Confronto Juve, Conte imperversa a Londra, Allegri fa il suo a Torino

Numero di trofei e rendimento nel Club: il 2016-17 tutto a favore di Conte rispetto ad Allegri - E il tifoso juventino rimugina...

di Marco Varini

Conte-Allegri, destini incrociati sulla linea Torino-Londra. Il tecnico pugliese sta facendo cose straordinarie con il Chelsea. Solo pochi mesi fa, dopo un inizio non esaltante, si parlava addirittura di un suo possibile esonero. Il calcio però, come spesso accade, cambia in un attimo. Superato il periodo del fisiologico ambientamento è tornato il Conte bianconero. Quello che non lasciava un centimetro agli avversari, quello delle tante vittorie consecutive. Ora siamo a 13, in attesa del match di stasera fra Tottenham e Chelsea. I blues hanno eguagliato le vittorie dell’Arsenal, ma Conte potrebbe mettere a segno la 14^ vittoria, siglando un nuovo record ed entrando cosi, già a gennaio, nella storia della Premier.

Il tecnico salentino ha rivitalizzato una squadra che ha fatto un mercato ben inferiore a quello delle dirette concorrenti, pensando ad esempio allo United che ha speso 105 milioni di euro per il solo Pogba. Sta giocando una difesa che sembrava finita, mentre ora è la meno battuta del campionato. Guarda caso esattamente quello che accadde a Torino, dove prese una difesa giudicata da molti impresentabile per la Serie A, portandola poi ad essere la migliore del torneo.

A Torino invece Allegri non vive un momento esaltante. La Juve è nettamente 1^ in campionato e qualificatasi da 1^ nel girone agli ottavi di Champions, ma il gioco stenta. Nonostante una campagna acquisti sontuosa, con la ciliegina da 94 milioni di Higuain, pare ancora una squadra incompiuta. In tutto questo ha chiuso l’anno 2016 con la sconfitta in Supercoppa, (contro il Milan), che dà ancora molto fastidio ad allenatore e società. Tant’è che si inizia a parlava di un possibile divorzio tra la Juve e Massimiliano Allegri, con Paulo Sousa possibile sostituto. Il tecnico livornese non pare essere il tecnico adatto per questa Juve, spesso autore di formazioni discutibili e di errate letture a partita in corso. E’ lecito domandarsi cosa farebbe il Conte bianconero, o il Conte “inglese” di questa prima parte di stagione, con questa Juve.

 

 

 

 

.