L'Inter segna in grande e sogna in grande

L'ottavo gol dell'Inter lo ha segnato Stefano Pioli

di Bettino Calcaterra

12 goal fatti e 2 subiti nelle ultime due partite contro Cagliari e Atalanta. 4 goal di Icardi e Banega e 2 a testa di Perišić e Gagliardini. Se qualcuno avesse ancora dei dubbi da chi e come ripartire, i numeri e le statistiche, a volte, semplificano i ragionamenti. L’Inter a trazione "Rosario connection" (con Icardi e Banega in campo) è vincente e soprattutto divertente. Ieri pomeriggio quasi 60.000 spettatori (si non ho sbagliato a scrivere, ben 60.000 spettatori!!!) hanno assistito a una prova di forza dei ragazzi di Pioli nei confronti di quelli di Gasperini. Un’Inter mostruosa. I migliori? Beh senza ombra di dubbio Handanovic, D'Ambrosio, Medel, Miranda, Ansaldi, Gagliardini, Kondogbia, Candreva, Banega, Perisic e Icardi. Ma ne manca uno. Si forse l’artefice di questo risultato. Stefano Pioli, il più bravo di tutti. Se, forse, in società qualcuno nutre ancora qualche perplessità sulla riconferma del tecnico di Parma, i tifosi non hanno dubbi e l’hanno chiarito con un coro che non lascia spazio ad interpretazioni: “Noi vogliamo Stefano Pioli”. Il coro partito ieri dalla Curva Nord nel corso di Inter-Atalanta è un segnale forte del tifo nerazzurro sul gradimento e della fiducia che ripone nel tecnico. Pioli ha conquistato tutti.

Con Pioli, Miranda è tornato quello dell’Atletico Madrid (merito dell’assetto difensivo va dato anche a Samuel), Medel è stato posizionato nel ruolo dove riesce ad avere un valore aggiunto, Gagliardini ha confermato tutto ciò di buono che aveva proposto in maglia orobica, Kondogbia ha acquisito sicurezza e si è caricato il centrocampo sulle spalle, Candreva e Perisic sono diventati più tattici che tecnici, Banega assist-man e goleador e Icardi attaccante completo (ieri ha fatto gol di destro, sinistro e di testa). Se in estate si rafforzerà nel modo giusto l’Inter la prossima stagione sarà la principale avversaria italiana della Juventus. Non manca molto: tre o quattro acquisti mirati. Suning ha già pronti 150 milioni per finanziare una campagna di rafforzamento che sarà importante. La priorità sarà rinforzare il pacchetto arretrato con un centrale top (uno fra De Vrij, Marquinhos, Manolas, Koulibaly e Felipe del Benfica). Per l’esterno destro si proverà con Rodriguez del Wolfsburg. A sinistra il casting sarà fra Darmian, Henrichs e il favorito Vrsaljko. In avanti piacciono i doriani Muriel e Schick e Sanchez dell’Arsenal.Voi vi chiederete e il grande colpo italiano? Berardi e Bernardeschi sono in cima al taccuino. Il famoso B&B per far dormire sogni tranquilli ai tifosi nerazzurri. Sogni di rinascita. Sogni di grande Inter.