Serie A

Spettacolo al Bentegodi: alla fine gode il Chievo 23 Ottobre 11:03

Il Chievo ha battuto 3-2 il Verona aggiudicandosi il derby scaligero, 'lunch match' della nona giornata di Serie A. Al vantaggio della squadra di Pecchia, firmato da Verde al 6', risponde la doppietta di Inglese a segno al 23' con un colpo di testa e al 30' su rigore. Hellas in dieci per l'espulsione di Zuculini al 40' per doppia ammonizione. Al 10' della ripresa Pazzini su rigore realizza il 2-2, prima del gol partita di Pellissier al 28' che permette al Chievo di salire a quota 15 punti,, mentre il Verona resta fermo a 6 punti, in tredicesima posizione.

Derby 12.30 a Verona, in Primavera già festa Chievo 22 Ottobre 08:33

Largo successo del Chievo nel derby Primavera, con la sfida di andata finita 4-1. Era stato il Verona ad andare in vantaggio per primo, dopo una manciata di secondi di gioco, grazie a un bellissimo tiro dalla media distanza di Tupta. Sono i gialloblù a farla da padrone fino al 21’, quando il Chievo trova il pari con Isufaj dopo un doppio miracolo di Borghetto. Un minuto più tardi il sorpasso firmato da Vignato in contropiede, e un rigore di Isufaj chiude il primo tempo. Nella ripresa il Verona prova a scuotersi, ma l’arbitro assegna un nuovo rigore al Chievo per un fallo commesso, però, fuori dall’area di rigore. Rabbas va sul dischetto e sigla il 4-1 finale.

Maran contro Pecchia: il Ferguson del Chievo? 20 Ottobre 12:03

Rolando Maran, tecnico del Chievo Verona, ha rilasciato una lunga intervista al Corriere di Verona in vista del derby contro l'Hellas: "E' la mia quarta stagione qui. Ogni fine campionato ho sempre avuto la possibilità di spostarmi ma per me il Chievo è una scelta di cuore. Credo in questo percorso e questo significa molto per me. Sarei onorato di poter diventare un giorno il Ferguson di questo club".

Il derby, Hellas e Chievo: stiamo arrivando...17 Ottobre 13:55

di Valentino Cesarini

''Il derby in serie A? Quando un asino volerà'': questo lo slogan che ha resa famosa la stracittadina di Verona. Tifosi dell’ Hellas convinti che di non vedere mai i propri cugini nella massima serie. E invece quella partita, per la prima volta, si giocò. Ed iniziò all'ombra di un grande palloncino a forma di asino lasciato volare nel cielo. E dopo quella ce ne furono parecchie altre: il derby di Verona o derby della Scala torna nella massima serie dopo un anno di assenza.

Chievo contro Hellas è un po' come la storia di Davide e Golia. Da una parte un piccolo quartiere che sta sognando da anni nella massima serie con l’apice di un preliminare di Champions League (nel 2006 perso con il Levski Sofia), dall’altra una nobile del calcio italiano, capace di vincere lo scudetto nel 1985 ma di scivolare addirittura in Prima Divisione nel 2007 prima di tornare in A nel 2013/2014.

Ma esiste rivalità fra le due squadre, fra le due tifoserie? Fino al 2001, anno dell’approdo al Chievo in Serie A, si erano giocati derby di B, ma non esisteva una vera e propria rivalità. Ricordiamo ad esempio il 29 maggio 1994, quando il Chievo che si giocava la promozione a Carrara fu seguito da tantissimi tifosi, molti dell’Hellas. Ma dal 2001 le cose sono cambiate: il Chievo è rimasto stabilmente in Serie A, tranne la stagione 2007/2008 che vinse il campionato di B, e di fatto è diventata una delle squadre che si salvano a metà stagione senza grandi affanni. L’Hellas Verona dopo la retrocessione del 2001/2002 è sprofondata fino alla C1, sfiorando la retrocessione nel 2007/2008 in Serie C2 (vinse i play-out contro la Pro Patria). E’ tornata in A solamente nel 2013/2014, ma al termine della stagione 2015/2016 è retrocessa di nuovo in B, prima di tornare in A questa estate.

La rivalità si sente sempre più fra le due società, fra le due tifoserie, soprattutto dal 2010, quando scoppiò la “guerra dei simboli”, ma non si può considerare ancora un derby a livello degli altri quattro in A, anche se le emozioni sono le stesse.

IL PRIMO DERBY - Il primo derby fu giocato il 10 dicembre 1994 e gara che finì 1 a 1. Si giocò la sera del 10 dicembre 1994 di fronte a 30mila spettatori, in occasione della 14°giornata d’andata di Serie B. Al vantaggio del Verona (squadra di casa) con un rigore di Fermanelli, il Chievo rispose con Gori.

L’ULTIMO DERBY – Si giocò il 20 febbraio 2016, con l’Hellas padrona di casa. Luca Toni sbloccò alla mezzora, Pazzini raddoppiò a inizio ripresa. La reazione del Chievo fu tutta nel rigore trasformato da Pellissier, ma in pieno recupero, con i clivensi all’attacco subirono la terza rete con Ionita.

LE STATISTICHE - In 16 incontri ufficiali (8 in A ed altrettanti in B il bilancio è in perfetto equilibrio: 6 vittorie per ciascuno e 4 pareggi. Anche le reti sono in equilibrio: 19 ne ha segnate il Chievo, 20 il Verona.

RECORD - Luca Toni e Federico Cossato guidano la classifica marcatori dei goal segnati nei derby: 3 a testa. Il recordman di presenze lo detiene Lorenzo D’Anna (Chievo) con 9 gare disputate, seguito a 7 da Maurizio D’Angelo (Chievo).

Alla Spal un grande tifo nel derby, al Bologna i 3 punti 16 Ottobre 13:43

I media ferraresi del giorno dopo rispetto a Bologna-Spal 2-1, aprono buona parte dei loro titoli puntando sull'entusiasmo dei tifosi al Dall'Ara:: "Derby vinto solo dal tifo". La Spal è uscita sconfitta dalla gara contro il Bologna che ha dominato il match. Solo Antenucci addolcisce la pillola con il gol che accorcia le distanze. Il tecnico degli spallini Semplici: "Dobbiamo migliorare".

Saputo a Bologna per il derby con la Spal: emiliani diversi 13 Ottobre 13:43

Il derby di domenica tra Bologna e Spal sarà il passato che torna per sfidare il futuro. Lla multinazionale bolognese di Saputo contro il miracolo quasi artigianale nato nella provincia profonda. Insomma siamo alle porte del primo derby del terzo millennio. I Saputo, secondo la bibbia economica di Forbes, nel 2016 avevano un patrimonio familiare di 10,61 miliardi di dollari, e oscillano intorno alla posizione 300 nella classifica delle più ricche al mondo, una fortuna costruita da papà Lino partendo con una bicicletta per vendere i formaggi. Il figlio Joey usa spesso l’aereo privato per venire a Bologna, Francesco Colombarini non smette di parlare in dialetto, ha un piccolo zoo personale e si ritrova con gli amici al bar per giocare a carte. Uno è perfettamente inserito nel fenomeno dei capitali stranieri che caratterizza il calcio moderno, l’altro ha riportato la Spal dove merita senza mai lasciare Portomaggiore. Due modi alternativi di fare calcio e la prova del nove del derby che li aspetta.

Bologna-Spal, il derby: la storia dei due amici-rivali 10 Ottobre 15:40

Bologna-Spal sarà un derby particolare per due grandi amici: Adam Masina e Manuel Lazzari. I due incroceranno nuovamente le loro strade a cinque anni di distanza da quando si incontrarono per la prima volta. Era la stagione 2012-13 quando i due approdarono insieme alla Giacomense, formazione di Seconda Divisione Lega Pro (o ex C2 che dir si voglia). Masina era un attaccante cresciuto nel settore giovanile del Bologna alla prima esperienza tra i professionisti, Lazzari un esterno destro proveniente dal Delta Porto Tolle e nessuno dei due immaginava che cinque anni dopo sarebbe stato in Serie A.

Derby Milano: Aldo Serena boccia Icardi come leader 10 Ottobre 10:59

Aldo Serena, che ha vestito le maglie di Inter, Milan, Juventus e Torino interviene in vista del derby: “A San Siro il nero che collega il rosso e l’azzurro in questo muro di persone di cui non vedi la fine, è un’emozione unica”, a differenza del derby di Torino, che “è più bellicoso”, ma importa più ai granata che ai bianconeri. Descrive così i derby di Milano e di Torino lui che nella sua carriera è sceso in campo in entrambe le stracittadine. Un tuffo nel passato: da quando affondò i rossoneri di Sacchi con la sua Inter dei Record, che si ricollega inevitabilmente al presente: “Spalletti vuole vincere sempre, come il Trap”, a quando i derby erano più vissuti, non importava il prestigio dell’occasione: “Al Mundialito dell’83 feci due gol coi rossoneri, venti giorni dopo ero ad allenarmi con l’Inter. Bini ce l’aveva con me”.

Icardi è forte, ma è un leader? “Per me lui è uno dei più forti del mondo, è un vero top. I centravanti come lui hanno anche bisogno del sostegno della squadra, oltre al grande lavoro che produce all’interno dell’area di rigore. Ha caratteristiche importanti: rapidità, tiro potente. Credo sia un leader e un punto di riferimento per i suoi compagni, specie per i centrocampisti che possono prendere coscienza del fatto che portando più palloni in area la partita la si può vincere. Capitano perfetto? No, questo forse no. Il mondo cambia, i riferimenti dei capitani di un tempo sono sempre più difficili da trovare”.

Giulini, presidente interista del Cagliari: a chi darà Barella? 9 Ottobre 12:58

Pressione a Milano in vista del derby: Spalletti ha sulle spalle la responsabilità di non deludere, additato al momento come favorito del match; Montella ha cambiato tanto, nuovi moduli e nuovi attori, ma questa volta sarebbe importante portare a casa risultato per mettere a tacere le critiche. Insomma, un momento delicato per le due milanesi. Ma intanto ci si muove anche sul mercato, ed il derby si sposta anche lì, alla conquista di Nicolò Barella, il talento del Cagliari cercato sia dai nerazzurri che dai rossoneri.

Milano, il sindaco prevede già tensione nel derby 4 Ottobre 10:39

"L'Inter ha più punti in classifica di quanto meriti, il Milan probabilmente ne ha meno. La distanza tra le due squadre non rispecchia quindi il valore reale delle rose. Sarà per questo un derby carico di tensione e molto delicato". Lo ha dichiarato il sindaco Giuseppe Sala, a margine della presentazione del progetto "Insieme", anticipndoa il derby che tra due domeniche infiammerà Milano. Un derby che Sala, tifoso dell'Inter, guarderà in tv senza andare allo stadio. Rispondendo alle domande dei cronisti, il sindaco si è detto favorevole all'utilizzo della Var: "È vero che rischia di rallentare i tempi di gioco ma finora mi ha convinto. È un bene impiegare la tecnologia. A fine anno poi tireremo le somme".

Brozovic, l'arma in più dell'Inter di Ottobre 3 Ottobre 16:10

di Emanuele Colangeli

La ruota gira anche nel calcio, lo sa bene da ultimo Marcelo Brozovic, reduce della domenica da urlo in quel di Benevento. Sue entrambe le reti che hanno consentito all’Inter di sbancare il “Vigorito” e di ottenere, così, 3 punti che valgono il secondo posto in coppia con la Juve, a meno due dal Napoli capolista. Prima un preciso colpo di testa su assist di Candreva, poi una magistrale punizione nel sette. Il tutto in soli tre minuti. Eccolo l’agognato trequartista che Spalletti desiderava per il suo 4-2-3-1. Mentre provava Joao Mario in quel ruolo, don Luciano procedeva sotto traccia al recupero di Epic Brozo, passato nel volgere di pochi mesi da calciatore – se non con le valigie in mano – quantomeno cedibile, in presenza di una buona offerta, a formidabile variabile per gli ultimi 30 metri. Una vera e propria rinascita per Marcelo, che alla terza da titolare ha ritrovato anche la via della rete. Adesso però l’obiettivo è uno: cercare quella continuità nelle prestazioni che raramente ha contraddistinto il nazionale croato in nerazzurro, sull’altalena del rendimento sin dal suo arrivo dalla Dinamo Zagabria nel gennaio del 2015. Affidato alle sapienti mani di Spalletti, che sta continuando a rivalorizzare il capitale umano già presente in rosa prima del suo arrivo, Brozo sente odore di svolta, pur sapendo che ci saranno momenti di discontinuità nella stagione dovuti a logici cali fisci e quant’altro, ma quel che più conta è che Epic Brozo sia pronto per queste partite soprattutto il derby.

Milan-Roma: le assenze di Perotti e di Defrel 29 Settembre 11:53

Niente trasferta a San Siro contro il Milan per Perotti e Defrel, entrambi infortunatisi in Champions League col Qarabag. I due giocatori della Roma sono stati sottoposti ad accertamenti clinico-strumentali che hanno messo messo in evidenza per Perotti la presenza di un edema post/distrattivo del muscolo bicipite femorale della coscia destra, mentre per Defrel la presenza di una lesione muscolo/fasciale di primo grado del muscolo bicipite femorale della coscia sinistra. L'argentino ex Genoa dovrebbe tornare a disposizione per la partita col Napoli in programma dopo la sosta di campionato. Più lungo invece lo stop per Defrel visto che lo staff medico giallorosso conta di ridare il giocatore a disposizione di Di Francesco per la sfida col Bologna. L'ex attaccante del Sassuolo salterà quindi, oltre a quella col Milan, anche le partite con Napoli, Chelsea, Torino e Crotone.

"Juve fuori dai c..." e i tifosi juventini si arrabbiano! 27 Settembre 17:36

Tifosi bianconeri infuriati per il fuori onda in una puntata di Mediaset Premium sport news, "Champions? La Juve va fuori dai c..." diffuso ieri sera da 'Striscia la notizia'. Sui forum dei fan juventini oggi si moltiplicano i commenti, alcuni con ironia molti altri conditi da insulti, con invito al boicottaggio delle tv del gruppo. Viene ricordato un analogo 'scivolone' nel corso di una diretta Rai, un insulto razzista al franco-marocchino Behd Benatia sentito in cuffia, ma non dal pubblico, durante i preparativi di un'intervista dopo-partita all'Allianz Stadium. "Non bisogna far passare queste cose in cavalleria", protesta un tifoso sul forum Vecchiasignora.com; sul forum tifosibianconeri.com c'è chi chiede l'intervento della società per avere "scuse pubbliche" dall'emittente.

Derby emiliano: punto esclamativo di Donadoni 25 Settembre 08:05

Sassuolo-Bologna 0-1 e il Bologna si gode la terza vittoria consecutiva nel Mapei stadium. "Nella prima frazione - le parole di Roberto Donadoni - siamo stati un po' remissivi e potevamo far male ai nostri avversari. Nell'intervallo mi sono fatto sentire e nella seconda parte lo spirito è stato diverso. Dobbiamo imparare ad avere più continuità. Okwonkwo? Deve mangiare ancora tanta polvere e imparare l'italiano, sono curioso di sentire la sua intervista a fine partita. Il nostro principale obiettivo è fare un campionato che ci porti a una ragionevole salvezza". Quarta sconfitta nelle ultime cinque partite invece per il Sassuolo. La posizione di Bucchi sembra salda, anche se la situazione in casa neroverde non è delle migliori.

E' stato un derby, ma fino ad un certo punto...24 Settembre 11:02

analisi Facebook di Roberto Beccantini

Era un derby che la Juventus aveva preso subito per le corna: pressing di Pjanic su Rincon e gran sinistro di Dybala. L’hanno chiuso, già al 24’, le follie di Baselli, soprattutto la seconda (sul bosniaco). Sono i rischi che si corrono a caricare troppo le squadre: Mihajlovic ne faccia tesoro.

Con il Toro in dieci, il derby è finito lì. Il derby granata, almeno. Per lasciare fuori Higuain - anche «questo» Higuain - ci voleva coraggio. Allegri l’ha avuto, ricavando da Mandzukic più profondità e più fisicità. Già preziosi e significativi, i cambi di gioco sono diventati letali, come quello che ha propiziato, «via» Cuadrado, il raddoppio di Pjanic, migliore in campo con il croato e Dybala.

L’espulsione di Badelj, mercoledì, non aveva scavato un simile fosso. Due i motivi: la Juventus, memore, non ha mai staccato la spina; Il Toro, stordito, non ha più saputo reagire. Belotti abbandonato, Ljajic disarmato: solo le parate di Sirigu, nella ripresa, gli hanno evitato la goleada, anche se lo 0-4, timbrato da Alex Sandro e Dybala, proprio uno scarto anoressico non è.

Per mezz’ora, la miglior Juventus della stagione. Brillante e fluida. Per il resto, pura accademia. Sono già dieci, con la doppietta odierna, i gol del piccolo Sivori, a conferma che le posizioni nascono alla lavagna, sì, ma maturano in campo.

Primi sorsi di Douglas Costa e, a risultato in ghiaccio, di Bernardeschi. Sempre efficace a quantità di Matuidi. Naturalmente, in proiezione Champions e oltre, non si può non riandare alla cesura di Baselli, un freno alle iperboli. Però, ripeto, la Juventus si era alzata dai box con il piglio della squadra che neppure allo Stadium sempre sa essere. .

Juventus e Napoli a punteggio pieno. Quattro vittorie in casa, Allegri; quattro fuori, Sarri. E’ cominciato l’autunno caldo.

Vincono ma si arrabbiano: già derby per Allegri e Sinisa 21 Settembre 09:10

Juve-Fiorentina 1-0 e Udinese-Torino 2-3, ma i due allenatori, al fischio finale di entrambe le gare del turno infrasettimanale, pensavano già al derby torinese di sabato (ore 20.45). Allegri è uscito dal campo con un'espressione che era tutta un programma:. "Troppi rischi negli ultimi minuti". E senza riferirsi a un giocatore in particolare, il tecnico della Juve ha anche aggiunto: "Uno che ha fatto 500 partite in Serie A non può fare questi errori". Più o meno gli stessi torni e le stesse scene a Udine...con il Torino che ha rischiato di farsi raggiungere nei minuti finali. L'Udinese è andata vicina al gol del pari (dopo aver segnato il 2-3) praticamente allo scoccare del gong e Mihajlovic è totalmente impazzito, entrando in campo e afferrando un paio di giocatori del Torino: "Pareggiare questa partita all'ultimo sarebbe stato assurdo. Non si può rischiare così". E' già derby.

Comitato esecutivo UEFA: Agnelli confermato 20 Settembre 14:22

Andrea Agnelli è stato confermato nel Comitato esecutivo dell'Uefa. La ratifica per il numero 1 della Juventus, fresco di nomina alla guida del'Eca, è avvenuta durante il 13/o Congresso straordinario dell'Uefa che si è tenuto a Ginevra. Agnelli sarà membro dell'Esecutivo con un mandato di quattro anni, ratificata anche la nomina dell'altro rappresentante dell'Associazione dei club europei, Ivan Gazidis dell'Arsenal. Il Congresso, fa sapere l'Uefa, ha anche eletto il russo Alexey Sorokin come nuovo membro europeo del Consiglio Fifa per un mandato che durerà fino al 2021. Nella riunione sono stati approvati dei cambiamenti agli Statuti Uefa, i cui effetti si vedranno sul nuovo memorandum di intesa tra Uefa e l'Associazione delle Leghe Calcistiche Professionistiche.

Weekend vissuto giocando a rimpiattino fra Inter e Juventus...18 Settembre 13:26

analisi facebook di Roberto Beccantini

A Crotone, sabato pomeriggio, l’Inter aveva vinto con le parate di Handanovic, prima ancora che con i gol di Skriniar e Perisic. A Reggio la Juventus ha vinto con la seconda tripletta di Dybala. L’importanza dei singoli, siano numeri uno o numeri dieci.

Stordito dalla maga Messi e le sirene di Barcellona, Allegri aveva recuperato una pila di titolari (Chiellini, Cuadrado, Mandzukic). Privo di Berardi, il Sassuolo di Bucchi ha fatto quello che poteva: poco. E’ stata una partita come tante, decisa dal repertorio balistico di Dybala. Sono già dieci, i gol: otto dei quali lontano da Torino. Buon segno.

I più mancini dei tiri. L’ultimo, su punizione, è un classico. Il primo, a giro dal limite, di scuola. Scelgo il secondo: di esterno/punta, tipico degli avventori che sfidano a carte il padrone della bettola e, nel frastuono di moccoli, pugni sui tavoli e bottiglie spaccate, gli portano via il locale. Da noi è spesso così, al Camp Nou non sempre.

Dybala e Higuain sono, oggi, i confini estremi della squadra. Al piccolo Ulisse, nella sua Itaca, riesce tutto. Al Pipita, niente. Non è fuori del gioco: e per sbattersi, si sbatte. E’ come se avesse litigato con Eupalla, avrebbe chiosato Gianni Brera. Il mister ha ragione: stia sereno.

E il resto? Un ventello di buon gioco, e poi il solito tran-tran, qui e là agitato dai tocchi di Paulo e dai pisoli in fase di non possesso (ma sì). Uno soprattutto: di Lichtsteiner, sul gol di Politano.

Il saldo gol della Juventus è di 13-3. Un anno fa era di 7-4, e ne aveva già persa una, proprio alla quarta: con l’Inter a San Siro. Il calendario, più agevole, le ha dato una mano. Fiorentina e derby, entrambi in casa, ci diranno qualcosa di più. Il mercato, eccezion fatta per Matuidi, rimane stipato in panchina. Ne fanno fede gli spiccioli di Douglas Costa e Bernardeschi. Giorno verrà.

Zenga: Napoli favorito, ma occhio all'Inter senza coppe...18 Settembre 12:11

"La favorita per lo scudetto quest'anno per me è il Napoli, più della Juventus, perché è la squadra che ha cambiato meno e quindi la più rodata. All'Inter, per ora, manca l'anzianità di Spalletti, nel senso che rispetto ai suoi rivali di Napoli e Juve lui è appena arrivato. Ma senza Coppe, avrà il vantaggio di poter lavorare meglio durante la settimana". Lo ha detto l'ex portiere dell'Inter e della Nazionale Walter Zenga, in collegamento da Dubai con "Radio Anch'io Sport", su Rai Radio 1. "I reduci dell'Inter dello scorso anno - ha continuato - arrivano da un'annata "particolare"; quindi, la nuova gestione è stata brava ad integrare quell'eredità con inserimenti mirati. Spalletti sta lavorando bene, la squadra è ben messa in campo: si è dedicato soprattutto ai reparti che erano più in difficoltà. Ha già battuto squadre toste grazie all'organizzazione, mentre a Crotone ce l'ha fatta grazie alle ottime prove di alcuni singoli. Insomma, con quattro posti in Champions, l'Inter dovrebbe farcela...".

Il derby dell'Appenino al centro di un sabato italiano 15 Settembre 18:06

Il derby dell'Appennino, quello fra Fiorentina e Bologna, regala sempre interessanti spunti di riflessione e anche quello di domani non sarà da meno. Gli obiettivi saranno puntati principalmente sulla sfida fra Federico Chiesa e Federico Di Francesco, i due omonimi figli d'arte su cui Pioli e Donadoni (e non solo) ripongono grandi aspettative. Saranno loro a dover creare superiorità e magari innescare i due bomber, Giovanni Simeone e Mattia Destro. Anche loro, guarda un po', figli di ex calciatori. Una sorta di derby nel derby che regalerà pepe e motivi di interesse aggiuntivi per questa sfida dal sapore speciale visti i contorni geografici.

Arbitri: Massa-Juve, Banti-Inter e Guida-Milan 14 Settembre 16:00

Davide Massa di Imperia sara' l'arbitro di Sassuolo-Juventus, anticipo domenicale delle 12.30 della quarta giornata di serie A. Crotone-Inter, sabato alle 15, sarà invece diretta da Luca Banti di Livorno. Queste le altre designazioni: Chievo-Atalanta a Mariani di Aprilia; Fiorentina-Bologna a Valeri di Roma; Genoa-Lazio a Orsato di Schio; Milan-Udinese a Guida di Torre Annunziata; Napoli-Benevento a Irrati di Pistoia; Roma-Verona a Pairetto di Nichelino; Spal-Cagliari ad Abbatista di Molfetta; Torino-Sampdoria e Tagliavento di Terni.

Juventus: sospiro di sollievo De Sciglio 13 Settembre 16:13

Nessuna lesione di grave entità per Mattia De Sciglio, dopo Barça-Juve 3-0. Lo hanno rivelato gli accertamenti strumentali a cui è stato sottoposto lo juventino infortunatosi ieri sera contro il Barcellona. Lo rende noto il club bianconero. In considerazione della brevità del tempo trascorso dall'infortunio al terzo distale della gamba destra, però, "oltre al monitoraggio clinico quotidiano si renderanno necessari - precisa la Juve sul proprio sito - ulteriori controlli strumentali nei prossimi giorni".

Bene il Palermo, ma il Napoli è vessillo del Sud 12 Settembre 14:57

"Il Napoli è il vessillo del Sud e chi, come me, è uomo del Sud non può non apprezzare quello che fanno gli azzurri di Sarri". Lo ha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso, in un'intervista a 'Tiki Taka' in onda ieri sera su Italia 1, di cui è stata fornita un'anticipazione. "E' molto importante che ora ci siano tante squadre in Italia che lottano per lo scudetto - ha detto ancora Grasso - Io sono un ahimè vecchio tifoso del Palermo, seguivo i rosanero anche in Serie C, perché la squadra del cuore si deve sostenere soprattutto nei momenti di difficoltà. E per anni, da giovane, ho fatto il mediano, quindi conosco bene cosa significhi giocare per gli altri, faticare per la squadra. Ma questo è il bello di questo sport".

Barça-Juventus: ci sarà anche Giorgio Chiellini 11 Settembre 15:17

Massimiliano Allegri nell'ultimo allenamento prima della partenza per Barcellona a Vinovo, ha recuperato con la squadra anche Chiellini (infortunatosi a fine Agosto in Nazionale), Mandzukic e Alex Sandro, che possono quindi essere considerati recuperati per la sfida di domani sera al Camp Nou. Restano indisponibili, invece, Marchisio e Khedira, mentre il difensore tedesco Howedes continua nel lavoro personalizzato per il recupero della forma fisica. I bianconeri sono partiti nel pomeriggio alla volta di Barcellona.

Hamsik, Napoli: vogliamo vincere lo Scudetto 7 Settembre 15:08

"Lo scudetto è il nostro obiettivo stagionale anche se quest'anno il campionato sarà più equilibrato, siamo almeno in cinque a puntare al primo posto". Lo ha detto Marek Hamsik in un'intervista alla rivista tedesca Kicker. Il capitano azzurro ha parlato a lungo anche di Maradona e del suo record di 115 gol con il Napoli: allo slovacco mancano solo due reti per raggiungerlo. "Spero tanto di battere il record di Maradona a Napoli è Dio e sarebbe splendido stare davanti a uno così. Vedere il nome 'Hamsik' prima di quello 'Maradona' deve essere meraviglioso. Però ovviamente non posso paragonarmi a lui. Sarebbe pazzesco ottenere il record e vincere lo scudetto col Napoli tutto in un'unica annata. Diciamo che al momento però mi basta strappare il record a Maradona".

Spalletti: Moratti il più grande e Mercato splendido 5 Settembre 08:36

''Sono strafelice di allenare una squadra come l'Inter e sul mercato è stato fatto un lavoro splendido''. Lo ha detto Luciano Spalletti, a Coverciano per ritirare il 'Premio Nereo Rocco per lo sport'. ''Mi hanno ascoltato sotto tutti gli aspetti - ha aggiunto il tecnico dell'Inter - I nostri direttori sono due cintura nera del calcio mercato, bisogna avere fiducia del loro lavoro e anche per questo sono molto contento e sereno''. Niente drammi per il mancato arrivo di un centrale difensivo: ''Ho potuto constatare la disponibilità dei giocatori e il loro interesse a valutare anche altre posizioni in campo. E così adesso non so se Miranda e Skriniar sono migliori di D’Ambrosio e Ranocchia''. Poi le battute sugli ultimi arrivati, da Dalbert (''E' furbo e fa delle accelerazioni pazzesche'') a Karamoh (''E' un ragazzino e pertanto va fatto crescere con calma''), un plauso al capitano Icardi: ''Grande campione, professionista serissimo e bravo ragazzo''.

Out Chiellini: Ventura ridisegna l'Italia anti Spagna 1 Settembre 17:07

Ultimo allenamento a Coverciano prima della partenza per Madrid. Sessione a porte chiuse con esercitazioni tecnico-tattiche: i maggiori dubbi riguardano l'attacco, con la possibile esclusione iniziale di Insigne. A meno che il Ct Ventura non opti per il modulo super offensivo 4-2-4 e in tal caso troverebbero posto sia il napoletano, sia Candreva, mentre Verratti scalerebbe a centrocampo invece di giostrare da trequartista nel più probabile 3-4-1-2, alle spalle del tandem Belotti-Immobile L'infortunio di Chiellini, intanto, rimette in gioco le scelte sul reparto arretrato: Rugani sembra la soluzione più immediata da affiancare a Barzagli e Bonucci.

Torna in campo Florenzi: il suo benvenuto a Schick 30 Agosto 15:35

"Abbiamo preso un grande giocatore, un futuro campione. In squadra abbiamo seguito la trattativa, eravamo contenti. Schick sarà un valore aggiunto per questa rosa, già competitiva". Alessandro Florenzi ha dato così il benvenuto all'ultimo acquisto estivo della Roma. Florenzi è al rientro dopo il secondo infortunio al ginocchio. "Farò il mio nuovo esordio, tornerò in campo, e con la fascia di capitano. Sarà una doppia emozione. Sarà sicuramente bello - le sue parole a Roma Radio -. Ansia? No, ma ho tanta voglia. Aspetto questo momento da 10 mesi. Da un mese circa mi alleno bene con la prima squadra. Sto bene, mi sento bene".

Spagna-Italia: Coni, possiamo vincere a Madrid 29 Agosto 15:42

L'obbligo di vincere può aiutare la Nazionale nella sfida contro la Spagna per le qualificazioni al Mondiale, secondo il presidente del Coni, Giovanni Malagò: "Credo che quando c'è un risultato su tre non tutti i mali vengano per nuocere a livello di testa e di modo in cui si affronta la partita, sapendo soprattutto che noi italiani magari ogni tanto siamo troppo conservatori. Qui non avremo l'alibi di dover difendere un risultato a prescindere". Il n.1 del Coni si è detto "molto dispiaciuto" di non poter essere in tribuna a Madrid".

Schick-Roma: la scelta giusta della punta ceca 28 Agosto 20:00

Lunedì 28 Agosto è il giorno dell'arrivo a Roma del neo attaccante Patrick Schick, che oggi è stato ceduto ai giallorossi dalla Sampdoria. Il giocatore è arrivato all' aeroporto di Genova per prendere l'aereo e ha rilasciato poche dichiarazioni ai cronisti: "Sono contento, la Roma è la scelta giusta". Intanto la Sampdoria incontrerà il Napoli per trovare un'intesa per il colombiano Duvan Zapata che sarebbe il sostituto di Schick.

Juve e Roma: il mercato non dorme mai 24 Agosto 18:16

Nel giorno del sorteggio della fase a Gruppi di UEFA Champions League 2017-2018, Francesco Totti ha rilanciato l'ipotesi di Patrik Schick in giallorosso. La Juventus invece sembra fortemente interessata al tedesco Benedikt Howedes, 29 anni, difensore centrale dello Schalke 04.

Il Napoli di Nizza pensa al sisma di Ischia 23 Agosto 13:00

"Questa vittoria è dedicata alla popolazione di Ischia che purtroppo sta vivendo un momento molto difficile". E' il pensiero di Maurizio Sarri alla popolazione dell'isola colpita dal terremoto, dopo la qualificazione del Napoli alla fase a gironi della Champions League.

Emre Mor: derby milanese di mercato? 22 Agosto 11:06

Dopo aver chiuso l’affare Kalinic, il Milan si concentra sugli ultimi colpi di mercato. Montella aspetta un esterno d’attacco, il nome nuovo è quello di Emre Mor del Borussia Dortmund. Il classe ’97 sembrava destinato all’Inter, ma poi la trattativa è saltata. Il motivo del naufragio dell’affare sembra sia stato il procuratore del giocatore, Muzzi Ozcan. Quest’ultimo avrebbe richiesto commissioni troppo alte, facendo arrabbiare Walter Sabatini. A seguito di questo episodio Emre Mor ha deciso di cambiare agente, affidandosi a Demirtas Bektas. Ozcan però dalla Turchia rivela quale potrebbe essere il futuro del giocatore:”Non sono più il suo agente, il nuovo procuratore è Demirtas Bektas, Emre Mor giocherà in Italia”. Se le parole di Ozcan rispondono al vero, resta da vedere in quale squadra giocherà. Nel Milan Emre Mor potrebbe essere un ottimo vice Suso, visto che anche il turco del Borussia Dortmund è un mancino puro.

Juve, sacrificare Marchisio per arrivare a Iniesta? 21 Agosto 15:21

Ore febbrili per il Calciomercato della Juventus; dopo l'acquisto di Blaise Matuidi (arrivato a Torino dal Paris Saint Germain per venti milioni di euro più bonus) potrebbe arrivare un altro top player a centrocampo. La dirigenza del club bianconero ha infatti intenzione di ridisegnare il reparto mediano e a farne le spese potrebbe essere Claudio Marchisio. Secondo le ultime indiscrezioni di mercato trapelate, infatti, il giocatore cresciuto nel vivaio della Juventus non sarebbe più ritenuto incedibile. Beppe Marotta e Fabio Paratici vorrebbero acquistare uno dei migliori centrocampisti in circolazione, Andrés Iniesta, e sarebbero intenzionati a sacrificare il "Principino".

Ok le grandi nella Prima di Campionato 2017-18 21 Agosto 00:36

Vincono le grandi, nella prima giornata di Serie A: dopo i successi di ieri di Juve e Napoli, oggi è toccato alla Roma, che si è imposta soffrendo a Bergamo, contro l'Atalanta. In serata è toccato alle milanesi: i rossoneri di Montella si sono imposti a Crotone per 3-0, i nerazzurri in casa sulla Fiorentina, con lo stesso punteggio. Pari fra Bologna e Torino (1-1) e senza reti fra Lazio e Spal. Grazie alla doppietta di Quagliarella, la Sampdoria ha battuto in casa il Benevento per 2-1, mentre il Chievo ha piegato in trasferta l'Udinese con lo stesso punteggio. Pari senza gol né emozioni fra Sassuolo e Genoa.

Juve-Cagliari 3-0: esultanza bianconera 20 Agosto 11:26

"Un grande modo di iniziare la nuova stagione". Parola di Mario Mandzukic, autore del primo gol del campionato italiano e della stagione bianconera: l'attaccante croato ha affidato al suo profilo Twitter il messaggio, addobbandolo con diversi hashtag e chiudendo con l'icona di un tornado, che ricorda molto il suo modo di affrontare le partite. "Un esordio da sogno nella mia nuova casa - ha twittato Matuidi - Bella vittoria, squadra bravissima, #finoallafine #forzajuve". "Un nuovo inizio. Un nuovo campionato. Una nuova vittoria. Avanti così" è il pensiero di Giorgio Chiellini: il centrale difensivo ha postato una foto in compagnia di Daniele Rugani, suo compagno di reparto nell'esordio stagionale. Non è stato impiegato da Allegri il nuovo acquisto Federico Bernardeschi: "Grandi ragazzi, era importante iniziare così" è stato il messaggio di gioia del fantasista toscano sul Twitter.

Dalla Juventus al Torino: il momento di Rincon 11 Agosto 12:59

Visite mediche al centro di Medicina dello Sport per Tomas Rincon, che giocherà col Torino la stagione 2017-18, rendendo così ufficiale il suo trasferimento dalla Juventus. Il venezuelano è il primo dei rinforzi chiesti per il centrocampo da Sinisa Mihajlovic, dopo la partenza di Benassi. Prestito con obbligo di riscatto la formula dell'operazione. L'ex Genoa potrebbe essere già questa sera allo stadio Olimpico Grande Torino per assistere alla partita di Coppa Italia che i nuovi compagni disputeranno col Trapani.

Emre Mor: una trattativa con intoppo di mercato 10 Agosto 16:57

Si registra una frenata nella trattativa tra Emre Mor e l'Inter. Questa mattina il procuratore del 20enne turco ha incontrato il coordinatore tecnico di Suning Walter Sabatini senza trovare un accordo. Emre Mor non sarà quindi domani a Milano, come invece sembrava in un primo momento. A fare il punto sulla trattativa è stato l'agente del giocatore, Muzzi Ozcan: "Non posso commentare, è una cosa che riguarda le due squadre e non posso dirvi niente. Emre è un fuoriclasse, un top player. Rimarrò a Milano? Forse".

Brasile: solo Alisson e Miranda con la Seleçao 10 Agosto 16:55

Ci sono solo due 'italiani', Alisson della Roma e Miranda dell'Inter, nella lista dei 23 convocati del Ct del Brasile, Tite, per le partite delle eliminatorie mondiali del 31 agosto a Porto Alegre contro l'Ecuador e del 5 settembre a Barranquilla con la Colombia. Presente anche Neymar, protagonista del recente clamoroso trasferimento dal Barcellona al Paris SG, mentre le novità sono il portiere Cassio e il trequartista Luan del Gremio, oro olimpico a Rio 2016 e obiettivo di mercato della Sampdoria.

Diritti tv Serie A 2018-21: ecco il nuovo bando 8 Agosto 12:22

La Lega di Serie A ha pubblicato il bando online per i diritti audiovisivi internazionali relativi al campionato, alla Coppa Italia e alla Supercoppa Italiana per il triennio 2018/2021. "L'invito a offrire - si legge in una nota - include 85 pacchetti e la vendita sarà articolata per continenti, regioni e Paesi, con la possibilità per i broadcaster interessati di acquistare un singolo pacchetto oppure più pacchetti. Le offerte per l'acquisto dovranno essere presentate alla Lega Nazionale Professionisti Serie A a partire dalle 9 di venerdì 11 agosto 2017 e fino e non oltre le ore 17 di venerdì 15 settembre 2017".

Dopo il Craiova: Milan-Betis a Catania 7 Agosto 12:13

Il Milan scenderà in campo mercoledì 9 agosto 2017 alle ore 20.45 per sfidare il Betis di Quique Setién. I biancoverdi di Siviglia, che alla 1ª giornata della Liga quest'anno saranno impegnati nella difficile trasferta del Camp Nou contro il Barcellona, hanno già affrontato i rossoneri in passato, sia in amichevole, che in gare ufficiali. Nel 2007 finì 1-0 per gli spagnoli, con goal decisivo firmato da Mark González su calcio di rigore. Quale risultato si verificherà stavolta? Nell'attesa di scoprirlo, ricordiamo ai tifosi milanisti che la visione in chiaro della partita sarà in diretta tv su Rete 4. Il collegamento inizierà già alle ore 20.30. Numerose anche le presenze allo stadio, dove si è registrato il tutto esaurito nella tribuna B, mentre rimangono ancora posti liberi in altri settori dello stadio Massimino di Catania. La vendita rimarrà aperta fino a pochi minuti prima del fischio d'inizio presso i botteghini situati in Piazza Spedini. I presenti accoglieranno con applausi Vincenzo Montella, che guidò i rosazzurri nella stagione 2011/12, al suo debutto su una panchina di Serie A..

Callejon: Juventus favorita, ma il Napoli...4 Agosto 12:49

Jose Maria Callejon è l'esterno perfetto del Napoli, in una squadra in cui lo spagnolo ha trovato la consacrazione e due coppe in più in bacheca 62 reti e 48 passaggi vincenti in 207 presenze. Adesso mancherebbe solo l'ultimo passo..."Se pensiamo ai 48 punti fatti nel girone di ritorno dello scorso campionato, allora tutto può essere fattibile" - ha dichiarato lo stesso Callejon - " Adesso noi pensiamo da grande squadra. Sì, siamo molto vicini alla Juventus adesso. Siamo un gruppo che lavora insieme da due anni. Sin dal primo giorno Sarri ci ha trasmesso le sue idee. E questo può essere un puntoanostro favore. Bonucci? Un difensore fortissimo, che stimo molto. Ma in organico ha gente di buon livello, che può fare ciò che ha fatto lui. La Juventus resta la favorita, perché ha vinto gli ultimi 6 scudetti".

Dai viola all'Inter: Matias Vecino ringrazia 2 Agosto 18:10

"Grazie Fiorentina per questi anni passati insieme, per me è stata una grandissima esperienza sia a livello umano come professionale''. E' il messaggio che Matias Vecino ha scritto su Twitter al club viola dopo aver firmato un contratto di quattro anni con l'Inter. "Grazie società, dirigenti e tutte le persone che lavorano nel club - ha continuato - e che mi hanno reso tutto più semplice. Grazie a tutti gli allenatori e compagni con cui abbiamo passato momenti belli e brutti ma sempre uniti nella stessa direzione. Per ultimo grazie ai tifosi per il grande rispetto e sostegno che mi avete sempre dimostrato''.

Playoff Europa League, il sorteggio: il Milan ci sarà? 1 Agosto 11:35

In questo fine settimana si terrà il sorteggio dei preliminari di Europa League, edizione 2017-2018. Dovrebbe far parte dell'urna di Nyon del 4 agosto anche il Milan, atteso dal match di ritorno contro il Craiova a San Siro, dopo la vittoria per 1-0 ottenuta in trasferta giovedì scorso. Il sorteggio prevede la partecipazione delle 29 squadre che supereranno il terzo turno preliminare più le 15 squadre che saranno eliminate nello stesso turno preliminare in Champions League, per un totale di 44 squadre. Le 22 vincitrici dei play off di Europa League prenderanno poi parte al sorteggio della fase a gironi, atteso per il 25 agosto a Montecarlo. Oltre a loro ci saranno le 10 sconfitte dei preliminari di Champions League e le 16 squadre che si sono qualificate di diritto al torneo nella precedente stagione, per un totale di 48 club. Il sorteggio dei preliminari di Europa League del 4 agosto sarà trasmesso in diretta su Eurosport 1 a partire dalle ore 13. I canali Eurosport sono inclusi nel pacchetto calcio delle pay tv Sky e Mediaset Premium, dunque gli abbonati possono seguire live il sorteggio da Nyon, in Svizzera.

USA: derby italiano alla Juventus ma senza farsi del male 31 Luglio 09:47

Nell’antipasto di una delle grandi sfide del prossimo campionato di serie A, Roma e Juventus non si sono fatte del male e hanno giocato un tempo a testa: 1-1 al termine dei novanta minuti, poi dal dischetto è la Juventus ad avere la meglio e a vincere per 6-5. Con le formazioni tipo in campo e solo tre volti nuovi rispetto alla passata stagione (Kolarov, Defrel e De Sciglio), Roma ed Juventus si sono equivalse nei primi 20 minuti offrendo un buon calcio. Poi al 28’ ecco il gol che cambia il punteggio: ottima verticalizzazione di Alex Sandro per Mandzukic che ha beffato la difesa giallorossa e batte Alisson.

Nella ripresa invece meglio la Roma che prima sfiora il pareggio con Strootman (traversa piena per l’olandese) e poi lo trova al 74’ con Dzeko che sfrutta un ottimo cross teso di Kolarov e mette la palla in rete. Nei 15 minuti finali girandola di cambi con Bernardeschi che fa l’esordio in maglia bianconera e nessun altro gol: si va ai calci di rigore. Dal dischetto l’unico a sbagliare è stato il giovane Tumminello: vince la Juventus 6-5.

Lavori San Siro, l'Inter apre il derby con il Milan 25 Luglio 19:12

L'Inter non vuole più aspettare il Milan per il nuovo stadio. Dopo avere fatto retromarcia sul progetto Portello e preso tempo per il complicato passaggio societario, i rossoneri infatti continuano a non dare una risposta per il piano di condivisione del nuovo San Siro, riammodernato con la conversione del terzo anello in spazio per negozi, ristoranti e aree accoglienza per i tifosi. Se il Milan non dovesse prendere posizione in tempi brevi, il club di Suning potrebbe discutere col Comune di Milano la possibilità di iniziare in proprio i lavori allo stadio San Siro e poi nel caso vedersi rimborsare metà delle spese.

Derby Toro-Juve per il giovane rossonero Locatellli 17 Luglio 16:19

La Juve vuole Manuel Locatelli, ma mettere le mani sul classe '98 del Milan non sarà facile. Stando alle indiscrezioni sponda milanista, però, il Diavolo non ha nessuna intenzione di cedere: il centrocampista è ritenuto un patrimonio della società incedibile e irrinunciabile. Ma come riporta Alfredo Pedullà questo non è bastato a spegnere l'interesse. Anzi, si è aggiunto anche il Torino, dando vita a un vero e proprio derby della Mole per il gioiellino rossonero. Il Torino avrebbe dalla sua poi una carta da giocare: il prestito biennale. Opzione che potrebbe essere gradito al Milan e che la Juve non accetterebe mai.

Juve, il dopo Bonucci: un derby greco per sostituirlo 14 Luglio 12:08

Kostas Manolas,26enne centrale ex Olympiacos ha preferito in extremis non accettare il trasferimento in Russia: “Lui e Nainggolan non se ne andranno“, ha tuonato il padrone giallorosso James Pallotta. Eppure il procuratore del greco ha spesso scambiato chiacchiere informali con la dirigenza Juve: il prezzo fissato dalla Roma è oltre i 30 milioni, il che rende tutt’altro che facile la trattativa. Nella nazionale di Atene Manolas difende in coppia con Sokratis Papastathopoulos, colonna del Borussia Dortmund. La scadenza del contratto nel 2018 e il mancato rinnovo facilitano la trattativa. Insomma, potrebbe esserci un curioso derby greco nel dopo-Bonucci

"A", 26 Luglio: il giorno del calendari 2017-18 13 Luglio 10:52

Il nuovo calendario di Serie A verrà svelato il 26 luglio. La Lega non ha ancora comunicato la sede, anche se è probabile che sia quella di Infront a Milano, né tanto meno l’orario. Il regolamento prevede che non possano esserci derby all’esordio. Inoltre, squadre della stessa città si dovranno alternare. Non va assolutamente dimenticato il fatto che non si potranno sfidare squadre già avversarie nelle precedenti due stagioni. In aggiunta, quei club che saranno impegnati nei preliminari di Europa League o Champions League, non si affronteranno nella gara d’apertura. Nel caso di quest’anno Napoli e Milan. La Juventus campione d’Italia, che non sa ancora se giocherà in casa o trasferta, potrà incontrare qualsiasi squadra, fatta eccezione di Fiorentina, Torino e Udinese.

La Roma, invece, le formazioni che potrà evitare certamente saranno Chievo, Genoa, Lazio, Milan, Udinese e Verona, dopodiché si potrà scontrare con chiunque, ma in trasferta. Passando al Napoli, che potrà escludere soltanto Milan e Sassuolo, potrà scendere in campo al San Paolo oppure fuori casa. A sorridere è il Milan. La squadra di Vincenzo Montella, oltre ad evitare delle big come Inter, Napoli e Roma, non potrà incontrare Chievo, Fiorentina, Genoa e Torino. Restano così poche mine vaganti, che sfiderà in trasferta. Chiudiamo con l’Inter, che escluso il derby contro i cugini rossoneri, scenderà certamente in campo a San Siro. Eviterà Atalanta, Chievo, Lazio, Sampdoria e Verona.

Si può ipotizzare addirittura un Inter-Juventus alla prima giornata di campionato o magari un Juventus-Roma. Ci sono probabilità di vedere anche Napoli-Juventus e chissà come la prenderebbe Maurizio Sarri, che in quel periodo sarà impegnato nei preliminari di Champions League. Proprio gli azzurri sono la squadra che rischia maggiormente, perché potrà essere abbinata a qualsiasi big, fatta eccezione del Milan.

Roma, Totti e Monchi iniziano a parlarsi 13 Luglio 10:47

Francesco Totti è tornato nel centro sportivo giallorosso di trigoriaper il tanto atteso confronto con la dirigenza riguardo al proprio futuro. Sul tavolo c'è infatti quel contratto di sei anni da dirigente che va ancora formalmente attivato. Ad accogliere Totti è stata la dirigenza al completo, con cui l'ex capitano si è intrattenuto. Dopo i saluti di rito con l'ad Gandini e il dg Baldissoni, però, Totti ha avuto un lungo faccia a faccia col solo ds Monchi, tornato nella Capitale da Pinzolo (dopo un passaggio per Londra, dove si trova in questi giorni anche il presidente Pallotta) e di nuovo in partenza, stavolta direzione Siviglia per alcune questioni personali. Il ds ha più volte dichiarato pubblicamente di volere Totti al suo fianco in una veste tanto operativa quanto di supporto. Soluzione questa che andrebbe incontro alle richieste di Totti.

Fiorentina: Graiciar e le parole di Matteo Renzi 12 Luglio 13:44

La Fiorentina ha annunciato l'acquisto a titolo definitivo dell'attaccante ceco Martin Graiciar, 18 anni, dal Liberec. Il giocatore, aggiunge la società viola, "è attualmente impegnato negli Europei Under 19 in Georgia, dove con la sua Nazionale affronterà in semifinale l'Inghilterra". Di Fiorentina ha parlato anche Matteo Renzi a Rtl 102.5: "Non ho dubbi che se Andrea e Diego Della Valle s'innamorassero di nuovo di questo progetto, se la Fiorentina e i fiorentini ripartissero insieme... Quello tra Firenze e Della Valle è un bellissimo binomio. Dopodiché, sono sei anni che lo scudetto lo vince la Juventus e, con tutto il rispetto per i tifosi, dico che ogni tanto cambiare è bello".

Rinnovo Donnarumma: la felicità di Fassone 12 Luglio 13:42

Alla fine di un "percorso tormentato", l'ad del Milan Marco Fassone è felice di aver concluso il rinnovo di Gianluigi Donnarumma e l'ingaggio del fratello Antonio, pronti entrambi a partire venerdì per la tournée rossonera in Cina. "Credo sia importante - ha osservato Fassone - che tutti comprendano le difficoltà e cosa sia passato nella testa di un ragazzo di 18 anni davanti a opportunità, prospettive, riflessioni. Dal mio punto di vista, è normale che Gigio abbia avuto dubbi e tentennamenti e sono felice che alla fine abbia scelto il Milan, che è la sua famiglia, la sua casa. Anche le piccole cattiverie venute fuori saranno dimenticate alla sua prima prodezza. Sono molto contento che Donnarumma abbia scelto di dar fiducia a una società nuova, a dei dirigenti che ha conosciuto un paio di mesi fa e che abbia valutato positivamente gli sforzi che stiamo facendo per far tornare grande il Milan il prima possibile, al di là delle lunghe chiacchierate e dei messaggini che ci siamo scambiati in questi due mesi".

Cataldi-Benevento e Di Gennaro-Lazio: quasi tutto pronto...11 Luglio 11:04

Il Benevento ha trovato il regista giusto per un nuovo copione avvincente: Danilo Cataldi il prescelto. Per il ventiduenne scuola Lazio l'accordotra i club è totale, con il presidente Lotito che ha dato il suo ok: 6 milioni ai biancocelesti, con diritto di ricompra fissato a 12. La richiesta iniziale era di 10 milioni di euro. Manca invece l'accordo con l'agente di Cataldi, che al Vigorito troverebbe gli stimoli giusti per rilanciarsi, dopo la non esaltante stagione con il Genoa: 24 presenze, 1 gol e 1 assist. E intanto Catadli blocca Di Gennaro, che la Lazio aveva individuato come sostituto del talento romano.

Inglese, Chievo già carico per il derby col Verona 11 Luglio 10:22

L'attaccante del Chievo Roberto Inglese ha parlato ai microfoni di Sky Sport dal ritiro gialloblù: "Al Chievo devo tanto, mi ha permesso di giocare in Serie A. Facendo bene qui sono arrivato anche a fare degli stage con la Nazionale di Ventura, ne sono orgoglioso e spero di continuare così.. Obiettivi? Speriamo di segnare tanto fin da subito e ripetere a livello di risultati l'ultima stagione. Sicuramente il derby di Verona ci caricherà molto. L'Hellas ha un grande attacco sulla carta, ma noi studieremo come batterli e ci faremo trovare pronti".

Verona scatenato: non solo Cerci, anche Cassano 10 Luglio 16:24

Alessio Cerci è un giocatore del Verona. E' stato lo stesso club, sul proprio sito, a darne notizia. "L'attaccante gialloblù ha già sostenuto le visite mediche e nel pomeriggio raggiungerà i compagni nel ritiro di Primiero". Annuncio completato da una foto del giocatore con la sua nuova maglia e l'hashtag "BenvenutoAlessio". Invece Antonio Cassano è arrivato nella città scaligera per definire gli ultimi dettagli con la società e sbrigare le visite mediche. Già in serata o al più tardi domani mattina dovrebbe raggiungere il ritiro di Primiero, per aggregarsi alla squadra diretta dal tecnico Fabio Pecchia, dove incontrerà uno dei suoi partner storici, Giampaolo Pazzini, con il quale ha formato una delle coppie più prolifiche del calcio italiano con la maglia della Sampdoria. Cassano aveva rescisso il contratto con la Samp lo scorso gennaio.

Promesse viola, Pioli: avrò una squadra competitiva 10 Luglio 16:22

"La filosofia del mercato della Fiorentina è chiara, si è chiuso un ciclo e se ne deve aprire un altro. Chi arriverà dovrà fare in modo che la squadra sia competitiva, a me è stata promessa una squadra competitiva. Dovranno arrivare giocatori orgogliosi di vestire una maglia importante come quella della Fiorentina e di un progetto che ci dovrà vedere competitivi fin da subito". Lo ha dichiarato Stefano Pioli, neo allenatore della Fiorentina durante la conferenza stampa a Moena (Trento) dove è in ritiro la squadra viola. "Io sarò il garante della professionalità del gruppo che io allenerò - ha proseguito Pioli -, mi dispiace che ci sia del malcontento in città ma noi dobbiamo pensare a fare il meglio per provare a riportare l'entusiasmo. Il nostro obiettivo è quello di lavorare e basta. Il mercato non lo faccio io, io alleno solo i giocatori che la società mi metterà a disposizione".

Borja Valero-Inter: i primi passi sono spediti 10 Luglio 10:38

Arrivato alla Clinica Humanitas di Rozzano (MI) intorno alle 8:40, Borja Valero ha terminato intorno alle 9:30 le visite mediche. L'inizio ufficiale della sua nuova avventura nerazzurra è sempre più vicino. L'intermediario nell'operazione che ha portato Borja Valero all'Inter, Davide Lippi, ha così parlato del passaggio in nerazzurro dello spagnolo: "Ci è voluto un po' di tempo per chiuderla. Siamo contenti per il ragazzo".

Carlo Pinsoglio: dagli schiaffi alla Juve, il sogno 8 Luglio 13:06

Carlo Pinsoglio sta per raccogliere la soddisfazione più bella di una carriera che forse non sarà mai all’altezza delle aspettative dei primi anni, ma che stava naufragando. Lui è nato nel vivaio della Juventus. Classe ’90, di Moncalieri, con la Primavera della Juventus Pinsoglio ha vinto da protagonista due tornei di Viareggio nel 2009 e nel 2010. Poi eccolo nel 2013 a Vicenza, prodromo del biennio a Modena. In gialloblù Pinsoglio si afferma tra i top della categoria a dispetto degli alterni risultati della squadra e diventa un idolo della tifoseria fino ad approdare al Livorno, retrocessa con ambizioni di risalita. In caso di promozione forse Carlo avrebbe potuto vivere il sospirato esordio in A e invece da qui comincia l’incubo ben noto. La squadra non gira e Pinsoglio commette qualche errore di troppo fino a perdere il posto. Il destino gli dà la possibilità di riscattarsi nell’ultimo turno contro il Lanciano, subentrando al giovane Ricci, espulso. Ma succede l’inverosimile, una papera di Carlo spinge i labronici verso la Lega Pro dopo 15 anni e la notte del 21 maggio 2016 è da incubo a causa di un’aggressione di un manipolo di tifosi scalmanati. A 27 anni una carriera a un bivio, ma quando chiama la Juventus la risposta è una sola. Pinsoglio entrerà infatti a far parte da protagonista del tourbillon dei pali bianconeri nella prossima stagione: alle spalle di Gigi Buffon non ci saranno più Neto e Audero, bensì Woiciech Szczesny e appunto Carlo Pinsoglio nel ruolo di terzo. Una storia bellissima.

Napoli: più Berenguer che Federico Chiesa...7 Luglio 12:12

Il direttore sportivo del Napoli Cristian Giuntoli sta tentando di chiudere la trattativa per l'esterno offensivo dell'Osasuna Berenguer, che ha una clausola rescissoria di 12 milioni di euro, cifra che però il presidente del club partenopeo De Laurentis non sembra essere intenzionato di versare nelle casse della società spagnola. Il 22enne di Pamplona ha già raggiunto un accordo economico con il Napoli.Aurelio De Laurentis inoltre in un intervista rilasciata al Corriere dello Sport ha affermato che il Napoli sta visionando altri giocatori interessanti oltre ai nomi conosciuti. Inoltre, riguardo alla voce di un possibile interessamento per Berardi, il presidente ha risposto affermando che ci sono giocatori più interessanti dell'ala del Sassuolo e che un esterno che lo fa impazzire è Chiesa, ma difficilmente la Fiorentina lo lascerà partire.

L'Inter a Gabigol: cercati una squadra per la stagione...6 Luglio 11:14

Niente Gabriel Barbosa, al centro di trattative di mercato, perché l'Inter gli ha concesso qualche giorno di riposo in più e neppure il capitano Mauro Icardi che è stato impegnato con la nazionale e raggiungerà la squadra direttamente in ritiro: l'Inter ha annunciato i convocati per domattina ad Appiano Gentile per iniziare la preparazione della nuova stagione nel primo giorno di lavoro di Luciano Spalletti. Nel pomeriggio la squadra nerazzurra partirà per il Riscone di Brunico dove resterà in ritiro fino al 16 luglio. Gabigol potrebbe essere ceduto in prestito ma lunedì dovrebbe raggiungere la squadra. Luciano Spalletti inizierà a lavorare senza Perisic, Gagliardini, Medel, Eder, Candreva, Nagatomo e D'Ambrosio, che alla spicciolata però raggiungeranno tutti l'Alto Adige.

Ilicic: no alla Sampdoria e sì all'Atalanta 4 Luglio 12:49

Il nazionale sloveno Josip Ilicic è ormai un giocatore dell'Atalanta. Stamattina, poco dopo le 9, il 29enne fantasista mancino proveniente dalla Fiorentina s'è presentato a Bergamo per le visite mediche di rito e in giornata firmerà a Zingonia il contratto che lo legherà al club bergamasco per i prossimi tre anni con opzione per il quarto. I nerazzurri hanno battuto in volata la concorrenza della Sampdoria.

Juventus: in Spagna, Danilo è già un suo colpo 3 Luglio 12:38

Da Dani Alves a Danilo: l'acquisto del 25enne terzino brasiliano del Real Madrid da parte della Juventus è dato per fatto da "As", secondo cui mancherebbe solo l'ufficialità. Il Club italiano, scrive il giornale spagnolo nell'edizione online, avrebbe raggiunto l'accordo sulla base di 20 milioni di euro, 11,5 in meno di quanto il Real lo pagò due anni fa dal Porto.

Atalanta: estate ricca di appuntamenti internazionali 3 Luglio 12:37

L'Atalanta ha comunicato ufficialmente la partecipazione al trofeo Naranja di Valencia, dove venerdì 11 Agosto alle 21 affronterà al Mestalla la squadra di casa. Si tratterà del terzo test internazionale messo in calendario nel precampionato dell'organico a disposizione dell'allenatore Gian Piero Gasperini: il primo sarà contro il Lilla nel trofeo Achille e Cesare Bortolotti mercoledì 26 luglio alle 20:30 a Bergamo, il secondo l'1 agosto (ore 19:30) in Austria, ad Altach, al cospetto del Borussia Dortmund.

