Juve-Lazio, il problema Inzaghi in casa di Allegri

Juventus-Lazio, dalla Supercoppa al campionatom - Allegri-Inzaghi, solidità contro imprevedibilità

di Angelica Cardoni

Juventus e Lazio si sono salutate all'Olimpico, dove la formazione di Simone Inzaghi ha alzato al cielo la Supercoppa italiana. Era il 13 agosto e la Lazio era ancora in fase di rodaggio. Poi, sono arrivati gli impegni in campionato e quelli in Europa League. E il club di patron Lotito ha dimostrato di avere le spalle larghe, con le piccole e con le grandi (attualmente è quarto in classifica con 16 punti). Ha rispolverato un talento come Luis Alberto, ha potenziato la mira di un bomber come Ciro Immobile. Insomma, rispetto a due mesi fa, la Lazio è migliorata nella condizione fisica e nei singoli, pur contando delle assenze. Proprio per questo, una buona prestazione a Torino significherebbe tanto per Inzaghi. Battere la Juventus è difficile per tutti. E la Lazio delle sorprese, in campionato, non ci riesce dal 2003, quando Corradi e Fiore stesero la Vecchia Signora.

La vigilia di Inzaghi - Il fattore campo è uno degli elementi che potrebbe mettere il bastone tra le ruote alla squadra di Inzaghi. “In casa, i bianconeri sono quasi imbattibili, ma noi cercheremo di fare la gara perfetta, sperando che loro non siano in giornata”, ha dichiarato durante la conferenza della vigilia. Umiltà e furore agonistico, l'allenatore della Lazio non pretende altro: “Troveremo una squadra arrabbiata per la sconfitta di agosto e per l'ultimo pareggio a Bergamo”. Concretezza contro imprevedibilità: questa è la sintesi perfetta del big match in programma sabato, alle 18, allo Stadium. La Juventus, nonostante gli infortuni, è una squadra molto solida; la Lazio si è riscoperta e ha riscoperto il piacere di essere considerata tra le grandi, in poco tempo. Sarà sufficiente per fare la voce grossa a Torino?

La curiosità – La Lazio è sempre più social. Sugli smartphone dei giocatori biancocelesti, via whatsapp, i collaboratori di Inzaghi hanno inviato i video della partita di Supercoppa e delle caratteristiche tecniche dei giocatori avversari. Un modo tecnologico per preparare la gara di sabato e per studiare bene la Juventus, cercando di ripetere il successo dell'estate. Anche perché, il programma delle prossime settimane, a partire dal match contro i bianconeri, non concede sconti e richiede tanto studio: la Lazio dovrà essere concentrata per affrontare al meglio le 4 trasferte in 5 gare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.