente mercoledì a Barcellona. Secondo Marca 4 gli episodi contestati ad Aytekin: la mancata espulsione di Neymar, il rigore non concesso a Di Maria sul 3-1, il rosso non dato a Verratti e il rigore - molto dubbio - assegnato al Barça per l'atterramento di Suarez da parte di Marquinhos.

Southampton: Gabbiadini giocatore del mese 10 Marzo 12:56

L'esperienza inglese di Manolo Gabbiadini non poteva partire meglio. L'attaccante ex Napoli è esploso in Premier League, divenendo da subito un idolo dei tifosi del Southampton, che gli hanno dedicato un coro. Il suo impatto non è passato inosservato, dal momento che è stato premiato come miglior giocatore del mese. Attraverso il proprio sito ufficiale, la Player Management, agenzia che lo rappresenta, ne ha dato l'annuncio: "Manolo Gabbiadini ha vinto il 'PFA Player of the Month Award', il premio di miglior giocatore del mese della Professional Football Association. Dietro all’attaccante bergamasco del Southampton e della Nazionale italiana si sono classificati Harry Kane (Tottenham), Henrikh Mkhitaryan (Manchester United), Romelu Lukaku (Everton), Gabriel Jesus (Manchester City) e Gareth McAuley (WBA)".

Dopo Barcellona, il derby basco riporta attenzione sulla Liga 10 Marzo 12:48

Non sarà facile per il Barcellona tornare a concentrarsi sulle cose terrene, dopo l'estasi del 6-1 in Champions League contro il PSG, ma torna il Campionato. Domenica 12 Marzo, alle 12.00, c'è ad esempio il derby basco Real Sociedad-Athletic Bilbao. Una delle sfide più interessanti del week-end di Liga si gioca all'Anoeta: un derby basco tra Real Sociedad (48 punti) e Athletic (41). Eusebio ritrova Juanmi, Valverde Aduriz, ma per i padroni di casa c'è il dubbio Carlos Vela.

Rimontare il PSG? Il Barcellona ci prova 6 Marzo 14:51

Mercoledi' c'e' al Nou Camp un appuntamento imperdibile in Champions. Se c'e' una squadra al mondo che puo' realizzare un'impresa quasi impossibile, e' proprio il Barcellona, atteso al crocevia della stagione ma anche di un ciclo. Luis Enrique ha gia' annunciato che non rinnovera' il suo contratto ma i tre tenori Messi-Suarez-Neymar e il gruppo di campioni che ha sbancato tutte le competizioni provera' a fare il miracolo di rimontare quattro gol a una squadra forte e matura come il Psg. Il dominio dei parigini all'andata e' ancora negli occhi dei tifosi della Champions, ma al Nou Camp sara' un'altra storia. Il Barça, quest'anno in andamento altalenante, ha tirato fuori il meglio di se' nelle ultime due gare in Liga al Nou Camp: in quattro giorni ha segnato sei gol al Gijon e cinque al Celta, con Messi (38 gol in 37 gare) e Neymar in grande spolvero. Ci vorra' un assetto perfetto dei parigini guidati dalla sapienza tattica di Verratti e dalle capacita' realizzative di Cavani per resistere al presumibile assedio dei blaugrana.

Premier, Jurgen Klopp si difende dalle critiche 3 Marzo 18:19

La sconfitta contro il Leicester nell'ultimo turno di campionato ha fatto divampare le polemiche in casa Liverpool: ora la squadra si trova infatti al quinto posto della Premier League, alla distanza 'siderale' di ben 14 punti dal Chelsea di Antonio Conte capolista. E proprio il tecnico tedesco dei 'Reds', Jürgen Klopp, è finito sulla graticola: "Le cose non scorrono lisce come all'inizio, ma le stagioni vanno anche in questo modo - ha sottolineato in conferenza l'allenatore tedesco - Abbiamo già passato qualche brutto momento, ci è mancata continuità, non possiamo ignorarlo. Ma siamo soltanto a metà del percorso, ed è ora di tornare a vincere, già da domani. Troppo rilassato? Non sono mica un clown, non sto rido sempre come un pazzo. Sono una persona normale: il mio lavoro è quello di far capire ai miei calciatori che ci sono sempre grandi possibilità di vincere. Quando facevo il calciatore, la mia forza era soprattutto mentale. Il nostro non è un problema atletico come sostiene qualcuno: contro il Leicester abbiamo corso per ben 121 chilometri. Il problema è che nell'80% di questi, lo abbiamo fatto in modo sbagliato".

Fernando Torres: adesso sto bene, grazie 3 Marzo 13:21

Dopo la paura di ieri sera e i messaggi confortanti arrivati dal diretto interessato, Fernando Torres ha già lasciato l'ospedale dopo aver svolto tutti gli accertamenti del caso che hanno escluso lesioni e complicazioni. L'attaccante spagnolo ha rilasciato alcune dichiarazioni, scagionando completamente il suo avversario per l'accaduto. "Mi era successa una cosa simile con la Nazionale. Di non ricordarmi nulla per ore dopo un colpo, ora è stato un po' meno. Ho visto le immagini e mi hanno raccontato cosa è accaduto. Ho ripreso i sensi in ambulanza e mi hanno raccontato tutto. Ricordo solamente le cose prima del colpo. Ora sto bene - ha proseguito l'attaccante iberico - e voglio ringraziare i miei compagni di squadra e i giocatori del Depor che sono venuti a trovarmi. e anche ai tifosi di tutte le squadre che mi hanno incoraggiato sui social".

Barça, Luis Enrique lascia: c'è Pochettino? 2 Marzo 14:26

La conferma dell'addio di Luis Enrique alla panchina del Barcellona, ha scatenato molte voci di mercato sul futuro della guida tecnica catalana. Tanti i nomi accostati ai blaugrana: da Sampaoli a Valverde, passando per Allegri e Conte. Ma, tra le varie piste, non è da scartare quella che potrebbe portare a Mauricio Pochettino. L'ex difensore e attuale manager del Tottenham è di casa a Barcellona, visti i tanti anni (da calciatore e da allenatore) all'Espanyol. Ma è con gli 'Spurs' che ha messo in mostra tutto il suo talento a livello internazionale: Pochettino è un nome da tenere in grande considerazione per la panchina del Barcellona della prossima stagione.

Sette gol e spettacolo nel derby di Coppa vinto dal Monaco 2 Marzo 13:40

Successo ai supplementari per il Monaco che è ancora in corsa sui tre fronti e che ha eliminato nel derby l'OM negli Ottavi di finale di Coppa di Francia. La capolista di Ligue 1 ha affronta l'Olympique Marsiglia nella sua tana, un Vélodrome spinto da oltre 30,000 tifosi, che non resteranno delusi dallo spettacolo in campo, piuttosto dal risultato. Il primo squillo è monegasco, con il gol su punizione di João Moutinho. La dea bendata volta poi le spalle a Yohann Pelé e lo 0-1 è servito. La partita finirà poi 4-3 per il Monaco, vincitore in trasferta del derby di Marsiglia. Rimane dunque ancora in corsa sui tre fronti il Monaco, che il 15 marzo affronterà in casa il Manchester City nel ritorno degli ottavi di Champions League. La qualità in avanti non manca, come dimostra Bakayoko, per ribaltare il 5-3 dell'Etihad.

Tra Cina e Arsenal, Wenger aspetta il Real Madrid 1 Marzo 13:12

Al valzer di allenatori pronto a scatenarsi la prossima estate non parteciperanno solamente alcuni dei più importanti tecnici della Serie A. Tra i coach in scadenza di contratto, infatti, oltre a quello di Luciano Spalletti, spiccano i nomi di Luis Enrique e di Arsene Wenger. Per quanto riguarda il tecnico francese, il 'Daily Telegraph' rivela un retroscena molto importante. Il manager dell'Arsenal avrebbe rifiutato ben 35 milioni di euro a stagione dalla Cina, ma non per dare la priorità al prolungamento con i 'Gunners'. Secondo il 'tabloid' inglese, infatti, Wenger spera ancora in una chiamata del Real Madrid. Florentino Perez è un suo grande estimatore e lo avrebbe messo nel mirino nel caso in cui Zinedine Zidane non dovesse meritarsi la riconferma a fine stagione.

In casa Betis: il Siviglia rimonta e vince il derby 27 Febbraio 15:41

Allo stadio Benito Villamarin di Siviglia è andato in scena il derby tra i padroni di casa del Betis, al momento del calcio d'inizio quindicesimo in classifica, ed il Siviglia di Sampaoli, impegnato nella lotta per il titolo. La sfida da derby era delicata quindi per gli uomini di Sampaoli. Nel primo tempo il Siviglia non entra praticamente in partita: quasi solo Betis nei primi 45' con il predominio territoriale del Betis concretizzato al 37' quando Durmisi su punizione buca la barriera e beffa Sergio Rico con un bel sinistro. Nella ripresa è tutto un altro Siviglia: tutto un altro piglio per gli uomini di Sampaoli che dopo aver sprecato un contropiede con la difesa del Betis scopertissima, al 57' arriva il pareggio di Mercado che ribatte in rete un pallone miracolosamente respinto da Adan su un colpo di testa di Iborra. Un copione che si ripete quasi identico al 76', con una punizione di Nasri, sponda di N'Zonzi e zampata vincente di Iborra. Remuntada completa, il Siviglia gioisce e resta terzo a 3 punti dal Real Madrid vittorioso sul campo del Villarreal.

Derby di Francia: il PSG passeggia a Marsiglia 27 Febbraio 15:39

Umiliazione per l'Olympique Marsiglia che al Velodrome è stato travolto per 5-1 da un Paris-Saint Germain troppo più forte . Le Classique si è chiuso con una vittoria nettissima dei campioni di Francia che hanno passeggiato su Payet e compagni. Prestazione maiuscola degli uomini di Emery che, grazie a questo successo, hanno mantenuto invariate le distanze dal Monaco capolista, che resta distante tre punti; la partita dei parigini è stata messa subito in discesa dal gol di testa di Marquinhos, che ha convertito in gol la torre di Thiago Silva, al 6'. Nel tabellino dei marcatori sono entrati anche Edinson Cavani, sempre più capocannoniere della Ligue 1, Lucas, Draxler e Matuidi, che al 73' ha calato il pokerissimo per il PSG. Notte da incubo per l'Olymipque Marsiglia che si è aggrappato a Payet, che ha anche colpito un palo a quindici dalla fine, e a Fanni, che ha risolto una mischia con un tiro velenoso che si è insaccato alle spalle dell'incolpevole Trapp al 70'. Marsiglia che resta, quindi, fermo a 39 punti al settimo posto in classifica.

Claudio Ranieri, la solidarietà di Mancini 24 Febbraio 14:57

Anche Roberto Mancini, pur essendo in cima alla lista dei candidati per la panchina del Leicester, esprime dispiacere e solidarietà "all'amico Claudio Ranieri". In un tweet pubblicato questa mattina, l'ex allenatore, tra le altre, di Inter e Manchester City ha scritto: "Mi dispiace per il mio amico Ranieri. Rimarrà nella storia del Leicester, nella memoria dei suoi tifosi e degli amanti del calcio". Fonti vicine al club inglese hanno confermato questa mattina che è già stato sondato - in via informale - l'eventuale interessamento di Mancini a prendere le redini della squadra. Per il momento, però, il tecnico non si è sbilanciato.

In arrivo il derby di Francia fra Marsiglia e PSG 24 Febbraio 14:51

La 27' giornata di Ligue 1 si conclude con il big match Olympique Marsiglia.Paris Saint Germain, le Classique del calcio francese, in programma domenica 26 febbraio alle ore 21, anche trasmessa in diretta tv su Mediaset Premium Sport 2 (streaming Premium Play). Una sfida che nelle ultime stagioni è nettamente sbilanciata in favore dei parigini, e anche in questo campionato il divario tra le due compagini è evidente: PSG secondo a -3 dalla prima piazza occupata dal Monaco, OM sesto, in lotta per un piazzamento europeo ma con ben 17 punti in meno dei campioni di Francia. Riuscirà l’effetto Velodrome a ribaltare i pronostici della vigilia ampiamente dalla parte degli ospiti? La compagine di casa, guidata dall’ex Roma Rudi Garcia, arriva dalla vittoria per 2-0 con il Rennes, l’undici di una Unai Emery è stato, invece, sorprendentemente bloccato sullo 0-0 a Parigi dal Tolosa, cinque giorni dopo l’incredibile poker calato in Champions al Barcellona. Ecco le probabili formazioni al Velodrome:

Marsiglia (4-3-3): Pelé; Anguissa, Sertic, Rolando, Evra; Vainqueur, Lopez, Sanson;, Njié, Payet, Thauvin. All.: Garcia.

PSG (4-3-3): Trapp; Maxwell, Marquinhos, Kimpembe, Aurier; Motta, Rabiot, Verratti; Draxler, Cavani, Lucas. All.: Emery.

Ranking UEFA 2016-17: Juventus seconda 23 Febbraio 16:10

In attesa delle partite di Europa League mancanti, in programma quest'oggi, la Uefa ha rilasciato un nuovo aggiornamento del ranking per club per questa stagione dopo la conclusione dei match d'andata degli ottavi di Champions League. Con la vittoria sul Porto, la Juventus balza al secondo posto, alle spalle dell'Atletico Madrid e davanti al Real, che tornerà a giocare la prossima settimana nel ritorno al 'San Paolo' contro il Napoli.

Europa League, il Villarreal da Papa Francesco 23 Febbraio 15:44

Papa Francesco ha ricevuto stamane in udienza in Vaticano i dirigenti e i calciatori del Villarreal, impegnato oggi in Europa League contro la Roma. "Il calcio, come gli altri sport - ha detto il Papa - è l'immagine della vita e della società. Voi in campo avete bisogno gli uni degli altri. Ogni giocatore pone la sua professionalità e abilità a beneficio di un ideale comune, che è giocare bene per vincere. Per raggiungere questa affinità, è necessario molto allenamento; però è anche importante investire tempo e sforzo nel rafforzare lo spirito di squadra per ottenere questa connessione di movimenti: un semplice sguardo, un piccolo gesto, un'espressione comunicano tante cose. Questo è possibile se si agisce in spirito di comunione, lasciando da parte l'individualismo e le aspirazioni personali. Se si gioca pensando al bene del gruppo, allora è più facile vincere. Invece, quando si pensa a sé stessi e si dimenticano gli altri, noi in Argentina diciamo che quello è uno a cui piace mangiare la palla da solo".

Non solo Kalinic: la Cina vuole Wayne Rooney 22 Febbraio 16:33

Il futuro di Wayne Rooney è veramente un enigma dalla difficile soluzione. L'interesse di diversi club della Super League cinese è ormai noto da tempo: ogni giorno, rumorsi di calciomercato provenienti da tutto il mondo, si intrecciano, confondono, smentiscono. Ad esempio, il tabloid britannico 'Mirror', nella serata di ieri, ha pubblicato un pezzo nel quale affermava che l'avventura del 31enne attaccante in quel di 'Old Trafford' - dopo 549 gare e 250 reti realizzate - sia ormai giunta al capolinea. La dirigenza dei 'Red Devils' infatti, secondo l'edizione online del quotidiano, avrebbe dato 'luce verde' al trasferimento in Cina del giocatore.

Barça, parla Stoitchkov: Messi ha già firmato 22 Febbraio 16:31

C'è aria di rivoluzione in casa Barcellona. Il pesantissimo 4-0 subito nel match di andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Paris Saint-Germain ha aperto la crisi in casa blaugrana. Da una parte Luis Enrique in scadenza di contratto e finito nel mirino della critica e, soprattutto, di una parte dello spogliatoio. Dall'altra la stella Lionel Messi, al centro di diversi rumors di calciomercato che lo vedrebbero a metà strada tra il rinnovo del contratto e l'addio alla Catalogna. A tal proposito, però, Hristo Stoichkov non ha dubbi, anzi rivela che "lui lo ha già rinnovato sei mesi fa... Non ha esultato per via della pressione subita nel corso della partita. Non c'è bisogno di soffermarcisi troppo" le parole dell'ex stella blaugrana.

L'Europa e la Juve: l'analisi Facebook di Roberto Beccantini 21 Febbraio 14:43

Europa, Europa. Quell’idea che, come un’ombra, ci segue se la fuggiamo e ci fugge se la seguiamo. Lo sport l’ha unita prima, molto prima, di quanto non abbiano cercato di farlo la politica e l’economia, sua grande e invasiva supplente.

Fu un giornalista francese, Gabriel Hanot, a creare la Coppa dei Campioni, quel «torneo da bar» che oggi sta al calcio come la Nba al basket. I diritti televisivi ne hanno gonfiato il prestigio e i proventi. A esclusiva tutela della sua fama, e della sua fame, è stata cancellata la Coppa delle Coppe (nel 1999) e ricostruita chirurgicamente la Coppe Uefa, oggi Europa League.

Il rapporto con i campionati nazionali ha alzato l’adrenalina del confronto, in un moderno e rissoso adattamento della volpe e l’uva. Fabbricata per produrre scudetti, la Juventus faticò a captare il nuovo vento. Il suo primo scalpo risale addirittura al 1977 (Coppa Uefa), in netto ritardo sui safari delle milanesi e persino di Fiorentina e Roma, capaci di aggiudicarsi, già nel 1961, rispettivamente, una Coppa delle Coppe e una Coppa delle Fiere.

Si lascia l’agio noioso del condominio e si abbandonano i divani delle fasi a gironi per buttarsi sui chiodi dell’eliminazione diretta. Quel misto di gerarchia e lotteria che tanto eccita. Real-Napoli è stato un arrembaggio salgariano, domani tocca a Porto-Juventus, il Porto del calcio campione d’Europa, tutto reticolati e baionette, e la Signora del quattro-due-Avanti Savoia, sbaciucchiata dalla brezza, infìda, del pronostico (55% a 45%).

Massimiliano Allegri pilotò in finale la Juventus nel 2015, contro i marziani del Barcellona. Ecco: i marziani non abitano più qui, o così almeno sembra dando un’occhiata in giro. E allora, coraggio. Con i gol «grassi» di Gonzalo Higuain e la lametta affilata a di Paulo Dybala, che persino quell’«incompetente» di Marcello Lippi ha paragonato a Omar Sivori.

Dito medio Ancelotti: solidarietà dai tecnici tedeschi 20 Febbraio 14:37

In Germania tiene sempre banco il caso Ancelotti. La Federcalcio tedesca sta valutando se e come sanzionare il tecnico emiliano, reo di aver mostrato il dito medio ai tifosi dell'Hertha Berlino che gli avevano sputato. Intanto i colleghi del tecnico del Bayern Monaco esprimono la loro solidarietà all'ex milanista: "Sarebbe potuto succedere anche a me. Sarebbe stato meglio se non lo avesse fatto, ma ci sono momenti nei quali non si riesce a sopportare le offese che si ricevono. Se in un momento come quello ti sputano dall'alto non sei felicissimo" il commento dell'Ad del Borussia Dortmund, Hans-Joachim Watzke. Gli fa eco Dieter Hecking, tecnico del Borussia Mönchengladbach: "Lo posso capire assolutamente. È una mancanza di rispetto quando qualcuno si permette di sputarti addosso, Comportamenti così sono sempre più frequenti. È un problema sociale, non soltanto del calcio". Sulla stessa falsariga anche l'allenatore del Lipsia Ralph Hasenhüttl: "Nemmeno io so come reagirei. E sono un tipo piuttosto calmo...".

Il Valencia batte il Bilbao, Zaza segna e piange 20 Febbraio 14:41

Dopo ben nove mesi di digiuno, Simone Zaza è finalmente tornato al gol nella partita di ieri contro l'Athletic Bilbao. L'ex Juventus, dopo aver realizzato il gol del definitivo 2-0, non è riuscito a trattenere le lacrime durante l'abbraccio dei compagni. Uno sfogo naturale e comprensibile, figlio dei difficili mesi vissuti al West Ham e dal ricordo ingombrante del rigore sbagliato contro la Germania.

Rodriguez-Inter: il Wolfsburg prova a tenere duro 18 Febbraio 17:36

L'Inter sembra aver messo le mani sul terzino sinistro del Wolfsburg, Ricardo Rodriguez. Qualche giorno fa il direttore sportivo, Piero Ausilio, ha incontrato l'agente del giocatore, Gianluca Di Domenico, ponendo le basi di una trattativa da concretizzare a giugno. Lo svizzero è stato chiaro, vuole solo l'Inter, e lo ha dimostrato già a gennaio, quando ha rifiutato offerte provenienti da club anche molto blasonati come Paris Saint Germain, Arsenal e Marsiglia. Il terzino sinistro adora l'Italia tanto da passarci spesso le vacanze e questo suo volere solo l'Inter ha colpito i dirigenti nerazzurri che si sono convinti a puntare tutto su di lui. L'Inter ha cominciato le trattative con il Wolfsburg, avanzando una prima offerta da 15 milioni di euro più quattro di bonus ma al momento il club tedesco non si smuove dalla propria posizione: per acquistare Ricardo Rodriguez, infatti, bisogna pagare la clausola rescissoria di 22 milioni di euro inserita nel contratto che lega lo svizzero al club fino al 2019.

Coppa d'Inghilterra: dopo 103 anni, ecco il Lincoln! 18 Febbraio 17:27

Lincoln City, dilettanti ai quarti di finale: in 103 anni di FA Cup non era mai successo. La formazione di Quinta serie ha sconfitto fuori casa la 12esima in classifica della Premier League e per la prima volta in 103 anni di storia una squadra della Non League vola ai quarti di finale di FA Cup. Decide un gol all'89' di Raggett su assist di Waterfall. Do you believe in miracles? A Lincoln da qualche settimana ai miracoli ci credono per davvero, soprattutto a quelli sportivi: il Lincoln City, la formazione cittadina, prosegue la sua FA Cup da sogno e scrive una pagina di storia del calcio inglese, diventando la prima squadra di Quinta serie a qualificarsi ai quarti di finale dal 1914 ad oggi.

Real Madrid, Zidane "blinda" Alvaro Morata 17 Febbraio 18:37

Alvaro Morata è sempre al centro dei rumors di calciomercato. Il 24enne attaccante non è ancora riuscito a ritagliarsi un posto al sole nello scacchiere del Real Madrid. Complice l'agguerrita concorrenza in attacco, in primis di Benzema. Il Real in estate ha messo il veto alla cessione di Morata, nonostante le ricche offerte provenienti dalla Premier League e in particolare dall'Arsenal. Le big inglesi non mollano però la presa sul giocatore, con il Chelsea stavolta sulle sue tracce: Antonio Conte stravede per il classe '92 e lo avrebbe messo in cima alla lista dei desideri in caso di addio a fine stagione di Diego Costa.

Zinedine Zidane ha però chiuso ogni discorso sul futuro di Morata nella conferenza stampa di vigilia della sfida di Liga contro l'Espanyol: "Non voglio che se ne vada in estate. Qui è a casa sua e, anche se ha avuto un minutaggio basso finora, comunque lo ha avuto - ha sottolineato il tecnico dei campioni d'Europa - Con l'Espanyol sarà titolare e non sarà l'ultima gara che giocherà dall'inizio. Ci saranno quattro partite in cui scenderà in campo e nessuno cambierà il fatto che alcuni calciatori giocheranno più di altri".

In caso di Europa League, l'Atalanta a Reggio Emilia 16 Febbraio 16:39

L'Atalanta da quarto posto è pronta a emigrare fuori regione per l'Europa League: "Sappiamo ormai da anni che lo stadio di Bergamo non è adatto per le competizioni europee, quindi nell'eventualità di doverle disputare la prossima stagione abbiamo individuato l'alternativa nell' impianto di Reggio Emilia", ha detto Roberto Spagnolo, direttore operativo del club nerazzurro. Il dirigente ha sottolineato l'importanza del preventivato acquisto dell'"Atleti Azzurri d'Italia", messo in vendita dal Comune di Bergamo per 7 milioni 826 mila euro di base d'asta, da cui andrebbero scorporati, in caso di aggiudicazione all'Atalanta, 2 milioni 260 mila euro spesi per la ristrutturazione parziale del 2015.

La Fiorentina di Sousa tra il Borussia e il Milan 16 Febbraio 14:08

di Emanuele Colangeli

È pronta ad affrontare il suo sedicesimo di finale di Europa League la squadra Viola. In conferenza stampa infatti il tecnico lusitano Paulo Sousa ha affermato che se la sua compagine esprime la qualità di calcio che sa, nessun traguardo è precluso. Il lato tecnico di questa formazione infatti non si discute assolutamente: giocatori come Borja Valero, Bernardeschi e il croato Kalinic ne sono la prova provata. Il sogno europeo del club gigliato partirà dalla Germania dove la Fiorentina affronterà il Borussia Moechengladbach di Thorban Hazard, fratello del più noto giocatore del Chelsea che con il club teutonico ha all'attivo 61 presenze e 8 gol. Una sfida difficile ma non impossibile se si considera che appunto l'avversario in questione non è una delle prime compagini del campionato tedesco, dove quest'anno spopola la favola del Red Bull Lipsia di Ralph Hunsehuttl, considerato dalla dirigenza bavarese del Bayern Monaco il naturale erede di Carlo Ancelotti, che ieri si è sbarazzato degli inglesi dell'Arsenal con il roboante risultato di 5a1 che lascia pochi dubbi su chi sarà ad arrivare ai prossimi quarti di finale di Champions. Oggi però è tempo di Europa League e la Fiorentina punta ad espugnare il Borussia Park Stadium.

Jovetic dal Siviglia alla Roma, naturalmente via Inter 15 Febbraio 16:32

L'attaccante montenegrino, Stevan Jovetic, si è trasferito dall'Inter al Siviglia nell'ultima sessione di calciomercato in prestito con diritto di riscatto fissato a 14 milioni di euro. L'ex attaccante del Manchester City non ha sfigurato in questo primo mese con la maglia del club biancorosso ma molto probabilmente, nonostante ciò, non sarà riscattato in quanto nei piani del club spagnolo non rientra un investimento così importante per un giocatore non più giovanissimo. Per questo motivo Jo Jo farà ritorno in Italia ma difficilmente resterà all'Inter visto che, ormai, qualcosa si è rotto soprattutto dopo le dichiarazioni pesanti dell'agente che accusò il tecnico, Stefano Pioli, di non fare la formazione. Accuse che seguirono alle due esclusioni dalla lista dei convocati nelle ultime due partite del 2016 a Sassuolo e contro la Lazio. Jovetic, dunque, in estate cambierà ancora una volta club, però, dovrebbe restare in Italia e sembra si possa trasferire in una diretta rivale dell'Inter, la Roma. Molto probabilmente il direttore sportivo del club giallorosso sarà quel Monchi, che adesso si trova a Siviglia e che è uno dei maggiori estimatori dell'attaccante montenegrino. Altro fattore importante è quello rappresentato dalle caratteristiche del giocatore, che si sposano alla perfezione con l'attaccante bosniaco, Edin Dzeko, con il quale c'è anche un forte rapporto di amicizia, stretto ai tempi del Manchester City. Jovetic non è escluso che possa rientrare nell'affare che potrebbe portare Kostas Manolas all'Inter.

Fabio Capello: la Champions nel dna di Carlo Ancelotti 14 Febbraio 16:46

"Carlo raggiunge sempre il vertice. Lo ha dimostrato con Milan e Real Madrid. È nel Dna di Ancelotti conquistare la coppa". Lo ha detto Fabio Capello alla Bild, parlando delle possibilità del Bayern Monaco guidato da Carlo Ancelotti di vincere la Champions. Alla vigilia dell'andata dell'ottavo di finale con l'Arsenal, il tabloid tedesco ha riportato l'attenzione sul gioco "minimalista" espresso dal Bayern in Bundesliga: "Carlo è un allenatore fantastico", ha tranquillizzato Capello, "ma al Bayern ci vuol tempo prima che la squadra abbia assimilato il suo stile". Bild ricorda che le squadre allenate da Ancelotti hanno ceduto qualcosa in campionato negli anni in cui vinsero la Champions (Milan 3' e 4' quando vinse la coppa nel 2003 e 2007, Real Madrid 3' nel 2014) e conclude: "I bavaresi però vogliono vedere quel Dna, se alla fine porta la coppa a Monaco ad Ancelotti saranno generosamente perdonati un paio di scivoloni in Bundesliga".

Manchester City: paura per Gabriel Jesus 14 Febbraio 16:32

Tegola per il Manchester City di Pep Guardiola: il club inglese potrebbe dover rinunciare a Gabriel Jesus per il resto della stagione. L'attaccante brasiliano, che ha avuto un ottimo impatto con il calcio inglese, potrebbe dover stare fermo per tre mesi: come riferisce il 'Daily Mail', infatti, contro il Bournemouth potrebbe aver subito la frattura del quinto metatarso.

Infortunio Aleix Vidal: il Barça cerca Maicon o Caceres 13 Febbraio 12:02

Il brutto infortunio occorso ad Aleix Vidal nel match contro l'Alaves, sta spingendo i dirigenti del Barcellona a cercare di corsa un giocatore per sostituirlo. Chiaramente, non si potrà puntare ad un nome di livello: sarà invece necessario 'pescare' nella lista degli svincolati. Secondo quanto riporta l'edizione odierna del quotidiano sportivo spagnolo 'AS', i principali nomi dei 'papabili' sarebbero quelli del 35enne brasiliano ex Roma ed Inter Maicon, del 34enne portoghese ex Chelsea José Bosingwa, del 29enne uruguayano ex Juventus Caceres (che tra l'altro ha già vestito la maglia 'Blaugrana' nella stagione 2008/2009).

Messi rinnova, ma non con il Barcellona 11 Febbraio 16:37

In attesa del rinnovo che tutti i tifosi catalani aspettano, quello con il Barcellona, Leo Messi ha intanto posto la firma su un altro contratto che conta, quello con l'Adidas. Ad annunciare il prolungamento della sponsorizzazione col colosso tedesco è lo stesso fuoriclasse argentino su Fb ("Felice di poter continuare a lavorare con l'Adidas ancora per molti anni"), anche se non vengono forniti altri particolari. Si tratta del primo rinnovo importante del 2017 per Messi che ora attende la firma sul rinnovo col club blaugrana, con il quale il 5 volte Pallone d'Oro è legato fino al giugno 2018. Le trattative sono ripartite a inizio anno anche se non sono ancora entrate nel vivo (per l'ultimo contratto ci fu bisogno di quasi un anno di incontri). Il padre-agente del giocatore, Jorge Messi, è già a Barcellona in attesa di un incontro con il presidente Josep Maria Bartomeu per cercare di definire l'intesa.

Liga e Bundes: l'udinese Widmer preferisce il Friuli 11 Febbraio 10:52

Silvan Widmer placa i rumors sul proprio conto. Il 23enne laterale svizzero in forza all'Udinese è stato accostato negli ultimi tempi a Barcellona e Bayern Monaco: "Sto veramente bene a Udine, le distrazioni di mercato sono abbastanza inutili - ha detto Widmer a 'Udinese TV' - Un giocatore deve pensare solo al campo: sono concentrato sull'Udinese, le chiacchiere non mi interessano”.

Espanyol, a Barcellona vince la Real Sociedad 11 Febbraio 10:43

La Real Sociedad ha espugnato il campo dell'Espanyol nella serata del venerdì dedicata all'anticipo in Liga spagnola. I gol di Vela e Irrallamendi hanno lanciato i baschi, prima delle altre gare in calendario, al quarto posto in classifica davanti all'Atletico Madrid. Ai catalani padroni di casa non è bastata la rete messa a segno da Perez.

Zidane tiene il suo pupillo Isco al Real Madrid 10 Febbraio 15:57

Non ci sono dubbi sul futuro di Isco, almeno non ne ha Zinedine Zidane: il tecnico del Real Madrid ha parlato del centrocampista, accostato anche alla Juventus nella conferenza stampa alla vigilia della partita contro l'Osasuna. "Deciderà il club con il calciatore. Penso sia un giocatore fondamentale, è importante per noi. Mi piace molto. Rinnova? Penso di sì, è un giocatore che amo"

Arsenal: Wenger sul suo futuro, Wilshere non torna 9 Febbraio 15:49

Jack Wilshere non ha ancora deciso se rinnovare o meno il suo contratto con l'Arsenal, in scadenza nel giugno del 2018. Il centrocampista, ora in prestito al Bournemouth, sa benissimo che diverse squadre lo seguono con interesse: Roma, Milan e Manchester City su tutte. Soprattutto la società rossonera, che già si era concretamente interessata al giocatore la scorsa estate - stando a quanto riferito dall'edizione odierna del tabloid britannico 'Telegraph' - sarebbe intenzionata ad avviare a breve nuovi colloqui con la dirigenza dei 'Gunners' per battere sul tempo la concorrenza. Il club londinese del resto, registrata la volontà del calciatore, preferirebbe cederlo questa estate, piuttosto che perderlo quella successiva a zero.

Dzeko al Real Madrid: non ci sono motivi per cambiare 9 Febbraio 12:32

l Real Madrid di Zidane è attualmente alla ricerca di un attaccante valido in quanto Morata e Benzema sembrerebbero più che prossimi all'addio. I blancos puntano Dzeko che in questa stagione tra Campionato, Coppa Italia ed Europa League ha messo a segno in totale 24 goal. Anche Zidane sarebbe d'accordo per l'acquisto dell'attaccante giallorosso, ben contento di piazzarlo tra Bale e Cristiano Ronaldo per costruire un attacco a dir poco stellare. Silvano Martina, agente di Edin Dzeko ha provato a tranquillizzare il popolo giallorosso: "Dzeko è sempre stato un giocatore valido. Si è trovato in difficoltà lo scorso anno perché il campionato italiano era diverso e per questo ha dovuto adattarsi. Per quanto riguarda l'interesse del Real Madrid ci tengo a ribadire che il calciatore è già in una società importante e se ci si trova bene non vedo il motivo di cambiare".

Barça: si qualifica in Coppa, ma perde Mascherano in Champions 8 Febbraio 14:11

Tegola per Luis Enrique all'indomani della qualificazione del Barcellona alla finalissima di Coppa del Re a spese dell'Atletico Madrid. Javier Mascherano ha rimediato un infortunio nella parte posteriore della coscia nel finale di partita e sarà costretto ad uno stop di 2-3 settimane: per lui, oltre ad un paio di gare di campionato, niente andata degli ottavi di Champions League contro il Paris Saint-Germain il prossimo 14 febbraio a Parigi.

Il Bayern e Philipp Lahm si lasciano male 8 Febbraio 14:09

E' ormai ufficiale, Philipp Lahm dirà addio al calcio giocato. Ieri sera è stato lo stesso giocatore ad annunciarlo al termine della sfida contro il Wolfsburg. A questo evento, ha fatto seguito la prima risposta ufficiale del Bayern Monaco, che ha pubblicato un comunicato firmato da Rummenigge, CEO del Club bavarese: "Il Bayern Monaco è sorpreso dalle parole di Lahm. Nei mesi scorsi sono state attivate intense e costruttive discussoni con Philipp sul possibile suo coinvolgimento nel club. La scorsa settimana ci ha detto di non essere disponibile a ricoprire un ruolo legato al management sportivo e di voler rescindere il proprio contratto, che lo lega al Bayern fino al 2018, così da smettere a fine stagione. Fino a ieri ritenevamo ci sarebbe stato un comunicato congiunto di giocatore e società".