Villa Stuart: Roma, Napoli e Sampdoria...3 Luglio 12:35

Visite mediche completate per Maxime Gonalons, questa mattina a Villa Stuart, a Roma. Il centrocampista acquistato dal Lione e sbarcato nella Capitale ieri in serata, è atteso adesso a Trigoria per la firma del contratto. Firma che l'olandese Rick Karsdorp ha già messo nei giorni scorsi prima di oprerarsi:il terzino si è presentato alla clinica per sottoporsi a un intervento di chirurgia artroscopica al ginocchio destro. Non solo i nuovi acquisti della Roma hanno però movimentato la mattinata di Villa Stuart, visto che si sono presentati anche Adam Ounas, ventenne esterno di origini algerine che andrà a rinforzare il Napoli, e il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero che, prima di entrare, ha rilasciato alcune dichiarazioni legate al mercato blucerchiato: "Muriel alla Lazio? Non è stato richiesto. Torreira alla Roma? Neanche lui è stato richiesto, e poi è incedibile. Adesso mi vado a curare, pregate per me...".

Firenze: i tifosi perseguitano i Della Valle 1 Luglio 14:17

"Vendete le nostre bandiere come fossero pattumiere, ma la spazzatura siete voi". Questo il lungo striscione affisso nella notte sui cancelli dell'Artemio Franchi di Firenze, e firmato da Unonoveduesei (il club più importante della Curva Fiesole), per la possibile cessione di Borja Valero all'Inter ma non solo. Di sicuro c'è che tra una parte di tifosi della Fiorentina, i Della Valle (che di recente hanno messo in vendita il club) e la società viola c'è una netta frattura ormai insanabile.

Buffon su Donnarumma: "Faccia ciò che lo rende felice" 1 Luglio 14:11

La chiave del successo è la felicità. Parola di Gigi Buffon, capitano della Juventus e della Nazionale, che intervistato da Sky Sport sul caso Donnarumma invita il collega a "fare quello che lo rende felice".

"Abbiamo parlato a Coverciano un quarto d'ora della sua situazione, come tutte le persone deve fare quello che si sente", osserva Buffon. In caso di addio al Milan, però, per la porta della Juventus sarebbe il suo perfetto erede. "Se la Juve avesse questo tipo di opportunità farebbe un grandissimo acquisto e non sbaglierebbe sicuramente - è l'opinione di Buffon -. Ma ci sono tante dinamiche che vanno tenute in considerazione. Ora Donnarumma deve fare la cosa che lo rende più felice".

Inter e Fair Play finanziario: cessioni a raffica 1 Luglio 08:47

Altre 4 cessioni per rientrare nei parametri del fair play finanziario: l'Inter ha ufficializzato le cessioni a titolo definitivo dei giovani Fabio Eguelfi all'Atalanta, Andrew Gravillon al Benevento, Federico Dimarco al Sion e Gianluca Caprari alla Sampdoria. Quattro operazioni che, insieme al trasferimento di Ever Banega al Siviglia, permettono all'Inter di avvicinarsi ai 30 milioni di euro di plusvalenza necessari per rispettare gli accordi con l'Uefa. Le cessioni dei quattro permettono quindi al club nerazzurro di non dover vendere i big, a partire da Ivan Perisic.

Atletico Madrid: Alessio Cerci non c'è più 1 Luglio 08:45

Alessio Cerci ha rescisso oggi il suo contratto con l'Atletico Madrid: aveva ancora un anno di contratto col il Club colchonero. L'ex Torino +è adesso libero di negoziare il suo futuro che, presumibilmente, sarà in Serie A anche se il giornale iberico parla di un'offerta arrivatagli dai greci dell'Olympiacos. In Italia, sulle tracce del classe '87 ci sarebbero il Bologna e la Lazio. nella stagione appena conclusa, Cerci ha giocato solo due partite con la maglia dell'Atletico.

Sampdoria: Caprari e Murru verso Marassi 30 Giugno 11:51

E' il giorno delle visite mediche di Nicola Murru e Gianluca Caprari, che poi diventeranno ufficialmente giocatori della Sampdoria. Il primo è stato prelevato dal Cagliari per sette milioni più il cartellino del centrocampista Luca Cigarini: classe '94, Murru sarà l'esterno sinistro difensivo della squadra di Giampaolo. Caprari, attaccante ex Roma e Pescara, arriva alla Sampdoria nell'ambito dell'operazione che ha portato il difensore centrale Milan Skriniar all'Inter: alla società doriana è stato versato anche un conguaglio di circa 20 milioni.

Conti-Milan: sembra fatta ma ancora non lo è 30 Giugno 09:24

Conti-Milan, parti vicinissime, ma affare ancora non concluso. È questo quello che emerge dall'incontro appena terminato tra Marco Fassone e Luca Percassi. La distanza tra le parti è davvero minima e nei prossimi giorni si limerà questa piccola differenza di vedute che è stimabile in 1-2 milioni di euro. Lunedì potrebbe essere il giorno decisivo.

Europer Under 21: le scuse di Gagliardini 29 Giugno 14:41

"Chiedo scusa per il mio imperdonabile errore. E' stato straziante e frustrante". Roberto Gagliardini ha voluto fare mea culpa dopo l'espulsione che ha compromesso la semifinale con la Spagna agli Europei Under 21. Una lettera a cuore aperto in cui chiede scusa a tutti, sentendosi responsabile delle difficoltà degli azzurrini. "È difficile trovare le parole giuste - ha scritto il centrocampista Inter - le ho pensate a lungo, probabilmente non esistono, allora ho scelto le più sincere possibili. Chiedo scusa, anche se non può bastare a giustificare 2 anni di duro lavoro, di sacrifici da parte di tutti coloro che ci hanno accompagnato in questa esperienza unica. Chiedo scusa per il mio imperdonabile errore che mi ha costretto a vedere i miei compagni lottare fino all'ultimo in inferiorità numerica: è stato straziante, frustrante. Purtroppo il calcio è anche questo".

Mercato, tutte le situazioni fluide in Serie A 29 Giugno 10:03

Juventus: lo Stoccarda chiede Lirola, esterno difensivo in prestito al Sassuolo.

Atalanta: a centrocampo vicino il ritorno dell'olandese De Roon.

Inter: Perisic potrebbe non andare a Manchester, ma rimanere a Milano e rinnovare.

Verona: Club gialloblu su Guedes (PSG) e Gaudino (Bayern Monaco.

Udinese: il difensore Felipe verso la Spal.

Crotone: in arrivo il centrocampista Kragl dal Frosinone.

Diritti tv Serie A: Mediaset resta sul calcio 28 Giugno 11:58

"In autunno è prevista una nuova asta per i diritti tv della serie A, noi parteciperemo con l'obiettivo di ottenere la migliore offerta televisiva calcistica per i tifosi italiani". Lo ha detto Fedele Confalonieri, presidente di Mediaset, parlando di Mediaset Premium in assemblea.

L'Under 21 torna a casa e riparte la giostra del mercato 28 Giugno 07:56

La sconfitta per 3-1 degli azzurrini contro la Spagna segna la fine dell'avventura azzurra in Polonia per l'Europeo Under 21 ma anche il nuovo inizio del mercato. Sono almeno 4 i gioielli dell'Under 21 per i quali, fin da oggi, si torna a parlare in maniera incessante e frenetica di mercato: Donnarumma, Conti, Bernardeschi e Pellegrini.

Firenze: gli imprenditori "freddi" con i Della Valle 27 Giugno 16:39

La famiglia Della Valle "mi sembra che in questi anni non abbia mai voluto integrarsi nella città e tantomeno in Confindustria, dove sarebbe stata accolta a braccia aperte". Lo ha detto il presidente di Confindustria Firenze, Luigi Salvadori, commentando a Lady Radio i possibili scenari dopo il comunicato con cui la famiglia Della Valle ha dichiarato la volontà di vendere la Fiorentina. Per Salvadori "la comunicazione non è stata il forte di questa proprietà, nonostante abbiano tanti pregi soprattutto da un punto di vista dei risultati", mentre a proposito dell'appello ai "fiorentini veri" ha risposto dicendo che "noi siamo pronti a dare una mano, soprattutto se qualche volta si venisse coinvolti anche a livello di condivisione di scelte e consigli. Questo fa parte della non comunicazione della famiglia Della Valle".

Roma, i manichini post-derby: solo sfottò...27 Giugno 11:35

I manichini impiccati alla balaustra di un ponte accanto al Colosseo restano una goliardia, uno sfottò post derby. La difesa degli ultrà della Lazio ha convinto la procura di Roma: i pm hanno chiesto l'archiviazione del fascicolo - rimasto contro ignoti - per minacce aggravate ai danni dei tre calciatori della Roma Daniele De Rossi, Mohamed Salah e Radja Nainggolan. L'inchiesta era scattata dopo che i tifosi biancocelesti, in seguito all'ultimo derby vinto dalla Lazio, avevano appeso al ponte pedonale di via degli Annibaldi le bambole gonfiabili che indossavano le maglie dei tre giocatori. Sopra ai manichini, uno striscione inquietante: "Un consiglio senza offesa: dormite con la luce accesa". Secondo gli inquirenti non c'era minaccia, ma solo sfottò.

Il Milan su Calhanoglu? Solo contatti...26 Giugno 17:34

I contatti tra il Milan e il Bayer Leverkusen per Hakan Calhanoglu sono state riportate dai giornali tedeschi ma sono state poi confermate dall'agente del giocatore turco, Bektas Demirtas, che al reviersport.de ha rivelato come il club rossonero ha chiesto informazioni sul numero 10 del Bayer anche se non ha voluto esprimere altri concetti. Ma la sua conclusione è stata chiara sul gradimento del suo assistito di trasferirsi al MIlan, con un eloquente "Dico solo che il Milan è un top club a livello europeo".

Estate 2017: l'Inter a Lecce contro il Betis 26 Giugno 17:26

L'Inter affronterà il Betis Siviglia allo stadio Via del Mare di Lecce il prossimo 12 Agosto alle 20.30. Un'altra amichevole nel Summer Tour nerazzurro dopo la tournèe in Cina e Singapore in cui la squadra di Spalletti sfiderà Schalke 04, Lione, Bayern Monaco e Chelsea. Lo annuncia l'Inter sul proprio sito. Luciano Spalletti inizierà a lavorare con la squadra nerazzurra ad inizio luglio. La data fissata per il primo incontro con i giocatori è il 3 luglio ma non è escluso che il raduno venga posticipato di alcuni giorni visti gli impegni con le nazionali in cui sono coinvolti la gran parte dei giocatori dell'Inter.

Inter, Thohir: "Ci vorrà tempo ma Suning farà bene" 24 Giugno 14:10

"Suning ha le risorse per costruire una grande Inter e sta dimostrando il suo impegno: l'obiettivo da raggiungere è la Champions League e il giocarla costantemente. Aggiungeremo alcuni giocatori alla squadra". Il presidente dell'Inter Erick Thohir, in un'intervista a The Straits Time, ha parlato dei prossimi obiettivi del club nerazzurro sia sportivi sia di management. "L'Inter è uno dei top club mondiali. La società - ha spiegato Thohir - vuole assicurarsi di migliorare la squadra. Non dobbiamo investire solamente sui giocatori ma anche affermarci a livello di brand e infrastrutture. Ci vorrà del tempo per i proprietari asiatici per avere successo ma abbiamo già il caso del Leicester".

Serie A, Balotelli non torna: a Nizza infatti...24 Giugno 10:31

Mario Balotelli sarebbe disposto anche a qualche sacrificio economico pur di prolungare il suo contratto con il Nizza. Lo ha rivelato ieri il presidente del club francese Jean-Pierre Rivere, secondo quanto riportato dal quotidiano "L'Equipe", a margine della presentazione alla stampa di tre neoacquisti (Pierre Lees-Melou, Jean-Victor Makengo e Adrien Tameze). L'attaccante italiano guadagnerebbe 450mila euro al mese.

Dani Alves: me ne vado, ma senza polemiche con la Juve...23 Giugno 11:38

Dopo una sola stagione l'avventura italiana di Dani Alves è già giunta al capolinea. Dopo le parole dei giorni scorsi del direttore generale Beppe Marotta, ecco l'ulteriore conferma che arriva dal diretto interessato che all'emittente brasiliana 'Rede Globo' ha commentato così i rumors sul suo futuro: "Non so ancora cosa stia succedendo. Ho lasciato tutto il lavoro ai miei agenti, hanno detto che parleranno con me quando avranno ottenuto una risoluzione. Se me ne andrò dalla Juventus sarà senza alcuno scontro e senza alcun problema. Al contrario di quello che si dice in giro...".

Fiorentina: Borja Valero piange al telefono 23 Giugno 11:27

Il giornalista Mario Tenerani, da sempre molto vicino alle vicende della Fiorentina, ha nelle ultime ore raccontato sia a Lady Radio che ad Italia 7, nel corso di una telefonata (da Catanzaro dove era per il premio Nicola Ceravolo vinto quest’anno dal neo allenatore dell’Inter Luciano Spalletti) avvenuta durante la trasmissione Platinum, tutta la tristezza e la rabbia di Borja Valero per questa situazione: “Borja è in vacanza ed ha avuto una lunga telefonata con un ex giocatore della Fiorentina molto famoso ed ha pianto per tutta questa situazione”. La querelle tra Borja Valero e la Fiorentina si arricchisce allora di un altro episodio che sembrerebbe confermare che il centrocampista spagnolo voglia restare alla Fiorentina.

Perin-Milan tutto bloccato: gatta ci cova...21 Giugno 11:38

Ecco le dichiarazioni di Alessandro Lucci, il procuratore del portiere genoano: "Rispettiamo il Milan, lo ringraziamo per aver cercato con determinazione Mattia. Ma siamo noi adesso ad aver fermato ogni possibile trattativa. Il Milan vuole giustamente concentrarsi sulla situazione Donnarumma. Mattia e' uno straordinario primo e non potrebbe essere altrimenti visto ciò che ha dimostrato ad oggi. Abbiamo parlato con Mirabelli, per noi al momento l'affare è chiuso. Se poi, nei prossimi giorni, il Milan avrà bisogno ancora di noi ci siederemo nuovamente attorno a un tavolo".

Montella-Mirabelli: un pranzo per Donnarumma 20 Giugno 15:19

C'è anche il caso Donnarumma al centro del pranzo di lavoro, oggi a Roma, fra Vincenzo Montella e il ds del Milan Massimiliano Mirabelli, per fare il punto sull'andamento del mercato rossonero ad un paio di settimane dal raduno della squadra, in programma il 5 Luglio. L'allenatore è rientrato domenica mattina da un viaggio nel Sudest asiatico, durante il quale è rimasto in costante contatto con la dirigenza seguendo le evoluzioni della trattativa per il rinnovo di Donnarumma, che giovedì si è arenata con il rifiuto del 18enne portiere, ma che non è escluso possa riaprirsi in seguito. Al centro del vertice anche gli altri obiettivi di mercato del Milan, inclusi il centrocampista della Lazio Lucas Biglia e il difensore dell'Atalanta Andrea Conti, nonché l'organizzazione della tournée in Cina. Montella proseguirà le sue vacanze in Campania, per tornare al lavoro a Milanello dal 3 Luglio.

Derby Inter-Juve per Coulibaly: prestito ai nerazzurri 20 Giugno 12:28

L’Inter è vicinissima ad acquistare Mamadou Coulibaly, centrocampista di soli 18 anni del Pescara, che nell'ultimo campionato ha totalizzato nove presenze. Coulibaly era seguitissimo dalle big di Serie A: Juventus, Milan, Roma e Napoli a lungo sono state sulle tracce del giocatore assistito da Di Campli, con i bianconeri che fino a ieri sembravano in pole position. Ieri invece l’Inter, in un vertice con i dirigenti abruzzesi, pare aver sferrato l'affondo decisivo. Coulibaly arriverà in nerazzurro in prestito con diritto di riscatto. Al Pescara, in cambio, saranno girati, con la stessa formula, ma con diritto di controriscatto da parte dell'Inter, i giovani centrocampisti Palazzi, 30 presenze con la Pro Vercelli nel campionato appena concluso, e Carraro, appena laureatosi campione d'Italia Primavera.

Lille come la Lazio? Marcelo Bielsa uccel di bosco...19 Giugno 18:11

Marcelo Bielsa torna a fare notizia. Il tecnico argentino non si è presentato oggi al primo allenamento del Lille, la squadra francese di cui è il nuovo l'allenatore. Secondo quanto riporta il quotidiano sportivo spagnolo As, 'el Loco' ha addotto motivi personali dei quali finora non si è riuscito a sapere molto. Il club spera che Bielsa riesca a risolverli e possa essere presente all'allenamento di domani. Non è la prima volta che Bielsa ha questi comportamenti: As ricorda quando ha lasciato l'Espanyol per andare ad allenare la nazionale argentina oppure quando non è più venuto alla Lazio - che poi chiamò Simone Inzaghi - per disaccordi con la dirigenza biancoceleste sul mercato.

Papu Dance in salsa derby: Roma e Lazio su Gomez 18 Giugno 18:05

Potrebbe esserci un vero e proprio derby tra Lazio e Roma, entrambe molto interessate alle prestazioni del Papu Gomez. Lotito e Tare hanno visto in lui un calciatore ideale per rinforzare la rosa a disposizione di Simone Inzaghi. Il classe 1988 infatti potrebbe diventare l'erede di Keita destinato all'addio, in un super tridente con Immobile e Felipe Anderson. La Lazio è in pole per Alejandro Gomez che potrebbe però anche essere intrigato dal progetto, nonostante la possibilità di disputare la Champions messa sul piatto dalla Roma. Una Roma che però oltre ai sondaggi non avrebbe fatto chiarezza sul suo ruolo nella rosa a disposizione del neoallenatore Di Francesco. Senza dimenticare che ovviamente resta sempre in piedi la possibilità di una sua permanenza in nerazzurro.

Bisoli junior: ormai è derby di mercato genovese 17 Giugno 17:44

Dopo averlo già sfiorato nel corso della sessione di Gennaio, si riaccende il derby di mercato tra Sampdoria e Genoa per Dimitri Bisoli. Il giovane centrocampista classe '94 è di proprietà della Fidelis Andria ma è reduce dalla stagione in Serie B col Brescia dove ha collezionato 35 presenze, 5 gol e 5 assist ed è un profilo che intriga e non poco dalle parti della Lanterna.

Inter: pressing non solo su Roma, ma anche su Firenze 16 Giugno 16:21

Il ds interista Piero Ausilio ha incontrato in un hotel vicino stazione Beppe Bozzo, l'agente di Bernardeschi. L'Inter resta vigile ma non affonda il colpo: anche nell'incontro di oggi la società non ha approfondito o deciso di fare passi concreti con la Fiorentina. Ausilio e Bozzo hanno parlato poi soprattutto di altri giocatori in uscita dall'Inter per soluzioni estere. Ausilio ha quindi lasciato Milano e prosegue il pressing sul difensore centrale fra Rudiger e Skriniar (le soluzioni estere rimangono sempre Diop e Sanchez). I contatti rimangono vivi e continui poi con l'agente di Borja Valero per accelerare poi la settimana prossima con la Fiorentina.

Rottura Donnarumma-Milan: prima il gelo, poi il rifiuto 15 Giugno 18:13

Donnarumma non ha rinnovato il contratto con il Milan. La notizia che tutti i tifosi temevano è arrivata dopo una lunga attesa ma un breve incontro con il procuratore Mino Raiola, giunto a Casa Milan con l’avvocato Rigo. Impossibile trovare un terreno di intesa, evidentemente soprattutto sulla clausola rescissoria che la società voleva almeno attorno ai 100 milioni. Mino Raiola è arrivato nella sede di via Aldo rossi giovedì poco prima delle 17 accompagnato anche dal fratello Vincenzo. L’incontro con l’a.d. rossonero Marco Fassone e il d.s. Massimiliano Mirabelli era molto atteso dopo che martedì sera si era sfiorata la rottura dei rapporti ma è sfociato tutto in un nulla di fatto.

Il derby può attendere, pranzo estivo fra Milan e Inter 15 Giugno 16:19

Giovanni Gardini e Steven Zhang, i vertici nerazzurri, a pranzo in un noto ristorante del centro di Milano dove, è arrivato anche l’amministratore delegato del Milan Marco Fassone. Un pranzo che pertanto potrebbe avere qualche risvolto importante per entrambi i club, anche in chiave mercato. Il Milan, dopo aver ufficializzato l’acquisto di Andrè Silva, sta provando a convincere l’Atalanta per Andrea Conti, obiettivo anche del club nerazzurro. Intanto Walter Sabatini e Piero Ausilio sono in giro per Milano, presumibilmente, per incontri di mercato. Pranzo a colpi di mercato, dunque, per le due società meneghine?

Dalla Serie A alla Champions: Sky-Mediaset sempre contro 14 Giugno 12:42

La lunga battaglia sui diritti televisivi prosegue: quella inerente la Serie A per il triennio 2018-2021, ha visto protagonista la sola Sky (insieme a Perform per i diritti internet), in merito all'assegnazione dei pacchetti messi a disposizione dalla Lega di Serie A. Mediaset, infatti, ha deciso di rinunciare all'asta e alla presentazione di offerte, rilasciando un durissimo comunicato stampa, ritenendo che questa modalità sia in contrasto con quanto deciso dalla Legge Melandri. L'azienda del "Biscione" ha definito sfavorevole l'asta ed anti-concorrenziale, perché avrebbe favorito altri operatori televisivi, esattamente Sky. In seguito all'apertura delle buste, il bando è stato annullato per mancanza di offerte congrue e non sufficienti per raggiungere il minimo d'asta. Oggi, invece, la UEFA ha deciso circa la valutazione delle offerte pervenute per la trasmissione dei diritti televisivi della Champions League 2018-2021, con la conseguente assegnazione al broadcaster che ha offerto maggiori garanzie economiche. Le proposte inviate, da quanto emerge dalle indiscrezioni dei giorni scorsi, riguardavano Sky, Mediaset (detentrice della massima competizione europea per il precedente triennio), e un altro soggetto non ancora individuato: l'offerta considerata migliore è stata quella di Sky (vicina ai 210 milioni di euro a stagione), che ha battuto la concorrenza di #mediaset premium (fonti dicono ci sia stata una proposta di circa 200 milioni di euro a stagione), e del misterioso operatore non ancora verificato. Ciò significa che la prossima stagione della Champions League (ovvero la 2017-2018) sarà ancora trasmessa in esclusiva sulle reti Mediaset (in chiaro una partita ed in esclusiva pay tutte le altre), mentre dall'anno successivo, ovvero dal 2018-2019 e per i successivi due, i diritti Tv saranno gestiti da Sky.

Entra in scena Monchi: Hector Moreno alla Roma 13 Giugno 15:47

Nel giorno in cui a Trigoria si attende l'arrivo del nuovo allenatore, Eusebio Di Francesco, la Roma piazza il primo colpo del mercato estivo acquistando dal Psv Eindhoven il difensore Hector Moreno. Il capitano della nazionale messicana ha firmato un contratto che lo legherà al club giallorosso fino al 30 giugno 2021. "Sono molto felice di arrivare - le parole del giocatore classe '88 riportate al sito della Roma -. Per la mia carriera rappresenta un importante passo in avanti. Spero con le mie qualità individuali di contribuire al successo collettivo". "Hector Moreno era un mio obiettivo da tempo e fortunatamente si sono create le circostanze perché potesse arrivare alla Roma - ha quindi dichiarato il ds Monchi -. Si tratta di un difensore centrale con molta esperienza internazionale e che risponde perfettamente al profilo che stavamo cercando".

Prossima Serie A: ci saranno 4 derby in più 12 Giugno 14:39

Ai derby di Genova, Torino, Milano e Roma, che hanno già caratterizzato la scorsa massima serie, si aggiunge a pieno titolo la stracittadina Chievo Verona-Hellas Verona, con la promozione degli scaligeri in A. La promozione della Spal arricchisce poi il panorama dei derby regionali per quanto riguarda l’Emilia Romagna, che conta nella prossima Serie A ben tre squadre: i neo promossi appunto, Bologna e Sassuolo. E con il Benevento, era da 30 anni che non si registrava un derby campano in Serie A, torna anche la sfida regionale con il Napoli. Le due squadre non si erano mai incontrate in Serie A.

Anche il Benevento nella nuova Serie A 2017-2018 9 Giugno 11:13

Festa grande nel Sannio in festa per il Benevento approdato per la prima volta in Serie A. Una 'favola' che parte da lontano, dal 1929, dalla Terza divisione campana. Negli anni Trenta e Quaranta la Serie C, poi il "purgatorio" della Serie D fino ai primi anni Settanta, la Serie C2 negli anni Novanta e, fra alti e bassi, fino al 2008. La svolta nella stagione 2015-16: la promozione in Serie B e ieri sera quella in A. In quanti avrebbero scommesso nel doppio salto di categoria nel volgere di poco più di dodici mesi? Storie come queste rappresentano il bello del calcio. C'è spazio anche per piccole realtà del Sud, come Benevento e Crotone, con poco più di 60 mila abitanti, che nella prossima stagione, 2017-18 potranno confrontarsi con Juventus, Milan, Inter, che vantano tifosi in tutta Italia e non solo, e altre grandi come Roma, Napoli, Fiorentina, Lazio e Torino. Dalle parti di Benevento dovranno arrivare anche Atalanta, Bologna, Genoa, Cagliari, Chievo, Hellas Verona, Sampdoria, Sassuolo, Spal e Udinese.

Milan, dopo Musacchio e Kessie anche R.Rodriguez 7 Giugno 11:47

Il 7 Giugno è giorno di visite mediche in corso per Ricardo Rodriguez, il terzino svizzero in procinto di trasferirsi dal Wolfsburg al Milan. Sbarcato ieri in Italia, stamattina poco prima delle 8 il calciatore si è presentato alla clinica La Madonnina di Milano per iniziare la prima serie di controlli, a cui seguiranno i test atletici a Milanello. Se non ci saranno intoppi, Rodriguez firmerà il contratto con il Milan, diventando il terzo acquisto della nuova proprietà cinese, dopo Mateo Musacchio e Franck Kessie.

Storico: in 40 anni di Mondiale Under 20, Italia mai in Semifinale...5 Giugno 16:27

"I ragazzi hanno vinto una partita che sembrava persa, compiendo una vera e propria impresa. Hanno ripreso a giocare nonostante l'uomo in meno, e sono stati bravi a creare tante occasioni". Il ct dell'Italia under 20 'Chicco' Evani ha sottolineato i meriti dei suoi azzurri che hanno battuto 3-2 lo Zambia nei quarti di finale dei Mondiali pur giocando in 10 dal 41', a causa del sistema di aiuto tecnologico Var. L'arbitro Zambrano, che aveva assegnato un rigore per lo Zambia a seguito di un intervento di Pezzella su Chilufya nei pressi del limite dell'area di rigore azzurra, dopo aver fatto ricorso alla Var, opta per il calcio di punizione e per il cartellino rosso nei confronti dell'azzurro. "Abbiamo cominciato male - ha detto Evani - poi abbiamo subito l'espulsione e ho temuto il peggio. La squadra però ha reagito, ha messo grande carattere e abbiamo recuperato per due volte lo svantaggio. I ragazzi sono stati formidabili". Giovedì in semifinale l'Italia affronterà l'Inghilterra, che oggi ha battuto 1-0 il Messico.

La lezione di Cardiff

analisi Facebook di Roberto Beccantini 4 Giugno 14:02

Si chiama lezione. Tutto il resto, bar sport. Compreso il mio borsino, casto come i rosari di certe perpetue (Real 51, Juventus 49). C’è stata partita per un tempo, quando Juventus e Real si sono mescolati sul ring, pugili che cercavano di fiutare il senso del combattimento, che spesso, quando si tratta di una finale, combacia con il respiro della storia.

Il Real, dodici Champions su quindici finali. La Juventus, due su nove. Il senso era e rimane questo. Molto semplice, molto netto. Mi affrancai subito da coloro che scrissero che, in questa Juventus, Cristiano Ronaldo avrebbe fatto la riserva a Higuain e Dybala. Morale: doppietta di Cristiano, e fumo - tanto, tanto fumo - dai camini del Pipita e di Omarino (e pure di Dani Alves).

Niente triplete: è il meno. Restano il sesto scudetto consecutivo e la Coppa Italia. Non male. Rimane però, anche e soprattutto, la resa di Cardiff. E’ incredibile come il muro juventino, capace di disarmare Messi, Neymar e Suarez, sia crollato, letteralmente crollato, davanti a Cristiano Ronaldo e c. Di fronte ai quali, sia ben chiaro, si può perdere, e tanti hanno perso, ma non così (almeno, se sei una grande squadra).

Allegri si è giocato le sue carte, alla sua maniera, Zidane le sue. Ha vinto Zizou, un allenatore che spesso abbiamo trattato come un unto del Signore. Invece era, è, un signor allenatore.

Rimane la cesura tra primo e secondo tempo. Spiegabile solo, o soprattutto, con la crescita di una squadra intera rispetto all’altra, non di questo o quel leader, di questo o quel gregario. Capisco la delusione di un popolo, che è anche il mio, ma c’è poco da dire e, risultato alla mano, molto da fare. Il Real si era mimetizzato, la Juventus cercava di nascondere le sue paure. Che sono esplose e hanno polverizzato le risorse. Dovrà ricominciare da qui. Non è una novità. E’ la realtà.

Mino Raiola su Donnarumma: o firma o va via 1 Giugno 08:45

Mino Raiola prende tempo sul futuro di Donnarumma. L'agente del portiere del Milan ha dichiarato in un'intervista al Corriere dello Sport: "Gigio è il Maradona dei portieri. Può solo crescere e bisogna lasciarlo crescere in pace. Non è uno schiavo e nemmeno un robot. Ci sono 11 top club che si interessano a lui. Manchester United, Manchester City, Barcellona, Real Madrid, Atletico Madrid, Bayern Monaco, Juventus, Napoli, Liverpool, Paris Saint-Germain ed Everton? Il concetto è chiaro. Quando c’è una questione da risolvere, in Olanda si dice: parliamo dell’elefante bianco in camera. Parliamone. Il contratto di Donnarumma scadrà il 30 giugno 2018. Io non ho mai detto a Fassone e a Mirabelli: o firmiamo adesso o non firmiamo più. Se fossimo voluto andare altrove, l’avremmo già fatto, non trovi? Capisco lo stress milanista e le aspettative dei tifosi: Gigio è già un simbolo del club e, per la nuova proprietà, sarebbe l’ideale chiudere la trattativa del rinnovo oggi. Anzi, ieri. Ma Fassone e Mirabelli si sono insediati poco più di un mese fa. Lasciamoli lavorare in pace. Io mi assumo tutte le responsabilità sulla scelta definitiva che faremo. Mi chiedi: c’è possibilità che Donnarumma firmi ancora per il Milan? La risposta è sì. Mi domandi: c’è possibilità che Donnarumma lasci il Milan? La risposta è sì".

Roma: da Spalletti a Di Francesco, è ufficiale 30 Maggio 11:32

Luciano Spalletti lascia la Roma. L'ufficialità del divorzio tra tecnico e società giallorossa è arrivata in mattinata con una nota pubblicata sul sito del Club in cui si annuncia "la fine del rapporto di lavoro". "La società è attualmente impegnata nella nomina del nuovo tecnico" prosegue la nota. Il candidato numero uno come successore di Spalletti è l'attuale tecnico del Sassuolo, Eusebio Di Francesco.

Finale Champions: Berlusconi, forza Juventus 30 Maggio 11:26

"Io per antica educazione voluta da mio padre ho sempre tifato Inter quando era impegnata con altre squadre o in match internazionali. E la stessa cosa farò, sapendo di suscitare dispiacere a qualcuno, con la Juventus che incontrerà il Real Madrid. Forza Juventus". Così si è espresso Silvio Berlusconi prima di ricevere il premio Rosa Camuna insieme a Massimo Moratti da parte del presidente della Lombardia, Roberto Maroni.

Salvezza Crotone: città in festa tutta la notte 29 Maggio 11:52

Sono proseguiti fino all'alba a Crotone i festeggiamenti dei tifosi per la conquista della permanenza in Serie A. Caroselli di auto erano iniziati subito dopo la vittoria contro la Lazio. Il concomitante successo del Palermo sull'Empoli ha permesso ai rossoblù calabresi di superare in classifica i toscani e guadagnare la permanenza nella massima serie. Un obiettivo insperato solo a gennaio quando il Crotone aveva ben 11 punti di svantaggio rispetto alla quart'ultima. Dal 2 aprile, con la vittoria esterna contro il Chievo (0-2) in meno di un mese, i rossoblù hanno costruito un successo che, per tutta la notte, è stato omaggiato dai tifosi per le strade di Crotone. A notte fonda il pullman della squadra ha attraversato le strade cittadine ed è stato bloccato dai tifosi. Alcuni calciatori, tra cui il capitano Alex Cordaz e il centravanti Simy sono saliti sul tetto del bus per festeggiare insieme alle migliaia di tifosi che affollavano la piazza.

Caso Donnarumma: Raiola adesso che fai? 27 Maggio 09:40

Il caso Donnarumma. La situazione è tesa da mesi. Il Milan potrebbe decidere di tenere Gigio in panchina (o in tribuna) nella prossima stagione nel caso in cui rifiutasse le proposte per il rinnovo. La trattativa è cominciata nelle ultime settimane: Raiola ha detto di volere aspettare, per capire se il Milan riuscirà a costruire una squadra di alto livello. La nuova proprietà cinese, ovviamente, non vuole perdere il suo giocatore più rappresentativo: il club rossonero è pronto a firmare un accordo intorno ai 3.5 milioni a stagione, giudicati la cifra corretta per un portiere giovane. Raiola, però, non ci sta. La possibilità che il Milan tenga Donnarumma in tribuna mette un po’ di pressione al giocatore e al suo agente, ma la questione è apertissima. In via Aldo Rossi, comunque, c’è ottimismo.

Roma, Totti: "Non potrò più indossare la maglia"...25 Maggio 16:12

Francesco Totti e quel suo Amore infinito per la sua Roma: sono piene di emozione le parole che il numero 10 giallorosso ha appena condiviso sulla sua pagina ufficiale di Facebook, parole che suonano come un'addio alla sua Roma, ma anche un arrivederci al Calcio, quello giocato. In questi ultimi giorni, infatti, molto si è scritto sul futuro del capitano della Roma: Monchi, appena arrivato in società, lo vuole a tutti i costi al suo fianco come dirigente, ma Totti - 40 anni appena compiuti con un mega party nel cuore della sua città - sembra intenzionato a continuare, perché per lui il calcio è la sua vita. Francesco Totti su Facebook: un messaggio criptico ai suoi tifosi, ovvero "Roma-Genoa, domenica 28 maggio 2017, l’ultima volta in cui potrò indossare la maglia della Roma".

Verona-Pippo Inzaghi: ma con Cassano e Pazzini? 24 Maggio 17:35

C'è ancora aria di festa in casa Verona dopo la promozione in Serie A conquistata la scorsa settimana. Pazzini e compagni non hanno deluso le aspettative e, dopo solo un anno di serie B, hanno riportato i gialloblu in serie A. Alla guida del gruppo l'allenatore Fabio Pecchia, finito in alcune occasioni sulla graticola ma sempre confermato dal presidente Setti e dal direttore Fusco che ha parlato del futuro anche quest'oggi in conferenza stampa ("E' l'allenatore giusto e la sua mano si vede"). Allo stato attuale, infatti, non c'è stato alcun tipo di approccio da parte del Verona per Filippo Inzaghi, nonostante il suo lavoro alla guida del Venezia (promozione diretta dalla Lega Pro alla serie B) sia stato molto apprezzato. Al momento, non è in programma un cambio in panchina, vedremo se nelle prossime settimane le cose cambieranno. Anche perchè fra Superpippo e Pazzini al Milan qualche problemino c'è stato, e se poi dovesse arrivare anche Cassano...

L'estate del Milan fra Cina ed Europa League 23 Maggio 11:36

Il Milan inizierà la stagione con largo anticipo rispetto ad altre squadre di Serie A. Per questo motivo, la società rinuncerà alla tournée estiva in Asia. Stando a quanto riportato nel calendario delle amichevoli, ci attenderà solamente la sfida contro il Borussia Dortmund, fissata per il 18 luglio, mentre quelle successive sono state annullate. Questo perché servirà una preparazione mirata al superamento dei preliminari di #Europa League. La UEFA ha già annunciato le date. Il sorteggio del primo e secondo turno avrà luogo il 19 giugno, con i primi incontri attesi già dopo pochi giorni. Le partite del primo turno saranno tra il 29 giugno (andata) e il 6 luglio (ritorno), dopodiché ci attenderà il secondo turno tra il 13 luglio (andata) e il 20 luglio (ritorno). Nel mezzo si conoscerà l’avversario dei rossoneri. Infatti il 14 luglio avremo il sorteggio del terzo turno. La squadra di Vincenzo Montella, che salvo clamorose sorprese non dovrebbe veder cambiare allenatore in panchina, sarà considerata testa di serie in virtù del coefficiente, attualmente di 47,666 punti. L’andata sarà disputata il 27 luglio, mentre il return match verrà giocato il 3 agosto. Poi in caso di passaggio del turno, ecco un’altra doppia sfida prima di approdare alla fase a gironi. Il 4 agosto si svolgerà il sorteggio dei play-off, che vedranno scendere in campo il Milan a cavallo dell’esordio del campionato di Serie A: 17 agosto (andata) e 14 agosto (ritorno). L’edizione passata non ebbe problemi il Sassuolo a superare nell’ordine Lucerna e Stella Rossa di Belgrado. Visto il blasone dei Milan non dovrebbero aver problemi neppure i rossoneri, ma non bisognerà sottovalutare nessuno.

6 Scudetti, la storia è della Juventus

analisi Facebook di Roberto Beccantini 22 Maggio 07:09

Il sesto scudetto consecutivo, 33° in assoluto, isola la Juventus in cima alla storia. E’ arrivato alla penultima, come il primo di Conte, quando le gerarchie erano ancora confuse e la zavorra di Calciopoli ancora invasiva (due settimi posti). Tre sono di Antonio, l’uomo della svolta, e tre di Massimiliano Allegri, l’uomo della continuità e delle due finali di Champions, mai dimenticarlo, mai trascurarlo. Mandzukic, Dybala e Alex Sandro hanno firmato il 3-0 al Crotone. Mercoledì era arrivata la terza Coppa Italia di fila. Il 3 giugno, a Cardiff, potrebbe aggiungersi l’Europa, sempre che si sappia andare oltre il Real. Non sarà facile, ma sarà bello provarci.

E’ lo scudetto della società, naturalmente: di Agnelli, Marotta, Paratici e Nedved, abili nel ritoccare la rosa negli anni senza incrinare l’equilibrio dei reparti e la forza complessiva. In principio fu Pirlo, e il centrocampo. Poi Tevez. Poi Dybala. Oggi Higuain. Resta un filo conduttore chiaro, netto, decisivo: la solidità. Sei scudetti, e sempre la miglior fase difensiva. E solo in due casi, ai tempi di Tevez, anche il miglior attacco.

Certo, i fatturati contano, e spesso pesano, ma sarebbe banale nascondersi, esclusivamente, dietro alla loro differenza. Ogni titolo assomiglia a un piccolo romanzo: la Juventus vinse il primo scavalcando il Milan di Ibra, il secondo, il terzo e il quarto per distacco, il quinto in capo a una rimonta che l’archivio sembrava escludere, l’ultimo gestendo il tesoretto accumulato.

Complimenti a Roma e Napoli, avversari irriducibili. Conte è la pistola dello starter; Allegri, un incartatore che trasmette, nel gioco, le malizie, il fiuto e le pause che ne caratterizzarono la carriera di mezzala. Se mi chiedete un simbolo, scelgo Mandzukic. Tra Firenze e Lazio Allegri capì e cambiò. Modulo e spirito. Quel Mandzukic medianizzato sembrava una serratura: fu la chiave.

Punti in Serie A: il Napoli migliore di sempre 21 Maggio 09:52

Con il successo di sabato sera 20 Maggio contro la Fiorentina, il Napoli ha stabilito il suo nuovo primato di punti realizzati in un campionato di Serie A a venti squadre. Con i tre di stasera, infatti, il Napoli è arrivato a 83 punti, uno in più del record precedente, che era stato stabilito lo scorso anno dalla quadra di Sarri. I quattro gol contro la Fiorentina ingrossano anche lo score della squadra azzurra che sorpassa nuovamente la Roma e torna ad essere il miglior attacco del campionato con 90 gol, arrivando a quota 111 gol stagionali.

Spalletti: in tanti non riescono ad arrivare secondi...21 Maggio 09:58

"Si può dire che questa squadra a volte sbanda, ma fuori strada non finisce mai. Probabilmente avremmo potuto fare meglio, nell'arco della stagione, ma significa quasi vincerle tutte e non è facile: la Roma ha fatto il suo dovere, specialmente in campionato, e non ha da recriminarsi nulla". Luciano Spalletti si è goduto così il successo sul Chievo, che tiene la Roma al secondo posto, a un solo punto dalla Juve, che gioca però domani la sua gara-scudetto. "Solo chi è contro la Roma pensa che arrivare secondi sia fallimentare - ha aggiunto e il tecnico - volete che vi faccia l'elenco delle squadre che, in Europa, non arrivano nemmeno seconde? Il mio futuro? Non è vero che alcune mie dichiarazioni possano far pensare a una permanenza a Roma e altre a un addio: bisogna solo collocarle nei tempi in cui sono state pronunciate".

Genoa-Torino: granata in cerca di vendette 18 Maggio 16:15

Il Genoa continua a lavorare al Signorini di Pegli in vista del match salvezza contro il Torino, in programma questa domenica al Luigi Ferraris. Una sfida definita come 'la partita della vita', dato che il risultato finale potrebbe dire davvero tanto sul futuro del grifone. E c'è chi, come Urbano Cairo, patron dei granata, cerca vendetta nei confronti dei rossoblu per quella retrocessione del 2009 decisa da un Genoa in corsa per la Champions League. Sono trascorsi tanti anni, di acqua sotto i ponti ne è passata ma il destino questa volta ha invertito i ruoli. Così i granata sono in cerca di vendetta e il patron Cairo non ne fa mistero: "Ricordo molto bene quella partita in cui il Genoa ci mandò in B, ma a parte questo noi dobbiamo pensare a disputare una vera gara da Toro". Sinisa Mihajlovic è stato caricato a dovere dal suo presidente, che vuole chiudere in maniera onorevole la stagione. "Contro il Napoli mi sembrava che fossimo in vacanza - ha detto Cairo - voglio una squadra concentrata e focalizzata sulla partita contro il Genoa". Sotto la lanterna, intanto, spunta il comunicato della Gradinata Nord che invita tutti i tifosi a colorare il Ferraris di rossoblu contro il Torino. Il popolo genoano non cerca alibi, le responsabilità di un'eventuale sconfitta non saranno di ricondurre agli avversari. "Sputate sangue in campo e vincete questa partita. La Nord vi spingerà" si legge nella nota.

Dopo il primo passo, il Triplete Juve è possibile 18 Maggio 11:32

Adesso che la Juventus ha vinto per la 12' volta la Coppa Italia, terza di seguito (un record), battendo 2-0 la Lazio nella finale giocata all'Olimpico di Roma, l'opzione Triplete è realmente cliccabile. Juventus a due partite dal Triplete. La finale di Coppa Italia si è decisa nel primo tempo: dopo un palo di Keita al 6', la Juve è andata in vantaggio al 12' con Dani Alves che insacca al volo di piatto destro dopo un lancio dalla sinistra di Alex Sandro. Al 18' Dybala va al tiro, Strakosha respinge e poi dice di no alla successiva conclusione di Higuain. Il raddoppio bianconero arriva al 25': corner dalla sinistra di Dybala, Alex Sandro prolunga di testa, facile il tocco ravvicinato di Bonucci. La Lazio si fa vedere al 32' con un colpo di testa di Immobile. Al 53' il neoentrato Felipe Anderson impegna Neto che mette in calcio d'angolo. Higuain va vicino al 3-0 al 71', salva Biglia. La Lazio si rende pericolosa con Immobile e nel finale Strakosha salva ancora su Higuain.

Mercato Inter, Marquinhos supera Rudiger? 17 Maggio 11:19

In attesa di scegliere il nuovo allenatore l’Inter è attivissima sul mercato. Il ds Piero Ausilio, infatti, dopo aver incontrato il procuratore del tedesco Rudiger a Milano, sarebbe stato a segnalato a Parigi dove c’è il primo obiettivo per la difesa nerazzurra quel Marquinhos che viene considerato il miglior centrale possibile per la squadra di domani. Non ha ancora rinnovato il suo contratto. I francesi accetteranno di trattare la sua cessione è la domanda che ci si pone in queste ore nell'ambiente nerazzurro.

Lotta salvezza: l'Empoli non parla più 16 Maggio 12:45

Silenzio stampa e allenamenti a porte chiuse in vista della gara contro l'Atalanta, match forse decisivo per raggiungere la matematica salvezza. Questa la decisione presa dall'Empoli con l'obiettivo di portare la squadra alla massima concentrazione ai in vista della sfida casalinga in programma domenica alle 15. Da oggi, giorno della ripresa della preparazione, peraltro anticipata, fino a domenica i tesserati non rilasceranno dichiarazioni e non parteciperanno ad eventi. Inoltre tutti gli allenamenti saranno a porte chiuse fino sabato.

Da Adani al delirio: tutta la gioia di Daniele De Rossi 15 Maggio 08:38

Dopo una settimana trascorsa con Daniele Adani per lo speciale su Sky, De Rossi si è goduto il 3-1 alla Juventus segnando anche un gol: "Questa è una vittoria importantissima, specialmente perché siamo riusciti a tenere sotto il Napoli. È stata una partita difficile, ma dopo lo svantaggio iniziale siamo riusciti a reagire e l'abbiamo fatto nel migliore dei modi contro una grande squadra. A questo punto vincere le prossime due diventa fondamentale'': così Daniele de Rossi ha commentato la vittoria della Roma contro la Juventus. ''Abbiamo sentito il sostegno dei tifosi - ha aggiunto - mi piacerebbe fosse così in tutte le partite, non solo contro la Juventus. Il mio futuro? Quello che conta oggi è il risultato che c'è sul tabellone''.

Niente Roma-Juve: affaticamento per Marchisio 12 Maggio 17:20

Un affaticamento muscolare alla coscia sinistra ha impedito al bianconero Claudio Marchisio di allenarsi. Lo ha reso noto la Juventus sul proprio Sito internet. Le condizioni del centrocampista, "verranno valutate tra domani e domenica in vista di un eventuale impiego nella finale di Coppa Italia di mercoledì". La sua indisponibilità per la partita con la Roma si aggiunge a quella di Khedira, che avrebbe dovuto sostituire.

Lo juventino Zidane in Finale contro la Juventus 11 Maggio 11:36

La finale di Champions contro la Juve per Zinedine Zidane "sarà speciale". "Con quei colori - ha detto il tecnico del Real dopo aver eliminato l'Atletico Madrid nel secondo derby di Champions - sono diventato calciatore e uomo, lì ho passato 5 anni ed è stato speciale. Posso dire di essere ancora juventino nel cuore. Sarà una bella finale, abbiamo fatto stessa strada, loro sono fortissimi, ma noi abbiamo meritato di stare lì. Adesso ci prepareremo a questa finale ma prima pensiamo alla Liga", ha aggiunto Zidane che non vede favorita la sua squadra: "Contro questa Juve non c'è un favorito, per fare gol a loro sarà difficile, so comunque che sarà una grande finale". Di cui dà l'intero merito ai suoi: "Ho una grande squadra, con giocatori che sono tutti bravi, il merito è tutto loro e siamo contenti di questa seconda finale".

Inter, Stefano Pioli proprio non se l'aspettava 10 Maggio 15:38

Bruno Satin è l’agente che cura il lavoro di Stefano Pioli e ha rilasciato un’intervista nella quale ha commentato l’esonero del mister: “Non c’è molto da dire, non avrebbe mai pensato all’esonero. E’ stata una sorpresa. Era motivato a portare avanti fino in fondo il suo lavoro con l’Inter e a parte i risultati dell’ultimo periodo era riuscito a fare bene e questo è evidente. Non si aspettava questo esonero, ripeto. Il mister vuole ripartire ma è presto per sbilanciarsi, è molto dispiaciuto per come è andata, ma presto ci vedremo per fare il punto, magari già nella prossima settimana“.

Milan, Berlusconi punge ma Montella lo rispetta 9 Maggio 05:41

"Nutro grande rispetto per Berlusconi. Per me rimane sempre il presidente, anche se non è più il proprietario del club proprio per quanto ha fatto nel calcio e nel Milan. Il suo pensiero lo conosco perfettamente ed è quello che aveva quando eravamo secondi nella prima parte del campionato". Così si è espresso Vincenzo Montella, a margine della premiazione al Trofeo Dossena di Crema, rispondendo a Berlusconi che nel pomeriggio aveva auspicato un "cambio tattico" per centrare un posto in Europa. "Siamo in difficoltà rispetto all'inizio - ammette Montella - ma c'è sempre grande spirito e impegno da parte di tutti. La delusione c'è perché potevamo fare qualcosa in più nelle ultime partite. Dobbiamo concentrare le forze, che sono tante, verso il nostro target che è l'Europa. Ho voglia di rivalsa e dovrò essere bravo a trasmetterla ai giocatori".

Prima della sconfitta, i tifosi Milan omaggiano Totti 8 Maggio 12:49

Con un'ovazione il pubblico del Milan ha reso omaggio Francesco Totti, prima di quella che dovrebbe essere l'ultima partita a San Siro da calciatore per il capitano della Roma, se effettivamente si ritirerà a fine stagione. Annunciando prima di Milan-Roma il nome di Totti fra le riserve giallorosse, lo speaker si è fermato per una decina di secondi abbondanti, durante i quali tutto il pubblico dello stadio si è alzato in piedi applaudendo.

Benatia-Rai: la Juventus chiede spiegazioni 8 Maggio 12:46

La Juventus chiede alla Rai "una spiegazione convincente" per "l'increscioso insulto sentito in cuffia da Medhi Benatia in occasione della trasmissione Calcio Champagne". Lo scrive sul proprio Sito il club bianconero, che esprime "il proprio sconcerto" per l'incidente avvenuto dopo il derby. E "confida che le verifiche in atto da parte di Raisport proseguano senza indulgere in alibi che tendono a minimizzare quanto accaduto o a distorcere i fatti". "Marocchino di m..." è la frase sentita in cuffia, ma non andata in onda, dal giocatore, che ha immediatamente lasciato la postazione. "Alcune dichiarazioni informali e sui social network - sostiene il Club - tendono infatti ad addebitare tale 'interferenza' al servizio di produzione fornito da Juventus a Raisport presso lo Juventus Stadium. Tale circostanza è fattualmente incredibile e tecnicamente inverosimile, poiché la linea audio parte direttamente dalla sede Rai di Milano e arriva sugli auricolari. La produzione in loco, infatti, non interloquisce con l'ospite".

Milan, i progetti di Li Yonghong per il mercato 6 Maggio 17:52

Li Yonghong è pronto a investire nel Milan. Il nuovo proprietario del club rossonero, svela Carlo Festa per il Sole24Ore, ha un patrimonio di circa 500 milioni ed è pronto a metterne a disposizione del Milan 145. Eccoli così suddivisi: 55 milioni dal bond emesso dal Milan a Vienna. 60 milioni che saranno disponibili con il secondo aumento di capitale per il quale ha la delega del Cda. 30 milioni che potranno arrivare dalle cessioni di alcuni giocatori, per esempio Carlos Bacca. Mentre si attende il curriculum in vista dell’assemblea del 18 Maggio che darà il via libera all’aumento di capitale dei primi 60 milioni, i rumors riportano qualche indiscrezione sulla sua vita personale. Sarebbe nato da famiglia abbastanza umile a Maoming, una città della provincia cinese del Guangdong, e si sarebbe appunto fatto da solo.

Nuovi stadi in Italia: adesso davvero si può 4 Maggio 14:12

Quante volte si è parlato del fatto che gli stadi in Italia sono obsoleti e che le società calcistiche italiane dovrebbero provvedere a costruirne di nuovi anche per averne un ritorno economico importante da reinvestire poi sul mercato? Tantissime volte. Adesso dal mondo della politica arrivano importantissime novità per quanto riguarda la costruzione di nuovi impianti sportivi in Italia. All'interno della manovra finanziaria bis 2017 è infatti stata inserita una nuova legge sugli stadi. La nuova legge sugli stadi prevede all'articolo 62 al comma 1 che «Lo studio di fattibilità può ricomprendere anche la costruzione d’immobili con destinazioni diverse da quella sportiva». In parole povere significa che si potrà prevedere la costruzione di unità abitative insieme all'impianto sportivo e ciò comporterà un notevole ritorno economico per coloro che investiranno. La modifica ovviamente è stata accolta con pareri contrastanti. Secondo molti questa modifica favorirebbe la speculazione edilizia per la costruzione di impianti sportivi. Per altri invece si tratterebbe solo di un modo per facilitare le società che hanno intenzione di costruire un nuovo stadio, ma che finora sono state frenate soprattutto dalle lungaggini burocratiche. Tra le società che verrebbero favorite dalla nuova legge ci sono di sicuro la Roma che ha subito un rallentamento dell'iter nonostante l'accordo con il sindaco. Anche la Fiorentina che ha già presentato il progetto di una cittadella viola con stadio da 40.000 posti, ma anche Milan ed Inter che con le nuove proprietà cinesi hanno possibilità di grandi investimenti.

Inter, Oriali non significa in automatico anche Conte 2 Maggio 16:42

Il ritorno all'Inter di Gabriele Oriali prende sempre più forma. Dopo quasi sette anni e un addio al veleno per gli screzi con Branca, il noto dirigente nativo di Como potrebbe tornare in nerazzurro con il ruolo di direttore tecnico e di consulente di calciomercato per affiancare il Ds Ausilio. L'attuale team manager della Nazionale italiana, peraltro, avrebbe già incassato l'ok del presidente federale Tavecchio per interrompere la collaborazione dopo il doppio impegno dell'Italia del prossimo giugno. Con il gruppo Suning c'è già stato un contatto domenica scorsa in occasione del match contro il Napoli: il patron Zhang Jindong sembra deciso a riportarlo ad Appiano Gentile e la fumata bianca non pare distante. Spesso si fa anche l'accostamento tra Lele Oriali e Antonio Conte che tanto bene hanno fatto insieme in Nazionale. Un binomio che, tuttavia, non è così scontato, anzi. Se per il campione del mondo '82 l'Inter è molto più che un ipotesi, per l'attuale manager del Chelsea ad oggi non c'è niente di veramente concreto. Di certo l'ex juventino piace molto ai vertici di Suning e, proprio facendo leva sul buon rapporto con Oriali, verrà fatto un nuovo tentativo per portarlo a Milano quando il titolo di Premier League sarà assegnato.

Incredibile Milano: caduta libera Inter e Mancini-Milan 1 Maggio 11.24

Nelle ultime cinque partite, compresa quella persa comunque di misura a San Siro contro il Napoli,l'Inter ha conquistato un solo punto, saliamo a due se consideriamo le ultime sei. Non è solo crisi, è soprattutto caduta libera. Pioli non sembra più in grado di governare e indirizzare la situazione. Nel suo periodo d'oro, la squadra ha prodotto risultati, ma mai gioco e organizzazione. Stano balzando agli occhi tanti limiti nerazzurri. Intanto, sull'altro fronte cittadino si fa strada una nuova clamorosa ipotes, ovvro un clima strano fra il nuovo Milan e Montella che porterebbe addirittura all'arrivo di Mancini. Sembra al momento una cosa così fantasiosa da apparire incredibile in una Milanello reduce dal pareggio di Crotone, ma i monitor restano accesi.

Dalla Cina: Zhang ad Appiano prima di Inter-Napoli 30 Aprile 13:38

Zhang Jindong ha raggiuntoad Appiano Gentile per incontrare la squadra, oltre al direttore sportivo, Piero Ausilio, e al direttore generale, Giovanni Gardini. Tutti a rapporto dal proprietario del club in vista della partita di questa sera contro il Napoli a San Siro. Ci sarà anche un primo incontro con Stefano Pioli ma per confrontarsi e analizzare la situazione nerazzurra Zhang e l'allenatore si vedranno dopo la partita, come annunciato ieri dallo stesso tecnico in conferenza: "La presenza di Zhang è di grande stimolo, parleremo di tutti gli argomenti ma c'è una partita importante e ci sarà modo di farlo dopo la gara".

Atalanta-Juve 2-2: si chiama calcio, baby 29 Aprile 09:45

L'analisi Facebook di Roberto Beccantini

E' stata una partita che aiuta a crescere tutti, anche le grandi squadre. L'Atalanta ha spremuto per un tempo la magna Juventus trovando il gol con Conti, capace, lui tra i pochi, di reggere lo strascico fisico di Mandzukic.

Gasperini marcava a uomo, Masiello su Dybala, Spinazzola su Cuadrado, la qual cosa non gli impedisce di giocare un calcio moderno, un calcio che lo sta portando in Europa. Allegri ha aspettato i cadaveri sulla riva del fiume. Quanti errori, Chiellini e Khedira. e, più in generale, quante leggerezze la' dove ogni scarabocchio può diventare letale, come ha certificato la frittata del due pari, a monte della carambola Barzagli-Freuler. Higuain, poi, ne aveva sempre uno addosso (Caldara) se non due (Caldara, Toloi). Gomez era il falso nueve che sabotava le geometrie.

Tutt'altra musica, alla ripresa. La Juventus è stata fortunata nell'autogol di Spinazzola, sfortunata nella consecutio temporum del braccio di Toloi-fuorigioco di Mandzukic (rigore, perché antecedente), brava nell'impallinare l'ottimo Berisha con Dani Alves, avanzato al posto di Cuadrado dopo l'ingresso di Lichtsteiner al posto del colombiano. Splendido, il lancio di Pjanic: non altrettanto, la sua notte. E Dybala, meglio a gioco lungo, decisamente, anche se il rendimento esterno rimane clamorosamente sbilanciato (otto gol in casa, uno a Empoli). Sembrava che Allegri avesse azzeccato tutto pure stavolta. L'ingresso di Barzagli, viceversa, ha ridato fiato alle trombe atalantine, sulle quali Buffon si è speso fino all'ultimo pugno. Si può prendere gol in tanti modi, specialmente se hai di fronte il coraggio e la stoffa di una Dea, ma non come l'ha preso Madama, risultato in mano e palla al piede.

Eppure era la stessa diga che aveva resistito alla piena di Messi, Suarez e Neymar. E' il calcio, bellezze.

I derby li arbitra lui: Orsato, dopo Milano anche Roma 27 Aprile 16:27

Sarà Daniele Orsato l'arbitro di Roma-Lazio partita di cartello della quindicesima di ritorno del campionato di serie A, in programma domenica 30 aprile alle 12.30. Gianluca Rocchi dirigerà Inter-Napoli, posticipo sempre di domenica, alle 20.45. Marco Guida è stato designato per dirigere Atalanta-Juventus, anticipo di domani sera, alle 20.45. Davide Massa arbitrerà Torino-Sampdoria, anticipo di sabato sera alle 20.45, e Luca Banti Crotone-Milan.

Domani Atalanta-Juve: Max Allegri non molla 27 Aprile 16:25

"Le prossime due partite saranno cruciali per lo scudetto. I tre punti contro l'Atalanta sono importanti, per non dare la possibilità alla Roma di pensare che noi sbagliamo". Queste le frasi di Massimiliano Allegri, alla vigilia dell'anticipo di Bergamo. "Il campionato non è ancora finito, la Roma può arrivare a 90 punti, noi dobbiamo arrivare a 91 punti per avere la certezza aritmetica".

