Tifosi Milan, le ultime inquietudini prima del Closing

Closing, rinnovi, mercato, futuro: tutta la carne rossonera al fuoco

di Enrico Vitolo

Dalla Cina con furore, ma tranquilli non c’è alcun problema di copyright che possa far slittare nuovamente tutto. La data per il closing sembra infatti ormai cosa certa, appurata anche dalle dichiarazioni degli ultimissimi giorni. A distanza di 45 anni si può così passare da Bruce Lee, storico attore di un film che ebbe grande successo a quel tempo e non solo, a Li Yonghong che si augura di avere esattamente lo stesso successo del suo connazionale. Se lo augurano anche tutti i rossoneri, impazienti di capire quale sarà il proprio futuro. Oggi, tuttavia, ancora incerto. Un po' come quello di diversi giocatori presenti nell’organico di mister Montella che sono a loro volta in attesa di capire se il rossonero sarà nuovamente il colore da indossare anche nella prossima stagione. Ma per le risposte bisogna attendere, ancora un altro po'. Al duo Fassone-Mirabelli, che da tempo sta pianificando la nuova strategia, il compito di riordinare le cose nel minor tempo possibile, a partire dalla questione Gigio Donnarumma. La più impellente, che sta lasciando con il fiato sospeso i milanisti e tutti gli spettatori. Da una parte c’è la voglia del club e del ragazzo di voler continuare insieme anche nel prossimo futuro, dall’altra invece un contratto che si sta avvicinando piano piano alla scadenza ed un variegatoelenco di altre opportunità. Che non dovrebbe, il condizionale ovviamente è d’obbligo, rovinare in ogni caso i piani. Stessa cosa, forse, non può dirsi in merito ad un altro dei giovani uscito dalla cantera rossonera, quel Mattia De Sciglio seriamente intenzionato, a detta dei rumors, a voler tentare una nuova avventura.

Per entrambi il contratto scadrà nel 2018, esattamente come nel caso di Paletta, Sosa e Poli. Anche loro curiosi di capire se San Siro continuerà ad essere la loro casa nella prossima stagione. Scadenza o meno, questo resta comunque un punto di domanda anche per tanti altri. A partire da Deulofeu, divenuto in poco tempo l’uomo guida di una squadra che non può fare più a meno di lui. Il Barcelona spinge ma di certezze al momento nessuna. Alla lista, poi, bisogna aggiungere anche Ocampos, Pasalic, Mati Fernandez (per lui è in essere il diritto di riscatto) e Storari. Discorso a parte, invece, per Honda che non sta facendo altro che aspettare il mese di giugno per salutare tutti e tentare fortuna probabilmente dall’altra parte dell’Oceano. Il lavoro, dunque, non mancherà a Fassone e Mirabelli, che all’interno della lista però hanno aggiunto anche tanti altri nomi ma nella sezione “possibili nuovi arrivi”. Ed intanto mentre il closing si avvicina ma resta sempre qualcosa di non ufficializzato dalle firme poste sui vari contratti, per molti il mercato in entrata del Milan pare già essere iniziato. Musacchio e Kolasinac sono solo alcuni dei nomi accostati fortemente al club rossonero. A quanto pare si preannuncia un’estate ricca di novità, closing permettendo.