Per tirare in porta il Milan tira, poi però i gol...

Milan, tanti tiri in porta ma i gol segnati sono molti di meno

di Enrico Vitolo

Non avrà chiesto aiuto come l’equipaggio della missione spaziale “Apollo 13” che diventò famoso a sua insaputa per la frase “Houston abbiamo un problema”, ma Gennaro Gattuso sa bene che per diventare famoso anche come allenatore dovrà trovare una soluzione ai problemi del suo Milan. Ed anche in modo rapido. Partendo magari da tutto quello che accade, o per meglio dire non accade, nella metà campo offensiva. Una zona di campo dove i rossoneri hanno costruito casa in tutti questi mesi, ma a quanto pare non hanno ancora trovato la chiave per entrarci. Non proprio un dettaglio. Tutt’altro.

Spulciando i numeri della serie A il dato che balza all’occhio è decisamente allarmante: appena 25 sono i gol segnati nonostante le 255 occasioni create fino alla prima giornata del girone di ritorno. Una media che fa del Milan la quint’ultima di tutto il campionato, e pensare però che nessuno o quasi calcia così tanto verso la porta avversaria come la squadra di Gattuso. Meglio solamente il Napoli con 277 tiri e la Fiorentina con 259. Ma questo non basta. Neppure un po', perché come detto solamente in quattro hanno una media inferiore a quella del Milan: il Benevento con il 6,4, il Sassuolo con il 7,3, il Crotone con l’8,4 e il Genoa con il 9,3. Dopodiché tutte hanno mostrato molto più sangue freddo in zona realizzativa, la migliore in tal senso è la Lazio che ha segnato 48 gol ed ha calciato in porta 210 volte (la media è del 22,9). La sensazione è che per Gattuso ci sarà ancora tanto lavoro da fare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.