Champions League, il popolo juventino sfotte l'assenza di Milan e Inter

I tempi cambiano: una volta il tifoso bianconero era superiore rispetto alle illazioni avversarie, oggi attacca, ringhia e "sfotte" - Il caso Sky/Mediaset sul rigore di De Sciglio in Juventus-Milan

di Mattia Marinelli

Le battute sullo strapotere arbitrale della Juventus avevano avuto il loro acme negli anni Settanta. Tutte le tifoserie avversarie, a onor del vero soprattutto quelle di Milano, la rossonera e la nerazzurra, ironizzavano sulle Fiat Ritmo alle giacchette nere e così via. Protestava anche Napoli, ma soprattutto sul versante del Core 'ngrato Josè Altafini. Protestava anche Roma, ma direttamente in violese con le esternazioni del presidente giallorosso Dino Viola. Rispetto a tutto questo però il tifoso bianconero era rinchiuso nella sua torre d'avorio, conscio com'era della propria superiorità. Lasciava dire e si godeva le vittorie, anche perchè il vero juventino considerava la Coppa dei Campioni la vera grande ambizione per la propria squadra, meglio inseguire Trofeo europeo e Finali che stare a battibeccare per Scudetti che arrivavano anche fin troppo facilmente. Questi erano gli anni Settanta, poi l'arrivo di Silvio Berlusconi al Milan e il rilancio dell'Inter aveva reso negli anni Ottanta la Juventus più "simpatica", perchè perdeva. Ma poco più di un decennio dopo, si sarebbe consolidata la Triade bianconera, fino ai veleni di Calciopoli che hanno contaminato tutti i pozzi del tifo. Quelli degli avversari, ma soprattutto quelli bianconeri che nell'era dei social non perdonano più nulla. Il tifoso bianconero dioggi non è più avvolto dal proprio senso di grandezza e non è più appagato dalle vittorie italiche. Dopo Calciopoli, lo juventino medio è mediamente rabbioso, non solo risponde colpo su colpo ma rilancia, aggredisce, canzona, attacca a tutto spiano. Se ne è avuta una riprova nel giorno del sorteggio dei Quarti di finale della Champions League 2016-17. Juventus-Barcellona. Commenti? Soddisfazione per una sfida che la Juventus può affermare con orgoglio di potersi giocare alla pari? Anche, ma non solo. Anche, ma non soprattutto. La foto di questo articolo è evidente: sul Canale tematico della Juventus vengono mandati in onda i messaggi e le mail di sfottò sugli insesistenti abbinamenti europei delle avversarie, piuttosto che sul confronto diretto fra Higuain, Dybala e Cuadrado da una parte, Suarez, Messi e Neymar dall'altra. I social e gli eventi storici del calcio hanno cambiato e incattivito i tifosi, soprattutto quelli meno dotati intelettualmente. E nella Milano del calcio, Sette Champions League il Milan e Tre l'Inter, se ne sono accorti.

Questo cambiamento è dovuto al fatto che oggi il tifoso bianconero si ritrova nella condizione di contrastare l'avanzamento di un fronte del fuoco molto ampio: la panolada interista, gli attacchi di De Laurentiis per la coppa Italia, il finimondo al termine di Juventus-Milan. Con la Roma e i tifosi giallorossi che sanno che oggi potrebbero essere a meno quattro dalla Juventus e non a meno otto, se Juve-Inter e Juve-Milan fossero finite. come giusto al netto degli episodi arbitrali, in parità. Tifosi bianconeri contro tutti, quindi. E i risultati social si vedono. Ma a proposito del concitato finale di Juventus-Milan, oggi è trapelato, interpretando le designazioni minimaliste di Massa e Doveri per la prossima giornata di Campionato (entrambi addizionali in gare non di primissimo piano) che secondo i vertici del mondo arbitrale, il presidente Aia Nicchi e il designatore Messina, non fosse rigore quello di De Sciglio. Quindi mini-punizione per un errore non clamoroso secondo il mondo arbitrale, ma pur sempre errore. Questa è la versione di Premium Sport. Pecccato che, nelle ore immediatamente successive a Juventus-Milan, un'altra fonte qualificata, Lorenzo Fontani di Sky, aveva fatto trapelare che secondo il designatore Messina il rigore di De Sciglio era netto, chiaro, in una parola "solare". Ma allora? Sky e Mediaset hanno fonti diverse? Messina si è ravveduto? Sky fa trapelare versioni più vicine alla Juve e Premium più vicine al Milan? Questo grande dubbio va chiarito. Questo grande nodo va sciolto.