Ogni giorno è derby di mercato a distanza fra Inter e Milan

Derby di mercato e tifosi mai contenti: soprattutto quelli dell'Inter, ma l'attesa continua anche per quelli del Milan

di Valentino Cesarini

I tifosi rossoneri sognano, i tifosi nerazzurri sono delusi e arrabbiati per il mercato ancora povero, fatto soprattutto di giocatori in partenza (Banega sembra vicinissimo al ritorno al Siviglia). Ma attenzione, perché il mercato e gli umori possono cambiare nel giro di pochi giorni, addirittura nel giro di pochissime ora.

Partiamo dall’Inter. Non è assolutamente vero che la società nerazzurra è ferma per quanto riguarda gli acquisti, ma sta lavorando per metterli a segno dal 1 luglio. Perché non da subito? Perché il 30 giugno, la società chiuderà il bilancio che dovrà essere in parità per quanto concerne la parte che verrà presentata alla Uefa per il Fair Play Finanziario. I nomi sono importanti: Borja Valero sarebbe un centrocampista in grado di cambiare il gioco dell’Inter, ma sopratutto di far alzare il livello dei nerazzurri, che se dovessero perdere Perisic, potrebbero effettuare due colpi da 90: si parla di Bernardeschi, che però sembra più vicino alla Juve in queste ultime ore, e attenzione a qualche nome a sorpresa. Ma siamo sicuri che Zhang non si farà trovare impreparato per allestire una squadra che possa puntare alla Champions League. Intanto sembra fatto l’acquisto del difensore Skriniar e del baby attaccante del Genoa Pellegri. Su quest’ultimo la coppia Sabatini-Ausilio ha anticipato il Milan, che aveva messo gli occhi sul talento classe 2001.

I tifosi però non sembrano felici, anche perché i cugini rossoneri hanno già messo a segno quattro acquisti e sono vicini a chiuderne altri due. Kessié, Ricardo Rodriguez, André Silva, Musacchio sono ufficialmente giocatori rossoneri, mentre Lucas Biglia e Andrea Conti sono vicini, soprattutto l’atalantino, a vestire la maglia del Milan. E i nomi (Belotti, Aubameyang, Kalinic, James Rodriguez) che vengono accostati ai rossoneri fanno sognare i tifosi, che non vedevano una società così attiva sul mercato da tantissimi anni.

Vedremo cosa ci riserverà il mercato, ma si avverte la sicurezza che le due milanesi faranno di tutte per cercare di colmare il gap da Juventus, Napoli e Roma e cercare di arrivare fra le prime quattro, perché sia per Milan che per Inter è fondamentale rigiocare la massima competizione europea.