Il cammino di Monaco e Juventus, avversarie tradizionali in Champions League

La Juve massiccia che non subisce mai, contro il Monaco castigamatti

di Marco Varini

Sarà il Monaco l’avversario della Juventus nella semifinale di Champions League. In una stagione che continua a lanciare segnali importanti alla Juve, anche l’urna di Nyon lancia un chiaro segnale verso il successo europeo della Juve. Un Successo che ai bianconeri manca ormai da 21 anni, dal lontano 1996, ovvero dalla finale di Roma, vinta contro l’Ajax ai calci di rigore. Il Monaco è un avversario tosto da non sottovalutare, la vera rivelazione di questa Champions League, ma certamente squadra inferiore rispetto alle due di Madrid. Real e Atletico si affronteranno nell’altra semifinale e la vincente sarà a Cardiff a contendere il trofeo alla vincente di Juve-Monaco. I bianconeri sono certamente i favoriti per la qualificazione alla finale.

Il Monaco ha passato agevolmente il Gruppo E da 1° classificato, in un girone con il piccolo CSKA Moska, ma anche con il forte Bayer Leverkusen e il sempre temibile Tottenham. Agli ottavi, a grande sorpresa, la qualificazione ai danni del Manchester City di Pep Guardiola, squadra per molti tra le favorite per la vittoria finale. Qualificazione conquistata con un netto 3-1 in casa dopo la sconfitta per 5-3 dell’andata. Ai quarti la seconda sorpresa, passaggio turno contro il fortissimo Borussia Dortmund. A sorprendere non è stata la qualificazione in se, ma la doppia vittoria dei monegaschi, 3-2 a Dortmund e 3-1 in casa. La stella della squadra del principato è senza dubbio il giovane Mbappe, giocatore già nel mirino di mezza Europa, chiamato ora alla prova della verità contro la BBC, la difesa bianconera.

La Juve invece ha raggiunto la semifinale anch’essa da 1° classificata nel Gruppo H, nel girone con Siviglia, Lione e Dinamo Zagabria. La forza della Juve fin qui è stata la difesa, sono infatti solo 2 le reti subite dai bianconeri, un dato impressionante. E lo diventa ancora di più se consideriamo che mentre agli ottavi l’avversario è stato il Porto, squadra temibile battuta con due vittorie (2-0 e 1-0), ai quarti l’avversario è stato un certo Barcellona, battuto in un doppio confronto senza storia. Un netto 3-0 a Torino e uno 0-0 a Barcellona, nessun gol subito nemmeno contro l’attacco, a detta di molti, più forte del mondo, la MSN. Col Monaco i bianconeri partono sicuramente da favoriti, ma i monegaschi sono una squadra forte e attrezzata, che ha la grande occasione di ritrovare una finale di Champions che manca dal 2004, quando fu poi sconfitta dal Porto di Josè Mourinho.

Anche i precedenti sorridono alla Juve, che ha passato il turno in entrambe le occasioni nella quali ha incrociato il Monaco in Champions League: semifinale 1997/98 e quarti 2014/15. Nel 2015 i bianconeri non hanno subito nemmeno un gol nella doppia sfida con i monegaschi. Anche gli incontri casalinghi sorridono alla Juve, che ha vinto entrambi i precedenti: 4-1 e 1-0. I bianconeri hanno inoltre passato il turno 10 volte su 10 nella fase ad eliminazione diretta delle coppe europee contro avversarie francesi. Se ci limitiamo alla Champions League, la Juventus ha superato il turno tre volte su tre in semifinale contro avversarie francesi: Bordeaux 1985, Nantes 1996 e Monaco 1998. I numeri parlano chiaro, i tifosi bianconeri faranno gli scongiuri scaramantici del caso, ma la Juve sembra già avere un posto nella finale di Cardiff.