La Roma riparte, ma il mercato...

Comincia la stagione della Roma: la prima di Di Francesco, la prima senza Totti - Il punto sul mercato: più partenze che arrivi

di Angelica Cardoni

Eusebio Di Francesco allenatore, Monchi direttore sportivo e Daniele De Rossi capitano. La Roma del dopo Totti è servita. Dopo il raduno a Trigoria e le visite mediche di rito, la squadra partirà per il ritiro di Pinzolo, in programma dal 7 al 14 luglio. La Roma è soltanto ai nastri di partenza, ma c’è già chi ha criticato un mercato che, finora, ha trattato più uscite che entrate. Partenze importanti. Ed è per questo che le emittenti radiofoniche romane sono scatenate. C’è chi pensa che la squadra si sia indebolita, che non valga più il secondo posto, che perda pezzi tutti i giorni. E poi, c’è ancora chi sostiene che Di Francesco non sia all’altezza della situazione. “A Roma porto il mio modo di vedere il calcio” - ha dichiarato qualche giorno fa il tecnico giallorosso - “Noi dobbiamo creare un gruppo più unito che compatti società, squadra, ambiente. Poi, sappiamo che tutto dipenderà dai risultati. Io ho avuto la fortuna di vincere uno scudetto a Roma e ho vissuto in un grande gruppo. Per ricreare qualcosa di importante, bisogna ambire a questo”.

Mercato - “Manca ancora qualche giocatore, ma ho fiducia in Monchi, lo conosco da quasi dieci anni e so che farà una squadra molto forte”, ha dichiarato Diego Perotti a Villa Stuart, prima delle visite mediche. Un pensiero condivisibile, perché obiettivamente è prematuro dare un voto all’operato del nuovo direttore sportivo giallorosso. Nella stagione delle partenze e degli addii, anche Kostas Manolas è tornato sulla piazza. Anche se la partenza, ormai prossima, di Rüdiger, potrebbe metterlo al riparo dai saluti. A Roma piacciono Foyth, il giovane difensore dell’Estudiantes, e poi Thauvin, reduce da una buona stagione a Marsiglia. L’esterno francese, infatti, potrebbe essere il sostituto di Salah. E poi Defrel, uno degli obiettivi principali di Di Francesco: il Sassuolo chiede 25 milioni, ma la controproposta giallorossa supera di poco i 15 milioni.

Spazio ai giovani in Trentino - Tra i 31 convocati per il ritiro ci sono molti ragazzi della Primavera. Insomma, per giudicare la Roma al completo bisognerà aspettare il 16 luglio, quando i giallorossi partiranno per la tournée negli Stati Uniti. A Pinzolo, infatti, non ci saranno i giocatori che sono stati impegnati con le Nazionali, ai quali Di Francesco ha concesso qualche giorno di vacanza in più. E quindi De Rossi, El Shaarawy, Pellegrini, Nainggolan, Manolas, Dzeko, Strootman, Moreno, Fazio, Iturbe e Skorupski. Ci saranno gli ultimi arrivati Gonalons e Karsdorp, Castan e Vainqueur, in rientro dai prestiti, e Mario Rui, vicinissimo al Napoli. Poi, i 13 giovani della Primavera. Quella di Di Francesco è una lista di convocati che lascia sicuramente l’amaro in bocca ai più impazienti. I nuovi acquisti non hanno entusiasmato i tifosi che però hanno ancora tempo per ricredersi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.