Derby del Rodano: trionfo Saint Etienne 6 Febbraio 12:51

Il Saint-Etienne si è aggiudicato il derby del Rodano contro i rivali di sempre del Lione; il club allenato da Christophe Galtier ha sbloccato la partita dopo appena 9' con Monnet-Paquet. La rete ha messo subito in discesa il match per i padroni di casa che al 22' hanno trovato anche la rete del raddoppio con Hamouma; il Lione dopo questo uno due non è mai rientrato davvero in partita ed è rimasto anche in nove nei minuti finali del secondo tempo per via delle espulsioni di Ghezzal e Tolisso. Il Saint-Etienne accorcia, quindi, anche in classifica sul Lione, che però ha giocato una partita in meno, portandosi a -1 da Lacazette e compagni che continuano ad occupare il quarto posto in campionato.

Mou: vince contro il Leicester ma difende Ranieri 6 Febbraio 12:29

Ore di riflessione in casa Leicester all'indomani della sconfitta contro il Manchester United che sta facendo vacillare la panchina di Claudio Ranieri. La situazione è complicata per le 'Foxes', in lotta per non retrocedere dopo la splendida cavalcata della scorsa stagione che le ha viste conquistare la Premier League in barba ad ogni pronostico. Mentre si fanno di nomi di Mancini e de Boer come sostituti di Ranieri, José Mourinho spezza una lancia in favore del tecnico italiano: "Ranieri deve essere rispettato perché è entrato nella storia e resterà nel calcio ancora per molti anni - ha spiegato in conferenza stampa lo 'Special One' dopo il successo sul Leicester - merita di essere ricordato e rispettato nonostante le cose per il Leicester siano difficili in questo momento".

Ronaldinho: il Gaucho ambasciatore del Barça 3 Febbraio 16:19

Il Barcellona si appresta ad affidare a Ronaldinho l'incarico di ambasciatore del club per i prossimi 10 anni. L'accordo con il fantasista brasiliano sarà firmato domani al Camp Nou, ha reso noto la società. Giocherà partite con ex calciatori in giro per il mondo, prenderà parte a stage, sessioni di allenamento ed altre attività del club, comprese scuole di calcio. Inoltre parteciperà ad eventi della Barcelona Foundation legati all'UNICEF. Ronaldinho, 36 anni, ha vestito la maglia del Barcellona dal 2003 al 2008, vincendo la Champions League nel 2006 e la Liga spagnola nel 2005 e 2006. Ufficialmente non si è mai ritirato, ma dal 2015 è senza un Club.

Atletico Madrid: Lucas Hernandez picchia la fidanzata 3 Febbraio 16:14

Non era presente, stamattina, all'allenamento previsto dal "Cholo" Simeone: Lucas Hernandez, difensore dell'Atletico Madrid, è stato infatti arrestato in nottata dalla polizia locale di "Las Rozas" (hinterland della capitale spagnola). Il 21enne è stato prelevato direttamente a casa sua, nell'urbanizzazione di Molino de la Hoz, attorno alle 3.00 di questa notte. Il giovane francese, secondo quanto riferisce "El Mundo", è tornato a casa ubriaco e - dopo una violenta discussione - ha picchiato la sua fidanzata. La ragazza, in evidente stato di shock, ha chiamato la polizia in piena notte ed è stata poi ricoverata in ospedale. Le ferite riportate, per fortuna, non sono gravi e stamattina è stata dimessa. Per Hernandez, invece, è scattato subito l'arresto, a cui non si è opposto in alcun modo, ammettendo da subito le sue responsabilità. In mattinata ha già dichiarato davanti al giudice presso il tribunale di Majadahonda, nell'ambito del processo già aperto a suo carico, accompagnato da Ricardo Sánchez, responsabile della sicurezza dell'#Atletico Madrid. Risponderà all'accusa di violenza domestica.

Il Gallo Belotti: il Chelsea non molla la presa 2 Febbraio 13:03

Nuove ombre sul futuro di Andrea Belotti:, il Chelsea avrebbe riallacciato i contatti attraverso alcuni intermediari per valutare i margini del possibile acquisto futuro dell'attaccante granata, 'blindato' da una clausola rescissoria valida solo per l'estero pari a ben 100 milioni di euro. Il recente mercato sottotono granata rischia di allontanare il 'Gallo' da Torino: la notizia è trapelata proprio nel giorno della presentazione di Torino Channel fatta dal presidente granata Urbano Cairo.

L'idolo di moltissimi sportivi lascia il calcio: Frank Lampard 2 Febbraio 13:00

Frank Lampard ha annunciato attraverso un lungo messaggio su 'Instagram' il suo ritiro dal calcio giocato all'età di 39 anni: "Dopo 21 incredibili anni, ho deciso che questo è il momento giusto. Ho ricevuto diverse offerte interessanti per continuare a giocare qui e all'estero, sento che è il momento di iniziare un nuovo capitolo della mia vita". Lampard ha poi ringraziato West Ham, Manchester City, New York City FC e il Chelsea. A quest'ultimo club - ha scritto - è dedicata la porzione più grande del suo cuore.

Semifinale di Coppa domani per l'Atletico: c'è il Barça 31 Gennaio 14:57

Il Barcellona farà visita all'Atletico di Madrid domani sera al Vicente Calderon - semifinale di andata della Coppa del Re - senza Sergio Busquets e Andres Iniesta. I due fuoriclasse del centrocampo blaugrana salteranno la sfida di coppa non avendo ancora recuperato dai rispettivi problemi, alla caviglia per il n.5 catalano, al soleo per il n.8. Problema non da poco per Luis Enrique che sarà costretto a rivoluzionare il centrocampo dove, a fianco di Rakitic (anche lui non al meglio), giocheranno Arda Turan e Andrè Gomes, alle spalle del trio meraviglia Suarez, Neymar e Messi sono indiscutibili in attacco. L'altra semifinale vedrà di fronte le sorprese del torneo, il Celta Vigo (che ha eliminato il Real) e l'Alaves.

Spagna, 3' Divisione: il grande esempio del Compostela 31 Gennaio 14:42

Domenica scorsa andava di scena la 23' giornata della Tercera Division Gruppo 1. Durante l'incontro tra Alondras e Società Deportiva Compostela. Durante l'incontro, molto combattuto e terminato poi 2-4 a favore dei galiziani, poco prima dell'intervallo c'è un'azione molto pericolosa per i bianco azzurri. Un attaccante riesce a saltare il portiere che però rimane a terra infortunato. A quel punto l'attaccante della squadra ospite Santi Gegunde avrebbe potuto calciare verso la porta sguarnita. Ma senza pensarci un attimo riceve il pallone e lo calcia verso il fallo laterale. Il gesto ha ancora più valore perché il risultato nel momento dell'azione era sullo 0-1 e si era appena alla fine del primo tempo. Anche se avvenuto su un campo di una categoria minore speriamo che la UEFA e la FIFA esaltino il gesto, e che sia condiviso il più possibile in rete. Questo gesto ricorda uno degli episodi più famosi della carriera di Paolo Di Canio, durante Everton-West Ham.

Pato lascia il Villarreal: la Cina lo aspetta 30 Gennaio 16:39

L'ex milanista Alexandre Pato è un giocatore del Tianjin Quanjian. Lo ha ufficializzato oggi il club cinese, precisando che per l'acquisto dal Villarreal, con cui il brasiliano aveva un contratto fino al giugno 2020, verserà 18 milioni di euro. La società spagnola realizza quindi un'ottima plusvalenza, visto che, appena sei mesi fa, aveva preso Pato dal Corinthians per 3 milioni. Non è stato reso noto l'ammontare dell'ingaggio del calciatore. Pato sarà uno dei tre stranieri extra-asiatici della squadra allenata da Fabio Cannavaro, che dopo l'esonero di Wanderley Luxemburgo ha preso la guida del Tianjin portandolo fino alla promozione nella massima serie.

Liverpool, l'Inter rivuole Coutinho a Milano 30 Gennaio 14:54

Durante una intervista rilasciata quest'oggi a ESPN, il direttore sportivo dell'Inter Piero Ausilio ha rivelato un clamoroso desiderio di calciomercato che potrebbe far sognare ulteriormente i tifosi nerazzurri per l'immediato futuro: il ritorno a Milano di Philippe Coutinho, giocatore che ha vestito la casacca nerazzurra nelle stagioni 2010/11, 2011/12 e 2012/13 ma che all'epoca non ha trovato il giusto spazio ed è stato ceduto, forse troppo frettolosamente, al Liverpool. In terra inglese il brasiliano classe 1992 è diventato un vero e proprio punto di riferimento, tanto da essere un obiettivo di mercato di numerose squadre europee.

L'Atletico Madrid non svende Cerci, anche se la Lazio...28 Gennaio 17:50

Il futuro di Alessio Cerci è un po' più lontano da un possibile ritorno in Italia. Come spiega 'As', le proposte presentate finora sono state ritenute tutte insoddisfaccenti dall'Atletico Madrid: "Cerci non dovrebbe partire a gennaio, a meno che non arrivi un’offerta interessante sia per lui che per noi", le parole di un portavoce dei 'Colchoneros' riportate dalla testata spagnola. Cerci potrebbe essere un obiettivo della Lazio, ma solo in caso di partenza di Kishna.

Manchester United: in finale di Coppa di Lega 27 Gennaio 16:28

Il Manchester United di José Mourinho, che oggi compie 54 anni, si regala la finale della Coppa di Lega inglese contro il Southampton. Dopo aver vinto il match di andata 2-0 all'Old Trafford, i Red Devils soffrono nella semifinale di ritorno contro l'Hull City, perdono 2-1 ma incassano il risultato sufficiente per passare il turno. La finale della la EFL Cup si giocherà il prossimo 26 febbraio a Wembley.

Ronaldinho: ambasciatore blaugrana nel Mondo 26 Gennaio 16:12

La possibilità che Ronaldinho diventi ambasciatore del Barcellona è sempre più vicina. Secondo quanto pubblica il quotidiano spagnolo Sport, ieri si è svolta una riunione alla quale hanno partecipato il fratello dell'ex fuoriclasse blaugrana, Roberto de Assis, e Oscar Grau, direttore generale esecutivo del club catalano. La prova dell'importanza della riunione e l'interesse che il club nutre verso Ronaldinho è stata ribadita anche dal presidente Josep Maria Bartomeu. Questo è il secondo incontro fra le due parti per giungere a un accordo definitivo. L'asso brasiliano diventerebbe il rappresentante del Barcellona negli eventi istituzionali dell'organizzazione in tutto il mondo.

Arturo Vidal dal Bayern al Chelsea: voci dal Cile 26 Gennaio 16:11

Il Chelsea di Antonio Conte, in vista di un sempre più probabile ritorno in Champions nella prossima stagione, punta a rinforzarsi con calciatori di conoscenza dell'allenatore italiano. Dal Cile arriva una notizia suggestiva per i tifosi dei Blues: il quotidiano El Mercurio scrive che la società di Roman Abramovich è disposta a offrire 56 milioni di sterline (circa 65 milioni di euro) al Bayern Monaco per il centrocampista Arturo Vidal, già con Conte alla Juventus. Ma non è tutto: l'allenatore italiano ha fatto sapere, secondo quanto pubblicato da The Sun, che è disposto a cedere il portiere belga Courtois al Real Madrid, a patto che a Stamford Bridge dalla Spagna arrivi l'attaccante Morata, attuale riserva di Benzema e anche lui ex juventino.

Verratti-PSG: alla fine la sanzione è giusta 25 Gennaio 14:56

Marco Verratti nei giorni scorsi è passato alla ribalta dei rotocalchi non per vicende legate ad un suo prossimo trasferimento, bensì per un episodio alquanto curioso durante il match dello scorso weekend disputato dalla formazione parigina, contro il Nantes. L'accaduto: al 30' allo Stade de la Beaujoire di Nantes ed il PSG e già in vantaggio di un gol, quando Verratti effettua un retropassaggio verso il proprio portiere Kevin Trapp. Ma, dopo aver controllato la sfera con i piedi, si china e passa il pallone all'indietro colpendolo con la fronte. Immediatamente l'arbitro Johan Hamel si agita e con un chiaro segno con le mani, fa intendere che non si può fare. Dopo qualche secondo di empasse, il direttore di gara (supportato via auricolare dagli altri ufficiali di gara), interrompe il gioco ed ammonisce Verratti. La cosa ha destato scalpore, ma fra le pagine del regolamento del giuoco del calcio, vediamo che la regola 12 falli e scorrettezze elenca le varie tipologie di scorrettezze passibili di ammonizione per comportamento antisportivo, tra cui, cito testualmente "usa intenzionalmente un espediente per passare il pallone (anche da calcio di punizione) al proprio portiere con la testa, il torace, il ginocchio, ecc. con lo scopo di aggirare la Regola, indipendentemente dal fatto che il portiere tocchi o no il pallone con le mani". Ora, Verratti, non se l'è alzata in palleggio, si è chinato lui, ma non cambia la sostanza per cui il suo gesto è stato sanzionato giustamente.

Il Liverpool e il contratto di Coutinho: fatto 25 Gennaio 14:51

Altri cinque anni al Liverpool: la firma del nuovo contratto di Philippe Coutinho mette fine alle voci di cessione del brasiliano, che davano il Barcellona in pole position. Coutinho, arrivato in Premier League dall'Inter nel 2013, è diventato giocatore simbolo dei Reds (34 gol in 163 partite), guadagnandosi anche la convocazione nella sua Nazionale. "Ho firmato questo nuovo contratto perchè voglio rimanere a lungo qui", le parole del brasiliano, la cui foto al tavolo della firma con il tecnico Jurgen Klopp campeggia sul Sito del Club. "Qui sono felice, perche' dal primo giorno mi hanno accolto a braccia aperte e mi hanno fatto sentire il loro affetto". Secondo i media inglesi, Coutinho diventerà dal 1° luglio il giocatore con lo stipendio più alto nel Liverpool. sarebbe una clausola rescissoria.

Siviglia, l'addio d'alto bordo del ds Monchi 24 Gennaio 16:35

Questa sarà l'ultima stagione di Ramón Rodríguez Verdejo, meglio conosciuto come Monchi, nelle vesti di direttore sportivo del Siviglia. A confermarlo è lo stesso dirigente spagnolo in un intervista rilasciata a 'Bein Sport' dove ha parlato anche del suo futuro: "In Premier League certamente girano soldi, ma vedo distanza tra la proprietà e i direttori sportivi. Io ho bisogno di un maggior potere decisionale, per questo sono convinto che in Ligue 1 e in Seria A potrei lavorare meglio. Ho bisogno di sfide. Sono come il Siviglia, sono un ribelle. Sento il bisogno di cambiare, di sperimentare e questo accadrà in un futuro. Me ne andrò quando si daranno le condizioni necessarie per la mia uscita dal club. Non sarà una scelta unilaterale, ma bilaterale. Dovremo essere tutti d’accordo. Mi sono ispirato a club come il Lione e al Porto, società che comprano spendono poco e vendono piuttosto bene e, per di più, hanno accompagnato queste operazioni con successi sportivi. Ho cercato di portare questo a Siviglia, in un momento difficile a livello economico per il Club. Ci siamo trovati nella situazione di generare attivi scoprendo i talenti prima della concorrenza. La chiave è la coordinazione con l'allenatore nel momento in cui si individuano i nuovi rinforzi. Se non sei capace di leggere il profilo esatto dei giocatori di cui ha bisogno il tuo allenatore, per quanto buono possa essere il calciatore in un altro contesto, non trionferà".

La prossima mossa del Liverpool: blindare Coutinho 24 Gennaio 16:24

Sempre più stella e idolo dei tifosi, Philippe Coutinho potrebbe restare molto a lungo al Liverpool. Dopo il rinnovo siglato nel 2015, la dirigenza dei 'Reds' starebbe avviando le trattative per il nuovo contratto dell'ex talento dell'Inter. Il Club vorrebbe ricompensare il brasiliano che in questa stagione, nonostante il brutto infortunio da cui è appena rientrato, sta confermando la sua straordinaria crescita.

Il Barcellona vince e si porta a ridosso del Real Madrid 23 Gennaio 12:10

Tutto facile per il Barcellona, che ha vinto 4-0 sul campo dell'Eibar nel posticipo della 19' giornata della Liga. I campioni di Spagna al 10' hanno perso Busquets per infortunio: il bollettino medico diffuso dal club catalano riporta "una distorsione al legamento collaterale laterale della caviglia destra", ma per la prognosi bisognerà attendere domani con gli accertamenti del caso. A sbloccare il risultato è stato proprio il sostituto di Busquets, Denis Suarez, al 31'. Nella ripresa, al 5', raddoppio di Lionel Messi, mentre lo 0-3 lo ha firmato Luis Suarez al 23'. Quarta rete di Neymar al 91'. Così in classifica il Barcellona si è portato a quota 41, a -1 dal Siviglia secondo e a due lunghezze dal Real Madrid capolista (che però deve ancora recuperare una partita). L'Eibar resta decimo con 26 punti.

Dalla Premier: chi è il nuovo rossonero Gerard Delofeu 23 Gennaio 12:08

Gerard Deulofeu Lázaro nasce a Riudarenes il 13 Marzo 1994. Capitano dell'U21 spagnola, di cui detiene il record di presenze (32) e reti (16), è prevalentemente un'ala destra che può adattarsi anche sulla fascia opposta. Dotato di buona tecnica e di un ottimo dribbling, nel 2012 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1991 stilata da Don Balón. Deulofeu è un prodotto della cantera del Barcellona. Il club catalano lo ha fatto crescere poi con la squadra B in Segunda División dove ha reso in maniera eccezionale con ben 27 gol in 68 partite. Il calciatore spagnolo si fa notare anche al Mondiale U20 del 2013, debuttando alla grande con una doppietta contro gli Stati Uniti , dopo aver vinto l’Europeo Under-19 nel 2011 e nel 2012. Nel 2013 si trasferisce all'Everton, tuttavia l'esperienza inglese non dà i frutti sperati anche perché le qualità del calciatore non ben si sposano con il calcio inglese.

Sarà mostruoso, ma il rinnovo di Messi al Barça ci sarà 22 Gennaio 10:36

Il Barcellona non intende assolutamente fare a meno del suo numero 10 argentino. Così le parti sarebbero vicine all'accordo per il prolungamento del contratto del giocatore, che ad oggi scadrà il 30 giugno del 2018. Ora bisogna solo trovare il giorno giusto per l'incontro tra il presidente del club, Josep Maria Bartomeu e il padre-agente del giocatore, Jorge Messi, che per ora si sono scambiati messaggi improntati all'ottimismo. Di sicuro i dirigenti del Barca che si occupano dei conti del club hanno lavorato sodo per "trovare la quadratura del cerchio dopo i rinnovi di Neymar e Suarez. Sono arrivati alla convinzione che si può fare ed a Messi arriverà quindi una proposta per il prolungamento per altri tre anni a 35-40 milioni all'anno.

Il 2-2 degli Spurs, la sconfitta del Liverpool: i Blues sognano 22 Gennaio 10:23

Reduce da un periodo difficile e e dopo aver ammesso che per quest'anno di vincere la Premier League non se ne parla, Pep Guardiola si è riscattato parzialmente contro il Tottenham. Il suo Manchester City infatti va sul 2-0 con le reti di Sanè e De Bruyne all'inizio del secondo tempo, poi però subisce il ritorno degli Spurs, che segnano con Alli e il coreano Son al 32'. Così per dare la scossa ai Citizens nel finale il tecnico fa entrare il nuovo acquisto Gabriel Jesùs, 19enne fenomeno ex Palmeiras e campione olimpico a Rio. Il ragazzo dà la scossa, prima con una serpentina micidiale non sfruttata a dovere dai compagni, poi con un gol annullato per fuorigioco. Così ora il Tottenham è a -6 (46 punti contro 52) dalla capolista Chelsea che riceve la visita dell'Hull City.

Chelsea, scoppia la pace fra Antonio Conte e Diego Costa 20 Gennaio 17:16

Antonio Conte stoppa Diego Costa. Il manager del Chelsea ha escluso con forza delle possibili frizioni e un'eventuale partenza in questo calciomercato di gennaio dell'ariete con passaporto spagnolo: "Vuole restare al Chelsea, è veramente felice di giocare con noi. Non ci sono problemi - ha dichiarato l'allenatore italiano in conferenza stampa a due giorni dalla sfida contro l'Hull City - Ho sentito un sacco di speculazioni su Diego, ma la cosa importante è che si è allenato con noi ed è disponibile per la prossima gara. Diego è un grande attaccante ed una grande persona, adesso è concentrato totalmente sul Chelsea".

Leo Messi-Barcellona: parole di serenità da parte del padre 19 Gennaio 15:16

Il padre di Lionel Messi ha rasserenato i tifosi del Barcellona, dopo settimane di dubbi sul rinnovo del contratto del campione argentino, affermando che il figlio non intende lasciare il club catalano. "Non c'è alcun pericolo che Messi se ne vada dal Barça", ha detto Jorge Messi alla trasmissione El Larguero della radio privata Ser, riferisce La Vanguardia. Il contratto dell'astro argentino scade nell'estate 2018 e da tempo la questione del rinnovo suscita incertezze nella tifoseria blaugrana, dopo che è emerso l'interesse di altri grandi club europei come il Psg e il Manchester City, per il giocatore. Secondo il quotidiano Sport l'avvio di trattative fra Messi e il club sul rinnovo sarebbe imminente. Il presidente del Barcellona Bartomeu ha detto che gestirà personalmente il negoziato.

Ricavi: il regno del Manchester United al posto del Real Madrid 19 Gennaio 15:13

Il report annuale di Deloitte indica che nella stagione 2015-2016 è stato il Manchester United la societa' con i ricavi piu' alti, 689 milioni di euro contro i 519,5 della stagione precedente. Il Real scende al terzo posto (602,1 milioni), dietro al Barcellona (602,2). Stabile in decima posizione la Juventus, unico club italiano nella top ten: la societa' bianconera ha visto crescere i ricavi da 323,9 a 341,1 milioni. Il Leicester entra per la prima volta nella top 20, al ventesimo posto (172 mln), e la Premier fa la parte del leone, con otto club tra i primi venti e quasi la metà del fatturato, 3.2 miliardi sui 7.4 complessivi che segnano un aumento del 12%. Altre tre le italiane in classifica: la Roma 15/a (218,2), il Milan 16/0 (214,7), l'Inter 19/a (179,2)

Schalke 04-Juve: tedeschi interlocutori su Kolasinac 18 Gennaio 15:15

La Juventus insiste per Sead Kolasinac dello Schalke 04, valutato 4 milioni di euro dal club tedesco nonostante un contratto in scadenza a Giugno. Nella giornata di ieri c'è stato un nuovo contatto tra le parti ed i bianconeri ne hanno approfittato per mettere sul piatto un'offerta da 2 milioni più bonus (la cifra complessiva può lievitare fino a 4,5 milioni. Lo Schalke 04 non ha detto sì, ma non ha neanche chiuso la porta: un nuovo contatto è previsto entro il fine settimana. Il giocatore spingerebbe per la soluzione bianconera (a gennaio o a giugno), ma su Kolasinac ci sono anche diversi club inglesi.

Griezmann: la stampa inlgese lo "cede" al Manchester United 18 Gennaio 15:13

In Inghilterra sono sicuri, Antoine Griezmann la prossima stagione giocherà in Premier League. Secondo quanto riporta oggi l'Independent, il Manchester United è pronto a fare follie per assicurarsi l'attaccante francese dell'Atletico Madrid. Il tabloid inglese dice che trattative tra emissari dello United e i rappresentati del giocatore sono in corso da tempo e che il club inglese per assicurarsi Griezmann è disposto a pagare anche la clausola, fissata in 100 milioni. Griezmann, aveva rinnovato il suo contratto con l'Atletico Madrid fino al 2021 la scorsa estate con una clausola di 100 milioni di euro.

Gli inglesi su Messi: Sun, maxi-offerta per La Pulce 17 Gennaio 15:11

Cento milioni di sterline (circa 113 milioni di euro). Secondo quanto scrive il 'Sun' è la cifra monstre che il Manchester City è disposto ad investire per strappare Leo Messi al Barcellona e ricreare con Pep Guardiola l'accoppiata che in catalogna ha vinto tutto. Le trattative per portare il fuoriclasse argentino in Premier League sarebbero iniziate già alla fine del mese scorso, aggiunge il tabloid inglese, aggiungendo che un'offerta non è però stata ancora formalizzata. Il rinnovo del contratto di Messi (in scadenza a giugno 2018) tarda ad arrivare, ma per ora il Barcellona ha rifiutato di fare un prezzo del giocatore. La disponibilità ad ascoltare la proposta del City ha però incoraggiato la dirigenza del club di Manchester.

Gli ex Atletico sono una spina nel fianco di Conte...17 Gennaio 15:01

Primo in classifica con sette punti di distacco dalle rivali, il Chelsea di Conte non riesce a godersi il primato: il caso Diego Costa tiene banco da giorni, ma non è il solo giocatore a pensare ad un addio ai 'Blues'. Come riferisce 'Cadena Cope', infatti, Courtois avrebbe confessato ai compagni di spogliatoio il suo desiderio di trasferirsi al Real Madrid. Inoltre il portiere belga avrebbe anche rivelato di essere convinto che la prossima estate la società spagnola presenterà un'offerta per lui.

Il derby del Velodrome riporta il Monaco in vetta 16 Gennaio 15:13

Il Monaco è tornato in testa alla classifica di Ligue 1, insieme al Nizza raggiunto a quota 45 punti dopo la strabordante vittoria nel posticipo di ieri sera a Marsiglia. I monegaschi hanno sbancato il Velodrome con un perentorio 4-1 grazie alla doppietta di Bernardo Silva e ai gol di Lemar e Falcao, a cui aveva momentaneamente risposto Rolando per l'OM. Una brutta batosta per la squadra di Rudi Garcia, che perde un match d'alta quota in casa dopo quattro vittorie consecutive. Il Monaco ha approfittato così nel migliore dei modi dell'inaspettato pari interno a reti inviolate del Nizza. La squadra di Balotelli, ex capolista solitaria, priva di alcuni titolari tra infortuni e squalifiche e Coppa d'Africa, si è arenata sullo 0-0 contro l'ultima in classifica, il Metz.

Battuto il Real Madrid: Siviglia nel segno di Jovetic 16 Gennaio 14:05

Due presenze, due gol. Stevan Jovetic sembra essersi ben ambientato al Siviglia. Dopo il gol decisivo nel 2-1 contro il Real Madrid in Liga, è arrivato anche il tweet del ds Monchi che lo ha celebrato. E pure lo stesso giocatore ha raccontato della sua felicità sui social network. Su Instagram ha caricato una foto dello spogliatoio e ha scritto: “Una serata indimenticabile e la prima vittoria con questa maglia… Complimenti ai ragazzi per una partita grandissima e ai tifosi: è un ambiente meraviglioso!“. Il montenegrino è pronto a riscattarsi e ha cominciato bene..

Weekend di partite: Premier League e Liga spagnola 13 Gennaio 13:23

Il Siviglia, secondo in classifica a sorpresa per i ritardi del Barca e dell'Atletico, ospita la capolista nel big match di domenica sera. Con una gara da recuperare e +4 sul Siviglia, per Zidane un successo domenica significherebbe chiudere definitivamente la Liga. Sara' la terza gara tra loro in pochi giorni dopo il 3-0 e il 3-3 di ieri in Coppa del Re con gol del nuovo arrivato Jovetic. Il Barca, risollevato in Coppa del Re da Messi, viene dal pari in casa del Villarreal e sembra avviato ad un ridimensionamento dopo anni leggendari. Domani prova a ripartire ospitando il Las Palmas mentre anche l'Atletico dovrebbe fare bottino ricevendo il Betis. Il barcollante Valencia, che non ha tratto giovamento dall'addio di Prandelli ma sta per chiudere per Zaza, ospita l'Espanyol. Domani: 13 Leganes-Athletic, 16.15 Barcellona-Las Palmas, 18.30 Atletico-Betis, 20.45 Deportivo-Villarreal Domenica 15: 12 Valencia-Espanyol, 20.45 Siviglia-Real.

Dal canto suo il Chelsea di Conte, saldamente al comando della Premier che riprende dopo 10 giorni dedicati alle Coppe, gioca in casa dei campioni del Leicester. Pronostico per i Blues ma l'orgoglio del Leicester di Ranieri, premiato come miglior tecnico dell'anno dalla Fifa, potrebbe creare la sorpresa. La sfida piu' importanti ai fini della classifica e' pero' quello dall'arrembante United di Mourinho, in rimonta dopo mesi di delusioni, e il Liverpool di Klopp che appare invece in flessione. Di queste due gare di cartello potrebbe approfittare il Tottenham che anticipa ospitano il West Brom. Il City di Guardiola testa la sua affidabilita' nella trasferta insidiosa con l'Everton. Domani: 13.30 Tottenham-West Brom, 16 Watford-Middlesbrough, Swansea-Arsenal, 18.30 Leicester-Chelsea. Domenica 15: 14.30 Everton-City, 17 United-Liverpool.

Campionati nel vivo: Francia, Olanda, Portogallo e Turchia 13 Gennaio 13:21

Il Nizza continua a dominare la Ligue1, che riprende nel weekend con la capolista che ha un facile impegno casalingo col Metz. Si attende la riscossa del Psg che ha dato segni di ripresa dopo una lunga fase negativa con uno score di 14-0 nelle ultime tre gare: lo dovra' confermare domani in casa del Rennes. Il match piu' interessante si gioca domenica sera tra il Marsiglia, che Garcia sta rilanciando dopo un inizio complicato, e il Monaco secondo e miglior attacco del torneo. Oggi: 20.45 Lilla-St.Etienne Domani: 17 Rennes-Psg, 20 Lorient-Guingamp Domenica 15: 15 Nizza-Metz, 17 Caen -Lione, 21 Marsiglia-Monaco. Negli altri campionati europei, in Olanda (ripresa dopo quasi un mese) la capolista Feyenoord e' impegnata domenica alle 15 in casa del Roda. In Portogallo il Benfica ospita il Boavista domani alle 17 mentre in Turchia il Basaksehir cerca di difendere il suo esiguo vantaggio sul Besiktas ricevendo il Kayserispor domani alle 14.

Zaza al Valencia: tanto rumore per nulla 12 Gennaio 17:01

Per il suo macato arrivo si erano dimessi sia il ds Pitarch che il tecnico Prandelli. Ma alla fine Zaza-Valencia si fa. Di più, Simone Zaza al Valencia è l’unica soluzione possibile, l’unica vera pista: il Villarreal ha fatto sondaggi, ma senza approfondire. E la Juve ha fretta di chiudere nelle prossime ore con il Valencia (interessato anche a Evra che ha chiesto tempo. Il sì di Zaza è atteso su un prestito per 2 milioni, riscatto obbligatorio a 16 dopo 10 presenze e la conquista della salvezza. La Juve proverà ad abbassare l’obbligo di un paio di presenze, l’orientamento è quello di accettare.

Il Barcellona "giustifica" Zurigo: 3-1 all'Athletic Bilbao 12 Gennaio 12:19

Quindi la squadra catalana non era andata a Zurigo davvero per preparare il match di Coppa del Re. L'incidente diplomatico è stato suturato con la FIFA dalle scuse di Iniesta e dall'impegno dei blaugrana in campo. Il Barcellona dunque è volato nei Quarti di finale della Coppa del Re, piegando l'Athletic Bilbao, che all'andata si era imposto per 2-1 nei Paesi Baschi, con il punteggio di 3-1. Le reti sono state realizzate da Suarez, Neymar (rigore) e Messi. Inutile il punto della bandiera di Saborit, che aveva firmato il momentaneo 2-1.

Coppa di Lega: il Liverpool sotto 1-0 all'andata 12 Gennaio 12:12

Il Liverpool è caduto al Saint Mary's contro il Southampton, che si è imposto per 1-0: nella sfida di ritorno dovrà lottare parecchio per guadagnarsi l'accesso alla Finale della Coppa di Lega inglese. Il 25 Gennaio, ad Anfield Road, i 'Reds' saranno chiamati a ribaltare il punteggio di ieri sera, fissato dalla rete di Redmond, dopo 20' di gioco. I 'Saints' hanno giocato un'onesta partita contro un avversario visibilmente sottotono che dovrà cambiare metodo in fretta. Unica nota positiva, in una serata da dimenticare per Jurgen Klopp, il rientro del brasiliano Coutinho dopo l'infortunio. Il Southampton ha anche colpito una traversa con Redmond.

Vittima di Conte: ipotesi Terry in prestito al Bournemouth 11 Gennaio 16:02

John Terry via dal Chelsea? Il Bournemouth ci prova! Il Club rossonero avrebbe richiesto ai 'Blues' il prestito fino al termine della stagione del 36enne capitano, riserva in questa stagione nella difesa a tre di Antonio Conte. Il ritorno dal prestito proprio dal Borunemouth di Ake potrebbe facilitare la trattiva, con Terry recentemente tornato titolare ed espulso nel match di FA Cup contro il Peterborough.

Stangata UEFA: Partizan per 3 anni fuori dall'Europa 11 Gennaio 16:00

L'Uefa ha squalificato il Partizan Belgrado per le prossime tre edizioni della Champions League e dell'Europa League. Secondo la Federazione continentale, infatti, da settembre il club serbo avrebbe accumulato una somma pari a quasi 2,5 milioni di euro di versamenti non effettuati, essenzialmente in contributi previdenziali e fiscali. La pesantezza della squalifica rispetto al tipo d'infrazione è spiegata dall'Uefa con la recidività del Partizan, che vi è incappato per la terza volta in cinque anni. In particolare, ha precisato la Federazione europea, sono state riscontrate in quest'ultimo caso forti analogie con il precedente, rilevato nel 2013, quando la società fu punita con un anno di bando dalle competizioni.

Arsenal, un giovane in più: presa una nuova promessa 10 Gennaio 16:39

Altro colpo in prospettiva dell'Arsenal. Sempre molto attenti al mercato dei giovani talenti, i 'Gunners' di Arsene Wenger hanno messo le mani sul 20enne difensore Cohen Bramall, proveniente dal Hednesford Town club che milita nella Northern Premier League Premier Division. Il giocatore si aggregherà alla formazione under-23 dei londinesi.

Cristiano Ronaldo felicissimo per il suo premio FIFA 10 Gennaio 16:30

"Stupefacente, veramente stupefacente". Cosi' ha reagito Cristiano Ronaldo dopo aver ricevuto dalla Fifa il premio "The Best" quale miglior giocatore del 2016. Anche se il portoghese colleziona i riconoscimenti individuali, "il 'Best' è organizzato per la prima volta, quindi è nuovo anche per me. Sono veramente felice, ho vissuto una serata fantastica", ha detto CR7. Poi ha ammesso: "a essere onesto, ero fiducioso e pensavo di potermi aggiudicare il premio. Quando lavori sodo durante l'anno e poi vinci trofei collettivi ed individuali, provi un sentimento fantastico". Il portoghese, che già durante il gala aveva ringraziato famiglia, tecnici e compagni, e che ieri a Zurigo era insieme alla nuova fidanzata Georgina Rodriguez ha quindi ribadito che "quella del 2016 e' stata un'annata veramente stupefacente, da sogno, piena di emozioni fortissime. L'anno migliore della mia carriera? Penso di sì".

