Roma, Di Francesco ha messo in fila tutti gli scettici

Roma, la rivincita di Eusebio Di Francesco - Doppietta di Gerson a Firenze: l'antipasto del derby è servito

di Angelica Cardoni

La Roma vince la sua dodicesima partita consecutiva in trasferta. Profumo di record per Eusebio Di Francesco che, durante i suoi primi mesi romani, ha sopportato critiche e dubbi. C'è chi lo considerava non all'altezza dello spogliatoio giallorosso: con poca esperienza e con un curriculum che non avrebbe portato a grandi risultati. L'abruzzese, invece, ha lavorato in silenzio e ha valorizzato una squadra che lo sta ripagando con la stessa moneta. Insomma, la filosofia dell'ex allenatore del Sassuolo sembra efficace. L'avvio della stagione, quanto ai numeri, lo piazza davanti a Spalletti e la partita contro il Chelsea gli riserva un posto speciale nella storia. Di Francesco, poi, ha dato brillantezza a quei giocatori che erano finiti nel dimenticatoio. Tra loro anche Gerson, l'eroe moderno del 'Franchi'.

Gerson – Gerson ha segnato la sua prima doppietta in Serie A. Contro la Fiorentina, contro tutti e tutto. Contro quelle voci che, fino a un mese fa, lo consideravano un giocatore da buttare. Il suo cambiamento è andato di pari passo con quello di Di Francesco che ha saputo dargli fiducia. Quasi un paradosso, dopo una stagione negativa e quei bagagli già pronti per la Francia. Certo, anche Spalletti gli aveva concesso delle occasioni, ma il brasiliano non era riuscito a sfruttarle. Con Di Francesco è un'altra storia. “Tutti i giocatori sono sullo stesso piano”, ha ribadito sempre l'allenatore della Roma. E proprio la capacità di ruotarli, mantenendo la stessa corsa, tra campionato e Champions, è l'arma vincente di questa Roma. “Il lavoro più importante l'ho fatto nella testa dei calciatori e devo ammettere che tutti stanno sposando le mie idee: stiamo creando qualcosa”.

Il derby – Una cosa è certa, Roma-Lazio sarà un derby molto bello da vedere. La Roma è carica, la Lazio non è da meno: lo spettacolo all'Olimpico (nella gara del 18 novembre) è garantito. Le romane sono le squadre più in forma del momento, stanno facendo bene in campionato, ma anche in Champions e in Europa League. In Serie A, poi, hanno entrambe una partita in meno (la Roma contro la Sampdoria, la Lazio contro l'Udinese). Ed è per questo che il derby, dopo la sosta per le Nazionali, sarà più importante del previsto. La Roma, dopo la trasferta toscana, è già proiettata su quella partita che nella Capitale vale più delle altre: “Le gare dopo le soste non sono mai andate bene “ - ha detto Di Francesco - “Dobbiamo invertire questa tendenza”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.