Higuain contro la panchina di San Siro, Higuain il Nazionale contro Icardi il non Nazionale

Juventus-Inter passa da Higuain e non solo per la panchina dell'andata - E' anche il duello fra il titolare della Nazionale argentina e lo sfidante Icardi

di Marco Varini

Higuain attende l’Inter. Nel match di andata, giocato lo scorso settembre, il Pipita non era ancora un titolare fisso della Juve. L’argentino entrò in campo solo a 15 minuti dalla fine, sfiorando il gol del pareggio con un colpo di testa. Proprio quel match, terminato 2-1 per l’Inter, ha segnato la prima sconfitta stagionale della squadra di Allegri, ed una delle poche gioie nerazzurre dell’era De Boer. Ma soprattutto è stata la prima esclusione importante di Higuain. Questo perché il pipita, nonostante i 3 gol in altrettanti match, (gol decisivo alla Fiorentina e doppietta al Sassuolo), non era in perfetta forma. Il tecnico della Juve, Massimiliano Allegri, gli preferiva Mandzukic, che meglio si integrava nel 3-5-2 bianconero. Oggi la musica è completamente diversa. Il Pipita è tornato quello della scorsa stagione, quello dei 39 gol stagionali, che ha fatto innamorare i tifosi del Napoli. Probabilmente Higuain non eguaglierà tale record in questa stagione, del resto si tratta di un’impresa (forse) irrepetibile, fatta in una squadra in cui era la stella principale. Alla Juve, nonostante i 94.000.000 di euro pagati per il suo trasferimento, è uno dei tanti campioni della squadra bianconera. Fino a poco tempo fa nemmeno un titolare inamovibile.

Juventus-Inter è anche il duello con Maurito. Icardi ha spesso saputo colpire inmaniera sfrontata la Juventus, proprio in casa sua. E fra Higuain e l'interista la posta in palio non può essere solo la sfida di Campionato. Nel loro nuovo braccio di ferro in arrivo, c'è anche il posto da numero 9 della Nazionale argentina, dal quale Icardi è tenuto lontano per via di alcuni pregiudizi sulla sua vicenda familiare e i pregressi con Maxi Lopez. Higuain in ogni caso, su tutto questo, vuole tornare a far valere solo il campo. Complice la ritrovata condizione fisica, proprio Higuain è già arrivato a 15 gol stagionali. Ha deciso match importanti come il derby col Torino, (doppietta ai granata siglando, soprattutto, la rete del 2-1), il match col Napoli, (2-1 a pochi minuti dal termine), e quello con la Roma (gol decisivo nell’1-0 dello Stadium). Il nuovo 4-3-2-1 di Allegri ha dato la possibilità di far giocare insieme Higuain, Dybala e Mandzukic, anche se il pipita difficilmente può essere tolto in questo momento, indipendentemente dal modulo tattico. Domenica allo Stadium arriva l’Inter. La squadra nerazzurra è in forma e sarà certamente un match equilibrato e intenso. I nerazzurri però sono avvisati, il Pipita cerca la rivincita.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.