Il pareggio del Napoli rilancia il significato di Inter-Sampdoria

Inter-Sampdoria - C'è un treno chiamato Champions League che non è ancora del tutto perso

di Bettino Calcaterra

La partita di stasera potrebbe rivelarsi più difficile di quanto si pensi. L’Inter deve ritornare a vincere per tenere il passo di Lazio ed Atalanta e staccare il Milan. Pioli conosce bene le responsabilità che gravano sulle proprie spalle e sa che qualsiasi risultato diverso dalla vittoria sarà una sconfitta. Le pretendenti all’Europa vincono quasi sempre e per avere la meglio e superarle in classifica bisogna vincerle tutte. La colpa non è di Pioli sia chiaro, anzi bisogna dargli merito di un grandissimo lavoro, ma il concetto è che da qui alla fine del campionato non saranno più ammessi passi falsi; l’ultimo dovrà essere il 2-2 di Torino contro il Toro prima della sosta.

Stasera per il Monday Night i tifosi nerazzurri presenti sugli spalti saranno 45.000, tanti, tantissimi. In questa Inter e a questo progetto made in China i tifosi nerazzurri credono e vogliono far sentire la propria vicinanza. Ausilio è appena tornato da due giorni di “programmazione” in quel di Nanchino. Quella che sta nascendo è una grande Inter. Un grande progetto. Pioli questo lo sa e se vuol provare a mettere in difficoltà la proprietàin vista della scelta dell’allenatore che guiderà la squadra la prossima stagione deve dare l’idea di essere pronto e in grado di guidare la grande squadra che piano piano si sta assemblando. Questa e la prossima contro il Crotone sono da vincere assolutamente anche perché le successive tre saranno contro Milan, Fiorentina e Napoli e solo a fine aprile si capirà a cosa possa puntare questa Inter.

Stasera sarà la solita Inter con, molto probabilmente, Joao Mario al posto di Banega. La squadra nerazzurra punta all’ottava vittoria (gestione Pioli) su nove partite in casa e per far questo si fa leva sulla vena prolifica del capitano Icardi che, segnando stasera, raggiungerebbe il connazionale Milito a quota 75 reti con la maglia nerazzurra. I gol di Icardi hanno deciso le ultime tre sfide a San Siro contro la sua ex squadra.