Inter-Roma è il secondo esame di spallettese per Eusebio Di Francesco

Roma, tra campo e mercato. I tifosi: “Nainggolan non si tocca” - Di Francesco si prepara per il grande ex: domenica c'è l'Inter di Spalletti

di Angelica Cardoni

Nainggolan è intoccabile. Un'affermazione che per la Roma giallorossa risuona come un imperativo categorico. Sì, perché ai tifosi interessano poco gli abusi, le serate in discoteca, il Capodanno esagerato. Radja, in campo, è in grado di allontanare tutte le chiacchiere. Radja è uno di loro. E' un big, è un simbolo. Ed è per questo che l' interesse del Guangzhou Evergrande li ha mandati fuori di testa. Il centrocampista belga ha rinnovato, a luglio, fino al 2021, ma la proposta della squadra di Fabio Cannavaro è seducente: pronti un'offerta da 50 milioni di euro e un ingaggio di 12 milioni. L'unico freno? La “luxury tax” che raddoppia, per i club cinesi, il costo di un qualsiasi affare sopra i 6 milioni: la partenza del giocatore, almeno per gennaio, sembra improbabile. E per il futuro? E' impossibile prevedere quello che succederà nei prossimi mesi, ma certo è che i tifosi scenderebbero in campo con un'altra rivolta social. Con la stessa strategia e gli stessi sentimenti che hanno usato in questi giorni per alzare la voce. Il messaggio? Uno soltanto: “Giù le mani da Nainggolan”. Ormai un simbolo per i romanisti, un punto di riferimento che, in un momento di malcontento generale per quei risultati che non arrivano (la Roma non vince dallo scorso 16 dicembre), non può prendere un aereo per la Cina. La questione resta aperta, come quella che riguarda Emerson Palmieri, che potrebbe presto giocare in Premier League (magari con la maglia del Liverpool) e Strootman, altro nome che potrebbe esser ceduto per fare cassa. Bruno Peres? L'agente ha dichiarato che il giocatore ha intenzione di rimanere a Roma, aggiungendo: “Deciderà il club”.

Trigoria, le ultime – Il mercato da un lato, il campo dall'altro. Domenica a San Siro c'è l'Inter di Spalletti da affrontare. La Roma, contro il suo “ex”, non può fare brutte figure. Anche perché i risultati non arrivano dallo scorso 16 dicembre, con la vittoria sul Cagliari per 1-0, e ritrovare il sorriso a San Siro significherebbe molto per il popolo giallorosso. Di Francesco ha programmato la settimana con De Rossi e Defrel che hanno svolto lavoro individuale in palestra e poi in campo, durante il primo allenamento dopo la sosta. Il capitano dovrebbe rientrare in gruppo nei prossimi giorni, mentre il francese, che ha saltato le vacanze per proseguire il programma di recupero a Trigoria, verrà valutato fino a domenica. Non è un gran momento per la Roma, ma neanche per l'Inter. Spalletti, infatti, non vince da cinque partite in campionato: l'ultimo successo risale a quel 5-0 sul Chievo del 3 dicembre. La striscia peggiore per i nerazzurri dallo scorso maggio, quando arrivarono a quota otto. Terza contro quinta, entrambe in calo: questa sfida dal sapore europeo potrebbe riservare più di una sorpresa.

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.