Juventus-Milan, il quarto atto della stagione

Stadium: la Juventus con le sue certezze, il Milan con un nuovo Bacca

di Beatrice Sarti

Milan senza Abate e forse Suso, Juventus senza Chiellini e Cuadrado. E' la sfida anche degli assenti quella di venerdi sera, quando si giocherà a Torino il quarto Juventus-Milan di questa stagione, i bianconeri e i rossoneri infatti hanno avuto modo di incontrarsi più volte in questa annata calcistica, due volte in più del classico doppio confronto in campionato, complice la supercoppa italiana a Doha e lo scontro diretto nei quarti di Coppa Italia. Il Milan incontra la Juventus in un momento delicato ma positivo allo stesso tempo, dopo aver totalizzato solamente quattro punti in quattro partite (Udinese, Sampdoria, Bologna e Lazio), la squadra di Montella ha inanellato tre vittorie consecutive con Fiorentina, Sassuolo e Chievo (le prime due da sempre ostiche al Milan). Vincere allo Juventus Stadium sarebbe quindi una conferma del momento positivo e un buon passo in avanti nella corsa all’Europa.

I bianconeri potrebbero essere inoltre un importante banco di prova anche per Carlos Bacca, che non segna su azione in trasferta proprio dall’ultimo Juventus-Milan in Coppa Italia. Il colombiano sta vivendo un periodo di alti e bassi, le prestazioni non troppo brillanti infatti hanno accompagnato uno scarso rendimento sottoporta, tanto che dal 25 gennaio al 26 febbraio 2017, giorno in cui si è giocata Sassuolo-Milan, il suo nome non è più comparso nel tabellino marcatori. Contro la squadra di Di Francesco non ha brillato in campo, ma ha portato alla squadra tre punti importanti con un rigore, che per destino o per fortuna, è riuscito a trasformare in gol. L’ultima partita in casa invece, Milan-Chievo, ha mostrato ai tifosi due facce dell’attaccante con il numero 70, dal rigore sbagliato in poi infatti, il colombiano si è decisamente acceso, segnando prima il gol del vantaggio e poi quello del sorpasso dopo il pareggio del Chievo, regalando giocate frizzanti che l’hanno portato a sfiorare persino il terzo gol.

Un Bacca apparentemente ritrovato insomma potrebbe fare comodo nell’affrontare i bianconeri, che dal canto loro invece, stanno attraversando un periodo sicuramente roseo dal punto di vista dei risultati, il pareggio di domenica a Udine ha infatti bloccato la serie di dodici vittorie consecutive, l’ultima sconfitta della Juventus guarda a caso è stata proprio quella contro il Milan a Doha. Sconfitta che sembra ancora bruciare in casa Juventus, Giorgio Chiellini infatti, ancora in dubbio per la partita di venerdì, sembra non aver troppo digerito la mancata conquista della Supercoppa italiana: “… con tutti i complimenti che vanno a loro, penso ci sia stato anche tanto demerito nostro, nel senso che abbiamo perso un’occasione importante per portare a casa un altro trofeo. Ma quello che conta adesso è solo questa partita per poi arrivare a essere in testa a tutti a fine campionato. Sarà una partita difficile, loro hanno qualità, soprattutto velocità in contropiede e bisognerà stare attenti soprattutto a quello”.

Insomma un vero e proprio invito del difensore toscano a non sottovalutare nuovamente la squadra di Montella, si nuovamente perché dalle sue parole si evince facilmente che a Doha era accaduto. Ma del resto la Juve non faticherà a dare la giusta importanza a questo match, i bianconeri infatti dopo lo 0-2 di Oporto si può dire che abbiano già la qualificazione in tasca e possono permettersi di avere la testa decisamente più “libera”, cosa che gioverà sicuramente allo spettacolo di questa storica partita.