Serie A: tutte le novità di calendario 2017-18 26 Aprile 14:51

Prepariamoci ad assistere ad una vera e propria rivoluzione del nostro calcio a partire dalla stagione 2017-2018. La Serie A cambierà letteralmente volto da Settembre in poi: il calendario, infatti, verrà arricchito di frazioni orarie per le partite in modo da venire incontro alle richieste delle televisioni. Il campionato italiano di calcio, dunque, si prepara ad un cambiamento epocale già sperimentato in più di un'occasione in questa stagione e ogni singolo turno sarà spalmato, invece che tra sabato e domenica, in ben quattro giorni.. Per allinearsi un po' agli altri campionati europei, che hanno adottato questa formula già da molto tempo, e per assecondare i bisogni delle Tv, la Serie A 2017-2018 si prepara a fare una vera e propria rivoluzione dal punto di vista organizzativo, con orari e giornate di calcio del tutto nuovi per noi italiani. Ogni turno del campionato italiano di calcio, infatti, si aprirà già il venerdì, col primo anticipo che si giocherà in serata alle 20.45. Appuntamento, poi, il sabato alle ore 12.30, il pomeriggio alle ore 18.00 e la sera alle 20.45. La domenica prepariamoci ad assistere a tre sole partite alle ore 15.00, una alle 18.00 e una alle 20.45. Ma non finisce qui, perché anche il lunedì sera ci regalerà grande calcio in Serie A col posticipo che chiuderà il turno alle 20.45.

Coppa Italia: Juve-Lazio - Biglietti, decisa la politica di vendita 26 Aprile 14:55

La vendita è stata suddivisa in 3 fasi differenti. La prima fase è la prelazione agli abbonati delle due squadre in finale di Tim Cup ed è iniziata lo scorso 21 aprile. Si prosegue con la seconda fase, ovvero la prelazione riservata a quei tifosi aderenti alle varie iniziative di fidelizzazione (carta J1897 Membership oppure Priority Pass). L’avvio sarà il 27 aprile, con inizio il 29 aprile per Premium Membership e 3 maggio per Stadium Member. La terza fase è la vendita libera. Questa comincerà il 4 maggio, ma soltanto se dovessero esserci dei residui di biglietti dopo le fasi precedenti. Per quanto concerne il listino prezzi, abbiamo biglietti in Curva a 35 €, mentre per assistere al match dai Distinti è necessario sborsare 45 €.

Si sale a 120 € per un posto in Tribuna (ridotto 60 €). Per quanto riguarda gli invalidi con accompagnatore, la spesa è di 50 €, mentre per gli invalidi di guerra l’ingresso allo stadio è gratuito. Per procedere con l’acquisto dei biglietti basta collegarsi al sito internet Listicket.com oppure recarsi presso una delle ricevitorie Lis abilitate alla vendita. In alternativa, si può chiamare il call-center 892.101 di TicketOne. Come spesso accaduto per eventi calcistici di questo livello, ben presto assisteremo al sold-out, perciò gli interessati devono affrettarsi se non vogliono rischiare di dover vedere la partita Juventus-Lazio in televisione oppure dove comprare i tagliandi su canali di secondary ticketing a prezzi esorbitanti.

Monaco: la Juventus ha tutto da perdere 21 Aprile 15:05

Analisi Facebook di Roberto Beccantini

Se tre indizi fanno una prova, due scintille cosa fanno? E’ la domanda che la Juventus ha portato dentro il sorteggio di Champions: e, visto l’esito, meno male che non ci fosse più Platini presidente (anche se mi dispiace); immagino, in quel caso, i colpi di tosse, le battutine, le strizzatine d’occhio.

Real-Atletico, Monaco-Juventus. Tutti film già visti. La fortuna, se di fortuna si può parlare, non è tanto l’avversario che Allegri dovrà incartare, quanto il fatto che dal derby di Madrid toglierà il disturbo, comunque, un potenziale vincitore.

Juventus e Monaco si affrontarono nei quarti della Champions 2015, quella della finale di Berlino. Furono partite complicate: 1-0 allo Stadium, rigore di Vidal; 0-0 al Louis II. Ai francesi sono rimasti sullo stomaco gli arbitri. Più o meno come a Marotta dopo il Bayern di un anno fa.

Aver eliminato il Barcellona e lasciato a zero la triade più forte del mondo, Messi-Suarez-Neymar, giustifica la carezza del pronostico. Serviva la scossa: eccola. La Juventus è abituata a cominciare in casa, ma a Porto non è che le cose siano andate poi così male. Il Monaco segna moltissimo, incassa molto, ha sculacciato il City di Guardiola e il Borussia. Corre al ritmo di Bolt, lo allena Jardim, un portoghese che ama il calcio-champagne. C’è un po’ di Italia e di campionato italiano (De Sanctis, Raggi, Glick), e c’è molto altro: Mbappé, classe 1998, il cui stile ricorda il repertorio di Henry, un Radamel Falcao resuscitato dai suoi crociati e dalle sue bende, Bernardo Silva, Bakayoko, Sidibé, Mendy, Moutinho.

La Juventus è esperta, quadrata: ha tutto da perdere. Il Monaco è giovane, spensierato e talvolta scapestrato: non ha niente da perdere. L'equilibrio di Allegri (e non solo il muro) contro la roulette di Jardim. Juventus 55%, Monaco 45%. A voi.

Zapata e il gol nel derby di Milano: non so come l'ho presa...20 Aprile 16:37

Cristian Zapata è tornato a parlare del gol del 2-2 in Inter-Milan del sabato di Pasqua: "Non so come l'ho presa la palla, mi son buttato e ho visto che l'ha palla è entrata. Forse stinco poi piede, tutto. I derby e le grandi sfide sono le partite in cui lottiamo di più ed ero carico. Penso di aver concluso una partita bella in gran modo. No, sicuro non l'avevo mai sognato un gol del genere. Ogni giocatore però spera di vivere un giorno una cosa simile. Sono fortunato e sono felicissimo".

Palermo: stop per Zamparini, è davvero nuova era 19 Aprile 13:11

Adesso è ufficiale. Il Palermo non è più di Maurizio Zamparini ma del fondo YW&F Global Limited rappresentato da Paul Baccaglini. L'annuncio, firmato proprio dal neo presidente, nel comunicato pubblicato dal club rosanero sul proprio Sito: "Rispettando le tempistiche poste durante la presentazione del nuovo progetto Palermo, comunico che la Società che acquisirà il 100% delle azioni del Palermo sarà YW&F Global Limited. La struttura creata si adeguerà alle normative federali vigenti relative ai passaggi di proprietà onde permettere l'esecuzione del contratto a fine mese".

Milan, Montella rimane ma in molti possono partire 19 Aprile 13:08

Vincenzo Montella resterà sicuramente sulla panchina del Milan nella prossima stagione. La società ha deciso di confermarlo fin dal proprio avvento e l'incontro di ieri in sede con Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli ha ulteriormente convinto le parti a proseguire insieme. Il progetto della nuova proprietà rossonera sembra convincere l'allenatore campano, pronto a rimanere per proseguire nel buon lavoro intrapreso in questa annata. Il prossimo calciomercato Milan estivo sarà sicuramente caratterizzato anche dalla cessione di quegli elementi che non rientrano nel progetto tecnico-tattico di Montella. In difesa, per esempio, giocatori come Gustavo Gomez e Luca Antonelli sembrano destinati a salutare. A centrocampo sicuro partente Andrea Poli, scarsamente considerato dal tecnico del Milan. Alcune società di media classifica della Serie A sembrano interessate. Pure Andrea Bertolacci rischia, visto che dopo i 20 milioni spesi nell'estate 2015 non ha ancora dimostrato di valere quell'investimento. Addio certo per Keisuke Honda, dopo una stagione anonima e con un contratto in scadenza a giugno 2017. Possibile approdo nella MLS per il giapponese ex CSKA Mosca. E dovrebbe salutare pure Carlos Bacca. In bilico Gianluca Lapadula.

Higuain carica la squadra verso il Camp Nou 18 Aprile 16:59

La Juventus è pronta alla battaglia del 'Camp Nou': i bianconeri sono partiti per la Spagna dove domani sera proveranno a difendere i tre gol di vantaggio contro il Barcellona. Prima di decollare, destinazione semifinali Champions, Higuain ha pubblicato una foto su 'Instagram' che lo ritrae insieme a Dybala e Dani Alves: "Preparando la battaglia con i miei fratelli Dani Alves e Paulo Dybala. Pronti per domani", il messaggio del 'Pipita'.

Ufficiale la presenza di Dybala a Barcellona 18 Aprile 12:33

Ormai è ufficiale, nella gara di ritorno valevole per i quarti di finale di Champions League, Paulo Dybala farà parte della partita. È lo stesso giocatore ad annunciarlo in un' intervista concessa alla tv argentina TyC Sport: "Per fortuna ieri e oggi mi sono allenato con la squadra, anche se Allegri mi ha risparmiato l'ultima parte: credo che il peggio sia passato, e molto probabilmente mercoledì ci sarò al cento per cento". Queste le parole con cui La Joya rassicura i propri tifosi, che erano rimasti con il fiato sospeso dal momento dell'uscita dal campo nella partita di Sabato contro il Pescara.

Un derby equo a Milano, il turnover Juve a Pescara 16 Aprile 00:20

Analisi Facebook di Roberto Beccantini

Ho seguito il primo derby made in China, molto divertente e tutto sommato equo, al di là delle lanterne rosse(nere) agli sgoccioli degli sgoccioli. E poi mi sono dedicato al sole di Pescara e alle carezze di Muntari a Omarino Dybala, uscito con la caviglia destra leggermente distorta. Per carità: scagli la prima tibia chi. Però. Di Bello, non proprio l’arbitro: al massimo, le bollicine di Cuadrado. I gol di Higuain appartengono, da anni, al repertorio del serial killer. La partita era una di quelle tappe che la memoria (di e attorno a Zeman) rendeva suggestiva e infìda. Di pomeriggio, poi: e, per giunta, tra il Barcellona e Barcellona. Alla Juventus, in questo preciso scorcio della stagione, non si poteva chiedere nulla più di quello che ha fatto, di quello che ha dato. Nel Pescara, decimato, si coglievano qua e là le orme del Maestro, orme che la modestia della rosa faticava a seguire. Se mai, era il tasso «alcolico» di alcuni tackles a incuriosirmi.

Allegri, lui, ha dovuto gestire un Pjanic nervoso, un Mandzukic sempre più mediano, un Neto chissà come (dopo Napoli). Logico il turnover, ma prezioso anche il messaggio, con il movimento cinque stelle al gran completo meno Khedira, avvicendato da un dignitoso Marchisio.

Non ho visto, in compenso, Roma-Atalanta 1-1. Mi hanno riferito di un tempo buttato dalla Roma e di molta iella nella ripresa (palo di De Rossi, traversa di Dzeko). Gasperini, la cui conferenza disertata per la presenza di un giornalista non gradito sta facendo il giro dei maincomi, era privo di Gomez e Spinazzola. A Kurtic ha replicato Dzeko. Voce dal fondo: gli attacchi contano, le difese pesano.

Derby Inter, Gagliardini ok, Icardi zoppica 13 Aprile 11:50

L'Inter ha recuperato Gagliardini, però, in casa nerazzurra un altro giocatore desta qualche preoccupazione e non si tratta di un giocatore qualunque ma del capitano e capocannoniere della squadra Mauro Icardi. L'attaccante argentino sta vivendo infatti un periodo di appannamento, contro il Crotone è sembrato un fantasma completamente estraneo alla manovra nerazzurra e in più in trasferta fa maledettamente fatica a buttarla dentro. A questo si aggiunge un piccolo infortunio subito contro il Crotone quando in un contrasto di gioco ha riportato una contusione alla coscia che per qualche minuto ha fatto pensare anche che servisse la sostituzione. Al momento questo problema non sembra mettere in dubbio la presenza di Icardi anche se la botta ancora gli da qualche fastidio e questo non gli permette di allenarsi al meglio in vista di sabato.

La storica giornata cinese del nuovo Milan 13 Aprile 11:44

Milan, giornata storica oggi, infatti oggi il Milan ha cambiato proprietario, passando dalle mani di Silvio Berlusconi a quelle di Yonghong Li. Ormai è davvero tutto iniziato, con il nuovo proprietario che è già a Milano da ieri ed ha incontrato insieme ad Han Li il nuovo amministratore delegato Marco Fassone. Appuntamento fissato stamattina alle nove presso lo studio legale Origoni tra Fininvest e il gruppo cinese che sta per acquistare il Milan. Stando alle ultime indiscrezioni nella giornata di domani ci sarà la presentazione ufficiale alla squadra rossonera, in vista del derby con l'Inter di sabato. Dopo numerosi rinvii del closing, tutto è stato firmato. Closing news , Berlusconi 'abdica', il Milan adesso parla cinese.

Serie A 2017-18, la 1' giornata il 20 Agosto, non il 13 12 Aprile 12:15

La prossima Serie A, nonostante le esigenze della Nazionale, potrebbe iniziare il 20 agosto. Con ogni probabilità l'assemblea di domani (che dovrebbe risolversi con un nulla di fatto sullo statuto e sulle nomine) delibererà le date della prossima stagione. Nonostante la richiesta della Federcalcio di anticipare l'inizio del torneo al 13 agosto per agevolare l'Italia nella gara di settembre con la Spagna (decisiva per le qualificazioni al Mondiale 2018), moltre squadre di Serie A non sembrano disposte a giocare prima di Ferragosto. Il torneo 2017-18 dovrebbe quindi cominciare il 20 agosto. Per quanto concerne le feste di Natale, sono tre le ipotesi in campo: giocare il 27 dicembre, aprire una finestra anche il 30 con una sosta più lunga a gennaio, oppure confermare l’impostazione degli anni passati.

Gagliardini smentisce l'Ausilio post-Crotone 11 Aprile 14:38

"Non sono d'accordo con certe parole, però capisco che siano arrivate a caldo". Il centrocampista dell'Inter Roberto Gagliardini commenta così le dichiarazioni del direttore sportivo Piero Ausilio che, dopo la sconfitta di Crotone, aveva definito la prestazione dei nerazzurri "indegna della Serie A". "Dobbiamo capire - ha aggiunto Gagliardini in conferenza stampa ad Appiano Gentile - perché lo ha detto, magari c'è anche un velo di verità. Dobbiamo lavorare il più possibile per fare meglio". Gagliardini riconosce che, a Crotone, la squadra ha assunto un atteggiamento sbagliato ma la rabbia e la delusione possono trasformarsi in grinta e forza per vincere il derby di sabato.

La Fiorentina al fianco di Giuseppe Rossi 10 Aprile 17:11

"Forza Pepito siamo tutti con te". Questo il messaggio che via Facebook la Fiorentina ha inviato a Giuseppe Rossi dopo l'ennesimo grave infortunio subito in carriera, la rottura del crociato del ginocchio sinistro. L'attaccante attualmente in prestito al Celta Vigo è ancora sotto contratto con il Club viola fino al prossimo Giugno. Intanto il giocatore attraverso i propri profili social ha ringraziato per i continui attestati di affetto annunciando di essere pronto a vincere anche questa nuova battaglia.

A questo punto il Crotone ci crede davvero 10 Aprile 11:33

A dare una mano al Crotone in una gara proibitiva come quella contro l'Inter è stato senza dubbio il pubblico. Una curva gremita e uno stadio vicino al tutto esaurito (presenti circa 14mila spettatori), che hanno incitato dal primo all'ultimo minuto una squadra che nella prima frazione di gioco è partita a razzo mettendo in serissima difficoltà la retroguardia avversaria. A nulla è servita la rete messa a segno da Danilo D'Ambrosio sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Gli squali hanno sofferto ma resistito sotto gli attacchi confusi della formazione nerazzurra, sfiorando la terza rete con il subentrato Maxwell Acosty. Ora, a sole sette giornate dal termine, la formazione del tecnico Davide Nicola è giunta a sole tre lunghezze dall'ultimo posto salvezza detenuto dall'Empoli contro il quale vanta il favore dello scontro diretto. Una risalita che è frutto di un cambio di marcia rispetto alla concorrenza in questo finale di stagione, con trascinatore e marcatore principe della squadra l'attaccante in prestito dal Sassuolo Diego Falcinelli che nelle ultime due giornate si è reso protagonista di tre reti, due su azione e una su calcio di rigore. Nel prossimo turno i calabresi andranno a fare visita al Torino.

Atalanta 1-1: adesso tocca al derby incrociato Milan-Inter 9 Aprile 09:27

Derby a distanza oggi fra Milan-Palermo e Crotone-Inter, in attesa del derby effettivo del sabato di Pasqua. Tutto sarà molto più importante in chiave europea, visto quanto è accaduto a Bergamo. Atalanta e Sassuolo hanno pareggiato 1-1 nel secondo anticipo della 31' giornata di Serie A. Vantaggio degli emiliani al 37' con Pellegrini che ruba palla a Caldara e si invola verso l'area avversaria battendo Berisha. I bergamaschi pareggiano al 73' con Cristante, servito dal 'Papu' Gomez. Atalanta quinta a quota 59 punti, Inter e Milan devono accorciare.

Anniversario Superga: la mole sarà granata 6 Aprile 14:58

Anche quest'anno la Mole Antonelliana si colora di granata la notte del 4 maggio, anniversario della tragedia di Superga. L'amministrazione comunale ha dato infatti mandato alla Fondazione Filadelfia di far rientrare l'iniziativa nei festeggiamenti per l'inaugurazione del nuovo stadio Filadelfia, che avverrà alla fine di maggio. Lo precisa la Città di Torino per rassicurare i tifosi che, sui social, si erano detti preoccupati per l'iniziativa lanciata lo scorso anno sulla spinta di una petizione popolare.

Napoli-Juventus 3-2: bianconeri in Finale ma... 6 Aprile 11:22

Il punto complessivo su Facebook di Roberto Beccantini

Resta sempre l’impressione che «questa Juventus che vince ma fatica» potrebbe fare di più - e se non di più, potrebbe far meglio - ma poi vedo le altre partite e mi viene qualche scrupolo. Ti faccio un esempio. Nessun dubbio che, al di là degli sfottò postcalciopoleschi, una delle squadre più in forma fosse l’Inter. Poi, lunedì sera, ospita la Sampdoria, va in vantaggio e si fa rimontare.

Quella stessa Sampdoria alla quale, prima della sosta, la Juventus aveva inflitto 25 minuti di gran calcio e un solo gol per puro caso.

Insomma: in Italia, i confronti diretti o indiretti ne confermano, comunque, la solidità.

E’ chiaro che con Rincon e Sturaro si va sul muscolo per pareggiare la stazza di Pogba. Solo che il francese aveva, e conserva, tutt’altra tecnica. Gagliardini piace anche a me, ha fisico, piedi educati (come si dice oggi), gioca un calcio semplice, che non sempre è facile.

Pure io, Alberto, appartengo al partito secondo il quale la Juventus di Berlino, con quel centrocampo lì, era più forte di questa, la Juventus di Higuain.

Marchisio non è ancora lui, Khedira è sempre lui, «questo», la fantasia non possono che garantirla le lune di Pjanic, i dribbling di Cuadrado e il talento di Dybala. Ecco, Dybala: a parte che la seconda stagione è sempre più complicata, perché arrivare è dura ma confermarsi lo è ancora di più, gli infortuni e il nuovo modulo ne hanno ingessato l’estro. In questo finale di stagione, potrà diventare (o ritornare) la chiave.

Dybala è importante anche quando non incide come ieri sera. Perché l’avversario ha sempre paura che possa fare «qualcosa». Ma per sperare di eliminare il Barcellona, dovrà farlo, e non solo farlo immaginare.

Infortuni: Gagliardini non preoccupa l'Inter 4 Aprile 12:37

Sono state escluse possibili lesioni per Roberto Gagliardini. La radiografia a cui si è sottoposto il centrocampista dell'Inter ha confermato la distorsione alla caviglia destra. Lo rende noto il club nerazzurro con un tweet. Le condizioni del giocatore saranno valutate nei prossimi giorni. Gagliardini non è rientrato nella ripresa della partita di ieri sera contro la Sampdoria perché non al meglio dopo uno scontro di gioco.

Napoli-Juve di Coppa: sette-otto cambi per Allegri 4 Aprile 12:35

"Abbiamo le carte in regola per andare in finale di Coppa Italia, ma per farlo dobbiamo fare gol". Massimiliano Allegri non si fida del 3-1 dell'andata. Il Napoli "farà un'altra partita importante, come domenica in campionato. Per passare gli bastano due gol", ha detto in conferenza stampa Massimiliano Allegri, che rischia di non avere Mandzukic. "Difficilmente sarà della partita", ha rivelato il tecnico bianconero, che conferma in porta Neto. "Potrebbero esserci sette, otto cambi. Vedremo...".

Salvezza, adesso il Crotone ci crede davvero 3 Aprile 12:08

"Credo nella salvezza del Crotone": così si è espresso il tecnico dei calabresi Davide Nicola intervenuto oggi a 'Radio anch'io lo Sport'. "Per salvarsi bisogna fare tanti miracoli. La difficoltà che sto riscontrando è fare in modo che gli altri credano a quello che dico. Io ci credo, non sono sciocco, so che è difficile e bisogna fare qualcosa di straordinario. Ma se ognuno pensasse che certe cose non possono essere realizzate, tante imprese non si farebbero nel mondo dello sport". Nicola, soddisfatto per la vittoria di ieri in trasferta con il Chievo, ha sottolineato che se il campionato cominciasse oggi "le cose sarebbero diverse" nel senso che "i giocatori, la squadra hanno acquisito una maturazione e consapevolezza dei propri mezzi. Siamo molto motivati e nella condizione di poter fare molto".

La coppa Italia dopo l'1-1 in cui il vero vincitore è Orsato 3 Aprile 00:23

Analisi Facebook di Roberto Beccantini

La montagna ha partorito il più noioso dei topolini. Succede spesso, quando ci si affida alla quantità dei superlativi per alzare la qualità delle partite. Miglior attacco contro miglior difesa, il ritorno di Higuain, Sarri versus Allegri, bla-bla-bla. Il taglio di Insigne per Callejon resta la bussola del Napoli; il tiro e gli inserimenti di Hamsik, l’alternativa. La rete-lampo di Khedira, sintesi di uno splendido dai e vai con Pjanic, avrebbe spinto una grande squadra a osare di più. La Juventus ha scelto, viceversa, di chiudersi nei propri appartamenti. Ai miei tempi si diceva «catenaccio», adesso si chiama «difesa bassa». Se vinci, evviva. Ma se passi in vantaggio e non vinci, bè, non puoi pretendere che il loggione ti riempia di fiori.

A Sarri mancava Reina, sostituito da Rafael. Strinic al posto di Ghoulam è stato, invece, un calcolo. Allegri, lui, ha rinunciato a Dybala (ciao fantasia), recuperato Mandzukic, ostaggio di Hysaj, e piazzato Lemina là dove di solito sculetta Cuadrado. Una stampella per Liechtsteiner, un avviso ai naviganti (Insigne, soprattutto). Il possesso palla del Napoli è stato ossessivo ma sterile, i fischi hanno accompagnato come ali di pipistrello le sgommate di Higuain in versione gregario. Non una palla decente, al Pipita, non un contropiede. E questi sono peccati che di solito si pagano, o si rischia di pagare, come documenta il palo di Mertens. Il pareggio della ditta Mertens-Hamsik, non meno elegante del ricamo Pjanic-Khedira, ha saziato il Napoli, fin lì padrone del campo. Gli ingressi di Zielinski e Rog, di Cuadrado e Dybala, non hanno agitato la trama: palleggio del Napoli, muro di Madama. Qualcuno aveva parlato di giudizio universale: un solo ammonito (Insigne, per proteste), complimenti a Orsato e ai guerrieri. Mercoledì, replay al San Paolo. Si ricomincia dal 3-1 di Torino. Coppa, non campionato: una tela che, per forza, qualcuno dovrà tagliare.

Indifferenza Napoli: accoglienza grigia per la Juve in città 2 Aprile 10:52

Un arrivo blindato ma nell'indifferenza dei tifosi quello dell'autobus della Juventus che è appena giunto all'Hotel Parker di Napoli. All'esterno dell'albergo non vi sono supporter azzurri e qualche grido di protesta si è levato all'arrivo del bus, ma si trattava per la maggior parte di cittadini che erano rimasti imbottigliati nel traffico vista la chiusura della strada. Il bus, proveniente dall'aeroporto di Capodichino, dove i bianconeri sono atterrati alle 19.10, è arrivato in un Corso Vittorio Emanuele blindato da cinque camionette delle forze dell'ordine e transennato per decine di metri intorno all'albergo. Ma anche al di là dell'area interdetta al passaggio solo una decina di curiosi si è fermata ad attendere l'arrivo di Higuaìn compagni.

Napoli-Juventus al San Paolo: Reina ancora a rischio 1 Aprile 09:40

Hjsay e Hamsik del tutto recuperati, Reina ancora in dubbio. Si è chiusa così la seduta di allenamento di oggi del Napoli a 48 ore dalla supersfida contro la Juventus al San Paolo. Il portiere spagnolo ha infatti svolto ancora allenamento differenziato nella doppia seduta che Sarri ha fatto svolgere a Castel Volturno: le condizioni del polpaccio che lo hanno bloccato nel ritiro della Spagna sono in continuo miglioramento, ma la sua presenza è ancora a rischio domenica. Disco verde, invece, per l'albanese e lo slovacco, tornati malconci dalle rispettive nazionali, ma che si sono allenati regolarmente. Sarri è quindi orientato a puntare sui titolarissimi, con il tridente dei piccoli e un unico dubbio a centrocampo tra Allan e Zielinski, con il polacco che appare favorito.

Fiorentina in emergenza contro il Bologna 1 Aprile 09:42

Federico Bernardeschi non ce la fa: il numero 10 della Fiorentina sarà costretto a saltare anche la partita di domenica al Franchi contro il Bologna per il persistere del dolore alla caviglia sinistra colpita dura l'11 febbraio scorso contro l'Udinese. Il talento di Carrara ha svolto in questi giorni lavoro utile a mantenere la condizione atletica ma il dolore alla caviglia, come fa sapere lo staff medico viola attraverso il canale ufficiale del club, non gli permette di tornare a disposizione. Considerando pure le assenze di Gonzalo Rodríguez per squalifica e di Vecino per infortunio muscolare riportato con la propria nazionale, la Fiorentina si ritroverà a gestire una situazione di emergenza.

Genoa, Preziosi ai tifosi: domenica ci sarò 30 Marzo 17:11

Enrico Preziosi tornerà allo stadio Ferraris dopo oltre due mesi: l'ultima volta che si recò al Ferraris è stato per Genoa-Crotone del 22 gennaio 2017. Lo ha annunciato lo stesso presidente rossoblù, rispondendo con una nota ufficiale sul Sito a un durissimo comunicato dei gruppi della gradinata nord. La parte più calda della tifoseria ha sottolineato di aver lasciato lavorare la squadra "senza episodi che potessero turbare l'ambiente" ma ha richiesto la presenza di Preziosi, perché "lo stadio del Genoa è il Ferraris, non il Meazza", facendo riferimento alla presenza a San Siro prima della sosta e aggiungendo "ricordiamo che chi abbandona la nave è un vigliacco, dia seguito alle sue parole e si presenti allo stadio". Preziosi, "pur non condividendo le critiche", ha spiegato che "rispetta le posizioni delle parti della tifoseria e che domenica ci sarà".

Manolas, nel derby dobbiamo fare la stessa partita del Lione 30 Marzo 17:05

"La Roma farà in tempo a vincere un titolo? Speriamo di sì. Dobbiamo sempre crederci, abbiamo due obiettivi difficili, sia con la Lazio che con la Juventus. Noi dobbiamo crederci sempre e continuare a lavorare". Così il difensore della Roma, Kostas Manolas, sui traguardi stagionali della squadra di Spalletti. I giallorossi martedì prossimo saranno impegnati nella semifinale di ritorno di Coppa Italia dopo il ko per 2-0 nel derby d'andata. "Ma se facciamo la stessa partita fatta col Lione, sono fiducioso che possiamo rimontare" ha assicurato il centrale greco.

Siena: a Sarri anche il premio Briglia d'Oro 29 Marzo 14:53

Dopo la Panchina d'oro, è sempre l'allenatore del Napoli Maurizio Sarri il vincitore del premio 'Briglia d'Oro 2017' che viene assegnato da 25 anni a Siena. La consegna si terrà dopo la fine del campionato presso l'Hotel Garden di Siena L'evento è promosso dall'Associazione Italiana Allenatori Calcio (Aiac), sezione di Siena. Sarri si aggiunge, così, all'albo d'oro dei tecnici premiati; gli ultimi in ordine di tempo sono stati Zdenek Zeman, Stefano Pioli e, l'anno scorso, Eusebio Di Francesco.

Vittoriosi ad Amsterdam, ma sconfitti dalla Under spagnola 29 Marzo 09:25

Analisi Facebook di Roberto Beccantini

Ai «mendicanti di emozioni», partito fondato da Eduardo Galeano, tutto fa brodo, anche Olanda-Italia, la fabbrica in crisi contro il cantiere. Ha vinto il cantiere di Ventura, e questa è già una notizia. Le rime baciate erano lontane dall’arena di Amsterdam, teatro di ben altri cimenti, ma non c’è sfida che, per quanto amichevole, non lasci per strada qualcosa, o qualcuno.

Il 24 marzo di un anno fa moriva Johan Cruijff. L’Olanda non è più «sua» da lustri, neppure quando arrivò seconda in Sud Africa (calci totali, più che calcio totale) e terza in Brasile (con la difesa a tre). Ha perso in Bulgaria, rischia seriamente di non andare in Russia, ai Mondiali, deve darsi un gioco e un ct. I giovani sembrano acerbi; e i capi della tribù, meno capi.

La reazione all’autogol di Romagnoli è stata fulminea: il tempo di andare al tappeto e gran destro di Eder. Poi, in mischia, la randellata di Bonucci. L’infortunio di De Rossi ha inaugurato la saga dei debuttanti: subito Gagliardini (così così), quindi Petagna (bodyguard avanzato) e Spinazzola (bei lampi), fino a D’Ambrosio e Verdi, piccola mancia ai topi d’archivio.

Un’Italia di formiche, con Verratti spaesato e un centrocampo un po’ così. I riflessi di Donnarumma hanno scongiurato il pareggio, dopo che i lisci della Maginot batava avevano scortato la rimonta. Dal 4-2-4 di Palermo siamo passati a un 3-4-1-2 che non ha né migliorato né peggiorato il panorama. Che parta o meno dalla panchina, Belotti resta un elemento prezioso.

I ricambi generazionali sono sempre ambigui, prova ne sia il momento dell’Olanda, «capace» di farsi eliminare addirittura dagli Europei del 2016. Se la carne è debole, o comunque più debole dei «manzi» d’antan, lo spirito è forte. Tutto ciò premesso, e non è poco, piano con l’incenso: se è un segnale il 2-1 di Amsterdam, lo è anche la lezione inflittaci dalla Under spagnola.

Lyanco al Torino: derby vinto sulla Juventus 28 Marzo 14:30

Ufficialità ormai imminente per Lyanco nuovo difensore del Torino. Il calciatore, che ieri sera è atterrato a Malpensa, oggi ha incontrato la dirigenza granata prima di fare conoscenza con Mihajlovic. Intanto, ecco le parole del calciatore sull'affare: "Sono orgoglioso della chiamata del Torino, una società con una storia e una tradizione nota anche in Brasile. Avrò bisogno di qualche tempo per adattarmi, una nuova lingua e nuovi compagni, ma spero che il processo sia veloce. La Juventus mi voleva ma il Torino mi ha voluto di più. Sarà bello e divertente giocare contro la Juve nel derby anche se la prima volta sarò spettatore. Non vedo l’ora di iniziare".

Derby di Roma senza barriere: il CONI è pronto 28 Marzo 13:10

"Stiamo aspettando di avere il dispositivo, il Coni è pronto anche con la forza lavoro per adottare i provvedimenti che ci indicheranno". Lo ha dichiarato il presidente del Coni, Giovanni Malagò, a margine della presentazione, nell'ambasciata bulgara a Roma, della delegazione italiana di scherma in partenza per i Mondiali Giovani e Cadetti a Plovdiv.

Montella: Donnarumma? Tutto merito di Sinisa 27 Marzo 15:57

Al termine della premiazione per la 'Panchina d'Oro', che ha visto Maurizio Sarri raggiungere il primo posto, il tecnico rossonero, Montella, ha parlato delle ultime sul mercato Milan: "Il mio voto l'ho dato a Di Francesco. Non l'ho fatto perché lui è un mio amico ma per la straordinaria stagione che ha realizzato. Va detto però che anche Sarri ha avuto i suoi meriti con il Napoli. L'esito è dunque giusto così. Se si va però al di là dei valori, credo che nella passata stagione Di Fracesco abbia portato a termine un campionato ottimo. E' arrivato sesto e ha portato il Sassuolo in Europa League. Donnarumma? Se è in Nazionale è merito di Mihajlovic che ha avuto il coraggio di lanciarlo a 16 anni. Al ragazzo faccio un grosso in bocca al lupo ma sono certo affronterà la sfida con la massima serenità, così come fa con le gare del Milan. Closing? Non ho seguito molto la vicenda a dire il vero. Vedremo alla fine ciò che sarà. E' qualcosa più grande di noi, di conseguenza aspetteremo lo svolgersi degli eventi per poter giudicare".

Panchina d'oro: Sarri batte Allegri sul filo di lana 27 Marzo 15:22

"Non e' Napoli-Juve 1-0, la Juve e' piu' forte: piu' che i premi contano punti e risultati, ma per una volta battere Massimiliano e' bello": Maurizio Sarri e' stato incoronato miglior allenatore della passata stagione dai suoi colleghi, e i 25 voti ottenuti contro i 22 del tecnico della Juve sono inevitabilmente letti, anche dall'interessato, in chiave della prossima sfida diretta di campionato tra i bianconeri e il Napoli. Al terzo posto, Eusebio Di Francesco, del Sassuolo, con 7 voti.

Nazionale, il gruppo di Ventura continua a studiare 27 Marzo 00:24

Analisi Facebook di Roberto Beccantini

Quante partite ho visto vincere così, con il fastidio di doverle vincere e la tensione di non riuscirci. Italia due Albania zero passa alla cassa e non alla storia, come era logico che fosse. Il 4-4-2 del ct Ventura, da molti tradotto in 4-2-4, mi ha ricordato il movimento cinque stelle della Juventus post Firenze. Un modulo così offensivo da rendere più tirchio l’attacco e meno vulnerabile la difesa, soprattutto se Mandzukic e Insigne fanno i mediani. Calcio, mistero senza fine buffo.

Tra le armi di distrazione delle masse dalle masse, resistono e persistono i petardi. Uno spicchio di ultras albanesi

ne ha fatto un uso talmente osceno che il destino, dopo gli otto minuti di stop, ha punito con il raddoppio di Immobile e lo scorcio meno fumoso di azzurro. Il rigore del vantaggio, poi trasformato da De Rossi, era stato propiziato da uno smarcamento di Belotti, che Basha non avrebbe potuto leggere peggio.

C’era una volta il blocco Juventus, o comunque i blocchi, questa è una Nazionale che ha pescato in otto club e vive di passato sicuro ma a tempo (la Bbb) e di futuro piccante ma a tema (Belotti, Immobile, Insigne, Verratti).

L’Italia è 15a. nella classifica Fifa, la Nazionale di De Biasi 54a. Meglio loro, in avvio, ma poi il penalty ha spaccato il risultato, e Palermo ha sorriso. Modici i rischi corsi, non straripanti le occasioni create. Gli albanesi l’hanno messa sul fisico, De Rossi e c. ne sono venuti fuori con la calma non necessariamente dei forti, ma dei più forti.

Nessun cambio, Ventura. O era troppo contento del campo o troppo poco della panchina. Motto della casa: non siamo gli Harlem, siamo un gruppo di studio. Il primo posto del girone ce lo giocheremo il 2 settembre in Spagna. Che è non è più l’invincibile armata del quadriennio 2008-2012, ma sempre un’armata.

Torino, il Gallo Belotti come Pulici e Graziani 23 Marzo 18:53

Fabrizio Turco, giornalista e corrispondente per diversi quotidiani e grande conoscitore delle vicende in casa Toro, ha scritto un nuovo libro 'Andrea Belotti - Il Gallo' (edito da Bradipolibri), uno dei tanti volumi che Turco ha scritto sulla sua squadra del cuore: "Si tratta di un volume che l'editore 'Bradipolibri' ed io abbiamo voluto dedicare ad un giocatore straordinario e soprattutto un ragazzo eccezionale. Perchè il bomber lo conosciamo bene tutti, grazie ai gol a raffica che sta segnando da un anno a questa parte, ma l'uomo che si nasconde dietro al professionista è altrettanto esemplare. Il popolo granata vede in lui i grandi del passato. E' sempre difficile e scomodo fare accostamenti con i campionissimi di tanti anni fa, ma davvero Belotti per l'atteggiamento in campo prima ancora che per i gol che firma richiama alla mente sia Pulici che Graziani. E poi c'è quello spirito di sacrificio, in quella volontà indomita si identifica la gente del Toro, tanto che Belotti piace tantissimo proprio per la volontà che mette in ogni istante della partita".

Il Cholo Simeone: Giovanni fuori da Genova ma non a Madrid 23 Marzo 18:50

Intervista al Cholo Simeone sul futuro del figlio Giovanni. L'allenatore dell'Atletico Madrid analizza: "Mio figlio Giovanni sta vivendo un momento straordinario. E' al suo primo anno in Serie A, sta giocando e sta facendo dei gol. Realizzare undici marcature in Serie A non è semplice". In Italia è interessata soprattutto la Lazio di Claudio Lotito, ma Simeone piace anche fuori Italia. Al Luigi Ferraris si sono presentati gli osservatori dell'Atletico Madrid, per Giovanni Simeone l'idea di giocare nella squadra del padre rappresenta un sogno. El Cholo, però, smonta questa ipotesi: "Percorrere questa strada significherebbe dargli una responsabilità che non serve". Secondo Pablo, il figlio deve crescere ancora: "Ha delle qualità di gioco che mi piacciono davvero tanto. Con la forza e con il lavoro diventerà un giocatore fantastico. Il futuro? Ci sono tanti club che possono dargli l'opportunità di crescere".

Nainggolan, niente Premier: Roma, io amo te 22 Marzo 16:05

"A Roma sto bene, la città è bellissima, il tempo è spesso buono e la mia famiglia lì vive felice. A volte non si sceglie per i soldi, ma per la qualità della vita che non è uguale dappertutto. E poi se andassi in Inghilterra dovrei ripartire da zero". Pensieri e parole di Radja Nainggolan che dal ritiro del Belgio rinnova l'affetto agonistico (e non solo) per la Roma, la squadra che lo ha proiettato nel grande calcio. Dopo il no al Chelsea la scorsa estate, il nome del 'Ninja' è di nuovo al centro di radio mercato in vista della prossima sessione ma il giocatore belga pare non curarsene troppo: "Avevo parlato con Conte e il Chelsea mi voleva veramente", ha detto il centrocampista a Sky Sport che poi a mo' di battuta aggiunge: "Datemi il sole e verrò in Premier League, perchè a Roma sono felice".

Estate di prestigio per le grandi squadre italiane 22 Marzo 11:31

Sono state ufficializzate le date dell'International Champions Cup 2017. Il torneo, che da qualche anno, durante l'estate, si disputa in varie località del globo, vede la partecipazione delle migliori squadre del mondo calcistico. Per l'edizione di quest'anno sono state invitate anche le italiane Juventus, Inter, Milan e Roma, che sosterranno delle vere e proprie #amichevoli di lusso contro gli squadroni del vecchio continente. Un antipasto di Champions League o, per i più innovatori, di quella Superlega la cui implementazione divide gli appassionati. Vediamo, comunque, il calendario della competizione relativamente alle squadre italiane. Come da tradizione, l'Icc si svolgerà in sedi separate. Alcune delle squadre chiamate a partecipare si sfideranno in vari stadi degli Usa, mentre un altro blocco di squadre sarà protagonista in Asia, tra Cina e Singapore. Le squadre italiane che giocheranno in America sono Juventus e Roma. Di seguito il calendario delle partite che vedono le due squadre impegnate:

19 luglio Paris Saint Germain-Roma;

22 luglio Juventus-Barcellona;

25 luglio Roma-Tottenham;

26 luglio Paris Saint Germain-Juventus;

30 luglio Juventus-Roma.

Un altro blocco di partite, sempre valide per la competizione, si terrà in Asia, e sicuramente non è un caso che le due italiane protagoniste in Oriente saranno #Inter e Milan. Questo il calendario delle partite che vedranno impegnate le due milanesi:

18 luglio Milan-Borussia Dortmund;

22 luglio Milan-Bayern Monaco;

24 luglio Inter-Milan;

27 luglio Bayern Monaco-Inter;

29 luglio Inter-Chelsea.

Mancini via dall'Inter perchè "nessuno faceva niente" 20 Marzo 15:44

"Pentito di aver lasciato l'Inter? No, perché ci sono delle motivazioni più che valide, mi è dispiaciuto di avere buttato via un anno e mezzo di lavoro che è stato faticosissimo, per dare alla squadra un certo tipo di mentalità". Dopo aver detto addio all'Inter, Roberto Mancini non nasconde l'amarezza per un progetto in cui credeva. "Io penso che la squadra sia migliorata tantissimo - ha aggiunto a margine della presentazione del progetto 'Calciatori per Unicef' a Roma - quindi mi è dispiaciuto buttare via questo lavoro che stava dando dei risultati. Se è stata colpa di Thohir? No, purtroppo quando si capita in quel tipo di situazione con un cambio di presidente, in certi momenti si capiva poco, invece in quel momento bisognava rinforzare la squadra e nessuno faceva niente".

Infortunio Dybala: ansia argentina per la Juve 20 Marzo 15:36

Ieri, nella gara tra la Sampdoria e la Juventus, Paulo Dybala si è fermato nel corso del primo tempo per un problema muscolare. Il numero 21 della Juventus sarà sottoposto ad accertamenti medici dallo staff medico dell'albiceleste. Il responso definitivo sulle condizioni fisiche di #Dybala dovrebbe arrivare nel corso di questa giornata o al più tardi in quella di domani. Dunque se come sembra per il giocatore ex Palermo dovesse trattarsi di un semplice indurimento, in casa Juventus ci sarebbe un bel sospiro di sollievo visto che non sarebbe in dubbio la sua presenza per la doppia sfida di Champions League contro il Barcellona. Dybala potrebbe anche tornare a Torino in anticipo in considerazione del fatto che difficilmente potrebbe essere al 100% per gli imminenti impegni dell'Argentina. In ogni caso per sapere ufficialmente quali sono le condizioni del fantasista bianconero bisognerà attendere il responso dei medici della Seleccion albiceleste.

Obiettivo Europa: la Fiorentina non molla 18 Marzo 13:35

Un patto per cercare in queste ultime dieci partite di rimontare e conquistare un posto in Europa: lo ha stretto la Fiorentina dopo aver perso gli altri due obiettivi stagionali (Europa League e Coppa Italia).

"Ci siamo parlati e ci siamo detti che dobbiamo lottare, tutti uniti, per riconquistare i tifosi e raggiungere chi ci sta davanti", ha detto il direttore generale dell'area tecnica viola Pantaleo Corvino, che si è presentato in conferenza stampa insieme all'allenatore Paulo Sousa e al capitano Gonzalo Rodriguez. Quest'ultimo ha ribadito: "Dobbiamo essere uniti e consapevoli che dovremo giocare ogni partita come fosse una finale, per il bene della Fiorentina e dei nostri tifosi. Dobbiamo pensare solo al presente e chiudere al meglio possibile questa stagione".

Serie A: tutti in campo nel weekend di Campionato 18 Marzo 13:31

Oggi 18 e domani 19 marzo sono in programma le partite valide per la 29esima giornata di questa stagione che vede ancora una volta al comando la Juventus, dominatrice assoluta della classifica, tanto da tenere a netta distanza sia la Roma che il Napoli, le quali ormai hanno quasi definitivamente perso le loro speranze di poter contribuire alla lotta scudetto di quest'anno. Nel calendario ufficiale della giornata di oggi, sabato 18 marzo, dove sono previsti due anticipi: nel dettaglio vi segnaliamo che alle ore 18 assisteremo al match Torino-Inter mentre in serata alle 20.45 si giocherà la sfida tra Milan e Genoa. L'appuntamento con la Serie A proseguirà anche nel corso della giornata di domani, domenica 19 marzo: si partirà alle 12.30 con uno dei match più attesi, vale a dire quello del Napoli che dovrà vedersela contro l'Empoli. Le partite della squadra partenopea allenata da Sarri sono tra le più seguite in assoluto sia sui canali di Sky che su quelli di Mediaset Premium Calcio, con punte di quasi 2 milioni di spettatori complessivi. Alle ore 15, invece, sarà la volta della stragrande maggioranza degli incontri di Serie A di questa domenica: Sampdoria-Juventus, Cagliari-Lazio, Bologna-Chievo, Atalanta-Pescara e Crotone-Fiorentina. A seguire alle ore 18 sarà la volta di Udinese-Palermo mentre in serata si giocherà il posticipo tra Roma e Sassuolo in programma alle 20,45. Tutte le partite di questa giornata di campionato saranno trasmesse in diretta tv in esclusiva sui canali a pagamento di Sky Sport.

Dopo il derby delle 12.30: Campionato a strati 16 Marzo 13:15

Il prossimo derby alle 12.30 della vigilia di Pasqua potrebbe essere l'apripista per una rivoluzione del calendario del campionato italiano, in fase di studio da parte della Lega Serie A. Le fasce in cui si giocheranno le partite, a seconda di anticipi e posticipi legati alle Coppe o alle Festività, potrebbero essere dieci:

Venerdì alle 20:45

Sabato alle 12:30

Sabato alle 15:00

Sabato alle 18:00

Domenica alle 12:30

Domenica alle 15:00

Domenica alle 18:00

Domenica alle 20:45

Lunedì alle 20:45.

Alex Sandro: la Juve non ha paura dell'Europa 15 Marzo 14:18

"Siamo pronti a giocare contro qualunque delle grandi d'Europa, non abbiamo paura". Non teme il sorteggio Alex Sandro dopo che la sua Juventus ha liquidato agli ottavi di Champions League la pratica Porto. "Real Madrid, Bayern e Barcellona sono grandissime squadra - ha ammesso il bianconero - ma se dovessimo affrontarle giocheremo con la massima concentrazione". Le parole del laterale brasiliano arrivano con la Juventus in campo, a Vinovo, in una amichevole contro l'Alpignano. All'orizzonte la trasferta di campionato contro la Sampdoria. Alex Sandro trova comunque il tempo di rivolgere un pensiero al Porto, la sua ex squadra: "Sono orgoglioso di aver vestito quella maglia per tanti anni, abbiamo vinto ma abbiamo faticato molto per avere la meglio".

Torino-Inter, vigilia agitata: il Barça su Belotti 15 Marzo 14:00

Il futuro di Andrea Belotti potrebbe essere in Spagna: secondo quanto riferito da 'Don Balon', questa settimana il Barcellona avvierà i contatti con l'attaccante del Torino, che avrebbe rifiutato due offerte dalla Premier League per parlare con il club blaugrana. Il Barcellona, inoltre, avrebbe già discusso del giocatore con il Torino in occasione del recente match di Champions League contro il Paris Saint-Germain. Sul giocatore ci sono anche le big inglesi ed il Real Madrid. In caso di fumata bianca con il Barcellona, che fine farà Luis Suarez?

Tronchetti "chiude" Juve-Milan ed elogia l'Inter 14 Marzo 16:25

"Gli errori arbitrali ci sono sempre stati e ci saranno sempre. Direi che le polemiche devono finire il giorno dopo la fine della partita, è parte del fascino del calcio". Così l'amministratore delegato di Pirelli, Marco Tronchetti Provera, ha commentato gli strascichi polemici sull'arbitraggio di Juve-Milan. Parlando a Milano a margine della presentazione della mostra dell'artista polacco Miroslaw Balka, Tronchetti Provera si è detto più che soddisfatto del cammino dell'Inter: "I risultati si vedono, l'Inter è diventata una squadra competitiva. Il merito di questo certamente è di Pioli e della famiglia Zhang che è vicina alla squadra". Stefano Pioli merita di essere riconfermato? "Sono le società che decidono. Pioli sta facendo molto bene e quindi valuteranno i responsabili della società".

2 derby di Milano a tutto Cina: orario e location 14 Marzo 15:11

L'ultimo derby di Campionato 2016-17 si giocherà il sabato di Pasqua, il prossimo 15 Aprile, alle 12.30 a San Siro, per consentire ai Cinesi di seguirlo a Pechino e dintorni, in prime time tv a partire dalle 19.30. Invece il primo derby della stagione 2017-18 tra Inter e Milan si giocherà direttamente in Cina, precisamente al Nanjing Olympic Sports Centre di Nanchino ovvero la casa dei nuovi proprietari nerazzurri del gruppo Suning. A riportarlo è la redazione del sito calciomercato.com: il derby si giocherà il prossimo 24 luglio e si tratterà della partita della prima giornata della International Champions Cup, cui prenderanno parte altri top club europei come Bayern Monaco e Chelsea. Dunque una gara dal sapore mondiale, che è stata ufficializzata durante una conferenza stampa a Shangai. Sarà una partita seguita in tutto il mondo, nonostante si tratti di un'amichevole precampionato, anche se entrambe le formazioni hanno bisogno di respirare quell'aria internazionale che manca da un po' di anni sia ad Appiano Gentile sia a Milanello. Sarà curioso capire in quella data chi saranno i nuovi proprietari del #Milan: nuovi investitori cinesi oppure altre cordate volute da Silvio Berlusconi?

Aria di derby per Iturbe: grande occasione per l'argentino 13 Marzo 15:07

Iturbe è pronto. Lazio-Torino è la sua prima da titolare con la maglia del Toro, che l’ha preso in prestito ai primi di gennaio dalla Roma, proprio nella Capitale quinti e proprio contro la Lazio. L’aria da derby questa sera animerà l’esterno argentino-paraguiano, che segnò uno dei suoi tre gol romanisti proprio nel derby (maggio 2015). Un incentivo, ma la sfida dell’Olimpico rappresenta un vero e proprio bivio per il futuro di Iturbe. Il Toro può riscattarlo dai giallorossi, versando in estate una cifra vicina ai 12 milioni di euro dopo aver già preso Ljajic e Iago Falque dalla Roma, ma senza segnali di risveglio difficilmente Cairo e Mihajlovic affronteranno questo tipo di operazione.

Derby di Genova, Izzo chiede scusa ai tifosi 13 Marzo 15:03

In campo, sabato sera, è stato uno degli ultimi rossoblu ad alzare bandiera bianca, poi a mente fredda Armando Izzo ha voluto affidare al proprio profilo Instagram tutta la propria delusione per l'esito della gara più importante dell'anno: "Non doveva andare andare così - ha postato il numero 5 rossoblù - un'atmosfera magica, una tifoseria da pelle d'oca. Era troppo importante per me, come lo era per voi. Avrei voluto che questa tristezza e questo magone fossero felicità, gioia e soddisfazione per voi. Ci ho messo il cuore ma non è bastato, volevo ripagare il vostro amore nei miei confronti con una vittoria. Resta l'amore per questi colori e l'orgoglio di essere genoano. FORZA GRIFONE"

Dani Alves: la Juventus ha sempre voglia 11 Marzo 19:19

Ha fatto di necessità virtù, giocando esterno nel tridente alle spalle di Higuain, ieri sera nella gara vinta 2-1 contro il Milan, e ora Dani Alves è già proiettato sulla Champions con le sue dichiarazioni di oggi: "Anch'io voglio sognare e sono convinto che, se facciamo la nostra strada con tranquillità e personalità, senza paura di sbagliare, possiamo arrivare fino alla fine. Non vediamo l'ora di giocare con il Porto per vivere il sorteggio dei quarti. Partite come quelle con il Milan sono una ricarica di adrenalina che alla fine aiuta a mantenere la concentrazione e il vantaggio contro gli avversari. Ora arriva la parte più importante della stagione, possiamo vivere un grande finale. Siamo una squadra che non abbassa mai la testa e non perde mai la voglia: questo, alla fine, ti fa portare a casa il risultato".

Munoz dalla Samp al Genoa: un coro per "purificarsi" 10 Marzo 13:02

A Genova ci si prepara per il derby di sabato sera a Marassi e il difensore del Genoa di Mandorlini, Munoz, ha detto la sua sulla sfida tra Genoa e Sampdoria: "Quando arrivai in blucerchiato mi feci male. Ho giocato poco ma ora penso solo al Genoa. Per 'purificarmi' mi hanno fatto fare un coro. Mi vergognavo un po' ma poi l'ho fatto. Sono gare particolari. All'andata abbiamo perso e ora non siamo in un buon momento. Ottenere i tre punti sarebbe importante".

Fiorentina. Badelj: ho pensato di andare via 10 Marzo 13:04

Le dichiarazioni odierne del centrocampista viola, Milan Badelj: "Al mercato ho pensato davvero poche volte, e comunque solo l’estate scorsa. Della mia situazione hanno parlato più i media del sottoscritto e quando succede si finisce per parlarne troppo. In agosto ho avuto il pensiero di andar via, ma dopo averlo scacciato ho sempre pensato solo a dar tutto in campo. E non ho mai più pensato al mercato. Le dichiarazioni dell'agente hanno alimentato un caso? Lo so e mi dispiace. Lui e la società dovevano chiarirsi da subito, invece è stato fatto trascorrere tempo e non ha aiutato. Con la Fiorentina ho ancora un contratto fino al 2018 e ho sempre detto che qui mi trovo veramente bene. Non è escluso che resti. Speriamo che la società e il mio procuratore arrivino a chiarirsi".

Derby emiliano: i tifosi "mollano" il Bologna 6 Marzo 14:48

Prosegue oltre Bologna-Lazio la contestazione dei tifosi rossoblù. Dopo sette partite senza vittorie, con solo due punti raccolti e quattro sconfitte di fila in casa, i gruppi della Curva Andrea Costa diserteranno la trasferta di Reggio Emilia contro il Sassuolo. "Vi abbiamo sempre sostenuti accompagnati in giro per l'Italia ma questa volta con la morte nel cuore diciamo basta così - si legge in un comunicato 'ufficiale' diffuso sui forum del tifo - invitiamo anche i tifosi non collegati a nessun gruppo a fare altrettanto. Sperando che questo sia un segnale forte come lo é per noi stare a casa. La Nostra Maglia va onorata sempre". Ieri sera, nel finale della partita persa 2-0 con la Lazio, dalla curva erano partiti fischi e ripetuti cori contro i giocatori allenati da Roberto Donadoni, invitati ad "andare a lavorare".

Derby del Sole all'Olimpico: Roma colpita due volte 4 Marzo 16:05

I tifosi della Curva giallorossa erano preoccupati, ecco perchè sono andati a sostenere la squadra in mattinata a Trigoria. Il primo tempo ha dato loro ragione. Improvvisamente, proprio nel primo tempo dello scontro diretto con il Napoli, la Roma si è riscoperta stanca. Senza Salah, la formazione di Spalletti ha sofferto i cambi di passo e i ritrmi della banda Sarri. Che, dopo il gol di Mertens nel primo tempo, ha colpito anche nel secondo. Due gol annullati nella prima frazione: a Perotti sullo 0-0 e allo stesso Mertens. Ma Ghoulam, che stava andando in porta, è stato fermato per un furiogioco inesistente. Nella Roma, poco El Shaarawy. Non a caso, i padroni di casa giallorossi sono tornati pericolosi quando sono entrati Bruno Peres e Salah. Contro la Roma oggi un grande Koulybaly che ha voluto riscattarsi dagli errori del Napoli-Roma dell'andata. La sensazione che ha trasmesso la Roma in pratica per tutta la ripresa è stata quella di una squadra che, se non segna Nainggolan, fa fatica a buttarla dentro. Anche nel finale, infatti, non ha segnato una punta. Dopo gli errori di Salah e in assenza delle conclusioni di Dzeko, è toccato a Strootman regalare le ultime speranze alla sua squadra.

Derby di Roma: la gioia della vita di Milinkovic-Savic 3 Marzo 18:06

"La cosa più bella della mia vita, vincere un derby", ha esultato Milinkovic-Savic su Instagram il giorno dopo il derby vinto 2-0 in Coppa Italia sulla Roma. Per lui è già una stagione da record: 6 gol segnati, 4 in campionato e 2 in Coppa Italia; al Genk si era fermato a 5. A proposito di numeri: alla Lazio due estati fa è costato 10 milioni, ora vale il quadruplo. Da tempo lo osserva la Juve, anche se il suo fisico e il suo gioco sono perfetti per la Premier, dal Chelsea di Conte in giù. Ma il club biancoceleste se lo tiene stretto, il contratto di Milinkovic scade nel 2020 e presto sarà rinnovato. È stato il ds Tare a volerlo a tutti i costi, e appena preso, superando la concorrenza della Fiorentina, profetizzò: "Diventerà un top player del nostro Campionato". Appunto. Ora tra i tifosi è scoppiata la Milinkomania.

Sampdoria: contro il Pescara senza pensare al derby 3 Marzo 18:04

Vigilia di partita in casa Sampdoria, domani i ragazzi di Marco Giampaolo - a Marassi - affronteranno il Pescara. Una gara da non sottovalutare e da cercar dei vincere, a una settimana dal derby contro il Genoa. I blucerchiati, reduci da due pareggi consecutivi, vogliono migliorare la loro attuale posizione in classifica che ora li vede al decimo posto con 35 punti. Dopo la rifinitura mattutina, l’allenatore si è presentato in conferenza stampa per parlare della sfida contro la formazione di Zeman. Queste le parole di Giampaolo: "Al derby penseremo un secondo dopo la fine della sfida col Pescara. I diffidati Viviano e Linetty? Non credo ai calcoli. Sono molto fatalista in questo e quello che conta ora è la partita che giochiamo domani, solo quello. Bisogna pensare una gara alla volta. Torreira ha giocato quasi sempre. Cigarini non ha la stessa condizione e non può avere la continuità di Lucas. A Palermo il problema non è stato Luca comunque, ma tutta la squadra. Penso che la squadra intera domenica scorsa abbia fatto una partita al di sotto delle sue possibilità", ha concluso Giampaolo.

Roma-Napoli: l'arbitro Banti per il big-match 2 Marzo 14:24

E' Luca Banti di Livorno l'arbitro designato a dirigere Roma-Napoli, anticipo della 27/a giornata del campionato di serie A in programma sabato ore 15. Udinese-Juventus di domenica è stata invece affidata ad Antonio Damato di Barletta. Atalanta-Fiorentina,l'anticipo delle 12.30 di domenica sarà arbitrato da Marco Guida di Torre Annunziata.

10 Marzo, Juve-Milan: Stadium già sold out 2 Marzo 14:22

Tutto esaurito allo 'Stadium' anche per l'anticipo Juve-Milan di venerdì 10 marzo. E' stata sufficiente la fase di vendita in prelazione riservata agli Juventus member - informa il club bianconero - per raggiungere il sold out. Resta la possibilità, tuttavia, che alcuni abbonati, attraverso il servizio "Il mio abbonamento", rimettano in vendita i loro posti. In campo commerciale, la Juventus ha firmato una partnership con la piattaforma Live Fantasy Sport Game Ballr, attiva in Cina, Vietman, Indonesia, Malesia, Singapore e Thailandia.

Italia Under 21: Di Biagio potreebbe allenare un Club 1 Marzo 13:10

A margine della presentazione dell'Europeo di categoria del 2019, il commissario tecnico della Nazionale italiana Under 21 Luigi Di Biagio si è fermato a parlare con i cronisti presenti del suo futuro. "Sono abituato a guardare a breve scadenza, non so cosa succederà in estate. Lo stimolo per passare in qualche club c'è: proposte ne sono arrivate, mi auguro ne arriveranno altre e poi valuterò insieme alla Figc che mi è sempre stata vicina".

