Lazio e Milan. Inzaghi e Montella, stessa centrifuga e stessi impegni

Lazio-Milan, Lucas Biglia in campo da ex - Inzaghi e Montella: tour de force continuo

di Angelica Cardoni

Quella di domenica contro la Lazio non sarà una sfida qualunque per Lucas Biglia. Il regista del Milan, ex capitano delle aquile, si ritroverà a tu per tu con la Nord e con i colori che ha onorato per anni proprio nella sua gara di esordio dal primo minuto in rossonero. Uno strano scherzo del destino? Forse. Certo è, che la sfortuna ci ha messo lo zampino, intralciando i primi passi a Milanello dell'argentino che ha ormai recuperato dalla lesione al bicipite femorale della coscia sinistra. Tutto pronto, o quasi, per il suo battesimo all'Olimpico, in una delle sfide storicamente più avvincenti della Serie A.

Lazio-Milan, il primo di tanti impegni – Simone Inzaghi dovrà preparare 7 gare in 21 giorni con Milan, Napoli e l'Europa di mezzo. Un ciclo complicato, considerando l'infortunio di Felipe Anderson che probabilmente tornerà a disposizione il 14 ottobre, a Torino, contro la Juventus. Non sarà un gioco da ragazzi, ma sicuramente l'occasione perfetta per testare tutta la rosa. Strategie che intaccano anche i piani di Vincenzo Montella, concentrato da tempo su una lunga sfilza di appuntamenti, dato che quella rossonera è la rosa con più minuti sulle gambe del campionato. Si parte con la Lazio a Roma, poi Udinese e Spal (infrasettimanale) a San Siro e Sampdoria a Genoa. Senza dimenticare le partite di Europa League contro l'Austria Vienna e quella contro il Rijeka il 28 settembre.

Immobile e Cutrone, i bomber di casa nostra – Ciro Immobile è una pedina essenziale per Simone Inzaghi. Un trascinatore, un uomo di responsabilità, con il vizio del gol che non lo abbandona. Sia con la maglia della Lazio sia con la maglia della Nazionale. Quella appena iniziata potrebbe essere la sua stagione, impreziosita dagli assist di Nani e Felipe Anderson, più generosi nel gioco rispetto a Keita. Se Ciro Immobile è una certezza, Patrick Cutrone è una sorpresa esplosa e destinata a fortificarsi. Il DNA del bomber di razza, infatti, si riconosce in fretta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.