Ancora Inter e ancora Perisic, nerazzurri sempre secondi

L’Inter miete un’altra vittima e si riprende il secondo posto

di Michael Dones

L’Inter ne ha vinta un’altra: questa volta a capitolare è stato l’Hellas Verona di mister Pecchia, sempre più sulla graticola dopo gli appena 6 punti racimolati dall’inizio del Campionato (penultimi in classifica, dietro solo al Benevento ancora fermo a quota 0). Pronti via ed i nerazzurri sono già protagonisti con un possesso palla annichilente, che costringe gli scaligeri a delle saltuarie ripartenze (innescate da Romulo) che si rivelano molto spesso pericolose (grazie anche ad un Nagatomo non in serata di grazia). Verso la fine del primo tempo, però, Candreva fa partire un altro bellissimo cross che Borja Valero ottimizza al meglio, segnando così il suo primo gol con la maglia dell’Inter.

Nel secondo tempo il Verona ci crede ed in occasione del calcio di rigore (concesso dal Var dopo 2-3 minuti di consultazioni varie) fa entrare Pazzini, che spiazza Handanovic e sigla il più classico del gol degli ex. L’Inter non demorde ed in occasione di un calcio d’angolo si porta nuovamente in vantaggio: Ivan Perisic, lasciato completamente solo, carica un “tiro della tigre” da far invidia a Mark Lenders (Holly & Benji) e buca l’incolpevole Nicolas. I giocatori di Luciano Spalletti ritornano così al secondo posto in classifica, dietro solo alla corazzata Napoli, che stasera è atteso da una sfida di fondamentale importanza contro il Manchester City della “vecchia volpe” Guardiola.

Pagelle dell’incontro - HELLAS: Nicolas 6; Romulo 6,5; Hertaux 5,5; Caracciolo 5; Souprayen 5,5; Verde 5,5; Bessa 5; Fossati 5,5; Fares 5,5; Cerci 5,5; Kean 5; Pazzini 6; Zuculini 5,5; Sw Lee 5,5. - INTER: Handanovic 5,5; D’Ambrosio 5; Skriniar 6,5; Miranda 6; Nagatomo 5,5; Vecino 6,5; Gagliardini 6; Candreva 7; Borja Valero 6,5; Perisic 6,5; Icardi 6; Brozovic s.v.; Cancelo s.v.; Eder s.v.

.