Pallotta cita i laziali e il tormentone stadio diventa subito derby

I laziali ospiti una volta all'anno del grande stadio della Roma: Pallotta vuole stravincere

di Giancarlo Fusco

“Non puoi essere un brand mondiale senza possedere un proprio stadio. Tutti a Roma vogliono questo stadio, eccetto forse i tifosi della Lazio, ma loro ci andranno a giocare una volta l’anno”. Queste sono parti delle dichiarazioni di James Pallotta, presidente della Roma, in occasione del convegno Leaders Sport - Meet Innovation. Parole tutt’altro che al miele, quelle del patron giallorosso che tengono alta la ‘tensione’ tra le due squadre e che tendono a sottolineare un clima derby sempre bollente. Parole, comunque, non dette a caso da Pallotta che sta trovando non pochi ostacoli tra il suo progetto e l’effettiva realizzazione di un nuovo impianto.

Come anticipato anche dalla nostra redazione la questione stadio è un argomento che dovrebbe interessare un pò a tutta la Serie A perché avere un impianto privato consentirebbe ai club di mettersi in linea anche in sede di mercato con le altre big europee, in quanto una stadio proprio porterebbe non pochi introiti soprattutto se si parla di squadre le cui tifoserie sono ben propense a seguire e sostenere in massa i propri colori. Pallotta, ci ha anche tenuto a precisare che l’idea di costruire un nuovo stadio nasce anche da una questione di sicurezza in quanto consapevole che i supporters dei club del centro-sud (Roma e Napoli nella fattispecie) sono molto più passionali - per usare un gergo più romantico - rispetto quelli del nord.

Discorsi, questi, che hanno un senso compiuto. Dunque, che bisogno c’era di citare i tifosi della Lazio quando è ben risaputo che la decisione finale non spetta loro, né tanto meno Lotito o Tare o qualsivoglia altro dirigente biancoceleste? Beh, la carica agonistica che c’è tra Roma e Lazio è ben risaputa e magari, provare a sottolineare a discapito degli altri, la volontà ferrea di possedere un impianto personale e completamente nuovo, potrebbe donare un pizzico di soddisfazione in più con ghigno finale. Nel voler essere, invece, particolarmente oculati, potremo tranquillizzare i supporters e tutto l’ambiente della Lazio perché Pallotta non è nuovo a dichiarazioni al pepe. La più recente lo vede coinvolto in un botta e risposta (salvo fare un passo indietro) con Marco Fassone nel corso della sessione estiva di calciomercato.

Situazione voluta o meno, comunque, c’è un dato di fatto: Pallotta crede nel progetto nuovo stadio e vuole fortemente un nuovo impianto, c’è solo da capire i tempi di realizzazione dello stesso, burocrazia permettendo. Per il resto, sarebbe ora che le società di Serie A si muovano con fermezza per la realizzazione degli stessi se non si vuole correre il rischio di vedere allungarsi ulteriormente il gap con i top club mondiali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.