Derby ancora tu, le 2 Europa in gioco di Roma e Lazio

L'Europa è una, ma Roma e Lazio vogliono contendersi e dividersi anche quella

di Valentino Cesarini

Il derby della capitale si avvicina sempre più. Roma e Lazio si affronteranno domenica 30 aprile all’insolita ora di pranzo, e potrebbe valere una ghiotta fetta per accedere alle prossime Coppe Europee. Se il derby cinese di domenica scorsa fra Inter e Milan valeva per un posto nell’Europa minore, il derby di Roma, potrebbe valere un po' di più. Perché? Perché la Roma deve difendere il secondo posto dall’assalto del Napoli, che garantirebbe l’accesso diretto alla prossima Champions, mentre la Lazio dovrà guardarsi alle spalle dalle due milanesi e dall’Atalanta per un posto in Europa League. Mettiamo però subito in chiaro una precisazione: la Lazio, nelle peggiori delle ipotesi dovesse arrivare settima in campionato, avrebbe sempre l’ancora della finale di Tim Cup contro la Juventus. Se dovessero vincere, i biancocelesti, volerebbero di diritto nei gironi dell’Europa League, facendo restare senza coppa la sesta classificata in Italia.

Ma torniamo ai derby romani. Se ne sono giocati 183, la Roma ne ha vinti di più rispetto alla Lazio (69 a 51, più 63 pari), anche se solamente uno è valso un trofeo al termine del match. Venne soprannominato “il derby dei derby”. Si tratta della finale di Tim Cup del 26 maggio 2013, quando una rete di Lulic, fece esplodere la festa dei laziali e il “dramma sportivo” dei giallorossi. Fu quello il derby dei derby, perché non c’era rivincita e le successive vittorie romaniste, in campionato, furono ovviamente meno importanti. Ma esiste anche un derby che venne definito “il derby della Champions” e che fu decisivo per la zona Europa. Si giocò il 25 maggio 2015, due anni dopo la finale di Tim Cup, e questa volta furono i giallorossi ad esultare.

La Roma aveva 67 punti, la Lazio 66, e le due squadre si giocavano (insieme al Napoli) l’accesso alla Champions League. Al vantaggio romanista di Iturbe, rispose Djordjevic a nove dal termine, ma proprio al 90’ Yanga-Mbiwa con un colpo di testa regalò la vittoria ai giallorossi. Fu un successo importantissimo, perché la Roma ottenne matematicamente l’accesso ai gironi di Champions, mentre la Lazio, poté festeggiare solamente una settimana più tardi, quando nello spareggio di Napoli, la squadra di Pioli vinse 4 a 2 e si qualificò ai preliminari (poi persi con il Bayer Leverkusen) di Champions.

Di sicuro sarà un derby atteso come sempre dai tifosi e siamo sicuri che non mancherà lo spettacolo né sugli spalti né in campo, anche perché potrebbe essere l’ultimo derby della bandiera romanista Francesco Totti, che per l’occasione indosserà un paio di scarpini personalizzati e realizzati dalla Nike.

 

 

 

 

 

 

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.