Classifica avulsa derby 2016-17, Samp regina, in coppa Italia bene la Lazio, 2 pareggi per le milanesi

Derby Serie A: Samp 6 punti, Juve 4, Roma e Lazio 3, Milan e Inter 2, Torino 1, Genoa 0 - In Coppa Italia svetta la Lazio

di Mario Lorenzo Passiatore

Derby in Italia, nessuno come la Samp: batte tutti 2 a 0. La vittoria legittima una parte del tifo a schernire i rivali di città per un tempo più meno determinato, finché nuovo derby non ci separi. Le stracittadine e il potere di cambiare il volto alle stagioni, anche a quelle brutte e sciagurate ma con un asterisco che vale molto di più dei punti in classifica. Perché dire e scrivere “è una partita a se”, non è più un luogo comune ma una lettura diplomatica e scaramantica di una gara realmente da tripla.

Alla Sampdoria lo hanno capito negli anni, soprattutto dal 2011, quando il signor Mauro Boselli da Buenos Aires, per inciso sette presenze in stagione, inguaiò i blucerchiati a trenta secondi dalla fine spedendoli nel de profundis della B. Oggi, la Samp è storia di rivincite e nella stagione 2016/2017 guida la speciale classifica dei derby con due vittorie su due, a firma di Luis Muriel. Non succedeva dal 1960, 57 anni per raccontare un double sotto la Lanterna.

Samp regina, Juve quasi, con quattro punti conquistati in due sfide.Higuain mattatore, tre gol, l’ultimo nell’extra – time che ha strozzato la gioia del popolo granata. Toro spesso beffato sul gong, come nel 2014 quando Pirlo a tre secondi dalla fine regalò la doccia gelata agli uomini di Ventura. E poi il 2015, ecco Cuadrado, sempre all’ultimo respiro. Il Toro come la Samp, attende la sua rivincita.

A Roma i punti sono tre a testa, considerando solo i match di campionato. Una vittoria per i giallorossi ed una per i biancocelesti: l’equilibrio che nessuno vorrebbe nella capitale dei sentimenti amplificati. Tra la Nord e la Sud i toni degli sfottò seguono soprattutto l’onda emozionale dei derby. A volte si esagera con la goliardia, coscientemente o meno (chi lo sa), sbucano striscioni minatori e fantocci penzolanti. Ma quella è storia di esagerazioni, di cui ne faremmo certamente a meno. Per quest’anno, possiamo dirlo: ad ognuno il suo derby. Anche se in Coppa Italia, la Lazio si è qualificata per la Finale poi persa contro la Juventus, proprio a spese della Roma. Un derby per parte anche in Coppa Italia, ma la vittoria della Lazio è stata pesante e ha comportato il passaggio del turno nonostante i facili pronostici di Nainggolan.

Milano fa pari e patta con i numeri e con la sfiga. Due volte2 a 2, con episodi analoghi a parti invertite: dunque 0 a 0 e palla al centro. A novembre Perisic pareggia nel recupero, ad aprile Zapata lo emula con l’ausilio dellagoal line technology. Il primo derby a mezzogiorno, il primo completamente cinese, in entrambi “c’eravamo quasi..”. Anche i punti di questa speciale classifica sono due, Milan e Inter pareggiano i conti almeno sul campo, per il resto ci penseranno i due management a far quadrare quelli da scrivania. Per giudizi e sfottò ci vediamo al prossimo giro sotto la Madonnina. Milano, voto 2: rimandata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.