Mese di Marzo: il calendario di Juventus e Napoli 1 Marzo 12:54

Dopo il polemico 3-1 bianconero, fra le polemiche, allo Juventus Stadiium nelle Semifinali di andata di Coppa Italia, inizia il mese di Marzo. La Juventus, che nell’ultimo turno di campionato ha battuto 2-0 l’Empoli, sarà chiamata alla trasferta del Friuli contro l’Udinese domenica 5 marzo (27ª giornata). Il match verrà giocato alle ore 15.00. Ad una settimana di distanza (10 marzo - 20.45) toccherà all’attesa super sfida con il Milan al J Stadium, valevole come 28° turno di Serie A. L’incontro andrà a precedere di pochi giorni il return match di Champions League contro il Porto (14 marzo - 20.45). I bianconeri di Massimiliano Allegri, forti dello 0-2 ottenuto all’andata, cercheranno il pass di qualificazione ai quarti di finale. Il mese si concluderà domenica 19 marzo alle ore 15.00 con Sampdoria-Juventus (29ª giornata). A questo punto avremo la sosta per le nazionali, con l’Italia del ct Giampiero Ventura chiamata ad affrontare l’Albania a Palermo nelle qualificazioni ai Mondiali 2018, dopodiché sfiderà in amichevole l’Olanda. Ad inizio aprile, poi, si riprenderà con il big match Napoli-Juventus (30ª giornata), che anticiperà la gara di ritorno contro i partenopei in Coppa Italia. Il Napoli, che nell’ultima tornata di Serie A è stato sconfitto in casa dall’Atalanta 0-2, avrà un impegno ostico nel fine settimana. Sabato 4 marzo alle ore 15.00 sfiderà in trasferta la Roma, nell’incontro valido per il 27° turno. A seguire, ci sarà un’altra difficile partita per gli azzurri di Maurizio Sarri, che attenderà al San Paolo il Real Madrid (7 marzo - 20.45). Dopo aver perso 3-1 all’andata, servirà un’impresa per accedere al prossimo turno della Champions League. A seguire, avremo Napoli-Crotone (12 marzo - 15.00) nella 28ª giornata, dopodiché ci sarà da giocare la partita contro l’Empoli al Castellani domenica 19 marzo alle ore 12.30 (29ª giornata). Come accennato precedentemente, seguiranno due settimane di stop, poi si riprenderà con la doppia sfida contro la Juventus.

Juve-Napoli: Sarri ne convoca 22, tutti i big 27 Febbraio 16:31

Sono ventidue i convocati di Maurizio Sarri, tecnico del Napoli, per la sfida di domani sera contro la Juventus allo 'Stadium', match valido per l'andata della semifinale di Coppa Italia. Questa la lista: Reina, Rafael, Sepe, Albiol, Chiriches, Ghoulam, Maggio, Koulibaly, Maksimovic, Strinic, Milanese, Jorginho, Zielinski, Diawara, Hamsik, Rog, Giaccherini, Callejon, Insigne, Mertens, Pavoletti, Milik.

Quote Snai, Coppa Italia: Juve favorita sul Napoli 27 Febbraio 16:21

Juve avanti domani, nella Semifinale di andata di Coppa Italia contro il Napoli: almeno stando ai quotisti Snai che indicano il successo bianconero a 1,78. Il pareggio è dato a 3,60 mentre il segno '2' vale 4,75. Quote ad hoc per l'ex di lusso Higuain: l'ipotesi di un Pipita completamente a secco vale 3,50, un solo gol si gioca a 2,50, due reti a 2,75. Tre centri pagano 10 volte la scommessa.

Sassuolo e Inter-Roma 1-3: gli episodi arbitrali e la moviola 27 Febbraio 00:41

In Sassuolo-Milan tengono banco il rigore a due tocchi di Bacca e il rigore non dato per il fallo di Paletta su Politano. Ricordiamo che sullo 0-1 a favore dei rossoneri, è stato annullato un gol di testa a Bacca per un fuorigioco che ha ricordato quello dell'azione del gol di Kalinic in Milan-Fiorentina 2-1 a San Siro.

Passiamo a Inter-Roma: sullo scatto che porta Nainggolan al secondo gol giallorosso, c'è probabilmente fallo dello stesso belga su Gagliardini. Nel primo tempo è Icardi a commettere fallo su Fazio nell'area di rigore della Roma, per cui tutto regolare. Il conto dei rigori si inverte nella ripresa: era da rigore il tocco di Strootman su Eder e l'arbitro Tagliavento tira dritto, mentre lo stesso direttore di gara concede il penalty per l'intervento di Medel su Dzeko.

Il Napoli perde in casa e molti pensano ad ADL 26 Febbraio 11:25

Al termine di Napoli-Atalanta si sono scatenati i commenti di opinionisti ed addetti ai lavori. A fine gara ha espresso un commento anche Michele Criscitiello, giornalista di Sportitalia. Sul suo profilo Twitter ha attaccato apertamente la società, nella figura di Aurelio De Laurentiis. Secondo il direttore, la sconfitta del Napoli di quest’oggi è figlia delle esternazioni di ADL al termine del match con il Real Madrid. Ecco cosa ha detto: “Prego De Laurentiis. Lo hai voluto tu…“.

Napoli-Atalanta: partenopei superiori secondo Gasp 24 Febbraio 15:02

"Sei punti tra noi e il Napoli sono veramente pochi, le differenze nei valori sono molto più ampie. Ma la classifica dice che possiamo andare a giocarcela". Alla vigilia della sfida dell'Atalanta al San Paolo, l'allenatore Gian Piero Gasperini lascia aperta ogni porta. "Loro avranno la Juve in Coppa Italia e il Real Madrid in Champions - ha osservato - Speriamo di sfruttare la situazione, ma sono convinto che troveremo una compagine molto determinata. Ci giocheremo le nostre chance partendo da una fase difensiva a tutto campo, che è la base di tutto". Proprio nella gara d'andata Gasperini varò la linea verde che avrebbe fatto le fortune dei nerazzurri fino a portarli al quarto posto.

Juventus-Empoli con Neto fra i pali bianconeri 24 Febbraio 15:00

Massimiliano Allegri medita di cambiare la Juventus per la partita di domani con l'Empoli in campionato. "Sicuramente ci saranno dei cambiamenti, ho due allenamenti per decidere e martedì c'è anche l'importante sfida con il Napoli", ha osservato il tecnico, costretto ieri a rinunciare all'allenamento per il ritardato rientro dal Portogallo. "Domani gioca Neto, proprio in previsione di martedì - ha annunciato Allegri - Khedira è più probabile che riposi, mentre Higuain lo valuterò oggi. Marchisio? L'ideale è che faccia una partita a settimana, ha bisogno di tempo per crescere di condizione e domani potrebbe essere titolare".

Media inglesi: Allegri all'Arsenal ma Wenger non in Cina 23 Febbraio 16:14

Stando a quanto riferito dalla stampa inglese, le quotazioni di Massimiliano Allegri come possibile sostituto di Arsene Wenger sulla panchina dell'Arsenal solo in netto rialzo: gli ottimi risultati in campionato ma soprattutto sul palcoscenico europeo, avrebbero convinto la dirigenza dei 'Gunners' a puntare forte sull'ex tecnico del Milan. Per quel che riguarda Wenger, le probabilità che firmi un rinnovo con il club londinese sono ormai infinitesimali. "Non importa cosa accadrà - ha detto lo stesso trainer transalpino - io il prossimo anno allenerò, qui o altrove. Ho parlato con la dirigenza ma non voglio dire cosa pensano i dirigenti del mio futuro. Quello che conta è il club, non il mio futuro". Parole che hanno il sapore del commiato. Di certo - secondo quanto riferito dal tabloid britannico 'Daily Mail' - l'allenatore francese non andrà in Cina.

Voli aerei, ritardo Juve dopo la vittoria ad Oporto 23 Febbraio 15:46

La Juventus ha dovuto rinviare il rientro a Torino, previsto nella tarda mattinata di oggi, per un problema tecnico al charter di Alitalia che avrebbe dovuto atterrare all'aeroporto di Caselle alle 13.35. I bianconeri hanno così dovuto prolungare il soggiorno nell'hotel e dovrebbero rientrare soltanto alle 18 allo scalo di Torino. E' saltato quindi l'allenamento previsto nel pomeriggio a Vinovo ed i giocatori si sono dovuti accontentare di attività nella palestra dell'albergo. A rivelare il contrattempo è Claudio Marchisio: "Mentre aspettiamo di tornare a casa, - ha scritto su Instagram il centrocampista bianconero - conosciamo meglio questo paese".

Ritorno Europa League, Fiorentina senza Milic 22 Febbraio 16:29

Infortunio in casa Fiorentina alla vigilia della sfida di Europa League contro il Borussia Mönchengladbach. I Viola non potranno contare per la sfida contro i tedeschi dell'esterno Hrvojie Milic. Il club toscano - attraverso il proprio sito ufficiale - ha reso noto che il calciatore a seguito di uno scontro di gioco ha riportato una frattura al setto nasale.

Bonucci e Verrati al centro dell'attenzione del Ct Ventura 22 Febbraio 16:27

Il caso Bonucci, escluso per la sfida di Champions League contro il Porto, dopo la discussione avuta sul campo con Allegri durante Juventus-Palermo, continua a far discutere. Il tecnico della Nazionale, Giampiero Ventura, ha detto la sua in merito al provvedimento, adottato dal club bianconero: "Ci saranno stati motivi validi - ha ammesso in conferenza stampa il Ct - La decisione è stata presa da una grande società". Il tecnico della Nazionale ha parlato anche del futuro del suo centrocampo, che con Verratti e Gagliardini sembra davvero in buone mani: "A Verratti auguro tanta salute. Se sta bene è il futuro della Nazionale. Gagliardini? Ha enormi potenzialità, l'ho convocato prima che lo conoscessero tutti".

Berardi: sono stato più vicino alla Juve che all'Inter 21 Febbraio 15:57

Il periodo buio è alle spalle e ora Domenico Berardi vuole riprendersi subito alla grande. Convocato per lo stage della Nazionale di Giampiero Ventura, l'attaccante del Sassuolo ha dichiarato: "Ho avuto un periodo difficile, ma grazie ai dottori ne sono uscito. Adesso sto meglio e spero di aiutare il Sassuolo a fare di più e magari anche per la maglia azzurra. A chi sono stato più vicino tra Juve e Inter? Sono stato più vicino alla Juve. Di Francesco? Ho un ottimo rapporto, ho ambizioni e anche lui. E’ giusto che in futuro possa andare in un grande Club”.

Coppa Italia: niente trasferta a Torino per i tifosi del Napoli 21 Febbraio 15:56

Come già accaduto in occasione del match di campionato, i tifosi del Napoli non potranno entrare nello stadio per assistere alla gara contro la Juventus del prossimo 28 febbraio valida come andata delle semifinali di Coppa Italia. La decisione è stata presa dal prefetto di Torino, Renato Saccone, il quale ha disposto il divieto di vendita dei biglietti ai residenti nella regione Campania, compresi quelli che posseggono la tessera del tifoso, e la chiusura del settore 'tribuna nord' riservata agli ospiti.

Juventus: in arrivo la multa per Leonardo Bonucci 20 Febbraio 13:53

L'episodio della lite tra Bonucci e Allegri al termine di Juventus-Palermo 4-1, non è il primo che si verifica da quando il tecnico toscano siede sulla panchina della Vecchia Signora. In passato infatti anche Khedira, Mandzukic, Higuain, Lichtsteiner e Dybala avevano avuto battibecchi più o meno grandi con il tecnico toscano al momento della sostituzione. Se però nel caso di Paulo Dybala ad esempio - con il calciatore argentino che aveva negato la stretta di mano ad Allegri - erano bastate le scuse del diretto interessato, per Bonucci la decisione della Juventus è stata differente.Il club bianconero infatti, secondo quanto riportato dall'edizione odierna di Tuttosport, ha deciso di multare il difensore della nazionale azzurra, dando un messaggio molto chiaro alla squadra e all'intero ambiente: non saranno più tollerate reazioni del genere.In casa Juventus però, al momento sembra essere tornato il sereno, con Bonucci e Allegri che hanno focalizzato la loro attenzione sulla fondamentale sfida contro il Porto: le liti dunque sono state messe da parte, si pensa solo alla Champions League, chiodo fisso nel mondo bianconero.

Inter: record Pioli negli ultimi 15 minuti di gioco 20 Febbraio 13:48

Nonostante tutti i problemi di inizio stagione, l’Inter è tornata a correre ed anche tanto. I nerazzurri macinano chilometri e lo fanno fino a fine gara, come dimostrano i 13 gol segnati negli ultimi 15 minuti di partita, fra cui anche il sigilli di Gabigol a Bologna. E' proprio questo il record detenuto dai nerazzurri in questa Serie A, nessuna squadra del massimo campionato ha segnato così tanto. Si dice soddisfatto della cosa anche il tecnico Stefano Pioli:: “I miei giocatori che non mollano mai. E' importante insistere perché non abbiamo ancora fatto niente. Le nove vittorie nelle ultime 10 partite sono tanta roba ma gli altri corrono forte e noi non possiamo fare altro che provarci nonostante sarà difficile tenere certi ritmi”. Il record di Pioli all'Inter è davvero ottimo, su 13 partite sulla panchina dei nerazzurri, sono ben 10 le vittorie, 2 le sconfitte ed 1 pareggio per una media punti pari a 2,38 punti a partita in Campionato.

50 anni: compleanno ad Amatrice per Roberto Baggio 18 Febbraio 17:21

"E' molto emozionante, la televisione non rende reale la situazione perciò sono venuto per rendermi conto di persona". E' quanto ha detto l'ex campione di calcio Roberto Baggio lasciando l'ufficio del sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, nel corso della sua visita a sorpresa nel comune reatino colpito dal sisma. "Con Pirozzi - ha aggiunto Baggio - resteremo in contatto e cercheremo di fare qualcosa di concreto".

Pescara, Zeman va a Genova senza Alberto Gilardino 18 Febbraio 17:23

Sono 23 i biancazzurri convocati da Zdenek Zeman per la gara contro il Genoa in programma all'Adriatico domani alle 15. L'elenco è stato diramato dal tecnico del Pescara dopo la rifinitura che ha fatto svolgere alla squadra questa mattina. Fra i nomi non figura quello di Alberto Gilardino, che si è recato a Roma per sottoporsi ad una visita di controllo al ginocchio con il professor Cerulli. Per capire l'entità del problema che lo affligge da oltre un mese, il 34enne attaccante ha deciso di affidarsi allo specialista che in passato lo ha già operato al menisco. Oltre a Gilardino, non sono stati convocati gli altri due infortunati Bahebeck e Campagnaro.

Pjanic, un pezzo di cuore è ancora a Roma 17 Febbraio 18:35

Sente la mancanza di Roma ma si trova bene a Torino: 'pentimento' a metà per Miralem Pjanic che ha parlato di presente e passato in un'intervista ad 'avaz.ba'. Il centrocampista parte dal suo arrivo in bianconero: "Sono felice qui anche se mi manca l'aria di Roma. Qui non c'è il sole tutto l'anno, il clima è più freddo: è una grande differenza ma ci si abitua a tutto. Dzeko? Lui ed Higuain sono i migliori attaccante del campionato e credo che lotteranno fino alla fine per la classifica dei marcatori. La Roma gioca in maniera più offensiva rispetto alla Juventus e Dzeko ha avuto tante palle gol: ora le sta sfruttando bene. Per noi sarà dura fino al termine della stagione. Sarei contento se noi vincessimo lo scudetto e Dzeko la classifica dei marcatori. alla Juventus mi trovo bene con Dybala, Higuain, Mandzukic, Pjaca e Khedira: stiamo sempre insieme. Mi conoscevano già come calciatore quando giocavo alla Roma, ma adesso mi conoscono anche come persona. Giocare con calciatori del genere è un onore, è un privilegio indossare la maglia della Juventus".

Zeman: le prime parole del boemo a Pescara 16 Febbraio 16:29

"Speriamo vada tutto bene. Se così sarà, domani dopo l'allenamento, parleremo". Sono le parole pronunciate dal tecnico Zdenek Zeman all'arrivo al centro sportivo del Pescara Poggio degli Ulivi, a Marina di Città Sant'Angelo, in compagnia del presidente Daniele Sebastiani e dei due direttori Peppino Pavone e Luca Leone. Zeman con il patron e i dirigenti biancazzurri si sono poi diretti negli spogliatoi per incontrare la squadra. In precedenza, c'era stato un pranzo in un noto ristorante.

Il Campionato degli infortunati: il punto 16 Febbraio 14:45

La situazione dei principali infortunati della Serie A. Juventus: a preoccupare in casa bianconera è la situazione relativa alla BBC, vale a dire Bonucci, Barzagli e Chiellini. Se per quanto riguarda il primo, non ci sono da segnalare particolari problematiche, molto più complessa è la situazione che riguarda Barzagli e Chiellini. Entrambi i calciatori al momento sono fermi ai box per noie muscolari e la recidività dei loro infortuni desta molta preoccupazione in casa bianconera: per la sfida contro il Porto, nessuno dei due riuscirà a recuperare, ma in tal senso Allegri ha già pronti i sostituti, con uno tra Benatia e Rugani a far coppia con Bonucci.

In casa Inter invece, a preoccupare Pioli è la situazione del centrocampo. Alla vigilia della sfida contro l'Empoli, Banega ha riportato una distorsione al ginocchio, ma per la trasferta di Bologna dovrebbe esserci. Chi invece con ogni probabilità non ci sarà, è Marcelo Brozovic: il centrocampista croato ha riportato la frattura della falange del quarto dito del piede destro e dovrà stare fermo per almeno tre settimane. Nelle ultime ore si era ipotizzato un "miracolo" da parte del calciatore croato, che grazie all'aiuto di una protezione (ortesi), avrebbe potuto stringere i denti. In realtà però, i rischi sarebbero troppo alti.

Milan: dopo la doccia gelata dell'infortunio occorso a Giacomo Bonaventura, con l'ex calciatore dell'Atalanta che sarà costretto a guadare i compagni da bordocampo per i prossimi mesi, in casa Milan è emergenza anche in difesa. Al momento infatti, il pilastro del reparto arretrato rossonero, vale a dire Alessio Romagnoli, è fermo ai box e, secondo quanto riportato da "La Stampa", gli ultimi aggiornamenti rivelano come il difensore della nazionale azzurra dovrà stare lontano dai campo di gioco per le prossime tre settimane.

Roma: in queste ore in casa giallorossa tutta l'attenzione è rivolta al dramma sportivo vissuto da Alessandro Florenzi. Il centrocampista della Roma infatti, ha rimediato in allenamento un nuovo infortunio al ginocchio e secondo quanto riportato da "Il Tempo", una prima risonanza effettuata nella giornata di martedì avrebbe evidenziato la lesione del legamento crociato. Secondo il quotidiano romano il Professor Mariani avrebbe già visionato questi esami e se la diagnosi dovesse essere confermata, Florenzi dovrebbe restare fermo per i prossimi 6-7 mesi.

Lazio, nel derby di coppa Italia ci sarà Marchetti 15 Febbraio 16:27

Sabato sera a Empoli in porta, nella Lazio, ci sarà ancora Strakosha, perché Marchetti ha un problema al menisco del ginocchio destro: niente operazione per il portiere, ieri visitato dal dottor Rodia. Decisa la terapia conservativa, l'obiettivo è recuperarlo per la sfida del 26 contro l'Udinese: nel derby del primo marzo ci sarà. Ieri è partita la vendita dei biglietti per l'andata delle Semifinali di coppa Italia, a rilento come la Lazio: 4 punti nelle ultime 4 gare. Ma il quarto posto è lì a un passo, vietato mollare.

Riccardo Saponara: devo ripagare Firenze 14 Febbraio 16:34

Riccardo Saponara, nuovo arrivato in casa Fiorentina a Gennaio, ha parlato a 'Il Tirreno': "È stato tutto molto veloce. Sapevo da qualche giorno di un possibile interesse della Fiorentina nei miei confronti, ma non credevo che sarebbe arrivata un’offerta né tantomeno che avrebbe portato a una mia cessione. Sono contento che l’Empoli, e ne sono grato, mi abbia dato questa possibilità. Con gli azzurri la storia era finita? Lo penso anche io. Quando è arrivata l’offerta viola ci siamo trovati d’accordo sul fatto che era la soluzione migliore. A Firenze ho trovato un affetto sorprendente. Ora dovrò ripagare tutta questa fiducia e quella della società che ha deciso di investire su di me non certo nel periodo migliore della mia carriera".

Inter, anche a Bologna problemi di formazione 13 Febbraio 11:58

Stefano Pioli, dopo il successo sull'Empoli, potrebbe trovarsi nei guai e il motivo è presto detto: oltre alle squalifiche di Ivan Perisic e Mauro Icardi (accolto il ricorso per l'esterno croato con le giornate di squalifiche che sono passate da 2 giornate ad una sola, mentre per il centravanti argentino sono rimaste due le giornate di squalifica), e l'infortunio del centrocampista croato, Marcelo Brozovic, che rischia di star fuori tra le tre e le quattro settimane, c'è da monitorare la situazione diffidati. Tra questi, infatti, ci sono i due difensori, Joao Miranda e Gary Medel, ritenuto appunto un difensore ormai dal tecnico Pioli, ed il centrocampista francese, Geoffrey Kondogbia. Da monitorare, in particolar modo, la situazione relativa all'ex Monaco visto che con Brozovic out e dopo le cessioni di Felipe Melo al Palmeiras e di Assane Gnoukouri all'Udinese il reparto è ridotto ai minimi termini.

Kalinic-Cina: Se parte Paulo Sousa ci ripenso 11 Febbraio 10:36

Le dichiarazioni odierne del centravanti della Fiorentina, dopo le molteplici avances del Tijanjin: "È stato un mese lungo e complicato, ma ho cercato di mantenere la concentrazione sul lavoro. Del resto, la scelta l’avevo fatta: Firenze e la Fiorentina. Con un sì sarebbe stato tutto fatto. Anche se non so cosa avrebbe detto la società. Premetto che non so di preciso quanto fosse l’offerta. Ma i soldi non sono tutto nella vita. Sono arrivato nel calcio vero da appena un anno e mezzo e non volevo andarmene. Penso di avere ancora tanto da dare e da fare in Europa. Ho un’idea precisa in testa: affrontare i grandi campioni e giocare partite importanti. Cannavaro insiste? Mi ha chiamato a Gennaio. Ma per me il discorso è chiuso e non si è mai riaperto. Se resterei anche senza Paulo Sousa? Dovrei fare una riflessione in più. La sua presenza è molto importante. È un grande allenatore e gli devo tutto. Mi ha voluto qui e mi ha fatto rinascere. In ogni caso ho due anni di contratto. Champions? Vorrei giocarla. Quest’anno è quasi impossibile, ma tra un anno avremo più possibilità di raggiungerla".

Allegri-Arsenal: prove di dialogo, anche se Marotta...10 Febbraio 15:50

L'Arsenal avrebbe già nel mirino il tecnico livornese che a partire dal prossimo Giugno potrebbe lasciare la panchina bianconera. Dalla dirigenza inglese arrivano già i primi contatti ma la Juventus non sembra disposto a cedere Allegri. E la conferma arriva dall'amministratore delegato bianconero Beppe Marotta: "Non ci sono i presupposti per un addio. Lui ha un contratto con noi e abbiamo un ottimo rapporto", ha affermato. Lo stesso #Massimiliano Allegri preferisce non sbilanciarsi su un suo probabile trasferimento in Inghilterra: "Non smentisco e non confermo. Sono in sintonia con la dirigenza da quanto sono arrivato. Rinnovo del contratto? Questo dipende dalla società", ha spiegato il tecnico bianconero.

Pescara: silenzio stampa e pensieri solo al campo 9 Febbraio 12:53

In vista della gara con il Torino, Pescara ancora scosso dopo l'attentato incendiario che ha distrutto nel cortile di casa due autovetture del presidente Daniele Sebastiani. Fino al 91' della sfida esterna con i granata, si legge sul sito ufficiale del Pescara, non ci saranno dichiarazioni dei tesserati, compresa la conferenza stampa della vigilia del tecnico Massimo Oddo. Un 'silenzio stampa', nei fatti, per solidarietà nei confronti del presidente e anche per ritrovare la giusta serenità dopo la pesante sconfitta con la Lazio per 6-2. Sul fronte indagini, prosegue il lavoro della Digos per dare un volto e un nome agli autori dell'attentato. Attenzione puntata alle immagini delle telecamere, che - si apprende - mostrerebbero qualcosa. Nelle prossime ore potrebbero poi essere prese in esame eventuali misure per la tutela dell'incolumità del patron biancazzurro.

Torino, il mito Leo Junior all'attacco del presidente Cairo 9 Febbraio 12:50

Leo Junior non riserva parole dolci all'odierno Torino, in riferimento alla gestione di Urbano Cairo. L'ex campione brasiliano, che sfiorò lo scudetto con i granata nel 1985, è stato intervistato da 'Tuttosport', tra ricordi di un Toro passato a la delusione per quanto resta oggi: "Durante i massaggi Giunta e Tardito parlavano in piemontese. Io non capivo nulla e gli davo dei maleducati. Poi a un certo punto li 'minacciai' in dialetto, avvertendoli che potevo capire tutto ciò che si dicevano". Junior su Cairo: "Capii subito chi era Cairo, tanti anni fa, quando lo incontrai. Voleva che facessi l'osservatore del Toro in Brasile, per i suoi occhi belli. Gli interessano i soldi e chiudere i bilanci in attivo. Il Torino viene dopo. Voleva guadagnare e vedere una squadra a metà classifica non mi sorprende. I giocatori migliori si vendono dopo due o tre stagioni e non viene costruita una struttura dirigenziale e un grande spogliatoio. L'Europa sarebbe la dimension giusta. A Cairo però basta così!".

Lazio, l'ultimo pensiero di Hernanes è per Roma 8 Febbraio 13:58

Il 'Profeta' Hernanes è pronto per dire addio alla Juventus e all'Italia e trasferirsi in Cina per vestire la maglia dell'Hebei Fortune. Il centrocampista brasiliano ha pubblicato su Facebook un selfie che lo immortala davanti al Colosseo, con la didascalia: "Questa immagine è ciò che mi ha attratto in italia. Ora che sto andando via, è l'ultima cosa che vedo".

Juve-Inter: adesso arriva anche Repubblica...8 Febbraio 11:39

Dopo le foto e le immagini inedite del dossier Inter/Inter Channel, ecco nuove rivelazioni su questo interminabile Juventus-Inter. La Repubblica, infatti, svela un retroscena su quanto successo durante il derby d'Italia, affermando che il centravanti argentino avrebbe apostrofato Orsato con un "Bravo fenomeno". Ma durante la partita sarebbero stati due i bianconeri a rendersi protagonisti di insulti verso Rizzoli. Il primo è il centrocampista bosniaco, Miralem Pjanic, che dopo un ammonizione ricevuta ha mandato palesemente a quel paese il direttore di gara; l'altro è il centravanti argentino bianconero, Gonzalo Higuain, che avrebbe usato parole ostili nei confronti dell'arbitro e, secondo sempre Repubblica, il labiale sarebbe inequivocabile. Senza dimenticare Stephan Lichtsteiner, che al momento della sostituzione, si è lasciato andare ad un'evidente bestemmia. L'arbitro Rizzoli, però, come successe qualche anno fa quando il capitano della Roma, Francesco Totti, lo mandò più volte a quel paese, e come successo lo scorso anno con il quasi testa a testa con Leonardo Bonucci per proteste durante il derby di Torino, ha voluto sorvolare sia con Pjanic, sia con Higuain. La domanda che sorge spontanea è: Perchè non ha fatto lo stesso con i due calciatori dell'Inter?

Crotone-Juventus: formazioni probabili 6 Febbraio 12:22

In occasione della gara casalinga contro la Juventus, il tecnico del Crotone Mister Davide Nicola potrebbe pensare di schierare i suoi uomini attraverso il 4-4-2, come possibile modulo per contrastare l'avanzata bianconera. Padroni di casa che provengono dal ko esterno contro il Palermo, maturato nel corso del passato weekend, per 1-0. Bianconeri che, invece, sono galvanizzati dalla vittoria ottenuta in casa contro l'Inter, nell'accesissimo derby d'Italia di domenica sera. Crotone che si trova al diciannovesimo posto in classifica, contro il primo dei padroni di casa. Assente il rossoblu Rohden, a causa di un infortunio. Non ci sarà nemmeno lo squalificato Crisetig. Unico dubbio per ciò che riguarda i crotonesi: al ballottaggio ci sono Martella e Sampirisi, con il primo favorito sul secondo. Il toscano Massimiliano Allegri, in vista della partita contro il Crotone di mercoledì pomeriggio, potrebbe pensare di schierare i suoi uomini con il modulo 4-2-3-1, affidandosi ad Higuain come unica punta, ad insidiare la difesa dei calabresi. Tutto pronto, dunque, per la sfida dell'Ezio Scida in programma per mercoledì pomeriggio, alle ore 18, presso l'impianto calabrese. In palio ci sono 3 punti preziosi, nella gara valida per il recupero della diciottesima giornata di campionato di Serie A.

CROTONE (4-4-2): Cordaz; Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella; Nalini, Capezzi, Barberis, Stoian; Falcinelli, Trotta

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Dani Alves, Barzagli, Chiellini, Asamoah; Marchisio, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain.

Squalifiche Perisic e Icardi: dipende dal referto 6 Febbraio 12:15

Le proteste dell'Inter non sono di certo mancate e durante i minuti finali della partita per gli episodi da rigore di Juventus-Inter, ed ecco che il nervosismo ha giocato brutti scherzi per Perisic e Icardi. Entrambi sono a rischio squalifica e in queste ore si attendono i responsi che potranno condizionare pesantemente le prossime partite dei nerazzurri. Perisic è stato espulso nei minuti di recupero del secondo tempo, il referto arbitrale condizionerà l'entità della squalifica. Il croato potrebbe saltare non solo l'Empoli e il Bologna, ma anche il big match contro la Roma. Decisive saranno le parole trascritte da Rizzoli nel referto arbitrale. Nel caso in cui le proteste non venissero giudicate offensive, Perisic potrebbe guadagnare una sola giornata di squalifica. Diverso il caso in cui dovesse essere accusato di 'espressioni ingiuriose' in quanto la squalifica potrebbe prolungarsi fino a due o più giornate. I guai per l'Inter sono appena iniziati. Oltre alla squalifica di Perisic, si teme la stessa sorte anche per il capitano Mauro Icardi, che a fine partita accecato dal nervosismo scaglia il pallone in direzione dell'arbitro Rizzoli, mancandolo di poco. Un gesto non voluto, ma che potrebbe costargli caro. A nulla sono valse le spiegazioni dell'argentino nel lungo confronto con Orsato, arbitro di porta, il quale ha minacciato di riportare tutto per filo e per segno nel referto arbitrale. Si temono anche per lui tre giornate di squalifica, sperando che la vicenda non si complichi ulteriormente. Dita incrociate in casa Inter.

Donadoni perde male e bacchetta l'arbitro 5 Febbraio 09:52

"Non classifico le sconfitte, ma va da sé che questo è un passivo pesante: una partita cominciata male e finita peggio. Abbiamo anche avuto qualche chance per reagire, ma la differenza sta anche nel buttarla dentro e i nostri avversari sono molto più incisivi. E' una sconfitta pesante, una giornata in cui ci è andato tutto o quasi male". Così Roberto Donadoni ha commentato la clamorosa sconfitta contro il Napoli. "La mancata espulsione di Callejon - prosegue l'allenatore del Bologna - in occasione del rigore? Le chiare occasioni da gol sono quelle a 20 metri dalla porta, non quelle a tre. Certi errori sono talmente madornali che io faccio fatica a capire. Sul rigore ci hanno pensato 5' prima di darlo, sul fallo di Masina pochi secondi. Credo nella buona fede di tutti, ma ci sono dei limiti - ha concluso -. Se riprenderei Cassano al Bologna? So che Antonio è svincolato ma, se non l'ha fatta prima questa operazione, trovo assurdo si possa fare adesso. Io voglio bene a Cassano e spero torni in campo".

Nuovo stadio Roma: il Comune non è favorevole 3 Febbraio 15:57

Nella giornata di ieri l’Amministrazione del Comune di Roma ha consegnato alla Regione Lazio le sue conclusioni sul progetto del nuovo stadio della Roma che dovrebbe sorgere a Tor di Valle. Nel documento viene precisato come il parere di Roma Capitale sia ‘non favorevole’. Il parere, notificato ieri in mattinata, è solo di natura amministrativa e non costituisce posizione politica, lascia pochi spazi di manovra alla società e al costruttore Luca Parnasi, in particolare si contestano alcune criticità, tra cui la sicurezza stradale e idraulica, la carenza di aree per il parcheggio, la bocciatura al sistema di viabilità e a quello del trasporto pubblico appositamente studiati per il nuovo impianto, ma più in generale una mancanza di documentazione.

Grenier a Roma per prendersi la rivincita sul Lione 3 Febbraio 15:50

Si è svolta la conferenza di presentazione per Clement Grenier, l'ultimo arrivato nel calciomercato della Roma: "Ho avuto due seri infortuni e ho saltato anche il Mondiale in Brasile. Ora però sto bene e gli infortuni mi hanno aiutato a diventare più forte. Quando sono rientrato però non rientravo nei piani dell'allenatore, non so il motivo: ho comunque lavorato per farmi trovare pronto. Voglio dimostrare al Lione che si è sbagliato su di me e alla Roma che ha fatto bene a prendermi. Voglio riprendermi la Nazionale e dipende da quello che farò nella Roma. Sono arrivato in uno dei migliori club d'Europa, non è stato difficile trovare l'accordo. La Serie A è competitiva e molto tattica, la Roma è vicina alla Juventus e spero di poterla superare. Possiamo giocarcela con loro, senza dubbio. Ho parlato con Yanga Mbiwa e Pjanic, sapevo di arrivare in un grande club, mi hanno parlato benissimo di Roma e della Roma".

Lichtsteiner e Juventus: un rapporto recuperato 2 Febbraio 12:54

Stephan Lichtsteiner e la Juventus, un matrimonio che sembrava destinato a interrompersi e che invece continuerà ancora per un anno e mezzo. Il 33enne esterno destro svizzero era in scadenza di contratto il 30 giugno 2017, ma attraverso il proprio sito ufficiale il club bianconero ha annunciato il nuovo accordo con calciatore. Lichsteiner, arrivato nel 2011 a Torino dalla Lazio, ha firmato il prolungamento contrattuale con la Juventus fino al 30 Giugno 2018.

Spalletti: Paredes e Manolas restano qui 31 Gennaio 14:50

Le dichiarazioni pre Roma-Cesena di Luciano Spalletti: "Nei giorni scorsi quandi parlavo con Paredes, gli ho chiesto se voleva andare via. Lui mi ha detto di no, poi succedono operazioni di mercato anche contro la volontà di qualcuno. Questa risposta mi ha fatto molto piacere. Il fatto che lui a fine partita ha detto che restava qui, rafforza la ricerca e la chiusura che secondo me era importante che avesse la mia squadra. Mi sta bene che non è stato preso nessuno. E' capitata l'occasione Grenier che secondo noi ci farà vedere la qualità che ha fatto intuire quando ha giocato con continuità. Manolas? Se la Roma è una squadra forte e si ritiene al livello della Juventus è per questi calciatori qui. Quando ci si dice che la Roma deve lottare per lo scudetto è per questi calciatori qui: Nainggolan, Strootman, Manolas... Lui scontento per non aver giocato una partita? Mica la reazione deve essere andare via. Le formazioni vanno fatte tramite scelte e ci sono sempre tre soluzioni: la mia, la tua e quella giusta. La stima per Manolas resta immutata. Se la partita di domenica si può recuperare, quella di domani sera no. Manolas domani sera va in campo e comanda la difesa in maniera corretta, far vedere di essere leader".

Lazio, Lucas Biglia ha deciso di rinnovare 31 Gennaio 14:40

Lucas Biglia ha il contratto in scadenza nel 2018 e nelle scorse settimane sembrava lontano l'accordo tra il patron biancoceleste e l'entourage del regista argentino. Nella gara contro il Chievo il capitano è stato contestato dai tifosi: si è parlato addirittura di uno sputo ricevuto da Biglia da parte di un tifoso. Il giocatore biancoceleste, però, sembra voler procedere verso il rinnovo del contratto. Claudio Lotito ha messo sul tavolo un contratto da 2,8 milioni di euro a stagione fino al 2021. Una proposta chiara e decisa che dimostra l'importanza del capitano per la Lazio. Biglia sembra aver sciolto ogni dubbio e firmerà all'arrivo del suo agente in Italia.

Il Palermo: sfiora il colpo a Napoli e poi cede Quaison 30 Gennaio 16:35

Il Palermo continua a vendere. Dopo Hiljemark, sta per lasciare i rosanero anche Robin Quaison. Lo svedese ha trovato l'accordo con i tedeschi del Mainz e a breve arriverà la fumata bianca. In uscita anche Vitiello e Diamanti. Sul fronte entrate, il direttore sportivo Nicola Salerno sta pensando a Ibarbo ma la pista è complicata.

Juventus, niente Luiz Gustavo: lui resta a Wolfsburg 30 Gennaio 14:58

Luiz Gustavo, a meno di colpi di scena, non sbarcherà a Torino in questa sessione del calciomercato. Olaf Robbe, Ds del Wolfsburg, allontana forse definitivamente la possibilità di un passaggio del centrocampista brasiliano in bianconero: "Sono soltanto rumors, Luiz Gustavo resterà con noi", ha sentenziato a 'Kicker' il dirigente dei 'Lupi'. Sfuma così un'altra pista in mediana per Marotta, che in queste ultime ore della finestra invernale potrebbe virare sul romanista Paredes.

Galliani 38 di febbre: salta la trasferta di Udine 28 Gennaio 17:55

La febbre alta costringerà, Adriano Galliani, a seguire domani la trasferta del Milan a Udine a casa davanti alla tv, saltando la prima partita dei rossoneri dopo oltre tre anni. Di rado è successo in passato, più che altro in occasione di complesse trattative di mercato che hanno impegnato l'amministratore delegato all'estero. Ad esempio, all'inizio di gennaio del 2011, quando Galliani saltò un paio di sfide di campionato perché in Brasile per definire la cessione di Ronaldinho al Flamengo. E poi nel settembre 2013 quando, impegnato a Madrid a trattare il ritorno di Ricardo Kakà al Milan, veniva aggiornato dai giornalisti sull'andamento di una partita a San Siro contro il Cagliari. Questa volta la causa di forza maggiore è un'influenza per cui i medici hanno sconsigliato a Galliani il viaggio in Friuli.

Dybala-Juventus al 2021: accordo ormai in vista 27 Gennaio 16:08

Trattativa alle ultime battute tra la Juventus e Paulo Dybala per il rinnovo del contratto. L'agente del calciatore sta incontrando, a Torino, i dirigenti bianconeri per mettere a punto gli ultimi dettagli. Il nuovo accordo, con consistente adeguamento dell'ingaggio, dovrebbe prevedere il prolungamento fino al 2021. Non è escluso, come riferisce Premium Sport, che l'annuncio dell'intesa arrivi già nelle prossime ore.

Juve, inchiesta biglietti: no a penalizzazione in punti 27 Gennaio 10:07

"L'art.1 bis del Codice di giustizia sportiva non prevede un minimo e un massimo sanzionatorio: tuttavia, in ipotesi di affermazione di responsabilità, allo stato tutta da dimostrare, escludo che il Tribunale federale possa irrogare la sanzione della penalizzazione di punti in classifica per il club bianconero": è il punto di vista dell'avvocato Mattia Grassani, esperto di diritto sportivo, interpellato dall'Ansa dopo l'inchiesta della Procura di Torino sulle infiltrazioni della 'ndrangheta in curva. Viceversa, per Grassani (che definisce "possibile" il ricorso al patteggiamento), "appare certamente più probabile che, in sede dibattimentale, la Procura federale possa chiedere l'irrogazione dell'inibizione per le persone fisiche, sempre previa dimostrazione della loro colpevolezza".

Centro Italia: Buffon è con le popolazioni colpite 26 Gennaio 16:09

E' partita l'iniziativa benefica del capitano della Nazionale e della Juventus, Gianluigi Buffon, finalizzata a raccogliere fondi per le popolazioni del Centroitalia, messe in ginocchio dal terremoto. Collegandosi a CharityStars, piattaforma specializzata nella raccolta fondi online con personaggi famosi e grandi aziende, da oggi e fino al prossimo 27 Febbraio, sarà possibile effettuare donazioni per sostenere la causa e vincere premi. Dalle sue fasce di capitano alle maglie e alle scarpe da gioco autografate. Il partecipante più fortunato potrà coronare il sogno di incontrare Buffon. "Forza ragazzi, basta un piccolo gesto. Un piccolo mattone. Ma mattone dopo mattone, donazione dopo donazione, insieme faremo tanto per aiutare chi è oggi in difficoltà", ha detto il portiere degli azzurri.

Palermo, Zamparini prova a spronare Diego Lopez 26 Gennaio 16:05

"Il nostro scopo adesso è quello di dare una scossa alla squadra, poi bisogna vedere se Diego Lopez riuscirà a portare a casa i risultati. Siamo consapevoli che sabato ci sarà di fronte il Napoli. La salvezza è sempre possibile, certamente bisognerà fare una serie di risultati con una media di due punti a partita, cosa che non è mai successa. Penso che se Ballardini non fosse andato via, avremmo sicuramente 7-8 punti in più". L'ha detto il presidente del Palermo Maurizio Zamparini, intervistato da Radio Kiss Kiss dopo l'ingaggio del nuovo allenatore Lopez.

Real Madrid-Napoli: come arrivare ai biglietti 25 Gennaio 15:03

Il Napoli affronterà il Real Madrid negli Ottavi di finale di #Champions League il 15 Febbraio al Bernabèu. Dopo le lunghe file ai botteghini per accaparrarsi i tagliandi per la sfida di ritorno che si terrà al San Paolo il 7 Marzo, molti tifosi azzurri potranno avere la possibilità di assistere anche alla sfida in casa del Real. La vendita online dei biglietti per il settore ospiti è iniziata quest'oggi alle 10 sui circuiti Listicket e si protrarrà fino alle 18 di sabato 28 Gennaio fino ad esaurimento posti. L'acquisto avviene mediante la prenotazione di un voucher, il cui documento viene scaricato dal sito a procedura avvenuta. Tale documento deve essere presentato ai botteghini del San Paolo dal 1' al 3 Febbraio dalle ore 11 alle 17.In seguito all'espletamento di tali pratiche si riceverà il titolo di accesso al settore ospiti fornito dal Real Madrid.

Va ricordato che i biglietti sono nominativi e pertanto non cedibili. Su di essi verranno riportati gli estremi del documento d'identità presentato al ritiro e una mancata corrispondenza tra i due titoli non consentirà l'accesso allo stadio.

Real Madrid-Napoli, i prezzi del settore ospiti:

Secondo livello: 65€

Terzo Livello: 80€

(Al prezzo vanno aggiunte le spese di commissione di Listicket.)

Lite allo scoperto fra Caceres e Daniel Fonseca 25 Gennaio 14:35

Martín Cáceres non gioca da quasi un anno e di recente è stato in Turchia per firmare con il Trabzonspor. Un naufragato, sembra per problemi durante le visite mediche.Il giocatore, avvistato ieri a Milano, avrebbe così deciso di interrompere il rapporto con il suo agente, l’ex attaccante di Napoli e Juve Daniel Fonseca. Ma lo stesso Fonseca ha replicato: “Sento Martin tutti i giorni, finché non mi dirà di non parlare più per suo conto io continuerò a farlo, da quel momento smetterò. Il rapporto di fratellanza con Caceres non ha alcun bisogno di essere chiarito, è arrivata una proposta dalla Turchia e io non ero d’accordo, non devo chiarire se rappresento o meno Caceres. Ci parlo tutti i giorni, ora ha chance di giocare in Russia o Francia. Caceres deve solo ricominciare a giocare, poi tutto tornerà alla normalità".

Per Gabbiadini 3 ipotesi: Fiorentina, Tianjin o Dortmund 24 Gennaio 16:33

Stando agli ultimi rumors di mercato, Manolo Gabbiadini potrebbe essere dato in prestito dai partenopei alla Fiorentina in cambio di un diritto di prelazione sull'acquisto a giugno di Matias Vecino, che è un vecchio pupillo di Sarri.L'attaccante 25enne piace anche all'estero: in questi giorni la società partenopea ha rispedito al mittente le offerte provenienti dai club inglesi che non superavano i 16 milioni di euro. D'altronde la dirigenza azzurra non intende cederlo per meno di 20-22 milioni. Interessati al cartellino di Gabbiadini troviamo il club cinese del Tianjin Quanjian allenato da Fabio Cannavaro e il Borussia Dortmund.

Palermo, Corini saluta: Palermo in mezzo al guado 24 Gennaio 16:19

"Mi è dispiaciuto per la scelta di Corini, si era instaurato un buon rapporto. È una persona seria, in questi pochi giorni ho visto che ha ottime qualità". Lo ha detto il ds del Palermo Nicola Salerno commentando le dimissioni di Eugenio Corini. La settimana scorsa era stato proprio Salerno a convincere il presidente Maurizio Zamparini a rinnovare la fiducia al tecnico. Il Club cerca ora un nuovo tecnico. "Ballardini probabilmente non è convinto della situazione - ha proseguito Salerno - Il Palermo ha iniziato male, ma a volte qualche risultato dà la svolta, come per il Cagliari, la cui salvezza partì da un match con il Napoli. Abbiamo fatto una buona gara con l'Inter, ma c'è stata quella disattenzione difensiva. C'era anche un rigore per noi".

Spalletti rivaluta Fazio e sfida la Juventus 23 Gennaio 12:14

"Non abbiamo fatto un partita brillantissima, anche perché loro hanno fatto molto intensità in mezzo. Non siamo stati gli stessi delle scorse gare ma non ci siamo fatti prendere dal panico e non abbiamo fatto confusione. La partita comunque l'abbiamo fatta e la vittoria è meritata". Luciano Spalletti ha commentato così il successo della Roma sul Cagliari. Poi ha aggiunto: "Lo Scudetto è una corsa a tre? Il cammino è ancora lungo e bisogna essere bravi a rimanere sul pezzo. La Juve è fortissima ma noi dobbiamo far vedere che siamo attrezzati: i conti si fanno alla fine. La crescita di Fazio? Se ne parla poco ma gioca sempre lui, e qualcosa vorrà dire. In questo momento non possiamo fare a meno di Fazio".

Donadoni infierisce ancora su Mihajlovic 23 Gennaio 12:12

Gennaio 2016: Milan-Bologna 0-1, con Donadoni che vince a San Siro contro la squadra di Mihajlovic. Gennaio 2017: Bologna-Torino 2-0, con Sinisa che ne fa ancora le spese. Al tecnico del Bologna Roberto Donadoni poi non dispiace che il suo attaccante Mattia Destro non segni "se gioca sempre come ha fatto ieri e nelle ultime partite". Lo ha detto lo stesso tecnico degli emiliani intervenuto a 'Radio anch'io Lo sport'. "La partita di Destro ieri - ha aggiunto Donadoni - è stata estremamente positiva, è vero che non ha segnato, ma ha distribuito palloni importanti, ha portato palla, ha difeso. L'ho detto anche a lui, se continui con questa intensità e voglia, il gol lo fai. E anche se non lo fai, per me è sufficiente. Quando dico che credo più io in lui di quanto lui creda in sè stesso, dico il vero. Il calcio è fatto di tante componenti, se Destro mantiene questo trend, anche se non segna, a me va benissimo".

Inter, in estate Murillo verso la cessione 22 Gennaio 10:46

Jeison Murillo potrebbe essere ceduto la prossima estate dall'Inter, stando a quanto riportato da Interdipendenza. Il giocatore è stato molto vicino alla cessione già la scorsa estate quando lo Zenit sembrava molto vicino all'acquisto per 25 milioni di euro, con il cartellino di Ezequiel Garay nell'operazioe ma alla fine il colombiano ha rifiutato la destinazione russa. Per sostituirlo ci sono vari nomi sul tavolo, come quello di Rodrigo Caio, difensore brasiliano classe 93', in forza al San Paolo, e Josè Gimenez, difensore uruguaiano classe 95', in forza all'Atletico Madrid. Ma il nome in pole position, in questo momento, è quello del difensore greco della Roma classe 91', Kostas Manolas. L'altra sera è circolata una voce dalla Grecia secondo cui l'Inter avrebbe già concluso l'acquisto del giocatore per 42 milioni di euro, una notizia smentita però dall'agente del calciatore che ha ammesso che ci sono stati contatti con il club nerazzurro ma che non c'è ancora una vera e propria trattativa in corso tra Inter e Roma.

Chievo-Fiorentina 0-3: Paulo Sousa felice 22 Gennaio 10:28

Paulo Sousa ha elogiato la prestazione della Fiorentina. "Sono contento perche' questo era un campo difficile e un avversario tosto. Il Chievo pressa molto bene, abbiamo avuto qualche difficolta' nel superare la loro prima linea di pressione e innescare il nostro gioco in verticale. Però' siamo stati bravi nella gestione nella palla e bravi nello sfruttare le occasioni avute". Sousa sorride al Sanchez difensore, gia' schierato contro la Juventus. "E' un ruolo che ha gia' fatto con la sua Nazionale. Sta facendo bene, tutti giustamente ad elogiarlo, quando sbagliera' la prima partita tutti diranno che abbiamo fatto male a schierarlo li. Kalinic? Sono contento sia rimasto, l'ho detto. Lui e' un ragazzo che ha sempre dato il massimo per la squadra".

No secco di Kalinic: la sua Cina sono Firenze e la Fiorentina 20 Gennaio 17:18

E' arrivato a Milano l'agente di Kalinic, Erceg, per cercare di sbrogliare la matassa relativa al suo assitito. Il procuratore dell'attaccante croato si è subito diretto verso il 'Me Hotel', in questi giorni centro delle trattative più importanti del calciomercato. L'attaccante della Fiorentina, al centro di svariate voci di mercato, ha confermato la propria volontà di permanenza alla viola. Kalinic, a un passo dalla Cina, resterà nella rosa di Sousa. Lo ha confermato lo stesso attaccante viola.

Genoa, dopo Cagliari il tecnico Juric ha rischiato l'esonero 19 Gennaio 15:28

Il Genoa ha incassato l'ennesima sconfitta, questa volta in Coppa Italia contro una Lazio decisamente superiore. I rossoblu non si sono risparmiati dal punto di vista dell'impegno, ma i limiti tecnici sono lampanti e la squadra ha perso carisma e certezze con le cessioni di Rincon, Pavoletti e i gravi infortuni di Miguel Veloso e Mattia Perin. In queste ultime ore è emerso un retroscena che farà discutere: dopo la sconfitta di Cagliari, Ivan Juric ha rischiato grosso. Il presidente Preziosi avrebbe avuto un confronto molto duro con il suo tecnico, infastidito a sua volta dalle mosse societarie sul mercato: al mister croato non sono affatto piaciute alcune scelte di questo gennaio. Morosini e Beghetto sono gli unici innesti pronti, ma è evidente che il tecnico rossoblu non li ritenga ancora all'altezza per la Serie A. Taarabt è molto lontano da una forma fisica accettabile, mentre Pinilla sta cominciando a macinare minutaggio. Diverse divergenze e aria abbastanza tesa, con lo spogliatoio che fatica a ritrovare la compattezza auspicata da capitan Burdisso. La situazione era delicata, lo è ancora di più dopo la sconfitta di ieri. La tensione tra le parti è rientrata, ma è chiaro che un'altra sconfitta potrebbe complicare ulteriormente le cose.

Milan e Inter, Sacchi ed Herrera nella Top 9 dell'UEFA 19 Gennaio 15:26

La Uefa ha stilato la classifica delle squadre che hanno lasciato una traccia indelebile nella storia del Calcio. Tra le 9 formazioni individuate, figura inevitabilmente la Grande Inter allenata da Helenio Herrera, che tra il 1962 ed il 1967 riuscì a conquistare 3 scudetti, 2 Coppe dei Campioni e 2 Coppe Intercontinentali: sette trionfi indimenticabili per i tifosi nerazzurri. Oltre all'Inter di Herrera, l'unica altra formazione italiana presente nella lista stilata dall'Uefa è il Milan allenato da Arrigo Sacchi, che tra il 1988 ed il 1990 riuscì a conquistare 2 Coppe dei Campioni, 2 Supercoppe Europee e 2 Coppe Intercontinentali, scrivendo una pagina indelebile della storia del football. Discorso analogo per le altre squadre inserite nella lista: Ungheria 1950-1956, Real Madrid 1956-1960, Benfica 1960-1962, Ajax 1971-1973, Bayern Monaco 1973-1976, Real Madrid 1998-2002 e Barcellona 2008-2012.

Rakitic, Mandzukic e Pjaca nello stesso gruppo whattsup 18 Gennaio 15:06

Mandzukic ha convinto Pjaca ad andare alla Juventus ed entrambi adesso vogliono Rakitic in bianconero? Domanda legittima, perchè c'è un gruppo WhatsApp con i connazionali croati Mandzukic e Pjaca che potrebbe proprio avvicinare Rakitic alla Juventus. WhatsApp una delle app piu scaricate al mondo, un diario telematico, che ormai tanti utenti possono comunicare anche insieme creando i cosidetti "gruppi", e anche loro ne avrebbero fatto uno, Mandzukic e Pjaca per parlare della Juventus e affascinare Rakitic con i racconti della bella esperienza italiana che stanno vivendo a Torino, sul fascino dello "Stadium" e sulla serietà del Club che punta a vincere la Champions League.

Mercato, Inter-Layun: dal Porto la nuova idea nerazzurra 18 Gennaio 15:00

Una volta percepito quanto sia difficile approdare a Ricardo Rodriguez, dal Wolfsburg, sembra ora che l'Inter abbia messo nel mirino il terzino messicano del Porto Miguel Layun per sopperire alla probabile cessione dei terzini nerazzurri quali Santon, Nagatomo, e Miangue, che sembrano essere tutti giocatori messi sul mercato in questa sessione invernale. Sul terzino del Porto però c'è da battere anche la concorrenza del Napoli, che avrebbe identificato in Layun l'ideale sostituto di Ghoulam che è impegnato nella Coppa d'Africa. Inoltre pare che l'offerta più elevata presentata al giocatore provenga dalla Cina, che per avere il terzino messicano sarebbe disposta a concedergli un importante ingaggio da 6 milioni a stagione. Layun però non sembra gradire troppo quest'ultima destinazione, e preferirebbe restare a giocare in Europa. Questo è uno dei motivi per cui sembra che il futuro di Miguel Layun possa essere dunque in Italia, con Inter e Napoli pronte a darsi battaglia per aggiudicarsi il cartellino del terzino messicano del Porto.

Mercato, Milan-Deulofeu: il punto della situazione 17 Gennaio 14:55

Questa mattina c'è stato un contatto tra Milan e Everton, ed è una trattativa che prosegue esclusivamente sulla base del prestito secco, senza diritti, fino al 30 giugno del 2017. Poi da lì in poi si vedrà eventualmente cosa succede. Non si può fare con diritto di riscatto questa operazione, il fatto che le due società la stiano approfondendo ha fatto sì che si prendesse coscienza di questo fatto. Il Barcellona vanta importanti diritti di prelazione in caso di cessione, così come del diritto di recompra per due anni su Deulofeu oltre che di alcuni bonus nei confronti dell'Everton che possono scattare solo in caso di cessione definitiva. Al Milan piace molto questo giocatore perchè ha alcune caratteristiche di Suso, ma può giocare anche a sinistra.

Una J tutta nuova per la Juventus del futuro 17 Gennaio 14:50

La Juventus ha presentato il nuovo logo a margine dell'iniziativa "Black and white and moore". La società bianconera ha deciso di sostituire il logo storico a strisce verticali bianconere con il simbolo di Torino nella parte bassa. Quello che ne viene fuori è un simbolo modernissimo e minimale.. La scelta dei vertici di Corso Galileo Ferraris è evidentemente orientata ad una maggiore incidenza per quanto riguarda il marketing soprattutto oltre i confini nazionali. Una "J" bianca e stilizzata su sfondo nero con la scritta Juventus a sovrastare il tutto. Niente stelle e nessun riferimento alla città di Torino, Il lancio del nuovo logo bianconero è stato anticipato da un countdown sulla pagina Facebook della Juventus, dove veniva annunciata una sorpresa per le ore 21:00, quando è salito il sipario. Il primo commento sul restyling grafico della Signora è stato quello del presidente Agnelli: "Per crescere dobbiamo continuare a vincere ed evolvere il nostro linguaggio per raggiungere nuovi target. Il logo definisce un senso di appartenenza e uno stile che permette di comunicare il nostro modo diverse". Come spesso accade in questi casi, la nuova veste grafica della Juventus non ha mancato di suscitare reazioni contrastanti tra i tifosi. I più conservatori e legati alla tradizione non hanno approvato la scelta di cambiare in modo così radicale il logo storico della Juventus. Altri, più aperti al cambiamento hanno invece apprezzato la strategia della società di gettarsi a capofitto nel futuro. Nel complesso sembrano prevalere i pareri negativi, per lo critici per una scelta che ha poco a che fare con la storia della Juventus. Il nuovo logo della Juventus sostituirà da subito quello vecchio nella grafica dei siti web, dei profili social e nelle campagne di comunicazione della Juventus, mentre sulle maglie della squadra campione d'Italia sarà apposto a partire dal 1 luglio 2017.

Si rivede il Sassuolo: Di Francesco "lancia" Berardi 16 Gennaio 15:32

Antognoni ha 'battezzato' Domenico Berardi miglior talento italiano, che ne pensa il suo allenatore? "A me lo dite? - ha risposto Eusebio Di Francesco, suo mentore al Sassuolo, ospite di Radio Anch'Io Sport' - Io l'ho cresciuto, so quello che vale. Ho sentito voci assurde su di lui, sul suo infortunio. Domenico è un giocatore eccezionale, che fa una vita esemplare, ha una maturità che nessuno credo penso avere a quell'età, oltre che grande personalità". Chi andrà via prima da Sassuolo tra lui e Di Francesco? "Sono tutte valutazioni da fare - ha risposto il tecnico - pero' prima dobbiamo crescere in tutti i sensi. Bisogna crescere come società e avere anche strutture adeguate. Berardi era già pronto da due anni per andare in una grande squadra, poi ha deciso di rimanere per il grande legame che c'è tra di noi. Adesso guardiamo al presente, per il futuro c'è tempo".

Dalla Serie A alla Coppa Italia: le designazioni arbitrali 16 Gennaio 14:08

Seconda tornata per gli Ottavi di Coppa Italia a partire dalla sfida di domani sera a San Siro fra Inter e Bologna. Sarà Maurizio Mariani della sezione di Aprilia a dirigere la gara fra nerazzurri e rossoblù mentre a Gianluca Rocchi è stata affidata Sassuolo-Cesena in programma mercoledì alle 17.30. Sempre il 18 gennaio alle 21, si gioca Lazio-Genoa: fischietto ad Antonio Damato. Ultimo ottavo di finale in programma Roma-Sampdoria, giovedì sera all’Olimpico: direzione di gara a Calvarese della sezione di Teramo.

Queste le designazioni:

Inter-Bologna (17/1, ore 21): Mariani di Aprilia (Di Fiore-Schenone)

Sassuolo-Cesena (18/1, ore 17.30): Rocchi di Firenze (Vivenzi-Di Vuolo)

Lazio-Genoa (18/1, ore 21): Damato di Barletta (Paganessi-Lo Cicero)

Roma-Sampdoria (19/1, ore 21): Calvarese di Teramo (Cariolato-Peretti)

Dalla Cina: se non viene Kalinic, si punta su Dzeko 13 Gennaio 13:17

Gli spettri cinesi minacciano ormai da mesi la penisola italiana, pronti a soffiare alla Serie A calciatori di livello. Tra i più insistenti nella ricerca di giocatori del massimo campionato, dobbiamo segnalare sicuramente Fabio Cannavaro, che aspetta ancora una risposta definitiva da parte di Nikola Kalinic. Il bomber della Fiorentina non è stato tuttavia l'unico attaccante sondato. Il Tianjin Quanjian avrebbe offerto circa 16 milioni di euro a stagione ad Edin Dzeko, scontrandosi tuttavia con il netto rifiuto dell'attaccante bosniaco, che non ha alcuna intenzione di lasciare la Roma.