Arsenal, se rimane Wenger, allora Ozil può rinnovare 9 Gennaio 14:23

Per Mesut Özil si parla nell'ultimo periodo di rinnovo di contratto con l'Arsenal. Il 28enne centrocampista tedesco di origina turca, vedrà scadere il suo contratto con in 'Gunners' nel giugno del 2018. Secondo quanto riportato però dall'edizione online del tabloid britannico 'Mirror', il giocatore avrebbe risposto come condizione per il prolungamento di contratto, la permanenza anche del tecnico Arsene Wenger. L'allenatore francese, andrà in scadenza a Giugno: la dirigenza del club inglese gli ha già proposto un biennale, ma l'ex trainer del Monaco non ha ancora dato la sua risposta, in attesa di vedere quale sarà l'andamento della squadra nei prossimi mesi.

Villarreal quasi in paradiso, per il Barça rimedia Messi 9 Gennaio 14:20

Il 2017 continua a dimostrarsi poco amico del Barcellona, che riesce solo nel finale a conquistare un pareggio sul campo del Villarreal dopo la sconfitta a Bilbao in Copa del Rey. Lionel Messi ha tirato fuori dal cilindro una punizione imprendibile al 90' che ha consentito di riequilibrare i conti sull'1-1 dopo la rete di Sansone ad inizio ripresa. Il Real Madrid, dopo 17 giornate, è avanti di cinque punti sui catalani e deve anche recuperare una partita, ma al secondo posto ora c'e' il Siviglia, a -4 dai blancos. L'Atletico Madrid e' quarto a 4 punti dal Barcellona, mentre il Villarreal è quinto.

Derby perso col Tottenham: Conte e il rumore dei nemici 5 Gennaio 14:00

Le dichiarazioni di Antonio Conte, al termine di Tottenham-Chelsea 2-0: "Bisogna essere contenti perché abbiamo fatto una striscia di 13 vittorie e in questo campionato non è facile. Adesso continuiamo a lavorare. Arriviamo dal decimo posto dell'anno scorso, i giocatori sono quasi gli stessi. Rumore dei nemici? Nessuno pensava che fossimo così in alto, è normale quindi dare fastidio a qualcuno. Quest’anno Chelsea fa parte di quelle squadre che non dovevano lottare per il titolo: l'allenatore è nuovo, i giocatori gli stessi, il mercato non era soddisfacente. Il fatto che siamo dove siamo dà fastidio a qualcuno. Ma noi vogliamo continuare a dare fastidio. Rinforzi? È sempre molto difficile trovare soluzioni buone, soprattutto a gennaio. Ho parlato con la società e cerchiamo soluzioni, sapendo che non è semplice. Se c'è la possibilità faremo qualcosa, altrimenti faremo con questa rosa o qualche ragazzo dell'Academy".

Premier, la grande rimonta dell'Arsenal - Oggi il derby 4 Gennaio 12:45

Da 3-0 a 3-3. L'Arsenal rimonta e si salva sul campo del Bournemouth con un gol al 92' di Giroud festeggiato mostrando i tacchi e mimando la rete dello 'scorpione' segnata contro il Crystal Palace ed eletta dalla critica come la più bella del 2017. E così, in uno dei posticipi della 20' giornata della Premier League inglese, i Gunners sono riusciti a rimontare tre gol, ma hanno fallito l'operazione aggancio al secondo posto in coabitazione col Liverpool. Per Alexis Sanchez e compagni la distanza dalla vetta della classifica è di 8 punti dal Chelsea di Antonio Conte che questa sera sarà impegnata nel derby londinese contro il Tottenham. Negli altri due match giocati ieri sera nel massimo campionato inglese, il Watford di Mazzarri perde sul campo dello Stoke City 2-0, mentre il Crystal Palace cade 2-1 tra le mura amiche contro lo Swansea.

PSG, ecco Draxler, l'obiettivo Juve di un anno e mezzo fa 3 Gennaio 18:16

Dunque è ufficiale: Julian Draxler al Paris Saint-Germain con un contratto fino al 2021. L'annuncio è avvenuto in grande evidenza sul Sito del Club francese, che ha prelevato il 23enne nazionale tedesco dal Wolfsburg.

"Sono molto felice - ha commentato il centrocampista offensivo, già campione del mondo a Brasile 2014 - Per la prima volta nella mia carriera scoprirò un nuovo Paese, un nuovo campionato e sono molto fiero di compiere questo passo in un club che si sta affermando come punto di riferimento in Europa e negli ultimi anni ha ingaggiato un sacco di grandi giocatori. Farò del mio meglio per aiutare il Psg a vincere trofei e a continuare a crescere".

Outing Guardiola: "Non allenerò ancora per molto tempo" 3 Gennaio 10:36

"Non allenerò per molto tempo ancora. Non starò in panchina fino a 60 o 65 anni": così il tecnico del Manchester City Pep Guardiola in un'intervista alla Nbc dopo la stentata vittoria dei suoi contro un non irresistibile Burnley per 2-1. "La mia carriera sta per finire - ha spiegato il tecnico - aggiungendo che in futuro, anche se non propriamente immediato, bisognerà cercarlo "su un campo da golf". L'allenatore spagnolo ha confermato che resterà ai City per i tre anni di contratto, e "forse anche di più" ma ha sottolineato che la sua carriera "sta per finire".

Il Liverpool pareggia, Chelsea a +5 prima del derby col Tottenham 2 Gennaio 19:18

Pareggio del Liverpool, ritorno alla vittoria dei City negli anticipi della 20' giornata di Premier League inglese. I Reds non sono andati oltre il 2-2 sul campo del Sunderland, dopo essere andati per due volte avanti. La testa della classifica è adesso lontana 5 punti, ma il Chelsea deve ancora giocare (lo farà mercoledì sera nel derby in trasferta contro il Tottenham). Sorridono invece i Citizens che hanno dovuto faticare non poco per superare un coriaceo Burnley (alla fine è 2-1), anche perchè per oltre un'ora hanno dovuto giocare in dieci per l'espulsione di Fernandinho. Negli altri due incontri del pomeriggio, tris dell'Everton sul Southampton e 3-1 del West Bromwich in rimonta sull'Hull City.

L'ultimo derby 2016 non poteva che essere l'Old Firm 31 Dicembre 15:23

I Rangers oggi ci hanno sperato davvero. Passati ben presto in vantaggio, davanti al loro pubblico, nel giorno della commemorazione dei propri tifosi morti allo stadio nel 1971. i Gers hanno pensato davvero di poter vincere l'ultima battaglia-derby dell'anno del 2016 dopo aver perso sia in Campionato che in Coppa di Scozia. E invece no. La "Solita" rimonta Celtic ha portato i biancoverdi, ormai certi del titolo, ad imporsi 2-1. Celtic dunque primo in Campionato con 58 punti, mentre i Rangers restano secondi a quota 39.

Ancelotti stuzzicato da Mattheus: rischia di essere uno "zimbello" 31 Dicembre 10:56

Ancelotti e il Bayern Monaco sarebbero lo zimbello di Germania se dovessero fallire nella corsa al titolo in Bundesliga. E’ la provocazione di Lothar Matthaus, che a TZ lancia una stilettata alla sua ex squadra: “La risata sarebbe fragorosa in Germania se il Bayern non dovesse vincere la Bundesliga con la grande squadra che ha. Ancelotti fallirebbe nel fare qualcosa che Guardiola ha fatto passeggiando. Ecco perché ufficialmente la Bundesliga è il primo obiettivo stagionale del Bayern. Anche se penso che all’interno del club la vedano diversamente. Se tu garantissi il titolo al Bayern, loro opterebbero certamente per la Champions League”.

Spagna, a Gennaio grandi match in Coppa del Re 31 Dicembre 10:06

Nei primi giorni di gennaio, oltre agli ottavi di finale della Coppa Italia, avremo anche quelli di Copa del Rey in Spagna. Il torneo calcistico entrerà nel vivo e ci offrirà interessanti big match. Le squadre top della #Liga sono ancora tutte in corsa, ma qualcuna di queste uscirà anzitempo perché si troverà di fronte un’altra della Primera División. Le partite di spicco saranno Real Madrid-Siviglia e Athletic Bilbao-Barcellona. Ad aprire il programma sarà il Valencia dell'ormai ex Cesare Prandelli, che alle ore 19.00 di martedì 3 gennaio ospiterà il Celta Vigo al Mestalla. Contemporaneamente si giocherà il match Osasuna-Eibar. In serata, alle ore 21.15, toccherà all’Atlético Madrid scendere in campo. I Colchoneros di Diego Simeone saranno in trasferta a Las Palmas. Si giocherà allo stesso orario anche Deportivo La Coruña-Alavés. Nella giornata di mercoledì 4 gennaio avremo due incontri alle ore 19.00: Alcorcón-Córdoba e Real Sociedad-Villarreal. Il match cloud, però, sarà disputato alle ore 21.15 al Santiago Bernabéu, dove il Real Madrid di Zinédine Zidane, prossimo avversario del Napoli in Champions League, ospiterà il Siviglia di Jorge Sampaoli. L’ultima partita prevista per l’andata sarà al San Mamés tra Athletic Bilbao e Barcellona. Una trasferta non facile per i Blaugrana di Luis Enrique.

Immediata vigilia Liverpool-Man City: Klopp al miele su Pep 30 Dicembre 12:20

Domani si affronteranno per la prima volta in Premier League, nella sfida ad Anfield Road tra Liverpool e Manchester City, rinnovando i duelli tra Borussia Dortmund e Bayern Monaco, e Juergen Klopp spende parole al miele per il suo avversario, Pep Guardiola, sostenendo che l'allenatore catalano "merita rispetto" per la scelta di proseguire la sua "fantastica carriera" in un campionato così difficile. Intervistato dal 'Guardian', Klopp ha dichiarato: "E' arrivato qui senza pregiudizi. Avrebbe potuto scegliere qualsiasi panchina in un campionato più facile, è chiaro, ma pur potendo andare ovunque ha scelto di venire qui. Una scelta che merita rispetto".

Mosca vuole Luiz Adriano: Spartak vicinissimo 29 Dicembre 11:35

Luiz Adriano è sempre più vicino allo Spartak Mosca. È l'esito dell'incontro, avvenuto ieri a Rio De Janeiro, tra l'ad del Milan Adriano Galliani e l'agente dell'attaccante, Gilmar Veloz: grande ottimismo fra la parti. Il Milan non incasserà praticamente nulla dal trasferimento ma risparmierà più di 20 milioni di euro di ingaggio nelle prossime due stagioni a mezzo. Per sostituirlo il Milan sta pensando al prestito di Fabio Borini, giocatore del Sunderland che piace a Montella sin dai tempi della Fiorentina.

Straordinari Premier League: anche Liverpool-Man City 29 Dicembre 11:32

Attenzione. Sono in programma ben tre turni di Premier League in dieci giorni, dal Boxing Day al 4 Gennaio, e subito dopo i trentaduesimi di FA Cup. E infatti, con i posticipi del turno precedente appena conclusi, tutti sono già proiettati alla prossima giornata, ovvero la diciannovesima, che scatta domani con Hull-Everton e nel posticipo del sabato di fine anno, alle ore 18.30, propone l’affascinante Liverpool- Manchester City, la terza in casa della seconda divise da un punto, un big match che alla fine potrebbe favorire più di tutti il Chelsea di Conte, primo a +6 dai Reds e +7 sui Citizens. Ricordiamo che Liverpool- Manchester City sarà anche trasmessa in diretta tv Sky, canale SkySport1 per gli abbonati.

Globe Soccer, Dubai incorona CR7 e Mino Raiola 28 Dicembre 11:20

Il presidente della Fifa Gianni Infantino è stato tra i protagonisti dei 'Globe Soccer Awards', con Cristiano Ronaldo al terzo trionfo come miglior giocatore dell'anno. La motivazione con cui oggi è stato assegnato l'ennesimo riconoscimento a CR7 è che per lui "parlano i numeri, quest'anno è stato campione d'Europa sia con la Nazionale portoghese - che senza di lui non era mai riuscita a vincere una competizione internazionale - che in Champions League con il Real Madrid, con cui si è anche laureato campione del mondo". La festa al calcio degli Emirati ha quindi rispettato i pronostici, con Real Madrid e Perez a ricevere i premi per la migliore squadra e il miglior presidente. Fra i premiati anche Mohamed Salah, come miglior campione arabo di stanza in Europa. Come allenatore dell'anno è stato premiato Fernando Santos, ct del Portogallo che ha trionfato a Euro 2016. Un 'award' è andato anche al procuratore Mino Raiola per la mega-operazione che ha portato Pogba dalla Juve al Manchester United.

Swansea, dopo Guidolin salta anche Bradley 28 Dicembre 11:11

L'ex ct degli Usa Bob Bradley non è più l'allenatore dello Swansea, squadra gallese che gioca nella Premier inglese e sta lottando per non retrocedere. Arrivato nemmeno tre mesi fa al posto dell'esonerato Francesco Guidolin, Bradley paga il fatto che anche sotto la sua guida i 'Cigni' non siano riusciti a tirarsi fuori da una situazione difficile, visto che si trovano attualmente al penultimo posto. La sconfitta di ieri per 4-1 in casa contro il West Ham è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso e convinto i due proprietari dello Swansea, gli affaristi americani Jason Levien e Steve Kaplan ad allontanare il loro connazionale, sotto la cui guida sono arrivate 2 vittorie, 2 pareggi e 7 sconfitte. Ora per il nuovo tecnico si fanno due nomi, quello dell'ex 'stella' del Manchester United, e icona calcistica gallese, Ryan Giggs e del ct della nazionale dei Dragoni Chris Coleman.

Blitz Draxler: scatta ancora la legge del PSG 24 Dicembre 16:58

Colpo natalizio del Paris Saint Germain, che rileva dal Wolfsburg il trequartista della nazionale tedesca Julian Draxler per un corrispettivo che ammonterebbe a 47 milioni di euro. Draxler ha firmato con i campioni di Francia un contratto quadriennale. L'annuncio è stato dato dal club di Bundesliga, che ha pubblicato sul proprio sito una foto del giocatore sopra la laconica scritta 'arrivederci'. Giunto a Wolfsburg nel 2015 per 36 milioni dallo Schalke 04, l'attaccante non ha mai sfondato nella sua nuova società, segnando solo 5 reti in 36 partite di Campionato.

Steaua Bucarest: perde il nome e perde il derby con la Dinamo 23 Dicembre 12:22

È finita l'avventura della Steaua Bucarest, almeno come la conosciamo oggi. La società guidata da George Becali ha perso la battaglia legale contro il ministero della Difesa e sarà costretta a lasciare la Serie A per ripartire dalla quarta divisione. La giustizia romena ha deciso che Becali ha utilizzato illegalmente il nome "Steaua" per anni e adesso sarà costretto a lasciare la squadra e a pagare 37 milioni di euro di risarcimento danni per il nome di una società che nel 1947 era nata come compagine dell'esercito. Becali ha già presentato ricorso alla corte d'Appello, unico modo per evitare che finisca così l'avventura della Steaua Bucarest, almeno di quella attuale. La squadra dovrebbe rinominarsi "FCSB" e ripartire dalle leghe minori sotto la guida di Marius Lacatus, ex attaccante rumeno che ha giocato nella Steaua tra il 1983 e il 1990, vincendo anche la Coppa dei Campioni del 1986, per poi tornare in maglia rossoblu tra il 1993 e il 1999. Nel mezzo anche una stagione, quella '90-'91, giocata con la maglia della Fiorentina. "È finita, chiuderemo questa storia da domani - le parole di una fonte interna al club rumeno a ProTV -. Non possiamo usare il nome Steaua. Non so cosa accadrà, ora pensiamo alla partita contro la Dinamo". Partita poi persa 4-1 in Semifinale di Coppa di Lega romena.

Witsel-Juventus: Antonio Conte voleva fare il grande dispetto 22 Dicembre 12:27

Tra la Juventus e Alex Witsel il matrimonio si farà. Il giocatore belga ha scelto ad agosto la sua nuova destinazione e solo la forzatura di Mircea Lucescu ha fatto sì che Witsel non arrivasse a Torino già la scorsa estate. Adesso si apre il mercato invernale e la Juventus vuole provare a portare subito il centrocampista in bianconero, con sei mesi d'anticipo rispetto alla conclusione del contratto con lo Zenit San Pietroburgo. Si parla di cinque milioni di euro offerti alla squadra russa per liberare Witsel subito, una cifra che la Juve sembra essere disposta a spendere nonostante la possibilità di portare il giocatore a Torino a zero nel giugno 2017. Alex Witsel addirittura avrebbe già scelto anche il numero di maglia, ovvero il 28. Dall'Inghilterra, però, in particolare dalle colonne del "The Sun" arriva una curiosa notizia. Il Chelsea voleva inserirsi nella trattativa per portare a Londra il centrocampista belga. Proprio Conte stava provando lo sgambetto alla Juventus, inserirsi nell'affare per acquisire un giocatore di valore ad un prezzo irrisorio.

Rakitic-Barcellona: ormai è un caso - Giocatore sul mercato? 21 Dicembre 16:22

L'assenza di Ivan Rakitic nelle ultime tre partite ufficiali del Barcellona, nelle quali ha collezionato un solo minuto, è insolito e non rientra nella logica del turn-over operato dall'allenatore Luis Enrique. Escludendo i portieri, solo tre giocatori hanno vissuto una situazione simile a quella del croato: Aleix Vidal, che non rientra nei piani di Luis Enrique, Paco Alcacer e Mathieu Digne. Rakitic, dunque, rischia di diventare un caso spinoso per Luis Enrique: da centrocampista insostituibile, in breve, è divenuto una riserva di lusso. Negli ultimi tempi solo panchina per lui e la dimostrazione arriva dal fatto che, nell'ultimo impegno casalingo contro l'Espanyol, al posto di Denis Suarez è entrato in campo Rafinha Alcantara e non come previsto Rakitic. Fino alla sfida contro il Real Madrid, il croato era stato uno dei più impiegati da Luis Enrique. A cascata, le cose si sono tutt'altro che risolte.

Spagna, Coppa del Re: ok Piovaccari e Cerci 21 Dicembre 10:46

Due italiani protagonisti, nelle partite di ritorno dei Sedicesimi di finale della Coppa del Re. L'attaccante Federico Piovaccari, classe 1984, ha trascinato con una doppietta il Cordoba nel derby dell'Andalusia vinto in trasferta sul campo del Malaga per 4-3 (2-0 all'andata). Gli altri due gol sono stati realizzati da Pedro Rios. Assieme al Cordoba passa anche l'Atletico Madrid, nel quale trova spazio per uno spezzone di partita anche il redivivo Alessio Cerci, convocato a sorpresa da Diego Simeone - dopo i problemi alla cartilagine del ginocchio, che lo hanno tenuto lontano dai campi per diversi mesi - e gettato nella mischia contro il Guijuelo, squadra di II Divisione, battuta nel Calderon 4-1, dopo il 6-0 dell'andata.

Bundesliga: molto bene Amburgo ed Eintracht 21 Dicembre 10:44

Gol e sorprese, nei quattro anticipi della 16' giornata in Bundesliga, l'ultima prima della pausa invernale (si riprenderà a giocare il 20 gennaio 2017). Il Borussia Dortmund non è riuscito ad andare oltre l'1-1 in casa con l'Augusta. L'Amburgo ha battuto per 2-1 lo Schalke 04, l'Eintracht Francoforte ha calato il tris (a zero) in casa contro il Magonza; tutto questo mentre prosegue la crisi del Borussia Moenchengladbach, prossimo avversario della Fiorentina nei sedicesimi di Europa League, che è stato sconfitto in casa per 2-1 dal Wolfsburg.

Barcellona-Espanyol 4-1 nel derby, ma non solo...19 Dicembre 14:39

Oltre al 4-1 del Barcellona all'Espanyol nel derby del Camp Nou, negli altri incontri della giornata il Deportivo La Coruña ha avuto la meglio per 2-0 sull'Osasuna (Andone e Babel) mentre Leganes e Eibar hanno impattato sull'1 a 1 (Guerrero e Bebe). Il calendario attualmente recita il Real Madrid primo a 37 punti accumulati in 15 partite disputate, segue proprio il Barça con 34 punti (ma con una partita in più disputata). Segue distanziato di un solo punto il Siviglia, ormai confermatasi come terzo incomodo nel duello per conquistare la Liga.

Dopo il match odierno tra Athletic Bilbao e Celta Vigo, il campionato spagnolo si fermerà per la pausa natalizia e riprenderà il prossimo 6 di gennaio con il match tra Espanyol e Deportivo La Coruña. Il giorno seguente, il Real Madrid sarà impegnato nella trasferta (sulla carta agevole) in casa dell'Eibar, mentre per il Barcellona giocherà l'8 di gennaio in casa del Villarreal.

Il Ct Ventura: l'Italia deve andare ai Mondiali 19 Dicembre 14:27

"Il mio augurio per il 2017 ai tifosi italiani? Una Nazionale che si qualifichi ai Mondiali a vada a vincerli". Lo ha dichiarato Gian Piero Ventura, a Coverciano per un seminario di aggiornamento di giornalisti sportivi, nella conferenza di fine anno. "Vorrei che si formasse una squadra di giocatori che non siano solo di passaggio, ma possano far parte dello zoccolo duro spero di aprire un ciclo. Che voto darei finora? Ampia sufficienza per i risultati, per il resto c'é ancora molto da lavorare. Non parlo mai di campionato chiuso ma la Juve sta dando grandissime dimostrazioni, quindi parlerei di campionato socchiuso. Quando ho visto la Juve battere l'Atalanta dopo aver subito nel turno precedente un ko per 3-1 col Genoa ho avuto precise sensazioni. Contro l'Atalanta i bianconeri hanno sfoderato non solo la qualità dei loro campioni, ma orgoglio e voglia feroce di vincere. Questo vuol dire che quando serve, la Juve c'è e in questa 'cattiveria' si differenzia al momento dalle altre squadre di vertice".

Il Leicester rilancia sè stesso: pari di carattere dopo il trionfo sul City 18 Dicembre 11:08

Il Leicester insiste. Dopo i quattro gol a Pep Guardiola, ieri ha tirato fuori il carattere sul campo dello Stoke City dove, sotto di due gol fino al 73', ha trovato poi la forza di arrivare al pareggio nonostante fosse in dieci fin dal 28' per l'espulsione di Vardy. Quello conquistato ieri è per le Foxes un punto prezioso in chiave salvezza, viste le sconfitte di Swansea e Hull. Lo Stoke City è passato in vantaggio al 39' con un rigore realizzato dall'ex romanista Bojan Krkic, poi al terzo minuto di recupero il gol del 2-0 di Allen. Nella ripresa, il Leicester si sveglia, scosso anche dalla mossa di Ranieri che al 72' inserisce la coppia Ulloa-Gray al posto di Slimani e Albrighton. Due minuti dopo segna Ulloa, il cui colpo di testa supera la linea nonostante il tentativo di parata di Shawcross. Il 2-2 arriva allo scadere, con un colpo di testa di Amartey, alla prima rete con la maglia del Leicester.

Lipsia primo, Bayern Monaco permettendo 18 Dicembre 11:07

Lipsia di nuovo solo al comando, almeno per una notte, nel campionato tedesco. La matricola targata RB ha infatti battuto per 2-0 l'Herta Berlino con le reti di Werner e Orban. così ora i lipizzani sono al comando con 36 punti, a +3 sul Bayern Monaco che oggi gioca in casa del Darmstadt ultimo in classifica. L'Hertha rimane terzo a quota 27. Ha perso per 1-0 con l'Augsburg il Borussia Moenchengladbach, avversario della Fiorentina in Europa League.

Capello racconta, Inter raggirata nello scambio Cannavaro-Carini 16 Dicembre 17:49

Fabio Capello nel corso del programma "Collezione Capello" in onda su Fox Sport, ha rivelato un retroscena relativo alla vicenda legata al famoso scambio tra Carini e Cannavaro, andato in scena tra Juventus e Inter: "Un colpo da maestro fu l’acquisto di Cannavaro. Giocava all’Inter e dicevano avesse il ginocchio rotto. Fu Raiola a convincere Moratti a scambiarlo con Carini. Le due operazioni finirono nei verbali di Calciopoli: dalle intercettazioni emerse come Moggi forzò i calciatori a rompere i rapporti con i club. Si ricordano sgradevolissime frasi su Facchetti. Non una bella parentesi". Dunque a distanza di anni anche l'ex tecnico di MIlan, Roma, Juventus e Real Madrid ha confermato come dietro al passaggio di Cannavaro alla Juventus ci fosse l'intervento di Raiola e dell'allora triade bianconera, con Moggi che cercò di spingere sia l'ex calciatore del Parma che l'estremo difensore uruguaiano a forzare la mano per favorire lo scambio.Di certo non una bella pagina per il calcio italiano ed una macchia nella carriera del Capitano di quell'Italia che si sarebbe poi laureata campione del mondo nel 2006, battendo la Francia di Zidane ai calci di rigore.

Conte attento, la Cina vuole a tutti i costi Oscar 15 Dicembre 10:26

di Carmelo Catania

Entrata prepotentemente nel calcio che conta, la Cina continua a far parlare di se. Non stiamo parlando della cordata di investitori che sta rilevando il Milan, ma della Super League cinese.

Lo Shanghai SIPG di André VillasBoas, un altro già approdato nel calcio cinese, avrebbe offerto al Chelsea di Antonio Conte, circa 71 milioni di euro per il trequartista brasiliano Oscar, finito ai margini del progetto dei blues.

Per il giocatore si parla di un contratto di circa 20 milioni di euro l'anno. Cifra quasi irrinunciabile.

Tra l’altro, a fargli compagnia nello Shanghai, ci sarebbe anche il suo connazionale Hulk, già pagato 56 milioni con un contratto di 19 milioni annui.

Per l’ancora venticinquenne brasiliano, è arrivato il momento di scegliere. Soldi o carriera nei top club europei?

Prima di lui, la lista è lunga di coloro che hanno scelto il denaro facile piuttosto che restare in Europa. Uno degli ultimi della lista il nostro connazionale Pellè.

La Cina sempre più al centro del nuovo calcio, con un progetto che quasi sicuramente culminerà con l’assegnazione del campionato del Mondo di calcio.

Cristiano Ronaldo, il migliore di sempre secondo Zidane 14 Dicembre 12:55

"Al Real Madrid può venire qualsiasi altro giocatore, ma non riuscirà a fare quanto è riuscito a Cristiano Ronaldo. Non è esagerato dire che lui è il migliore della storia del Madrid. Giù il cappello davanti al suo quarto Pallone d'oro, e credo ne possa vincere altri". Se a fare questi complimenti all'asso portoghese è uno come Zinedine Zidane, attualmente suo allenatore al Real ma in passato fuoriclasse assoluto, si può star certi che sono sinceri. "Cristiano ha una motivazione tremenda - ha aggiunto Zizou a Yokohama, dove domani in Rela giocherà la semifinale del Mondiale per club contro i messicani dell'America -. Può giocare una semplice amichevole, ma vuole comunque vincere, e ciò vale perfino per le partitelle in allenamento".

Manchester United, Darmian vuole restare 13 Dicembre 11:44

Spesso accostato a squadre italiane sul mercato, l'esterno difensivo Matteo Darmian ha dichiarato al Sun: "Gioco in uno dei più grandi club del mondo e ne sono felice. Sento e leggo anche io le notizie di mercato riguardo un mio trasferimento altrove, ma non ne so niente. Io voglio rimanere qui".

Europa League, 16esimi duri per Roma e Fiorentina 12 Dicembre 14:39

Questo il quadro completo dei sedicesimi di finale di Europa League: Athletic Bilbao-Apoel Nicosia; Legia Varsavia-Ajax; Anderlecht-Zenit San Pietroburgo; Astra-Genk; Manchester United-St. Etienne; Villarreal-Roma; Ludogorets-Copenhagen; Celta Vigo-Shakhtar Donetsk; Olympiacos-Osmanlispor; Gent-Tottenham; Rostov-Sparta Praga Krasnodar-Fenerbahce: Borussia Moenchengladbach-Fiorentina; AZ Alkmaar-Lione; Hapoel Beer Sheva-Besiktaş; Paok Salonicco-Schalke 04.

Il tabellone completo degli Ottavi di finale di Champions League 12 Dicembre 12:33

Manchester City-Monaco

Real Madrid-NAPOLI

Benfica-Borussia Dortmund

Bayern Monaco-Arsenal

Porto-JUVENTUS

Bayer Leverkusen-Atletico Madrid

Paris Saint Germain-Barcellona

Siviglia-Leicester

Problemi Prandelli: è crisi vera a Valencia 11 Dicembre 15:06

Crisi nera per il Valencia allenato da Cesare Prandelli. I giocatori della squadra spagnola, di ritorno da San Sebastian dove avevano perso 3-2, sono stati insultati e minacciati all'uscita dal centro sportivo del club ieri notte. "La societa' e' vicina ai giocatori in questo momento difficile e condanna quella parte di tifosi che si e' lasciata andare a comportamenti ingiustificabili, ma che non rappresenta tutta la tifoseria", e' il comunicato del club. I giocatori hanno dovuto attendere l'intervento della polizia per lasciare la città sportiva valenciana, e all'uscita le macchine sono state colpite da calci e pugni Il Valencia e' quartultimo nella Liga, in piena zona retrocessione.

Come d'incanto torna il Leicester: proprio contro Pep 10 Dicembre 22:40

Come un ciclone, il Leicester si ritrova all'improvviso, e in appena 20 minuti spazza via il Manchester City e vince 4-2. Ranieri impartisce una lezione di calcio a Pep Guardiola che neppure a Antonio Conte settimana scorsa era riuscita così netta e indiscutibile. Senza se né ma, a conferma di una superiorità non solo nei numeri ma anche tecnico-tattica, di intensità e determinazione. Esattamente come Ranieri aveva chiesto alla vigilia alla sua squadra, trascinata da un ritrovato Jamie Vardy, uomo simbolo del riscatto delle Foxes. Una tripletta per interrompere un'astinenza al gol che durava da 10 partite. La prima perla arriva già al 3', quando Vardy supera Bravo con un diagonale. Il raddoppio al 6': assist di Slimani a King che dal limite disegna la traiettoria perfetta. Dopo un'occasione sprecata, è Vardy, sfruttando al meglio un assist di Mahrez, a segnare la terza rete. Nella ripresa terzo squillo di Vardy, poi allo scadere arrivano le reti di Kolarov su punizione e Nolito.

Osasuna-Barcellona 0-3: i blaugrana rialzano la testa 10 Dicembre 16:05

Con il minimo sforzo, il Barcellona ha ottenuto il massimo a Pamplona, contro l'Osasuna. La squadra di Luis Enrique, che ha ritrovato Andres Iniesta, nell'anticipo di pranzo della 15/a giornata della Liga ha vinto per 3-0 nella regione della Navarria. L'Osasuna, che occupa l'ultimo posto in classifica con 7 punti, ha resistito solo per 59', poi è stato trafitto dal gol di Luis Suarez, servito nell'occasione da Jordi Alba. Il raddoppio è stato firmato da Leo Messi al 27', ancora su assist dalla sinistra del terzino fluidificante; la stessa 'Pulce' argentina è stato autore del tris, dopo ripetuti dribbling, al 92'. Con questa vittoria, i blaugrana, in campo con un'inconsueta tenuta celeste, sono saliti a quota 31.

Real Madrid, Pepe può accettare offerte e accasarsi 10 Dicembre 10:36

Pepe potrebbe giocare ancora solo sei mesi con il Real Madrid. Il centrale portoghese è infatti in scadenza di contratto (30 giugno 2017) e già da gennaio è libero di poter firmare con un altro club. Il 33enne stopper ha sempre detto di voler terminare la carriera al Bernabeu ma anche fatto sapere, lo scrive oggi 'AS', di aver ricevuto diverse offerte, di cui "alcune irrinunciabili", come hanno spiegato al quotidiano spagnolo fonti vicine ai negoziati. Top secret i nomi dei club interessati ma secondo indiscrezioni ci sono squadre di premier e della Cina sulle tracce del giocatore.

Lunedì 12 Dicembre: il giorno del sorteggio 9 Dicembre 13:05

Si terrà il sorteggio degli Ottavi di Champions League 2016/2017. Tra le sedici squadre ancora in gioco ci sono anche Juventus e Napoli, entrambe qualificate come prime e, quindi, inserite nell'urna numero 1, la quale permette di disputare la gara di ritorno in casa. La compagine bianconera aveva già ottenuto il passaggio del turno due settimane fa a Siviglia e nella sfida di mercoledì scorso contro la Dinamo Zagabria si è assicurata anche il primo posto, mentre i partenopei hanno dovuto conquistarsi tutto nella trasferta vinta a Lisbona contro il Benfica per 1-2, grazie alle reti di Callejon e Mertens. Le regole del sorteggio sono le stesse degli ultimi anni, quindi agli Ottavi non potranno incrociarsi club della stessa nazionalità. Come già detto in precedenza, le due italiane si trovano in prima fascia e insieme a loro figurano Barcellona, Arsenal, Leicester, Atletico Madrid, Borussia Dortmund e Monaco, mentre nella seconda urna sono inserite Real Madrid, Bayern Monaco, Paris Saint Germain, Benfica, Porto, Manchester City, Bayer Leverkusen e Siviglia. Per Juventus e Napoli, quindi, il rischio di un ottavo duro è certamente difficile, visto che potranno evitare solamente le squadre incrociate già nei gironi. La compagine di Massimiliano Allegri, infatti, rischia di incontrare nuovamente i bavaresi, i quali eliminarono i bianconeri proprio lo scorso anno, ma non è escluso anche una riedizione della semifinale andata in scena due stagioni fa contro i 'blancos', quando fu la 'Vecchia Signora' a passare. Gli azzurri, invece, torneranno ad affrontare questo tipo di partita dopo cinque anni, quando l'allora squadra guidata da Mazzarri fu buttata fuori dal Chelsea. Le partite d'andata si giocheranno il 14-15 febbraio e 21-22, mentre quelle di ritorno 7-8 e 15-16 marzo 2017. La diretta tv sarà visibile su Premium Sport HD, visto che Mediaset possiede i diritti dell'intera Champions League e permetterà ai propri abbonati di assistere all'evento anche in streaming su tablet, pc e smartphone attraverso l'applicazione Premium Play. Il sorteggio, inoltre, sarà trasmesso anche in chiaro su Italia 1.

Zidane ridimensiona James Rodriguez e stuzzica l'Inter e non solo 7 Dicembre 11:22

"Per me lui resta un giocatore del Real, un giocatore importante, ma è anche vero che ora è un problema perché sta giocando poco". Con questa frase Zinedine Zidane ha confermato che gli spazi per James Rodriguez nello scacchiere del Real Madrid non ci sono. Zidane ha anche detto di "aver bisogno di tutti" ma un giocatore del livello di James, pagato 80 milioni di euro nell'estate 2014 dopo le grandissime prestazioni ai Mondiali in Brasile, non può giocare così poco.. Visto l'infortunio di Gareth Bale gli spazi per Rodriguez sembravano doversi aprire e una maglia da titolare per il fantasista colombiano sembrava garantito. Zidane, però, non è stato dello stesso avviso e ha deciso di affidare il ruolo di vice Bale a Lucas Vazquez. L'utilizzo ai minimi storici e le prestazioni poco convincenti portano James a pensare lontano da Madrid e il Real a non fasciarsi la testa qualora il numero 10 vada via, anche perché sarebbe un bel bottino da incassare. Qui si inserisce l'Inter, con una offerta da 60 milioni di euro per convincere Florentino Perez. Una cifra al ribasso, venti milioni di euro in meno rispetto alla cifra monstre pagata dalle Merengues al Monaco due stagioni fa. Una somma, però, che potrebbe fare gola al Real, soprattutto perché sarebbe da reinvestire sul mercato visto il forte interessamento per Aubameyang. Non solo Inter, però. La Juventus interessata a James Rodriguez e l'idea di acquistare un trequartista di altissimo livello è da sempre nella testa di Massimiliano Allegri.

