L'Inter Under 25 funziona, 2-0 all'Empoli in una partita delicata

L'Inter sbatte i giovani in prima pagina: la linea della società, il lavoro psicologico di Pioli

di Bettino Calcaterra

Baby Inter on air! Jeison Murillo (24 anni), Marcelo Brozovic (24 anni), Geoffrey Kondogbia (24 anni), Roberto Gagliardini (23 anni), Joao Mario (23 anni), Gabriel Barbosa (21 anni), Mauro Icardi (23 anni), Andrea Pinamonti (17 anni) …ladies and gentlemen ecco a voi l’Inter del futuro.Il futuro dell'Inter ripartirà da loro, tutti giocatori under 25, sui quali Suning punta per riportare la squadra nerazzurra ai grandi livelli. Oggi a un certo punto erano tutti in campo tranne Brozovic (infortunato) e Icardi (squalificato). Se consideriamo il fatto che i due assenti di ieri a San Siro erano la colonna portante della nuova Inter targata Suning non è molto difficile capire come il futuro prossimo per i tifosi nerazzurri non possa che essere roseo.

Mr. Zhang non ha mai interferito sulle scelte di Ausilio e co. ma ha dato solo un diktat: puntare soprattutto su giocatori giovani e ancora meglio se italiani. Fatta questa premessa è facilmente intuibile perché l’Inter abbia investito molto per i cartellini di Gagliardini, Joao Mario e Gabriel Barbosa, anche se quest'ultima operazione ha ancora del paradossale: l'attaccante gioca per la palla e per sè, non gioca per e con la squadra e non può ancora scendere in campo in un Campionato molto tattico e organizzato come quello italiano. Particolare non da poco. Ma come linea societaria, al di là dei contrattempi che possono sempre esserci anche se costosi, una linea precisa è stata perseguita: una decina di milioni in totale si potevano anche risparmiare ma quando individui dei profili che si incastrano a perfezione in ciò che si sta costruendo perdersi per qualche milione a volte è pure irrilevante.

Pioli ha capito la propria mission e soprattutto il valore che la proprietà gli ha messo a disposizione. Lui se li coccola, li centellina e gli fa acquisire sempre più personalità in modo da farli essere pronti al salto di qualità che prima o poi i suoi ragazzi dovranno avere. Con Murillo, Brozovic e Kondogbia è stato fatto più un lavoro psicologico che tattico. Tutti e tre erano ormai ai margini della precedente gestione. Joao Mario e Icardi li ha consacrati. Su Gabriel Barbosa ha iniziato il progetto lancio nell’ultima partita del 2016 contro la Lazio, da allora pochi minuti alla volta ma sempre più presenze. Oggi è ufficialmente iniziato l’inserimento” di Pinamonti in campionato anche se lui aveva già esordito in prima squadra in Europa League nella partita interna contro lo Sparta Praga l’8 dicembre. I giovani. Negli anni ‘80 l’ex Presidente della Repubblica Sandro Pertini ripeteva in continuazione che lui credeva nei giovani. Oggi un’altra persona e un Club sportivo credono nei giovani; Mr. Zhang e la giovane Inter.