Da mercoledì 18 a venerdì 20 Gennaio: i giorni di Dybala 13 Gennaio 13:15

La Juventus non intende fare a meno della classe e del talento di Paulo Dybala. I bianconeri hanno realizzato una squadra che mira alla vittoria della Champions League. Privarsi dunque a Giugno di un giocatore del genere, costringerebbe la rosa a un passo indietro. La corte della Liga, con Real e Barcellona disposte a dar vita a un clasico di mercato per lui, non può che lusingare il giocatore, che sembra però intenzionato a restare a Torino. Le voci dalla Spagna si ripetono giorno dopo giorno, dato l'ingaggio attuale del gioacatore e il rinnovo non ancora ufficializzato. Prolungare il contratto di Dybala manderebbe un chiaro segnale e, stando a quanto riportato dal 'Corriere dello Sport', tra il 18 e il 20 gennaio il procuratore dell'attaccante sarà a Torino. L'intenzione è quella di aggiungere un tassello importante alla trattativa per il rinnovo. Si discuterà ovviamente dell'ingaggio, con la proposta della Juventus che è di 5.5 milioni di euro più bonus, avvicinando Dybala ai 7 milioni di Higuain, a fronte della richiesta dell'entourage del giocatore, pari a 7-7.5 milioni di euro.

Inizia Fiorentina-Juve: il primo a parlare è Sanchez 12 Gennaio 12:26

"Se è possibile battere questa Juve? Nel calcio tutto è possibile, la squadra bianconera è la numero uno in Italia, però noi scendiamo sempre in campo per vincere, abbiamo gli uomini e la mentalità per fare domenica una buona partita". Così Carlos Sanchez ha parlato della sfida con la Juve in programma domenica al Franchi. Il centrocampista colombiano è stato ospite della rassegna Pitti Uomo, insieme ad alcuni compagni di squadra, al dg viola Andrea Rogg e al neo dirigente Giancarlo Antognoni, tutti ospiti dello stand L.B.M. 1911, l'azienda mantovana che veste la Fiorentina. "Intanto essere riusciti a qualificarci in Coppa Italia - ha continuato Sanchez - è stato importantissimo, ora ci prepariamo per la Juve. Timore di perdere Kalinic? Lui deciderà cosa è meglio per la sua carriera, però è sicuramente un giocatore importante per la nostra squadra".

Coppa Italia, Quarti: Napoli-Fiorentina e Juve-..... 12 Gennaio 12:22

Dopo la sua vittoria contro lo Spezia, il Napoli era in attesa del nome dell'avversaria al San Paolo nei Quarti di finale. Sarà la Fiorentina, vittoriosa fra le polemiche arbitrali contro il Chievo al "Franchi". Dal canto suo la Juventus, dopo il 3-2 all'Atalanta, attende la vincente di Milan-Torino allo Juventus Stadium, sempre nel corso del mese di Gennaio.

Derby amichevole in Abruzzo fra Pescara e Teramo 11 Gennaio 15:57

Dopo l'annullamento per maltempo dell'amichevole con i tedeschi dell'Ingolstadt 04, sarà il Teramo (girone B di Lega Pro) l'avversario del Pescara domani alle 14:30 al centro sportivo Poggio degli Ulivi di Marina di Città S. Angelo. Lo ha comunicato la società biancazzurra. Contro i biancorossi di Lamberto Zauli, Massimo Oddo farà le prove generali in vista della gara di campionato in programma domenica al San Paolo contro il Napoli. Possibile anche l'impiego dell'ultimo arrivato, il 20enne centrocampista argentino Andres Cubas (ex Boca Juniors).

Montella para le critiche: siete tutti allenatori...11 Gennaio 15:59

La vittoria di domenica contro il Cagliari non ha salvato Vincenzo Montella da qualche critica, anche da parte di tifosi incontrati mentre faceva la spesa. "E meno male che è andata bene, figurarsi se fosse andata male", ha sorriso l'allenatore del Milan, notando che "la passione non scema e il calcio non finisce mai: tutti i giornalisti sono allenatori e anche ieri, al supermercato, ho visto la stessa cosa. Pensavo succedesse solo a Roma, invece anche a Milano...Domenica abbiamo tirato 29 volte, il massimo per noi in stagione, e abbiamo concesso il numero minimo di tiri quest'anno, con un baricentro più alto e giocando più compatti che mai: abbiamo fatto una grande partita".

Paulo Sousa lancia messaggi: non ho parlato con Kalinic 10 Gennaio 16:48

Il tecnico della Fiorentina, Paulo Sousa alla vigilia del match di Coppa Italia contro il Chievo, ha parlato in conferenza stampa anche del mercato dei viola: "Io a colloquio con Kalinic? No, assolutamente non è vero. Ci sono personaggi che vogliono manipolare i nostri tifosi. Domani dobbiamo solo vincere, vogliamo andare fino in fondo alla Coppa Italia e per farlo dobbiamo essere migliori dei Chievo. Mercato? Cerco di essere più focalizzato possibile sugli allenamenti e cerco di lavorare al meglio con i miei calciatori chiedendo loro la concentrazione massima sugli allenamenti. L'anno scorso collaboravo anche per trovare calciatori funzionali alla Fiorentina, quest'anno faccio solo l'allenatore".

7 squalificati: inammissibile la prova tv per Reina 10 Gennaio 16:19

Sono sette i giocatori squalificati dal Giudice Sportivo dopo la 19' giornata di Serie A. Si tratta degli espulsi Bruno Alves (Cagliari) e Matias Silvestre (Sampdoria) e degli ammoniti Daniele De Rossi (Roma), Marcelo Brozovic (Inter), Thiago Cionek (Palermo), Stephan Lichtsteiner (Juventus) e Antonio Rudiger (Roma). Il giudice Gerardo Mastrandrea ha invece dichiarato inammissibile la richiesta di prova tv presentata dalla Sampdoria in cui si ventilava una presunta condotta gravemente antisportiva del portiere dal Napoli nell'azione che ha poi portato all'espulsione del difensore Matias Silvestre.

Il Palermo tra il mercato e una panchina sempre in bilico 9 Gennaio 14:26

Il Palermo ha acquistato dal Sundsvall a titolo definitivo il calciatore svedese Stefan Silva. L'attaccante, che ha scelto la maglia numero 9, ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2021 con il club di viale del Fante. "Giocare in Serie A era il mio sogno - ha detto - sono davvero felice di essere qui. Il mio modello è Ronaldo. Spero di potere dare il mio apporto per la salvezza del Palermo. Ho visto la partita contro l'Empoli di sabato e penso che abbiamo buone chance". Intanto Zamparini pensa ad un nuovo cambio in panchina, con il ritorno di De Zerbi al posto di Corini.

Lapadula pianista: Tommasi, nessuna sorpresa 9 Gennaio 14:24

"I calciatori hanno anche altri talenti". La prestazione al pianoforte dell'attaccante del Milan Gianluca Lapadula, che ieri sera ha suonato un brano di Chopin durante la 'Domenica Sportiva', non ha affatto sorpreso il presidente dell'Assocalciatori, Damiano Tommasi. "Parecchi calciatori sono dei campioni fuori dal campo quanto lo sono in campo. Non sono eccezioni che confermano la regola - ha commentato Tommasi, a margine della presentazione del nuovo album Panini -. Sono ragazzi e ragazze che sanno fare tante cose, che in questo momento stanno giocando a calcio e che magari quando smetteranno diventeranno altrettanto bravi in altri ambiti. Non mi stupisce vedere calciatori in attività che abbiano altri talenti e passioni".

Ezio Pascutti: l'analisi Facebook di Roberto Beccantini 5 Gennaio 14:20

Scusate se vi rubo trenta righe. E’ morto Ezio Pascutti, un pezzo di storia del calcio che ha accompagnato la mia cronaca di ragazzo, decorandola di emozioni, di sapori. Aveva 79 anni. «Così si gioca solo in paradiso». Lo coniò Fulvio Bernardini, era uno slogan: ancora un po’ e sarà un indirizzo. Il Bologna più bello, il Bologna dell’ultimo scudetto. Negri; Furlanis, Pavinato; Tumburus, Janich, Fogli; Perani, Bulgarelli, Nielsen, Haller, Pascutti. Ezio è l’ultimo che il destino ha convocato, dopo Giacomino Bulgarelli (2009), Helmut Haller (2012), Carlo Furlanis (2013), Harald Nielsen e Paride Tumburus (2015).

Bologna, sempre Bologna, fortissimamente Bologna. Friulano di culla, undici di domicilio, punta di mestiere, cannoniere d’istinto. E che carattere: una selva di moccoli, una foresta di spigoli. Aveva una chierica che gli forniva un’aura da prevosto (ma non ditelo a Dubinsky, il sovietico che, in Nazionale, prese per la gola), era un’infermeria ambulante, e per infortunio non giocò la partita della vita, lo spareggio del 7 giugno 1964 con l’Inter, a Roma, due a zero, prima Fogli e poi Nielsen.

Però segnava. Però era sempre lì, in perfetto orario sul cross calibrato o il terzino sbilanciato. C’è una foto che conservo nel cuore della memoria. Un pomeriggio al Comunale, 4 dicembre 1966: Bologna-Inter 3-2. Ero in curva, prigioniero del transitor e delle sue scariche. Brutto notizie: Roma uno Juventus zero, autogol di Bercellino.

Non era facile immaginare «là» ed essere «qua». Fu proprio il gol di Pascutti ad «allontanarmi» dalla radiolina. Di testa, in tuffo, con Tarcisio Burgnich allungato al suo fianco, come su un tappeto volante - un tappeto di chiodi - come se l’episodio non credesse ai suoi occhi, come se l’attimo cercasse un padrone.

Ecco: Ezio era così: zero dribbling ma 130 gol.

Calciomercato: gli affari ufficiali al 4 Gennaio 4 Gennaio 15:37

La Juventus, dimenticata l'amarezza in Supercoppa, ha presentato Rincon (8 milioni più bonus al Genoa) e ha ceduto il giovane Cerri in prestito al Pescara; il Napoli, in attesa del ritorno di Milik, ha chiuso col Genoa per Pavoletti per 18 milioni di euro e si appresta a cedere Gabbiadini all'estero; per Inter e Milan ancora niente di ufficiale in entrata, ma nel giro di poco tempo dovrebbero essere annunciati Gagliardini, sponda nerazzurra, e Storari (che diventerà il vice-Donnarumma), sponda rossonera. Per la squadra di Montella va segnalata la cessione definitiva di Luiz Adriano allo Spartak Mosca, mentre i cugini saluteranno Felipe Melo, il quale ha già effettuato le visite mediche col Palmeiras. Per quanto riguarda il calciomercato delle squadre medio-piccole, si sono mosse Genoa, Pescara, Sassuolo, Sampdoria e Torino. Preziosi, oltre a definire le uscite, ha preso Beghetto e Morosini; gli abruzzesi hanno aggregato alla propria rosa il già citato Cerri e la coppia Mishukov-Stendardo (acquistati da Ural e Atalanta), oltre a cedere Aquilani al club di Squinzi; i granata hanno prelevato in prestito Iturbe dalla Roma per infoltire il reparto avanzato; i doriani si sono assicurati le prestazioni del terzino Bereszynski dal Legia Varsavia e hanno svincolato Eramo. Infine, i movimenti di Bologna e Udinese: Morleo è passato dai felsinei al Bari, mentre i friulani hanno venduto Jadson e Armero rispettivamente a Ponte Preta e a Esporte Bahia.

Marbella, Gabigol segna, parla e sogna 4 Gennaio 12:47

"Sono molto contento per il gol e spero di continuare così”. Gabigol, a Inter Channel, ha festeggiato ieri la rete realizzata nel triangolare di Marbella, in Spagna. "Il mio primo gol! Ringrazio Dio!" ha poi scritto sui social l'attaccante brasiliano, postando la foto mentre alza le braccia e indica il cielo dopo aver deciso il primo confronto terminato 3-2. Stefano Pioli ha concesso una chance a Gabigol schierandolo tra i titolari del prima gara giocata contro il Real Linense.

Jovetic, il Siviglia non esclude di poterlo trattare 3 Gennaio 18:20

Nelle scorse ore, dalla Spagna, sono arrivate voci su un interessamento del Siviglia per Stevan Jovetic. I giornalisti hanno chiesto, nella conferenza stampa che precede la gara con il Real Madrid, all’allenatore cileno Sampaoli se ci fossero novità di mercato e lui ha risposto: “Lenglet è un ragazzo giovane (Clement Lenglet, difensore centrale del Bordeaux di 21 anni, ndr) che ha un futuro enorme, stavamo seguendo il giocatore, ma non so se l’operazione è avanzata o a che punto sia. Sicuramente mi avviseranno se andrà avanti o meno, si tratta di un’operazione futura. Jovetic è un giocatore che stavamo osservando, ma non c’è ancora niente di concreto“.

Tutte le date del mercato invernale: il confronto con gli altri Paesi 3 Gennaio 10:33

In Italia, la data d’inizio del Calciomercato è fissata per oggi, martedì 3 Gennaio, con le trattative possibili fino a martedì 31 Gennaio alle ore 23.00. Sarà quello il termine ultimo per depositare i contratti dei giocatori in Lega Calcio. In altri Paesi d’Europa, invece, le date saranno differenti. Per quanto concerne Premier League (Inghilterra), Bundesliga (Germania) e Ligue 1 (Francia), la durata sarà la medesima: 1-31 Gennaoi. In Spagna, invece, il Calciomercato invernale sarà attivo fino al termine del mese, ma ha aperto ieri, 2 Gennaio. Bisogna ricordare che, se un giocatore ha già disputato anche solo una partita delle coppe europee, il nuovo club che lo acquisterà, se gioca in una delle competizioni, potrà schierarlo soltanto se essa è differente da quella della società di partenza. Un esempio pratico. Se la Juventus, che milita in Champions League, dovesse acquistare un calciatore del Real Madrid, non avrà modo di poterlo inserire nella lista se questi ha già giocato in Europa quest’anno con i Blancos. Viceversa, se il giocatore fosse acquistato dal Manchester United, che in questa stagione disputa l’Europa League, allora non ci sarebbero problemi a farlo scendere in campo con i bianconeri in Coppa.

Gagliardini-Inter: la Juventus non riesce ad inserirsi 2 Gennaio 19:21

Ormai ci siamo: Roberto Gagliardini è ad un passo dall'essere un nuovo giocatore dell'Inter. L'annuncio potrebbe arrivare nelle prossime ore, con i nerazzurri che hanno trovato l'accordo con l'Atalanta per la cessione in prestito oneroso da 5 milioni di euro, con diritto di riscatto fissato a 25 milioni di euro, anche se scatterà l'obbligo di riscatto al termine della stagione, nel caso in cui dovessero essere raggiunte una serie di condizioni poste nel contratto. Dunque sembra essere stata battuta la concorrenza della Juventus, che ha provato fino all'ultimo a strappare il giovane centrocampista italiano ai rivali interisti.

Trans: Guendalina chiama in causa Niang e poi rimuove 31 Dicembre 10:09

Lancia il sasso e nasconde la mano. La #trans #Guendalina Rodriguez aveva dichiarato nei mesi scorsi di frequentare assiduamente un calciatore rossonero. Il cinguettio aveva scatenato la morbosa curiosità dei supporter del Milan e dei seguaci della show girl. Nei mesi scorsi la ventenne aveva dichiarato di essere stata rinnegata dai genitori che l'avevano adottata quando aveva appena due anni. La trans è stata accusata di aver inventato la love story con il calciatore del Milan per avere un pizzico di notorietà. La giovane ha ribattuto che non aveva bisogno di ricorrere a simile stratagemmi per poter conquistare la ribalta. Stanca delle continue illazioni nei suoi confronti la trans ha deciso di twittare il nome del calciatore che avrebbe frequentato con assiduità negli ultimi mesi. Guendalina ha accompagnato il cinguettio con un ironica considerazione sul giocatore del Milan. La ventenne ha riferito che l'attaccante di colore del club rossonero è più donna di lei. Il tweet è stato cancellato nel giro di poche ore. Sulla vicenda non c'è stata nessuna presa di posizione ufficiale sia da parte dell'attaccante che del Milan. Non è da escludere che nelle prossime ore il diritto interessato venga allo scoperto e chiarisca quanto accaduto con la Rodriguez.

Alla Fiorentina le spine di mercato non mancano mai 30 Dicembre 12:15

Nella Fiorentina continuano a tenere banco diversi casi di mercato, a partire da Badelj: il centrocampista croato è nel mirino di Milan e Inter che, però, non sarebbero al momento disposte ad accontentare le richieste viola, circa 15 milioni. Uno scenario che potrebbe spingere il giocatore a restare fino a giugno, pur non contemplando il rinnovo del contratto in scadenza 2018. La Fiorentina deve fare anche i conti con l'interesse del Tianjin Quanjian per Nikola Kalinic: la squadra allenata da Fabio Cannavaro è pronta a offrire 40 milioni a fronte però della clausola rescissoria inserita in estate dal club viola nell'accordo con l'attaccante croato che è di 50. Cifra che, nel caso di Federico Bernardeschi, potrebbe raddoppiare.

Zaza-West Ham non era cosa, Valencia il prossimo passo 29 Dicembre 11:24

Dopo solo 10 presenze in gare ufficiali in maglia Hammers, per Simone Zaza, è arrivato il momento di fare le valigie. La conferma della fine dell'avventura inglese arriva dal padre-agente dell'ex attaccante della Juventus: "Non stiamo considerando l’ipotesi di un ritorno con i bianconeri" - si legge nelle pagine di Tuttosport.com - "Da questo punto di vista siamo lontani, anzi lontanissimi. L’avventura di Simone al West Ham è terminata e stiamo valutando diverse situazioni per il suo futuro. Trattiamo con il Valencia, ma non è l’unica situazione concreta che stiamo considerando".

Kessiè: la Juve lo ignora, la Costa d'Avorio lo chiama 29 Dicembre 11:23

C'è anche l'atalantino Franck Kessiè nella lista dei 24 convocati della Costa d'Avorio per la Coppa d'Africa, resa nota oggi. La lista dovrà essere ridotta di un'unità entro il 4 gennaio, ma si sa già che il ct Michel Dussuyer taglierà uno dei sette attaccanti presenti nella lista, che sono Wilfried Bony (Stoke City), Max Alain Gradel (Bournemouth), Salomon Kalou (Hertha Berlino), Jonathan Kodjia (Aston Villa), Nicolas Pepé (Angers), Giovanni Sio (Rennes) e Wilfired Zaha (Crystal Palace). La Coppa d'Africa 2017 si svolgerà in Gabon dal 14 gennaio al 5 febbraio.

Juventus, Benatia non si muove nel prossimo mercato 28 Dicembre 11:21

"A gennaio resto alla Juventus, certo". Medhi Benatia sta per partire per la Coppa d'Africa, che giocherà col Marocco, ma esclude ogni ipotesi di addio anticipato. "Tra poco parto per il Marocco - ha dichiarato - e prima di tutto voglio giocare una bella Coppa d'Africa che per me è un obiettivo molto importante. Dopodiché tornerò alla Juve e il mio obiettivo è quello di farmi trovare pronto". Poi due battute anche sulla finale di Supercoppa: "E' una sconfitta che ci ha rovinato le vacanze. Abbiamo perso ai rigori, complimenti al Milan che ha giocato bene. Ma noi abbiamo fatto sei mesi di alto livello in campionato, dove siamo in testa, e in Champions, a gennaio ci faremo trovare pronti. Le critiche? Con la Juve è sempre stato cosi, finchè si vince va bene, quando perdiamo diventiamo la squadra più scarsa del mondo". Lo sfogo di Allegri? "Il mister avrà avuto un momento di nervosismo. E' normale che quando una squadra perde un allenatore non sia felice".

De Sciglio trattiene Bacca e valorizza i giovani 28 Dicembre 11:07

Nella lunga intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, Mattia De Sciglio ha parlato anche del gruppo rossonero. Ecco le sue dichiarazioni: “I giovani da soli non bastano. Occorre la presenza di giocatori d’esperienza, che aiutano a venir fuori da certe situazioni. L’ho vissuto sulla mia pelle al primo anno con i compagni che poi hanno lasciato. Serve assolutamente un mix. Aiuto dal mercato? Io dico che si è formato davvero un bel gruppo, anche nello spogliatoio, e la cosa si riflette in campo perché ci aiutiamo molto. Ora poi l’infermeria è quasi vuota, siamo un buon numero e quindi, per come la vedo io, stiamo bene così. Si lavora bene, si impegnano tutti, cosa volere di più? Sento parlare tanto di Bacca, ma sarebbe brutto se ci lasciasse. Per noi è un giocatore importante. Mi piacerebbe se il gruppo restasse lo stesso”.

Cagliari senza pace, anche dopo i 3 punti con il Sassuolo 24 Dicembre 17:05

Cagliari vittorioso sul Sassuolo, ma le "ribellioni" dopo le sostituzioni dei due capitani Dessena e Sau hanno fatto molto rumore nello spogliatoio e tra i tifosi. E le polemiche hanno lasciato l'amaro in bocca anche al presidente Tommaso Giulini, che oggi non ha voluto rilasciare dichiarazioni ma nei giorni scorsi avrebbe manifestato tutta la sua delusione per i recenti fatti sino a pensare di voler mollare tutto e cedere la società. Il ragionamento del numero uno rossoblù è intuibile: possibile che un anno così bello (promozione in Serie A ottenuta con uno storico primo posto in B e 23 punti in classifica in questa stagione), si debba chiudere con questi musi lunghi? Ora la pausa di Natale.

Riposo Juve e Milan, 1 punto per Napoli e Lazio, fra le big vince solo la Roma 23 Dicembre 12:37

La classifica del campionato di calcio di Serie A, dopo le partite della 18' giornata (8 febbraio 2017 Crotone-Juventus ore 18 e Bologna-Milan ore 20,45): Juventus punti 42; Roma 38; Napoli 35; Lazio 34; Milan 33; Atalanta 32; Inter 30; Torino 28; Fiorentina 27; Chievo e Udinese 25; Genoa, Sampdoria e Cagliari 23; Bologna 20; Sassuolo 17; Empoli 14; Palermo 10; Crotone e Pescara 9. Juventus, Crotone, Bologna e Milan una partita in meno.

Quote e pronostici Supercoppa: Juventus favorita 22 Dicembre 12:09

In vista della Supercoppa italiana in palio domani pomeriggio a Doha, il pronostico Snai prevede il successo della Juventus si gioca a un modesto 1,70, il pareggio al 90' si alza a 3,70. Il 7/o trionfo rossonero, che permetterebbe al Diavolo di raggiungere la Juve al primo posto tra i plurivincitori della competizione, è una giocata da 5,25. Non pesa sui pronostici l'esito del recente scontro diretto in campionato, finito 1-0 per il Milan a San Siro;così come la sfida in Coppa Italia della stagione scorsa, risolta dalla Juventus solo in extremis (gol di Morata ai supplementari). Difficile prevedere un match con molte reti. Secondo i quotisti, Under (1,80) e Over (1,90) si tengono in equilibrio, così come Goal e No Goal (entrambi a 1,85). Chi troverà il gol? Il candidato numero uno è Higuain: una sua rete è offerta a 2,20 .Bisogna salire a 3,00 per trovare due suoi compagni di linea, Mandzukic e Dybala. Nel Milan uno fra Bacca e Lapadula partirà verosimilmente dalla panchina, nel frattempo sono entrambi a 3,25.

Marotta chiede spiegazioni al Milan e a Galliani 21 Dicembre 10:38

"Venire a giocare la Supercoppa a Doha è positivo, è uno spot per l'Italia". Appena arrivato a Doha l'amministratore delegato e direttore generale della Juventus Beppe Marotta ha rilasciato a Raisport una dichiarazione su quanto accaduto al Milan e sulle polemiche che riguardano la sede della Supercoppa. "Perché andare a giocare così lontano dall'Italia? Perché è uno spot per il calcio italiano - ha detto Marotta, commentando il caso del ritardo nella partenza del Milan - e ritengo che sia positivo da tutti i punti di vista. Non è il primo anno che facciamo scelte del genere e per me è una decisione giusta, quello che è successo al Milan lo abbiamo saputo appena arrivati a Doha e devo parlare con Galliani per saperne di più". Galliani - è stato fatto presente a Marotta - ha detto che se ci dovessero essere un altri inconvenienti il Milan potrebbe addirittura non partire più. "Non vedo motivi - ha affermato il dirigente bianconero - affinché questo possa accadere, mi farò spiegare da Galliani".

Verso Doha: il siparietto Andrea Agnelli-Galliani 19 Dicembre 17:48

Breve siparietto fra il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, e l'ad del Milan, Adriano Galliani, al termine dell'assemblea della Lega Serie A che precede di pochi giorni la Supercoppa italiana di venerdì. Rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano quante possibilità ha il Milan di battere i campioni d'Italia, Galliani ha notato che "in ogni partita, prima di cominciare, le chance sono al 50%. Vediamo, comunque il Milan sta bene". Poi l'ad rossonero ha fermato Agnelli. "Tu - gli ha domandato scherzando - hai idea di cosa succederà a Doha?". "L'esperienza vince sempre", ha tagliato corto sorridendo il presidente della Juventus, prima di congedarsi rapidamente. Galliani ha parlato di una "Juventus solida e feroce" contro un "Milan giovane e bello". "In questo anno solare, non ci hanno mai messo sotto come gioco. Siamo felici perché facciamo la seconda finale della stagione e speriamo di vincere perché dalla Supercoppa di Pechino 2011 non alziamo un trofeo".

Tocca a Damato: designato l'arbitro della Finale di Supercoppa 19 Dicembre 14:29

Antonio Damato, della sezione di Barletta, è l'arbitro scelto per dirigere Juventus-Milan, partita che assegna la Supercoppa italiana 2016 e in programma venerdì 23 dicembre alle 17:30 italiane a Doha (Qatar). Guardalinee saranno Di Fiore e Giallatini. Quarto uomo Barbirati; addizionale 1: Valeri, addizionale 2: Russo.

Supercoppa: domani controlli Pjanic e Lichtsteiner 18 Dicembre 16:06

Dopo la vittoria sulla Roma, Allegri ha concesso una giornata libera alla squadra "per ricaricare le batterie", ha fatto sapere la Juventus, in vista della finale di Supercoppa Italiana contro il Milan, venerdì a Doha. I bianconeri torneranno domani al lavoro, a Vinovo, con una sessione di allenamento mattutina. Miralem Pjanic, che nella vittoria contro la Roma ha subito una botta al fianco destro, e Stephan Lichtsteiner, che ha accusato un risentimento muscolare ai flessori della coscia destra, verranno rivalutati nella giornata di domani.

Emergenza Cagliari: scatta subito l'emergenza ritiro 18 Dicembre 11:11

Cagliari in crisi. La sconfitta (2-0) rimediata a Empoli indica che la squadra di Rastelli sta attraversando un periodo di grande difficoltà, a prescindere dal valore dell'avversario. Ma non c'è tempo nemmeno per pensare se la panchina sia in bilico o no: giovedì c'è la partita verità al Sant'Elia con il Sassuolo. Per il momento i segnali sono molto chiari: silenzio del mister dopo la partita e in ritiro da oggi. Un momento no per i rossoblù. Nelle ultime due gare sono arrivate altrettante sconfitte. E i numeri dicono che Alves e compagni continuano a subire reti e a non farne. I cinque gol subiti contro il Napoli erano arrivati domenica dopo che il peggio sembrava essere passato.

Atalanta, tornano le scommesse: multa da 25.000 euro 16 Dicembre 18:08

Ammenda di 25.000 euro: è questa la richiesta avanzata dalla procura federale della Figc ai danni dell'Atalanta per la presunta combine della partita con il Crotone disputata il 22 aprile del 2011 e terminata 2-2. Innanzi al Tribunale federale nazionale della Figc, presieduto da Cesare Mastrocola, per il club nerazzurro il sostituto procuratore Lorenzo Giua ha chiesto la sola ammenda "in continuazione con gli 8 punti già comminati" nei processi del passato al Calcioscommesse e relativi sempre all'inchiesta penale di Cremona. Per quanto riguarda Cristiano Doni, già squalificato per 5 anni e mezzo nei precedenti filoni, la procura ha chiesto altri 4 mesi di stop in continuazione. Infine, 6 mesi di inibizione per l'ex tecnico Nicola Santoni e 9 mesi per l'ex calciatore Gianfranco Parlato. La sentenza di primo grado è attesa per la prossima settimana.

Atalanta-Gasperini: Diversi da quelli di Torino 16 Dicembre 17:25

"Mi aspetto una risposta diversa da quella di Torino, una squadra che giochi con la mente libera per riscattare quella prestazione". Lo ha dichiarato Gian Piero Gasperini alla vigilia della partita della sua Atalanta contro il Milan. Il tecnico non intende venir meno al ruolo di squadra-sorpresa: "Abbiamo faticato a digerire il risultato di domenica, perché ci ha frenato nella nostra corsa: dobbiamo dimostrare che è stato un episodio e non siamo in fase calante. Dobbiamo fare meglio a livello di approccio". Circa la conta degli indisponibili, recuperato D'Alessandro, Gasperini saluta il rientro di un suo pupillo: "Konko è pronto e verrà sicuramente in panchina. Paloschi è da verificare anche se sembra guarito".

Juventus-Sturaro: insieme fino al 2021 15 Dicembre 15:19

Stefano Sturaro ha rinnovato il contratto che lo lega alla Juventus: il centrocampista difenderà i colori bianconeri fino al 2021. A renderlo noto è la società bianconera sul proprio sito internet. "Il rapporto finora è stato a dir poco ricco di soddisfazioni reciproche - sottolinea la Juventus - In maglia bianconera Stefano ha vinto due scudetti, due Coppe Italia, una Supercoppa Italiana. Fondamentale in occasione della Champions League di due stagioni fa, quando fornì una grande prestazione in semifinale contro il Real Madrid allo Stadium, e quell'incredibile salvataggio su James Rodriguez che, a conti fatti, fu determinante per l'esito della doppia sfida".

Lazio-Lotito, Simone Inzaghi rinnova il contratto 15 Dicembre 14:51

“È tutto fatto”, sono le parole di Claudio Lotito nell’euforia della cena natalizia biancoceleste in merito al rinnovo di Simone Inzaghi. Il tutto sarà nero su bianco nel 2017: questa estate il tecnico aveva firmato a luglio a 450mila euro per un anno con rinnovo automatico in caso di raggiungimento dell’Europa. Adesso l'accordo aggiornato dovrebbe essere ratificato sino al 2019 con quasi il doppio dell'ingaggio.

Barcellona, nessuno scambio con Carlos Bacca 14 Dicembre 12:51

"E' una balla, roba da ridere". Con queste parole una fonte del Barcellona, citata dal giornale 'Mundo Deportivo', commenta la voce di mercato secondo cui a Gennaio sarebbe stato possibile uno scambio Paco Alcacer-Carlos Bacca tra il club blaugrana e il Milan.

Malagò-CONI: Juventus-Roma è partia Scudetto a tutti gli effetti 13 Dicembre 13:00

"Juventus-Roma sarà sfida scudetto visto che si incontrano prima e seconda in classifica". È quanto pensa il presidente del Coni, Giovanni Malagò, parlando del big match di sabato prossimo allo Stadium di Torino. "Ma non so se la Roma potrà essere l'anti-Juve - ha chiarito il capo dello sport italiano a margine del meeting su 'Sport e Integrazione' al Foro Italico - Penso invece che Napoli, Milan e anche Lazio si giocheranno il posto in Champions League".

Roma-Milan 1-0, Nainggolan: il Milan era messo bene 13 Dicembre 11:28

"L'importante è vincere e abbiamo dimostrato carattere perché il Milan era ben messo in campo. L'anno scorso magari partite del genere non le vincevamo, anche se giocavamo meglio. Ma quest'anno abbiamo più carattere, abbiamo un obiettivo e vogliamo crederci". E' un Radja Nainggolan euforico quello che ha commentato il successo della Roma sul Milan nel confronto diretto tra le due seconde, deciso proprio da un gol del 'ninja' belga. "Io idolo dei tifosi? Faccio solo il mio dovere - ha detto ancora Nainggolan - e comunque non sono importanti i miei gol, ma le vittorie della squadra. In quel ruolo cerco di fare del mio meglio, cerco di aiutare la squadra perché è la cosa più importante. Un messaggio alla Juve? Andremo a Torino, dovremo combattere anche lì, e giocheremo per vincere".

Poco Natale e tanti insulti per il Pescara 13 Dicembre 10:54

'Qui non c'è niente da festeggiare! Dovete vergognarvi tutti!' Durissima la contestazione da parte degli ultras del Pescara in occasione della cena di Natale della squadra. Ad accogliere giocatori e staff tecnico alla cena in città un lungo striscione con la scritta 'Vergognatevi'. Secondo quanto riportato da 'gazzetta.it' a Massimo Oddo è stato chiesto di non partecipare. Un gesto non contro l'allenatore, ma un modo per boicottare la cena organizzata dalla società, criticata dai supporters abruzzesi per un mercato non all'altezza per la massima serie. Alcuni tifosi, poco dopo le 20.30, hanno accerchiato le auto di alcuni tra i giocatori più rappresentativi. Sono volati calci e pugni contro le macchine dei calciatori, tanto che alcuni presenti hanno chiamato la polizia per evitare che la situazione degenerasse. Tutto questo per via della sconfitta di Crotone. Dal campo tra l'altro non arrivano buone notizie per Massimo Oddo che tra Bologna e Palermo si giocherà, per l'ennesima volta, la sua panchina: l'allenatore non avrà l'esperto attaccante Simone Pepe che dovrà stare fuori per almeno 10 giorni per una lesione muscolare al polpaccio. L'ennesimo infortunio per una squadra falcidiata da lesioni e problemi muscolari. 'Abbiamo vinto la guerra' disse Max Oddo dopo la promozione in serie A. Ora i tifosi si accontenterebbero di vincere qualche battaglia...

Crotone-Juventus: data del recupero cercasi 12 Dicembre 15:27

Quella tra Crotone e Juventus non è una sfida come tutte le altre, perché, per una volta, la Calabria, autentico feudo bianconero, proverà a sfidare la "Vecchia Signora" d'Italia in casa sua. Non accadeva da sette anni, esattamente dal 2009, quando la Reggina al Granillo, nella sua ultima stagione di massima serie, pareggiava 2-2 con i bianconeri per effetto dei gol di Barillà, Del Piero su rigore, Hallfredsson e Cristiano Zanetti. La sfida, in origine, era prevista per il 22 dicembre, ma a far saltare i piani del match pre-natalizio è la finale di Supercoppa Italiana che vedrà i bianconeri protagonisti il 23 dicembre. Impossibile, ovviamente, giocare il giorno prima e da quel momento in avanti si è iniziato a studiare quale potesse essere la data utile per recuperare il match. Ad oggi la data migliore e per la quale è attesa a giorni l'ufficialità è quella del 18 gennaio in notturna. Non si tratterà, tuttavia, della prima volta dei bianconeri a Crotone che, dieci anni fa, hanno giocato allo Scida nell'annata di Serie B post Calciopoli.

Champions League - Il sorteggio delle 2 italiane 12 Dicembre 12:11

Il Real Madrid contro il Napoli. La Juventus contro il Porto. Sarà un Napoli con Milik? Sarà un Real Madrid con Bale? Comunque sia e comunque vada, sorteggio ingeneroso per il Napoli. La squadra partenopea è stata data in pasto al Real Madrid da un sorteggio spietato. Maurizio Sarri non fa drammi e pensa a giocare, ma la cima Coppi del Real Madrid resta insuperabile anche per il miglior Napoli. Per quanto riguarda la Juventus, il Porto non è un grande avversario. Ma ha cultura Champions, è una formazione scaltra, cinica, furba. Fa molto bene Pavel Nedved, subito dopo il sorteggio, a buttare secchiate d'acqua gelata sui facili entusiasmi.

Oggi in campo, importante anche il prossimo turno 11 Dicembre 15:04

Dopo le gare di oggi e domani, le partite del 17' turno di andata del Campionato di calcio di Serie A, in programma domenica prossima 18 dicembre, alle ore 15: Empoli-Cagliari (sabato, h 15); Milan-Atalanta (sabato, h 18); Juventus-Roma (sabato, h 20.45); Sassuolo-Inter (h 12.30); Napoli-Torino; Udinese-Crotone; Chievo-Sampdoria; Pescara-Bologna; Lazio-Fiorentina (h 20.45); Genoa-Palermo (h 20.45).

Il Crotone vince e trova una sua andatura 10 Dicembre 22:41

Il Crotone ha battuto il Pescara 2-1 nel primo anticipo della 16' giornata di Serie A. Un risultato importantissimo per la squadra di Davide Nicola che in una botta sola conquista la seconda vittoria in campionato, incamera tre punti importanti e sopravanza gli stessi abruzzesi in classifica, lasciandoli stasera al penultimo posto in classifica (9 punti contro 8). Allo 'Scida', i calabresi vanno a segno con Palladino su rigore al 24' (per un fallo fischiato a Campagnaro che tocca col braccio un cross di Martella), poi è il turno degli abruzzesi sfruttare il penalty concesso da Damato ma Memushaj, che se lo era procurato, sbaglia tirando addosso a Cordaz. Il pari arriva comunque quasi alla fine della partita (82') con Campagnaro, con il Pescara ridotto in 10 per il doppio giallo ad Aquilani, bravo di testa a metterla dentro. Sembra tutto fatto ma un minuto dopo, con anche il Crotone in 10 (espulso Capezzi), Ferrari realizza il gol partita, sempre di testa.

Gli Europei Under 21 in Italia: un grande colpo 10 Dicembre 10:37

La fase finale degli Europei Under 21 del 2019 si disputerà in Italia: lo ha deciso il comitato esecutivo dell'Uefa riunito oggi a Nyon. Il torneo, che prevede la partecipazione di 12 Nazionali e determinerà l'accesso ai Giochi Olimpici di Tokyo del 2020, si svolgerà in 4 città italiane (Bologna, Cesena, Reggio Emilia e Udine) ed a San Marino. La candidatura della Figc infatti ha coinvolto la Federcalcio sammarinese. Ad annunciare la decisione è stato il presidente dell'Uefa Aleksander Ceferin. L'Italia, dopo l'organizzazione delle Finali di Europa League a Torino (2014), delle Finali maschile e femminile di Champions League a Milano e Reggio Emilia (2016) e in vista dell'Euro 2020 che disputerà 3 gare eliminatorie e un quarto di finale a Roma, si conferma così uno dei punti di riferimento del calcio europeo. L'Italia, che è la Federazione con il maggior numero di titoli europei Under 21 (5), ospiterà così per la prima volta la Fase Finale di un Europeo di categoria.

Mercato invernale prudente per il Crotone 9 Dicembre 13:09

Sul mercato invernale che avrà inizio a Gennaio, una delle squadre che sarà con ogni probabilità protagonista è quella neo promossa del Crotone che vedrà diversi movimenti in entrata come in uscita.

Dopo le ultime voci legate a possibile proposte di tesseramento è stato il Direttore Sportivo degli squali, Beppe Ursino, sulle colonne del quotidiano sportivo nazionale "Il Corriere Dello Sport", a fare chiarezza su quella che sarà la strategia che verrà intrapresa della società calabrese. Un mercato che come ogni stagione non vedrà grandi capitali da potere essere investiti ma che vedrà la società Pitagorica agire in modo oculato allo scopo di rafforzare la rosa di una squadra che nelle ultime settimane sembra essere cresciuta almeno sotto il piano della personalità. Nessuna rivoluzione ma acquisti mirati, pedine utili a colmare alcune lacune emerse in queste settimane e che con ogni probabilità porteranno ad un incremento del tasso tecnico oltre che dell'esperienza media della squadra. Lo scenario che emerge dalle parole del dirigente calabrese è quello legato ad una squadra rafforzata ma non rivoluzionata con l'innesto di acquisti mirati, uno per ogni reparto con la speranza di potere riuscire almeno nel girone di ritorno evitare i diversi infortuni di elementi in rosa che stanno caratterizzando questo finale di anno solare. I nomi come sempre sono segreti. L'unica certezza sembra essere legata al numero di arrivi che, come confermato dal direttore sportivo saranno almeno tre con possibilità di agire a seconda delle possibili uscite per rispettare il limite impartito dalla #serie A che prevede un massimo di 25 elementi in rosa.

Milan, proroga e 100 milioni: ma non per il mercato 7 Dicembre 13:21

Fininvest e Sino-Europe hanno raggiunto un accordo che proroga al 3 marzo 2017 il termine del closing per la vendita del Milan ai nuovi soci cinesi: e' quanto si legge in una nota congiunta dei due gruppi, nella quale si rende anche noto che entro il 12 dicembre Sino-Europe accrediterà a Fininvest un'ulteriore caparra di 100 milioni di euro.

Il Milan alla ricerca di un estimatore per Luiz Adriano 7 Dicembre 11:11

Secondo Il Giornale, il mercato rossonero di Gennaio dovrà autofinanziarsi e questo potrà avvenire attraverso due strade: riducendo il monte stipendi della rosa nel caso di giocatori poco utilizzati (Vangioni per esempio) da un lato e monetizzando qualche cessione di rango dall’altro. E il primo nome sulla lista dei possibili partenti per permetterebbero al Milan di fare cassa è Luiz Adriano. In queste settimane, Vincenzo Montella ha già spiegato a Galliani cosa serve secondo lui alla squadra milanista: un regista in grado di alternarsi con Locatelli e anche un attaccante esterno che possa dare il cambio a Niang e Suso, permettendo così a Bonaventura di giocare sempre da mezzala. Come in estate, anche a gennaio il mercato del Milan sarà quindi co-gestito da Fininvest e dai cinesi e per questo motivo sarà piuttosto complicato.

Atletico-Simone: Colchoneros non preoccupati dall'Inter 6 Dicembre 16:03

Le parole di Diego Pablo Simeone su un suo futuro all'Inter sono arrivate anche all’orecchio del presidente dell’Atletico Madrid Enrique Cerezo, che oggi ha però ha smorzato i toni e allontanato l’addio del Cholo: “Le parole di Simeone sull’Inter? In passato disse anche che un giorno avrebbe allenato l’Atletico Madrid, sono possibilità che si possono avere. Ha un contratto lungo con noi e non siamo preoccupati. Non siamo preoccupati noi e non è preoccupato lui”.

La firma di Belotti: il commento felice del Gallo 6 Dicembre 11:54

"Una firma che mi rende felice ed orgoglioso. Grazie al Presidente Cairo e a tutto il Torino Football Club". Lo ha scritto su Facebook Andrea Belotti, commentando il rinnovo del suo contratto, a cifre da top player, con il Torino. "Ripagherò questa fiducia dando il massimo... sempre... tutti i giorni in allenamento e in ogni minuto di ogni partita", promette l'attaccante che il club granata ha blindato fino a 2021 con una clausola rescissoria, solo per l'estero, da 100 milioni di euro.

Il Cholo Simeone prima o poi all'Inter: è tutto vero 5 Dicembre 20:19

"Parlo tanto con mio figlio come con mia sorella e mio padre. Loro sanno che un giorno allenerò l'Inter. Non è una novità". Diego Simeone, tecnico dell'Atletico Madrid alla vigilia della partita di Champions League contro il Bayern Monaco, ha commentato cosi' le parole del figlio Giovanni che nei giorni scorsi a Onda Cero aveva dichiarato: "Credo che a un certo punto mio padre firmerà con l'Inter. Lo spero. Lo vedo felice all'Atletico Madrid. Ma può darsi che in futuro possa accadere". "Il mio futuro e' molto chiaro - ha aggiunto Diego Simeone in conferenza -. Credo di non avere nulla da commentare".

Roma Derby, momenti sensibili: Procura FIGC al lavoro 5 Dicembre 13:13

I fatti accaduti in occasione del derby di ieri tra Lazio e Roma - prima, durante e dopo la partita - sono all'attenzione della Procura federale della Figc, guidata dall'ex Prefetto Giuseppe Pecoraro. E' questa la posizione che trapela dalla Federcalcio all'indomani di una partita che ha vissuto momenti di grande tensione, proseguita poi negli spogliatoi con la frase a sfondo razzista del laziale Lulic ("Rudiger due anni fa a Stoccarda vendeva calzini e cinture, ora fa il fenomeno"). "Gli ispettori della Procura - emerge ancora in via Allegri - erano regolarmente al lavoro ieri a bordo campo". Alcuni degli episodi contestati saranno ovviamente oggetto delle decisioni del giudice sportivo di Serie A.

Gasperini dopo Torino: sconfitta utile per i ragazzi 4 Dicembre 06:43

"Da questa partita dobbiamo prendere un insegnamento importante contro una squadra forte e che aveva voglia di riscatto. Non sono deluso. Deve essere un riferimento per noi, impariamo la lezione. Ci servirà a gennaio, quando affronteremo ancora la Juventus in Coppa Italia e per il ritorno in campionato. Nel frattempo speriamo di crescere". Gian Piero Gasperini, tecnico dell'Atalanta rivelazione in serie A, non si mostra abbattuto dopo il 3-1 incassato allo 'Juventus stadium', arrivato dopo sei successi consecutivi. "C'erano tutte le condizioni per non avere alcun tipo di impatto negativo - ha detto l'allenatore di Grugliasco - indubbiamente c'era un certo divario, ma meno evidente di quello che ha mostrato il campo. Sarà compito nostro cercare di ridurlo. L'aspetto che mi dà fastidio è che contro squadre così non devi giocare individualmente ma coralmente. Siamo arrivati troppo spesso secondi sulla palla".

La Viola deve espugnare il Franchi: Zarate e Babacar? 3 Dicembre 16:31

"Domani c'è un solo risultato per noi: vincere". E' l'input lanciato da Paulo Sousa alla Fiorentina che contro il Palermo è chiamata a centrare un successo che in campionato, al Franchi, manca da oltre due mesi, dall'1-0 con la Roma lo scorso 18 Settembre. "Noi prepariamo ogni partita per conquistare i tre punti - ha continuato il tecnico viola - a maggior ragione l'abbiamo fatto stavolta perché è il momento di spezzare la striscia negativa davanti al nostro pubblico". Tra i viola gli unici indisponibili sono lo squalificato Gonzalo Rodriguez e l'infortunato Toledo. Paulo Sousa ha dribblato le domande su Zarate e Babacar rimasti in panchina nell'arroventato finale di lunedì sera a San Siro contro l'Inter.

Coppa Italia: Ottavi, 2 gare a Roma e 2 a Milano 3 Dicembre 16:40

Il Cesena che ha eliminato a sorpresa l'Empoli, agli ottavi dovrà vedersela con il Sassuolo, un avversario non proprio semplicissimo, ma nelle partite secche tutto può accadere. Il Chievo sfiderà la Fiorentina, il Torino invece il Milan di Montella che sta facendo molto bene in campionato. Lo Spezia qualificatosi a sorpresa sfiderà il Napoli sulla carta favorito mentre l'Atalanta giocherà nuovamente contro la Juventus dopo il match che si appresta a disputare domani sera. Infine la Sampdoria affronterà la Roma, il Genoa la Lazio ed il Bologna l'Inter.

Sassuolo-Cesena

Fiorentina-Chievo

Milan-Torino

Napoli-Spezia

Juventus-Atalanta

Roma-Sampdoria

Lazio-Genoa

Inter-Bologna

Banti da Livorno a Roma: è l'arbitro del derby 2 Dicembre 14:05

Sarà Luca Banti di Livorno l'arbitro del derby Lazio-Roma in programma all'Olimpico domenica alle 15, partita del 15mo turno in serie A. L'anticipo di domani sera fra Juventus e Atalanta è stato invece affidato a Irrati di Pistoia. Il pugliese Di Bello arbitrerà Milan-Crotone, e Giacomelli di Trieste è stato designato per Fiorentina-Palermo, in campo domenica sera alle 20.45. Orsato di Schio sarà l'arbitro di Sampdoria-Torino. Questi gli altri arbitri della giornata: Sassuolo-Empoli: Gavillucci di Latina; Pescara-Cagliari: Doveri di Roma; Chievo-Genoa (lunedì alle 19): Russo di Nola; Udinese-Bologna (lunedì alle 21): Pasqua di Tivoli. Nicola Rizzoli di Bologna arbitra Napoli-Inter, in programma questa sera (inizio alle 20.45).

Allegri: la Nazionale azzurra ha un grande futuro 2 Dicembre 14:03

"La Nazionale ha un ottimo futuro: tra il 1992 e il 2000 ci sono giocatori veramente bravi". Massimiliano Allegri, alla vigilia di juventus-Atalanta, si è detto ottimista sul futuro del calcio italiano. "Ci sono otto anni con giocatori molto bravi - ha sottolineato il tecnico bianconero - e speriamo ne vengano fuori altri, come sempre un paio di sorprese ci saranno. E' la dimostrazione che il calcio italiano e i suoi giocatori non sono da buttare. Se l'Italia ha vinto quattro Mondiali non è caso, abbiamo tradizione, cultura".

Pioli: arriverà anche il momento di Gabigol 1 Dicembre 12:40

Alla vigilia di Napoli-Inter, Pioli ha parlato di Gabigol: “E’ un giovane, di qualità, che sta lavorando per capire il calcio in Italia. Sta lavorando bene, come tutti i suoi compagni e deve farsi trovare pronto quando verrà ci sarà il momento giusto”.

Spalletti: questo derby lo deve vincere la Roma 30 Novembre 15:31

Luciano Spalletti, intervistato da Premium Sport, è già clima-partita e non vede l’ora di affrontare la Lazio: “Fa bene chi punta sulla vittoria della Roma, è una settimana speciale e la squadra è carica. Non dobbiamo trascurare nulla. C’è da spigolare, da dare importanza anche ai particolari. La Roma deve vincere sempre, questo è un derby da vincere“.

Derby per soli 30.000 tifosi a Roma: il calcio italiano non ci sta 30 Novembre 12:33

"Lo stadio è bello quando c'è la festa" e l'Olimpico vuoto è una cosa che "va avanti da tanto tempo, troppo", per questo "la speranza è di vederlo pieno per il derby: mi auguro che avvenga". Questo l'auspicio del presidente dell'Associazione italiana calciatori (Aic) Damiano Tommasi, in vista di Lazio-Roma di domenica. "Per le due squadre non è la partita più importante della stagione perché entrambe stanno facendo un buon cammino e hanno altre prospettive rispetto alla singola gara - ha aggiunto Tommasi a margine del Consiglio federale di oggi - Dal punto di vista del gioco tutte e due stanno esprimendo un buon calcio e quindi mi aspetto che si superi la tensione del derby col bel gioco. Se mi aspetto una vittoria della Roma? Sono super partes, non posso dirlo". Infine un elogio per il tecnico della Lazio Simone Inzaghi: "Mi sta sorprendendo perché mi sembra che abbia la squadra in pugno e non è facile per un allenatore giovane, alla prima esperienza di un certo tipo", ha concluso il presidente dell'Aic.

Coppa Italia, il programma di domani e giovedì 29 Novembre 19:37

Domani sono in programma due partite che vedono coinvolte solo squadre di Serie A. Alle 18 la super Atalanta di Gasperini (25 punti su 27 nelle ultime nove gare) ospita all'Atleti Azzurri D'Italia un Pescara che finora ha espresso un bel gioco raccogliendo però davvero poco. Gli orobici sono qui in virtù del 3-0 nel derby lombardo contro la Cremonese mentre i Delfini di Oddo hanno battuto 2-0 il Frosinone; chi passa vince una visita allo Juventus Stadium. Alle 21 sfida tra Sampdoria e Cagliari a Marassi, le due squadre sono appaiate a metà classifica e nella fase precedente hanno sconfitto rispettivamente il Bassano 3-0 e la Spal 5-1; agli ottavi ci sarà la Roma per una delle due. Giovedì si chiude il quarto turno con Genoa-Perugia alle 18 e Bologna-Verona alle 21. I rossoblu di Juric, gasati dalla roboante vittoria contro la Juventus, cercano di avanzare in Coppa affrontando l'ottimo Perugia di Bucchi che al momento è sesto in Serie B; il Grifone nel terzo round ha eliminato il Lecce per 3-2, i biancorossi dal loro canto si sono imposti per 1-0 sull'Alessandria e per 2-1 sul Carpi. La sera, come detto, chiudono questa fase di Coppa Italia Bologna e Verona; i felsinei non stanno disputando un buon campionato e cercano riscatto contro la capolista della serie cadetta. I ragazzi di Donadoni sono approdati al quarto turno battendo 2-0 il Trapani mentre gli uomini di Pecchia vincendo sempre per 2-1 contro Foggia e Crotone; la vincente incontrerà l'Inter.

Napoli, De Laurentiis insiste su Marko Rog 29 Novembre 19:12

"Aspetto con interesse il debutto di Rog". Lo ha detto il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis che il giorno dopo il pareggio interno degli azzurri con il Sassuolo ha partecipato alle Giornate professionali di cinema a Sorrento per presentare il film di Natale della Filmauro 'Natale a Londra'. Il centrocampista croato Marko Rog, tra gli acquisti di punta di questa stagione, non ha ancora esordito nel Napoli.

Il Palermo perde sempre, ma De Zerbi rimane al suo posto 28 Novembre 12:29

"Cercheremo con estrema determinazione di uscire da questa situazione insieme a De Zerbi, poiché credo che soluzioni diverse non porterebbero risultati più positivi. Ho comunicato, viste le notizie uscite sulla stampa odierna, questa mia volontà al nostro allenatore". Lo ha detto il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, che ha confermato il tecnico bresciano, dopo l'ennesima sconfitta subita uesta volta in casa contro la Lazio. Questa mattina l'allenatore ha diretto l'allenamento. "Invito la squadra - ha proseguito - a credere nella salvezza: crederci sarà determinante, credendo io (anche dalle prestazioni) che questo organico e questo allenatore non siano da questa classifica".

Corvino schiera la Viola al fianco di Paulo Sousa 27 Novembre 17:09

"Sousa ha la massima fiducia della società, dobbiamo evitare situazioni che possono creare confusione e divisione, e restare tutti uniti". Così Pantaleo Corvino che, in via eccezionale, ha voluto presentarsi alla conferenza di vigilia del tecnico viola proprio per cercare, come ha spiegato, di mettere da parte le polemiche di questi giorni e concentrarsi solo sul campo. "Mi ha fatto piacere l'intervento del direttore - ha detto Sousa - tutti qui lavoriamo per il bene della Fiorentina. Il mio futuro? Sono concentrato solo sul mio lavoro e su quello che posso controllare. Io a rischio? Noi allenatori lo siamo sempre perchè dipendiamo dai risultati".

Serie A: le feste di Atalanta, Genoa e Cagliari 27 Novembre 16:56

L'Atalanta, dopo 14 giornate di Campionato, andrà a giocare allo Juventus Stadium con soli 5 punti di distacco dalla Juve e ad un punto dal secondo posto. E' la notizia della giornata per i bergamaschi che hanno vinto 2-0 a Bologna. Poi gli exploit rossoblù, sia del Genoa, soprattutto, che schianta Allegri che del Cagliari capace di superare l'Udinese sul suo campo in Sardegna. Fra Crotone e Sampdoria è finita 1-1, con i blucerchiati più volte vicini al successo nel finale.

Domani a S.Siro, Pioli: la Fiorentina è una occasione 27 Novembre 12:16

"Dobbiamo correre forte perche' abbiamo tante squadre davanti e qualche punto da recuperare. Contro la Fiorentina sara' una partita difficile ma e' un'occasione per rimontare la classifica e battere un avversario che ci sta davanti. E' un'occasione da sfruttare": lo dice l'allenatore dell'Inter Stefano Pioli nella conferenza dell'antivigilia della partita di lunedi' sera contro la Fiorentina. Pioli non fa drammi per l'infortunio di Medel: "E' giocatore importante per caratteristiche tecniche e temperamento. Ma ho giocatori di qualita' che possono sopperire alle assenze". Il tecnico pero' si aspetta qualcosa di piu' dalla difesa: "La difesa a tre puo' essere un'opzione ma credo che sia un problema di attenzione e concentrazione. Ci stiamo lavorando e mi aspetto velocemente dei risultati migliori".

Inter-Kondogbia: c'è l'offerta del Marsiglia 26 Novembre 11:10

Dopo l'eliminazione dall'Europa League, l''epurazione di 'Suning' coinvolgerà quattro nomi, destinati ad andare via tra gennaio e giugno: Davide Santon, Stevan Jovetić, Jonathan Biabiany e Felipe Melo, il quale, però, non vorrebbe lasciare l'Inter. Soprattutto, come sembra, per raggiungere il Jiangsu, altro club di proprietà del gruppo. Intanto, la società nerazzurra potrebbe incassare una cospicua cifra già il mese prossimo. Secondo 'L'Equipe', infatti, il 24enne centrocampista francese Geoffrey Kondogbia, all'Inter dall'estate 2015, sarebbe pronto a far ritorno in Ligue 1 il prima possibile. L'Olympique Marsiglia di Rudi Garcia, che ha da poco cambiato Presidente, vuole rinforzarsi adeguatamente per risalire la classifica, ed avrebbe messo l'ex monegasco al primo posto degli obiettivi per il centrocampo: un'offerta, molto ricca, sarebbe già arrivata in Corso Vittorio Emanuele, e si attenderebbero soltanto i termini per la riapertura del Calciomercato per ufficializzare la partenza di 'Kondo'.

Belotti e la gelosia di Sinisa per i 100 milioni 25 Novembre 16:41

"Il valore di un calciatore lo decide il mercato, ma penso che nessuno valga 90 o 100 milioni". Questo il punto di vista del tecnico del Torino, Sinisa Mihajlovic, sull'argomento del valore dei calciatori tornato alla ribalta dopo i rumors sull'eventuale clausola rescissoria per 'blindare' il bomber granata Belotti. "Nessuno vale quel prezzo, che si chiami Belotti, Higuain o Pogba - ha aggiunto l'allenatore granata - se valessero quella cifra dovrebbero vincere le partite da soli, segnando 3 gol a domenica. Sono esagerate, ma se qualcuno le paga è giusto: forse ho sbagliato periodo per fare il calciatore". Mihajlovic ha poi scherzato su un'eventuale partenza del 'Gallo': "Se un giorno dovesse andare via, spero ci paghino quelle cifre, così rifacciamo la squadra - ha affermato sorridendo - in realtà spero rimanga qui finché resto anche io".

Fiorentina e Bernardeschi: i nervi restano tesi 25 Novembre 09:49

"Io e Sousa siamo direttore ed allenatore della Fiorentina, abbiamo una nostra storia, ma dobbiamo ricordarci che siamo in un club dove ci sono una proprietà e un tifo molto ambiziosi". Così Pantaleo Corvino ha replicato al tecnico portoghese che ieri per Bernardeschi aveva parlato di un futuro in squadre con ambizioni più alte di quelle dei viola. "Bernardeschi è un prodotto del nostro settore giovanile, come Chiesa, Lezzerini e Babacar - ha aggiunto il dt della Fiorentina - Se, come lui ha detto, vuol chiudere la carriera da noi siamo contenti, ne avessimo altri dieci di Bernardeschi. I nostri migliori prodotti vogliamo tenerli, specie quelli di casa nostra".