Da Siviglia un'idea per la Juventus: la clausola di N'Zonzi 6 Dicembre 12:00

L'idea è maturata dopo l'ultimo 3-1 al Sanchez Pizjuan in Champions League: la Juventus avrebbe deciso di pagare per intero la clausola rescissoria di Steven N'Zonzi, centrocampista francese attualmente in forza proprio al Siviglia. La clausola di rescissione del centrocampista classe 1988 è pari a 30 milioni, suddivisibili in 2 tranche da 15 milioni da spalmare sul bilancio di due esercizi. Clausola che secondo le ultime indiscrezioni la Juventus avrebbe già comunicato al Siviglia che detiene la proprietà del cartellino del centrocampista francese, di voler versare nella prossima finestra di mercato di gennaio per portare N'Zonzi a Torino. Unica pecca il fatto che N'Zonzi avendo già disputato delle partite di Champions League con il Siviglia non potrebbe parteciparvi con la maglia bianconera in questa stagione, e rinunciare ad uno dei migliori centrocampisti proprio nelle partite più importanti non è cosa da poco e da sottovalutare. Cosa che non avverrebbe se come si diceva negli scorsi giorni la Juventus avrebbe concluso anche la trattativa con Yaya Tourè, centrocampista ivoriano del Manchester City, che non avendo giocato nell'ultima fase di Champions League neanche una partita con il suo club sarebbe, se acquistato dalla Juventus, eleggibile nella nuova lista per la prossima fase degli ottavi di Champions.

Il City perde due volte: dopo il 3-1 Chelsea, 4 giornate ad Aguero 5 Dicembre 20:17

Tegola per il Manchester City di Pep Guardiola che perde l'attaccante Sergio Aguero, squalificato per quattro giornate dopo l'espulsione rimediata per il brutto fallo su David Luiz sabato scorso durante Manchester City-Chelsea. Lo ha deciso la Football Association che ha fermato per tre turni anche Fernandinho, protagonista nel finale di un battibecco con il 'blues' Cesc Fabregas. Aguero nei mesi scorsi era stato squalificato per tre giornate (con prova tv) per una gomitata ad un avversario durante Manchester City-West Ham.

Tifosi Juventus: Paul Pogba si scusa 5 Dicembre 13:15

"Tutto può essere distorto": comincia così il messaggio che Paul Pogba ha postato sul suo profilo Facebook per chiudere il caso aperto dalla sua intervista di qualche giorno fa in Inghilterra. "A Manchester mi sento a casa, lontano da qui era come fossi in vacanza", aveva detto il centrocampista francese ex Juve e ora allo United Pogba sottolinea come "la Juve sia il club più importante della mia carriera professionale fino ad ora". "Qualche giorno fa mi è stato chiesto come mi sento nella città di Manchester, non si trattava del club", scrive Pogba. "Sono molto grato e felice per l'amore, la fiducia e l'opportunità che la Juventus mi ha dato. Hanno avuto un ruolo cruciale nel rendere me il giocatore che sono oggi Allo Juventus sono cresciuto e ho imparato molto, e sarò sempre grato per questo. la Juventus ha un posto speciale nel mio cuore, i tifosi, il club e la città. Mi hanno fatto sentire a casa, mi hanno sempre sostenuto e sono fantastici".

Dopo il pari nel Clasico, tonfo PSG in Ligue 1 4 Dicembre 06:45

Dopo le emozioni dell'1-1 nella Liga al Camp nou fra Barcellona e Real Madrid, nel calcio europeo ha fatto rumore la sconfitta clamorosa per il Paris Saint Germain a Montpellier. La squadra di Emery ha perso 3-0 in trasferta perdendo la possibilità di andare in testa alla classifica. Apre le marcature l'esterno Lasne al 42', il raddoppio arriva dopo poco, al 48', a inizio secondo tempo e porta la firma di Skhiri. All'80' Boudebouz la chiude definitivamente con la terza rete per il Montpellier. Il Psg rimane quindi a 35 punti, uno in meno del Nizza di Balotelli che, però, ha acora la sua partita da giocare, in casa con il Tolosa.

Una grande partita a Manchester, la vince Antonio Conte 3 Dicembre 16:09

Colpo del Chelsea di Antonio Conte che sbanca l'Etihad Stadium del Manchester City (1-3) nel big match del 14' turno di Premier e rafforza il primato in classifica. Sotto 1-0 a fine primo tempo per un autogol di Cahill, i Blues ribaltano il risultato nella ripresa con gol di Diego Costa, Willian e Hazard. Commovente la dedica in campo dei giocatori di Conte, brasiliani in testa, che hanno ricordato il Chapecoense, alzando al cielo le fasce di lutto portate al braccio. Nel finale parapiglia, espulsi Aguero e Fernandinho.

Niente Iniesta e Bale nel Clasico del Camp Nou fra Barça e Real 2 Dicembre 14:09

Domani gli occhi di milioni di tutti saranno puntati su Barcellona-Real Madrid, big-match valido per la 14' giornata della Liga. Le due squadre arrivano all'impegno in maniera certamente differente, visto che i 'blancos' guidano la classifica con 33 punti, hanno il miglior attacco e la miglior difesa, non hanno ancora perso un match in stagione. I catalani, invece, sono secondi con 6 punti di distacco e nelle ultime due partite disputate hanno raccolto solamente due pareggi. 'El Clasico' mette di fronte le due squadre probabilmente più forti del panorama internazionale. Zinedine Zidane dovrà fare a meno di Gareth Bale, il quale tornerà a disposizione solamente ad Aprile a causa di un problema alla caviglia già operata e punterà ovviamente molto su Cristiano Ronaldo, decisivo proprio l'anno scorso al Camp Nou con la rete del definitivo 1-2, dopo le marcature di Piquè e Karim Benzema. Dall'altra parte, invece, occhi puntati ovviamente su Lionel Messi, il quale dovrà trascinare la sua squadra e farla uscire da questo periodo non molto brillante; il tecnico blaugrana Luis Enrique schiererà la 'pulce' insieme a Neymar e Luis Suarez, ma dovrà ancora rinunciare ad Andres Iniesta, ancora fermo per un problema muscolare.

City-Chelsea: derby big boss fra Guardiola e Conte 1 Dicembre 13:23

Sabato 3 Dicembre ora di pranzo: imperdibile il big match tra il Manchester City e il Chelsea, confronto tra team dalle qualità impressionanti nel quale i Blues di Conte si presentano all’Etihad Stadium da primi della classe con un punto di vantaggio sui Citizens di Guardiola. Valida per la 14^giornata, la partita di Manchester si gioca alle ore 13:30 e sarà trasmessa in diretta tv dalla piattaforma satellitare Sky sul canale SkySport3. A seguire vediamo i possibili schieramenti in campo, analisi, precedenti e consigli per il pronostico. Reduce dal blitz in casa del Burnley (1-2), il City cerca il ritorno alla vittoria casalinga dopo i due consecutivi mezzi pasi falsi contro Southampton e Middlesbrough, match terminati entrambi 1-1. Guardiola senza gli infortunati Delph e Kompany. Il Chelsea proviene invece da sette vittorie di fila, l’ultima ottenuta a Stamford Bridge per 2-1 contro il Tottenham , e la difesa di Conte risulta essere la meno battuta del torneo (10 reti subite a pari merito del Tottenham). Indisponibili Zouma e Terry. Ecco le probabili formazioni:

Manchester City (4-2-3-1): Bravo; Zabaleta, Stones, Otamendi, Kolarov; Fernandinho, Gundogan; David Silva, De Bruyne, Sterling; Aguero. All.: Guardiola.

Chelsea (3-4-3): Courtois; Azpilicueta, David Luiz, Cahill; Moses, Kante, Matic, Alonso; Pedro, Diego Costa, Hazard. All.: Conte.

Garcia: da Roma a Marsiglia, ma non trova pace 30 Novembre 14:31

"La pazienza e i suoi limiti": titola così L'Equipe sul momento no dell'Olympique Marsiglia allenato dall'ex tecnico della Roma Rudi Garcia. Arrivato a ottobre per sostituire Franck Passi, Garcia non sembra aver inciso sulle sorti del club come atteso: l'OM è a 17 punti, nella seconda metà del tabellone della Ligue1, a 4 punti dalla zona retrocessione, viene da due sconfitte nelle ultime tre partite "L'Olympique e prima di tutti il suo allenatore Rudi Garcia chiedono tempo prima di essere giudicati", scrive L'Equipe, che ricorda anche tutti i proclami del tecnico francese in questo breve scorcio di stagione. Come quando dopo il 4-0 subito a Monaco disse: "Loro non hanno solo l'attacco più forte di Francia: hanno la squadra più forte d'Europa, più di Real e Barcellona...". O come la risposta al presidente del Marsiglia, lo statunitense Franck McCourt. "Dice che cambierà politica e non interverrà sulle scelte tecniche? Non cambia nulla, perchè sul mio lavoro non cambia nulla".

Real Madrid: Bale si opera, torna a Febbraio 29 Novembre 19:11

Gareth Bale è arrivato all'ospedale King Edward VII di Londra dove si sottoporrà ad un intervento chirurgico alla caviglia. Bale è giunto poco dopo le 14 accompagnato dai medici del Real ed ha incontrato il dottor James Calder che lo opererà. Il gallese è giunto questa mattina a Londra con un volo privato e potrebbe rientrare a Madrid questa sera stessa. L'obiettivo è fare in modo che Bale torni disponibile per gli ottavi di finale di Champions League a metà febbraio.

Il Chelsea continua a "puntare" Nainggolan 28 Novembre 12:40

La sessione invernale di mercato sarà decisiva per il futuro del centrocampista belga della roma, Radja Nainggolan. Il Chelsea ha dimostrato nuovamente un interesse nei suoi confronti, tanto da definirlo l'uomo giusto per il loro centrocampo. A Stamford Bridge, Nainggolan formerebbe la coppia mediana con il francese N'Golo Kante, spianando la strada per la cessione di Nemanja Matic al Manchester United dello "Special One" Mourinho, anche se non è un mistero il possibile inserimento della Juventus nella trattativa, visto che da diverso tempo arrivano segnali dalla dirigenza bianconera. A Torino, con le sue abilità, potrebbe essere impiegato in tutti e tre i ruoli del centrocampo bianconero, trattandosi di un giocatore in grado di trasformare palloni sporchi in ottime giocate. Ad ogni modo, l'ultima parola spetta alla Roma, che dovrà decidere se rinnovare il contratto adeguandolo ai 6 milioni richiesti dal calciatore, oppure cederlo per fare cassa.

Nuovo contratto: Pepe aspetta il Real Madrid 27 Novembre 12:18

"E' una decisione che spetta al club, devo attendere. Ho sempre detto che voglio restare a Madrid fino all'ultimo momento, ma bisogna aspettare". Così il difensore portoghese del Real Pepe nel dopo partita del Bernabeu contro lo Sporting Gijon, vinto 2-1 dal Real, ha risposto sul suo futuro contrattuale che scade a giugno prossimo.

Antonio Conte si tiene stretto il derby con i Gunners 27 Novembre 11:56

Queste le dichiarazioni di Antonio Conte al termine di Chelsea-Tottenham 2-1: "Quando vinci questo genere di gare, un derby speciale, bisogna esserne davvero felici. Da domani, è importante pensare alla prossima gara".

Premier League, Aguero salva il Manchester City 26 Novembre 15:30

In svantaggio dopo un quarto d'ora, il Manchester City ha rimontato e vinto 2-1 sul campo del Burnley grazie ad una doppietta, un gol per tempo, di Sergio Aguero.

Chelsea, Eva Carneiro: il calcio e il sessismo aggressivo 26 Novembre 15:28

In coincidenza con la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, celebrata ieri, un'altra testimonianza si aggiunge alla lunga lista di episodi di sessismo: è quella di Eva Carneiro, ex medico del Chelsea divenuta famosa per lo scontro con José Mourinho nell'agosto del 2015, che sfociò poi nel suo licenziamento e nella conseguente vertenza civile. La 43enne dottoressa originaria di Gibilterra ha rivelato infatti di essere stata vittima di numerose aggressioni verbali, di natura sessuale, ma anche minacce di morte. La maggior parte di esse via social network, ovvero su quegli spazi online che consentono libertà d'insulto nell'anonimato. La Carneiro ne ha parlato con il britannico "Daily Telegraph", nella sua prima intervista dopo il licenziamento dal Chelsea. Nelle parole della donna, la cui esperienza nei Blues era iniziata nel 2009, l'amarezza per aver dovuto constatare sulla propria pelle quanto nel mondo del calcio siano forti le discriminazioni sessuali, un virus duro ad estinguersi come il razzismo.

Venerdì europeo: assaggi in Francia e Spagna 26 Novembre 10:59

Un gol dell'ex milanista Yoann Gourcuff, su assist di Ntep, ha regalato la vittoria allo Stade Rennes sul Tolosa, nell'anticipo della 14' giornata di Ligue 1 (1-0). Il gol è arrivato dopo un solo minuto di gioco, ma è stato sufficiente alla squadra di casa che sale così al 4' posto.. Il Nizza capolista sarà in campo domani alle 17, in casa contro i corsi del Bastia. Intanto in Liga LlEibar procede a vele spiegate. Nell'anticipo valido per la 13' giornata, la squadra basca allenata dall'ex centrocampista José Luis Mendilibar ha strapazzato il Betis, sul terreno del Municipal de Ipurua, imponendosi 3-1. Fra le big oggi in campo il Real, in casa contro il Gijon, alle 16,15; il Barcellona giocherà domani sera (ore 20,45), sempre nei Paesi Baschi, a San Sebastian, contro la Real Sociedad.

L'Italia in Europa: Ranking a rischio 25 Novembre 16:28

di Carmelo Catania

Altro turno semi-disastroso per le italiane impegnate in Europa. Sono infatti ufficiali le eliminazioni di Inter e Sassuolo. Si complica inoltre il cammino anche per Napoli e Fiorentina. Bene solo Juventus e Roma.

Due vittorie, un pareggio e ben tre sconfitte. E’ questo il bilancio settimanale delle nostre portabandiera in Europa.

A farne le spese è il famoso Ranking Uefa, che ci vede, nel coefficiente stagionale, addirittura al quinto posto, dietro pure alla Francia, oltre che a Spagna, Germania e Inghilterra.

Complessivamente nel Ranking, che tiene conto delle ultime 5 stagioni, ci troviamo sempre al quarto posto davanti alla Francia e dietro all’Inghilterra.

Un quarto posto che l’Italia dovrà difendere con le unghie e con i denti dato che, con la prossima riforma, a partire dalla stagione 2017-2018 le prime quattro del ranking potranno portare in Champions quattro formazioni (CL 2018-2019), salvo cambiamenti improvvisi ( a molte nazioni non è andata giù la riforma).

Nel prossimo turno Napoli e Fiorentina non dovranno sbagliare.

Tottenham e Wembley: meglio White Hart Lane 25 Novembre 09:53

Wembley addio: l'uscita anticipata dalla Champions brucia in casa Tottenham a cui le partite casalinghe giocate a Wembley, in seguito ai lavori per il nuovo stadio, non ha davvero portato fortuna (1-2 col Monaco e 0-1 col Leverkusen). Da qui l'idea di tornare allo storico 'White Hart Lane' se la squadra, al momento terza nel Gruppo E di Champions, dovesse qualificarsi per l'Europa League. La terza e ultima partita della fase a gironi, una sorta di spareggio con il Cska Mosca (al momento dietro di un punto, quindi gli basterà non perdere) si giocherà ancora a Wembley, dove quest'anno in Champions ha sempre perso. "Per noi è meglio giocare a White Hart Lane", ha spiegato Moussa Sissoko, dando voce a uno spogliatoio che non ha nascosto la sua preferenza per tornare nel vecchio stadio, dove il pubblico si sente di più.

Ancelotti e il grande freddo Bayern dopo Rostov 24 Novembre 11:36

"Ora diventa gelido per Ancelotti" è il titolo con cui la "Bild" ha commentato la seconda sconfitta consecutiva del Bayern Monaco di Carlo Ancelotti in quattro giorni: ieri, infatti, i campioni di Germania sono stati sconfitti per 3-2 in Champions League nel "gelo" di Rostov. Il tabloid evidenzia come "per la prima volta sotto la guida di Ancelotti, il Bayern abbia subito tre reti in un impegno ufficiale" e riporta poi la reazione dell'allenatore nel dopo-partita: "Devo assumermi la responsabilità e rimettere in carreggiata la squadra il più presto possibile". Ma viene anche sottolineato che l'ampia rotazione dei giocatori decisa dal tecnico "non ha veramente funzionato". Il momento difficile dei bavaresi ha creato anche qualche malumore fra i giocatori. Sempre la "Bild" riferisce dello sfogo di Jerome Boateng, il quale ha parlato di "disgregazione" sul campo, e la reazione di Karl-Heinz Rummenigge che, a sua volta, ha invitato il difensore a "tornare sulla terra" e ad abbassare i toni.

Leicester: la favola-Champions dopo la favola-Premier 23 Novembre 11:41

Dopo la qualificazione agli Ottavi di Champions con un turno d'anticipo, Claudio Ranieri chiede al suo Leicester di risalire anche in Premier League. "Il sogno continua", titola il Times che sottolinea come per i tifosi delle Foxes si annunci un "inverno di sorrisi", in attesa dei prossimi impegni in Europa. L'ascesa del Leicester è ancor più sorprendente se - ricorda il Guardian - esattamente otto anni fa le Volpi vincevano 2-1 sul campo dello Scunthorpe, conquistando la vetta della League One, la terza divisione inglese. "Siamo ancora in viaggio, non so bene dove ci troviamo, ma siamo entusiasti - è stato il commento di Ranieri - E' semplicemente incredibile aver vinto il girone. Sono molto contento e orgoglioso. Ma adesso è importante tornare con la testa alla Premier League perché siamo vicini alla zona retrocessione. Dobbiamo giocare in campionato con la stessa intensità che abbiamo nelle notti di Champions".

Nazionale inglese: Southgate verso la conferma 22 Novembre 13:35

Gareth Southgate, che finora ha ricoperto il ruolo di ct della Nazionale inglese 'a interim', dopo le dimissioni di Sam Allardyce presentate a settembre, verrà nominato ufficialmente selezionatore degli inglesi a fine mese. A determinare la decisione della Fa ci sarebbe, da un lato, la mancanza di allenatori in grado di occupare quel ruolo; dall'altro la bontà e il valore dei risultati ottenuti da Southgate da quando siede sulla panchina dei 'bianchi'. L'ufficializzazione arriverà dopo il colloquio con i vertici della Fa, Martin Glenn, Dan Ashworth, Howard Wilkinson e Graeme Le Saux. L'ex difensore della Nazionale inglese dovrebbe firmare un contratto di quattro, percependo circa 1,6 milioni di euro all'anno.

Fabio Capello: Messi è meglio, ma CR7 merita il Pallone d'Oro 22 Novembre 13:33

"Cristiano non è un genio come Messi, ma quest'anno merita il Pallone d'Oro": parola di Fabio Capello che di fuoriclasse se ne intende e che elegge Cristiano Ronaldo miglior calciatore dell'anno. "E' il miglior giocatore del Real Madrid e del Portogallo e ha vinto tutto", ha detto il tecnico italiano ospite di Fox Sports, interpellato sul premio che eleggerà il miglior giocatore del mondo. "Quest'anno ha vinto tutto - ha aggiunto l'ex allenatore di Real, Roma e Juventus - ha segnato un sacco di gol e mostrato una grande personalità".

Derby di Madrid: la lite fra Cristiano Ronaldo e Koke 21 Novembre 19:41

A margine di Atletico-Real 0-3 di sabato, lite tra CR7 e Koke, all’anagrafe Jorge Resurrección Merodio. Il centrocampista dell’#Atletico Madrid avrebbe insultato a lungo l’attaccante avversario, ma ciò che i due si sarebbero detti è saltato fuori soltanto parecchie ore successive al triplice fischio finale. Nel corso della partita, sul risultato di 1-0 per il Real Madrid, c’è un contatto nell’area dei padroni di casa e ne viene fuori un diverbio tra Cristiano Ronaldo e Koke. I due giocatori si sono sbracciati, arrivando fino ad un testa contro testa, che ha innalzato notevolmente la tensione in campo. Non sono mancate parole grosse tra loro, con i compagni di squadra che sono prontamente intervenuti per evitare che la situazione peggiorasse. Le telecamere hanno inquadrato i volti dei protagonisti e, dopo un’attenta analisi, è saltato fuori che Koke avrebbe apostrofato il suo avversario come un "maricón", ovvero omosessuale. Agli insulti sessisti, CR7 avrebbe ribattuto così: "Se ti becco in giro per Madrid vedi cosa ti faccio". Il campione portoghese, inoltre, avrebbe replicato con un appunto, sottolineando al rivale di essere maricón, ma con una quantità enorme di denaro, aggiungendo "cabrón", ovvero cornuto. Questo è ciò che sarebbe avvenuto in campo, sotto gli occhi di tutti, ma secondo alcune indiscrezioni il diverbio sarebbe proseguito anche lungo il percorso verso gli spogliatoi, a partita conclusa. Il dettaglio di quanto si sarebbero detti successivamente, però, non è dato saperlo. Dopo essere stati ambedue ammoniti dall’arbitro, chissà che non arrivino altri provvedimenti disciplinari per loro.

Valencia battuto e Prandelli fischiato nella Liga 21 Novembre 08:58

Accolto, meno di due mesi fa, con grande entusiasmo a Valencia, Cesare Prandelli sembrava l'allenatore giusto per rilanciare le sorti nella Liga della squadra col pipistrello sulla maglia. Invece dopo l'esordio vittorioso contro lo Sporting Gijon, 2-1, il Valencia di Prandelli non ha più vinto, mettendo insieme due pareggi e altrettante sconfitte. Così oggi dopo il pari in casa, 1-1, con il Granada il pubblico dello stadio Mestalla si è sfogato contestando squadra (ora 15' in classifica) e tecnico con ululati e sonore bordate di fischi. "Dobbiamo rimanere calmi - ha commentato Prandelli - anche se i tifosi se la prendono con te quando le cose non vanno bene. I nostri problemi non sono soltanto psicologici, ma di sicuro a mente sgombra si lavora meglio. Io sono il principale responsabile, e i miei calciatori non devono pensare in negativo. Non devono abbassare la testa, solo con il coraggio possiamo migliorare".

L'analisi Facebook di Roberto Beccantini parte dalla sconfitta del Bayern e dalla vittoria Real 20 Novembre 08:40

Nel sabato in cui Cristiano Ronaldo demolisce l’Atletico e il Barcellona senza Messi, Suarez e Iniesta fa 0-0 in casa con un Malaga in nove (ma allora: i giocatori o il gioco?); e sempre nel giorno in cui Wenger toglie dal sarcofago Giroud e acchiappa Mou per la coda (cambio azzeccato o formazione sbagliata?) e il Borussia Dortmund regola il Bayern di Ancelotti (che birra, mamma mia, che birra); ecco, la notte l’ha chiusa la Juventus di Moise Kean, il primo ragazzo del Duemila a esordire in serie A. Gran fisico, gran cresta, dodici minuti, un passaggio ricevuto da quei tirchioni di compagni, uno solo, e un angolo procurato.

La cronaca svapora in questo battesimo sul quale, per pudore, mi fermo. Se son rose, fioriranno: Raiola è un bravo giardiniere. Punto. Per la verità, è stato anche il sabato di Deportivo-Siviglia da 2-0 a 2-3. E martedì sera, Siviglia-Juventus. Il 3-0 inflitto al Pescara riassume e incarna la stoffa dei singoli, come documenta l’azione della rete di Khedira, la modestia degli avversari, crollati nel secondo tempo, e il massiccio turnover al quale, un po’ per scelta e un po’ per forza, Allegri era ricorso.

Il domicilio di Higuain, soprattutto con Mandzukic al fianco, si allontana sempre più dall’area, in puro stile Tevez o Dybala. Dettagli. Come la verve d Alex Sandro. Più significativa, se mai, la vittoria del Napoli a Udine. La doppietta di Insigne ha già fatto stappare bottiglioni di titoli: da «mago» in giù. Il calcio è metà scienza e metà riffa, non mi stancherò di ripeterlo. Con Higuain il Napoli non aveva mai vinto, in Friuli. Senza il Pipita (e senza Milik, senza Gabbiadini), avrebbe potuto imporsi di goleada.

Dimenticavo due cose. La prima: siamo alla periferia dell’impero, ma il gol di Hernanes è stato bello. La seconda: è stato l’ultimo derby al Vicente Calderon. Dal Manzanarre al Reno, di quel securo il Cholismo tenea dietro al baleno. Ma non più all’Alieno.

Il Lipsia vince ancora: il Bayern si gioca tutto a Dortmund 19 Novembre 16:50

Il Lipsia non si ferma più.Nell'anticipo della 11/a giornata di Bundesliga, la sorpresa del campionato va a vincere 3-2 a Leverkusen e si trova da sola in testa a +3 sul Bayern, costringendo la squadra di Ancelotti a fare bottino pieno oggi a Dortmund contro il nemico di sempre per non perdere il passo. La partita comincia male per gli ospiti, dato che il Bayer al 1' e' già in vantaggio con una rete di Kampl. Il pareggio viene solo dopo tre minuti su autogol di Baumgartlinger, ma prima dell'intervallo il Lipsia si trova ancora sotto per il gol di Brandl. Nella ripresa, Forsberg al 22' e Orban al 36' raddrizzano la situazione per la squadra rivelazione guidata dal finora sconosciuto Ralph Hasenhuettel.

Ligue 1: il Monaco vince e mette pressione sul Nizza 19 Novembre 09:48

Il Monaco vince 3-0 a Lorient nell'anticipo del 13/o turno di Ligue 1 e affianca in vetta il Nizza di Mario Balotelli, che andrà domenica in trasferta a st.Etienne. Chiuso il primo tempo sullo 0-0, il tecnico dei monegaschi Jardim ha fatto entrare in campo Falcao al 18'e un minuto dopo l'attaccante ha sbloccato il risultato, mettendo a segno la sua quinta rete stagionale. Tre minuti dopo ha raddoppiato Lemar, anche lui al quinto centro, chiudendo la sfida con la squadra fanalino di coda. Nel recupero, è arrivato il 3-0 firmato dal brasiliano Boschilia.Il Monaco è la squadra più prolifica del campionato francese, e di tutti i principali tornei continentali, con ben 39 reti realizzate finora, tre a partita e 14 in più (ma con una gara in più) rispetto al Nizza e al Psg, per ora terzo in classifica in vista del match casalingo con il Nantes.

Rischio Atletico Madrid: a meno 9 dopo il derby 18 Novembre 14:22

Il derby di Madrid accende il weekend europeo con una sfida già decisiva visti i sei punti di vantaggio del Real che ospita l'Atletico tentando di assestare il colpo del ko. Ma è un turno scoppiettante pure in Bundesliga. Anche il Bayern ha sei punti sul Dortmund che affronta in trasferta: per Ancelotti un assist da non perdere. In Premier League chiamata d'appello per lo United di Mourinho che riceve l'Arsenal. Da tenere d'occhio anche Athletic-Villarreal, Leverkusen-Lipsia, il derby turco ad alta tensione Fenerbahce-Galatasaray e quello italiano Mazzarri-Ranieri in Watford-Leicester.Nella Liga spagnola, Zidane, che ha perso Morata ma recupera Benzema, cerca il 29/o risultato utile consecutivo in Liga contro Simeone nel derby di Madrid ma ricorda che l'ultimo ko è stato proprio con l'Atletico. Le due squadre non si affrontano dalla finale Champions di Milano decisa ai rigori. Pochi problemi per il Barça che riceve il Malaga e ritrova un Messi motivato dal successo dell'Argentina. Spicca anche la sfida tra l'Athletic (in attesa del Sassuolo in Europa League) e il Villarreal. Imperativa la vittoria per il Valencia di Prandelli che ospita il Granada. Domani: 13 Deportivo-Siviglia, 16.15 Barça-Malaga, 20.45 Atletico-Real. Domenica 20: 16.15 Valencia-Granada, 18.30 Gijon-Real Sociedad, 20.45 Athletic-Villarreal.

Tornano tutti i Campionati, dopo le Nazionali 18 Novembre 14:19

Giocano tutte in trasferta le quattro protagoniste della Premier League, chiuse in due punti. Il big match si disputa all'Old Trafford con lo United che ha dato segni di ripresa ma dista 8 punti dalla vetta e ospita il lanciato Arsenal. Sarà anche un'incandescente sfida fra due tecnici che non si amano, Mourinho e Wenger. Più semplice il compito di Liverpool e Chelsea, come del City di Guardiola che continua a stentare (una vittoria in cinque gare). Delicata per Ranieri la sfida con Mazzarri visto che il Leicester ha ottenuto una vittoria in sei gare e annaspa ai margini della zona salvezza. Domani: 13.30 United-Arsenal, 16 Southampton-Liverpool, Crystal Palace-City, Everton-Swansea, Watford-Leicester. Domenica 20: 17 Middlesbrough-Chelsea.

GERMANIA. Gran galà della Bundesliga con la classica Dortmund-Bayern, delicata soprattutto per il Borussia. Sarà un duello del gol tra i super cannonieri Aubameyang e Lewandowski. Tenta di approfittarne il Lipsia co-capolista che ha però un impegno rognoso stasera in casa del Leverkusen. Degne di nota anche Wolfsburg-Schalke e Moenchengladbach-Colonia. Oggi: 20.30 Leverkusen-Lipsia. Domani: 15.30 Wolfsburg-Schalke, Moenchengladbach-Colonia, Augsburg-Hertha, 18.30 Dortmund-Bayern. Domenica 20: 15.30 Hoffenheim-Amburgo.

FRANCIA. Tornato sulla terra col ko di Caen dopo sei vittorie consecutive, il Nizza di Balotelli (6 gol in 6 gare) ha un esame interessante in casa di un St. Etienne discontinuo mentre Monaco e Psg non dovrebbero avere difficoltà a sbarazzarsi di Nantes e Lorient. Il Marsiglia di Garcia dal canto suo non può prescindere dalla vittoria ricevendo il Caen. Oggi: 19 Lorient-Monaco, 20.45 Lilla-Lione. Domani: 19 Psg-Nantes, 20 Rennes-Angers. Domenica 20: 15 Guingamp-Bordeaux, 17 Marsiglia-Caen, 20.45 St. Etienne-Nizza.

Negli altri campionati europei, in Olanda dopo la prima sconfitta della stagione il Feyenoord cerca riscatto ospitando lo Zwolle domenica alle 16.45. Mentre in Portogallo il campionato è fermo, in Russia il capolista Spartak riceve l'Amkar domenica alle 15. In Turchia emozioni e timori per l'ordine pubblico per il derby Fenerbahce-Galatasaray domenica alle 18. In Ucraina la Dinamo Kiev, avversaria del Napoli in Champions, ospita lo Stal domani alle 16.

Il DeutchDerby di Dortmund: il Bayern nello stadio giallo 17 Novembre 13:39

Sabato alle ore 18,30 andrà in scena il derby di Germania Bundesliga, tra il Borussia Dortmund di Thomas Tuchel e il Bayern Monaco di Carlo Ancelotti. Il Borussia è al 5' posto in classifica con 18 punti, ma il dato più rilevante riguarda i gol segnati, 25 in 10 partite sin qui disputate, meglio di qualsiasi altra squadra in Bundesliga, persino meglio proprio del Bayern che ne ha segnato uno in meno, 24, ma che però è in prima posizione in classifica, con 24 punti, avendo subito esattamente la metà dei gol subiti dal Dortmund. Ci si aspetta una partita abbastanza aperta, dove entrambe le squadre si esporranno al rischio delle avanzate avversarie pur di mostrare la propria qualità e superiorità in fase di attacco, possibile dunque che entrambe le squadre riescano ad andare a segno almeno una volta ciascuna. Tra i protagonisti della grande sfida, Pierre-Emerick Aubameyang, attaccante Gabonese che ha giocato in totale 157 gare in totale, mettendo a segno la bellezza di 94 reti, e anche 31 assist. In questo inizio di stagione poi ha collezionato più reti che presenze, con un totale di 11 gol in 9 partite disputate, di cui 4 sono arrivati tutti insieme nell'ultimo match contro l'Amburgo. Dall'altra parte l'altro grande top player è senza dubbio Robert Lewandoski, che in questa stagione ha collezionato 13 presenze tra campionato e Champions League ed ha trovato la via della rete per ben 11 volte. Inoltre con la sua Polonia, ha già messo a segno 7 gol, in 4 partite totali giocate di qualificazione ai Mondiali 2018.

Probabili Formazioni:

Borussia Dortmund: (4-1-4-1) Burki, Ginter, Sokratis, Bartra, Piszczek, Rode, Pusilic, Guerreiro, Castro, Dembelè, Aubameyang.

Bayern Monaco: (4-1-3-2) Never, Lahm, Hummels, Boateng, Alaba, Alonso, Robben, Kimmich, Vidal, Lewandoski, Muller.

Diretta televisiva: La diretta tv della gasa sarà trasmessa in esclusiva Sky, al canale 204 Fox Sport HD a partire dalle ore 18,25 di sabato 19 Novembre 2016.

Il derby televisivo di sabato fra Atletico Madrid e Real 16 Novembre 12:38

La 12' giornata di Liga propone il derby di Madrid tra Atlético e Real al Vicente Calderón. Appuntamento alle ore 20.45 di sabato 19 novembre. I Blancos di Zinédine Zidane sono al comando della classifica con 27 punti, frutto di 8 vittorie e 3 pareggi. Un po’ più staccati i Colchoneros di Diego Simeone, che occupano la quarta posizione con 21 punti, ottenuti con 6 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte. Del derby vuole approfittarne il Barcellona (25 punti), che ospiterà al Camp Nou il Málaga. Il derby della Capitale spagnola è difficile da pronosticare. L'Atletico Madrid è reduce dalla sconfitta sul campo della Real Sociedad (2-0) nel turno precedente, mentre il Real Madrid ha battuto in casa il Leganés (3-0). La stagione scorsa, il match d’andata è terminato 1-1 in casa dei Colchoneros, con gol iniziale di Karim Benzema (9’) e successivo pareggio di Luciano Vietto (84’). La gara di ritorno in casa dei Blancos finì 0-1, con Antoine Griezmann autore della rete decisiva (53’). Le due squadre di Madrid, però, hanno avuto modo di affrontarsi anche in altre competizioni. Ad Agosto la Supercoppa di Spagna vinta dall’Atlético per 1-0, mentre a Gennaio doppio confronto in Coppa del Re: 2-0 al Vicente Calderón e 2-2 al Santiago Bernabéu. Poi a Maggio la Finale di Champions League a Milano. Nei tempi regolamentari 1-1, con reti di Sergio Ramos (15’) e Yannick Ferreira Carrasco (79’). Poi ai calci di rigore trionfo dei Galacticos 5-3. Per il derby con il Real Madrid di sabato sera, la diretta tv sarà in esclusiva su Fox Sports HD, canale 204 di Sky. Gli abbonati alla pay-tv britannica avranno la possibilità di guardarla anche in streaming attraverso Sky Go.

