La Juventus non drammatizza l'episodio di Reggio e gestisce Allegri-Dybala

Allegri-Dybala: il cinque della discordia, ma è pronto il rinnovo

di Mario Lorenzo Passiatore

La Joya non ha digerito il cambio di Reggio Emilia ed il basso minutaggio pre – Doha, quattro gare da subentrante dopo l’infortunio. L’argentino ha poi chiesto scusa e mandato un messaggio distensivo via Twitter. Pronto il rinnovo extra - large per allontanare le sirene spagnole. Tutto secondo protocollo, o almeno in parte. In casa bianconera non hanno mai tollerato manifestazioni di protesta oltre l’ordinario. Dietrofront e scuse di rito, a certificare a microfoni accessi Buffon e Bonucci, che hanno ricondotto il gesto ad una defaillance nervosa. Lo aveva ampiamente fatto Max Allegri nel post – gara, un passaggio velato sull’accaduto per non alimentare altre polemiche e proteggere pubblicamente il calciatore.

In soldoni, una mancanza di rispetto nei confronti del tecnico livornese che sta provando a gestire Dybala per averlo poi al top in primavera. Centellinare il minutaggio e tirarlo fuori, ove possibile, a risultato acquisito. Certamente a storcere il naso è stato l’argentino, prima di Doha, per ovvi motivi concorrenziali, non ha mai amato l’attacco pesante. Ora però è cambiata la formula ed anche in rendimento, è tornato a segnare con continuità nel 2017. Questione di prospettive, come quella di “Radio Cope”, emittente iberica che ha riportato il malumore dell’argentino e che sarebbe pronto in estate a forzare l’addio, destinazione Real. Disposti ad inserirsi dietro un cinque mancato. Intanto, i vertici bianconeri si tutelano, nei prossimi giorni arriverà l’annuncio del maxi - rinnovo, per cifre e durata sarà sulla falsariga di quello del Pipita Higuain.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.