Torino-Inter, un pareggio che ci sta ma anche un pareggio che pesa

Adesso l'Inter aspetta Milan e Napoli a San Siro

di Bettino Calcaterra

Torino-Inter 2-2, Milan-Genoa 1-0, Empoli-Napoli 2-3, Atalanta-Pescara 3-0, Cagliari-Lazio 0-0, Crotone-Fiorentina 0-1, Sampdoria-Juventus 0-1 e Roma-Sassuolo 3-1. Week-calcistico dai risultati abbastanza scontati dove le prime otto hanno vinto tutte tranne Inter e Lazio. Juventus 73, Roma 65, Napoli 63, Lazio 57, Inter e Atalanta 55, Milan 53, Fiorentina 48. Questa, invece, è la classifica delle squadre in corsa per l’Europa sia essa più prestigiosa come la Champions o meno come l’Europa League. Analizziamo la classifica, una classifica dove,ormai, i giochi sembrano fatti. La Juventus si avvia a rivincere l’ennesimo scudetto (il sesto consecutivo), Roma e Napoli si giocheranno solo l’accesso alla Champions diretto senza dover passare dai play-off e le altre faranno un mini campionato a parte dove, teoricamente, (dipende da chi vince la coppa Italia) quarta, quinta e sesta andranno in Europa League chi direttamente e chi passando da due partite di play-off. Semplificando il tutto solo due di queste otto quadre resteranno fuori dall’Europa.

Ad oggi, se una di queste due potrebbe essere la Fiorentina più per i punti di distacco che per la costanza (ennesima vittoria raggiunta al 90mo con rete di Kalinićdopo quella con il Cagliari) l’altra è, però, incerta. E l’Inter in questa corsa europea? L’Inter aveva l’obbligo di vincerle tutte per sperare di strappare un posto utile per qualificarsi in Champions. Con il pareggio a Torino e la successiva vittoria del Napoli al Castellani l’obiettivo principale della stagione sembra praticamente svanito. Sembra. Perchè la Roma ha rischiato anche ieri in casa con il Sassuolo, in più ha il problema aperto dell'allenatore poco sereno e poco proiettato sul futuro. Perchè il Napoli potrebbe accusare da un momento all'altro le fatiche dei tanti impegni, Coppa Italia prossima ventura compresa, e l'ancora scarso contributo di gol in arrivo da Milik. Il Napoli deve ancora affrontare la trasferta di San Siro proprio contro l'Inter, un campo su cui la tradizione recente partenopea è tutt'altro che positiva. C'è anche il derby. L'Inter deve trovare la forza di non deprimersi perchè la stagione è ancora aperta.