Sponsor Barcellona: da Qatar Airways a Rakuten 16 Novembre 12:23

Quest'estate il Barcellona aveva prolungato fino al 30 Giugno 2017 il suo contratto di main sponsorhip, sponsorizzazione principale, con Qatar Airways. A partire dal 1' Luglio del prossimo anno, lo stesso Barça avra un nuovo marchio sulla maglia: Rakuten, Rakuten, azienda giapponese di commercio elettronico di Tokyo fondata nel 1997, Gli introiti per il Club catalano saranno fra i 50 e i 60 milioni a stagione.

Mario Balotelli da Nizza a S.Siro per Italia-Germania 15 Novembre 17:58

Mario Balotelli a San Siro per Italia-Germania. Lui ne ha tratto lo spunto per una analisi del suo momento a 360 gradi: "Prima del passaggio al Milan dovevo andare alla Juve ma poi ci furono alcuni problemi e non si realizzò il trasferimento. La seconda esperienza rossonera? Ha ragione Mihajlovic, l'ultimo anno non sono esploso solo per problemi fisici. Se vinco il campionato prendo un elicottero e volo sopra Nizza. Sono sempre stato un tifoso dell'Italia. Se Ventura mi chiamerà dovrò giocare come so".

Il derby di Madrid è il derby dei dettagli e degli episodi 15 Novembre 13:28

A pochi giorni dal derby di Madrid, in programma nel Vicente Calderon sabato 19 (ore 20,45) fra Atletico e Real, prende la parola Gabi Fernandez, capitano dei 'Colchoneros' guidati da Diego Simeone. In un'intervista a Marca, il centrocampista ammette quanto sia "inutile dire cosa significhi il derby per noi, per il Real Madrid, per la città e per l'intero Paese. Le ultime sfide fra noi e loro sono state decise da piccoli episodi, dettagli: speriamo di spuntarla noi questa volta". L'Atletico in classifica accusa un ritardo di 6 punti dai cugini, pertanto il match di sabato è quasi decisivo per le ambizioni nella Liga dei padroni di casa. "Se vinciamo saremo di nuovo molto vicini al Real e torneremo in piena lotta per il titolo - conclude il capitano Gabi -. Anni fa questo era impensabile, mentre adesso non ci sono più grandi differenze fra le due squadre. Siamo reduci da una sconfitta e cerchiamo il riscatto".

Atletico-Real: il calcio d'inizio mediatico è di Modric 14 Novembre 13:22

In attesa del calcio d'inizio effettivo, sabato alle 20.45, la prima dichiarazione della settimana sul prossimo derby di Madrid spetta al regista croato delle merengues. Dopo aver giocato 45 minuti con la Croazia nella gara contro l'Islanda, Luka Modric è tornato infatti a Madrid e tornerà ad allenarsi con il Real. Il giocatore si è detto pronto per il derby in programma il prossimo sabato: "Sto bene, sono pronto per il derby", ha detto il giocatore che dopo i minuti accumulati con la Croazia sta tornando lentamente al 100%.

Sabato il derby di Madrid: la Francia non crede in Zidane 13 Novembre 22:27

I media francesi e i bookmaker francesi hanno indicato nell'Atletico Madrid il vero favorito, con la quota di 1,83, per il derby in programma sabato 19 Novembre alle 20.45 al Vicente Calderon contro il Real Madrid. I colchoneros vengono indicati come più grintosi e con più soluzioni offensive nel derby madrileno di sabato sera. Tutto questo proprio in Francia, nonostante la presenza di Zinedine Zidane sulla panchina merengue.

Oggi in campo: fra gli altri CR7, Belgio e Olanda 13 Novembre 09:56

Alle ore 18.00 si disputano ben cinque partite valide per le qualificazioni a Russia 2018. Al Vasil Levski di Sofia si affronteranno Bulgaria-Bielorussia, entrambe appartenenti al Gruppo A. E' molto improbabile che una delle due riesca davvero a guadagnarsi il passaggio del turno poiché sono nello stesso girone di Francia e Svezia. Stesso discorso vale anche per la partita che si terrà alla medesima ora al GSP di Nicosia: Cipro-Gibilterra. Le altre tre partite delle 18.00 sono: Lussemburgo-Olanda, Ungheria-Andorra e Svizzera-Far Oer. Quest'ultime partite si preannunciano ricche di gol. Le restanti tre partite si disputeranno alle ore 20.45. Allo Stadio Re Baldovino di Bruxelles ci sarà Belgio-Estonia, una partita importante soprattutto per i padroni di casa che sono primi a punteggio pieno e vogliono potersi qualificare il prima possibile. Allo stadio greco Karaiskákis di Atene andrà in scena Grecia-Bosnia ed Erzegovina, match che conta per entrambe in quanto sono in corsa per la qualificazione. Infine, allo stadio Algarve di Faro va in scena Portogallo-Lettonia. Cristiano Ronaldo è chiamato a vincere per non perdere punti verso il primato della classifica.

Barcellona: Luis Enrique, il rinnovo può attendere 11 Novembre 14:15

Luis Enrique non ha fretta di rinnovare con il Barcellona. L'allenatore di origine asturiana - secondo quanto riporta la stampa spagnola - avrebbe dichiarato di voler parlare del possibile rinnovo con il club di appartenenza solo nell'aprile dell'anno prossimo, dunque "a tempo debito". 'Lucho' firmò il prolungamento di contratto con il Barca nel 2015, dopo avere vinto il 'triplete', Liga, Champions e Coppa del Re. Firmò fino al 2017, come annunciato all'epoca dalla stessa società blaugrana: nella prossima primavera, si saprà se continua la sua avventura sulla panchina del Camp Nou, oppure no.

Manchester United: 11 milioni di indennizzo per Schweinsteiger 10 Novembre 14:21

Era di dieci giorni fa la notizia della riammissione in squadra di Bastian Schweinsteiger, al Manchester United, dopo tre mesi di ostracismo da parte di José Mourinho; ora alcuni media tedeschi riferiscono che il club inglese sarebbe pronto a versare 11 milioni di euro al giocatore come indennizzo a fronte di una sua partenza anticipata rispetto alla data prevista, che sarebbe nel 2018. Il 32enne centrocampista tedesco, viene spiegato, rinuncerebbe a 7 dei 18 milioni previsti dal contratto, in cambio della libertà di potersi trasferire immediatamente in un altro club. L'annuncio del ritorno in squadra era stato spiegato da Mourinho come un'opportunità concessagli per raggiungere un migliore stato di forma in vista di una sua partenza a gennaio, piuttosto che una scelta per far fronte all'alto numero d'infortunati e volerlo davvero schierare in campo.

Dopo le polemiche di Milan-Juve, un premio per Rizzoli 9 Novembre 13:03

Nicola Rizzoli ritirerà il premio 'Giulio Campanati', che viene assegnato al miglior arbitro di Euro 2016: la cerimonia si svolgerà martedì prossimo, a San Siro, prima dell'amichevole Italia-Germania, ultima partita dell'anno solare 2016 per gli azzurri, per la quale al momento sono stati venduti oltre 10 mila biglietti. Al fischietto bolognese, che ha diretto agli Europei quattro partite, fra le quali la semifinale Germania-Francia, era stato assegnato lo stesso riconoscimento quale miglior arbitro ai Mondiali 2014, in Brasile.

Laval, Ligue 2: il nuovo tecnico è Marco Simone 8 Novembre 16:39

Marco Simone è il nuovo allenatore del Laval, Ligue 2 francese: lo ha annunciato il Club sul proprio sito internet, precisando che dello staff dell'allenatore italiano faranno parte il vice Andrea Liguori, Lilian Nalis, Guillaume Ravé e Stephane Osmond. Simone, che prende il posto dell'esonerato Denis Zanko, era libero dalla scorsa stagione, quando non era stato confermato dal Tours. Primo impegno, sabato prossimo in casa contro il Concarneau, in Coppa di Francia. In campionato, poi, sarà chiamato a risollevare la squadra dall'attuale terz'ultimo posto.

Il solito spaccone Ibra: il 25.000esimo gol? Solo io...7 Novembre 14:36

Il Manchester United rialza la testa e, nel caso di Zlatan Ibrahimovic, anche ironicamente la cresta. Il fuoriclasse svedese, autore ieri del gol numero 25mila nella storia della Premier League (il conto parte dal 15 agosto 1992 e il primo lo subì proprio lo United), ha così commentato la sua prodezza: "Sapevo che solo io avrei potuto segnare il gol numero 25mila del campionato...". Poi, più seriamente, ha sottolineato l'importanza per la sua squadra di creare occasioni: "In questo modo - ha assicurato l'attaccante, giunto anche a quota 400 reti in carriera - i gol prima o poi arrivano. E quel che conta è la vittoria del gruppo". Ieri, sul campo dello Swansea, i Red Devils hanno chiuso la pratica in meno di 35 minuti con una rete di Pogba e due di Ibra (la n. 25mila è stata la prima marcatura, al 21'); nella ripresa, il gol della bandiera dei gallesi per l'1-3 finale. Giovedì sera, dopo la figuraccia di Istanbul in Europa League (2-1 dal Fenerbahce), José Mourinho aveva strigliato severamente la squadra.

Ma questo non è il Mourinho che conosciamo 7 Novembre 11:02

Adesso ha battuto lo Swansea e allontana corvi e corvacci. Ma quello di Manchester appare un Mou decadente, lontano parente del pokerista sottile, sprezzante e vincente del Porto e dell'Inter. Ora al Manchester United guida la squadra di una società diversa da quella che ha reso i Red Devils quel grande team che era fino a qualche anno fa, che domina a livello di branding ma che ha perso lo spirito proletario d'un tempo, che spende tantissimo ogni anno ma si circonda di poche bandiere. Lui, a parte il continuo, infinito, botta e risposta con Wenger, sembra un Mourinho consapevole del ridimensionamento personale: non più un super vincente, bensì un guru scelto più per nome che per capacità. Pogba e Ibrahimovic li ha portati a casa, ma non stanno rendendo come vorrebbe la società. Sarà l'andamento delle prestazioni di questi due campioni a mascherare la fase discendente del grande Mou? La stagione è difficile, meglio cautelarsi con la stampa e non eccedere nelle provocazioni.

Ancelotti, solo un punto per il Bayern nel mirino del Lipsia 5 Novembre 18:08

Il Bayern Monaco deluso dal pari, nella 10' giornata della Bundesliga, e domani potrebbe subire l'aggangio in vetta alla classifica da parte dell'RB Lipsia che, alle 15,30, ospiterà il Magonza. La squadra allenata da Carlo Ancelotti è stata fermata sull'1-1 casalingo dall'Hoffenheim, fermandosi così a 24 punti, contro i 21 dei rivali dell'ex Germania est. Sul terreno dell'Allianz Arena, i bavaresi erano addirittura andati sotto al 16', per effetto del gol di Demirbay, ma i bavaresi hanno recuperato al 34', grazie a un autogol di Zuber. Altri risultati: Hertha Berlino-Borussia Moenchengladbach 3-0, Bayer Leverkusen-Darmstadt 3-2, Amburgo-Borussia Dortmund 2-5 (con quattro gol, più un assist, di Aubameyang), Ingolstadt-Augusta 0-2, Friburgo-Wolfsburg 0-3.

Zidane e la graticola Real Madrid: sono abituato alle critiche 5 Novembre 17:28

"Convivo con la critica da 30 anni ma il calcio sarà sempre così. Ognuno può pesarla come vuole ma certo io non faccio la squadra per accontentare un giocatore o un altro, perche' se un giocatore fa 10 partite oppure no, non sarà comunque mai contento del tutto. Lo so perche' sono stato giocatore anch'io". A Zinedine Zidane non sono andate giù le critiche post Varsavia, dove il suo Real, avanti di due gol ha rischiato anche di perdere ma a distanza di tre giorni dice di preoccuparsi solo della partita con in Leganes. "Mi sarebbe piaciuto aver giocato bene per tutti e 90' per dimostrare ai tifosi che sappiamo farlo, ma non posso controllare le critiche, quelle ci ci saranno sempre. Non sono preoccupato - ha aggiunto in conferenza - a me non piace prendere gol e tanto meno piace ai giocatori. Ma la difesa non riguarda solo 4 giocatori o il centrocampo, riguarda tutti e tutti possiamo migliorare. E comunque non stiamo andando male come qualcuno può pensare".

Guardiola incassa le scuse di Yaya e smussa gli angoli di Barcellona 4 Novembre 19:23

"Ho parlato con Mikel Arteta, lo conosco ed è impossibile che possa aver litigato con Messi. Lui ammira anche i giocatori del Barca. Prima i media hanno scritto che si trattava di Fernandinho, poi è spuntato, Arteta, chissà che adesso non tirino fuori un altro nome...": il tecnico del City, Pep Guardiola è tornato sul match di Champions di martedì scorso che avrebbe avuto un finale burrascoso tra il fuoriclasse argentino e l'assistente del tecnico catalano, oggi sulla panchina dei Citizens. Guardiola ha parlato alla vigilia del match di Premier contro il Middlesbrough. Il tecnico catalano ha affrontato poi anche la vicenda Yaya Tourè, dopo che il giocatore ivoriano ha oggi pubblicamente chiesto scusa a lui, ai compagni e al club: "Questa è una buona notizia per il club e per Yaya".

Il vero derby di Londra, ovvero Arsenal-Tottenham 4 Novembre 11:09

Tante squadre a Londra e tanti derby. Ma secondo Harry Redknapp, guru degli Spurs dal 2008 al 2012 e oggi Ct della Giordania, il vero derby di Londra è proprio quello di domenica alle 13.00 fra Arsenal e Tottenham. E' la gara clou dell'11' giornata di Premier League, anche se l'Arsenal continua a volare ed è prima dopo aver sistemato i problemi difensivi di inizio stagione, mentre il Tottenham è a tre punti dalla vetta ed è reduce da un pareggio casalingo con il Leicester e da una sconfitta sempre at home contro il Leverkusen in Champions League.

Un brutto derby in Germania finisce in aggressione 2 Novembre 16:07

Nel campionato regionale tedesco, alla fine di un derby fra due squadre di Braunschweig, città vicina ad Hannover, il portiere dell’Español è stato accerchiato da cinque tifosi avversari ai quali si sono uniti alcuni giocatori dell’Mtv2. Albert Mier, che dell’Español è portiere, allenatore e vicepresidente, nell’aggressione ha rimediato una frattura della mascella e lesione all’orecchio. Anche un sostenitore della sua squadra è accorso in aiuto: per quest’ultimo naso e costole rotte. È stato necessario l’intervento della Polizia che ha identificato e fermato gli assalitori.

Mou si ricrede: Schweinsteiger in gruppo a Manchester 31 Ottobre 16:12

Dopo quattro mesi di esilio, Bastian Schweinsteiger è tornato oggi ad allenarsi con la prima squadra del Manchester United. Lo riportano con grande evidenza i tabloid britannici ricordando che il 32enne centrocampista tedesco, dopo l'arrivo di José Mourinho, era stato costretto ad allenarsi con le giovanili o addirittura da solo, escluso dalla lista per l'Europa League e ovviamente mai convocato in campionato. Nella sessione di allenamento mattutino, l'ex Bayern Monaco è apparso disteso e sorridente mentre faceva esercizi con il pallone insieme a Wayne Rooney, che sembrava felice di vedere il ritorno in campo del compagno di squadra.

Il Chelsea si è ripreso del tutto: ok anche a Southampton 31 Ottobre 11:24

Continua a volare, il Chelsea di Antonio Conte, nella Premier League. I 'Blues', nel posticipo della 10' giornata, sono andati a vincere sul campo del Southampton per 2-0: hanno deciso i gol del belga Hazard, al 6', e del brasiliano con passaporto spagnolo Diego Costa, al 10' della ripresa. I londinesi hanno adesso 22 punti in classifica, uno in meno del trio di testa formato da Manchester City, Arsenal e Liverpool, due in più del Tottenham. Oggi si chiude il turno con la sfida fra Stoke City e Swansea, in programma alle 21. Ieri è finita senza reti anche Everton-West Ham, con gli 'Hammers' sempre nei bassifondi della classifica: sono sedicesimi al 10 lunghezze, contro i 9 dello Stoke.

Liga Spagnola: vincono tutte le grandi 30 Ottobre 11:08

Vittorie per Real Madrid, Atletico Madrid e Barcellona negli anticipi della 10' giornata di Liga. I blancos si sono imposti 4-1, grazie soprattutto alla tripletta di Cristiano Ronaldo tornato al gol (di Morata il 4' sigillo) che ha riportato in carreggiata i compagni dopo essere andati sotto. Vittoriosa anche l'altra squadra di Madrid, l'Atletico che ha steso il Malaga 4-2 mantendendosi a 3 punti dalla vetta in compagnia del Siviglia (fermato 1-1 dallo Sporting Gijon) a 21 punti. Hanno deciso le due doppiette di Carrasco e Gameiro. più sofferto (1-0) il successo del Barcellona che deve ringraziare Rafinha e che consente ai blaugrana di mantenersi a due punti dal Real.

Il Bayern vince ancora e conserva 2 punti sul Lipsia 29 Ottobre 19:05

Nella nona giornata della Bundesliga il Bayern ha battuto l'Augsburg per 3-1, dopo averlo eliminato in settimana dalla Coppa di Germania con lo stesso risultato. Nel primo tempo a segno Lewandowski e Robben, poi nella ripresa il secondo 'centro' per la doppietta del polacco e il gol della bandiera dei padroni di casa con Koo. La squadra di Ancelotti rimane così in testa alla classifica, sempre con due punti di vantaggio sul RB Lipsia che ha vinto2-0 sul campo del Darmstadt, con doppietta del subentrato Sabitzer. Bene anche il Friburgo: 3-1 in casa del Werder Brema. In classifica il Bayern è primo con 23 punti e +2 sul Lipsia. Terzo è l'Hertha Berlino che gioca domani in trasferta contro l'Hoffenheim e per ora rimane a quota 17.

Wenger-Zidane, il derby del Pallone d'oro: uno lo detesta e l'altro lo rivendica 28 Ottobre 20:03

In uno sport di squadra come il calcio non bisognerebbe dare così tanta importanza ad un premio individuale come il Pallone d'Oro. A criticare quello che a tutti gli effetti può essere considerato una sorta di Oscar del calcio è un decano come Arsene Wenger, da un ventennio tecnico dell'Arsenal. Wenger ha spiegato oggi che il premio che distingue ogni anno il miglior giocatore del mondo è stato "più volte in passato assegnato non in maniera oggettiva". Il calcio, ha aggiunto il tecnico francese, "è uno sport di squadra" e il premio "può dare alla testa dei giocatori che alla fine pensano più a quello che non alla squadra". Ben diversi invece i toni di Zinedine Zidane: "Cristiano Ronaldo è unico e merita chiaramente il Pallone d'Oro. So quello che ho visto tutto l'anno - le parole dell'allenatore francese, in conferenza stampa, alla vigilia del match di Liga contro l'Alaves - sappiamo tutti quello che ha fatto nel 2016, non solo a livello individuale, ma anche di squadra. E si merita il Pallone d'Oro, assolutamente".

Ligue 1 francese: tiene banco Nizza-Nantes 28 Ottobre 16:05

Dei cinque campionati maggiori, lo scarto più alto è in Ligue 1 col sorprendente Nizza di Balotelli che ha quattro punti sul Monaco e sei sul Psg. La capolista non dovrebbe fallire l'appuntamento casalingo col Nantes, mentre tutte le avversarie hanno impegni più consistenti. Il Monaco gioca in casa del St. Etienne, il Tolosa ospita un Lione in crisi. Il Psg è favorito in casa del Lilla. Buono l'impatto di Garcia sul Marsiglia che ora ha un esame interessante ospitando il Bordeaux.

Venerdi': 20.45 Lilla-Psg.

Sabato: 17 Tolosa-Lione, 20 St. Etienne-Monaco

Domenica: 15 Nizza-Nantes, 20.45 Marsiglia-Bordeaux

Luke Shaw e il dopo derby: "Deve darci fiducia in Campionato" 28 Ottobre 15:49

Dopo aver battuto 1-0 il Manchester City in Coppa di Lega, il difensore dello United e della Nazionale inglese Luke Shaw ha dichiarato, in vista della gara casalinga di domani con il Burnley: "E' stata una vittoria che ci ha dato tanta fiducia, adesso abbiamo bisogno di centrare un filotto di vittorie".

Schweinsteiger non gioca ma non infierisce 27 Ottobre 15:57

Prima del derby di Coppa vinto sul Manchester City, dalla Germania un certo Neuer aveva consigliato a Mourinho di dare una chance a Bastian Schweinsteiger nel momento di crisi del Manchester United. Mourinho non lo ha fatto e continua a relegare il tedesco negli spazi lontani dalla Prima squadra, ma Schweini non polemizza. Anzi. Su twitter ha postato dopo l'1-0 dello United sul City: "Derby win! Great job!".

Il City non raddoppia nel derby e perde dallo United in Coppa di Lega 27 Ottobre 10:28

Josè Mourinho ha consumato la propria vendetta. Il 'suo' Manchester United ha battuto per 1-0 il Manchester City di Pep Guardiola, accedendo così ai quarti di finale della Efl cup, la Coppa di Lega inglese. E' bastato un gol di Juan Mata, realizzato al 9' della ripresa, ai 'Red devils' per piegare i 'Citizens' e cancellare lo 0-4 subito in campionato contro i 'cugini'. Ko Antonio Conte con il Chelsea, che si arrende per 2-1 in uno dei tanti derby di Londra contro il West Ham United, che passa ai quarti. Di Kouyate, Fernandes e Cahill per i 'Blues', i gol che decidono il match. Passa il turno, invece, il Southampton, che supera 1-0 il Sunderland con una rete di Boufal. Questo il sorteggio dei quarti: Manchester Utd-West Ham, Liverpool-Leeds, Hull City-Newcastle, Arsenal-Southampton.

L'Espanyol beffa il Barcellona nel derbi catalano valido per la Supercoppa 26 Ottobre 11:56

Privo di dieci titolari, il Barcellona domina ugualmente il derby con l'Espanyol, ma sono gli avversari a segare. Il gol di Caicedo a dieci minuti dalla fine ha regalato la Supercoppa di Catalogna proprio all'Espanyol. Quique Sanchez Flores ha fatto meno turnover rispetto al Barcellona e alla fine ha avuto ragione. La prima edizione della Supercoppa Catalana l'aveva vinta nel 2014 il Barcellona. Ieri vittoria dell'Espanyol.

EFL Cup: le prime 5 qualificate, il Liverpool c'è - Oggi il derby 26 Ottobre 09:40

In attesa del derby di Manchester si sono giocate le prime 5 gare degli Ottavi di finale della Coppa di Lega inglese. Tra le qualificate ai Quarti c'è il Liverpool che, grazie ad una doppietta di Sturrudge, ha eliminato il Tottenham. Le altre qualificate sono: Arsenal, Hull City, Leeds e Newcastle.

Championship: Walter Zenga esonerato dai Wolves 25 Ottobre 17:32

Walter Zenga non è più il manager del Wolverhampton. Fatale al tecnico italiano il brusco rallentamento nell'ultimo mese: un solo punto negli ultimi 5 turni di campionato. Sbarcato in Inghilterra lo scorso 30 luglio in sostituzione di Kenny Jackett, Zenga è stato licenziato dopo 14 giornate di Championship, dove i Wolves occupano il 18/o posto, a 4 lunghezze dalla zona retrocessione. Secondo i media locali, candidato alla sua successione è Marco Silva, vincitore con l'Olympiakos dell'ultimo campionato greco, nome in questi giorni spesso accostato alla panchina dell'Inter. Zenga lascia il Wolverhampton dopo 4 vittorie, altrettanti pareggi e 6 sconfitte, quattro delle quali arrivate nelle ultime cinque partite. Con quello di Zenga salgono a tre gli esoneri degli italiani d'Inghilterra in questa stagione, dopo quelli di Francesco Guidolin (Swansea) e Roberto Di Matteo (Aston Villa). E così, da sei la compagine degli allenatori nostrani si è ridotta a tre: Antonio Conte, Claudio Ranieri e Walter Mazzarri.

L'Athletic Bilbao si sente usurpato dall'Atletico Madrid 25 Ottobre 14:36

Javier Aldazabal, un segretario della Giunta Direttiva dell'Athletic Bilbao, nel corso dell’ultima assemblea dei soci infatti, ha lanciato un duro attacco all’Atletico Madrid. La società dei Colchoneros è stata fondata nel 1903 a Madrid da alcuni studenti baschi che volevano creare una società satellite dell’Athletic e da allora, il Club a mantenuto gli stessi colori sociali ed un logo molto simile a quelli del Bilbao, anche se nel corso degli anni sono stati apportati dei cambiamenti che rendono i due simboli riconoscibili, l'uno rispetto all'altro. Aldazabal ha spiegato: “Hanno usurpato il nostro nome, il nostro simbolo, i nostri colori. L’Athletic è un marchio, come lo è la Coca Cola, tanto che è impensabile fare un prodotto con tale nome da noi. Ci hanno preso tutto. il loro simbolo del 1910 era identico al nostro. Oggi una cosa del genere non si potrebbe fare, i marchi sono protetti. Dopo 100 anni di utilizzo pacifico da parte loro adesso sarebbe dura fare qualcosa”.

Pallone d'Oro: anche Buffon fra i 30 candidati alla vittoria 24 Ottobre 17:26

C'è anche Gianluigi Buffon, portiere della Juventus e della nazionale italiana, fra i 30 candidati al Pallone d'oro. Lo ha svelato il giornale France Football, indicando sul suo sito i primi cinque della lista ristretta: Aguero, Aubameyang, Cristiano Ronaldo, Bale e appunto Buffon. In giornata, FranceFoot svelerà gli altri 25 nomi. Oltre a Gigi Buffon, la Juventus è rappresentata nella lista dei candidati per il Pallone d'oro da Paulo Dybala, il più giovane dei nominati, e Gonzalo Higuain. Con i due argentini sono stati svelati da France Football i nomi del belga De Bruyne, dell'uruguaiano Godin e del francese Antoine Griezmann.

Derby: ok Bruges, Celtic e Liverpool Under 23 23 Ottobre 17:20

Il derby del Belgio fra l'Anderlecht favorito e gli eterni rivali del Bruges va proprio ai padroni di casa: Bruges-Anderlecht 2-1, con la squadra di Bruxelles che rimane due punti sotto la vetta della classifica.

Nel derby d'Olanda fra le due prime della classe, per l'Ajax sembrava tutto fatto, ma Kuyt centra l'1-1 a favore del Feyenoord capolista a 5 minuti dalla fine.

Nell'Old Firm d'andata della Semifinale di Coppa di Lega scozzese, il Celtic si è imposto 1-0 sul campo dei Rangers ancora con un gol di Moussa Dembele.

Campionato inglese Under 21, la Premier League 2 (1 Division), il derby di Prenton Park va al Liverpool che vince 2-0 e batte l'Everton capolista.

Calcio europeo, i derby della domenica in due nazioni 23 Ottobre 15:49

Celta Vigo a valanga, nella Liga spagnola, sul Deportivo La Coruna. Il derby della Galizia se lo è aggiudicato 4-1 il Celta che aveva già vinto l'amichevole estiva contro il Depor in Uruguay. In Olanda il derby sentitissimo fra Nec Nijmegen e Vitesse è finito 1-1 ma con forti recriminazioni degli ospiti raggiunti solo a due minuti dalla fine.

Sei gol del Montpellier al Monaco: Ligue 1 verso il derby di Francia 22 Ottobre 08:31

Gol e spettacolo, nell'anticipo della 10/a giornata Ligue 1: fra Monaco e Montpellier finisce 6-2. Gli ospiti erano passati in vantaggio con Boudebouz, al 9', ma sono stati raggiunti al 36' da Radamel Falcao. Monegaschi avanti con Mbappe al 4' della ripresa, ma raggiunti da Boudebouz - ancora in gol - al 16'. Jemerson al 19' ha riportato avanti i padroni di casa, Germain al 29' ha firmato il 4-2 e Lemar al 31' il 5-2. Traore, al 44', ha chiuso il 'set', per il 6-2 finale sul terreno dello stadio Louis II. Il Monaco adesso è secondo, a un solo punto dal Nizza capolista (23 contro 22), che domani (alle 17) se la vedrà in trasferta contro il Metz. Il Montpellier, invece, è 16/o, con 10 punti, come Bastia e Caen. Sempre domani, ma alle 20,45, l'esordio di Rudi Garcia, ex allenatore della Roma e da qualche giorno sulla panchina del Marsiglia, nel Parco dei Principi, contro il PSG di Unai Emery.

Napoli-Besiktas 2-3: l'analisi Facebook di Roberto Beccantini 20 Ottobre 09:05

Il problema non è solo tattico. Con Higuain, il Napoli partiva da 1-0. Con Milik, quasi. Non male, come stampella. Improvvisamente, la crisi. A Bergamo il polacco c’era ancora, e la sconfitta venne giustificata dalle ruggini di Champions. Con la Roma, il polacco non c’era più e il capro espitatorio fu Gabbiadini. Con il Besiktas, gli episodi hanno influito, certo, ma Gabbiadini era in panca, Mertens falso nueve sembrava il massimo e l’erroraccio di Jorginho non arriva da lontano. Senza dimenticare i due penalty, il primo dei quali parato da Fabri a Insigne, fischiato con eccessivo «zelo» da parte del San Paolo.

E così le sconfitte consecutive sono tre. Non credo che gli ottavi della Champions siano in pericolo, resta il «busillis» di una squadra che se non gioca bene, fatica. E se la fatica diventa psicologica, si perde. E perde. Come se l’infortunio di Milik le avesse sottratto il riferimento più sicuro: tanto, in caso di errore, ci pensa lui (o Higuain, prima di lui).

Dei nuovi, Sarri ha promosso solo Zielinski per scelta e Maksimovic per forza (k.o. di Albiol), e comunque non con i turchi. Abbia più coraggio. Diawara, per esempio: se non ora, quando? E non solo per un pugno di minuti. E Giaccherini.

Chiudo con gli episodi: primo rigore, netto; secondo, generoso; gol di Aboubakar in fuorigioco. Resta il gol annullato a Gabbiadini. Lo sottopongo agli studiosi del fuorigioco. Sul cross da destra, Marcelo, per anticiparlo, devia la palla sulla traversa (e Gabbio, in rovesciata, segna). Domenica pomeriggio, in Inter-Cagliari, su un cross da destra, Murillo, pressato, aveva svirgolato il cuoio e Melchiorri pareggiato. Assistente e giudice di porta non fecero una piega.

Gentile Fifa: chi ha ragione?

I tifosi polacchi, sempre temibili: arresti a Madrid 19 Ottobre 16:16

Otto feriti, fra cui tre agenti, e 12 arresti, è il bilancio degli incidenti a Madrid a margine della partita di Champions League tra il Real e il Legia Varsavia, disputata ieri sera. Gli ultras polacchi, noti per precedenti episodi di violenza, si sono scontrati con la polizia attorno allo stadio Santiago Bernabeu. Contro gli ultras è dovuta intervenire anche la polizia a cavallo. La partita è terminata con il successo del Real per 5-1.

Paura Fenerbahce: l'aereo verso l'Europa League atterra in Ungheria 19 Ottobre 14:57

Un aereo privato che trasportava la squadra del Fenerbahce a Manchester, in Inghilterra, ha eseguito un atterraggio di emergenza in Ungheria. Lo riferiscono i media turchi. L'aereo è stato dirottato su Budapest dopo che i piloti hanno notato crepe sul parabrezza della cabina. I giocatori del Fenerbahce erano in viaggio verso Manchester, dove domani sera devono affrontare lo United in un incontro di Europa League.

Premier League: parlano Rooney e Wenger 19 Ottobre 14:55

Wayne Rooney, portato in panchina da Mourinho nell'ultimo confronto di Campionato sul terreno del Liverpool, continua ad avere comunque fiducia nel progetto dei Reds: "Sono convinto che creseceremo e che al momento del dunque saremo anche noi in lotta per il titolo inglese". Dal canto suo, a propositi di miti della Premer, lo stesso Arsene Wenger, tecnico dell'Arsenal che ha raggiunto il City di Guardiola in vetta alla classifica, getta lo sguardo oltre l'orizzonte: "Spero di riuscire a trattenere a Londra sia Ozil che Sanchez".

Luka Modric rinnova: al Real Madrid fino al 2020 18 Ottobre 13:47

Il Real Madrid risponde ai rinnovi contrattuali del Barcellona è pronto a rispondere il Real Madrid. Non a caso Luka Modric, come si legge nel comunicato ufficiale diramato dal Club, ha messo la firma su un prolungamento con nuova data di scadenza il 30 giugno 2020. Domani, alle 13.30, lo stesso Modric comparirà in conferenza stampa presso la sala stampa del Santiago Bernabeu. Modric ha 31 anni e giocherà nel Real Madrid almeno fino all'età di 35 anni.

Un grande derby al San Mames: la classifica della Liga 17 Ottobre 09:00

Gol ed emozioni nel derby tra Athletic Bilbao e Real Sociedad: i padroni di casa conquistano i tre punti (3-2) grazie alle reti di Muniain, Aduriz e Williams che ribaltano il vantaggio iniziale di Zurutuza. Nel finale arriva anche il gol di Martinez. Con questi tre punti l'Athletic sale al quarto posto.

Classifica: Atletico Madrid, Real Madrid 18 punti; Siviglia 17; Barcellona 16; Athletic Bilbao 15; Villarreal 13; Las Palmas 12; Eibar 11; Leganes, Real Sociedad, Celta Vigo, Alaves 10; Malaga 9; Betis, Deportivo La Coruna 8; Sporting Gijon, Espanyol 7; Valencia 6; Osasuna 3; Granada 2.

Madrid detta legge: Real e Atletico segnano e vincono 16 Ottobre 09:44

Le due squadre di Madrid continuano a essere protagoniste della Liga. Ieri Real e Atletico hanno segnato 13 gol in due, battendo rispettivamente il Betis fuori casa per 6-1 (Zidane ricaccia indietro critiche e voci di esonero) e il fanalino di coda Granada per 7-1, e si confermano al comando del campionato con 18 punti a testa. Dietro, a quota 17, c'è sempre il Siviglia che oggi ha battuto il Leganes per 3-2, mentre il Barcellona è quarto con 16 punti. Nella partita dell'Atletico il mattatore è stato l'ex obiettivo di mercato della Roma Ferreira Carrasco, autore di una tripletta. Doppietta invece per l'argentino Gaitàn (entrato al 17' st al posto di Gameiro), mentre Correa e l'ex juventino Tiago hanno segnato un gol a testa. 'Mostruosa' anche la prestazione del Real sul campo degli andalusi del Betis. Soltanto un gol per Cristiano Ronaldo (su assist di Morata), assieme al quale nel tabellino dei marcatori compaiono Varane, Benzema, Marcelo e Isco (2).

