Milan, 1 solo gol subito in 3 gare e gli episodi dicono bene...

Milan-Crotone: 3 punti, 2 gol annullati, 7 minuti di recupero

di Valentino Cesarini

Il 2018 del Milan si apre con una vittoria. A San Siro i rossoneri hanno avuto la meglio per 1 a 0 sul Crotone. Un risultato che sta stretto agli uomini di Gattuso per quello che si è visto in campo, ma alla fine, come aveva dichiarato il tecnico l’obiettivo erano i tre punti per passare una sosta più tranquilla. Gennaro Gattuso ottiene la seconda vittoria in campionato da allenatore, ma soprattutto il terzo risultato utile consecutivo. Dopo il derby vinto grazie alla rete di Cutrone, i rossoneri hanno pareggiato sul difficile campo della Fiorentina e proprio ieri hanno superato il Crotone dell’ex interista Walter Zenga. Il goal vittoria porta la firma di Leonardo Bonucci, al primo centro con la maglia rossonera. Il difensore viterbese non segnava dal 23 aprile 2017, quando era entrato nel tabellino di Juventus - Genoa. Il capitano è stato bravo e fortunato a farsi trovare al posto e al momento giusto quando Cordaz gli ha praticamente respinto addosso la palla che si è infilata in rete. E pensare che lo stesso Cordaz fino a quel momento era stato il migliore dei suoi con almeno tre interventi importanti. Un Milan bello, che è stato padrone del campo per buona parte della gara, con un Suso in ottima forma. Nonostante la prova insufficiente del direttore di gara, che ha annullato due reti ai rossoneri (giusta quella di Kessie, più dubbi quella di Kalinic) e ha assegnato ben 7 minuti di recupero, i ragazzi di Gattuso hanno portato a casa tre punti importanti soprattutto per il morale che per la classifica, che rimane ancora non ottimale.

Dati alla mano, il Crotone in undici trasferte (compresa la gara di Tim Cup) ha sempre subito almeno un goal e anche a San Siro, la musica non è cambiata. Il Milan a distanza di un mese è riuscito a tenere inviolata la porta in campionato: l’ultima volta senza subire goal risaliva al 26 novembre, quando il Torino riportò un punto da San Siro. Fu anche l’ultima gara di Montella come allenatore del Milan, prima dell’esonero.

Un Milan che deve ancora lavorare e migliorare molte cose (specialmente il chiudere le partite quando è in vantaggio), ma la situazione sembra che sia più positiva dopo la vittoria nel derby di Coppa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.