Giovani e stadi, il calcio italiano cambia e si adegua 24 Novembre 13:45

di Emanuele Colangeli

Il football italiano sta piano piano rinascendo. Certo, i passi sono lenti, lentissimi, ma la sensazione è che si stia avviando un processo che piace ai fan. Puntare sui settori giovanili, sugli stadi di proprietà e sul merchandesing. Partendo dal primo fattore notiamo che è migliorato il fatto che gli allenatori stanno in inserendo sempre prodotti del vivaio in prima squadra, basti pensare alla Juventus ultimamente con Kean, ragazzo del 2000. C'è ancora da lavorare nel secondo con solo la Vecchia Signora e l'Udinese che possono disporre di un loro personale impianto. Oggi lo stadio di proprietà per farla breve può portarti molto in alto in classifica ed incanalare anche grazie all'aiuto del pubblico le gare dalla tua parte, bisogna accelerare ancor di più questo processo effettuato da tutta Europa. Il terzo fattore se vogliamo è di fatto collegato al secondo visto che con il merchandesing aumenterebbero esponenzialmente i ricavi, pensiamo ad esempio a un negozio della squadra vicino allo stadio di proprietà, a ristoranti, bar e quant'altro; insomma bisogna stare al passo con i tempi, perché se lo possono fare gli altri e lo hanno fatto con anni di anticipo rispetto al nostro paese, significa che bisogna assolutamente dare un'accelerata a questo importante ma necessario e doveroso processo di rinnovamento, che sta partendo ancora troppo lentamente.

Napoli, nessun problema con Lega Serie A 23 Novembre 14:16

"Massima correttezza e trasparenza" tra il presidente della Lega Calcio Maurizio Beretta e il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, nonostante "su temi specifici sono emerse valutazioni molto diverse". E' quanto si legge in una nota congiunta della Lega calcio di Serie A e del Napoli in merito al presunto scontro tra i due avvenuto durante l'ultima riunione di Lega. "Il Presidente della Lega Serie A Maurizio Beretta ed il Presidente della SSC Napoli, Aurelio De Laurentiis - si legge nella nota - letti alcuni resoconti di stampa sui lavori del Consiglio di Lega della scorsa settimana nei quali non trovano corrispondenza rispetto ad espressioni ed al pensiero attribuito al Presidente De Laurentiis, ritengono di precisare(...): su temi specifici sono emerse a volte opinioni e valutazioni di merito anche molto diverse, ma entrambi si riconoscono reciprocamente comportamenti sempre ispirati alla massima correttezza e trasparenza".

Juve-Kean, il primo 2000 a giocare in Champions League 23 Novembre 11:51

Moise Kean, la giovane promessa della Juventus, ha incamerato a Siviglia un altro record. Dopo essere diventato il primo calciatore nato nel 2000 a giocare in Serie A, Kean è diventato il primo millenial a calcare i prati della Champions League. Nel corso del match tra Siviglia e Juventus infatti l'attaccante, nativo di Vercelli, è entrato all'84' minuto prendendo il posto di Miralem Pjanic. Pochi secondi dopo la squadra di Allegri è passata in vantaggio sul 2-1 grazie al gol di Bonucci dalla distanza. Nei minuti finali della gara, con i ragazzi di Sampaoli in pressione alla ricerca del pareggio, Kean è diventato il riferimento offensivo dei bianconeri che cercavano di sfruttare la sua velocità per portare lontano il pallone e far passare il tempo. Nell'occasione del 3-1 di Mario Mandzukic quasi a tempo scaduto, il giovane vercellese si era portato dentro l'area, chiedendo al compagno un suggerimento in mezzo. Un paio di azioni e tanta personalità che portano a pensare che Kean abbia i mezzi tecnici e atletici per crescere nella Juventus e per conquistare pian piano sempre più spazio.

Giovani azzurri a Coverciano: lo stage nel vivo 22 Novembre 13:30

Primo allenamento stamani a Coverciano per i 22 giovani giocatori convocati dal ct azzurro Giampiero Ventura per il primo degli stage in programma fino al termine della stagione. Tutti presenti, a partire dalla 'pattuglia' più numerosa, quella formata dai talenti dell'Atalanta rivelazione del campionato (ben 7). "Cosa ci aspettiamo da questi stage? I giovani che sono qui devono capire che sono all'inizio di un lungo viaggio" - ha dichiarato il team manager azzurro Gabriele Oriali. Un messaggio che sembra rivolto anche al tecnico dell'Atalanta Gian Piero Gasperini che nei giorni scorsi si era mostrato perplesso su questa iniziativa di Ventura. "Gasperini - ha concluso Oriali - deve vedere tutto questo come un motivo di soddisfazione che premia il suo lavoro e quello della sua società".

Inter-Gabigol, 30 milioni ma secondo Sconcerti "non è adatto" 21 Novembre 19:48

Il noto giornalista de Il Corriere della Sera, Mario Sconcerti, ha risposto ad una domanda che gli è stata fatta durante 'La Domenica Sportiva' su Gabriel Barbosa, (detto anche Gabigol, attaccante brasiliano dell'Inter), secondo cui questi poteva essere la vera sorpresa dell' attacco nerazzurro. La risposta non si è fatta attendere ed è stata abbastanza dura nei confronti dell' attaccante del Santos: "Gabigol? Tutti dicono che non sia adatto a giocare in Italia, non ancora. Se già due allenatori lo stanno giudicando così, probabilmente è vero".

Roma: la foto fa il giro del mondo, ma non è sugli scontri di Bergamo 21 Novembre 18:48

Una vecchia foto di alcuni scontri avvenuti durante una manifestazione in Francia utilizzata per raccontare gli attimi di tensione avvenuti al termine di Atalanta-Roma tra tifosi e forze dell'ordine ha fatto scattare la protesta ufficiale del club giallorosso. L'amministratore delegato di Trigoria, Umberto Gandini, una volta informato della 'svista' dell'account twitter di Sport Mediaset, si è subito attivato per far rimuovere l'immagine dal social network. "L'ho segnalato a chi di dovere" il tweet di Gandini in risposta ai tifosi che ne chiedevano un intervento.

Senza storia il derby dell'Arno: Fiorentina dominante 21 Novembre 08:54

A senso unico la sfida da derby tra Empoli e Fiorentina allo stadio Castellani. La squadra viola ha vinto (4-0) con le doppiette di Bernardeschi e Ilicic. Solo Maccarone ha impensierito la difesa gigliata. I tre punti guadagnati rilanciano le ambizioni europee della Fiorentina con il sesto risultato utile di fila firmato dalle doppiette di Bernardeschi ed Ilicic. Lo stesso risultato che l’Empoli aveva imposto al Pescara due settimane fa. La vittoria della Fiorentina arriva dopo la pausa per la Nazionale. Il primo impegno per i viola che sino a Natale giocheranno altre otto partite, tra Campionato Europa League e recupero della gara di Genova. Continua la serie positiva fuori dal Franchi. Paulo Sousa ha potuto contare su Nikola Kalinic dal primo minuto: recupero lampo dell’attaccante croato. Hanno giocato anche Tello e Milic. Martusciello dal canto suo si era affidato alla coppia d’attacco formata da Maccarone e Pucciarelli. Saponara gioca sulla trequarti, Veseli in difesa.

Atalanta-Roma, scontri: i politici parlano di calcio 21 Novembre 08:52

"La violenza negli stadi va punita severamente e dopo gli scontri di alcuni ultras della Roma con le forze di polizia, a cui va tutta la mia solidarietà, l'unico modo per mandare un segnale forte a tutte le tifoserie d'Italia e' far giocare il campionato alla Roma a porte chiuse". E' quanto afferma, in una nota Stefano Pedica del Partito Democratico. "Non si puo' restare inermi davanti a un calcio malato - sottolinea Pedica - Serve tolleranza zero e una societa' come la Roma non puo' accettare di avere al seguito tifosi che si comportano con una violenza inaudita. A queste persone e a tutti i tifosi violenti d'Italia bisogna mandare un segnale forte. E l'unico modo per farlo e' di chiudere le porte dello stadio per tutto il campionato. O si usa il pugno duro, o la violenza e' destinata a crescere a dismisura".

Derby dell'Arno, la Viola convoca anche Kalinic 19 Novembre 15:38

Anche Andrea Della Valle ha seguito l'allenamento di rifinitura della Fiorentina, per caricare la squadra in vista del derby di domani sul campo dell'Empoli. Intanto, durante la sosta per le Nazionali, Kalinic ha recuperato dall'infortunio ed è stato convocato per la sfida di domani. Eccoa lista dei convocati viola per la trasferta di Empoli. Prima volta per l'esterno americano della Primavera Perez che avrà la maglia numero 26: Astori, Badelj, Bernardeschi ,Chiesa, Cristoforo, De Maio, Dragowski, Ilicic, Kalinic, Babacar, Lezzerini, Milic, Olivera, Perez, Gonzalo, Salcedo, Sanchez, Tatarusanu, Tello , Tomovic, Borja Valero, Vecino, Zarate.

Ausilio pre-derby, a Gennaio ancora Fair play finanziario 19 Novembre 15:36

"In 90 minuti può accadere tutto, ma io non firmo per il pari. Non si può iniziare un derby pensando di accontentarsi e a maggior ragione in questo momento. Dobbiamo giocare con la testa, ma cercare di vincere": lo dice il ds dell'Inter Piero Ausilio a Radio Deejay, alla vigilia della sfida con il Milan. "Ho visto il lavoro di questi giorni - continua il dirigente - La squadra si è allenata bene e questo mi dà fiducia".

Ausilio non esclude che Pioli possa utilizzare una seconda punta e chiede tempo per Gabriel Barbosa: "Bisogna avere un po' di pazienza. Con Coutinho non c'è stata: si diceva che era gracile e piccolo. Gabigol deve ancora capire il calcio italiano, ma ha un atteggiamento positivo. Thohir? È il presidente ed ha una passione smisurata per l'Inter. È coinvolto nelle scelte e anche quella di cedere a Suning è stata un gesto di grande affetto. Per quanto riguarda il mercato di gennaio, dobbiamo rispettare il Fair Play finanziario. Non aspettiamoci investimenti: prima dev'essere ridotta la rosa".

Inter, Zhang promette all'Inter grandi traguardi 19 Novembre 09:55

L'obiettivo di Suning è riportare l'Inter al vertice del calcio mondiale. E' la promessa fatta da Steven Zhang, figlio di Zhang Jindong, accompagnato dal nuovo ceo dell'Inter, Jun Liu, dopo la conferenza di Stefano Pioli ad Appiano Gentile. Un incontro a sorpresa con i dirigenti di Suning, a due giorni dal derby. Strette di mano e presentazioni, con Steven Zhang che ha voluto raccontarsi e spiegare gli obiettivi della proprietà cinese: l'Inter è una grande responsabilità e l'obiettivo è trasmettere positività ai tifosi e agli appassionati attraverso i successi sul campo. Zhang sarà quasi in pianta stabile a Milano, dove passerà ben il 70% del suo tempo, studia l'italiano e la cultura italiana da cui, dice, e' rimasto affascinato.

Allegri vuole tutto: 1' posto, Qualificazione e Supercoppa 18 Novembre 14:25

"Abbiamo tre obiettivi da raggiungere prima della sosta natalizia: la qualificazione in Champions League, mantenere il primo posto in campionato, vincere la Supercoppa". Detta l'agenda della sua Juventus il tecnico bianconero, Massimiliano Allegri, alla vigilia della sfida di campionato contro il Pescara. "Con gli abruzzesi abbiamo solo un risultato, la vittoria, mentre per la Champions di fronte a noi ci sono due impegni, con Siviglia e Dinamo Zagabria, basta vincerne una per essere sicuri del passaggio del turno". Allegri ha fatto anche il punto sulle condizioni fisiche dei suoi, dando speranze per Marchisio, che "sta bene, si è allenato" ma alimentando dubbi sulla presenza di Benatia: "É rientrato dalla nazionale con un dolore al ginocchio, valuterò le sue condizioni". "Con il Pescara dobbiamo vincere, perché è da queste partite che passa lo scudetto". "Non sarà una gara semplice - ha aggiunto - perché il Pescara, nonostante le difficoltà di classifica, spesso non ha meritato di perdere. Paga un po' d'inesperienza, ma se noi approcceremo male non sarà semplice batterlo, quindi mettiamo da parte la Champions e pensiamo a fare tre punti".

Sassuolo-Pescara 0-3: gli emiliani non ci stanno 18 Novembre 14:16

Il Sassuolo prova a riprendersi i 3 punti vinti sul campo contro il Pescara, ma sottrattigli dal Giudice sportivo: il Collegio di garanzia dello sport ha ricevuto un ricorso del club neroverde contro la Figc e il Pescara per l'impugnazione della decisione della Corte sportiva d'appello con cui è stato respinto il reclamo avverso la decisione del Giudice sportivo, che ha punito il Sassuolo con la sanzione della perdita a tavolino della gara del 28 agosto. Il motivo è l'inosservanza della normativa federale dove impone, ai fini della utilizzabilità di un calciatore, l'inserimento dello stesso nella cosiddetta "lista dei 25", da comunicarsi alla Lega tramite posta elettronica certificata entro le 12 del giorno precedente la gara. Cosa che non sarebbe avvenuta con Antonino Ragusa, subentrato al 65' della gara con il Pescara. Il Sassuolo chiede al Collegio di garanzia di ripristinare il 2-1 maturato sul campo o, in via subordinata, di rinviare il procedimento ad un nuovo esame della Corte sportiva d'appello.

La minaccia Juve sui giocatori milanisti di Raiola 17 Novembre 13:27

di Emanuele Colangeli

Mino Raiola, storico procuratore di Ibra e Balotelli, ma anche di Pogba, Hamsik e chi più ne ha più ne metta ha dichiarato che non è esclusa una possibile partenza di Donnarumma e che bisognerà vedere quale sarà l'intenzione del Milan Cinese. Una dichiarazione, quella del "re del mercato" che ha lasciato decisamente sbigottiti molti osservatori fra cui Caressa di Sky, visto che è stata rilasciata nel periodo antecedente all'apertura del mercato e che ora preoccupa i tifosi rossoneri, i quali si chiedono addirittura se la nuova proprietà abbia le risorse necessarie per trattenere un simile gioiello. Eppure Raiola non è nuovo a minacce di questo tipo, anche quando diventa il procuratore di Abate, in sede di rinnovo contrattuale Mino, minaccia il Milan di portarlo alla Juventus, cosa che puntualmente non accade. Insomma tutti sappiamo che quando un mostro sacro come il deus ex machina del calciomercato rilascia frasi di questa tipologia, teoricamente ci sarebbe da stare con le antenne dritte, ma sappiamo anche che potrebbero essere "minacce" solamente di stampo mediatico per vedere fino a che punto Sino Europe, una volta ultimato questo benedetto closing, sarà disposta ad arrivare, comunque sia Gigio per la nuova proprietà potrebbe essere una cartina di tornasole importante per i cinesi che certo non vorrebbero mai presentarsi con una "cessione eccellente", anzi, tutt'altro.

Italia-Germania 0-0: l'analisi Facebook di Roberto Beccantini 16 Novembre 06:08

Senza l’enfasi che il 31 dicembre del 2005 l’allora segretario dei Ds Piero Fassino riversò sull’allora amministratore delegato di Unipol, Giovanni Consorte, «Ma abbiamo una banca?», penso che ci si possa chiedere, dopo Italia-Germania 0-0, «Ma abbiamo un centravanti?». Probabilmente sì. Andrea Belotti, classe 1993, 23 anni il prossimo 20 dicembre (ma guarda...). AlbinoLeffe, Palermo, Torino. Il gallo Belotti. Con i giovani ci vuole pazienza. Se hanno il dovere di farci sognare, hanno il diritto di poter sbagliare.

Il palo che ha colpito contro i tedeschi, dopo essersi liberato di Mustafi, non proprio un pivello, è roba vera. I paragoni sono sempre impegnativi, e spesso pericolosi. C’è chi ha riesumato Gianluca Vialli e chi, per quelle spalle incassate, Long John Chinaglia. Belotti è pronto di tiro e di passaggio (vedi l’intesa con Immobile). Nel difendere la palla, poi, sa usare il corpo dell’avversario come fionda e non solo come sasso.

Mi fermo qui, anche perché prima che il Gallo canti tre volte eccetera eccetera. Era un’Italia di mezzo; era, soprattutto, una Germania baby. Per un tempo, meglio loro, più orizzontali. Nel secondo, meglio i nostri, più verticali.

Con Belotti, mi sono piaciuti De Rossi, Romagnoli e Rugani. I traslochi da un modulo all’altro e da una generazione all’altra procedono con calma. In vista di Spagna-Italia di settembre, Ventura vorrebbe anticipare l’inizio del prossimo campionato. E’ come guardare il dito che indica la (super) luna. La luna è il numero delle squadre: venti. Troppe.

C’era in azione la Var, a San Siro. Video assistant referees per chi sa le lingue, moviola in campo per i clienti dei Bar sport. Dicono che abbia risolto in cinque-sei secondi il mistero del gol di Volland, annullato per fuorigioco (di un ginocchio). Wow.

Prima Mauro e poi Costacurta: Sky snobba il derby di Milano 15 Novembre 17:55

Strano avvicinamento da parte di Sly al prossimo derby di Milano. Dopo che Massimo Mauro lo ha definito un "derby provinciale fra squadre umili", è arrivato anche il carico di Alessandro Costacurta: "Per me non è un derby importante per la classifica, per nessuna delle due squadre perché entrambe le squadre, secondo me, non arriveranno in Champions. Più che altro è un derby particolare perché l'Inter ha appena cambiato allenatore mentre il Milan gode di un ottimo momento. Come favorita io vedo il Milan perché ultimamente a differenza dell'Inter sta dimostrando un buonissimo spirito, è quello spesso fa vincere le partite".

Beretta "benedice" Galliani presidente di Lega 15 Novembre 15:35

"Benissimo". Maurizio Beretta commenta così l'ipotesi di Adriano Galliani alla presidenza della Lega Serie A. Solo una parola, strappata a margine della presentazione del bilancio integrato della Figc alla Triennale di Milano, ma che lascia chiaramente intendere il giudizio positivo da parte dell'attuale presidente. "Ne parleremo nelle sedi opportune. Il calendario è un tema tipico da Consiglio di Lega, che poi riferisce in Assemblea", ha aggiunto poi Beretta a proposito della richiesta del ct azzurro Giampiero Ventura di anticipare l'inizio del campionato al 13 Agosto. "Può essere che se ne faccia già un primo accenno informale venerdì (durante il consiglio di Lega) poi è chiaro che quando ci dedicheremo ai calendari il tema sarà valutato".

Tavecchio, campionato anticipato: richiesta legittima 15 Novembre 13:26

"Chiedere è legittimo. Dipende molto da una serie di situazioni, certamente noi accompagneremo la richiesta con la volontà di trovare un accordo conveniente sia per la Lega che per la Federazione": lo ha detto il presidente della Figc Carlo Tavecchio, a margine della presentazione del bilancio integrato 2015 della Federcalcio, sulla richiesta di anticipo dell'inizio del prossimo campionato fatta dal ct Giampiero Ventura. "Tutti questi discorsi non starebbero in piedi se ci fosse stata la riforma con la riduzione del numero delle società. Per ora dobbiamo solo trattare. Tutte le trattative hanno degli esiti. Non posso dire se sarà fattibile o meno ma chiedere è legittimo".

Spagna-Italia il 2 Settembre: Serie A in campo prima del solito 14 Novembre 15:14

Alla vigilia della sfida contro la Germania, il c.t. dell’Italia, Giampiero Ventura ha rivelato di aver chiesto l’anticipo al 13 agosto della prossima serie A, affinché la Nazionale arrivi preparata alla partita contro la Spagna: “Per raggiungere grandi obiettivi bisogna creare i presupposti. Noi siamo un po’ schematizzati ma giocano tutti il 13 agosto. Giocarsela ad armi pari è nell’interesse nazionale. Sono già state chieste almeno due giornate di Campionato. In un momento di follia, ne avevo chieste tre, ma mi hanno detto di ricoverarmi“.

Milan-Inter è derby anche sul mercato: Badelj dopo Kondo 14 Novembre 13:02

Si scalda l'atmosfera per la stracittadina di domenica sera. Milan e Inter si affronteranno nel posticipo della 13' giornata del campionato di Serie A, ma anche sul mercato come accadde per Geoffrey Kondogbia: il mediano nerazzurro era pronto a firmare con il Milan nell'estate del 2015 e all'ultimo secondo fu letteralmente strappato dai dirigenti nerazzurri a Galliani. Poco male per il Milan che poi virò su Juraj Kucka. La storia, però, continua e continuano anche i duelli di calciomercato: nelle ultime ore anche l'Inter si è fatta sotto per assicurarsi le prestazioni di Milan Badelj. Il centrocampista croato della Fiorentina è in uscita dal club di Della Valle e tra le sue preferenze c'è il Milan di Vincenzo Montella. Ma i dirigenti nerazzurri vorrebbero bruciare le tappe e approfittare dell'incertezza dei cugini milanisti e sferrare l'assalto finale. I rossoneri per contenere l'avanzata del club interista sarebbero pronti a mettere sul piatto 9 milioni di euro per la Fiorentina e un contratto quadriennale da 2,5 milioni all'anno per il croato.

Liechtenstein-Italia 0-4: l'analisi Facebook di Roberto Beccantini 13 Novembre 10:22

Troppo facile, indovinare chi sarebbe uscito vincitore dalle «elezioni» di Vaduz. Ci avrebbero azzeccato persino i (non) vergini di servo encomio e di codardo sondaggio che, viceversa, avevano toppato in pieno l’ascesa di Trump. Il problema, se mai, era imbroccare lo scarto.

Nel primo tempo, la Nazionle tredicesima nel ranking Fifa ha ben giocato e realizzato la bellezza di quattro gol: Belotti, Immobile, Candreva, Belotti. Alè. Il tutto, nel rispetto delle disposizioni di mister Ventura e dei pruriti libidinosi dei media (gol, gol, gol).

Nel secondo, in campenso, gli azzurri sono riusciti a fare 0-0 con il Liechtenstein, che nella classifica di cui sopra occupa il 183° posto (su 211 paesi censiti). L’impressione è che molti - soprattutto Zaza - volessero dare un contentino al presidente Tavecchio, che aveva invitato la squadra a «non infierire». Salvo poi seppellire il suo afflato francescano sotto un apocalittico «Non andare in Russia sarebbe una tragedia». Eppure, nell’agosto del 2014, questo algido signore demolì non solo Albertini, ma addirittura il «quarto potere», che dopo l’uscita di Opti Pobà gliel’aveva giurata.

Chiedo scusa se scrivo di 4-4-2 e non di 4-2-4, anche se la modestia degli avversari ha agevolato l’allegra confusione. Non siamo una Nazionale da vendemmie, si sapeva. E, in un certo senso, è emerso pure dal «voto» odierno. Era una formazione «dejuventinizzata», con il deb Zappacosta tra i più attivi, la coppia Belotti-Immobile più generosa che gelosa. Di Verratti e De Rossi, e della fase difensiva al completo, se ne riparlerà martedì sera a San Siro, nell’amichevole con i tedeschi.

Siamo in pieno trasloco da una generazione all’altra. Come dicono a Fusignano, servono occhio, pazienza e fondo schiena.

Il prestito di Gabigol in saldo: Empoli e Pescara, antenne dritte 12 Novembre 14:59

Gabigol non riesce a trovare spazio in squadra. Con De Boer e Vecchi in panchina, il giovane calciatore brasiliano ha collezionato appena 16 minuti in campo per poi sparire dai radar del calcio che conta. Un alone di mistero sembrerebbe celarsi attorno a questo promettente attaccante ma, in realtà, la scelta societaria è tanto chiara quanto condivisibile. Non si vuole bruciare un giocatore così giovane e così promettente. Gabigol ha appena 20 anni e viene da un campionato, quello brasiliano, completamente diverso dal nostro. Inoltre, inserirlo in un contesto nel quale va tutto storto complicherebbe non poco la sua sitazione. Il futuro di Gabigol è nelle mani di Pioli, sarà lui a decidere il meglio per il suo futuro. Restare all'Inter per crescere in casa oppure andare in prestito in un'altra società dove potrebbe giocare con continuità e farsi le ossa in un campionato diverso come quello europeo. Il Sun scrive di un interessamento di Chelsea e Arsenal che starebbero seguendo da vicino l'evolversi della vicenda. Ipotesi suggestiva ma più vicina al fantamercato. Qualora l'Inter dovesse optare per il prestito di Gabigol sono molto più probabili le destinazioni Empoli o Pescara.

Milan e Genoa, Lapadula e Veloso: "occhio" a Prandelli 11 Novembre 14:13

L'allenatore del Valencia Cesare Prandelli pensa di rinforzare la squadra che gli è stata da poco affidata, pescando nella formazioni italiane. Uno degli obiettivi dell'ex ct della Nazionale azzurra all'Europeo 2012 e ai Mondiali 2014 sarebbe - secondo quanto riporta la stampa spagnola - l'attaccante del Milan, Gianluca Lapadula. Anche il centrocampista del Genoa, Miguel Veloso, protagonista della bella stagione dei rossoblù, sarebbe un osservato speciale del club valenciano.

Dopo la buona prova con il Milan, parla Lo Faso (Palermo) 10 Novembre 19:12

"Non ho bruciato le tappe. Dopo la Primavera sono arrivato in prima squadra: è stato un salto importante, ma ci siamo allenati tutti bene, parlo per me e per i miei compagni. Poi, è ovvio che, chi più chi meno, è stato coinvolto dall'allenatore della prima squadra". Non può nascondere l'emozione, Simone Lo Faso, l'attaccante rosanero che contro il Milan ha esordito in Serie A con la maglia della sua città. "Ho saputo reggere bene l'emozione - ha proseguito - Sono sincero, non mi tremavano le gambe. Non pensavo a cosa sarebbe successo: l'importante è entrare in campo tranquilli. Per tutti noi è il massimo arrivare in serie A, non sento nessuna pressione. So che per me è stato qualcosa di incredibile: una grande soddisfazione, sia per me che per i miei genitori che mi hanno sempre sostenuto".

Pioli: Candreva darà il massimo, abbiamo un mese importante 10 Novembre 14:15

Le dichiarazioni di Stefano Pioli, in sede di conferenza stampa di presentazione: “Tifoso dell’Inter, questa è la verità, per me è una grande gioia sedermi qui. Sono molto felice, ho tante responsabilità ma sono motivato e convinto che darò il massimo. Contrasti con Candreva? Ho sempre pensato fosse un ottimo giocatore e un grande professionista. I contesti sono diversi, sono convinto che darà il massimo. Sta facendo bene e so che farà ancora meglio, l’ho sempre stimolato e sono convinto che possa fare ancora di più. E’ un grande giocatore, ma può dare ancora di più. Idee per amalgamare il gruppo? Dobbiamo pensare da squadra, possiamo ottenere successi se tutti noi rinunceremo al proprio io per metterlo a disposizione della squadra. Sono convinto di avere una squadra con valori. Il talento da soli non è sufficiente, voglio squadra che giochi con cuore in mano e con passione. La tifoseria ci ha semre dimostrato questo, dobbiamo prendere questa energia. Lavorare da squadra sarà obiettivo per tutti noi”.

Gli altri temi: "Troppi 29 giocatori? Io penso che abbiamo un mese importantissimo. Prima il derby, importante per classifica prestigio cittadino. Dino al 21 dicembre 8 partite, abbiamo bisogno di tutti. L’organico è di qualità, tutti avranno possibilità, soprattutto chi dimostrerà atteggimento adatto per un certo tipo di gioco. Cosa serve? Mentalità concreta e vincente. La squadra può giocare calcio concreto e propositivo, che ci può dare vantaggi sugli avversari. Per me l’obiettivo è che giochino con passione enorme, con voglia incredibile di scendere in campo e di mettere sotto gli avversari. Se ce la farmeo, avremo poi i valori tecnici per diventare squadra forte. Obiettivo? Sarei contento se ottenissimo la Champions. Ci sono tante partite da giocare, manca tanto. L’anno scorso era prima l’Inter dopo 12 giornate, la Juventus era a 9 punti. Poi sappiamo come è finita. Non sono qui a vendere illusioni, non so quanto ci metteremo e non sarà facile, ma credo ci siano tutte le possibilità di raggiungere l’obiettivo che squadra, proprietà e allenatore vogliono”.

Schermaglie di derby a Milano, le parole di Mati e Ranocchia 9 Novembre 17:05

Undici giorni al derby di Milano e Mati Fernandez, cileno che ha appena esordito nel Milan, dichiara: "Conosco bene il significato del derby, tutti me ne parlano e bisogna dare tutto". Intanto, sul fronte nerazzurro, Andrea Ranocchia non molla e, nonostante il suo infortunio, vuole fare di tutto per esserci nel dery del 20 Novembre fra Milan e Inter.

Milan, le squadre tedesche sulle tracce di Luiz Adriano 9 Novembre 13:05

Secondo quanto scrivono i media tedeschi, l'avventura di Luiz Adriano al Milan sarebbe molto vicina alla conclusione. Il tecnico rossonero, infatti, gli preferisce Gianluca Lapadula, autore di uno splendido gol di tacco nell'ultimo match di campionato (disputato contro il Palermo). Su Luiz Adriano è molto forte l'interesse del Cska Mosca, ma l'attaccante brasiliano ha rifiutato l'offerta, dato che vorrebbe giocare in un club più occidentale. Sul centravanti sudamericano è piombato anche il Wolfsburg, che sarebbe disposto a mettere sul piatto una cifra molto alta per garantirsi le sue prestazioni (si è parlato di 15 milioni di euro). Anche il Bayer Leverkusen sarebbe fortemente interessato all'attaccante;

Roma, Paredes rientra dopo la sosta a fine Novembre 8 Novembre 16:41

Il problema fisico accusato da Leandro Paredes nel secondo tempo della partita di domenica sera, contro il Bologna, lo costringerà a uno stop di due settimane. Nella giornata odierna il centrocampista della Roma è stato infatti sottoposto a controlli strumentali che hanno messo in evidenza una lesione parziale del compartimento legamentoso esterno della caviglia destra. L'argentino aveva subito l'intervento di un avversario durante il match dell'Olimpico. La prognosi stimabile da oggi, secondo lo staff medico giallorosso, è di circa 15 giorni. La buona notizia per Spalletti è che l'infortunio di Paredes sarà smaltito durante la sosta del campionato per gli impegni delle Nazionali.

Immobile e Belotti: ieri compagni, oggi sfidanti 7 Novembre 18:00

di Max Bambara

Andrea Belotti ha realizzato una doppietta proprio sabato scorso in casa contro il Cagliari. Adesso è a quota 8 reti realizzate in campionato, soltanto due gol sotto gli attuali capo-cannonieri Icardi e Dzeko. Si trova sotto soltanto di un gol invece rispetto a Ciro Immobile in questa appassionante sfida fra loro su chi sarà il centravanti italiano più prolifico a fine stagione. Sembra strano ma in questa Serie A che sta lanciando tanti giovani di nazionalità italiana, nei primi dieci posti della classifica cannonieri ci sono solo due giocatori del Belpaese e sono proprio Immobile e Belotti. Si, proprio loro i due ex compagni di squadra che, nel Toro della scorsa stagione, tante gioie hanno regalato a Ventura. Adesso, Immobile si è preso la città di Roma diventando il centravanti titolare della Lazio, mentre Belotti ha conquistato la città di Torino, entrando nel cuore dei supporters granata e costringendo poi il Presidente Cairo a blindarlo con un contratto sino al 2021. Sono loro, oggi, i volti principali e felici del calcio italiano. Sono e saranno loro i probabili protagonisti del Mondiale di Russia del 2018, salvo riabilitazioni o conversioni sulla via di Damasco da parte di un Balotelli che finora sta facendo bene al Nizza, ma non offre garanzie di tenuta sul piano comportamentale. Immobile e Belotti sono simili per certi aspetti, ma sono anche molto diversi come struttura e come caratteristiche. Sono entrambe due prime punte che sanno adattarsi ad avere un compagno di fianco ma, principalmente, entrambi prediligono essere l’epicentro offensivo unico di una squadra. Più bravo in ripartenza Immobile; assolutamente devastante sul piano fisico Belotti. Più bravo a chiamare la profondità il laziale; più bravo nel gioco di sponda il granata. La sfida, fra loro, sarà appassionante fino a fine campionato. I sogni di mezza estate invece inizieranno probabilmente già in primavera quando le prime luci dei grandi club potrebbero emettere i propri bagliori su di loro. Viste le prestazioni e i gol, sembra soltanto questione di pochi mesi.

Nazionale: Ventura parlerà con Mario Balotelli 7 Novembre 17:22

"Quando tornerà in azzurro Balotelli? Avrò presto un colloquio con lui per capire se ha voglia di essere protagonista dentro il gruppo, noi siamo aperti a tutti". Giampiero Ventura ha ribadito la sua disponibilità nei confronti dell'attaccante del Nizza, anche se il suo eventuale ritorno in Nazionale continua a slittare. "Io non ho mai sentito mettere in discussione le sue qualità tecniche - ha spiegato il ct - ma è su altri aspetti che Mario deve porsi delle domande. E poi non dimentichiamoci che ha ripreso da due mesi, e in due mesi non si cambia la storia di una persona. Da qui in avanti ci saranno altri due mesi e mezzo per poterci incontrare e parlare e lui lo sa, così come sa che davanti a tutto c'è la Nazionale".

Marchisio lascia la Nazionale: polemica sui social 7 Novembre 14:30

I tifosi non juventinisui social accusano la Juventus di snobbare la Nazionale e di richiamare i propri giocatori al minimo "raffreddore". Come era accaduto con Bonucci nello scorso Maggio, prima della finale di coppa Italia. Claudio Marchisio ha qualche problema alla gamba sinistra e lascia il ritiro della Nazionale. Il giocatore della Juventus - rende noto la Figc - presenta infatti "un sovraccarico articolare all'arto inferiore sinistro" e quindi, a livello precauzionale, il ct Gian Piero Ventura ha deciso di rinunciare al centrocampista bianconero, che oggi stesso tornerà a casa. Ventura, contestualmente, ha convocato Roberto Gagliardini, centrocampista dell'Atalanta, e Armando Izzo, difensore del Genoa, che raggiungeranno in giornata Coverciano in vista dell'impegno della nazionale con il Liechtenstein sabato per le qualificazioni mondiali.

Bonucci commuove tutti alla Domenica Sportiva 7 Novembre 11:11

Dopo Chievo-Juventus 1-2, Leonardo Bonucci ha fatto coincidere il suo arrivo in Nazionale a Coverciano con il collegamento con la Domenica Sportiva. Sulle condizioni del figlio è stato lui a rassicurare tutti: 'E' stato un momento difficile, ma tutti ci sono stati vicini, a cominciare dai tifosi bianconeri. Quando c'è un sentimento forte come l'amore, sei pronto a tutto. L'unione fa la forza, #Matteo è stato il primo a darla a me e a mia moglie, dimostrandosi un grande combattente. Ora la sua situazione è migliorata, sta alla grande. Matteo è riuscito nel miracolo di riunire i tifosi di tutta Italia, senza pensare ai colori che io indosso. E questa è la vittoria più bella per tutti noi. Questa esperienza - ha proseguito il difensore - ci ha fortificato, invito tutte le famiglia a non mollare mai. L'amore è una forza infinita'.

Contestazione Curva Inter: "Vergognatevi tutti" 5 Novembre 17:19

Aria di contestazione domani a San Siro da parte dei tifosi della Curva Nord dell'Inter durante la sfida contro il Crotone. "Vergognatevi tutti!". E' titolo che capeggia sulla copertina della fanzine degli ultras che sara' distribuita allo stadio poco prima della partita. Gia' nei minuti finali della gara di Europa League a Southampton c'era stata la contestazione di un gruppo di tifosi che avevano seguito la squadra in Inghilterra.

Ventura chiama Politano e Cataldi, ok Marchisio, non Pellè 5 Novembre 16:40

Per le partite contro Liechtenstein e Germania, il Ct Ventura ha chiamato 28 giocatori.

Portieri: Buffon - Donnarumma - Perin

Difensori: Antonelli - Barzagli - Bonucci - Darmian - De Sciglio - Romagnoli - Rugani - Zappacosta

Centrocampisti: Bernandeschi - Bonaventura - Candreva - Cataldi - De Rossi - Marchisio - Parolo - Verratti

Attaccanti: Belotti - Eder - Gabbiadini - Immobile - Insigne - Pavoletti - Politano - Sansone - Zaza

Tra i 28, ci sono ben due giocatori che mai prima d'oggi erano stati presi in considerazione dal Ct: il centrocampista della Lazio Cataldi e l'esterno offensivo del Sassuolo Politano. Sono loro due le vere novità di queste convocazioni. Sarà difficile vederli in campo nella delicata sfida con il Liechenstein, ma non è escluso che possano avere una chance nell'amichevole di lusso contro la Germania. Ventura ha anche (ri)chiamato alcuni calciatori che erano stati esclusi dalla precendenti convocazioni. Su tutti spiccano i nomi di Marchisio, pienamente recuperato dall'infortunio al ginocchio, Insigne, tornato titolare al Napoli e l'attaccante Zaza, deludente fino a questo momento con la maglia del West Ham. Restano fuori l'infortunato Chiellini e sopratutto bomber Pellè, escluso dopo il battibecco avuto con il Ct idurante la partita contro la Spagna. Gli azzurri si raduneranno a Coverciano lunedi alle 15.

Buffon: solo Inter e Milan non si sono scansate...4 Novembre 2016

Forti le parole attribuite oggi dalla Gazzetta dello Sport a Gianluigi Buffon: "Ragazzi, così non si va da nessuna parte. In Italia vinciamo perché gli altri si scansano, ma in Europa non succede e non succederà. In Italia le uniche due squadre che non si sono scansate ci hanno battuto. Serve più personalità, più grinta, più voglia di aiutarsi, altrimenti ci complicheremo la vita in campionato e soffriremo in Champions".

Van der Meyde: Hiddink? Un altro olandese, non ci credo...2 Novembre 18:44

"Non ha assolutamente senso cambiare l'allenatore. Se c'e' qualcosa da cambiare nell'Inter e' la società. Sembra ci sia una confusione totale. Dov'e' la dirigenza? Nemmeno Mourinho otterrebbe buoni risultati in questa situazione". Andy van der Meyde, ex centrocampista olandese, che gioco' anche con la maglia nerazzurra dal 2003 al 2005, intervistato da Premium Sport, è fortemente critico verso la gestione del club. "L'Inter negli ultimi sei anni ha cambiato otto allenatori, tutti con gli stessi problemi. De Boer e' un ottimo tecnico, non bisognava dargli per obiettivo la Champions. Bisognava solo costruire qualcosa e lui in questo era perfetto. Hiddink? Hanno appena esonerato un olandese e ne vogliono un altro? Mi prendi in giro?", risponde van der Meyde ridendo.

Bologna, il momento dell'operazione di Verdi 2 Novembre 18:39

Sarà operato domani l'attaccante del Bologna Simone Verdi. Gli accertamenti a cui è stato sottoposto il giocatore hanno evidenziato infatti la necessità di eseguire un intervento chirurgico alla caviglia destra.

L'operazione sarà fatta dall'equipe del professor Giannini nella casa di cura Toniolo di Bologna. Lo ha comunicato il Bologna Fc. L'attaccante - quattro i gol segnati da inizio Campionato - si è infortunato dopo pochi minuti dall'inizio della scorsa partita contro la Fiorentina al Dall'Ara. I tempi di recupero sono stimabili tra i due o massimo i tre mesi: il giocatore dovrebbe infatti tornare in campo a Gennaio.

Tronchetti Provera su De Boer: "La società non è gestita" 31 Ottobre 17:17

"Suning deve fare la proprietà. Il Milan ha vinto quasi tutto con Berlusconi vicino alla squadra, l'Inter di Moratti ha vinto 15 titoli in 6 anni grazie alla presenza di Moratti, la Juve vince con Andrea Agnelli molto vicino alla squadra. Nel calcio l'unica formula vincente è una proprietà appassionata e vicina alla squadra". Sono le parole del presidente Pirelli, Marco Tronchetti Provera, ospite di "La politica nel pallone" su Gr Parlamento. "Una società non si gestisce da Giacarta, Pechino o Nanchino. La proprietà si è mossa molto bene sul mercato dimostrando di voler appoggiare l'Inter, devono decidere di avere una persona che conosce il campionato e che abbia pieni poteri" prosegue Tronchetti Provera che sul futuro del tecnico De Boer aggiunge: "Penso che il tema di fondo è la società, anche un allenatore straordinario senza una società difficilmente raggiunge grandi obiettivi. Nomi fatti per l'Inter? I nomi destabilizzano ancora di più, certe scelte vanno fatto senza che prima appaiano sui giornali destabilizzando ancor di più la società. I limiti della difesa li conosciamo, quello che impressiona è che il centrocampo con i punti di forza che ha, abbia così deluso, è abbastanza avvilente. I giocatori sono di grande qualità, è un Inter forte e per i tifosi è una delusione ancor più grande non vedere esprimere il potenziale che c'è. Fa malissimo pensare al Milan davanti vedendo come la squadra ha saputo giocare con la Juve e, in parte, col Toro. Il potenziale c'è e l'Inter deve venir fuori ma manca qualcosa" Sui nomi affiancati alla squadra nerazzurra per la panchina c'è quello del Cholo Simeone. "È un grande allenatore con un animo interista, per noi appassionati è un nome che crea emozione".

Allegri batte il Napoli ma pensa già al Lione in Champions 30 Ottobre 11:10

"Essere focalizzati sempre su tutti gli obiettivi significa gioire oggi ma non perdere di vista che mercoledì è ancora più importante". La vittoria contro il Napoli non basta a Massimiliano Allegri, che su Twitter invita la Juventus a restare concentrata in vista della sfida Champions contro il Lione. Il tecnico ha ribadito un concetto già espresso prima della gara poi vinta 2-1 con i partenopei. "Con il Napoli è una partita importante - aveva detto - ma è più importante quella di mercoledì col Lione, perché dobbiamo cercare di chiudere il discorso qualificazione".

La Fiorentina è formato trasferta: 3 punti a Bologna 29 Ottobre 20:15

La Fiorentina in una settimana ha fatto 7 punti, ben 6 in trasferta e solo 1 in casa. Dopo la vittoria di Cagliari, la squadra di Paulo Sousa aveva pareggiato in casa contro il Crotone. Crisi scongiurata, perchè nel derby dell'Appennino i viola, contro un Bologna in dieci, hanno vinto di misura grazie ad un gol su rigore di Nikola Kalinic.

Paletta espulso a Genova: out solo 1 turno 28 Ottobre 16:14

Sono tre i giocatori di Serie A squalificati dal giudice sportivo per un turno dopo le gare della 10/a giornata di campionato. Si tratta di Paletta (Milan), Campagnaro (Pescara) e Sallai (Palermo). Quest'ultimo ha ricevuto anche un'ammenda di 2.000 euro per simulazione.

Alessandro Florenzi: intervento perfettamente riuscito 28 Ottobre 16:07

"Alessandro Florenzi è stato sottoposto, in data odierna, a intervento chirurgico artroscopico per la ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. L'intervento è perfettamente riuscito e il calciatore inizierà da subito il programma riabilitativo". Questo il bollettino medico emesso dalla Roma al termine dell'operazione cui è stato sottoposto l'esterno giallorosso nella clinica romana Villa Stuart. Per il ritorno in campo serviranno almeno quattro mesi.

I Cinesi del Milan apprezzano Montella: rinforzi già a Gennaio 27 Ottobre 13:58

E' sempre valida, in casa Milan, la data di riferimento del 20 Novembre per il closing. Giorno più, giorno meno. Seguirà una conferenza stampa in Italia. Mentre Marco Fassone nel suo viaggio, - una data ieri non era ancora stata stabilita - capirà se il gruppo cinese vorrà dare, come possibile, un ampio risalto mediatico proprio in Cina all'acquisto del Milan. Ancora qualche giorno per l'elenco definitivo degli investitori. Elenco che dovrebbe essere comunicato, sempre a Fininvest, 10 giorni prima del closing, quindi intorno all'8-10 Novembre. Fassone dunque in Cina anche per definire le intenzioni riguardo agli investimenti per il mercato di gennaio. Lui e Massimiliano Mirabelli non sono stati solo in Inghilterra e hanno allacciato rapporti con i più importanti club europei, per avere le idee chiare in vista del colloquio con Montella dopo il closing. I futuri nuovi dirigenti vogliono capire quali siano le esigenze del tecnico. In attesa dell'estate 2017, dove comincerà la vera opera di rafforzamento, in totale sintonia con un allenatore che piace molto anche in Cina.

Il calcio italiano perde 525 milioni, fattura quasi 4 miliardi: 12 i Club in attivo 27 Ottobre 13:08

Il calcio italiano ha fatto registrare una perdita pari a 525,8 milioni di euro nella stagione 2014-15. È quanto emerge dal report presentato stamane dalla Figc presso la Camera dei Deputati. Secondo le stime della Federcalcio, il 98,7% del dato aggregato deriva dalle perdite registrate nei campionati professionistici (519 milioni), mentre leghe e calcio dilettantistico e giovanile presentano un risultato netto negativo pari rispettivamente a 4,2 e 6,6 milioni. In controtendenza la Figc, che ha prodotto un risultato netto positivo per circa 4 milioni di euro. Altre cifre del nostro calcio: fatturati di 3,7 miliardi di euro, 12 Società calcistiche in attivo tra cui 7 in Serie A, 3 in Serie B e 2 in Lega Pro.

Pescara, ok l'Atalanta ma il terremoto tiene tutti in allerta 27 Ottobre 10:25

Dopo-partita surreale ieri sera, negli spogliatoi dell'Adriatico, dopo la vittoria dell'Atalanta sul campo del Pescara. La partita è passata in secondo piano, rispetto alla scossa di terremoto che al 31' del primo tempo ha provocato la sospensione dell'incontro, catapultando anche l'Abruzzo nella tragedia in corso nelle Marche. "In quel momento non ci siamo accorti di nulla, perché eravamo in movimento - ha detto il difensore del Pescara, Hugo Campagnaro -. Poi una volta che abbiamo sentito il pubblico gridare e la gente lasciare gli spalti abbiamo capito". Il difensore dell'Atalanta, Mattia Caldara, autore del gol della vittoria bergamasca, ha confermato: "dal campo non abbiamo sentito nulla, miei compagni mi hanno detto però poi che la panchina ha tremato".

Giornata febbrile Inter, voci e incontri a getto continuo 26 Ottobre 15:25

Lunghi colloqui, in mattinata e a pranzo, tra il presidente dell'Inter Erick Thohir e Steven Zhang, figlio del n.1 del Suning, Jindong. La squadra nerazzurra e' reduce da tre sconfitte consecutive, a cinque punti dalla zona retrocessione e con la qualificazione europea appesa ad un filo. Una situazione delicata su cui si stanno confrontando Thohir e Zhang. Il tema è dunque l'allenatore ma non solo l'allenatore, sul monitor ci sono i conti e le prospettive economiche del Club. Nel pomeriggio all'hotel Melià di Milano dove si trovano la squadra e Frank De Boer, ci sarà un primo faccia a faccia con il tecnico, la cui posizione sulla panchina nerazzurra e' sempre più a rischio, tanto che dalla Francia continuano a rimbalzare le voci di contatti tra l'Inter e Laurent Blanc. Due osservazioni: la squadra è attesa da una partita dura con il Torino e ha bisogno di rimanere concentrata sulla partita. Inoltre, mentre i tifosi interisti sono ormai quasi tutti a favore di Frank De Boer, trapela che l'ipotesi Blanc è caldeggiata dall'entourage dell'allenatore francese. E cioè sarebbe il tecnico ex PSG che si propone, non l'Inter che lo cerca.

Cerci si è ripreso e vuole andare a Bologna a Gennaio 26 Ottobre 12:27

Dopo non aver superato le visite mediche del Bologna ad Agosto, Alessio Cerci si è ripreso e vuole riaprire a Gennaio i discorsi con il Club emiliano. Intanto Diego Simeone. Il tecnico ha riaggregato il ventinovenne attaccante alla prima squadra dopo il brutto infortunio del maggio scorso. In realtà l'ex di Torino e Milan non sembrava rientrare nel progetto tecnico dei "colchoneros". Cerci è stato tra gli investimenti più onerosi dell'Atletico Madrid nelle ultime stagioni. Quattordici milioni di euro per un giocatore che ha racimolato appena sei presenze con la formazione spagnola prima di rientrare in Italia. L'esterno di Velletri sognava la consacrazione a Madrid dopo la strepitosa stagione con il Torino di Ventura e la convocazione per i mondiali del Brasile. Adesso, forse, a Gennaio. Bologna.

Prova tv Medel: ecco il ricorso dell'Inter 25 Ottobre 14:24

L'Inter ha presentato ricorso per la squalifica di tre giornate inflitta a Gary Medel dal giudice sportivo. Il centrocampista dei nerazzurri aveva colpito con una manata lo sloveno Kurtic durante la partita persa contro l'Atalanta; il gesto è stato rilevato dalla prova televisiva. Alle 16 sarà discusso il ricorso, il verdetto è atteso nel pomeriggio.

Spalletti e le testate sul tavolo: l'Ordine dei Giornalisti non apprezza 25 Ottobre 11:08

Le “testate” di Luciano Spalletti dopo la conferenza stampa post-Palermo alle domande di un giornalista, che aveva iniziato una domanda chiedendo se il tecnico ritenesse difficile lavorare a Roma, non sono passate inosservate agli occhi dell’Ordine dei Giornalisti, che ha emesso una nota:

“Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti esprime solidarietà al collega Roberto Maida, giornalista del Corriere dello Sport, al quale l’allenatore della Roma Luciano Spalletti ha rivolto l’accusa di manovre opache contro la società di calcio, a fronte di una semplice domanda su un argomento peraltro sollevato dallo stesso allenatore. Non è il primo tentativo di mettere il bavaglio ai giornalisti sportivi, da parte di autorevoli personaggi di società calcistiche.

Ribadiamo con forza quanto dovrebbe essere generalmente noto. Un giornalista non deve far felice il potente di turno, ma raccontare ciò che succede. Il giornalista risponde alla propria coscienza, al direttore del giornale ma soprattutto ai lettori. Non ai presidenti o agli allenatori di un club. Il Consiglio Nazionale dell’Ordine stigmatizza il comportamento dell’allenatore Spalletti e ricorda che anche il calcio ha bisogno di libertà, cultura, educazione e rispetto dei ruoli.“

Il Napoli a Crotone: Hamsik dimentica Gabbiadini e si gode la vittoria 24 Ottobre 17:24

"Potevamo vincere con uno scarto maggiore, ma l'importante è essere tornati alla vittoria, nonostante il danno per l'espulsione di Gabbiadini". Così Marek Hamsik ha descriitto sul suo sito web il successo del Napoli di ieri a Crotone. "Dopo le difficoltà delle gare precedenti - ha scritto ancora il capitano azzurro ricordando i tre ko consecutivi da cui veniva il Napoli tra campionato e Champions League - puntavamo al successo che è arrivato: sapevamo di essere favoriti e siamo riusciti a confermarlo in campo".

L'Inter perde a Bergamo: terza sconfitta consecutiva - Ok Gasp 23 Ottobre 17:25

Vince ancora Gian Piero Gasperini che negli ultimi anni ha dimostrato di avere un conto aperto con l'Inter e di batterla regolarmente. La terza sconfitta consecutiva dell'Inter rende anche la squadra in una classifica assolutamente provvisoria più vicina alla zona retrocessione che ad altro. Il 2-1 l'Atalanta se lo è meritato, con un gran primo tempo (gol di Masiello al 10'). Poi a inizio ripresa il bellissimo gol di Eder e nel finale, due occasioni per l'Inter e il rigore (giusto) che Pinilla ha realizzato al 43' st. E adesso l'Inter cosa farà con De Boer?

Twitter, per Allegri a S.Siro solo un incidente di percorso 23 Ottobre 12:39

La seconda sconfitta della Juventus a San Siro lascia strascichi polemici per il gol annullato a Pjanic, ma Allegri invita a passare oltre. "Al di là degli episodi - è il commento del tecnico bianconero su twitter - questo incidente di percorso non deve condizionare il nostro cammino". Bonucci chiede pazienza: "La stagione è lunga", è il telegrafico tweet del difensore. E anche Marchisio pensa già alla prossima partita, mercoledì sera allo 'Stadium' contro la Samp, ma non nasconde un po' di insoddisfazione: "Andiamo avanti. La prossima partita è dietro l'angolo. Per tornare a vincere, NOI, dobbiamo e vogliamo dare di più!". Oggi, intanto, Allegri ha concesso un turno di riposo, la squadra si ritroverà domani a Vinovo.

Sabato da derby a Marassi: l'avvicinamento di Juric e Giampaolo 21 Ottobre 20:16

Marco Giampaolo, tecnico della Sampdoria, ha dichiarato che questa fra Sampdoria e Genoa non è una partita come le altre in calendario, ma la partita: "Sono felice di giocarla". Di rimando, Juric dal fronte genoano: "Se dicono che siamo favoriti vuol dire che fino ad oggi abbiamo fatto qualcosa in più della Sampdoria. Sento la tensione di questa partita,ma devo dire di aver visto la squadra molto serena".

Il derby di Genova visto da Gasp, il grande ex 20 Ottobre 08:45

Gian Piero Gasperini, ex allenatore del Genoa, a Il Secolo XIX ha parlato del derby di Genova: “I derby vinti col Genoa sono stati nettamente spesso dominati, mentre quelli persi lo sono stati sempre di misura e anche, insomma, non proprio meritatamente da parte della Sampdoria. Guarderò la partita e tiferò assolutamente Genoa. Il derby più bello è quello più recente: 3-0, Ansaldi e Izzo che mi portavano sulle spalle sotto la Nord. Dopo nemmeno mezz’ora eravamo 2-0, non c’è stata partita. Se l’ultimo lo considero il più bello, averne vinti tre di fila è ciò che mi ha dato più soddisfazione. Juric? Ivan è un uomo derby. Lo viveva particolarmente, sa dare la carica. E c’è una piccola cosa che non voglio svelare, un segreto, ma so che lo farà anche questa volta sul pullman verso il Ferraris…”.

Santon: non si può giocare come con il Cagliari 19 Ottobre 16:18

"Bisogna dimenticare la sconfitta col Cagliari. Non si può andare in campo pensando a domenica scorsa.

Sarà importantissimo vincere, è una gara fondamentale per il nostro prosieguo in Europa". Davide Santon, difensore dell'Inter al fianco del tecnico Frank De Boer nella conferenza della vigilia della sfida con il Southampton, mette in guardia i compagni sulla partita di domani. Importante sarà non ricadere nei soliti errori. "Dobbiamo migliorare l'atteggiamento - aggiunge - con cui scendiamo in campo. La squadra e' forte, ma sbagliamo l'approccio. Questo non deve succedere. Si possono commettere errori ma l'atteggiamento non deve mai mancare". Poi Santon torna sulla strana atmosfera di domenica a San Siro ma non usandola come alibi per la sconfitta: "Non abbiamo perso per quello. Quando si gioca in casa si vuole sempre il tifo a favore. Ma abbiamo sbagliato, perchè dopo il vantaggio non possiamo farci recuperare".

Ancora derby della Storia: la Lazio non è nata nel 1900...19 Ottobre 12:43

Di recente il Tempo, quotidiano romano, ha riportato alla luce documenti in base ai quali la Roma sarebbe nata in Serie B. Oggi, quasi per par condicio, va in discussione anche l'anno di nascita effettivo della Lazio che non sarebbe il 1900 ma il 1910. Così scrive Il Tempo oggi, in sintesi: Quando è nata la Lazio? Quand’è che la Lazio ha portato il calcio a Roma? Il compleanno che tutti i laziali festeggiano fa riferimento a una data solo indirettamente legata al Club per come lo si intende oggi: il 9 gennaio 1900 nacque la Polisportiva Lazio, che allora era una società podistica. Questo è indubbio. La Lazio nasce come Podistica il 9 gennaio 1900.. Di calcio, football, pallone, cuoio non c’è alcuna traccia. Non c’è una riga.Perché l’unica certezza è soltanto nel 1910 la Polisportiva laziale ha istituito una vera e propria sezione calcistica, affiancando quelle molto attive per la corsa e la ginnastica. Una verità incontrovertibile che non piace agli storici di fede laziale. Alcuni, ad esempio, sul blog sslazio1900caputmundi spiegano: “La verità, che la propaganda giallorossa omette volutamente, è che la Lazio istituì la sezione 10 anni dopo la sua fondazione, pur giocando regolarmente al gioco del calcio dal gennaio 1901, per un motivo ben preciso e storico. Nel 1910 infatti, l’Antica Federazione Italiana del Football, si riorganizzò cambiando la denominazione in FIGC, chiedendo, per l’affiliazione ufficiale, di creare una sezione preposta ai clubs che non l’avessero ancora regolarizzata, pur avendola. La Lazio era uno di quei club che non l’aveva e a quel punto l’istituì per l’affiliazione alla Federazione“. Lo dite voi. Quindi, ricapitolando: il gennaio nasce la SS Podistica Lazio. Secondo i laziali un pomeriggio di gennaio, ma del 1901, perché Bruno Seghettini ha fatto visita alla sede nasce la Lazio Calcio, secondo anche le loro fonti, però, la Lazio Calcio nasce ufficialmente nel 1910 anche se già prima si giocava a pallone.

Magliette vendute ultimi dati, ok Juventus più di Milan-Inter 18 Ottobre 18:29

In base alle ultime rivelazioni statistiche, i bianconeri hanno infatti venduto ben 452 mila magliette, più di quanto fatto da Milan e Inter messe insieme (200 mila per i rossoneri, 199 mila per i nerazzurri). Madama si piazza al nono posto della classifica mondiale, mentre il Diavolo è al sedicesimo posto, davanti di una sola posizione rispetto all'Inter. Il Liverpool, che continua a vantare un grande seguito dai propri tifosi: i Reds sono al sesto posto con 852 mila magliette vendute, una somma che supera tutti pezzi venduti dalle tre italiane messe insieme.

Il Sun azzarda: Fabregas come George Clooney sul Lago di Como...18 Ottobre 14:00

Il Sun ci prova. In base alle fonti in possesso del quotidiani inglese, Cesc Fabregas starebbe cercando casa sul Lago di Como in ottica Milan. Il Sun si diverte all'idea che si tratta dello stesso ramo del lago di Como scelto da George Clooney. Continuano a moltiplicarsi le voci e le indiscrezioni sul possibile trasferimento a Gennaio del centrocampista catalano del Chelsea in maglia rossonera. Fabregas era già stato al centro di voci, peraltro infondate, in ottica Milan già cinque anni fa, nell'estate del 2011.

Inter, mediazione riuscita: la Curva fredda con Icardi torna a tifare 18 Ottobre 13:33

Dopo la soluzione al problema Icardi trovata dall'Inter, è arrivato il comunicato ufficiale della Curva Nord: "Partiamo con una puntualizzazione necessaria: In molti non hanno voluto capire il motivo della nostra presa di posizione. L’episodio della maglia regalata e da noi strappata ad un bambino -raccontato nel libro di Icardi- è frutto di fantasia. È un falso. È un’invenzione. Recepire questo concetto, nemmeno troppo difficile da verificare, avrebbe aiutato tutti. Prima ancora delle minacce di morte scritte. (che, fossimo stati noi a farle, per la buona regola del “2 pesi 2 misure”, avrebbero significato diffide e, probabilmente, una cella). Ed invece no. Ci si è incastrati in un ‘testa a testa’ Curva contro Icardi basato su altro. Per finire poi con un classico e sempreverde ‘gli ultras sono il male del calcio’. Icardi ha chiesto scusa per aver esagerato nei toni, non per i contenuti. Icardi continua a sostenere quindi, in maniera vigliacca, la tesi di un capo Ultras che si getta su un bambino. (…) Non ritorneremo più su questo punto. Chi vorrà quindi continuare ad utilizzare prospettive distorte e fittizie è per noi libero di farlo, consapevole però di crogiolarsi in una dimensione non appartenente alla realtà. Per noi, come per chiunque altro (speriamo), il capitano dell’Internazionale dovrebbe essere un Simbolo. Esperienza, Carisma, Umiltà, Serietà ed Intelligenza. …Picchi – Facchetti – Mazzola – Bergomi – Zanetti. Praticamente l’antitesi di Icardi. Il comunicato della Società Inter non può quindi trovare il nostro accordo. Lo capiamo. Nelle logiche, nelle motivazioni. Ma non possiamo accettarlo. Non siamo però noi a dover decidere. Ad ognuno il proprio ruolo. L’abbiamo sempre chiesto. Com’è giusto che sia. Anche se crediamo che una Società come l’Inter, esulando dal nostro pensiero, non dovrebbe permettere ad un individuo come Icardi di indossare la fascia da capitano. Non perché lo dice la Curva, semplicemente per Etica e Rispetto. La nostra Storia, onestamente, meriterebbe qualcosa di meglio. Adesso però basta. Andiamo oltre a tutto e a tutti. E soprattutto a chi ha perso l’ennesima occasione di stare zitto. Tassativamente. Icardi è un capitolo chiuso. Non ne vogliamo più parlare né sapere nulla".