Il Manchester City sbaglia i rigori e il Chelsea è a meno 3 16 Ottobre 09:43

Le parate dell'ex romanista Stekelenburg, che blocca i rigori di De Bruyne ed Aguero, regalano all'Everton il pareggio sul campo del Manchester City, a secco di vittorie da tre partite. Così ora la squadra di Guardiola, che oggi nella 'sfida delle panchine' ha fronteggiato l'ex compagno del Barcellona Ronald Koeman, è raggiunta dall'Arsenal (3-2 allo Swansea, nonostante l'espulsione di Xhaka) in vetta alla Premier League. L'Everton è andato in vantaggio al 64' con Lukaku, poi c'è stato l'assalto del City che ha segnato con Nolito, entrato appena un minuto prima e in gol con un colpo di testa su cross di David Silva. Dopo il trionfo sul Manchester City, passo indietro del Tottenham che spreca l'occasione di andare in testa alla classifica pareggiando 1-1 con il West Bromwich. Gli Spurs subiscono la rete dell'ex Chadli, che non festeggia, all'82' ma riescono a pareggiare all'89' dopo con Alli. Ora il Tottenham è terzo a 18 punti a -1 dalla coppia Manchester City-Arsenal. Ci sono poi Liverpool e Chelsea a 16.

Il Leicester abdica del tutto e il Chelsea rialza la testa 15 Ottobre 16:14

Grande prova di forza del Chelsea di Antonio Conte che, a Stamford Bridge, ha battuto 3-0 il Leicester di Claudio Ranieri. Le reti di Diego Costa al 7', Hazard al 33' e Moses all'80'. Vittoria fondamentale per il cammino dei Blues in Premier League, i londinesi ora si trovano a 16 punti, solo due lunghezze in meno della capolista Manchester City impegnato in casa con l'Everton. Conte scaccia, così, i fantasmi di esonero pendenti sulla sua testa, per Ranieri una battuta d'arresto pesante: il suo Leicester non è più quello della passata passata stagione.

Il Lione cade a Nizza e Balotelli può continuare a sognare 15 Ottobre 08:43

Nei due posticipi di ieri sera in Ligue 1 Nizza-Lione 2-0, mentre, il Tolosa ha vinto 3-1 contro il Monaco: vantaggio dei monegaschi con Germain (assist di Boschilla), poi le reti nella ripresa del Tolosa con Trejo e doppietta di Braithwaite a ribaltare la partita e a portare la squadra di casa al terzo posto a -2 proprio dal Monaco secondo in classifica in Ligue1. A guidare la classifica c'è dunque il Nizza che resta davanti a tutti a quota quattro. Anche in caso di Vittoria del Psg (oggi con 16 punti in classifica), il gap nei confronti delle inseguitrici non cambierebbe. Il Nizza di Balotelli può davvero sognare in grande...

Real Madrid, Zidane smorza le critiche: so di dover migliorare 14 Ottobre 17:42

"Non mi sono mai considerato un grande allenatore e mai lo penserò": cosi si è espresso Zinedine Zidane davanti alla critiche della stampa spagnola dopo la serie di quattro pareggi nelle ultime quattro partite del Real Madrid. "Cerco soluzioni, può succedere di tutto. Posso vincere la Champions, ma non penserò mai di essere il migliore allenatore, perché sono giovane e ho ancora molta voglia di imparare". Alcuni commentatori ritengono che Zizou possa giocarsi già la panchina domani nella partita di Liga contro il Betis, considerando che il Real deve assolutamente vincerla dopo i pareggi consecutivi di Campionato e Champions con Villareal, Las Palmas, Borussia Dortmund e Eibar.

Barcellona-Deportivo: Luis Enrique recupera Messi 14 Ottobre 13:43

"La bella notizia - ha dichiarato Luis Enrique alla vigilia della sfida casalinga del Barcellona contro il Deportivo La Coruna - è che Messi e Umtiti sono tornati in squadra e si allenano in gruppo da mercoledì. Domani decideremo quando iniziare ad impiegarli".

Claudio Ranieri cauto: contro i Blues non a pieno organico 14 Ottobre 13:12

Il Leicester è stanco e Claudio Ranieri pensa ad un'ampia rotazione alla vigilia della trasferta sul campo del Chelsea di Antonio Conte. Altro derby italiano in Premier League: allo Stamford Bridge si sfidano le ultime due regine del campionato inglese. Ma Ranieri con la testa è già proiettato alla terza giornata di Champions League, quando riceverà la visita del Copenaghen: una vittoria sui danesi potrebbe spalancare le porte degli Pttavi di finale. "Abbiamo giocato sette partite in 22 giorni - le parole di Ranieri - Dovrò certamente fare un po' di turnover. Dobbiamo pensare non solo alla partita contro il Chelsea, ma anche a quella di Champions, tre giorni dopo".

Sabato Chelsea-Leicester con Conte a rischio esonero 13 Ottobre 18:37

Antonio Conte è ad un passo dal clamoroso esonero: è questo il convincimento degli allibratori inglesi dopo l'improvviso, e inatteso, aumento di puntate sull'imminente licenziamento del manager italiano. Il divorzio tra Conte e il Chelsea era quotato 20/1, dunque altamente improbabile. Nelle ultime ore, a causa dell'alta mole di scommesse, gli allibratori locali sono stati costretti ad abbassare la quota a 9/2. Così da far risultare Conte il terzo favorito per il prossimo esonero in Premier League, dietro a Slaven Bilic (West Ham) e David Moyes (Sunderland). Dopo sette giornate il Chelsea si trova al settimo posto, staccato sei punti dalla capolista Manchester City, e sabato è atteso dalla gara casalinga contro il Leicester di Claudio Ranieri.

L'Arsenal capolista nella classifica degli stadi più redditizi 13 Ottobre 11:33

In Italia sono solo 3 i Club con uno stadio di proprietà in Serie A. Se ben gestiti, gli stadi di proprietà diventano vere e proprie fonti di reddito. Lo dimostra uno studio di Deloitte che stila la classifica dei 10 Stadi più redditizi d'Europa. Sul gradino più alto del podio spunta l'Emirates Stadium dell'Arsenal. Nella scorsa stagione, il club guidato da Arsene Wenger è riuscito a ricavare circa 132 milioni di euro grazie al loro impianto. Grazie a biglietti, attività commerciali, merchandising e molto altro, l'Emirates diventa il vincitore di questa speciale Top Ten.

La classifica completa: i 10 stadi più redditizi d'Europa

Arsenal (Emirates), 132 milioni di euro

Real Madrid (Bernabeu), 129, 8

Barcellona (Camp Nou), 116,9

Manchester United (Old Trafford), 114

Chelsea (Stamford Bridge), 93,1

Bayern Monaco (Allianz Arena), 89,8

PSG (Parco dei Principi), 78

Liverpool (Anfield), 75

Manchester City (Etihad), 57

Borussia Dortmund (Signal Iduna Park), 54,2

Premier League: prossimo turno, quote e pronostici 12 Ottobre 17:31

Il Leicester non è più quello dei miracoli, mentre il Chelsea ha appena rialzato la testa battendo l'Hull nell'ultimo turno di Premier League. Nella sfida tra Antonio Conte e Claudio Ranieri di sabato a Stamford Bridge, i bookmaker puntano sui Blues, nettamente favoriti sul tabellone Snai, dati a 1,57; si sale a 4,00 per il pareggio, mentre il blitz del Leicester (che non batte i londinesi in trasferta dal 2000) pagherebbe 6 volte la scommessa. In casa Manchester City, la cui corsa fino a due settimane fa sembrava inarrestabile, è arrivata una frenata con il pari in Champions con il Celtic e il ko a White Hart Lane contro il Tottenham. La squadra di Pep Guardiola può ripartire nella sfida di sabato contro l'Everton: a 1,45 il ritorno al successo dei Citizens, a 4,50 il pareggio e a 7,00 il "2". Il turno numero 8 di Premier si chiude lunedì con Liverpool-Manchester United. I Reds, in serie positiva, sono favoriti: a 2,05 il successo di Klopp, contro il 3,40 del pari e il 3,70 della vittoria di Mourinho.

Zurigo: da domani il dibattito sul Mondiale a 48 squadre 12 Ottobre 12:45

Il tema sul numero di squadre al Mondiale 2026, sarà al centro delle discussioni del Consiglio della Fifa che si riunirà domani e venerdì a Zurigo. Nel programma di candidatura del presidente Gianni Infantino figurava l'allargamento del Mondiale da 32 a 40 squadre. Ma recentemente, l'italo-svizzero ha ipotizzato una competizione con 48 squadre, 16 delle quali sarebbero subito estromesse con una gara secca di spareggio. Il presidente ha tuttavia precisato che la questione sarà discussa dal Consiglio senza prendere una decisione definitiva. Questa, infatti, dovrebbe essere adottata all'inizio del 2017, quando verrà avviata la procedura di candidatura per il Mondiale 2026. Sempre in tema Mondiali, ma per il 2018, il Consiglio dovrà approvare il regolamento della fase finale, oltre alle date in cui i giocatori dovranno essere messi a disposizione delle proprie Nazionali.

Real, i soldi non mancano mai: 400 milioni per il nuovo stadio 11 Ottobre 18:05

Durerà 4 anni e costerà 400 milioni di euro la ristrutturazione del Santiago Bernabeu, lo stadio del Real Madrid, uno dei più famosi del mondo. Il progetto è stato presentato oggi dal presidente del club Florentino Perez e dal sindaco di Madrid Manuela Carmena. I lavori dovrebbero iniziare nella seconda metà di quest'anno. Il 'nuovo' Bernabeu avrà un tetto semovente, che in un quarto d'ora potrà coprire tutto lo stadio. Le facciate saranno completamente trasformate grazie ad una 'pelle' d'acciaio e linee d''avanguardia'. Il complesso avrà anche un grande centro commerciale, mentre non è ancora chiaro se ci sarà un albergo di lusso come previsto nei piani iniziali, poi modificati nel negoziato con la nuova giunta comunale targata Podemos di Carmena. Lo stadio continuerà a chiamarsi Santiago Bernabeu, ma al nome dello storico ex presidente del club potrebbe essere aggiunto, ha precisato Perez, quello di uno sponsor, come già avviene per gli stadi di altri grandi club europei.

Infortuni: Sergio Ramos perde il derby di Madrid 11 Ottobre 07:56

Non solo Milik e Montolivo: anche lo spagnolo Sergio Ramos dovrà stare fermo a lungo, almeno sei settimane, a causa di un trauma al ginocchio riportato ieri sera nelle partita delle qualificazioni Mondiali contro l'Albania. Il difensore del Real si aggiunge così al centrocampista del Milan e all'attaccante polacco del Napoli Milik alla lista di giocatori che pagano un prezzo pesante agli impegni con le rispettive nazionali. Rientrato a Madrid, Ramos si è sottoposto ad esami che, a quanto ha reso noto il Real Madrid, hanno evidenziato "una distorsione di secondo grado al legamento collaterale mediale del ginocchio sinistro". Se il recupero avvenisse nei tempo previsti, Ramos non tornerebbe in campo in tempo per il derby con l'Atletico Madrid, previsto per il 20 novembre al Calderon.

Francia, 1-0 in Olanda, e Svezia ok: proprio gli orange in ritardo 11 Ottobre 07:46

Grazie a Pogba che con un gran tiro da fuori al 30' del primo tempo, complice un'indecisione del portiere ospite, regala alla Francia una importante vittoria in casa dell'Olanda nel big match del gruppo A delle qualificazioni europee, i Bleus vanno in testa alla classifica del girone a pari merito con la Svezia. Netta la vittoria degli scandinavi sulla Bulgaria, con le reti di Toivonen al 39' e del giocatore del Palermo Hiljemark al 45' pt e quella di Limdelof all' 13' st. La squadra di Andersson scavalca l'Olanda, ferma a 4 punti e che dovrà faticare per tornare a sperare nella qualificazione. In coda, Bielorussia e Lussemburgo hanno pareggiato 1-1 a Minsk. Classifica del gr.A: Francia e Svezia 7 punti, Olanda 4; Bulgaria 3; Bielorussia 2; Lussemburgo 1.

Il catalano Pique non ne può più della stampa spagnola 10 Ottobre 10:01

Gerard Pique, catalano a 360 gradi, difensore del Barcellona e delle Furie Rosse è accusato di aver tagliato dalla maglia della Nazionale le strisce coi colori della bandiera spagnola che bordano le maniche, nella partita di ieri vinta in casa dell’Albania per 2-0. Piquè per questi motivi, è stato spesso fischiato dai tifosi spagnoli. In questo caso è intervenuta la stessa Federazione spagnola, la Rfef, con una nota ufficiale. “La Federcalcio spagnola vuole mostrare il suo sostegno al nazionale spagnolo Gerard Pique per le polemiche sul taglio delle maniche lunghe della maglia nel match giocato contro l’Albania. Contrariamente a quanto indicato in alcuni commenti maligni secondo cui il giocatore avrebbe tagliato le maniche per evitare di indossare la fascia coi colori nazionali, la RFEF desidera chiarire che questa banda esiste solo nelle maglie con le maniche corte, e non nelle maniche lunghe, che è quella utilizzata da Piqué nel corso della partita. Il giocatore ha tagliato le maniche con il solo scopo di giocare più a suo agio". La stessa Rfef ha annunciato che le critiche hanno causato la decisione di Piquè di lasciare la squadra spagnola dopo il Campionato del Mondo russo: “Ho provato di tutto, ma non ce la faccio più. Oggi con le maniche è stata la goccia che fa traboccare il vaso. Sono riusciti a farmi perdere la gioia di venire qui e anche se dopo la Russia avrò solo 31 anni, me ne vado”.

Conte non ha dimenticato Lichtsteiner: il Chelsea per lo svizzero 8 Ottobre 16:18

Nella prossima sessione invernale di calciomercato, la Juventus potrebbe effettuare, oltre al centrocampista in entrata, qualche operazione in uscita e il nome di cui si parla maggiormente è quello di Stephan Lichtsteiner. Quest'ultimo è stato vicino a partire già ad agosto, precisamente all'Inter, ma la società bianconera non volle cederlo ad una rivale e difficilmente lo farà anche in futuro. Sul giocatore, però, ci sarebbe anche l'interesse del Barcellona e del Chelsea di Antonio Conte, grande estimatore dello svizzero.

Se potesse, Verratti tornerebbe in Italia, la Juventus lo sa 8 Ottobre 09:22

Marco Verratti si trova bene al Paris Saint Germain, ma tutto può succedere. Lo ha sottolineato proprio Donato Di Campli, l'agente del regista della Nazionale. Intervenuto al forum di 'Tuttosport' ha dichiarato: "Verratti non ha prezzo. Loro se vai con 100 milioni non ne hanno bisogno. Avevo detto di Matuidiche non lo daranno mai. E infatti non l'hanno dato. Cosa vi dico di Verratti? Che sta benissimo a Parigi e nel Psg, ma... vorrebbe vincere qualcosa di più importante del campionato francese. Una Champions per esempio o anche un campionato che sia qualcosa di più di quello francese. Marco lì si è ambientato perfettamente, ma nello stesso tempo non può stare senza vincere la Champions. Servirebbero anche delle garanzie tecniche. Credo che sia il segreto di Pulcinella che la Juventus lo segua, così come le più grandi squadre europee".

Barcellona, ancora problemi con il Santos, ma per Neymar 7 Ottobre 18:01

La procura di Madrid ha chiesto che Neymar sia processato, con il padre, il Barcellona e il club brasiliano del Santos per presunta truffa nella sua cessione ai blaugrana tre anni fa. La causa, su denuncia del fondo di investimento brasiliano Dis, allora proprietario del 40% dei diritti del calciatore, era stata archiviata in un primo tempo dal giudice della Audiencia Nacional José de la Mata. Un'altra corte ha però contestato l'archiviazione e ordinato la ripresa della procedura. La procura ha chiesto ora che De La Mata apra il procedimento contro Neymar padre e figlio e contro i due club. Di recente Barcellona e Santos hanno polemizzato per Gabigol all'Inter.

Wenger-Arsenal: sembra davvero l'ultima stagione 7 Ottobre 13:05

Da Patrick Vieira a Thierry Henry, i pretendenti non mancano. E' iniziata la lunga corsa per la successione ad Arsene Wenger che sembra stia affrontando la sua ultima stagione sulla panchina dell’Arsenal. Secondo il Mirror il manager francese, al ventesimo anno alla guida dei Gunners, non dovrebbe rinnovare il suo contratto in scadenza a Giugno. L’amministratore delegato dei londinesi Gazidis avrebbe fatto trapelare una certa dose di pessimismo nelle ultime ore, riguardo la permanenza dell’allenatore.

Atletico Madrid: Led biancorossi, nuovo stadio spettacolare 6 Ottobre 18:04

Non è ancora stato completato, ma il nuovo stadio dell'Atletico Madrid promette già di essere uno dei più spettacolari del panorama europeo. La Peineta, infatti, sarà il primo impianto a dotarsi della Philips ArenaExperience, un avveniristico sistema di illuminazione LED che farà splendere il terreno di gioco e le tribune di colori diversi. Lo Stadio si tingerà di bianco e rosso, i colori sociali del club, prima e durante le partite, e grazie alla nuova tecnologia è previsto un autentico light show ogni volta che verrà segnato un gol. Lo ha annunciato ai media il presidente dell'Atletico, Enrique Cerezo.

Fra 10 giorni il rientro di Leo Messi nel Barcellona 6 Ottobre 14:20

Leo Messi sta gradualmente riprendendosi dall'infortunio al legamento collaterale mediale del ginocchio sinistro rimediato lo scorso 21 Settembre e il suo ritorno in campo sarebbe vicino. Complice la sosta delle nazionali, la 'pulce' potrebbe tornare a disposizione di Luis Enrique per la gara interna che il Barcellona disputerà contro il Deportivo La Coruna sabato 15 Ottobre. Lo riportano oggi i media spagnoli aggiungendo che il fuoriclasse argentino sta intensificando giorno dopo giorno i carichi di lavoro tra palestra e campo. Obiettivo dello staff medico e dello stesso Luis Enrique è quello di avere a disposizione Messi per il big match della terza giornata di Champions contro il Manchester City, mercoledì 19 Ottobre, sempre al Camp Nou.

Isco, la lista di AS: sono 6 le squadre che lo inseguono 6 Ottobre 12:48

Francisco Isco è il pupillo di Florentino Perez, è al Real Madrid dal 2013 quando il Club merengue ha investito per lui 30 milioni di euro nell'operazione con il Malaga. Isco gioca pochissimo e ha il contratto in scadenza al 30 Giugno 2018. Il Real è ad un bivio: o prlounga il suo contratto o pone le basi per la sua cessione. Oggi il quotidiano madrileno AS fa l'elenco delle 6 squadre interessate ad Isco e che seguono tutti gli svlluppi. Ecco come AS le elenca in ordine di importanza e di interessamento:

- Juventus - Malaga

- Tottenham - Milan

- Arsenal . Manchester United

Croazia-Juventus, è tregua: solo contusione per Marco Pjaca 6 Ottobre 08:31

Nessuna frattura o infrazione al perone per Marko Pjaca. Lo ha reso noto la Juventus, che ieri ha sottoposto ad esami clinici, al JMedical di Torino, l'attaccante croato rientrato dalla Nazionale. I nuovi accertamenti strumentali, si legge sul sito della Juventus, hanno evidenziato "immagini compatibili con postumi non stabilizzati di recente trauma contusivo alla porzione distale del perone sinistro". Diagnosi che esclude "fratture o infrazioni ossee": il giocatore verrà monitorato quotidianamente e la prognosi potrà essere meglio definita nei prossimi giorni.

Ligue 1, il Lione spiana la strada alla rentreè di Balotelli 5 Ottobre 14:57

Jean-Michel Aulas, presidente del Lione, non si opporrà e non farà ricorso contro la sospensione della squalifica di Mario Balotelli dopo l'espulsione di cui l'arbitro si è pentito in Nizza-Lorient. Venerdì 14 Ottobre alle 20.45, per la 9' giornata di Ligue 1, il Campionato francese riprenderà con Nizza-Lione. Ma Aulas dichiara che sarebbe "ingiusto se Balotelli non giocasse la partita e che tutte le migliori risorse di Ligue 1, quando possibile, devono essere schierate in tutte le partite".

Italia-Spagna: l'uomo di Conte nello stadio di Conte 5 Ottobre 12:18

Lo Juventus Stadium è nato con Antonio Conte allenatore della Juventus e il tecnico salentino se lo è cucito addosso nei suoi tre anni in bianconero, lo ha trasformato ora in una bolgia, ora in una fortezza. Allo Juventus Stadium domani si gioca Italia-Spagna e le Furie Rosse scenderanno in campo con questa formazione: De Gea; Carvajal, Piquè, Sergio Ramos, Jordi Alba; Busquets; Koke, Iniesta; Vitolo, Diego Costa, David Silva. Al centro dell'attacco proprio Diego Costa, il centravanti del Chelsea rilanciato da Conte, motivato e rigenerato da Conte in questi suoi primi mesi di gestione dei Blues.

Il perone di Pjaca: l'infrazione non è una frattura 4 Ottobre 16:18

La Croazia, ma soprattutto la Juventus, perdono Marko Pjaca. L'attaccante ha riportato non una frattura ma un'infrazione del perone. Lo ha reso noto ufficialmente la Federazione croata, specificando che, dopo il primo giorno di allenamento con la nazionale, l'ex giocatore della Dinamo Zagabria oggi in forza al Club bianconero ha sentito dolore a una gamba. La risonanza magnetica ha definito l'entità dell'infortunio: infrazione al perone. Pjaca rischia dalle 4 alle 6 settimane di stop, ma la Juve spera di riaverlo in 20 giorni.

France Football stronca Pogba: la sua crescita si è fermata 4 Ottobre 14:38

"Paul Pogba, così lontano dal Pallone d'Oro". E' il titolo al vetriolo che 'France Football' dedica al centrocampista, passato in estate dalla Juventus al Manchester United per 110 milioni di euro (cifra mai sborsata prima per un giocatore). Secondo la rivista sportiva, quel cambio di maglia non ha giovato alle prestazioni di 'Polpo' Paul, del quale non si vede un'ulteriore crescita: "il suo progresso si è fermato".

"Tra il sogno del Pallone d'Oro e la realtà, la strada è ancora molto lunga - scrivono in Francia - Non sappiamo quale sia la sua posizione migliore, né chi affiancargli per sfruttare il suo formidabile potenziale tecnico e fisico. Non è divenuto un punto di riferimento, né a livello di club, né in nazionale. E se, a 23 anni, ha già giocato e perso due finali importanti - la Champions con la Juve nel 2015 e un Europeo con la Francia a luglio -, 124 partite in Serie A, 32 in C1 e 40 con i Blues, è ben lungi dall'essere il giocatore che vuole diventare. Ovvero "il leader difensivo e offensivo".

Axel Witsel gioca poco e con poca convinzione: c'è sempre la Juve 4 Ottobre 09:36

Lo Zenit San Pietroburgo è in testa alla classifica con lo Spartak dopo 9 giornate del Campionato russo. Ma Axel Witsel ha giocato solo 5 partite e tutti sanno che non è contento. Rimasto per una rpicca dell'ultimo minuto di Mircea Lucescu, Witsel non ha ancora esordito in Europa League. Proprio l'ad bianconero Marotta ha ricordato, cosa che Allegri qualche settimana fa escludeva, che a Gennaio la Juventus riprenderà le fila del discorso con il Club russo.

Swansea, happy birthday con esonero per Francesco Guidolin 3 Ottobre 15:56

Lo Swansea ha esonerato Francesco Guidolin, ex tecnico dell'Udinese e di altri Club. All'ex tecnico fra gli altri del Bologna, del Palermo e del Parma è stata fatale l'ultima sconfitta casalinga contro il Liverpool. Al suo posto il club gallese ha ingaggiato l'ex Ct degli Stati Uniti Bob Bradley. Questa la fredda cronaca. Poi altri due aspetti a rendere particolare la giornata di Guidolin: l'esonero proprio nel giorno del suo 61' compleanno e proprio nel giorno in cui la "sua" Udinese richiama Delner che contende proprio al tecnico veneto un posto importante nel cuore dei tifosi friulani.

Zenga resiste, per Di Matteo il benservito dell'Aston Villa 3 Ottobre 13:20

Il tecnico dell'Aston Villa Roberto Di Matteo è stato esonerato. Il club ha deciso l'allontanamento del tecnico dopo gli scarsi risultati di questo inizio di stagione che, nelle premesse, avrebbe dovuto riportare la squadra in Premier league dopo la retrocessione dell'anno scorso in Championship. Il tecnico italo-svizzero che ha vinto la Champions nel 2012 con il Chelsea, era alla guida del club dal giugno scorso. Una sola vittoria in undici partite e 19mo posto in classifica, il bilancio di questo inizio stagione, ritenuto poco soddisfacente per un club che aveva speso 64 milioni di dollari per rinforzarsi dopo la retrocessione. Squadra per ora affidata a Steve Clarke.

Oggi tocca al Nizza, ieri Monaco a raffica con 7 gol al Metz 2 Ottobre 12:06

Un Monaco 'forza 7' si è portato in testa alla Ligue 1 in attesa che il Nizza di Mario Balotelli affronti oggi il Lorient, in uno dei posticipi dell'ottava giornata. La squadra del Principato ha seppellito sotto sette reti il Metz, scavalcando la capolista e mantenendosi a tre punti di vantaggio sul Paris Saint Germain, che è tornato alla vittoria battendo il Bordeaux per 2-0 con una doppietta di Cavani. Perde invece terreno il Tolosa, che scivola al quarto posto dopo la sconfitta per 1-0 subita a Caen.

Gol di Kimmich e 3 pali: per il Bayern 1-1 con il Colonia in casa 1 Ottobre 17:34

Dopo lo 0-1 in Champions contro l'Atletico, la settimana del Bayern Monaco di Ancelotti si è conclusa con un pareggio in Bundesliga. Il Colonia ha stoppato a quota 5 la striscia di vittorie consecutive dei bavaresi. Al gol iniziale del Bayern con Kimmich ha risposto Modeste, in una gara comunque sfortunata per i bavaresi con tre pali colpiti. Però nel finale il Colonia con Zoller spreca quello sarebbe stato un clamoroso 1-2.

Guidolin traballa, Klopp lo batte in casa con il suo Liverpool 1 Ottobre 17:19

Oggi al Liberty Stadium, contro lo Swansea di un Francesco Guidolin la cui panchina adesso è in bilico, è la quarta vittoria consecutiva per il Liverpool. Con questo risultato la squadra allenata da Klopp sale a quota 16 punti in classifica, il che signficica momentaneo secondo posto. Momento nero, invece, per lo Swansea di Francesco Guidolin. I gallesi, che l’anno scorso erano riusciti ad imporsi in casa contro il Liverpool per 3-1, non vincono ormai da sei turni e per loro quella di oggi è la terza sconfitta consecutiva. Lo Swansea era passato in vantaggio con Leroy Fer nel primo tempo, poi con Firmino e soprattutto con il rigore di Milner a 6 minuti dalla fine si è concretizzata la rimonta del Liverpool.

PSG-Juventus: Mandzukic a Parigi potrebbe portare Matuidi a Torino 30 Settembre 13:44

Cronache di mercato, esperti e siti di settore accreditano l'ipotesi di un interessamento del Paris Saint Germain, direttamente ispirato dal tecnico Unai Emery, per Mario Mandzukic. Al PSG mancano la fisicità e la cattiveria di Ibra e cercano quelle componenti, anche se con meno gol, in Madzukic. Non quindi in Bacca come sembrava nei giorni scorsi. Queste indiscrezioni arrivano subito dopo le dichiarazioni di Mino Raiola, secondo il quale la Juventus è arrabbiatissima per il mancato approdo a Torino di Blaise Matuidi. Ovvio ed evidente che se i parigini dovessero bussare alla porta bianconera per Mandzukic, la Juventus potrebbe o ritarsi indietro o rilanciare proprio per Matuidi.

Come con l'Hapoel: ancora bandiere Palestina, Celtic multato 30 Settembre 11:18

Come nei playoff contro l'Hapoel Be'er Sheva, i tifosi del Celtic. Già qualche tempo fa, durante i preliminari estivi, i tifosi del club cattolico di Glasgow esposero al Celtic Park la bandiera palestinese. Anche allora, furono “puniti” con un’ammenda, al pagamento della quale contribuirono tutti i fan con il crowdfunding. La Uefa, dopo il match con il Manchester City di martedì sera, ha di nuovo sanzionato il club scozzese con 10mila euro di multa, per per la violazione dell’articolo 16 delle regole disciplinari UEFA. Secondo questa parte del regolamento europeo, la società è considerata responsabile dei simboli esposti dai propri tifosi sugli spalti in occasioni di partite di calcio. Quando questi non sono riconducibili al calcio, il club può quindi essere sanzionato.

Jurgen Klopp: 4 vittorie consecutive perchè siamo tutti coinvolti 30 Settembre 11:00

Sul sito ufficiale del Liverpool, Jürgen Klopp ha spiegato il motivo per cui tutti nel gruppo Reds hanno un ruolo cruciale nel mantenere alta la forma della squadra, sia i titolari che i non titolari. Dopo quattro vittorie consecutive, Klopp cercherà di estendere tale striscia ulteriormente contro lo Swansea City: "Sono tutti coinvolti per tutto il tempo in cui stiamo insieme. Per tutta la settimana noi lavoriamo per cercare di avere un alta intensità in tutte le parti del gioco, concentrazione e prontezza a tutti i livelli. Ogni giocatore è importante in questo gioco, non dico questo per mantenerli freschi e tranquilli, è la verità. Se smettiamo di lavorare molto su ogni aspetto del nostro gioco, allora non possiamo fare il passo successivo. E 'molto importante che siano tutti in ottima forma ed è così che è in questo momento".

Se Aubameyang è il rimpianto del Milan, Dembelè lo è del PSG 29 Settembre 16:15

Nell'Agosto 2007 alla Champions Youth Cup Under 19 disputata in Malesia, Pierre Aubameyang, all'epoca attaccante della Primavera del Milan allenata da Filippo Galli, era stato il miglior giocatore e il capo-cannoniere del Torneo. Il Milan era stato battuto dalla Juventus in Semifinale e aveva poi perso la Finale 3' posto con il Flamengo, ma grazie ai 7 gol segnati dall'attuale attaccante del Borussia Dortmund i giovani rossoneri avevano battuto Ajax, Arsenal e Bayern Monaco prima di perdere le ultime due gare. Era però un epoca diversa dall'attuale: il Milan giocava la Champions League ogni anno e aveva bisogno di giocatori esperti, pronti subito, non aveva spazi per lanciare i giovani italiani come oggi. E il fratello di Willy e Catilina iniziò il suo peregrinare fra Club francesi. Resta un rimpianto Pierre Aubameyang. Ma in questi primi mesi di stagione sta prendendo forma un rimpianto grande così anche per il Paris Saint Germain. Negli anni del regno parigino di Ibra, il PSG aveva Moussa Dembelè nelle proprie squadre giovanili. L'attaccante, oggi poco più che ventenne, è stato prima al Fulham in prestito e poi ceduto a costo zero al Celtic. Oggi la squadra di Glasgow si ritrova fra le mani un tesoro. Brendan Rodgers lo sta plasmando e dopo i 3 gol segnati ai Rangers nel derby dell'Old Firm, è arrivata anche la doppietta in Champions League contro il Manchester City di Guardiola. A Parigi possono ricomprarselo quando vogliono, però dovessero farlo un po' di dita se le mangeranno ugualmente.

Dani Alves esulta due volte, per la Juve e per il Barcellona 29 Settembre 12:14

Botta e risposta su Instagram fra Sergi Roberto e Dani Alves, che da qualche mese ha lasciato il Barcellona per vestire la maglia della Juventus. Dopo la vittoria in Champions dei blaugrana sul campo del Borussia Moenchengladbach, in rimonta per 2-1, Sergi Roberto, laterale destro della squadra catalana che ha preso il posto di Alves, ha pubblicato una foto di Piquè che festeggia il gol-vittoria, scrivendo "importantissima vittoria in trasferta, buona reazione di tutta la squadra. Forza Barca". Diversi i 'like' e i commenti alle parole del giocatore blaugrana, compreso quello forse inaspettato dell'ex compagno Dani Alves che si è lasciato prendere dall'entusiasmo, pubblicando un eloquente "Andiamo, picchia duro come sai fare tu", e suscitando altre reazioni in coro.

Corruzione in Inghilterra: voci non buone sul conto di Massimo Cellino 29 Settembre 12:12

Anche il patron del Leeds United, Massimo Cellino, sarebbe coinvolto nello scandalo sulla corruzione nel calcio inglese. Secondo quanto rivela il quotidiano inglese Telegraph, l'ex presidente del Cagliari è caduto nella stessa trappola che è costata ad Allardyce il posto da commissario tecnico della Nazionale dei Tre Leoni: i reporter si sono finti addetti ai lavori per farsi dire come bypassare le regole della Football Association. Nel video dei meeting con i giornalisti nascosti Cellino spiega come si possa aggirare le regole inglesi che vietano le terze proprietà, proprio come l'ex selezionatore della nazionale inglese. Oltre al patron del Leeds sarebbero coinvolti anche Tommy Wright, vice allenatore del Barnsley e Hasselbaink, tecnico del Queens Park Rangers.

Balotelli, un bidet in Francia prima della Nazionale azzurra 28 Settembre 13:50

Dopo che a Nizza è arrivata la pre-convocazione per i prossimi impegni degli azzurri contro Spagna e Macedonia (validi per le qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018), per Mario Balotelli si tratta di un momento favorevole, dopo alcune stagioni vissute più nell’ombra che in auge. Ad agosto il passaggio sfumato al Palermo, quindi il trasferimento al Nizza, dove ha ritrovato i gol (quattro in due gare disputate in Ligue 1) e il sorriso. Ecco perchè ha accolto con il sorriso la visita inaspettata delle Iene. Corti e Onnis hanno donato all’attaccante classe ’90 un bidet, apparecchio sanitario non proprio comune a tutte le famiglie francesi.

Prima di perdere con la Juve, la Dinamo Zagabria aveva vinto il derby 28 Settembre 11:19

Nella decima giornata del Campionato croato, nella quale la Dinamo Zagabria è scesa in campo il venerdì per preparare al meglio la gara poi persa malamente 0-4 in casa contro la Juventus, l'ex squadra di Pjaca e Rog ha vinto il derby. Un derby nervoso, con ben cinque ammoniti della Lokomotiv Zagreb. Alla fine la Dinamo si è imposta 1-0 con il gol di Benkovic. Con questo successo la Dinamo ha consolidato il suo terzo posto a quota 22 punti e a 4 punti dalla vetta.

Svezia, sempre più nel vivo il duello fra Malmoe e Norrkoping 27 Settembre 12:20

Continua senza esclusione di colpi, con il titolo svedese in palio, il testa a testa, ai vertici della classifica in Svezia, tra Malmö e Norrköping. Il Malmoe, primo con 54 punti dopo 24 giornate, ha dimostrato, in queste ultime settimane, grande carattere. Dopo aver perso a Stoccolma, contro il Djurgården, ha saputo reagire con una vittoria ottenuta, nei minuti di recupero, contro l’Elfsborg, imponendosi poi, domenica, nel derby contro l'Helsingborg. Dal canto suo, il Norrkoping, secondo a quota 53 punti, ha subito una battuta d’arresto sempre contro il Djurgården: 1-3 in casa. A questo punto servirà una prova di forza: domenica la vice-capolista avrà una trasferta molto dura, a Stoccolma, contro l'AIK. Per il Malmoe invece trasferta a Göteborg in casa dell’Häcken alla Bravida Arena, non un campo facilissimo. Mancano 6 giornate alla fine dell'Allsvenskan 2016, il Malmoe sembra favorito ma tutto può essere rimesso in discussione.

