Verdetto derby, Milan ancora indietro

Montolivo e/o Locatelli: potevano essere utili al Milan nel derby

di Franco Ordine

Era prevedibile ciò che è accaduto nel derby. Era prevedibile che il Milan fosse indietro di qualche chilometro rispetto all’Inter che in estate ha poco cambiato e solo corretto l’impianto squadra mettendo a frutto- nello stesso periodo di tempo a disposizione di Montella- il lavoro di Luciano Spalletti. Era altrettanto prevedibile che funzionassero meglio, molto meglio bisogna aggiungere, quei calciatori rimasti a Milanello durante la sosta per le nazionali, e qui ogni riferimento a Suso e Bonaventura è utile. Non sono stati soltanto i migliori sulle pagelle del derby. Hanno incarnato lo spirito di rivalsa dei rossoneri, hanno marcato le due rimonte ed espresso, dal punto di vista calcistica, le migliori rese.

Sotto voce mi permetto di segnalare d’aver scritto in anticipo sulla notte del derby il pronostico: chi ha lavorato a domicilio per due settimane senza stress da viaggi e da partite internazionali avrebbe dovuto avere la precedenza. E anche qui il riferimento a Biglia è scontato. Perché è tornato da ultimo, perché era spento e spremuto come un limone dopo aver partecipato alla sfida decisiva dell’Argentina. Se non si crede più in Montolivo, Locatelli avrebbe potuto e dovuto trovare posto. Ultima annotazione: Suso, da interno, funziona meglio che da secondo attaccante; così Bonaventura quando è andato a sinistra. Non so cosa abbia in testa Montella, so che questi due devono far parte del Milan dei prossimi mesi.