Il 30' Scudetto Pro Recco antipasto del derby di Genova 18 Ottobre 11:38

Sabato 22 ottobre, prima del match Sampdoria-Genoa, la Pro Recco sarà premiata sul prato del “Ferraris” per celebrare il suo 30° Scudetto, vinto a maggio nella Final Six disputata a Sori. Una vetrina prestigiosa per tutto il gruppo che sarà omaggiato direttamente dal Presidente della Regione, Giovanni Toti. La Pro Recco ha ringraziato la società Sampdoria per la disponibilità dimostrata e la Regione Liguria per il suo impegno nel regalarci questo prestigioso tributo. Per Maurizio Felugo essere il presidente della “terza stella”, dopo aver conquistato nove scudetti da giocatore, è un onore enorme. La premiazione in un contesto così eccezionale, prima di uno degli eventi sportivi più belli del mondo e davanti a migliaia di spettatori, rappresenta un grande motivo d’orgoglio: la Pro Recco, la squadra di pallanuoto più titolata al mondo, deve essere vista come un bene dell’intero sport ligure.

Allegri dopo il 2-1 all'Udinese: non siamo in fuga, ma complimenti alla squadra 16 Ottobre 09:45

"Devo fare i complimenti alla squadra: abbiamo portato a casa una partita importante, dopo la sosta era difficile e l'Udinese si è dimostrata tosta. Abbiamo un pochino sofferto, soprattutto alla fine, perché qualcuno era un po' stanco, ma per vincere i campionati dobbiamo passare attraverso queste partite: solo se le vinci puoi arrivare in fondo". L'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ammette che la sua squadra contro l'Udinese non ha brillato, ma si accontenta del risultato. Ora la Juve è già in fuga? "Dobbiamo affrontare ogni partita una alla volta e se vinciamo una partita alla volta ce ne sarà sempre una in meno a separarci dal traguardo. Non siamo in fuga: la Roma è seconda, il Napoli non è fuori, l'Inter nemmeno. Dobbiamo migliorare sul piano del palleggio, avere meno frenesia. Il nostro obiettivo è migliorare noi stessi: solo facendo così potremo coronare il sogno di vincere il sesto scudetto".

Tra Icardi e Wanda Nara spunta addirittura la mafia 16 Ottobre 08:59

Altro capitolo nella telenovela sul triangolo tra Maxi Lopez, Wanda Nara e Mauro Icardi. Il giornalista argentino Carlos Monti, nel suo programma su Radio 10, ha rivelato che nel corso della stagione 2013/2014, dei mafiosi si sarebbero offerti di picchiare Icardi per conto di Maxi Lopez, che allora giocava al Catania e avrebbe declinato l'invito, ricevendo però il numero di telefono del boss. L'attuale moglie di Icardi, Wanda Nara ha subito smentito tutto su Twitter: "Monti non riesce a intervistare me o Mauro e parla della mafia siciliana. Quando non c'è una notizia la inventano, chiaro!".

Calciopoli: ancora possibili penalità per Juve e Fiorentina 15 Ottobre 16:25

Sembra non finire mai la vicenda di Calciopoli, nonostante siano trascorsi già 10 anni e ci sia stata la sentenza da parte della Corte di Cassazione. Adesso infatti due dei maggiori club coinvolti allora nel più grande scandalo della storia del calcio italiano rischiano molto: Juventus e Fiorentina, che stando a quanto riportato poche ore fa da Il Fatto Quotidiano rischierebbero il falso in bilancio per non aver messo da parte i soldi necessari per risarcire i danni alle parti lese. La società bianconera e quella viola, condannate da tutti i gradi di giustizia ordinaria, sono obbligate a pagare i danni alle parti lese nel processo, tra cui figurano oltre alla Federazione Italiana Giuoco Calcio anche Bologna, Atalanta e Brescia. Sembra tuttavia che le cifre destinate per legge al pagamento dei danni di cui sopra non siano state adeguatamente riportate a bilancio: potrebbe configurarsi in tal caso un illecito amministrativo, da cui scaturirebbe anche l'irregolarità del bilancio presentato alla Co.Vi.Soc., che è quello necessario per effettuare l'iscrizione al Campionato di Serie A.

Il San Paolo: una grande cornice per un derby del Sud attesissimo 15 Ottobre 08:03

di Emanuele Colangeli

Napoli-Roma, una partita che vale doppio! Spalletti-Sarri, Sarri-Spalletti una partita attacco contro attacco! Al San Paolo di Napoli andrà in scena un Napoli-Roma, mai così atteso! I giallorossi dovranno mantenere lo stesso stato di forma avuto contro l'Inter, mentre i partenopei dovranno riscattare la sconfitta di Bergamo contro l'Atalanta. Insomma una grande gara che vedrà opposte due formazioni spiccatamente offensive e che prometterà spettacolo. Se Sarri si affiderà al suo noto pacchetto avanzato, stante che Milik, purtroppo dovrà rimanere ai box per un bel po' di tempo, a proposito in bocca al lupo, d'altro canto Luciano Spalletti qualche dubbio se schierare o il bosniaco o il capitano lo avrà. Come al solito solo all'ultimo si saprà l'undici schierato dal tecnico giallorosso che non vuole avvantaggiare l'avversario. Insomma lo scenario è di quelli accattivanti con lo Stadio San Paolo di Napoli a fare da cornice a una partita, che vale lo ribadiamo, il doppio dei punti per entrambe le compagini protagoniste!

Maltempo in Liguria: ne fa le spese la Sampdoria 14 Ottobre 17:46

La tromba d'aria che si è abbattuta sul Levante genovese non ha risparmiato il campo sportivo 'Mugnaini' a Bogliasco, casa della Sampdoria. La squadra aveva appena finito l'allenamento e in autobus si stava recando all'hotel per il pranzo quando la tromba d'aria, oltre a strappare e far volare tutti i cartelloni pubblicitari, ha abbattuto il pilone dell'illuminazione facendolo schiantare sul campo comunale. Ingenti i danni ma nessun problema alle persone.

Crotone-Napoli allo "Scida": tutto risolto 14 Ottobre 13:10

"E' stato tutto risolto in poche ore. Abbiamo ripristinato lo stato dei luoghi come ci ha chiesto la soprintendenza Archeologica. Non ci saranno ritardi nei lavori di completamento dell'ampliamento dello stadio Scida". Lo ha detto l'assessore all'Impiantistica sportiva del Comune di Crotone, Giuseppe Frisenda, a proposito della richiesta avanzata dal soprintendente archeologico della Calabria, Mario Pagano, di eliminare una parte di bitume dal piazzale della Curva Sud come era previsto nelle prescrizioni fatte dall'ente di tutela del patrimonio archeologico a Luglio. Crotone-Napoli si giocherà quindi sul campo dello Stadio calabrese.

Allegri: è blasfemo criticare Gigi Buffon 14 Ottobre 13:08

"Buffon si difende da solo, per lui parlano vent'anni di fatti, ma criticarlo è una bestemmia". Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, torna sull'errore del portiere nella sfida pareggiata a Torino tra Italia e Spagna. "Ha fatto un errore tecnico con i piedi e lui di solito gioca con le mani - ha aggiunto il tecnico bianconero alla vigilia di Juventus-Udinese- non si può mettere in discussione chi per vent'anni è stato al top".

Il soprintendente blocca Crotone-Napoli all'Ezio Scida 13 Ottobre 15:37

Rischia di slittare ancora l'esordio in Serie A del Crotone nel proprio stadio. A dieci giorni dalla gara interna col Napoli, che avrebbe dovuto segnare il debutto allo stadio Scida dopo le prime gare casalinghe giocate a Pescara, è giunta al Comune la segnalazione che alcune prescrizioni archeologiche non sono state rispettate e che, quindi, è necessario eliminare alcune parti di cemento e bitume utilizzate per i lavori di ammodernamento dello stadio e in particolare per la sistemazione del piazzale della curva Sud. A scriverlo è stato il soprintendente archeologico della Calabria Mario Pagano al Comune di Crotone in una lettera datata 11 ottobre nella quale, prendendo atto della relazione sui lavori in corso per l'ammodernamento dello Stadio, rileva che in alcuni ambiti di cantiere non sono state rispettate le prescrizioni impartite il 19 Luglio scorso, che riguardavano il divieto di utilizzo di cemento e bitume per ampliare le aree esterne.

Napoli-Roma: l'arbitro è Orsato, tutte le designazioni 13 Ottobre 15:32

Napoli-Roma, big match dell'8' giornata di Serie A, sarà diretta da Orsato di Schio. Questo il quadro completo delle gare in campo tra sabato e lunedì: Chievo-Milan, Rocchi di Firenze; Fiorentina-Atalanta, Damato di Barletta; Genoa-Empoli, Pairetto di Nichelino; Inter-Cagliari, Valeri di Roma; Juventus-Udinese, Gavillucci di Latina; Lazio-Bologna, Di Bello di Brindisi; Napoli-Roma, Orsato di Schio; Palermo-Torino, Fabbri di Ravenna; Pescara-Sampdoria, Celi di Bari; Sassuolo-Crotone, Massa di Imperia.

Napoli-Roma: il pronostico di Diego Armando Maradona 13 Ottobre 12:17

"Sabato il Napoli vince con la Roma e sicuramente può battere anche la Juve. Speriamo che Gabbiadini possa trovare la via del gol già nei primi minuti, così prende fiducia". Sono le parole di Diego Armando Maradona pronunciate dopo aver partecipato alla "Partita della pace", ieri sera allo stadio Olimpico di Roma. "Totti - ha aggiunto poi l'ex Pibe de oro - è un fenomeno e deve giocare fino a 50 anni. Gli ho detto: 'Francesco, ti prego, non lasciare il calcio, altrimenti io mi annoio come un matto'".

Ranocchia e i pregiudizi: mi seguono gli psicologi 13 Ottobre 11:08

Attaccatissimo, bersagliatissimo. Ad ogni errore, il finimondo. E' questa la vita di Andrea Ranocchia all'Inter, da qualche tempo a questa parte: "Sento un pregiudizio su di me - si è sfogato al Corriere della Sera - sembra che all'Inter non abbia vinto solo io. Ma il periodo negativo non è stato solo mio, è stato dell'Inter. In sei anni avrò visto passare un centinaio di giocatori, oltre a tre presidenti e proprietari. Ma tutto questo cambierà. Da tre mesi vado in un centro in cui mi seguono dal punto di vista fisico e psicologico. E' lì che tiro di boxe, per esempio. E poi c’è una persona con cui parlo. Non è uno psicologo, è laureato in fisioterapia ma è anche esperto di mental training. Parlare con lui mi è servito a capire che quasi niente nella vita è irrimediabile. E anche quello che lo è non è detto che sia un male. Puoi subire critiche, insulti, denigrazioni. Ma se lavori tantissimo, ti impegni, vesti una maglia che milioni di persone vorrebbero vestire (e sei pagato tanto per farlo), la tua famiglia sta bene: ecco, se hai consapevolezza piena di tutto questo, è meno difficile volgere in positivo le cose che non vanno".

Totò Di Natale, in uscita da Udine, appoggia Paolo Maldini 12 Ottobre 12:43

Sul rifiuto di Paolo Maldini alla proposta del Milan dei Cinesi, Antonio di Natale, grande ex attaccante dell’Udinese che sta vivendo una vicenda simile dopo aver lasciato il capoluogo friulano, ha dichiato: “Ha ragione Paolo. Quando hai fatto la storia di un Club, lui del Milan ed io dell’Udinese, non puoi accettare di fare semplicemente il pagliaccio. Io ho l’Udinese nel cuore e terrò sempre una porta aperta al Club”.

Un "nuovo" Goldaniga dopo l'autogol con la Juventus 11 Ottobre 18:03

"Abbiamo avuto tre partite non facili in casa, di alto livello, contro Sassuolo, Napoli e Juventus. Potevamo raccogliere qualche punto in più, perché abbiamo offerto buone prestazioni, soprattutto contro i bianconeri". Lo ha dichiarato il difensore del Palermo, Edoardo Goldaniga. "Contro Atalanta e Juventus, probabilmente, per me è andata meglio rispetto alla partita giocata con la Samp. L'autogol contro la Juventus è stato un infortunio di gioco: è dispiaciuto sia a me che ai tifosi, so quanto ci tenessero a fare punti contro i bianconeri. Però, adesso ho superato tutto, gli errori servono a fortificarti. Nella vita ho superato cose peggiori, cerco di migliorarmi giorno per giorno, poi dai palermitani ho ricevuto tanti attestati di stima".

Marotta esonda: ma quanti Soloni contro Gigi Buffon 11 Ottobre 15:38

Beppe Marotta difende Buffon e attacca i "soloni" che hanno criticato il portiere, dopo il pasticcio commesso in Nazionale contro la Spagna. "Al di là delle qualità tecniche, Gigi ne ha di umane, è molto temprato, uno come lui non si deve far condizionare dalle critiche - ha notato l'ad bianconero, al termine dell'incontro di San Siro fra arbitri, allenatori, capitani e dirigenti di Serie A - piuttosto è da biasimare il comportamento di certi soloni, critici: non si rendono conto di valutare un giocatore che ha scritto pagine indelebili nella storia del calcio italiano e potrà recitare un ruolo anche dopo la carriera. Rappresenta un'icona e raccoglie valori da insegnare". Marotta ha glissato sulle prossime strategie di mercato. "Continuiamo a monitorare situazioni vantaggiose dal punto di vista qualitativo ed economico, giocatori che possono fare al caso nostro. Però - ha tagliato corto - non me la sento di entrare troppo nel merito. La rosa risponde a pieno ai nostri obiettivi per questa stagione".

Interventi: quello di Maradona è solo un pessimo esempio 11 Ottobre 10:23

(tratto da Calciinfaccia, blog su facebook di Giovanni Capuano)

Icardi è un personaggio sovraesposto e che ha deciso in prima persona di esserlo. Uomo pubblico che può essere giudicato, per quello che fa in campo e anche fuori, almeno fino a quando non recupererà una dimensione privata che sia esclusiva.

Che Maradona possa essere indicato come giudice che critica usi e costumi altrui è bizzarro. Diego è stato un calciatore mito, forse inarrivabile, il migliore di tutti. Appena varcata la linea del campo, però, il suo modello è stato tutt'altro che consigliabile a chiunque si avvicini non solo al mondo dello sport ma alla vita in generale. Ha vissuto senza negarsi nulla. Scelta personale e, dunque, insindacabile (come spesso lui stesso ha rivendicato).

Oggi Maradona fa la morale a Icardi, esattamente come pretendeva che gli altri non la facessero a lui. Con l'aggravante del cattivo gusto e della mancanza totale di titoli per essere un esempio. Pessima pagina, compreso chi ci rivende le parole di Diego come se fossero un vangelo cui abbeverarsi.

Bologna: Destro 2 settimane out, problema al soleo 11 Ottobre 07:55

Due settimane di stop per l'attaccante del Bologna Mattia Destro. Gli esami a cui il giocatore è stato sottoposto ieri mattina hanno evidenziato infatti una piccola lesione di primo grado al soleo della gamba destra. Ne ha dato notizia lo stesso Sito ufficiale del Bologna.

I grandi del calcio affascinati da Quarta Categoria 11 Ottobre 07:49

Il gotha del calcio italiano ha tenuto a battesimo il primo torneo Figc-Lnd 'Quarta Categoria', aperto a ragazzi disabili, affetti da sindrome di Down e ritardi cognitivi. Otto squadre (Asd Calcio 21, Tukiki Minerva Milano, As Sporting4e Onlus, Gea Ticina Novara, Briantea 84, Fuorigioco, Pro Sesto e Ossona) dalla fine di dicembre si sfideranno a calcio a 7, con arbitri Aia e regole leggermente modificate per le peculiarità dei protagonisti. "Sono giovani che sperano di diventare qualcuno nel calcio pur essendo disabili: il calcio è l'unico cemento di un sistema che in questo momento ha poca autoconsistenza" ha sottolineato il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, che ha tenuto a battesimo il torneo, nato da un'idea della Asd Calcio 21, guidata da Valentina Battistini.

Nella classifica dei tifosi allo stadio, la Juventus è seconda 10 Ottobre 14:00

C'è una classifica in Italia in cui la Juiventus è seconda e la notizia di questi tempi fa un certo effetto. Ci riferiamo all'affluenza dei tifosi allo Stadio. Nelle gare casalinghe di quest'anno, nessuno ha fatto meglio dell'Inter che può vantare una media di oltre 53000 presenze a partita, contro i 39.550 della Juventus il cui stadio però ha una capienza nettamente inferiore rispetto a San Siro. Dietro Inter e Juventus, quasi a pari merito con poco meno di 30000 tifosi troviamo quindi Fiorentina, Roma e Milan mentre il Napoli è solo sesto nella speciale classifica con appena 22752 presenze di media.

Buffon riconosce: troppi errori e troppe palle-gol concesse 10 Ottobre 10:30

"Contro la Macedonia abbiamo concesso troppe palle gol: alla fine abbiamo portato a casa i tre punti mettendoci l'anima e il cuore, di questi tempi siamo premiati anche oltre misura....Ma vuol dire che lo meritiamo": lo ha detto Gigi Buffon, capitano azzurro, dopo il 3-2 dell'Italia a Skopje contro la Macedonia. "È stata una partita molto strana, siamo passati in vantaggio e non siamo riusciti a gestirla nella maniera opportuna - ha detto ancora Buffon -. Abbiamo concesso veramente tante palle gol ed è una cosa che di solito non facciamo. Di buono c'è il risultato, il fatto che alla fine diamo sempre l'anima e siamo premiati forse anche oltre misura, ma si vede che lo meritiamo. Ventura ha in mano tutto e cerca di aiutarci trasferendoci i suoi concetti di gioco. Ogni tanto anche noi commettiamo degli errori, ma abbiamo 7 punti e siamo ancora in corsa".

Domani l'operazione per Milik a Roma: le scelte del Napoli 9 Ottobre 21:57

Dopo il grave infortunio al crociato anteriore del ginocchio sinistro ieri sera durante Polonia-Danimarca, l'attaccante del Napoli Arkadiusz Milik, è rientrato nel pomeriggio in Italia. Milik, leggermente zoppicante, volto tirato, in jeans scuri e giubbottino in pelle, è arrivato alle 15,30 all'aeroporto di Fiumicino con un volo di linea Alitalia da Varsavia. Subito dopo lo sbarco, il centravanti ha ricevuto l'affetto di diversi connazionali e alcuni tifosi napoletani che hanno voluto farsi dei selfie con lui. Milik, una volta lasciato lo scalo romano, si è diretto a Villa Stuart dove sarà sottoposto domani all'operazione. Milik ha anche incontrato Maradona. A questo punto il Napoli potrebbe essere costretto a tornare sul mercato prendendo un attaccante svincolato per far fronte a questo lungo stop. Sarri deve decidere se pescare tra gli svincolati l'alternativa a Gabbiadini. Tra i giocatori senza contratto spiccano alcuni talenti non più giovani ma di qualità come Adebayor (32 anni) e Miroslav Klose, che di anni ne ha 38. Nella lista delle occasioni anche Chamakh (32), Berbatov (35), Anelka (37) o l'ex romanista Osvaldo (30 anni). Altrimenti gli azzurri dovrebbero andare avanti con Gabbiadini e Callejon o Mertens come alternative fino a gennaio, quando gli azzurri potrebbero tornate sul mercato o riprendersi Zapata, attualmente in prestito all'Udinese.

Italia con Verratti, la formazione azzurra a Skopje 8 Ottobre 22:37

"Verratti è un giovane importante, un capitale della nazionale azzurra. Dovrebbe giocare lui domani, se non succedono cose strane stanotte": così il ct azzurro Gian Piero Ventura alla vigilia della sfida con la Macedonia, terzo impegno degli Azzurri nelle qualificazioni ai Mondiali 2018. "Con la Spagna - ha aggiunto - non poteva giocare e comunque sono soddisfatto della prestazione di De Rossi". Queste le probabili formazioni di Macedonia-Italia, gara valida per la terza giornata del gruppo G di qualificazione ai Mondiali 2018, in programma domani, 9 ottobre, alle 20.45.

Macedonia (5-3-2): 1 Bogatinov, 13 Ristovski, 5 Mojsov, 6 Shikov, 4 Ristevski, 3 Zhuta, 11 Hasani, 14 Ibraimi, 8 Alioski, 10 Pandev, 9 Nestorovski. (12 Zahov, 22 Sislovski, 16 Gjorgjev, 20 Spirovski, 17 Stjepanovic, 15 Trajcevski, 19 Petroviki, 7 Trichkovski, 21 Velkovski, 18 Jahovic). All.: Angelovski.

Italia (3-5-2): 1 Buffon, 15 Barzagli, 18 Bonucci, 3 Romagnoli, 6 Candreva, 21 Parolo, 10 Verratti, 7 Bonaventura, 2 De Sciglio, 23 Belotti, 11 Immobile. (12 Donnarumma, 14 Perin, 13 Astori, 5 Ogbonna, 4 Darmian, 8 Florenzi, 16 De Rossi, 18 Benassi, 20 Bernardeschi, 22 Gabbiadini). All.: Ventura.

Oggi rifinitura Azzurri ok, in Macedonia bisogna vincere 8 Ottobre 18:07

di Emanuele Colangeli

Non era partita benissimo l'Italia di Ventura contro la Spagna allo Stadium. Troppo timoroso l'atteggiamento degli azzurri che si sono fatti mettere in soggezione dagli uomini di Lopetegui, andati in vantaggio su papera clamorosa di Gigi Buffon. Il secondo tempo è però stato un monologo tricolore con Eder e compagni alla costante ricerca del gol arrivato nei minuti finali per fallo su di lui da parte di Sergio Ramos. Insomma un pari che alla formazione del coach ex Torino sta addirittura stretto se si va a guardare la mole di gioco espressa dagli azzurri anche nei minuti dopo la rete di De Rossi. Determinazione e voglia ci sono adesso contro la Macedonia devono arrivare i tre punti per prendere ancora più convinzione di poter arrivare in testa a un raggruppamento che definire di ferro è poco!

Udinese-Lazio: Daspo di 1 anno per una tifosa laziale 8 Ottobre 16:53

La Polizia di Udine ha identificato e denunciato una giovane tifosa ventenne della Lazio che sabato scorso, allo stadio di Udine, ha scavalcato la barriera in vetro, alta circa due metri e mezzo, che divide la Curva Sud dal settore ospiti. La giovane, arrivata insieme alla tifoseria organizzata dalla capitale, era in possesso di un tagliando della Curva Sud, ma voleva entrare nel settore ospiti. Di fronte al diniego del personale addetto, ha pensato di superare la barriera durante il secondo tempo del match. Dopo ha anche cambiato la felpa che indossava, per rendersi meno riconoscibile, ma la sua azione è stata ripresa da una delle 180 telecamere in funzione nell'impianto di Udine. La giovane è stata subito individuata dal personale della squadra tifoserie della Digos di Udine e segnalata alla Procura. Nei suoi confronti il Questore di Udine ha avviato anche le procedure per notificarle un Daspo di un anno.

Nazionale-gioco d'azzardo: Cesena contro la FIGC 7 Ottobre 18:43

Se rimane la sponsorizzazione Intralot, una delle maggiori imprese legate al gioco d’azzardo, niente Europei Under 21 a Cesena. Dopo la candidatura della città romagnola (insieme a Bologna, Reggio Emilia e Udine) a ospitare la fase finale degli Europei Under 21, il Comune di Cesena ha fatto sapere di “non voler transigere sull’impegno a contrastare il gioco d’azzardo, ed è pronto a rinunciare ad ospitare la fase finale degli Europei under 21 (in programma nel 2019) se la Federazione italiana gioco calcio (Figc) manterrà l’accordo di sponsorizzazione appena siglato con Intralot”. Questo il tenore della lettera che il sindaco di Cesena Paolo Lucchi ha inviato questa mattina al presidente della Figc, Carlo Tavecchio. Lo riferisce il Corriere Cesenate. “Nella sua comunicazione – si legge nel sito del settimanale diocesano – il primo cittadino rimarca le devastanti conseguenze provocate dalla dipendenza al gioco d’azzardo e ricorda le numerose azioni intraprese dal Comune di Cesena per arginare il grave fenomeno”. “Abbiamo appreso con una buona dose di sconcerto – scrive Lucchi – come la Figc abbia stretto un accordo di sponsorizzazione con Intralot”. Lo sconcerto “nasce dalla difficoltà della quotidiana battaglia che le nostre comunità ingaggiano ogni giorno contro la piaga del gioco d’azzardo, che sempre più spesso assume pieghe patologiche, portando alla rovina troppe famiglie”.

Chiellini, anche lui stop: botta oggi in allenamento 7 Ottobre 17:59

Stop in allenamento ed esami per Giorgio Chiellini. Il difensore azzurro sarà sottoposto ad accertamenti per una botta al polpaccio rimediata nel corso della preparazione della Nazionale in vista della gara di qualificazione contro la Macedonia per i Mondiali in Russia 2018 e in programma domenica a Skopje.

Pellè chiede scusa ma è tardi: escluso da Macedonia-Italia 7 Ottobre 11:39

Costa caro a Graziano Pellè il gesto di stizza avuto ieri sera nei confronti del ct Ventura quando lo ha sostituito nel corso della gara tra la Nazionale italiana e la Spagna: il centravanti è stato infatti escluso dagli azzurri in vista della partita di domenica contro la Macedonia. Tutto questo nonostante nella notte fossero arrivate le scuse via social da parte del centravanti del giocatore. "Eh si!!Purtroppo, mi capita nuovamente di fare una cavolata. Un comportamento inaccettabile, nei confronti del mister in primis e di riflesso ai miei compagni, che hanno sempre dimostrato di avere dei valori importanti all'interno di un fantastico gruppo ITALIA nel quale facciamo parte. Come ogni errore grave si subiscono sempre delle conseguenze. Ed e' giustissimo che io mi prenda delle responsabilità sull'accaduto. Era doveroso rivolgere le scuse di cuore a tutti".

Bernardeschi: dichiarazione d'amore a Firenze 6 Ottobre 11:33

Diventare per la Fiorentina una bandiera come lo è Francesco Totti nella Roma: Federico Bernardeschi in un'intervista rilasciata al sito ufficiale della Uefa non ha nascosto di coltivare l'idea. ''Giocare come Totti tutta la carriera nella stessa squadra? Devo ammettere che è un pensierino che ho fatto - ha dichiarato il talento della Fiorentina -. Poi vedremo come andranno le cose''. Quindi ha ribadito il suo legame con Firenze e il Club viola: ''la Fiorentina è una società importante ed è la squadra più rappresentativa della Toscana e un club di grande valore, farne parte è per me motivo di orgoglio e un privilegio, ci gioco da tanti anni e sono affezionato alla città e alla società''.

Oltre 2 milioni di stipendio per Marotta: Juve dalle uova d'oro 5 Ottobre 15:23

Come riferisce Il Sole24Ore, il dirigente più pagato della Juventus è sempre Giuseppe Marotta, compensi totali che hanno raggiunto i 2,581 milioni di euro, al lordo delle tasse, nell’esercizio al 30 Giugno scorso. Il presidente Andrea Agnelli ha percepito 475.300 euro. Pavel Nedved, vicepresidente, ha guadagnato 391.900 euro. Il secondo a.d., Aldo Mazzia, ha ricevuto 379.100 euro. La Juve ha chiuso il secondo bilancio consecutivo in utile netto, 4,06 milioni. Ma non c’è dividendo.

Il caso Fiorentina: 10 punti in meno e Babacar gioca poco...5 Ottobre 12:04

La Fiorentina deve ancora recuperare il resto della partita con il Genoa fermata sullo 0-0, ma il confronto punti puro e netto presenta ai cuori viola un conto salato: 10 punti in meno rispetto allo scorso Campionato, 8 contro 18. Un calo drastico, verticolare. Al quale non riesce a porre rimedio l'esplosione di Babacar che gioca poco, ma quando gioca segna: un gol ogni 75 minuti, molto meglio di Kalinic che va in campo, corre, tira, ma sembra avere nei confronti di questa stagione della Fiorentina lo stesso umore e lo stesso slancio di Paulo Sousa: grigi, cupi, senza guizzi.

Pirelli smentisce: nessun interesse per quote Inter 4 Ottobre 14:36

Un portavoce di Pirelli, interpellato dall'ANSA, ha smentito che ci sia un'interesse della sua società o del suo vicepresidente esecutivo e ad Marco Tronchetti Provera ad acquisire quote del'Inter. Secondo la Repubblica Massimo Moratti sarebbe pronto con Tronchetti a riacquistare il 31% del club, una quota che entro il prossimo 30 novembre Erick Thohir dovrebbe mettere in vendita secondo gli accordi sanciti nella primavera scorsa col nuovo proprietario cinese.

Italia-Spagna: Romagnoli recupera e può giocare 4 Ottobre 14:35

Buone notizie per il ct azzurro Giampiero Ventura in vista della prima sfida (delle due in programma) giovedì contro la Spagna, valida per le qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018: Alessio Romagnoli stamani si è allenato regolarmente in gruppo, confermando di aver smaltito la contusione alla coscia rimediata sabato scorso in allenamento alla vigilia di Milan-Sassuolo. Salvo contrattempi, quindi, il difensore rossonero si candida ad un posto da titolare contro la Spagna, al posto dello squalificato Chiellini.

Moratti e Tronchetti: golpe Thohir, al fianco di Suning 4 Ottobre 09:45

Ecco perchè Gabigol è stato presentato in grande stile alla Pirelli. Si preparava il terreno. Massimo Moratti si è già detto pronto al clamoroso rientro nell’azionariato dell’Inter, insieme a Marco Tronchetti Provera. Già nella primavera del 2015, prima dell’arrivo dei cinesi di Suning come nuovi soci forti, l’ex presidente nerazzurro e il numero uno del gruppo Pirelli avevano studiato la possibilità di rilevare il 70% allora in mano a Erick Thohir, piano poi accantonato. Ora Moratti e Tronchetti sarebbero pronti a investire in prima persona rilevando il 31% che l’attuale presidente nerazzurro Thohir potrebbe mettere in vendita entro fine anno (al più tardi entro la prossima primavera). Moratti e Tronchetti, secondo il quotidiano del gruppo Espresso, avrebbero proposto a Suning un nuovo accordo: a noi le quote azionarie di minoranza emaggiori responsabilità nelle scelte tecnico-sportive, a voi la gestione economico commerciale, con la sviluppo del marchio Inter in Oriente e la ricerca di nuove sponsorizzazioni.

Icardi e Bacca: vicini a Higuain nelle quote ma non nelle scommesse 4 Ottobre 08:32

Lotta ai vertici della classifica cannonieri: Icardi e Bacca, sei reti a testa, per ora tengono il passo del superfavorito della vigilia, Gonzalo Higuain. Un equilibrio che incide sul tabellone Snai per il re dei bomber 2016/17. Il Pipita, a 2,25 a inizio stagione, è leggermente salito fino a 2,75. Icardi ha fatto passi da gigante, con l'offerta che è passata da quota 12 a 3,50 (secondo alle spalle di Higuain), mentre Bacca, prima secondo in lavagna, ora è sceso di una posizione ed è terzo a quota 6,50 (da 5,50). Gli scommettitori Snai hanno però preso una posizione netta: finora, 70 giocate su cento convergono su Higuain; Icardi e Bacca sono lontanissimi con poco più dell'8% e del 3% delle preferenze.

Andrea Agnelli all'assemblea degli azionisti Juve: la lettera 3 Ottobre 17:47

Questi i passaggi più importanti del saluto ufficiale agli azionisti Juventus da parte di Andrea Agnelli: "Dagli anni bui, che hanno lasciato un patrimonio sia sportivo che economico inadeguato, questo management ha saputo ricostruire, grazie alla cultura del lavoro e ad una dedizione straordinaria, una squadra vincente e un club riconosciuto in tutto il mondo. Gli storici successi di questi anni sono stati accompagnati da un miglioramento molto rilevante di tutti i principali indicatori finanziari della Juventus. I presupposti che hanno convinto gli azionisti a sottoscrivere interamente l’aumento di capitale dell’ottobre del 2011 sono stati confermati e gli obiettivi addirittura superati. A distanza di cinque anni, possiamo dire che quelle risorse sono state utilizzate al meglio. Se il bilancio 2014-2015 segnava il ritorno all’utile e quindi il completamento di un turnaround che, anno su anno, ha saputo aumentare repentinamente il fatturato fino a riportare in utile il risultato netto, quello che siete chiamati ad approvare oggi rappresenta il consolidamento. Un fatturato di quasi 388 milioni, infatti, rappresenta il record storico nel bilancio della Juventus, che per il secondo anno consecutivo registra un utile netto di oltre 4 milioni di euro. La Juventus è solida e ha buone prospettive di sviluppo ma dovrà continuare a sviluppare i suoi ricavi e a garantire efficienza nella gestione. Il futuro rappresenta nuove sfide, anche perché parte di questi ricavi sono oggi garantiti dalla costante partecipazione alla massima competizione europea per club, la Uefa Champions League. Ecco perché Juventus ha operato in seno all’ECA, European Club Association e nel dialogo con le grandi realtà del calcio internazionale affinché questa competizione fosse riformata. Dal 2018 saranno quattro i club italiani a partecipare stabilmente a questo torneo: una prospettiva che rende più stabile e meno aleatoria la programmazione anche della Juventus. Sarebbe sbagliato oggi pensare di aver completato il lavoro. Il calcio, con il susseguirsi impetuoso degli eventi, delle partite e delle stagioni, non permette a nessuno di gloriarsi e dormire sugli allori. La Juventus deve continuare a crescere, autofinanziandosi, come avvenuto nella recente campagna di rafforzamento della squadra e in tutti i nuovi progetti avviati in questi anni dalla società. I nuovi contratti di partnership con importanti aziende globali, due nomi su tutti, Jeep e adidas, confermano che il brand Juventus è ormai tornato tra i più importanti nel panorama dello sport industry".

Wanda Nara è contenta per il rinnovo di Icardi: contenta lei...3 Ottobre 17:44

...contenti tutti. Era stata la telenovela della lunga estate nerazzurra, con tanto di foto della nuova villa di Icardi a Posilipo ad un passo dalla maglia del Napoli. Tutto superato. L'Inter avrebbe pronto il rinnovo del contratto di Mauro Icardi. Almeno di questo è convinta la moglie, nonchè agente, del capitano nerazzurro, Wanda Nara che, come riporta l'Ansa, ha rivelato: "Penso proprio che ormai sia tutto fatto. Se è una questione di giorni sinceramente non lo so ma siamo contenti".

Claudio Ranieri su Totti: il problema non è lui, ma l'ambiente 3 Ottobre 13:20

"Gestire Totti? è una cosa di una facilità estrema": parola di Claudio Ranieri, romano e romanista, allenatore del Leicester che conosce bene il campione giallorosso e lo ha pure allenato in passato. "Il problema -aggiunge Ranieri- è tutto l'ambiente intorno. Totti è quel che conosciamo, un uomo bravissimo. Io gli dissi che avrebbe potuto giocare fino a 40 anni. Ora ha accettato di entrare negli ultimi minuti, come faceva Altafini. E' un atleta veramente unico. Uno è campione non solo perchè ha avuto il dono del talento, ma anche perchè ha qualcosa in più nella testa, perchè sa cosa fare e come, Totti è uno di questi".

Marco Verratti sul "capolista" Balotelli: felice per i suoi gol 3 Ottobre 13:18

"Mi fa piacere che Balotelli abbia ancora segnato: e' un patrimonio del calcio italiano, e' ancora giovane e può dare molto alla nazionale": lo dice Marco Verratti, centrocampista azzurro in forza al Paris Saint Germain,al primo giorno di raduno dell'Italia in vista della partita di qualificazione ai Mondiali 2018 contro la Spagna. "Sapevo che in Francia Mario sarebbe rinato - ha aggiunto Verratti - Certo, non bastano quattro o cinque partite, serve continuità. Spero la trovi a Nizza, perche' un giocatore come lui puo' servire alla nazionale". Verratti ha poi parlato di Champions e Juve: "E' assolutamente al livello delle più forti, in Europa può arrivare lontano. E' tra la rivali del Psg per la vittoria finale in Champions".

Giorgio Squinzi: ecco perchè servono i capitali stranieri 2 Ottobre 14:04

di Max Bambara

Giorgio Squinzi è un uomo orgoglioso che in questo particolare momento del calcio italiano si coccola il suo Sassuolo, una squadra bella, frizzante e valorosa, che con un bilancio sano è riuscita a consolidarsi nell'attuale Serie A ed è stata addirittura capace di arrivare sesta in campionato, meritandosi la qualificazione all'Europa League. Oggi Squinzi, da sempre tifoso milanista, affronta il suo Milan alla Scala del calcio e si lascia così andare ad una considerazione forse sottovalutata ma molto preziosa per capire come sta andando l'attuale mondo pallonaro. "Comprare il Milan? E’ un impegno non da poco, soprattutto se sono vere le cifre che si sentono. Non ho lavorato una vita, e con me la mia famiglia, per comprare il Milan". Chiaro, netto, senza bisogno di interpretazioni. Insomma rossonero si, ma col giusto e doveroso bilancino economico. E' un segnale d'altronde che spiega, semmai ce ne fosse bisogno, perché i capitali stranieri in Italia siano diventati una necessità, quando non un vero e proprio bisogno. Gli imprenditori italiani non hanno più la possibilità e la volontà di investire in un giocattolo a perdere che, per ovvie ragioni, non rappresenta più un contraltare importante in termini di immagine e di business di ritorno. Milan e Inter di proprietà cinese quindi, non sono altro che il segno del tempo, qualcosa di non immaginabile 10 anni fa ed oggi, la portata dimensionale dell'evento, fa capire come si stia per passare alla cosiddetta fase post moderna del calcio italiano.

Oggi in campo, poi la sosta e a metà Ottobre in menù Napoli-Roma 2 Ottobre 12:04

Dopo le gare di oggi, il prossimo turno del campionato di Serie A, ottava giornata di andata è in programma domenica 16 ottobre alle ore 15: A Napoli: Napoli-Roma (sabato 15 ottobre ore 15) A Pescara: Pescara-Sampdoria (sabato 15 ottobre ore 18) A Torino: Juventus-Udinese (sabato 15 ottobre ore 20:45) A Firenze: Fiorentina-Atalanta (ore 12:30) A Genova: Genoa-Empoli A Milano: Inter-Cagliari A Roma: Lazio-Bologna A Reggio Emilia: Sassuolo-Crotone A Verona: Chievo-Milan (ore 20:45) A Palermo: Palermo-Torino (lunedì 17 ottobre ore 20:45).

De Boer prima di Roma: mai più come con lo Sparta Praga 1 Ottobre 16:29

Le parole dell'allenatore nerazzurro alla vigilia di Roma-Inter: "Non voglio più davvero vedere l’atteggiamento avuto contro lo Sparta, era solo per me una questione di atteggiamento. Per me la partita non inizia quando l’arbitro fischia, deve iniziare prima, perchè si deve avere il giusto polso della gara. Se pensiamo alla gara quando fischia l’arbitro è tardi e dobbiamo cambiare questo. Contro la Roma è sempre facile stare attenti, voglio vedere una grande squadra non solo contro le grandi, ma contro tutti gli avversari. La Roma è una squadra fortissima, con molta qualità in tutte le zone del campo, per me è una squadra molto buona. Se non ci facciamo trovare pronti sarà una gara molto difficile perchè hanno giocatori che possono fare la differenza. Totti? Per me è un grande giocatore, sempre pericoloso, uno che può segnare in qualunque momento. Non è semplice da marcare, ha tanta esperienza, quando entra in campo riesce a cambiare il gioco della sua squadra. Stanno tutti bene, Joao si è allenato bene, anche Brozo, abbiamo tanti giocatori che devono essere pronti per la convocazione”. Su Brozovic e sui Social: "Tutti i miei giocatori devono capire che i social media sono molto importanti ma pericolosi. Devono capire quando utilizzarli e in quel momento forse non era giusto utilizzarli ma sono cose che riguardano la società. Ad esempio ho visto uno snapchat di un portiere dell’Ajax tra primo e secondo tempo, per me non è giusto. Se lo dovesse fare un mio giocatore? Un giocatore deve esser concentrato sulla gara, come ho detto, le partite non iniziano al fischio d’inizio, iniziano prima. Dal punto di vista professionale, non esistono queste cose”.

Italia-Spagna e Macedonia-Italia: 26 convocati azzurri 1 Ottobre 14:40

Queste le scelte del Ct azzurro Ventura: Buffon (Juventus), Donnarumma (Milan), Perin (Genoa);

Difensori: Astori (Fiorentina), Barzagli (Juventus), Bonucci (Juventus), Chiellini (Juventus), Ogbonna (West Ham), Romagnoli (Milan);

Centrocampisti: Bernardeschi (Fiorentina), Bonaventura (Milan), Candreva (Inter), Criscito (Zenit S. Pietroburgo), Darmian (Manchester United), De Rossi (Roma), De Sciglio (Milan), Florenzi (Roma), Montolivo (Milan), Parolo (Lazio), Verratti (Paris Saint Germain);

Attaccanti: Belotti (Torino), Eder (Inter), Gabbiadini (Napoli), Immobile (Lazio), Pellè (Shandong Luneng), Sansone (Villarreal).

Inter, finalmente vicini, dal Sunderland, i soldi di Ricky Alvarez 30 Settembre 11:07

L’Inter è vicinissima a ricevere dal Sunderland 10,5 milioni di euro per l’argentino Ricky Alvarez. La conferma per ora è mediatica e arriva dal Daily Mail. La vicenda risale al 2015, quando il Club inglese si rifiutò di pagare la clausola 10,5 milioni di euro prevista in caso di salvezza, cosa che in quella stagione accadde. Il Sunderland accusò l’Inter di averle girato in prestito un giocatore che aveva necessità di un intervento al ginocchio. La questione si è trascinata fino alla Fifa, che aveva dato ragione ai nerazzurri. Quindi l' ulteriore ricorso al Tas di Losanna che sembra orientato a confermare la sentenza della Fifa.

Empoli-Juventus: tutto esaurito, no allo Stadio in auto 29 Settembre 16:10

Si annuncia il tutto esaurito allo stadio Carlo Castellani di Empoli in occasione dell'anticipo tra i padroni di casa e la Juventus in programma domenica 2 ottobre, alle ore 12.30. Come sempre avviene in occasione dei match di cartello, che richiamano a Empoli un numero notevole di supporter ospiti (circa 10.000 i biglietti già venduti e che si vanno ad aggiungere agli oltre 6.500 abbonati), arriva un appello alle tifoserie. "Chi può vada allo stadio a piedi o in bicicletta" raccomandano dal Gos, Gruppo operativo sicurezza, attraverso il Commissariato di pubblica sicurezza, la polizia municipale dell'Unione dei Comuni e il Comune di Empoli.

Matuidi-Juve: Fabio Paratici furioso con Mino Raiola 29 Settembre 13:34

Queste le dichiarazioni, sul tema Blaise Matuidi rimasto al PSG, rilasciate alla RAI da Mino Raiola: Fabio "Paratici è ancora incazzato con me per Matuidi. Ma non è colpa mia. Abbiamo trattato a lungo poi è intervenuto l’emiro del Psg e ha bloccato la trattativa. Paratici però non se la deve prendere perché non è vero che stiamo discutendo il rinnovo del contratto con il Psg'. Ci sono dunque ancora possibilità che venga alla Juve a gennaio? 'Non è facile portare via i giocatori al Psg, ma se ce ne sono, vedremo’.

Un nuovo volto per Sky Sport? Totò Di Natale da Udine...29 Settembre 12:10

Antonio Di Natale, dopo aver chiuso con l'Udinese, sarebbein contatto con Sky Sport per una possibile collaborazione tv. Dallo staff di Totò trapela che la possibilità di iniziare un’avventura tv c’è ed è forte. Del resto Di Natale da Udine si è di fatto allontanato: la moglie è toscana, e dopo l’esperienza empolese lui ha sempre mantenuto contatti da quelle parti, fornendo il proprio supporto per le partite casalinghe di Empoli e Fiorentina.

Tutto il Milan a Milanello per gli Auguri a Silvio Berlusconi 29 Settembre 12:07

Il Milan celebra il suo presidente Silvio Berlusconi nel giorno del suo ottantesimo compleanno, dedicandogli un video con gli auguri in alcune delle lingue parlate nello spogliatoio rossonero. Vincenzo Montella ovviamente glieli ha fatti in italiano ("Tanti auguri presidente, buon compleanno, un abbraccio"), Carlos Bacca in spagnolo, M'Baye Niang in francese, Luiz Adriano in brasiliano e infine il capitano, Riccardo Montolivo, ha mandato a Berlusconi il proprio messaggio di "auguri e ringraziamento di cuore da parte della squadra, del mondo Milan, per aver reso questa squadra la più importante al mondo". Il video, di circa un minuto, si chiude con il "tanti auguri, presidente!" urlato da tutti i giocatori, riuniti al centro del campo d'allenamento a Milanello.

De Boer, l'Inter è vincente e io voglio fare un passo alla volta 28 Settembre 13:14

Alla televisione olandese Nos, Frank De Boer ha raccontato i suoi primi periodi di Inter: “Qui sono davvero vincenti. Non è che all’Ajax avessi la sensazione di doverli spingere a fare le cose, ma qui all’Inter anche una piccola partita di pallamano mi fa tirar fuori dai ragazzi grande divertimento, mentre all’Ajax era sempre un ‘Uffa, dobbiamo farlo?’ Qui lo fanno con grande convinzione. Il gioco? Potremmo fare meglio in fase di gioco posizionale, ma quando siamo sotto pressione e dobbiamo giocare la palla, i ragazzi sono davvero forti. Il dottore non aveva mai partecipato alle riunioni tecniche con lo staff. È stata la prima volta nella quale ha potuto prendere la parola. Sono tutti volenterosi, ma c’è bisogno di buone basi. È stato difficile iniziare ad Agosto. Avrei preso il posto di un allenatore italiano. Senti immediatamente la pressione addosso a te. Una sensazione diversa, che all’inizio ti fa guardare le cose a bocca aperta. Non puoi arrivare qui come un elefante in una cristalleria. L’Italia è diventata campione del mondo nel 2006, e adesso vengono questi olandesi un po’ pazzi a dirci come si fa… Ecco perché faccio le cose un passo alla volta”.

Giudice Sportivo: 3 giocatori out per 2 giornate 27 Settembre 17:20

Il giudice sportivo di serie A, Gerardo Mastrandrea, ha inflitto due giornate di squalifica a Goran Pandev, del Genoa, ed una ciascuno al compagno di squadra Edenilson e a Yannick Kessiè dell'Atalanta. L'attaccante rossoblù, espulso domenica scorsa contro il Pescara, è stato sanzionato "per avere, al 34' st, a seguito di una decisione del direttore di gara, proferito nei suoi confronti un'espressione ingiuriosa e per aver usato espressione irriguardosa nei confronti degli ufficiali di gara, mentre abbandonava il terreno di gioco". Edenilson era stato espulso nella stessa partita per doppia ammonizione, mentre l'atalantino Kessiè e' stato espulso per un grave fallo di giuoco nella partita di ieri contro il Crotone.

Rudi Garcia a Tiki Taka: multa per intervista non autorizzata? 27 Settembre 12:06

Capitò anche a Carlo Ancelotti, quando nell'autunno 2001 era sotto contratto con la Juventus, pur essendo stato esonerato, e parlò della squadra bianconera durante la diretta di Pressing su Italia 1- Non subì la multa, ma ricevette il giorno dopo la telefonata di Luciano Moggi...Ieri sera è capitato a Rudi Garcia. L'ex tecnico giallorosso, esonerato dalla Roma, è ancora sotto contratto e potrebbe ricevere una multa per l'intervista a Tiki Taka non autorizzata dal Club giallorosso.

Luiz Adriano, in Russia non mancano gli estimatori 27 Settembre 12:05

Luiz Adriano, reduce dai clamori di Firenze per il fallo subito da Tomovic, ha lasciato nel 2015 lo Shakhtar Donetsk per raggiungere il Milan. Nel mondo russo è ancora ben giudicato e molto quotato. Per questo l'interesse di Club come lo Zenit San Pietroburgo e il CSKA Mosca nei suoi confronti non appare campato in aria.

Zanetti, con il cambio nel primo tempo De Boer ha migliorato le cose 26 Settembre 12:27

A Radio Rai, le parole del vicepresidente interista, Javier Zanetti: "Suning è un gruppo forte e serio. C’è tanta voglia di progettare il presente e soprattutto il futuro. Siamo tutti a disposizione per fare un grande lavoro e portare l’Inter in alto. Ci sono i presupposti per far bene. Frank sta facendo un ottimo lavoro, normali le difficoltà iniziali, era appena arrivato. Deve conoscere il calcio italiano, dimostra grande professionalità, il lavoro che sta facendo si sta vedendo. L’Inter cresce ad ogni partita. Ci auguriamo che ci porti in alto in classifica” Ancora su De Boer: "Soprattutto ieri ha capito che doveva cambiare perché la squadra aveva bisogno di un altro tipo di giocatore. Non ha avuto nessun dubbio e ha cambiato. Questo non vuol dire che Kondogbia deve essere bocciato, non ha interpretato la partita come Frank voleva, con Gnoukouri la squadra ha giocato diversamente. Questo è stato il motivo. Brozovic? E' stata presa questa decisione da parte di staff tecnico e società. Credo che Brozovic stia dimostrando ora che ha voglia di mettersi a disposizione, vedremo il momento più opportuno”.

Arbitri: Nicchi e la tecnologia dopo Genova e dopo Firenze 26 Settembre 12:00

Dalla prossima giornata del campionato di Serie A entrerà in funzione la Var, la "Video assistant referees" e quello italiano è uno dei campionati che si sono offerti di testarla. "Parliamo di sperimentazione - detto il presidente arbitrale Nicchi - Spero che aiuti ad eliminare non tanto gli errori quanto i dubbi. Sarà un passo avanti, ma bisogna rispettare il lavoro degli arbitri, espresso in 12.000 partite giocate ogni settimana. E non dimenticare che la perfezione in questo mondo non esiste, però noi lavoriamo per andarci il più vicino possibile. Ci saranno arbitri che verranno 'abituati’ a guardare un episodio attraverso l'occhio della telecamera. Ma durante la gara non potranno intervenire, l'eventuale errore arbitrale non potrà essere corretto. Al termine stileranno una relazione. Quindi questo materiale sperimentale sarà sottoposto all'esame di Fifa, Uefa ed International Board che decideranno se, come e quando applicare la tecnologia".

Paulo Sousa e Montella: botta e risposta sul calendario 25 Settembre 10:46

Proprio dopo che Vincenzo Montella a Milanello aveva risposto alle domande dei giornalisti sul calendario duro in avvio per il Milan (la battuta sorridente di Montella era stata "Vero ma per noi quando arrivano le partite facili...?"). ecco la bordata da Firenze firmata Paulo Sousa: “Hanno una società importante alle spalle, si vede anche dal fatto che ha sempre un giorno in più rispetto agli altri sul calendario. Milan da scudetto? Nella lotta per il titolo non credo sia in corsa, ma nella lotta per i primi posti sì“.

Quanto mercato per Inter e Juventus: Sarr e Mascherano 25 Settembre 10:04

Malang Sarr, 19 anni, difensore centrale del Nizza, è il nuovo desiderio di mercato, forte e giovane, dell'Inter. Sul ragazzo è concentrato e attento anche il Paris Saint Germain. Intanto per Gennaio potrebbe tornare buono anche sul mercato italiano il nome di Aleix Vidal, difensore esterno e centrocampista di 27 anni, ex crack del Siviglia di Unai Emery. Il giocatore continua a non essere convocato da Luis Enrique ed è in polemica con società e ambiente. Intanto il mercato estivo ha tritato i ricordi di tutti su Mascherano. L'argentino voleva fortemente la Juventus ed era il primo obiettivo del mercato di Marotta. Con le difficoltà attuali di Pjanic e del centrocampo bianconero, il metronomo argentino avrebbe fatto davvero comodo alla Juventus.

Le vittorie non tolgono De Laurentiis dal mirino - La Curva: Sarri uno di noi 25 Settembre 09:48

"Sarri uno di noi", questo lo striscione esposto in curva B a metà del primo tempo di Napoli-Chievo poi terminata 2-0. Una scritta con cui i tifosi della curva si schierano dalla parte dell'allenatore toscano al termine di una settimana caratterizzata da una polemica indiretta tra Sarri e il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis. Dopo il pareggio di Genova, infatti, Sarri aveva chiesto che qualcuno della società azzurra alzasse la voce contro i presunti torti arbitrali. De Laurentiis, che si trova in Cina, aveva risposto con un comunicato in cui affermava che non bisogna cercare alibi e rispettare le decisioni degli arbitri. Sempre dalla Curva B si sono levati cori "De Laurentiis figlio di..." e altri cori "Sarri uno di noi".

Montella: con la Fiorentina sarà più difficile 24 Settembre 18:15

Vincenzo Montella torna a sfidare la Fiorentina, questa volta non con la Sampdoria ma con il Milan: "Abbiamo già dimenticato le ultime vittorie. Siamo concentrati su questa gara difficile, forse più complicata rispetto a Lazio e Samp, la difficoltà è alta e dobbiamo essere pronti, possiamo vedere quanto la squadra stia crescendo". Così il tecnico milanista Vincenzo Montella in conferenza stampa alla vigilia della sfida ai viola. "Chi toglierei alla Fiorentina? L'anno scorso mi hanno fatto la stessa domanda alla Sampdoria, ho detto due nomi e questi hanno fatto assist e gol, quindi preferirei non rispondere".

Mario Balotelli da Nizza: vicino al ritorno in Nazionale 24 Settembre 18:14

Il Nizza avrebbe ricevuto la preconvocazione in Nazionale per Mario Balotelli. L'ex attaccante del Milan, reduce da un ottimo avvio di stagione in Ligue 1, potrebbe così tornar presto a vestire la maglia azzurra con il ct Ventura in panchina, dopo aver assistito da spettatore ad Euro2016.

Atalanta, Gasperini fiducia a tempo: lite con Sartori? 23 Settembre 11:25

Dopo Atalanta-Palermo 0-1, sembra esserci stato un confronto molto acceso sulle scelte di campo di Gasperini, con il responsabile dell'area tecnica Sartori. A questo punto, nella partita di lunedì alle 19.00 a Pescara con il Crotone, la squadra bergamasca è chiamata a dimostrare con i fatti il proprio sostegno all'allenatore. La panchina di Gasperini infatti è all’ultima spiaggia. La dirigenza bergamasca ha confermato la fiducia al tecnico, ma ha già iniziato a guardarsi attorno. Nella lista degli allenatori liberi figurano: Stefano Pioli, già contattato in estate dopo il dietrofront di Maran, ma anche Luigi De Canio, che nella scorsa stagione ha traghettato verso la salvezza l’Udinese, Gigi Delneri, fermo dopo la retrocessione con l’Hellas. Poi Delio Rossi, Andrea Mandorlini, Eugenio Corini.

Hernanes ai tifosi Juve: hanno ragione loro 22 Settembre 17:19

Dopo le contestazioni dei tifosi, arrivate per il suo rendimento e forse anche per le parole prununciate quando era all'Inter, oggi ha preso la parola Hernanes: "I tifosi mi hanno fischiato, però se io mi fossi guardato dalla tribuna mi sarei fischiato anche io. Perché da quello che ero abituato a fare, a quello che ho fatto l'anno scorso c'è una differenza molto grande. Perché ero abituato a vedere le mie azioni, con gol, doppio passo e tiro e l'anno questo non c'era, perché ho cambiato ruolo. Ci voleva un po' di adattamento e non era semplice cambiare ambiente, ruolo e fare grandi prestazioni. La sconfitta contro l'Inter è servita alla squadra? Onestamente non so se questo sia il termine giusto, posso dire solo che abbiamo avuto la dimostrazione che il calcio non perdona, e che se non entri in campo pronto e con la giusta cattiveria e decisione non si vince. Avevamo bisogno di una reazione, ed è arrivata contro il Cagliari".

Inter e Milan: 2 voci di mercato PSG nella stessa giornata 22 Settembre 13:44

Due voci di mercato nella stessa giornata ed entrambe riguardanti lo stesso reparto e la stessa squadra. Il difensore centrale brasiliano Marquinhos sarebbe un obiettivo di Suning per l'Inter, mentre il clamoroso ritorno di Thiago Silva riaprirebbe i cuori dei tifosi del Milan. Tutto questo in base alle nuove idee parigine di Unai Emery. L'ex tecnico del Siviglia preferisce infatti schierare spesso il promettente quanto importante difensore di 21 anni, Presnel Kimpembe, francese proveniente dalla Repubblica Democratica del Congo.

Juventus, il fatturato vola: ci sono anche i debiti 21 Settembre 14:49

Chiude per il secondo anno consecutivo in utile (+4,1 milioni di euro) il bilancio della Juventus, approvato oggi dal consiglio di amministrazione.

L'esercizio 2015/2016 conferma il miglioramento evidenziato negli ultimi anni e registra un fatturato di 387,9 milioni di euro, record storico della società bianconera e record italiano. Positive anche le previsioni per l'esercizio 2016-2017. L'utile dell'esercizio 2015-2016 evidenzia una variazione positiva di 1,8 milioni di euro rispetto all'utile di 2,3 milioni di euro dell'esercizio precedente. Il patrimonio netto al 30 giugno 2016 è pari a 53,4 milioni, in aumento rispetto ai 44,6 milioni del 30 giugno 2015. Al 30 giugno 2016 l'indebitamento finanziario netto ammonta a 199,4 milioni ed evidenzia un incremento di 10,5 milioni rispetto ai 188,9 milioni del 30 giugno 2015 determinato tra l'altro anche dagli esborsi legati alle campagne trasferimenti (-40,2 milioni netti). Da segnalare anche la cifra di 37.4 milioni di "oneri per agenti". le commissioni ai procuratori che sono in carico a tutte le società a vario titolo e a seconda delle operaxioni di mercato fatto.

Dopo Milan-Lazio 2-0, in campo tutte le altre 21 Settembre 08:58

La Serie A ha ripreso sera con l'anticipo del primo turno infrasettimanale tra Milan e Lazio: 2-0. Dal canto suo dopo la vittoria fondamentale dell'Inter sulla Juventus che ha regalato il primo posto in solitaria al Napoli di Sarri uscito vittorioso dal match contro il Bologna (3-1) questa sera sono attesi il riscatto per i bianconeri (contro il Cagliari) e la conferma per i nerazzurri (a Empoli). Anche la Roma dovrà necessariamente fare la partita e riguadagnare la vittoria contro il Crotone in casa all'Olimpico. La Fiorentina, dopo la fortunosa vittoria contro i giallorossi, se la vedrà invece con l'Udinese "offeso" dalla sconfitta di domenica contro il Chievo Verona (impegnato mercoledì sera contro il Sassuolo di Di Francesco). Il Napoli gioca sul campo del Genoa.