Praga, lo Sparta perde il derby con lo Slavia e cambia il tecnico 26 Settembre 15:19

La sconfitta nel derby contro lo Slavia è costata il posto a Zdenek Scasny, allenatore dello Sparta Praga rivale dell'Inter giovedì in Europa League. Lo ha annunciato il club con una nota in cui non viene specificato il nome del prossimo tecnico, ma solo che contro i nerazzurri la squadra sarà guidata dal trio di assistenti composto da Stanislav Hejkal, David Holoubek e Zdenek Svoboda. Quella di ieri per 2-0 è stata la prima sconfitta nelle prime 8 giornate del campionato della Repubblica Ceca, e ha provocato l'ira dei tifosi, che a fine gara hanno invaso il campo per sfogare la loro rabbia. Attualmente lo Sparta, che non perdeva in casa con lo Slavia dal 2008, è quinto in classifica con 4 vittorie, 3 pareggi e appunto il ko di ieri, a meno cinque dalla capolista Zlin. A Scasny oltre che la battuta di arresto contro i 'cugini' viene rimproverata la mancata qualificazione alla Champions League.

Galliani a cena con Balotelli per parlare di Sarr, è derbymercato 26 Settembre 12:47

Prima di Fiorentina-Milan di ieri, Adriano Galliani ha raccontato di aver cenato due volte con Balotelli durante la scorsa sosta di Campionato. Ormai Balo è un giocatore del Liverpool in prestito al Nizza. Perchè due cene? Rapido il collegamento con il tema di mercato in corso. Ci sono due francesi che stanno attraendo tutta Europa, uno è compagno di squadra di Balotelli e l'altro ha giocato contro Balotelli di recente nel derby Nizza-Monaco. I loro nomi: Tiemoué Bakayoko e Malang Sarr. Il primo gioca nel Monaco e ha 22 anni. Il suo ruolo naturale è quello di mediano davanti alla difesa, ma sembra in crescita anche nella costruzione del gioco.Il Monaco, però, chiede almeno 30 milioni. Poi, Sarr. Classe 1999 (17 anni), è già un punto di forza del Nizza. Un baby fenomeno che gioca come difensore centrale. La sua dote principale è la velocità.

Il Real Madrid pareggia con il Las Palmas senza Boa 25 Settembre 10:51

Lo squalificato Boateng era in panchina con i compagni in borghese ad incitare la squadra in campo. Anche senza di lui, il Las Palmas è riuscito a imporre il 2-2 al Real Madrid. La squadra di Zidane veniva da un altro pareggio, 1-1 in casa con il Villarreal.

Il Nizza deve tornare primo, ma senza Balotelli 25 Settembre 09:52

Il Monaco ha rimontato e vinto 2-1 nella sua partita contro l'Angers grazie al gol di Glik e ad una autorete di Nwakaeme. Monegaschi quindi in testa, in attesa della partita odierna del Nizza sul campo del Nancy, una partita che i rossoneri dovranno giocare senza Mario Balotelli alle prese con un problema all'adduttore, quello stesso adduttore che gli creò tanti problemi un anno fa fino all'operazione per ridurre le limitare la pubalgia.

Segna Pogba e adesso Raiola può raccontare qualcosa...25 Settembre 09:50

Dopo la vittoria per 4-1 del Manchester United sul Leicester, è tornato a parlare Mino Raiola anche in concomitanza con il gol segnato di testa da Paul Pogba ai Foxes di Ranieeri: "Ibra mi aveva detto che mi avrebbe spezzato le gambe se nno avessi portato Pogba al Manchester United".

Tra Premier e Liga: 12 gol fra United, City e Barça 24 Settembre 18:17

Oltre al ritorno alla vittoria per Mou, 4-1 sul Leicester, c'è sempre tanto, troppo, Manchester City in Premier League: Citizens sempre a punteggio pieno, grazie all'1-3 sul terreno dello Swansea. Nella Liga, il Barcellona alza la voce: 5-0 sul campo dello Sporting Gijon. Altri risultati di rilievo: Amburgo-Bayern 0-1, con la rete di Kimmich all'ultimo tuffo, sul finale.

John Terry salta il derby di Londra fra Arsenal e Chelsea 23 Settembre 14:17

Le dichiarazioni della vigiilia dell'allenatore del Chelsea: "John Terry non ha recuperato dal suo infortunio e non può essere schierato nel derby conl'Arsenal. E' una grande partita fra due squadre e sappiamo che affronteremo una buona squadra. Stiamo lavorando per migliorare, p normale che soprattutto agli inizi di un lavoro ci voglia un po' di tempo. Quando affronti queste vigilie, non è necessario caricare troppo i giocatori. Wenger? E' fantastico che ci sia qualcuno capace di rimanere in un grande Club per 20 anni. Dobbiamo lavorare molto sulla fase difensiva, per noi è indispensabile. Spero di vedere Kurt Zouma in gruppo con la squadra la prossima settimana. Per Fabregas quella di domani è una partita speciale, lui sta giocando molto bene e per la partita con l'Arsenal lo vedo motivato e concentrato".

Weekend europeo: 2 derby, a Londra e a Istanbul 23 Settembre 12:26

Il London derby Arsenal-Chelsea e la sfida Manchester United-Leicester sono al centro degli appuntamenti del weekend europeo. Impegno tosto in Liga per il Real in casa del Las Palmas. Turno comodo per Barca, Atletico Madrid, Bayern Monaco , Psg e anche per il sorprendente Nizza di Mario Balotelli che guida la Ligue1. Tra le altre gare di cartello Colonia-Lipsia e il derby turco a Besiktas-Galatasaray. Pieno di suggestione il derby londinese tra l'Arsenal e il Chelsea quarte a 10 punti. Per Conte, reduce dal ko in casa col Liverpool, l'occasione per il riscatto.

PSG: i debiti di Ibra e il giro di valzer su Bacca 23 Settembre 10:16

Due le notizie di giornata che riguardano il Paris Saint Germain, proprio nel gran momento del Nizza capolista. La prima è l'ultimo strascico di Zlatan Ibrahimovic. Sembra che il trenta per cento dell'ultimo stipendio del totem svedese sia rimasto nelle casse parigine per un pregresso sul pagamento di tasse italiane dovute dal giocatore. Gente che va e gente che viene. Mentre in estate Unai Emery era stato gelido su Carlos Bacca, "è extracomunitario" la risposta secca a domanda sul suo ex giocatore. adesso sembra che certi amori abbiano fatto giri strani. Ma Bacca adesso non è più il giocatore sottovalutato di qualche mese fa. Adesso è sulla cresta dell'onda e le cose stanno cambiando. Soprattutto dal punto di vista del Milan.

Messi e Conte: settimana delicata su due fronti 22 Settembre 13:11

Messi ha lasciato il campo dolorante in questo suo tormentato inizio di stagione e il Barcellona ha pareggiato 1-1 nella Liga contro l'Atletico Madrid. Dal canto suo, Antonio Conte, già nel mirino di Abramovich, inizia a mettersi in discussione sabato alle 18.30 nel derby di Londra sul campo dell'Arsenal nel prossimo turno di Premier League.

Mourinho scarica tutto su Van Gaal: colpa sua 21 Settembre 13:51

Questa sera sul campo del Northampton nel terzo turno di Coppa di Lega inglese, sabato alle 13.30 in casa contro il Leicester in Premier League. Sono i due nuovi impegni ufficiali di Josè Mourinho e del suo Manchester United. Lo Special, dopo 3 sconfitte consecutive fra Premier ed Europa League, non ammette nessuna colpa. Anzi ha già trovato il colpevole: il suo predecessoe. Sentitelo: "I miei giocatori sono ancora intrappolati nel modo di giocare di Van Gaal”.

Al Siviglia il granderbi, questa sera campi caldi Barcellona e Nizza 21 Settembre 09:00

Il Siviglia festeggia con abbracci negli spogliatoi e gioia sui social il successo, 1-0 gol di Mercado, nella stracittadina sul Betis. Questa sera tocca a Barcellona-Atletico Madrid reggere il cartellone del turno infrasettimanale della Liga: AS lo ha ribattezzato il "vice clasico". Derby vero e a tutti gli effetti ai vertici della Ligue 1, con il Monaco capolista che questa sera alle 19.00 va a rendere visita al Nizza secondo in classifica.

Turni infrasettimanali: in campo Barça-Atletico, ma anche il derby Nizza-Monaco 20 Settembre 11:38

Tutti in campo. Anzi, quasi. Solo la Premier League rinuncia al turno infrasettimanale collocato tra le prime due giornate di Champions. Le gare sono di altissimo livello: in Liga i tre tenori del Barça sfidano l'Atletico di Simeone nel primo big match scudetto, mentre in Bundesliga e Ligue 1 ci sono due incontri al vertice vista la classifica attuale: Bayern-Hertha Berlino e Nizza Monaco. Molto interessanti anche Real-Villarreal e Wolfsburg-Dortmund.

Il metodo Zidane: Dal suo arrivo ha "staccato" Atletico e Barça 20 Settembre 09:50

Da quandoha sostituito Benitez alla guida del Real Madrid, nella seconda parte della scorsa stagione e in avvio di quella in corso, Zinedine Zidane ha fatto 7 punti in più dei rivali nel Clasico del Barcellona in Campionato e 10 in più rispetto ai rivali in città dell'Atletico Madrid. Secondo AS e gli spagnoli, è il trionfo del pupillo di Florentino Perez, proprio in un momento in cui Mourinho è in crisi, alle prese con la terza sconfitta consecutiva e con un metodo che non funziona.

Walter Mazzarri batte Mou: è sua la coppa di Calabria! 18 Settembre 14:53

E' andato al Watford in umiltà. Ma competitivo com'è, desideroso di rialzare la testa il prima possibile. C'era quasi riuscito con Antonio Conte contro il Chelsea, ma la rimonta finale dei Blues lo aveva ricacciato nella dimensione dell'oblio e dello sfottò. Ma il destino del calcio stava apparecchiando a Walter Mazzarri la tavola della rivincita più grande, più bella. Non Conte, ma Mourinho doveva arrivare a battere Walter. Proprio quel Mou che in Italia lo canzonava per non aver vinto nemmeno la Coppa della Calabria, anche se poi i due si erano riappacificati all'arrivo del tecnico toscano sulla panchina dell'Inter. In ogni caso oggi gode Mazzarri e non solo per aver vinto una partita: 7 punti con il Watford dopo 5 giornate di Premier con un calendario molto duro, rivalutano tutto il suo lavoro.

City avanti, ma l'Everton secondo si gode i suoi 3 punti sul Liverpool 18 Settembre 12:42

Quindici punti dopo 5 partite, il punteggio del Manchester City è pienissimo. Sotto di due punti, solo l'Everton. Dietro di sè, Guardiola non vede per il momento nè Conte sconfitto dal Liverpool nè Mourinho che per la verità deve ancora giocare sul campo del Watford. Arsenal e Liverpool però sembrano in ripresa rispetto ai primi passi nella Premier League 2016-17. Bene l'Everton, trascinato dai gol di Romelu Lukaku: 13 punti in 5 partite, 3 in più rispetto ai rivali cittadini, i Reds di Jurgen Klopp.

Liga spagnola: 10 gol per Barcellona e Atletico ma il Real...18 Settembre 12:39

Il Barcellona 5-1 sul campo del Leganes e l'Atletico Madrid 5-0 in casa contro lo Sporting Gijon. Vittorie di goleada per le due avversarie del Real Madrid, con i catalani che raggiungono le merengues a quota 9 punti e l'Atletico Madrid che si porta a 8, ad una sola lunghezza di distanza. Ma il Real Madrid, a punteggio pieno fino a prova contraria, deve ancora giocare la sua partita della 4' giornata, questa sera alle 20.45 contro l'Espanyol.

Conte sferza la sua squadra dopo l'1-2 con i Reds 17 Settembre 11:24

Antonio Conte non le manda a dire al termine della partita di Stamford Bridge persa con il Liverpool per due disattenzioni su palla inattiva: "Conosco solo il lavoro per venirne fuori, per le pretese e il troppo entusiasmo, ricordiamoci da dove veniamo". Diceva le stesse cose alla Juventus dopo i 2 settimi posti. Intanto oggi in casa con il Bournemouth, il Manchester City può scappare.

L'UEFA e le bandiere catalane: Camp Nou a rischio chiusura 15 Settembre 16:01

Dopo il contenzioso spagnolo sui giocatori minori fra FIFA da una parte e Real Madrid e Atletico Madrid dall'altra, adesso anche il conflitto catalano fra UEFA e Barcellona. Anche in questo caso di potrebbe arrivare in ultimo grado al Comitato Arbitrale dello Sport, meglio noto come TAS di Losanna. L’UEFA ha chiesto un procedimento di urgenza per non far ripetere un’altra volta nelle prossime gare quanto accaduto nel match di martedì contro il Celtic Glasgow, e cioè invasione da parte dei tifosi del Barcelona che hanno mostrato le bandiere stellate, effigie-simbolo della Catalogna, al Camp Nou. Il conflitto giudiziario potrebbe portare anche alla chiusura dello stadio Camp Nou in occasione dei match di Champions League. La vicenda si trascina dal 2007.

Champions, troppe 4 goleade: la Fase a Gironi è stucchevole 15 Settembre 09:26

Barcellona-Celtic 7-0, Legia Varsavia-Borussia Dortmund 0-6, Bayern Monaco-Rostov 5-0, Manchester City-Borussia Monchengladbach 4-0. Che senso hanno queste partite? La prima fase a gironi per alcune squadre è diventata una sorta di allenamento del mercoledì. Non è nello spirito e nella tradizione della Champions League. Per quanto Fair play finanziario si possa fare, il livello tecnico della competizione è sperequato e gare così inutili e stucchevoli non sono di alcun appeal televisivo. Il nuovo presidente Ceferin non vuole la Superlega ed è una scelta, ma qualcosa per rendere vere e combattute tutte le fasi della Champions League va fatto a livello politico e a livello di indirizzo.

Superlega a rischio, il congresso UEFA ha scelto Ceferin 14 Settembre 11:58

Aleksander Ceferin nuovo presidente ’Uefa. Nel congresso straordinario di Atene il numero uno della Federcalcio slovacca ha battuto l’unico sfidante, il candidato olandese Michael van Praag, con 42 voti contro 13. Ceferin, sostenuto anche dalla Figc, porterà a termine il mandato di Platini che scadrà fra circa due anni e mezzo. Spiegando il suo programma, Aleksander Ceferin si era dichiarato contrario all’ipotesi di una “Superlega europea per club”: "E’ fuori discussione. Il sistema attuale di qualificazione alla Champions, è il modello ideale". Il Congresso di Atene ha segnato anche il ritorno dell’Italia nel board del calcio mondiale: la manager torinese Evelina Christillin è stata eletta per acclamazione come membro aggiuntivo della Uefa nel Consiglio della Fifa.

Il Real Madrid di CR7 contro lo Sporting Lisbona...di CR7 14 Settembre 09:53

Lo Sporting Lisbona ha sottolieato giorni fa con soddisfazione e sorpresa che la cifra incassata per la vendita di Joao Mario è stata record, superiore anche a quella di Cristiano Ronaldo. Perchè CR7 è stato e sarà sempre la Storia dello Sporting Lisbona e questa sera proprio il grande portoghese fa gli onori di casa in Champions League a Madrid contro la squadra dei suoi primi passi.

UEFA: Ceferin non vuole la Superlega, da oggi l'elezione 14 Settembre 09:51

Sono due i possibili eredi di Michel Platini alla carica di presidente Uefa, nelle elezioni in programma oggi ad Atene, e dopo la rinuncia alla candidatura dello spagnolo Angel Maria Villar: il numero uno della Federcalcio olandese Micheal Van Praag, 68 anni, che è anche vicepresidente Uefa, e il presidente della Federazione slovena, Aleksander Ceferin, 48 anni, per il quale voterà la federazione italiana. Le elezioni si svolgeranno in concomitanza con il 12' Congresso straordinario dell'Uefa. Ceferin, che avrebbe l'appoggio di 32 delle 55 federazioni affiliate, non è sembrato entusiasta per la nuova formula che rivoluziona l'accesso alla Champions. Il sistema di qualificazione attuale, che costringe una delle squadre di Premier, Liga, Bundesliga e Serie A ad affrontare uno spareggio per entrare a far parte del gruppo di Champions League è il "modello ideale", ha detto Ceferin il quale ha ribadito che una Superlega europea per club sarebbe "fuori discussione".

TAS: il Real Madrid è convinto che il suo mercato sarà sbloccato 13 Settembre 10:51

Il Real Madrid è convinto che il TAS, Tribunale arbitrale dello Sport di Losanna, si pronuncerà a favore del ricorso merengue sul caso dei giocatori minorenni scesi in campo, in sostanza i figli di Zidane e il figlio di Ezequiel Garay. Il Real Madrid è convinto di non aver infranto l'articolo 19 del regolamento FIFA sulla protezione dei minori e in subordine anche l'articolo 120 della Federazione Spagnola. In questo momento sia a Gennaio 2017 che nell'estate 2017 il Real non può fare mercato per queste sanzioni. La parola al TAS.

Musacchio, Lamela e Kessiè: 3 nomi-mercato nel lunedì post Serie A 12 Settembre 18:58

Il Villarreal aveva cercato di tornare a trattare nella seconda quindicina d'Agosto il suo difensore argentino Musacchio con il Milan. Ma il Club rossonero non era nelle possibilità di farlo. Musacchio è rimasto in Spagna ma al Villarreal hanno capito che è arrivato il momento di guardarsi sempre più attorno per cederlo: candidata la Roma. A proposito di Roma o quanto meno di ex romanisti, attenzione ad un altro argentino. Erik Lamela. Per rinnovare con il Tottenham chiede molti soldi e qualche big italiana potrebbe inserirsi, ad esempio la Juventus (Allegri ne è un estimatore da sempre) ma anche il Milan più in carne economicamente dei Cinesi. L'asse lombardo del Napoli trova una nuova conferma. Spesso i partenopei hanno fatto operazioni con Brescia e Atalanta. A proposito dei bergamaschi, non è arrivato Sportiello all'ombra del Vesuvio, ma Grassi è tornato a Bergamo. E con tutta questa carne al fuoco, è spuntata una opzione per l'attaccante Kessiè proprio a favore del Napoli.

Europa League: 4 squadre italiane in campo, gli arbitri 12 Settembre 16:03

L'UEFA ha reso noti gli arbitri della 1' giornata della Fase a Gruppi di Europa League. Ecco le designazioni per le squadre italiane impegnate nella competizione:

Viktoria Plzen-Roma (gruppo E): Ruddy Buquet (FRA)

Sassuolo-Athletic Bilbao (gruppo F): Pawel Raczkowski (POL)

Paok Salonicco-Fiorentina (gruppo J): Slavko Vincic (SLO)

Inter-Hapoel Beer-Sheva (gruppo K): Jakob Kehlet (DAN)

La grande Premier: fra 4 giorni in campo Chelsea e Liverpool 12 Settembre 10:52

Dopo il successo del Liverpool sul Leicester e il pareggio dei Blues in rimonta sul terreno dello Swansea, saranno proprio Antonio Conte e Jurgen Klopp a riprendere le ostilità venerd' 16 Settembre alle 21.00 a Stamford Bridge: Chelsea-Liverpool. Altra grande gara dopo il derby di Manchester rimasto negli occhi di tutta Europa.

Incredibile Barça e incredibile Alaves: 1-2 al Camp Nou 11 Settembre 10:10

La foto dei giocatori catalani sdraiati volto a terra al termine della partita, è il simbolo della sconfitta casalinga del Barcellona contro l'Alaves. Il tormentato periodo di Messi e le scelte di Luis Enrique sono i primi temi caldi dopo il clamoroso 1-2 del Camp Nou.

Real Madrid: torna CR7, gol, 5-2 all'Osasuna al Bernabeu 10 Settembre 18:16

Goleada per il Real Madrid in Liga: terza vittoria consecutiva in campionato. A segno oltre a CR7 anche Danilo, Sergio Ramos, Pepe e Modric. L'Osasuna non fa la comparsa e colpisce una traversa con Unai Garcia, sbaglia un rigore con Roberto Torres e segna con Riera e David Garcia. Nei primissimi minuti di gioco l'Osasuna prova a mettere in difficoltà il Real Madrid, ma i blancos ci mettono veramente poco per trovare il vantaggio. Danilo smarca Bale che si inserisce in area e fornisce un assist d'oro per Ronaldo che, solissimo sul secondo palo, trova l'1-0 a due passi dalla porta. Nel finale di tempo la squadra di Zidane mette al sicuro il risultato con le reti di Danilo e Sergio Ramos. Nella ripresa il Real Madrid segna ancora sugli sviluppi di un calcio d'angolo con il colpo di testa di Pepe che trova un Nauzet Pérez non perfetto tra i pali. C'è gloria anche per Modrić che trova il gol dalla distanza fissando il risultato sul 5-0. Il Real smette di giocare però e l'Osasuna risale fino al 2-5.

Old Trafford: United-City 1-2, Mou sbaglia molto più di Pep 10 Settembre 16:07

Guardiola ha vinto, evviva Guardiola, ma nemmeno Pep è stato immune da errori. La scelta di mettere in porta all'esordio Claudio Bravo al posto di Willy Caballero, e anche in un certo senso al posto di Joe Hart, ha riaperto e tenuto in bilico fino alla fine una partita che il suo City strameritava di chiudere. Per il resto formazione ok, completamente fuori dai radar di Mourinho. Il quale Special ha sbagliato tutto. Pogba non ha ruolo, è Pogba, aveva detto in estate. La dorata anarchia di Paul non va allora certo messa davanti alla difesa in una gara così evoluta tatticamente. Il francese è giocatore di tiri e di guizzi, non un atleta forte cerebralmente al punto da occupare un ruolo così nevralgico. A Mou è andata bene solo la provocazione in settimana di Ibra che ha messo pressione su Bravo che infatti è caduto in errore, per il resto male. Mata aveva dimostrato di sentire il derby nella maniera giusta ed è rimasto fuori, come Martial. Lo stesso dicasi per Rashford, il giovane che poteva entrare fra le linee avversarie in un primo tempo che per lo United è stato un viaggio nel buio. I giocatori del momento fuori, Mou voleva vincere il derby da solo a braccetto con il suo Ibra. Niente da fare, a Guardiola il 2-1 sta addirittura molto stretto.

Ligue 1, domani ore 20.45: subito derby per Balotelli contro l'OM 10 Settembre 08:27

Domani alle 20.45 Mario Balotelli farà il suo esordio in Ligue 1, nel derby della 4' giornata fra Nizza e Olympique Marsiglia. Alexandre Dellal, preparatore atletico del Nizza, ha dichiarato a L'Equipe: "In questi giorni Mario Balotelli ha fatto un lavoro specifico di preparazione insieme a Belhanda e Bosetti. La sua integrazione è buona, sta facendo un buon lavoro. Mi sembra un ragazzo riservato e semplice".

Juventus, Inter e Milan nella Superlega 2021 9 Settembre 16:46

La Juventus è tra i club che stanno spingendo nella direzione della Superlega Mondiale, insieme alle grandi di Spagna e Germania. Il nuovo format includerebbe anche squadre non europee: Asia, Stati Uniti, Sud America, ma anche Africa e Oceania potrebbe essere presenti nel nuovo torneo che come riferisce Jacco Swart, direttore dell'EPFL (l'Associazione delle Leghe professionistiche del vecchio continente), fa parte di "uno sviluppo che non si può più fermare. Sarà un party esclusivo per pochi fortunati, per i più grandi marchi di calcio del mondo. Il Daily Mirror ha abbozzato una lista di squadre che potrebbero prendere parte alla nuova competizione:

CINA: Guangzhou e Shanghai - USA: New York City e LA Galaxy - AUSTRALIA: Melbourne City -BRASILE: Corinthians - ITALIA: Juventus, Inter e Milan - SPAGNA: Real Madrid, Barcellona e Atletico Madrid - SUD AFRICA: SuperSport United _ GERMANIA: Bayern Monaco e Borussia Dortmund - FRANCIA: Paris Saint Germain e Lione -INGHILTERRA: Arsenal, Liverpool, Chelsea, Manchester City e Manchester United.

Real Madrid prima dell'Osasuna, Zidane attacca la Fifa 9 Settembre 14:21

L'allenatore del Real Madrid Zinedine Zidane ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Real Madrid-Osasuna di domani alle 16.00. partendo, ovviamente, dalla sanzione della FIFA: "Non la capisco. Secondo me non ha senso, è assurdo che certi ragazzi non possano giocare a calcio. E' assurdo e il Club farà tutto il possibile per cambiare questa situazione. Non posso dire altro, solo augurarmi che tutto possa risolversi velocemente. La mia rosa è ampia e di qualità, non credo che avremo problemi in ogni caso. Ronaldo? Farò tutto il possibile perché sia con noi domani. Non ci saranno invece James, Marcelo e Casemiro, che sono tornati stanchi dal viaggio".

Bayern Monaco, parla Carlo Ancelotti e ringrazia Guardiola 9 Settembre 09:30

"Il Cholo Simeone è un grande allenatore - ha esordito Carlo Ancelotti nella sua intervista esclusiva di oggi ad AS - e chi discute il suo calcio deve ricordarsi che il calcio è tutto, sia attaccare che difendere. Qui al Bayern ho trovato una ossatura importante e collaudata, lasciata da Guardiola e per questo lo ringrazio. Il calcio italiano? Sono finiti i grandi presidenti come Berlusconi, Moratti, Cragnotti e altri. E' rimasta la Juventus la sola nel'elite e questo grazie soprattutto allo stadio di proprietà. Il calcio è cambiato molto con Guardiola e con Sacchi e prima di Arrigo il grande cambiamento epocale lo aveva fatto l'Ajax".

Il Barcellona presenta Paco Alcacer ma fa causa per Gabigol 8 Settembre 16:25

Il Barcellona aveva già incontrato la proprietà del Valencia ai primi di Agosto per Paco Alcacer. L'attaccante spagnolo era la seconda scelta, rispetto ad altri giocatori come Gameiro. Bacca e Gabigol che il Club blaugrana voleva prendere. Poi su Gabigol c'è stata la lite con il Santos e Paco Alcacer è arrivato al Camp Nou. Ma Alberto Soler, direttore sportivo del Barcellona, dichiara apertamente che per Gabigol non è finita qui: "Per Gabigol il club è in pieno processo legale. Avevamo un diritto di prelazione, ma non è stato soddisfatto dal Santos. Stiamo studiando tutte le possibilità legali per seguire il caso, ma questo è una questione legale e non sportiva. Nei prossimi giorni decideremo cosa fare“.

Antonio Conte ha deciso: vuole recuperare Caceres 7 Settembre 15:28

Il Chelsea di Antonio Conte, dopo aver ripreso David Luiz dal PSG, infatti, avrebbe già contattato l'entourage di Cáceres, vecchio guerriero di Conte nella Juventus, per sondare la disponibilità del calciatore uruguaiano a trasferirsi a Londra. L'operazione stuzzica l'ex difensore della Celeste,, che potrebbe dunque approdare in Premier League per una nuova esperienza professionale.

Khedira: "Come viene trattato Schweini, è una vergogna" 6 Settembre 08:35

Sami Khedira non ha resistito e ha preso le difese di Bastian Schweinsteiger: "E' un grande giocatore e merita rispetto. Non può essere trattato come accade ora al Manchester, io non vorrei mai trovarmi in una situazione del genere. Una carriera come la sua non merita questo trattamento, è una vergogna. Lui è un giocatore molto umano e sensibile, ai Mondiali del 2010 io ero un giovane, lui il boss della Nazionale e mi ha aiutato molto".

8-0, sinfonia Spagna contro il povero Liechtenstein 6 Settembre 07:41

Ha giocato contro una Nazionale di un Paese di 37.000 abitanti, la Spagna. Ma ha comunque vinto e segnato tanto. La notizia era semmai che nel primo tempo le Furie Rosse avessero segnato solo un gol. In ogni caso le otto reti sono arrivate e con loro i 3 punti per la Spagna che rende difficile il girone di qualificazione mondiale dell'Italia. Oltre alle doppiette di Diego Costa, Morata e David Silva, hanno segnato anche Sergi Roberto e Vitolo.

Furie rosse: Mata sta già vivendo il derby di Manchester con Nolito e Silva 5 Settembre 2016

Dal Sito ufficiale del Manchester United, Juan Mata si rivolge già ai tifosi dei Reds all'inizio della settimana del derby con il City: "Dopo le gare delle Nazionali, e io sto preparando Spagna-Liechtenstein con i rivali del City Nolito e David Silva, ci sarà un match sabato che sono sicuro tutti voi state aspettando: il derby di Manchester. Sarà una partita speciale, ma bisogna anche capire che ci sono sempre in palio tre punti e che bisogna rimanere lucidi, senza impazzire. Sarà un derby eccitante perchè sia noi che il City siamo partiti molto bene in Premier League, io e De Gea da una parte e Nolito e David Silva, pur rimanendo molto concentrati sulla Nazionale, stiamo parlando di questa partita speciale e stiamo scherzando molto fra noi".

Siviglia-Nasri: un altro disperso che il Club vuole recuperare 5 Settembre 08:30

Nasri a Siviglia, dopo il pieno di "sfiducia" fatto negli ultimi mesi al Manchester City. Il Siviglia si è costruito negli ultimi tempi un po' la fama di Club che riesce a recuperare giocatori finiti abbastanza ai margini delle rispettive carriere. Era già accaduto con Banega, ora finito all'Inter, con Mbia e con lo stesso Medel.

Liechtenstein, l'unica Nazionale senza un Campionato nazionale 5 Settembre 08:09

Liechtenstein, ovvero il quarto Principato più piccolo d'Europa, dopo il Vaticano, Monte Carlo e San Marino. Vaduz esprime una Nazionale, oggi in campo contro la Spagna, ma non ha un Campionato nazionale, non assegna uno Scudetto. Le sette squadre del Liechtenstein giocano solo la Coppa nazionale. La Nazionale di Vaduz ha giocato la sua prima partita nel 1982.

Lindelof e Garay, i due difensori negati a Inter e Milan 4 Settembre 19:13

Nell'ultimo giorno di mercato, sia Milan che Inter hanno cercato un difensore. I rossoneri sono andati sul 29enne Ezequiel Garay, ma per l'argentino c'era già un accordo fra Zenit San Pietroburgo e Valencia e il giocatore è andato in Liga. Il Benfica ha invece respinto le offerte dell'Inter per il 22enne svedese Victor Lindelof esattamente come aveva fatto, nel corso dell'estate, rispetto alle avances di Roma e Napoli.

I due volti del Clasico spagnolo, Bale rinnovo, Messi ha male 4 Settembre 12:15

A Madrid vogliono utilizzare la sosta di Liga per mettere pressione sul Barcellona. Proprio in questo weekend, dopo l'infortunio di Messi, trapela con insistenza la voce forte del rinnovo contrattuale di Gareth Bale fino al 2021. già, l'infortunio di Messi. Aveva un problema all'adduttore sinistro dopo l'ultima gara con Barça, ha un forte dolore al pube dopo Argentina-Uruguay, gara nella quale ha pure segnato. A Barcellona sono irritati, perchè sanno bene che sarebbe stato molto meglio se Messi non avesse risposto alla convocazione della Seleccion argentina. Ma il fuoriclasse argentino doveva dimostrare sul campo di essersi definitivamente lasciato alle spalle i propositi di abbandono manifestati dopo la Copa America. E' andato, ha giocato e adesso fa i conti con la pubalgia. Ben difficilmente sarà in campo alla ripresa del Campionato spagnolo.

Diego Costa irritato verso la Spagna, mi criticano e mi discriminano 3 Settembre 08:55

Le critiche dalla Spagna fanno impazzire Diego Costa. Lo rileva il Daily Mirror. Diego Costa ha ben giocato e fatto anche un assist nell'ultima gara vinta dalla Spagna contro il Belgio ma..."Mi criticano perchè sono nato in Brasile e non ho mai giocato nel Real Madrid o nel Barcellona. Vengo criticato, troppo criticato, per il mio carattere. Ma sul campo ho qualità e le dimostro sempre", ha dichiarato l'attaccante del Chelsea e della Nazionale spagnola.

Mourinho vuole Griezmann nel Manchester da Champions 3 Settembre 08:31

Il portale americano Bleacher Report ha diffuso l'indiscrezione secondo la quale Josè Mourinho starebbe già pensando, per il Manchester United 2017-18, alla stella dell'Atletico e degli ultimi Campionati europei, Antoine Griezmann. Mou, con il francese, vorrebbe sostituire Rooney che all'inizio della prossima Champions, per la quale lo United punta a qualificarsi, avrebbe già 32 anni. Griezmann, 38 gol in gare ufficiali nella scorsa stagione, ha un contratto con i colchoneros fino al 2021 e la sua clausola rescissoria ammonta a 100 milioni di euro.

Liga spagnola: gravi sospetti su Sporting Gijon-Villarreal 2 Settembre 09:49

Fernando Roig, presidente del Villarreal, è esploso sul caso Marcelino, allenatore esonerato lo scorso 11 Agosto. Dalle sue parole si coglie che alla base delle tensioni fra Club e allenatore, sfociate nel litigio con Musacchio, c'era il sospetto che il Sottomarino giallo non si fosse impegnato a fondo contro lo Sporting Gijon, ex squadra allenata da Marcelino, nella gara del 15 Maggio persa dal Villarreal 2-0 e decisiva per la salvezza del Gijon a danno di Rayo Vallecano e Getafe. Gli organi investigativi spagnoli sono al lavoro.

Il momento d'oro dello Sporting Lisbona: incassa e vince 31 Agosto 08:11

Dopo aver ceduto per 45 milioni di euro Joao Mario all'Inter, lo Sporting Lisbona ha ceduto il proprio centravanti, l'algerino Islam Slimani, al Leicester per 35 milioni di euro. La società ha realizzato un incasso-recordi di 80 milioni e la squadra vince: dopo 3 giornate è in testa al campionato portoghese con 9 punti.

Olympique Marsiglia: ufficiale il cambio di proprietà, Bielsa non torna 30 Agosto 14:53

Il business man statunitense Frank H. McCourt, ex proprietario della squadra di baseball Los Angeles Dodgers, ha comprato il Marsiglia per circa 40 milioni di euro.Sfuma, dunque, l'acquisto da parte di Gerard Lopez che voleva riportare Bielsa in panchina dopo la rottura tra l'argentino e la Lazio.

L'annuncio è arrivato dallo stesso McCourt, nel corso di una conferenza stampa tenuta insieme all'ex patron Louis-Dreyfus e al sindaco di Marsiglia Jean-Claud Gaudin.

Chelsea: quanti fronti di mercato aperti, almeno quattro 30 Agosto 09:00

Nelle ultime ore di mercato, il Chelsea è operativo sulla difesa per De Vrij della Lazio, sugli esterni per Marcos Alonso della Fiorentina, sul centrocampo per Brozovic dell'Inter. Intanto sembra esserci un accordo verbale con la Juventus per Cuadrado. Non si farà lo scambio Fabregas-Brozovic. Cesc resta a Londra.

Campionato olandese: i risultati del weekend 29 Agosto 13:53

La sorpresa della 4' giornata è il pareggio casalingo del PSV Eindhoven: 0-0 con il Groningen ultimo in classifica. A trarne vantaggio l’Ajax che si riprende dall’eliminazione dai preliminari di Champions League patita contro i russi del Rostov e batte con un Davy Klaassen in gran forma il Go Ahead Eagles per 3-0. Lo Zwolle è stato battuto dal canto suo a Heerenveen.Tutto bene per il Feyenoord: gli uomini di Giovanni van Bronckhorst hanno superato 4-1 ll’Excelsior. Lo stesso vale per Twente ed AZ Alkmaar: i rossi di Enschede senza problemi sullo Sparta Rotterdam,mentre per i ‘Cheese Farmers’ è il ragazzino’ Dabney dos Santos a prendersi le luci della ribalta contro il NEC Nimega. Venerdì il turno di Eredivisie si era aperto con il pari tra Vitesse ed Utrecht, tra gli altri risultati 0-0 Willem II-Roda. Pareggio al fischio finale (1-1) anche in ADO Den Haag-Heracles.

UEFA: Ufficiale la nuova Champions League dal 2018-2019 29 Agosto 10:04

L’Uefa ha ufficializzato il nuovo format della Champions League a partire dal 2018. L’Italia avrà quattro squadre immediatamente nei gironi e senza passare dai temutissimi a questo punto playoff La vincitrice della UEFA Europa League si qualificherà direttamente alla fase a gironi di UEFA Champions League. Le prime quattro squadre delle quattro nazioni con il ranking più alto andranno direttamente alla fase a gironi di UEFA Champions League.

Le squadre saranno giudicate individualmente e per calcolare il coefficiente verranno considerati anche i successi nella storia della competizione. La distribuzione finanziaria ai club sarà aumentata significativamente per entrambe le competizioni.

Il nuovo sistema di distribuzione finanziaria vedrà premiate maggiormente le prestazioni sportive, mentre diminuirà la quota relativa al market pool. La UEFA Champions League continuerà ad avere una fase a gironi a 32 squadre e una fase a eliminazione diretta a 16 squadre. Allo stesso modo, la UEFA Europa League rimarrà a 48 squadre.

Cholo così non va, secondo pareggio consecutivo, 0-0 con il Leganes 28 Agosto 16:09

Dopo lo 0-0 sul campo del Leganes, due soli punti per l'Atletico Madrid nelle prime 2 giornate di Liga spagnola, anche Griezmann ha criticato la difficoltà a fare gol della squadra dei colchoneros. Sembra essersi spento qualcosa nella squadra di Simeone.

Thierry Henry va a fare il vice Ct del Belgo in polemica con Wenger 27 Agosto 11:10

Arsene Wenger non voleva che Thierry Henry facesse sia l'opinionista-commentatore per Sky che il tecnico delle giovanili dell'Arsenal. Forse temeva che a gioco lungo Herny potesse fargli ombra, in ogni caso questa era la posizione del tecnico francese dei Gunners. Henry ha risolto tutto. Sarà il vice Ct del Belgo, l'assente del coach della Nazionale belga Roberto Martinez che ha preso il posto di Wilmots dopo l'Europeo. In questo modo Henry potrà continuare a collaborare con Sky.

Simeone non molla, era meglio Griezmann di Cristiano Ronaldo 27 Agosto 09:52

Il derby di Madrid non finisce mai. Così come l'onda lunga della Finale Champions di Milano. Dopo l'investitura dell'Uefa che al gran gala di Montecarlo ha insignito Cristiano Ronaldo del titolo di miglior giocatore dell'ultima Champions, il Cholo alla vigilia della gara di Campionato sul campo del Leganes da parte del suo Atletico Madrid, non ha resistito: "Felicitazioni a Cristiano, ma il migliore è stato Griezmann, senza dubbio".

Nazionale spagnola, De Gea titolare, ma Casillas non rinuncia 26 Agosto 07:48

Il nuovo Ct delle Furie rosse Lopetegui e Iker Casillas si sono visti e si sono parlati. Le cose sono chiare. De Gea è il titolare, ma Casillas accetta e non si chiama fuori. Il portiere del Porto non rinuncia alla Nazionale spagnola e vuole continuare ad essere nel gruppo.

Real Madrid, dopo 3 mesi le merengues ritrovano 3 titolari 26 Agosto 07:38

Il Real Madrid ospita il Celta Vigo in Campionato e, per la prima volta dalla notte della Finale di Champions League del 28 Maggio scorso a Milano, Zidane ritrova i suoi tre centrocampisti titolari, ovvero Casemiro, Modric e Kroos.

Altri 175 milioni dal Qatar, nuova iniezione di denaro per il PSG 25 Agosto 09:56

QTA, ovvero Qatar Tourism Authority. E' come se fosse una nuova squadra di calcio. Perchè è grazie a questo organismo che piove sul PSG il 30% di finanziamento "pubblicitario" in più da parte della propria proprietà: 175 milioni di euro. Sotto forma di promozione pubblicitaria turistica, nuova iniezione di denaro per la squadra di Unai Emery. Il PSG dal 2011 ad oggi ha speso 630 milioni di euro per l'acquisto dei migliori calciatori europei e con questi nuovi 175 milioni il fatturato annuale del Club calcistico parigino sale a quota 583 milioni di euro, il terzo in Europa.

Barcellona, arriva Cillessen dopo una dura sconfitta 25 Agosto 09:50

Ajax eliminato, si salva solo il portiere Cillessen. Per gli olandesi la dura lezione di Rostov ha comportato l'eliminazione dalla Champions League. L'unico a consolarsi per la pesante sconfitta in Russia è proprio Cillessen che oggi passa al Barcellona. I blaugrana sembrano poi aver convinto anche l'attaccante Paco Alcacer che ha comunicato al Valencia che vuole andarsene. Previste polemiche.

Paco Alcacer: il Valencia vuole denunciare alla Fifa il Barcellona 24 Agosto 09:40

Il Barcellona continua a contattare l'attaccante del Valencia, Paco Alcacer. Lo vuole fortemente e le lusinghe catalane arrivano all'orecchio della punta. Per questo il Valencia si è indignato e ha minacciato di ricorrere alla FIFA se le lusinghe al giocatore dovessero continuare ad arrivare.

Real Madrid, Toni Kroos ha raggiunto quota 100 partite 23 Agosto 07:34

Il centrocampista tedesco del Real è a Madrid ormai dall'estate 2014. Dopo le 55 partite della prima stagione 2014-15 e le 44 della stagione scorsa, con la sua presenza a San Sebastian, Kross ha inanellato la 100esima presenza con la camiseta blanca. I suoi minuti giocati in totale sono 8.414.

Francia, dopo 2 giornate PSG e Lione già sole a punteggio pieno 22 Agosto 11:00

Il PSG batte il Metz 3-0 e la tifoseria parigina reagala una ovazione a Unai Emery. Di Maria fra i migliori in campo, Cavani gioca ispirato. Insomma, il Paris Saint Germain funziona anche senza Ibrahimovic. Dopo due giornate, 6 punti per il PSG. Ma non solo: i punti sono 6 anche per il Lione: 2-0 sul Caen in casa. Sono le uniche due squadre francesi a punteggio pieno dopo le prime 2 giornate di Ligue 1.

Madrid, il derby continua: il rullo del Real, la follia dell'Atletico 22 Agosto 10:22

Nel Real Madrid trionfatore, 3-0, sul campo della Real Sociedad, sono piaciuti: Morata in senso assoluto, Kovacic per come sta studiando "da Modric" e Marcelo e Carvajal per il loro contributo offensivo. Incredibile invece la partita del Vicente Calderon, con l'Atletico Madrid che, in un turno favorevole di Campionato, accumula in partenza 2 punti di ritardo dalle merengues. Dopo una partita lottata, al 92' i colchoneros trovano l'1-0 su rigore di Gameiro. Sembra fatta, gara vinta con sofferenza. Invece nel recupero si continua a giocare e al 94', al suo primo tiro in porta nella partita, l'Alaves pareggia con Manu Garcia.

2' giornata di Premier League: male male il Liverpool 20 Agosto 18:05

Vincono Manchester City e Chelsea in trasferta, rispettivamente contro Stoke City e Watford. La prima grande sorpresa della stagione inglese è il Liverpool, battuto 2-0 sul campo del Burnley: per i padroni di casa in gol entrambe le volte nel primo tempo, i primi 3 punti della stagione. Poi: Swansea-Hull City 0-2, battuto Guidolin e il sorprendente Hull City in crisi economica a punteggio pieno come gli squadroni più ricchi della Premier. Gli altri risultati: Tottenham-Crystal Palace 1-0; West Bromwich Albion-Everton 1-2. Sia gli Spurs che l'Everton a quota 4 punti in classifica. IL CASO LIVERPOOL: Pagate disattenzioni difensive, squadra troppo sufficiente oggi in trasferta. Klopp in settimana deve intervenire sulla squadra. Il Liverpool ha cambiato molto e può in ogni caso avere alti e bassi.

Ligue 1, doppio Lacazette e il Lione supera il Caen 20 Agosto 09:22

Dopo aver vinto 3-0 sul campo del Nancy nella prima giornata, il Lione si è ripetuto: 2-0 ieri sera al Caen in casa con doppietta dell'ex, a questo punto, uomo-mercato Alexandre Lacazette. Prima su rigore e poi nel recupero finale, così le due reti del bomber francese.

Liga Spagnola, 1' giornata: vince il Depor, pareggia il Malaga 20 Agosto 08:43

Nei due anticipi del venerdì del Campionato spagnolo, il Deportivo La Coruna ha vinto in casa 2-1 contro l'Eibar. Alla Rosaleda, invece, 1-1 fra Malaga e Osasuna. Padroni di casa in vantaggio al 50' con Juanpi e pareggio Osasuna nel finale con Fran Merida.

Matuidi-Juventus: il Paris Saint Germain si augura di no 19 Agosto 13:30

Con Blaise Matuidi che esce allo scoperto e fa sapere di voler essere lui il nuovo rinforzo a centrocampo per la Juventus, parte la contraerea parigina. Thiago Motta si augura con le sue dichiarazioni che Matuidi possa rimanere al Paris Saint Germain.

Liga Spagnola: tutte le partite della prima giornata 18 Agosto 09:22

Domani: Malaga-Osasuna, Deportivo-Eibar; Sabato: Barcellona-Betis, Granada-Villarreal, Siviglia-Espanyol; Domenica: Sporting-Atletico Bilbao: Real Sociedad-Real Madrid; Atletico Madrid-Alaves; Lunedì: Celta-Leganes, Valencia-Las Palmas.

Finale olimpica Brasile-Germania, a secco Gabigol 18 Agosto 09:20

Con fra gli altri due gol di Neymar e due gol di Gabriel Jesus, a secco solo Gabigol, il Brasile ha superato 6-0 l'Honduras nella Semifinale del torneo olimpico e disputerà la Finalissima per la medaglia d'oro contro la Germania, una sorta di rivincita della Semifinale mondiale del 2014.

Neymar ancora in Brasile, Barcellona lo aspetta 17 Agosto 12:19

Dopo l'eliminazione del Brasile femminile ai rigori contro la Sveza, Neymar e tutto il Brasile attendono la Semifinale odierna contro l'Honduras per continuare a inseguire il sogno della medaglia d'oro conquistata in Patria.

Manchester, la sponda City sprona Joe Hart 17 Agosto 12:17

L'ambiente City di Manchester non ci sta a vedere Joe Hart, emarginato e privato del ruolo di titolare. I giornali di Manchester e i tifosi invitano lo storico portiere Citizens non a rassegnarsi o a rimuginare propositi di abbandono, ma a reagire e a lottare per riconquistare il posto in squadra.

Barcellona, Munir El Haddadi segna ma deve essere ceduto 16 Agosto 10:44

Lo strano destino di un attaccante del Barça all'ombra di Messi, Neymar e Suarez. Segnare ma esssere costretti a lasciare Barcellona. Tutto questo accade a Munir El Haddadi, pichichi estivo dei blaugrana. Non sono bastati 3 gol in amichevole e non è bastata la rete del 2-0 nella gara di andata di Supercoppa di Spagna a Siviglia. Il Club catalano ha detto che al suo agente che il ragazzo deve prepararsi a partire. Destinazione imprecisata, forse Premier League.

Trofeo Santiago Bernabeu, è Real Madrid-Stade Reims 16 Agosto 10:38

Alle 22.00 del 16 Agosto 2016, è questo l'appuntamento per tutti i tifosi merengue che vogliono celebrare l'avversario, i francesi dello Stade Reims, di una storica Finale di Coppa dei Campioni del Real, nel 1956, esattamente 60 anni fa. Torna Alvaro Morata e la folla blanca si commuove. Questa sera per il Trofeo Bernabeu contro i francesi, Zidane pensa di schierare nuovamente Asensio, il talento portato dall'estate.

Premier League, vincono tutte tranne l'Arsenal 16 Agosto 10:36

Ha vinto anche il Chelsea, 2-1 sul West Ham. Senza considerare, con tutto il rispetto il Leicester, hanno vinto tutte le big più attese tranne una. il City ha battuto il Sunderland nello stesso modo e nello stesso punteggio con cui i Blues si sono imposti a Stamford Bridge. Spettacolari e ricche di gol le affermazioni in trasferta di Liverpool e Manchester United. Al palo solo Wenger che lamenta problemi difensivi e che continua a trattare Mustafi.

Partiti i Campionati di Francia e Portogallo, ok PSG e Porto 13 Agosto 10:22

Francia: Monaco-Guingamp 2-2 e Bastia-PSG 0-1 con rete di Kurzawa al 74', assente Cavani; attenzione Roma: Rio Ave-Porto 1-3, reti di Marcelo, Herrera e Andre.

Arriva la Supercoppa di Spagna: domani andata a Siviglia 13 Agosto 10:17

Domani alle 22.00 Siviglia e Barcellona in campo per la gara di andata della doppia Finale di Supercoppa di Spagna.

Jose Mourinho chiude il proprio profilo Instagram 12 Agosto 09:13

"Ci vediamo a Natale", con questa frase il tecnico portoghese del Manchester United ha chiuso il proprio profilo Instagram nei giorni successivi alla conquista del Community Shield contro il Leicester.

Real Madrid, su Asensio ha avuto ragione Zidane 10 Agosto 13:45

In una estate vissuta sotto traccia dal Real Madrid che ha perso diversi obiettivi di mercato e non è riuscito a cedere Morata, James Rodriguez o Isco, una nota lieta. Di fronte alle notizie non buone su Pogba, Zidane non si è perso d'animo e non ha perso tempo nel notare la crescita e le potenzialità di Asensio. Puntualmente confermate dal gol di ieri a Trondheim, contro il Siviglia, in Supercoppa Europea.

Atletico Madrid, el Nino Torres vuole entrare nella storia 9 Agosto 08:08

El Nino ha segnato 109 gol nell'Atletico Madrid e ha un nuovo obiettivo, entrare nei primi cinque goleador dei colchoneros della Storia. Al quinto posto della graduatoria ogni epoca in questo momento c'è Peirò, a quota 129 reti. Nella scorsa stagione, dove ha scalato le gerarchie giocando più di Jackson Martinez e Vietto, il Nino Torres ha segnato 12 gol.

Reading, Jaap Stam furioso con Oliver Norwood 6 Agosto 08:18

Oliver Norwood, centrocampista convocato da Hodgson per gli Europei in Francia e punto di forza del Reading delle ultime stagioni, ha firmato un contratto di 3 anni con il Brighton, avversario proprio del Reading nella Championship inglese 2016-2017. Jaap Stam, allenatore olandese del Reading ed ex giocatore di PSV, United, Lazio e Milan, è furioso per questo motivo: aveva impostato il suo lavoro su Norwood e sapeva che il Reading aveva portato a 3 milioni di sterline la sua proposta di ingaggio.

Madrid fa i conti in tasca a Josè Mourinho 5 Agosto 11:13

Il quotidiano spagnolo AS ha calcolato che Paul Pogba guadagnerà 324.000 euro alla settimana allo United. Da Madrid fanno notare che Mou, per la costruzione del nuovo Manchester, ha speso, 200 milioni di euro: 130 il volume complessivo dell'operazione Pogba, 40 per Bailly e 30 per Mkhitaryan.

Manchester United, Bailly studia per diventare Vidic 4 Agosto 08:34

Vuole diventare la fotocopia di Nemanja Vidic, una leggenda allo United, e anche per questo Ibra se lo coccola negli allenamenti. Crescer con questo modello Eric Bailly, 22enne difensore centrale ivoriano strappato al Villarreal per 38 milioni di euro. Intanto Mourinho insiste, lo sottolinea il Manchester Evening News, per avere Pogba prima del Big Kick Off del Campionato inglese. Ibra intanto dichiara che Rooney è il suo partner ideale.

Real Madrid, Jesè mai al Barça, non bene Benzema 4 Agosto 08:02

C'è una clausola in base alla quale l'attaccante Jesè, passato dal Real al PSG per 25 milioni di euro, non può essere ceduto al Barcellona. Il Club parigino non ha avuto nulla in contrario. Intanto, in vista della Supercoppa Europea con il Siviglia, Zidane continua a dirsi fiducioso sulla presenza di Benzema, ma l'attaccante fa fatica a recuperare.

Verso i Playoff di Champions League, male Olympiacos e Anderlecht 4 Agosto 07:59

Si è conclusa la seconda giornata di ritorno del terzo turno preliminare di Champions League. Le squadre che hanno passato il turno parteciperanno al preliminare della competizione: sorteggio domani a Nyon. Il Monaco ha travolto, 3-1, il Fenerbahce ribaltando il 2-1 dell'andata in Turchia. Decisive la doppietta di Germain e il rigore di Falcao. Tutto facile per il Copenaghen e la Steaua Bucarest che vincono rispettivamente contro Astra (3-0) e Sparta Praga (2-0) qualificandosi al turno successivo. Lo Young Boys dopo aver recuperato lo 0-2 dell’andata, ha battuto ai calci di rigore lo Shakhtar Donetsk.

Impresa degli israeliani dell’Hapoel Be’er Sheva che grazie a una rete a undici minuti dalla fine hanno eliminato l’Olympiacos, trovando uno storico passaggio del turno. Il Celtic con un rigore nel recupero ha trovato la qualificazione contro l’Astana (2-1). Avanti anche il Salisburgo vittorioso 2-0 sul Partizani Tirana. Ajax ok quasi allo scadere contro il Paok (1-2 il risultato finale). Il Legia Varsavia ha pareggiato 0-0 in casa contro il Trencin, ma ha passato il turno grazie alla vittoria 0-1 dell’andata.

Monaco, gravi conseguenze in caso di eliminazione dalla Champions League 3 Agosto 09:00

L'Equipe dedica la prima pagina alla tensione con cui il Monaco di Jardim in panchina e di Falcao in campo attende il ritorno del turno preliminare di Champions League questa sera al Louis II contro il Fenerbahce. All'andata è finita 2-1 per i turchi. "Sarebbe grave". titola l'Equipe: in caso di eliminazione. gravi conseguenze per la squadra monegasca.

Chelsea-Atletico: appello Filipe Luis per Diego Costa 3 Agosto 08:17

Diego Costa è in fibrillazione perchè vuole lasciare il prima possibile il Chelsea per tornare all'Atletico. Ma i Blues hanno dichiarato che non è automatico che l'attaccante brasiliano si liberi in concomitanza con l'eventuale arrivo di Romelu Lukaku. Dal canto suo Filipe Luis, dall'Atletico al Chelsea nel 2014-2015 e tornato con i colchoneros nel2015-2016, ha lanciato un vero e proprio appello all'attaccante per tornare a Madrid.

Barcellona, problemi con Douglas, ok gli altri esuberi 2 Agosto 07:35

Non avrebbe dovuto allenarsi con la Prima squadra ma si è presentato e ha lavorato: il difensore brasiliano Douglas è un problema per il Barcellona che non sa dove e come collocarllo. Rescissione ok invece con Montoya e Alex Song, passati rispettivamente al Valencia e al Rubin Kazan. Dopo aver autorizzato Sandro a raggiungere il Malaga, il Barça è alla ricerca di sistemazioni per altri 3 giocatori: Bartra, Halilovic e Adriano, trattative rispettivamente con Borussia Dortmund, Amburgo e Besiktas.

Il PSG batte il Leicester 4-0 e Cavani continua a segnare 1 Agosto 12:40

Con le reti di Cavani e Ikonè nel primo tempo e di Lucas ed Edouard nella ripresa, la squadra di Unai Emery ha superato 4-0 il Leicester di Claudio Ranieri. Il tecnico spagnolo vuole attaccanti, ma come già accaduto nel vittorioso 3-1 contro il Real Madrid le punte del PSG continuano a segnare.

In gol anche Arda Turan nel Barcellona che vince a Dublino 31 Luglio 07:49

Un buon inizio del Barcellona che supera in amichevole in Celtic passando in vantaggio con Arda Turan, venendo raggiunto da Griffiths e suggellando poi il successo con le reti di Munir e una autorete di Ambrose. Entrambi schierati i giocatori del Barça ritenuti in uscita e collocabili sul mercato: Arda Turan appunto e Aleix Vidal. Intanto i catalani sono stati esclusi dall'asse Atletico Madrid-Siviglia: uno fra Vietto e Gameiro lo avrebbero ampiamente gradito, ma l'argentino è andato a Siviglia e il francese alla corte del Cholo.

Atletico Madrid: per Vietto è Siviglia, non Barcellona 29 Luglio15:54

Come avevamo scritto tre giorni fa, è il Siviglia la destinazione dell'attaccante argentino Luciano Vietto. Non il Barcellona. La presenza di Messi, Suarez e Neymar spaventa tutti gli attaccanti: non vogliono andare al Camp Nou a scaldare la panchina. E con Vietto a Sivigilia, crescono le possibilità di Gameiro al Vicente Calderon. L'Atletico ha però dato la propria priorità a Diego Costa. Se si libera lui, prendono lui. Altrimenti...

Guardiola, non è ancora il City che voglio io 29 Luglio 08:17

Dopo il pareggio in amichevole 1-1 con il Borussia Dortmund e la vittoria Citizens ai rigori, Pep Guardiola si è mostrato un po' preocciupato. Dopo la sconfitta di misura di Monaco e questa gara, ha osservato che Club e squadra non sono ancora dove lui vorrebbe che fossero in questo momento. Doppio riferimento: ai giocatori e al mercato.

Il Siviglia batte il Mainz con Gameiro in campo 29 Luglio 07:57

Nell'amichevole di preparazione alla Finale di Supercoppa Europea vinta 1-0 con il Mainz, il Siviglia ha schierato Kevin Gameiro titolare dal primo minuto. Il giocatore è sempre più vicino all'Atletico Madrid, che però non ha perso le speranze di arrivare a Diego Costa, piuttosto che al Barcellona, ma nel frattempo il Siviglia non smobilita il progetto nei suoi confronti e continua a schierarlo.

Derby di Madrid, Simeone: "Perderlo in Finale è stato come la morte" 28 Luglio 14:24

Il Cholo Simeone è tornato sulla Finale-Derby dello scorso 28 Maggio a San Siro: "Tutto quello che ho pensato non potevo esprimerlo in breve tempo e dirlo alla stampa, ma siamo forti, con entusiasmo, eccitazione ci riprenderemo assieme ai miei giocatori. Non ho mai pensato di lasciare, è molto difficile da spiegare, per me è stato come una morte e la morte bisogna combatterla. E io ho dovuto farlo.”

Chelsea: Romelu Lukaku libererebbe Diego Costa 28 Luglio 07:33

La speranza di Diego Costa, che vuole fortemente tornare all'Atletico Madrid, è che il Chelsea acquisti una sua vecchia conoscenza, Romelu Lukaku. L'attaccante dell'Everton è un grande obiettivo dei Blues. In questo caso, Diego Costa potrebbe tornare a Madrid.

Real Madrid, Zidane blinda James e libera Jesè 28 Luglio 07:24

Zinedine Zidane continua a sperare nell'arrivo di Pogba. Il tecnico del Real Madrid ha tolto dal mercato James Rodriguez. Il giocatore colombiano resta al Real Madrid e spera di ritagliarsi un posto in squadra per la Supercoppa Europea del 9 Agosto. Intanto Jesè potrebbe ripetere l'operazione Morata. L'attaccante merengue potrebbe andare a giocare con il Borussia Dortmund o il Liverpool per valorizzarsi e per rimanere sotto il controllo del Real con la formula della recompra.

Guardiola critica Pechino e pensa a Fernandinho per la difesa 28 Luglio 07:01

Pep Guardiola è ancora irritato per le condizioni inaccettabili del campo di Pechino che hanno indotto il City e lo United ad annullare il derby di Manchester originariamente previsto in Cina. Intanto si allungano i tempi per l'acquisto del difensore. Ad oggi non sono arrivati, e ben difficilmente arriveranno, sia Stones dall'Everton che Bonucci dalla Juventus. Pep allora pensa di schierare Fernandinho in difesa, un po' come aveva fatto con Mascherano a Barcellona: "Fernandinho può giocare in 10 posizioni diverse", ha dichiarato Guardiola.

Mhkitaryan: "Mi spiace solo non sia qui il mio papà" 27 Luglio 07:27

Il 27enne Henrikh Mhkitaryan, passato per 26 milioni di sterline dal Borussia Dortmund al Manchester United, ha dichiarato al Daily Mirror di avere un solo rimpianto: "Ho perso mio papà per un tumore al cervello quando lui aveva 33 anni e io 7. Sarebbe bellissimo che fosse qui a vedere come sono riuscito a coronare il mio sogno di giocare nel Manchester United".

Bryan Robson: Zlatan's new Van Man, il nuovo Van Persie 27 Luglio 07:24

Bryan Robson, ex Ct inglese e gloria del calcio britannico ha dichiarato al Daily Mirror che Zlatan Ibrahimovic può essere il giocatore in grado di riportare in maglia Reds la classe e lo stile di Robin Van Persie.

Barcellona: il fatturato sempre più su 27 Luglio 06:58

Anno dopo anno continua l'impennata del fatturato del Barcellona. Negli ultimi cinque anni, il Club blaugrana è passato dai 483 milioni della stagione 2011-12 ai 635 milioni di oggi. Tra il 2013 e il 2015, il Barça stesso aveva fatturato 486 e 566 milioni. Il ricavo d'esercizio dopo l'ultima stagione 2015-2016 è di 29 milioni di euro.

Conte e Mourinho: Chelsea e Manchester United le più antipatiche 26 Luglio 12:55

A quasi 10.000 tifosi inglesi, il Manchester Evening Newa ha chiesto d'indicare la squadra più amata e quella più disprezzata fra le 20 della Premier League. E alla fine il risultato ha "premiato" il Chelsea di Antonio Conte, che ha raccolto lo sgradimento soprattutto dei fan del Tottenham e di quelli dell'Arsenal. Il secondo posto finale mdel Manchester United è dato dai voti negativi raccolti fra i tifosi di Manchester City, Liverpool, Crystal Palace e West Brom. Capovolgendo invece la classifica, se il club meno detestato della Premier League è risultato essere il Bournemouth, la vera sorpresa è però stato il secondo posto del Leicester. Questa la top-20 completa:

1) Chelsea 2) Manchester United 3) Liverpool 4) Manchester City 5) Arsenal 6) Tottenham 7) Stoke 8) West Ham 9) Sunderland 10) West Brom 11) Crystal Palace 12) Everton 13) Hull 14) Middlesbrough 15) Swansea 16) Southampton 17)Watford 18) Burnley 19) Leicester 20) Bournemouth

Barcellona, il Plan B è Carlos Bacca 26 Luglio 09:26

Su Carlos Bacca irrompe il Barcellona. Con Gameiro che predilige l'Atletico Madrid e con Vietto in questo momento più vicino al Siviglia, ecco che il Barcellona sta pensando a Carlos Bacca. E' il titolo a tutta pagina, con servizio di 2 pagine all'interno, del Mundo Deportivo.

United-City: annullato il derby in Cina 26 Luglio 09:16

Infortuni e maltempo. Le dirigenze dei due Club di Manchester hanno deciso di cancellare il confronto originariamente previsto durante la tournèe cinese, per la precisione al Nido d'Uccello di Pechino. Appuntamento al 10 Settembre, in Campionato a Old Trafford.

Andrè Gomes oggi a Barcellona 26 Luglio 08:35

Oggi le visite mediche a Barcellona per Andrè Gomes, il pregiato colpo di mercato blaugrana strappato al Valencia e soprattutto alla concorrenza del Real Madrid. Domani mattina la presentazione del nuovo centrocampista a disposizione di Luis Enrique.

Zidane sta giocando un derby con il proprio passato 26 Luglio 08:26

Paul Pogba sembra destinato in tutto e per tutto al Manchester United, ma Madrid non molla. Il Real spera ancora che fra United e Raiola scocchi quella scintilla negativa in grado di riportare le merengues in gioco per acquisire il francese. Il Real spera in questo per il valore di Pogba, per non darla vinta a Mourinho ma anche perchè Zidane chiede da tanto tempo e in continuazione il centrocampista francese. Zidane, proprio lui. Con la sua cessione al Real Madrid, aveva consentito alla Juventus di acquistare sul mercato Buffon, Thuram e Nedved. Adesso, 15 anni dopo, Zizou chiede Pogba che, con la propria partenza, coprirebbe o quasi i costi di Higuain, Pjanic e Pjaca. La storia, ciclica per sua natura, si ripete.

Gabriel Jesus: irrompe Mourinho 24 Luglio 10:35

Non bastavano Real Madrid e Manchester City. Adesso anche lo United, adesso anche Mourinho. Il Manchester United è uno di quei cinque Club che potrebbero acquisire il giovane attaccante del Palmeiras pagando semplicemente la clausola da 24 milioni di euro. Ma il Club inglese ha deciso di offrirne 32, per attutire gli effetti della grande offerta del City salito a 32 milioni di euro.

Andrè Gomes al Barcellona, Real preso in contropiede 22 Luglio 08:58 - Il Real Madrid vuole fare un colpo a centrocampo, ma ieri è crollata la trattativa con il Valencia per Andrè Gomes. Il Valencia aveva chiesto al Real Madrid 65 milioni con contropartite tecniche come Kovacic, Nacho e uno fra Asensio e Jesè. Il Real non ha accettato. Così il Valencia ha chiuso con il Barça per 55 milioni tutti in denaro, 35 subito e 20 di bonus. Nelle pagine successiva AS prova a tenere viva, ma senza molta convinzione, la pista Pogba rifacendosi al post di Mino Raiola sul bla bla bla...

Arsenal, Wenger sotto pressione 21 Luglio 09:00

Arsene Wenger è in discussione all'Arsenal, sono due anni, da Alexis Sanchez nel 2014, che non mette a segno un grande colpo. Thierry Henry per lui può essere quello che è stato Zidane per Benitez. Il pupillo, la bandiera, pronto ad entrare in scena al posto del tecnico navigato ed esperto. Lo scriveva anche l'Equipe nei giorni scorsi. Wenger eve dare segnali. Deve comprare. I suoi obiettivi per l'attacco sono 4 secondo il Mirror: Morata, Draxler, Bacca e Icardi. Per la difesa sono 3 e tutti "italiani". Koulibaly, Manolas e Rugani.

Atletico Madrid: Gameiro oscura Bacca e Icardi 21 Luglio 08:24

L'Atletico Madrid ignora completamente il mercato italiano. La sua priorità era Diego Costa. Saltata. La seconda: Pierre Aubameyang. Problemi e complicazioni anche lì. Adesso la prima scelta di Diego Simeone è Kevin Gameiro e l'Atletico Madrid è già in trattativa con il Siviglia, ma il grande duello è con il Barcellona che a sua volta vuole il giocatore..

Effetto Conte: Chelsea aggressivo con l'Atletico Madrid 21 Luglio 08:25

Il Chelsea ha minacciato l'Atletico Madrid di ricorrere alla FIFA se l'Atletico dovesse continuare a mettere pressione su Diego Costa affinchè lasci Londra. Antonio Conte irremovibile, Diego Costa non si muove.

Celta-Depor, domani il derby gallego in Uruguay 20 Luglio 08:49

Il Celta Vigo allenato da Edoardo Berizzo è atterrato puntuale in Uruguay per il derby di domani con il Deportivo La Coruna allenato da Gaizka Garitano. Il Celta ha lasciato a Vigo il 28enne centrocampista Alex Lopez che interessa al Valladolid. Dal canto suo, il Depor ha lasciato in Galizia i propri tre giocatori in soprannumero: Luisinho, Bicho e Luis Fernandez.

Real Madrid: perso Pogba, tutto su Andrè Gomes 20 Luglio 2016 08:24

Secondo AS è Andrè Gomes il nuovo obiettivo del centrocampo del Real Madrid. Il 22enne portoghese del Valencia, a lungo accostato anche ai Club italiani fra cui la Juventus, sembra essere la nuova frontiera merengue nel giorno di Pogba vicinissimo al Manchester United. A Madrid non sembrano essere molto entusiasti dell'idea Andrè Gomes. tanto è vero che lo definiscono il Kovacic di questo nuovo giro di mercato.

Bayern-Man City, derby per Leroy Sanè 20 Luglio 2016 08:13

Amichevole dai mille significati questa sera alle 20.30 all'Allianz Arena fra il Bayern di Carlo Ancelotti e il Manchester City di Pep Guardiola. Per il tecnico catalano si tratta del ritorno a Monaco di Baviera, per Re Carlo del grande esordio. Ma le due squadre sono anche accomunate da un grande desiderio di mercato. L'obiettivo comune è Leroy Sanè, centrocampista 20enne dello Schalke 04, sul quale il City sembra in vantaggio sui bavaresi.

Celta-Deportivo, il derby galiziano in Uruguay 19 Luglio 09:00

Non hanno preso lo stesso aereo, ma condivideranno lo stesso albergo per il Quadrangolare in Uruguay cui hanno deciso di partecipare. Le protagoniste del derby galiziano hanno deciso così. Il Celta ha fatto scalo a Madrid, il Deportivo La Coruna a Buenos Aires. Il derby fra le due squadre si giocherà giovedì 21 Luglio. Poi sabatoil Celta contro il Naciolan di Montevideo e il Deportivo La Coruna contro il Penarol.

Madrid: prosegue l'ossessione Pogba

AS non perde un colpo su Paul Pogba. La prima pagina di oggi, martedì 19 Luglio, è tutta su Zidane: "ME GUSTA POGBA". Il quotidiano spagnolo prosegue poi relazionando i propri lettori sulla vacanza del crack juventino a Miami. E con una certa ironia sul Manchester United: "Pretende di acquistare Pogba per 125 milioni, dopo averlo ceduto per 4 milioni".

Liverpool: dalla Brexit alla Klexit

Dopo la Brexit, la Klexit, la exit di massa voluta dal tecnico del Liverpool, Jurgen Klopp. Il numero uno tedesco ha mostrato la via d'uscita da Anfield non soltanto a Mario Balotelli, ma anche a Benteke, Lucas, Bogdan, Ilori e Markovic.

Francia: le grane Wenger e Boufal

All'Arsenal, sembra esserci maretta fra Arsene Wenger e Thierry Henry. Proprio Titi potrebbe essere l'uomo di ricambio dei Gunners rispetto all'eterno Arsene che viene accusato di non aver teso la mano ad Henry per allevarlo e coltivarlo. Problemi invece al Lille per Sofiane Boufal, la punta del valore di 20 milioni che è il fiore alll'occhiello di mercato del LOSC. Boufal è stato operato al menisco destro e per almeno 2 mesi non potrà lavorare in gruppo, dovendo seguire un protocollo particolare per il recupero. Il mercato chiude il 31 Agosto e il Lille sperava di ricavare risorse importanti dalla sua cessione.