Allegri: Higuain non può giocare tutte le 50 partite 20 Settembre 17:04

Massimiliano Allegri è tornato a parlare alla vigilia di Juventus-Cagliari: "Penso che Inter-Juventus di domenica sera sia stata una delle partite più brutte a livello tecnico degli ultimi 30 anni, dove noi abbiamo fatto gol con una buona giocata di Alex Sandro e dove poi ci siamo fatti due gol per conto nostro, senza togliere meriti all'Inter che ha fatto una partita nervosa, nel senso a livello agonistico, vogliosa di dimostrare tanto. si sta creando un problema sul ruolo di Pjanic: innanzitutto con la Bosnia Pjanic gioca nei due di metà campo e nei due di metà campo gioca nella zona centrale del campo. Nella Roma, da quando è arrivato Spalletti, credo giocasse nei due di metà campo. Poi che si possa inserire e possa andare, questo fa parte degli equilibri della squadra. Che poi giochi a due, giochi a tre, giochi da mezzala e vada a giocare davanti alla difesa o in quella zona del campo.... non parliamo davanti alla difesa perchè poi dicono che Pjanic fa il regista ....in quella zona centrale del campo, è normale.... basta vedere anche col Sassuolo: Pjanic non è una mezzala classica che si inserisce, che apre il campo, che copre 50 metri, è un giocatore straordinario vicino all'area e secondo me domenica ha fatto una buona partita perchè ha giocato con buona personalità e soprattutto si è districato molto bene nel secondo tempo quando loro ci davano una buona pressione. Quindi va sfruttato per le caratteristiche e le qualità che ha. Per il resto, Khedira ha giocato sette partite, credo che Khedira sette partite di seguito non le giocava dal '95-'95, una roba del genere, quindi già lì abbiamo fatto un passo avanti. E' normale che ha bisogno di recuperare e abbiamo Lemina, Pjanic, Asamoah, Hernanes, perchè Hernanes è un giocatore che l'anno scorso.... vedo che allo stadio quando giochiamo in casa ogni tanto viene un po' fischiato.... io credo che per Hernanes ci voglia molto rispetto perchè l'anno scorso è stato molto importante, non scordiamoci quando abbiamo vinto a Manchester, quanto ha aiutato col Bayern Monaco in casa quando è uscito Marchisio alla fine del primo tempo".

Su Higuain: "Dopo la sosta ha giocato due partite Higuain, col Sassuolo e con il Siviglia, soprattutto con il Siviglia è stata una partita molto intensa. E domenica ho fatto una scelta in valutazione della partita e soprattutto per il prosieguo, delle prossime partite, è una scelta che rifarei anche ora, senza nessun dubbio. Poi durante l'anno ci saranno delle gerarchie come ci devono essere, questo è normale. Ed è normale che tutti, soprattutto quando verranno in panchina, dovranno entrare per dare una mano ai compagni, questo è poco ma sicuro. Per lottare su tutti i fronti c'è bisogno di una rosa importante, la Juventus ce l'ha, ma in questo momento bisogna anche trovare i giusti equilibri in quella zona. Higuain e Mandzukic, come tanti che vorrebbero giocare, c'è grande competizione all'interno della squadra, è normale che sono due grandi giocatori che non hanno mai fatto le riserve, però ci sono 50 partite ed è impensabile che giochi 50 partite Higuain, 50 partite Dybala e glki altri stiano tutti a guardare. Ci saranno momenti in cui riposerà Dybala, momenti in cui riposerà Higuain, momenti in cui riposerà Mandzukic, momenti cui giocherà più Pjaca, come a centrocampo, come lo stesso in difesa".

Sono durissimi i toni della polemica fra Roma e Fiorentina 20 Settembre 11:32

Nella giornata di ieri, è andato all'attacco il diesse viola Pantaleo Corvino: "Secondo me Dzeko ieri sera andava ammonito per simulazione, lui è un attaccante che spesso si butta in area, basta guardare la gara con la Sampdoria. Certe voci ieri sera mi hanno dato fastidio e dispiace che la nostra vittoria contro la Roma sia passata in secondo piano". Sugli episodi arbitrali di Fiorentina-Roma 1-0, ha però deciso di rispondere oggi Walter Sabatini: “Le dichiarazioni di Corvino sono un pietosissimo caso di incontinenza verbale. Dzeko è un giocatore di lealtà sportiva assoluta come tutta la sua storia dimostra. È inaccettabile che questo sia sfuggito a un dirigente serio e preparato come lui”. Adesso attenzione alla prossima mossa, perchè la Fiorentina non è società nota per lasciar correre queste cose.

Giudice sportivo: 2 giornate a Veloso, 1 a Banega e multe varie 19 Settembre 18:17

Due giornate di squalifica sono state inflitte dal Giudice Sportivo di Serie A, Gerardo Mastrandrea, al giocatore del Genoa Veloso e una ciascuno a Banega dell'Inter e a Krafth del Bologna, tutti espulsi nel corso degli incontri della quarta giornata. Tra le ammende inflitte, il Napoli dovrà pagare 10.000 euro per lancio di fumogeni in campo e di bottigliette di plastica verso giocatori avversari da parte di propri tifosi; l'Inter 5.000 per il lancio di accendini dalle tribune un calciatore della Juve al momento della sostituzione.

E' la Juve senza Pogba: il mercato in entrata non fa la differenza 19 Settembre 15:27

Dani Alves gioca ma non ha ancora inciso. Benatia non ha giocato molto e ieri si è infortunato a San Siro. Pjaca è l'uomo, anche se non sempre, degli ultimi minuti. Higuain ha giocato due volte dall'inizio e ha fatto 3 gol ma, in una squadra a trazione europea, 0 in Champions League. Cuadrado: non ancora segnali apprezzabili. Pjanic: con il Siviglia è entrato tardi e a San Siro è stato messo in difficoltà da Banega e Joao Mario. Siamo al 20 Settembre e il mercato in entrata della Juventus non ha ancora fatto la differenza, non ha ancora cambiato la vita della squadra. L'euforia estiva ha coperto i ritardi di forma di Pjanic e Higuain. Ecco perchè a Torino regnano ancora i patemi per il recupero di Marchisio e, almeno in questo momento, i rimpianti per il Pogba ormai perso e ormai pesce fuor d'acqua a Manchester. Sulla valorizzazione del grande mercato bianconero, che ad oggi ha fatto notizia ma poca sostanza, si gioca la bravura e il profilo da gestore di Massimiliano Allegri.

La difesa concede sempre, ma dalla cintola in su è grande Inter 18 Settembre 22:38

Adesso che sta arrivando il cambio, l'alternativa, per Icardi, ovvero Gabigol, mancano solo i ricambi di Miranda e Murillo e gli esterni difensivi. Poi il progetto sarà completo. Il centrocampo e gli esterni offensivi sono già da grande squadra. E se Icardi è quello di Pescara e Juventus, non resta solo la gioia di giornata per aver vinto il derby d'Italia. Iniziano a intravvedersi le fondamenta di un vero progetto nell'Inter di Suning. L'Hapoel è il simbolo di una Europa League che non attizza lo spogliatoio, dal 2-1 alla Juventus in poi il Campionato sarà il grande palcoscenico dell'Inter 2016-17.

Allegri e società: un capo d'accusa a testa 18 Settembre 22:33

La Società non ha preso il metronomo, il regista che tutto modella e tutto ispira. Ingranaggio affascinante la Juventus, ma va fatto girare a dovere, va oliato ad ogni giocata. A San Siro il confronto fra Banega-Joao Mario e Pjanic-Khedira lo hanno vinto i nerazzurri. Fare un mercato enorme e bucare il centrocampista centrale negli ultimi giorni sta penalizzando la squadra. A proposito del mercato, non c'è un solo giocatore acquistato dalla Juventus in estate che sia già diventato un punto di forza indiscutibile dello schieramento di Allegri, nemmeno Higuain. La proprietà ha ispirato un grande mercato, ma Allegri resta ancorato al grande passato della scorsa stagione.

Serie A: tutti i risultati prima di Inter-Juve a San Siro 18 Settembre 16:51

Crotone-Palermo 1-1 - Torino-Empoli 0-0 - Cagliari-Atalanta 3-0 - Sassuolo-Genoa 2-0 - Udinese-Chievo 1-2.

Higuain non vede l'ora di rispondere a Milik, ma Allegri lo tiene fuori 18 Settembre 14:19

Il giorno dopo l'esplosione definitiva di Milik, proprio nel Gran gala di Inter-Juventus, Gonzalo Higuain rimane fuori. Nemmeno Milik ieri è partito dall'inizio, ma al suo posto ha giocato Gabbiadini. Cosa significa: Milik valutazione di mercato 32 milioni, Gabbiadini 25. Siamo lì. Questa sera invece gioca Mandzukic, valutazione di mercato 18 milioni e gioca Higuain a quota come ben sappiamo 94. Allegri non deve guardare queste cose ed è giusto che non le guardi, ma se passa il concetto che il Napoli ha trovato un bomber più fresco e più completo di Higuain pagandolo un terzo del Pipita, è la Juventus nel suo complesso che si ritrova depotenziata, contaminata, quasi ridimensionata. Questo passaggio della stagione, anche se siamo solo all'inizio, non è un conto della serva di quanto segna uno e quando segna l'altro. Se il Napoli non ha perso i 38 gol di Higuain e se Milik continua ad avvicinarsi a quel numero, allora la sfida dello scorso anno fra Napoli e Juventus continua, è ancora viva. Soprattutto se Allegri continua a privilegiare il lavoro di Mandzukic rispetto alla profondità di Higuain. Un Napoli con gli stessi gol dell'anno scorso e una Juventus con qualche problema in più e con qualche dispendio Champions in più, potrebbe anche riaprire alla lunga quel discorso Scudetto che sembrava morto e sepolto a favore dei bianconeri.

Milan-Cinesi: copertura economica ok, nuova data 15 Novembre 18 Settembre 10:03

Si slitta per il closing, ma al massimo dal 5 al 15 Novembre. Tutto procede, come recita anche un hastag su twitter. La cifra di 740 milioni, necessaria adesso per i Cinesi, è stata raccolta e coperta. I Cinesi che sono entrati nelle ultime settimane nella cordata capeggiata da Haixia, fondo considerato il proprio gioiello dal governo di Pechino, conosceranno personalmente Silvio Berlusconi. I 740 milioni sono necessari per: 400 milioni ultimo versamento Fininvest, 240 milioni accollo dei debiti della società, 100 milioni per un primo rifinanziamento del Milan.

Milan, la Sino Europe ufficializza: stiamo andando veloci 17 Settembre 16:22

Questa la nota ufficiale diffusa dalla Sino-Europe Sports Investment sul closing per l'acquisizone del Milan:

Sino Europe Sports conferma che tutto sta procedendo in modo spedito in vista del closing per l'acquisizione di AC Milan. Ieri David Han ha partecipato ad una serie di incontri programmati con gli advisor e con Fininvest. Tutte le parti stanno lavorando per chiudere l’accordo secondo la tempistica prestabilita.

Spalletti contro le critiche alla Roma: senza Totti l'anno prossimo...17 Settembre 13:58

Vigilia pirotecnica di Fiorentina-Roma da parte di Luciano Spalletti: "Si parla sempre male della Roma, mai di quanto viene fatto di buono. L'anno prossimo se non ci sarà Totti, non allenerò più la Roma. Finchè Totti continuerà a giocare, io continuerò ad allenare. Adesso dobbiamo trovare come squadra più semplicità di gioco e più precisione nei passaggi. Questa squadra l'ho voluta io, la squadra è forte e continuo a pensare che Roma sia un buon ambiente in cui lavorare. In difesa siamo poco tranquilli, la difesa è fondamentale per il gioco della squadra".

Allegri: con l'Inter snodo scudetto, Lichtsteiner sicuro di giocare 17 Settembre 13:46

Massimiliano Allegri alla vigilia di Inter-Juventus: "Con l'Inter ci sarà qualche cambio rispetto alla partita con il Siviglia, l'unico sicuro di giocare è Lichtsteiner. Nessun allarme per il Siviglia, contro di loro a Torino l'anno scorso abbiamo vinto creando molte occasioni in meno, cose che succedono. contro l'Inter è snodo Scudetto, vincere sarebbe un bel colpo, affronteremo questa partita con il modulo a tre in difesa anche se poi in tre non ci siamo mai".

Inter-Juventus: la vigilia è solo una, esame per De Boer 17 Settembre 11:21

L'Inter dichiara che De Boer non è in discussione, ma ormai il tema è virale e non si può fermare. De Boer non può più sbagliare o De Boer ultima chance: è questo che gira sui social e sui siti ed è così che si arriva alla partita. Nella sua intervista a Tuttosport, invece, tocca a Leonardo cambiare temi e cambiare argomenti. Secondo Leo, è arrivato il momento per l'Inter di dare un segnale, di credere in qualcosa che potrebbe darle grande autostima.

Bloomberg insiste: fallire sul Milan sarebbe un autogol per tutta la Cina 16 Settembre 18:40

Dopo aver accredito in passato altre ipotesi per l'acquisto del Milan, Bloomberg ha pubblicato una seconda, nuova, notizia, dubbiosa sull'acquisizione del Milan da parte di Sino-Europe. Bloomber fa notare che quella del Milan si tratta dell'acquisizione patrimoniale più dispendiosa di sempre per gli investitori cinesi e che la raccolta dei fondi necessari per il secondo versamento di 400 milioni non è ancora stata completata. Si ricorda che per il presidente cinese Xi Jinping lo sviluppo del football è un obiettivo nazionale, e proprio per questo se l'operazione dovesse fallire sarebbe un clamoroso autogol per tutta la Cina. Bloomberg ricorda che l'acquisizione del Milan riguarda un Club che ha chiuso gli ultimi bilanci in forte passivo.

Tagliavento a S.Siro per Inter-Juve inseguito dalle accuse Sporting 16 Settembre 10:56

Che Tagliavento sarà quello di domenica a San Siro? avrà la giusta tranquillità pr dirigere una partita così importante? Ci chiediamo questo perchè il fischietto di Terni è al centro di una sorta di caso internazionale. Lo Sporting Lisbona, infatti, dopo la rimonta subita dal Real Madrid nei minuti finali in Champions League, ha messo nel mirino proprio l'abitro Tagliavento,. Il capo ufficio stampa del club, Nuno Saraiva, ha rilasciato delle dichiarazioni molto forti al quotidiano 'A Bola': "Quando un club come il Real sente la necessità di dover ribadire che è il miglior al mondo e, cosa ancora peggiore, ha bisogno di aiuti esterni per potersi riscattare da una disfatta certa, quelli più grandi in realtà siamo noi".

De Boer cambia ancora, Inter in Europa League con il 4-3-3 15 Settembre 09:23

All'esordio europeo contro gli israeliani dell'Hapoel Be'er Sheva, il tecnico nerazzurro Frank De Boer darà ampio spazio al turnover: domenica c'è la Juventus. Dovrebbe scendere in campo un 4-3-3 con sette giocatori diversi rispetto all’undici iniziale di Pescara: Handanovic in porta; D’Ambrosio, Ranocchia, Murillo e Nagatomo in difesa; Felipe Melo davanti alla difesa; Medel e Brozovic mezze ali; in attacco Biabiany ed Eder con Palacio.

Pippo Inzaghi e lo stadio Tardini: un legame storico pazzesco 14 Settembre 12:25

Ieri con il suo Venezia, Filippo Inzaghi ha centrato a Parma la sua prima impresa stagionale vincendo la prima gara in trasferta, 2-1, alla guida della sua nuova squadra in Lega Pro. Ecco le altre date importanti per Inzaghi, sempre e comunque allo stadio Tardini:

- 29 Ottobre 1995, Parma-Piacenza 3-2, primo gol di Inzaghi in Serie A

- 25 Novembre 2001, Parma-Milan 0-1, primo gol in Campionato di Inzaghi con Ancelotti allenatore del Milan

- 14 Settembre 2014, Parma-Milan 4-5, prima vittoria in trasferta da allenatore del Milan di Filippo Inzaghi

Tifare per la Roma e non solo per Totti: Balbo smentisce Nainggolan 14 Settembre 09:49

A Nainggolan che chiede all'Olimpico di tifare e incitare non solo quando c'è in campo Francesco Totti, risponde l'argentino ex giallorosso Abel Balbo: "Non sono d'accordo, il tifo per Francesco è comunque un valore aggiunto per tutta la squadra".

DENTRO I 4 DERBY: la maglia nera al Milan 13 Settembre 09:09

Il borsino dopo 3 giornate di Campionato.

INTER-MILAN: Non c'è partita. Il Milan è partito anche peggio di un anno fa, i singoli dell'Inter sono nettamente superiori, fra primi undici e panchina. A Pescara De Boer ha inserito in un colpo solo Eder,Jovetic e Palacio. La coppia Banega-Joao Mario è di grande classe. Paolo Berlusconi dice che il Milan ha solo un punto in meno, ma la differenza è ben altra e si vede.

ROMA-LAZIO: Roma fra alti e bassi, Lazio più regolare. Tre punti in più giallorossi, ma la Lazio ha fatto due trasferte e ha già giocato con la Juventus. Aspettiamo.

GENOA-SAMPDORIA: Bene entrambe. Senza il rigore finale, la Samp avrebbe pareggiato con autorevolezza a Roma. Senza la pioggia, il Genoa avrebbe potuto battere la Fiorentina. Forse il Genoa ha qualcosa in più, ma ci ripetiamo. Aspettiamo.

JUVENTUS-TORINO: Non è sulla Juventus che il Torino deve fare la sua corsa. Però la squadra granata deve guardarsi dentro se ha solo 3 punti dopo 3 giornate. Ne vale di più e ne avrebbe potuti avere di più. Manca ancora la difesa al Toro di Sinisa e gli infortunati pesano. Il problema del portiere è stato risolto solo a livello mediatico. Il Torino è quello studente molto dotato che rende poco rispetto a quello che potrebbe davvero fare.

Cuadrado, ho fatto di tutto per tornare alla Juventus 12 Settembre 15:06

Dopo Juventus-Sassuolo e prima della partita con il Siviglia, Juan Cuadrado ha parlato delle sue emozioni al Canale tv tematico della Juventus: "Emozionante, vedere la curva ed il boato della gente, sono emozionato per il supporto del pubblico, ho fatto di tutto per ritornare e grazie a Dio sono qui e sono molto contento".

Il lunedì di Serie A: de profundis Milan, poi Alvarez e Perica 12 Settembre 10:47

Il c'era una volta il Milan impazza in tutte le discussioni del giorno dopo rispetto alla 3' giornata di Campionato. In discussione tutto in casa rossonera, il passato, il presente e anche il futuro. Intanto in un Campionato che attendeva le prodezze dei giovani croati più talentuosi come Rog, Pjaca e Pasalic, è emerso proprio lui, Stipe Perica, autore del gol della vittoria bianconero a San Siro. Sul fronte Milan, il suo prossimo avversario Alvarez rischia una lunga squalifica dopo l'espulsione al 93' in Roma-Sampdoria.

Oggi Pescara-Inter: Caprari nerazzurro, ma lui sognava la Juve 11 Settembre 10:08

Gianluca Caprari, ex Roma. Questa sera il pupillo del presidente pescarese Sebastiani gioca contro l'Inter e lui è di proprietà nerazzurra, ma per molte settimane estive c'era la Juventus su di lui. Caprari gradiva molto la cosa, poi però la Juventus è sparita.

Serie A pre-natalizia: rinviate 2 partite a Bologna e Crotone 9 Settembre 12:18

Per via della gara di Supercoppa TIM del 23 Dicembre, vengono rinviate Bologna-Milan e Crotone-Juventus, le gare di andata della 18' giornata di Serie A.

23 Dicembre 2016, Doha, Supercoppa TIM fra Juventus e Milan 9 Settembre 10:30

Si giocherà a Doha, capitale del Qatar. Juventus e Milan vivranno negli Emirati gli ultimi giorni prima di Natale, con un importante trofeo in palio.

Arriva Atalanta-Torino, storie di portieri: Marco Sportiello e Joe Hart 9 Settembre 10:01

Marco Sportiello è ancora a Bergamo, ma lui voleva andare via. Il primo sogno il Napoli, ma sarebbe andata bene anche la Fiorentina. Nulla di tutto questo, il mercato si è ritorto contro il portiere dell'Atalanta che non ha iniziato bene la stagione. Tanti gol presi e qualche errore. Adesso deve resettare e può magari aiutarlo la prossima partita. Atalanta-Torino. Dall'altra parte del campo, Sportiello trova Joe Hart. Un grande, un top. Era portiere della Nazionale dei Leoni e del Manchester City e in poche settimane è diventato un indesiderato. Ha dovuto fare le valigie, cambiare Paese e Campionato. Eppure è lì, serio, meticoloso, professionale a lavorare e a mettersi in discussione. Atalanta-Torino, Joe Hart un bell'esempio per Marco Sportiello.

Nuova Champions strane reazioni: ok i Club, contrarie le leghe dei Club 8 Settembre 16:39

La nuova riforma della Champions League non procede sul velluto e circondata da petali di rose. Le modifiche a partire dal 2018-2019 sono avversate dall’EPFL, l’associazione europa che riunisce le Leghe delle varie nazioni. Non la Lega, ma l'ECA, l'Associazione dei club europei, si era invece detta favorevole. Insorge invece la European Professional Football Leagues, organismo che raggruppa 32 leghe tra cui Serie A, Bundesliga, Liga, Premier League, Serie B e Lega Pro, con un comunicato minaccioso: “E' inaccettabile. Un cambiamento di così grande portata è stato annunciato senza il supporto e il consenso di chi organizza le Leghe nazionali in Europa. La riforma avrà un effetto devastante sui campionati nazionali e porterà a un allargamento del gap, sportivo e finanziario, tra i principali club d’Europa e tutti gli altri, a scapito della competitività. Questa rottura darà alle Leghe Europee la totale libertà di programmare le loro partite come meglio credono, anche ngli stessi giorni e negli stessi orari d’inizio delle competizioni per club organizzate dall’Uefa”.

Marco Verratti: è lui che le proprietà davvero ricche devono portare in Italia 6 Settembre 14:32

Suning vuole fare grandi investimenti che durino nel tempo per l'Inter, la cordata cinese sta per versare altri 85 milioni per il Milan. Tante risorse, soldi pesanti. Ma la vera grande sfida che devono porsi le nuove grandi proprietà del calcio italiano, porta a Parigi. Vedere Marco Verratti disegnare calcio e pensare che l'Italia del pallone non sia riuscita a tenere un talento così fin dai primi anni della sua carriera, è duro e complicato. Eccola l'asticella per i Cinesi di Inter e Milan. L'asticella è Verratti. Tornare ad essere ricchi veri, ad essere potenti e riportare Verratti nella Serie A italiana. Questa è la vera, nuova, grande sfida.

Romelu Lukaku: il bomber voleva la Juventus in estate...6 Settembre 08:15

Papale papale. Al Daily Mirror, Romelu Lukaku ha raccontato tutto: "Sì, volevo andare in un Club fra i migliori d'Europa per vincere". Ma l'Everton, con Bayern e Chelsea che a loro volta puntavano su Lukaku, ha bloccato tutto e ha impedito il trasfrimento al giocatore. "Adesso - ha continuato Lukaku - devo stare calmo e dare il massimo". Ricordiamo che Lukaku è un giocatore gestito da Mino Raiola che ha lavorato molto con la Juventus in estate. Sarebbe interessante capire se le offerte Juventus per Lukaku erano precedenti a quelle per Higuain oppure se avrebbe potuto essere Mandzukic a lasciargli il posto.

False dimissioni Paulo Sousa: la Viola attacca Mediaset 5 Settembre 17:14

Ecco il comunicato ufficiale Viola: "ACF Fiorentina smentisce seccamente la notizia del tutto priva di fondamento di un imminente addio dell'allenatore Paulo Sousa diffusa oggi su Mediaset dal giornalista Paolo Bargiggia. La Fiorentina si rammarica e si stupisce della superficialità con cui uno scenario così grave sia stato riportato. La Fiorentina ha sempre collaborato con gli organi di stampa e i singoli giornalisti che parlano in prima persona sui social network, rispettando il diritto di opinione e di critica ma non intende più accettare

una comunicazione basata su illazioni, supposizioni o ricostruzioni infondate e non verificate. Tutto questo mina infatti la tranquillità del Club, dei suoi protagonisti e della tifoseria creando confusione e danno.

La Società invita dunque a maggiore correttezza e rispetto chi si occupa del mondo viola quotidianamente o saltuariamente".

Firenze, domani il Torrino d'oro a Paulo Sousa 5 Settembre 08:45

Ha sfiorato il titolo di Campione d'inverno nella scorsa stagione. Anche per questo domani, a San Frediano, in piazza del Cestello, Paulo Sousa riceverà il premio del Torrino d'oro. Tutto questo a pochi passi dal Torrino di Santa Rosa cui è legata la storia della Rondinella. Due anni fa il premio era stato consegnato a Borja Valero che sta vivendo una nuova luna di miele con Firenze, dopo la permanenza nonostante le molte voci di mercato.

Atalanta-Como 2-1 in amichevole: l'ultrà Bocia difende il mercato 4 Settembre 18:28

Il giorno dopo la vittoria in amichevole dell'Atalanta, a Zingonia, sul Como per 2-1, il capo ultrà bergamasco, il popolare Bocia, difende la squadra e tutta l'Atalanta dopo la grande delusione per la campagna acquisti: "Io non riesco a capacitarmi di come la gente arrivi ad attaccare e insultare sul piano personale ragazzi come Raimondi, Sportiello e molti altri. Comportarsi in questo modo significa fare male alla squadra: bisogna rendersene conto, tutti quanti. E mettersi in discussione, perché è troppo comodo salire sul carro quando va tutto bene e sputare sentenze quando le cose non girano. Io non posso andarci da tempo allo stadio, ma seguo l’Atalanta anche attraverso le trasmissioni in tv e a volte passano dei messaggi che dovrebbero essere censurati: l’anno scorso c’erano insulti per Bellini, quest’anno tocca a Raimondi. Attacchi personali e diretti che non tengono minimamente in considerazione la persona, l’uomo. Vedo e leggo una negatività esagerata. Siamo partiti male, con due sconfitte, il mercato può essere piaciuto o meno e tutti possono pensarla come vogliono, ma adesso è finito e bisogna metterci una pietra sopra. E sostenere la squadra. C’è un gruppo di ragazzi molto giovani che lottano in campo, se si continua con il disfattismo e la pressione esagerata i giocatori non si sentiranno mai liberi di provarci fino in fondo e magari di sbagliare. Questo è un male. Bisogna criticare in modo costruttivo, non offendendo i giocatori".

Fair play finanziario: il Milan il 7 Maggio aveva rinviato tutto...4 Settembre 10:20

Adriano Galliani e Barbara Berlusconi erano pronti ad andare all'UEFA lo scorso 7 Maggio, ma era stato rinviato tutto per l'imminente annuncio ufficiale Fininvest della trattativa con i cinesi. Adesso torna lo spettro del fair-play finanziario anche per il Milan che entro il 31 dicembre busserà alla porta dell'organo calcistico continentale per presentare un 'voluntary agreement' teso ad evitare l'esclusione dalle Coppe. Il Milan assicurerà all'UEFA di rientrare dai debiti, puntando sull'iniezione di denaro proveniente dall'Asia che consentirà di pareggiare i conti e azzerare il 'rosso' in bilancio. Entro fine anno il nuovo ad Marco Fassone invierà la richiesta all'UEFA, per poi presentarsi in Primavera col 'voluntary agreement' su carta che dovrà garantire il rientro dai debiti.

Il Barcellona alle vie legali con il Santos per Gabigol 3 Settembre 16:26

Che Neymar alle Olimpiadi cercasse di portare o Gabriel Jesus o Gabigol a Barcellona è cosa nota, ma è clamoroso il dissidio scoppiato ora tra il Santos e il Barcellona: i blaugrana, infatti, avevano a loro dire un diritto di eguagliare qualsiasi proposta per Gabigol che non è stato rispettato. Lo scorso lunedì, giorno successivo alla partita di addio con cui Gabigol ha salutato i propri tifosi, lo stesso Santos ha avvisato il Barcellona dell’affare con l’Inter, ormai chiuso. Nel messaggio recapitato ai catalani si citava l’offerta nerazzurra pari a 29,9 milioni di euro e si chiedeva al Barça una risposta urgentissima. A questa mail, effettivamente, i blaugrana hanno risposto subito ma con una domanda: hanno chiesto di conoscere i dettagli dell’offerta nerazzurra, per sapere esattamente, ad esempio, quanto sarebbero costati i diritti economici del giocatore, ricordando al Santos che, da contratto, c'erano 3 giorni. per decidere. Invece sappiamo tutti come è andata e il Barcellona ha deciso di andare in tribunale, per chiedere la restituzione dei 3,2 milioni di euro spesi nell’affare Neymar per avere una prelazione su Gabigol, Victor Andrade e Giva.

Palermo, via Ballardini: ecco perchè De Zerbi ha rescisso col Foggia 2 Settembre 15:08

La rescissione di Ballardini con Zamparini apre le porte del Palermo a De Zerbi che, non a caso a questo punto, proprio ieri si era liberato dal proprio vincolo contratttuale con il Foggia.

Nazionale: De Rossi infortunato, salta la partita con Israele 2 Settembre 14:49

Le preparazioni affrettate per i playoff di Champions League si pagano sempre. Daniele De Rossi si è infortunato al polpaccio a Bari nel corso di Italia-Francia e non sarà quindi disponibile per la partita di qualificazione mondiale contro Israele.

Non solo Napoli: anche l'Inter blinda Brozovic, clausole anti-Juve 2 Settembre 11:16

In attesa di trovare la squadra anti-Juve sul campo, le squadre italiane piazzano le clausole rescissorie anti-Juve nei contratti. Lo ha fatto il Napoli con i suoi giocatori alle prese con i rinnovi, lo sta facendo l'Inter per Brozovic vicino alla firma fino al 2021.

Cagliari-Milan-Mati: Capozucca rischia il licenziamento 2 Settembre 09:44

Dopo le frasi di Capozucca su Cosentino di mercoledì sera, il chiarimento fra il presidente Giulini e Galliani e il comunicato del Milan che preannuncia azioni legali sul signor Capozucca e non sul Cagliari, il dirigente dei sardi rischia il licenziamento. Lo ha scritto lui stesso in un sms ad Adriano Galliani.

Attenzione Witsel-Juve: a Gennaio si farà sotto anche il Milan 1 Settembre 15:15

Se la cordata cinese rispetterà le scadenza, e ci sono molti preupposti perchè lo faccia, la prossima settimana conluiranno nelle casse della proprietà del Milan altri 85 milioni. E se così sarà, si tratterà di un segnale molto evidente sulla fattibilità del closing successivo del 5 Novembre. Sulla scena del mercato di Gennaio, a questo punto, potrà esserci sui giocatori top della prima fascia di mercato anche il Milan. E Witsel, ad esempio, è stato un obiettivo di mercato sia di rossoneri che di bianconeri un anno fa. Anche se poi è rimasto allo Zenit sia la scorsa estate che, clamorosamente, anche in questa dopo essere stato accostato a Inter, Roma e Napoli, ma soprattutto ad un soffio dal passaggio alla Juventus stessa. Nel prossimo mercato di Gennaio, anche il Milan vorrà dire la sua su Witsel. A Gennaio, se come sembra chiaro ci saranno i cinesi, il Milan vorrà svoltare e i grandi giocatori su piazza non saranno bizzeffe. Visto che Witsel sarà uno dei pochi, potrà esserci un derby di mercato fra Milan e Juventus con i rossoneri più in carne dal punto di vista economico.

Fiorentina: 3 le mosse, ma Sousa è sempre più preoccupato 31 Agosto 09:57

Mentre Paulo Sousa sfoglia la margherita del suo umore fra un infortunato e l'altro, la Fiorentina oggi cede Marcos Alonso al Chelsea. La dirigenza viola cercherà poi di placare tecnico e città con gli arrivi di Jovetic dall'Inter e di Maxi Olivera, difensore, dal Penarol.

Sassuolo-Pescara 0-3 a tavolino: il comunicato ufficiale Pescara 30 Agosto 22:33

Sul caso del giorno, si fa sentire il Pescara in forma ufficiale: "La Delfino Pescara 1936 S.p.a. vuole vincere sul campo le proprie partite e, con questo principio, abbiamo raggiunto i nostri obiettivi ed i nostri traguardi sportivi. Ciò premesso, siamo, però, a ricordare che le regole fanno parte del giuoco ed il loro rispetto è sinonimo di attenzione per gli avversari e per l’intero mondo del calcio. Il Giudice Sportivo, all’esito delle verifiche effettuate, ha accertato che il Calciatore Antonino Ragusa non era stato inserito dall’U.S. Sassuolo Calcio S.r.l. nell’elenco dei 25 calciatori e non aveva, pertanto, titolo per prendere parte alla partita. La perdita dell’incontro a tavolino è la necessaria conseguenza di tale irregolarità".

Fiorentina: arriva l'offerta per Marcos Alonso, dubbio Kalinic 29 Agosto 13:43

L'offerta da 28 milioni di euro del Chelsea per Marcos Alonso è praticamente realtà. E la Fiorentina non se la lascerà sfuggire. Proseguono intanto i contatti con l'entourage di Kalinic per decidere il da farsi sul futuro del centravanti. Dal canto suo il centrocampista Sebastian Cristofaro ha ultimato positivamente le visite mediche, l'uruguagio arriva dal Siviglia.

Inter: la cessione di Brozovic è indispensabile e necessaria 29 Agosto 09:34

Ieri l'Inter ha tenuto in campo un Kondogbia come sempre inespresso e un Medel non a suo agio in posizione defilata e a disagio per la cabina di regia affidata a Banega, pur di non inserire Brozovic. Segnale chiaro. Giocatore assolutamente in vendita. Ma in vendita. Per soldi, cash. Niente scambi, come quello proposto dal Chelsea con Fabregas.

Milan, Kucka si pente e chiede scusa dopo l'espulsione 28 Agosto 16:07

Con una sua presa di posizione su Instagram, Juraj Kucka si è scusato con tutti e si dice profondamente pentito per quanto accaduto ieri sera, durante Napoli-Milan, al momento della sua espulsione.

Italia: il nuovo Ct Ventura pesca anche da Milan e Torino 27 Agosto 10:47

Dopo le convocazioni, spesso giudicate ad personam o juventino-centriche del Ct Conte, sembra esserci una nuova base di lavoro per il suo successore Ventura. Fra i papabili per le convocazioni azzurre che scattano dopo le partite della 2' giornata di Serie A, anche Donnarumma, anche Romagnoli, anche Belotti. Aria di novità.

Atalanta: gli obiettivi sono El Kaddouri e Andreolli 26 Agosto 08:14

L'Atalanta continua a resistere alla corte del Sassuolo per il Papu Gomez. Il Club bergamasco sta cedendo Marilungo all'Empoli e deve sfoltire la difesa con la partenza di Stendardo. Gli obiettivi in entrata sono El Kaddouri, esubero del Napoli, e Andreolli, esubero dell'Inter. Ma le vere lacune sono un'ala che possa essere alternativo a Gomez e soprattutto un leader difensivo. Positivo in attacco l'esordio di Petagna contro la Lazio.

Bari: in 50.000 per Italia-Francia, Prefettura mobilitata 26 Agosto 07:51

Sono attesi 50.000 spettatori il 1' Settembre a Bari per Italia-Francia. La Prefettura è già in fibrillazione. Forse dell'ordine mobilitate. Si farà di tutto per coiniugare il massimo dei controlli e il massimo del flusso verso lo stadio per evitare code e lunghe attese.

Il gran ballo dei difensori: 3 centrali in cerca d'autore 25 Agosto 14:45

Fronte Romagnoli: o dentro o fuori tutto chiaro, se il Milan rifiuta l'offerta Chelsea resta, se la accetta parte per Londra.

Fronte Maksimovic: ottimismo Napoli per il difensore granata, ma se sfuma Romagnoli, il Chelsea può andare sul serbo

Fronte Manolas: Wenger, che ha un grosso problema difensivo all'Arsenal, può offrire 32 milioni di euro. Roma, che fai?

La SuperChampions League favorisce soprattutto l'Italia 25 Agosto 09:35

Sta nascendo la Superchampions per il triennio 2018-21. L'idea è quella di una competizione meno solidale è più incline alla Superlega. Dal 2018 la Champions, sempre 32 finaliste e 8 gruppi da 4, avrà nuovi criteri di ammissione: Spagna, Germania, Inghilterra e Italia con 4 squadre fisse, le prime 4 del campionato, senza passare dai playoff. Noi siamo quelli che ci guadagniamo di più. Cambierà il sistema di distribuzione degli utili: al market pool solo il 15%, il resto alla quota fissa e ai risultati. Con nuovi parametri, però, più simili a quelli italiani: si terrà conto di risultati stagionali e albo d’oro. Così i «meriti storici» rientrano dalla finestra: non opere di bene (posti) ma milioni. I top club guadagneranno di più, aumentando la forbice con i piccoli. Nuovo ranking Uefa per club: servirà per gli utili, ma anche per le teste di serie dei sorteggi. Ad agosto non più prima fascia per i campioni; possibili sorprese anche dagli ottavi per evitare Juve-Bayern subito. Ai club andrà una percentuale più alta dei ricavi.

Romagnoli: attesa offerta Chelsea fra i 40 e i 45 milioni 24 Agosto 12:36

Secondo il Corriere della Sera l'offerta in arrivo nel pomeriggio dal Chelsea per Romagnoli sarà di 40 milioni bonus compresi, per Repubblica invece 40 milioni più bonus. Per una offerta simile, la dirigenza rossonera dovrà confrontarsi con la Fininvest e con la cordata cinese.

Bari nel pallone: Ventura porta gli azzurri al San Nicola 24 Agosto 09:43

Febbre ed entusiasmo calcistico a Bari.Il ct azzurro Ventura, che a Bari è profeta calcistico in patria per i suoi trascorsi in Puglia con il grande campionato 2009-10, ha presentato ieri Italia-Francia del 1' Settembre. Sono giorni di full immersion: coppe in mostra e solidarietà. Già ad Agosto del 2011, Bari aveva ospitato una grande amichevole dell'Italia, con Cassano e con la vittoria per 2-1 sulla Spagna.

Fiorentina: Salcedo e forse Obiang, Babacar è in uscita 22 Agosto 10:46

Finite le Olimpiadi, il difensore centrale messicano Carlos Salcedo, 29 anni, ha lasciato il Chivas Guadalajara per raggiungere la Fiorentina in prestito con diritto di riscatto. Può anche fare l'esterno destro. A centrocampo, la società viola è concentrata su Pedro Obiang, ex Sampdoria, per lui il West Hanchiede 5 milioni di sterline. Prezzo molto alto. Fra le uscite, allo studio quella di Babacar.

Cavani come Higuain? "No, io non lo avrei fatto" 22 Agosto 10:33

"Ognuno sceglie e fa quello che si sente di fare. Io cosa posso dire? Non l'avrei mai fatto". Così Edinson Cavani ha risposto ad una domanda, al termine di PSG-Metz 3-0 di ieri nella seconda giornata del Campionato francese, sul trasferimento di Gonzalo Higuain alla Juventus.

Jeremy Menez: "Al Milan ho avuto problemi personali" 20 Agosto 09:28

Intervista esclusiva a L'Equipe di Jeremy Menez.Il quotidiani parigino lo definisce ancora giocatore con le stigmate del campione, anche se per l'infortunio all'orecchio deve ancora stare fuori dal campo per 1 mese. Il giocatore del Bordeaux dichiara: "Quando ho deciso di andare via dal Milan, ho pensato solo a tornare in Francia. Al Milan ho perso un anno per infortunio e per problemi personali". Qui L'Equipe fa specifico riferimento alla separazione dalla moglie e dai due figli. "Tutto sommato - continua Menez - al Milan ho passato due belle stagioni. Rimpianti? Si e no".

Kevin Lasagna in uscita dal Carpi: la soluzione è l'Udinese 20 Agosto 09:17

Kevin Lasagna è uomo destinato a fare notizia. A Gennaio un suo gol all'Inter scatenò i pubblicitari della pasta e fece cambiare idea a Roberto Mancini: modifichiamo il mercato e andiamo su un attaccante, non su un centrocampista. Poi, a Giugno, non si sa bene chi lo accostò al Milan senza che il Milan ci avesse mai minimamente pensato, con tutto il rispetto. Adesso Lasagna si muove davvero. Va verso l'Udinese. E la sensazione è che sia la squadra giusta per consentire a Kevin di fare ancora notizia e di guastare ancora i piani di qualche grande con i suoi guizzi e i suoi gol.

Juventus-Fiorentina, Paulo Sousa senza paura 19 Agosto 13:24

La Fiorentina, rimasta un po' ammaccata dalla partenza di Mario Gomez per la quale sembra ci guadagni economicamente solo il Besiktas, pensa al campo. Paulo Sousa non si sente battuto in partenza a Torino: "Sono forti, ma il nostro unico pensiero è quello di vincere".

Atalanta, ecco la spina dorsale di Gasperini 19 Agosto 13:22

Intervistato da Gianluca Di Marzio sul tema, il nuovo allenatore neroblu bergamasco, Gian Piero Gasperini, ha individuato i suoi tre giocatori fondamentali per la prossima stagione:Sportiello in porta, Papu Gomez a centrocampo e Pinilla in attacco.

Fiorentina, Carlos Sanchez vuole fermare Higuain a Torino 18 Agosto 09:43

Carlos Sanchez, 30 anni, in prestito dall'Aston Villa, nazionale colombiano e molto amico di Cuadrado, si è presentato a Firenze e alla Fiorentina. E' un incontrista e dopo aver fermato Messi e Neymar nell'ultima Copa America del Centenario negli USA, vuole fare lo stesso con i campioni della Serie A italiana, a partire da Higuain e Dybala.

Porte girevoli: Amadou Diawara e Castan a Torino 17 Agosto 12:22

Sembrava che Roma e Napoli giocassero a rimpiattino su Diawara, ma nessuna delle due ha fino ad oggi finalizzato. Prova ad inserirsi il Milan, ma è molto difficile che il Bologna possa accettare la formula proposta dai rossoneri. Intanto il brasiliano Castan, in uscita dalla Roma e passato alla Sampdoria, svolge oggi il suo primo allenamento con il Torino.

Antonio Conte: Cuadrado è su un mercato pazzo 16 Agosto 11:08

Al termine di Chelsea-West Ham 2-1 di Premier League, Antonio Conte non ha motivato con una scelta tecnica l'esclusione di Cuadrado, ma come una scelta di mercato. E il mercato italiano è molto attento a Cuadrado. Conte ha detto su Cuadrado: "Sul mercato stiamo cercando di capire come muoverci, è un mercato pazzo".

Roma e Fiorentina, momenti estivi molto importanti 16 Agosto 11:01

Quella di domani alle 20:45 allo stadio Dragao è la prima gara in assoluto della Roma nei playoff di Champions League. E' anche una corsa contro il tempo, perchè la Roma vuole schierare Bruno Peres nella lista Champions. Dal canto suo la Fiorentina, nella sua ampia ricerca di difensori, punta anche sul genoano De Maio.

Januzaj sfida Pogba: voglio tornare anch'io alla grande 16 Agosto 10:59

Non c'è solo Paul Pogba. Il nuovo giocatore del Sunderland, ceduto in prestito dal Manchester United per un anno, Adnan Januzaj si è dato un obiettivo molto chiaro: voglio dimostrare quanto so fare e voglio tornare anch'io a casa, accolto in maniera trionfale, come è accaduto a Paul Pogba.

Bologna, Donadoni cauto su Diawara - 2 difensori per Firenze 13 Agosto 11:05

Mentre Roberto Donadoni si rimette alle logiche del mercato per quanto riguarda Amadou Diawara che però sia Napoli che Roma non considerano una priorità assoluta, la Fiorentina si sente molto vicina a due difensori importanti: Vedran Corluka e Lisandro Lopez, 26enne difensore argentino del Benfica che ha detto no ai campioni nazionali del Lanus per attendere il Club viola.

Fiorentina: Tello, Carlos Sanchez e Corluka 12 Agosto 09:21

Carlos Sanchez, centrocampista tosto, è pronto, essendosi allenato fino a ieri nell'Aston Villa, per essere inserito nel centrocampo di Paulo Sousa. Il giocatore ha dichiarato che Cuadrado gli ha parlato molto bene di Firenze e della Fiorentina. Tutto fatto per il prestito con diritto di riscatto di Tello senza diritto di recompra per il Barcellona. Vicino anche l'arrivo del difensore-capitano del Lokomotiv Mosca, il nazionale croato 30enne Vedran Corluka.

Serie A, gli ex Pato e Sansone perdono con il Villarreal a La Coruna 10 Agosto 10:02

Nel Trofeo Teresa Herrera 2016, allo stadio Riazor di La Coruna, il Deportivo si è imposto 2-0 con i gol di Andone e Gil. Il Depor ha battuto il Villarreal che schierava la sua nuova coppia d'attacco: l'ex milanista Pato e il fresco nuovo arrivo dal Sassuolo, Sansone. entrambi schierati dal primo minuto.

De Boer-Inter: la Juventus è forte ma nessun timore 9 Agosto 14:31

I tempi più generali affrontati da Frank De Boer nella sua conferenza stampa-Inter di presentazione: "L’Inter è famosa anche per il suo settore giovanile e parte del mio lavoro sarà anche dare loro la possibilità di giocare in prima squadra. Non ci sono squadre imbattibili, a volte le cose cambiano. La Juventus ha una grandissima squadra, hanno ottimi giocatori, sarà dura ma il nostro obiettivo è di essere più vicini rispetto alla passata stagione, combatteremo per rednere difficile la loro stagione”.

Dal 2018-2019 una nuova Champions a misura di Milano 9 Agosto 08:07

L'Italia, con Inghilterra, Spagna e Germania avrà 4 posti. Alla Fase a Gironi Champions League le prime 3 della Serie A e una quarta grazie al Ranking: Milan e Inter blindate. E' il progetto della nuova Champions League che può portare nuove e importanti risorse economiche nella Serie A italiana.

Mario Balotellli: perchè al Chievo sì e all'Hellas no 8 Agosto 12:35

Mario Balotelli ha dato il suo gradimento al Chievo a seguito dai contatti fra il Club clivense e Mino Raiola. E ti pareva. Mancherebbe altro. Mario Balotelli può giocare tutta la vita nel Chievo. E mai nella vita nell'Hellas Verona. Perchè la tifoseria del Chievo è lontana anni luce da qualsiasi tipo di rivalità, comprese quelle con il Brescia e con i bresciani. Quella dell'Hellas è una tifoseria militante, oltranzista, "patriottica". Quella del Chievo, disincantata. "Ceo, Ceo", è il massimo dei cori, la botta di vita più importante che si concedono i Campedelli boys. Andando al ritiro del Chievo, Balo può dire tranquillamente di essere bresciano con orgoglio. Dalle parti dell'Hellas non sarebbe stato minimamente possibile, tutto diverso, tutto più acceso. Attenzione però: il Chievo è la squadra più pane e salame di tutto il calcio italiano ed europeo. E lo scriviamo con il massimo del rispetto. Al Chievo nessuno se la tira, nessuno è mai sopra le righe. Al Chievo, sono tutti amici, i tifosi danno del tu ai giocatori e spesso le parti si invertono, i giocatori fanno sentire protagonisti i tifosi. E' questa la vera sfida che attende Balotelli. Essere, davvero, uno del Chievo. Non un bresciano a Verona.

Dopo la Serie A, anche il calcio inglese sfida Rafa Benitez 5 Agosto 11:28

Attento Rafa. Non gliele manda a dire il Daily Mirror. Il suo Newcastle è il grande favorito della Championship 2016-2017, la Seconda divisione inglese, ma non è scritto da nessuna parte che la vittoria sia automatica. Gli ricordano che il Bolton nel 2012-13 era favoritissimo ma è arrivato al settimo posto, la stessa cosa per il QPR piazzatosi quarto nel 2014 e per il Derby County rispettivamente ottavo e quinto nelle ultime due stagioni. Dopo essersi lasciato male con i tifosi dell'Inter e dopo una vicenda in chiaroscuro a Napoli, Rafa viene pungolato e stimolato anche dai tabloid inglesi.

Sirigu: il futuro potrebbe essere a Lisbona con lo Sporting 4 Agosto 08:24

Salvatore Sirigu, contratto con il PSG fino al 2018, partecipa agli allenamenti della squadra ma non rientra nei piani di Unai Emery. Per lui si parla di un interessamento dello Sporting Lisbona, nel caso in cui il portiere dei biancoverdi e della Nazionale campione d'Europa passasse al Manchester City.

Pogba-United: Mourinho preoccupato per i ritardi sull'accordo 4 Agosto 08:19

I continui rinvii sull'accordo finale per Paul Pogba preoccupano Josè Mourinho. Dopo lo 0-0 con l'Everton in amichevole, il tecnico portoghese dispera, visti i tempi dell'operazione, di avere il francese già pronto e a disposizione per la gara inaugurale di Premier League contro il Bournemouth.

Care italiane, Schweinsteiger torna al Bayern Monaco 3 Agosto 08:31

Qualcuno aveva registrato un timido interessamento da parte di Milan e Inter. Poi la notizia che Klose aveva invogliato il suo amico Schweini ad andare alla Lazio. Niente da fare, Karl Heinz Rummenigge sta prendendo in considerazione la verà volontà del 32enne Bastian Schweinsteiger, ovvero tornare al Bayern Monaco.

Bacca, il West Ham non aspetta più 2 Agosto 07:48

Il West Ham ha offerto 30 milioni per Carlos Bacca e non ha ritirato la proposta. Ma nel frattempo valuta altre operazioni. E' in arrivo l'attaccante argentino Calleri. Gli Hammers avevano anche accettato la valutazioni di 40 milioni di sterline per Lacazette in uscita dal Lione, ma il giocatore vuole la Champions League. Ecco perchè l'Arsenal potrebbe acquisire Lacazette sempre per 40 milioni di sterline, togliendolo dagli obiettivi del PSG che ha comunque sempre nel mirino anche Jesè o Morata.

Napoli-Bologna: Diawara e non solo 1 Agosto 13:06

Idea di mercato in casa Napoli: se partisse Gabbiadini, potrebbe arrivare Kalinic dalla Fiorentina. In casa Bologna invece, con il Napoli che sembra su Zielinski e con la Roma che potrebbe tornare su Diawara, sono 4 le alternative tenute calde per sostituire il guineiano inseguito a turno da Roma e Napoli. Il Bologna osserva Barreto, Dzemaili, Acquah e Gnoukouri.

Menez al Bordeaux: stampa parigina perplessa 1 Agosto 12:45

L'Equipe esprime perplessità per la scelta del Bordeaux di trovare l'accordo con Menez e con il Milan per l'acquisizione dell'attaccante francese. Oltre ai problemi accusati da Jeremy nella stagione 2015-16, fisici e psicologici, viene anche ricordata la non ottima riuscita dell'ultima ooperazione di mercato fra Bordeaux e Milan relativa anni fa a Yoann Gourcuff.

Inter sempre fagocitata da Mancini e Icardi 31 Luglio 07:28

La Gazzetta dello Sport spara forte: Follie per Icardi. Il Napoli arriva a 70 milioni, l'Inter fa muro ma fino a quando? Sul fronte Mancini invece 3 giorni per un sì convinto o sarà caos.

Thohir-Icardi: l'Inter "apre" sui 60 milioni e fa quasi il prezzo 29 Luglio 18:37

Chiude così l'ultima settimana di Luglio il presidente nerazzurro Thohir: "Tutti ci auguriamo che l’offerta per Icardi possa superare i 60 milioni, ma il concetto importante non è questo. Noi stiamo costruendo un team, dobbiamo guardare alla dinamica con cui perseguiamo questo obiettivo. L’Inter esisterà ancora per centinaia di anni, il presidente può cambiato, il management e i giocatori anche. E’ l’Inter che è e resterà importante, e che deve rimanere. Gli individui vanno e vengono, e questo discorso vale per tutti, ogni anno".

Roma: con Diawara a Napoli, rimane giallorosso Paredes 29 Luglio 16:05

L'offerta del Napoli per Amadou Diawara, centrocampista del Bologna, ammonta ad un valore complessivo tutto compreso di circa 20 milioni. Se il Napoli centrasse il bersaglio, la Roma, che ha lavorato diversi mesi sul guineiano senza concludere per vari problemi economici, entrerebbe nell'ordine di idee di trattenere nella Capitale l'ottimo centrocampista Paredes. E non tutto il male verrebbe per nuocere...

Centrocampo e attacco, Napoli su tutti i fronti 29 Luglio 08:27

Finalmente Icardi esce allo scoperto e raggiunge...Wanda. Trapela anche da parte sua tanta voglia di Napoli. Il Club partenopeo sorpassa la Roma a centrocampo per Diawara ed entra in contatto con la Sampdoria per Soriano.

Diawara, la Roma è convinta di non essere battuta dal Napoli 29 Luglio 08:23

La Roma è ancora convinta, dopo aver lavorato 4 mesi su giocatore e Club, di poter ancora dire la sua prima di rassegnarsi a vedere Amadou Diawara al Napoli.

3 pareggi, ma i rigori sorridono a Milan e Torino 28 Luglio 06:52

Alla fine 3 pareggi, ma quelli di Milan e Torino sono più in carne. Il Milan perchè ad un minuto dalla fine era in vantaggio 3-2 sul Bayern Monaco ed è stato raggiunto da un rigore di Ribery. Poi vittoria rossonera ai rigori. Brillante il Torino sul campo del Benifca, con una grande punizione di Ljajic e anche qui con i rigori vittoriosi per i granata dopo l'1-1 finale. Per l'Inter pareggio da minimo sindacale, 1-1, con l'Estudiantes. Inter senza Icardi e distratta dal caso Mancini.

Milik al Napoli: il giocatore più pagato del Campionato olandese 27 Luglio 07:31

Il volume dell'operazione di Arkadiusz Milik al Napoli viene valutato di circa 35 milioni di euro. Se così fosse, Milik, in uscita dall'Ajax, diventerebbe il giocatore più pagato da un Club estero ad un Club olandese nella storia del Calciomercato: Milik dall'Ajax al Napoli per 35 milioni supererebbe Memphis Depay passato una estate fa dal PSV al Manchester United per 34 milioni, Ruud Van Nistelrooy passato nel 2001 dal PSV al Manchester United per 28,5 milioni e Sneijder e Huntelaar passati entrambi fra il 2007 e il 2008 dall'Ajax al Real Madrid per 27 milioni di euro.

Marco Bellinazzo: Higuain, quante anomalie 26 Luglio 14:41

Marco Bellinazzo: "Ci sono alcune “anomalie” sulla clausola difficili da comprendere. La prima anomalia è che prevede il pagamento di 94,7 milioni anziché di 90 se a versarla è direttamente il calciatore interessato a svincolarsi. La seconda anomalia riguarda la scadenza della clausola: si parlava una clausola attivabile fino al 30 giugno 2016. Dopo questa data non sarebbe stato più possibile per nessuno, calciatore stesso o altro club, pagare il dovuto e liberarsi. La scadenza al 30 giugno era una garanzia per il Napoli, in quanto conoscendo il destino del suo attaccante prima dell’inizio ufficiale del calciomercato avrebbe avuto il tempo sufficiente (2 mesi) per sostituirlo. Con l’accelerazione juventina su Pipita delle ultime settimane, invece, si è scoperto che la clausola esiste ancora, era a tempo “indeterminato”, e comunque non bloccata al 30 giugno. Se la clausola fosse scaduta il 30 giugno e la Juventus avesse voluto a tutti i costi comprare Higuain avrebbe dovuto intavolare una trattativa canonica".

Atletico Madrid: Gameiro, non Bacca 26 Luglio 08:46

Simeone ha scelto Gameiro e lo stesso Gameiro ha scelto Simeone perchè vuole fare gli stessi progressi di Griezmann. Se Carlos Bacca sperava nell'Atletico Madrid, le sue chances calano notevolmente su quel fronte. Nè il Siviglia, che chiede 40 milioni per Gameiro, sembra disposto a girare più di 20 milioni al Milan per Bacca. E il Milan da quota 26-27 milioni non scenderà mai.

Napoli, tra Icardi e Koulibaly 26 Luglio 07:30

Il Napoli alza l'offerta per Icardi, ma l'Inter rifiuta anche 47 milioni. Dietro l'assalto ad Icardi, c'è il giudizio tecnico di Sarri che preferisce l'argentino a Bacca. Intanto tifosi del Napoli in subbuglio per la grana Koulibaly: "Non rinnova e andrà via".

Mancini, tutto è possibile, anche che resti 26 Luglio 07:28

La Gazzetta dello Sport scrive di una Inter a pezzi, con allenatore e capitano in bilico. Per Mancini le ipotesi sono: licenziamento, dimissioni, transazione. Ma c'è anche la possibilità di andare avanti. Oggi vertice Mancini-Suning a New York.

Tifoserie, Roma e Napoli vs Juve dopo Higuain 25 Luglio 19:23

Incredibile mano tesa. Quella della tifoseria ultrà della Roma verso la città di Napoli. Il passaggio di Higuain alla Juventus, ha indotto la pagina facebook Tribù Giallorossa a solidarizzare con la tifoseria napoletana sfregiata e sotto choc per la cessione del Pipita "proprio" alla Juventus. Proprio qui sta il punto. Da Pjanic a Higuain, lo strapotere di mercato della Juventus coalizza tifoserie assolutamente rivali fra loro come quelle di Roma e Napoli. I giallorossi si dichiarano vicini a quelli del Napoli, per la mancanza di attaccamento ai colori e di fedeltà alla maglia da parte dell'attaccante argentino.

Lassana Diarra: l'interesse di Genoa e Lazio 24 Luglio 16:01

Lassana Diarra, centrocampista del Marsiglia, sotto contratto fino al 2019, con un passato importante nell'Europa che conta, è ai margini del gruppo dell'OM. Cerca nuovi contratti e nuove soluzioni. A lui sembrano interessati gli svizzeri del Sion, i portoghesi del Porto, ma anche due Club italiani: Lazio e Genoa.

Maradona: "Nessuno pensa ai tifosi del Napoli" 24 Luglio 10:39

Queste le dichiarazioni di Diego Armando Maradona, rilasciate al quotidiano argentino Clarin, sul passaggio di Higuain alla Juventus: "Mi addolora la cessione di Higuain perchè va ad un rivale diretto del Napoli, come la Juventus. Il giocatore ha le sue responsabilità ma non è giusto addossare a lui l'intera colpa. Immagino quanto siano felici i dirigenti che riceveranno così tanti soldi. In tutto questo, nessuno pensa ai tifosi".

Milan, Bacca e De Sciglio: Niente USA 22 Luglio 09:32

Comunicato ufficiale Milan: Il Milan ha deciso, su richiesta del proprio allenatore Vincenzo Montella, di adottare per Carlos Bacca, arrivato ieri a Milano, e per Mattia De Sciglio, in arrivo dal canto suo giovedì 28 Luglio, gli stessi criteri messi in pratica per Gianluca Lapadula e Leonel Vangioni. Per cui sia Bacca che De Sciglio affronteranno tutta la preparazione sui campi del Centro sportivo rossonero di Milanello, uscendo per questi motivi, e non per ragioni legate al calciomercato, dall'elenco dei convocati per la International Champions Cup dalla quale il Milan è atteso negli USA.

Fiorentina e Inter, le ultime su Sirigu e Yaya Tourè 22 Luglio 09:25

Il PSG non convoca Salvatore Sirigu per la tournèe USA. L'Equipe indica la Fiorentina come nuova destinazione per il portiere che rimane a Parigi ad allenarsi. Yaya Tourè potrebbe invece rimanere al Manchester City, è il titolo forte di oggi del Manchester Evening News.

Gabriel Jesus, volata Real-City, Inter fuori dai giochi 22 Luglio 09:02

Il Manchester di Pep Guardiola si intromette nella corsa madridista al giovane attaccante del Palmeiras, Gabriel Jesus con una offerta di 32 milioni di euro. AS ricorda che Gabriel Jesus ha firmato al presidente del Palmeiras una clausola rescissoria di 24 milioni di euro valida solo per alcuni Club, fra cui non c'è il City. I Club sono Real Madrid, Barcellona, Bayern Monaco, PSG e Manchester United.

Calendario Serie A: i Derby cittadini in giornate diverse fra loro 22 Luglio 08:36

Oggi alle 19.00 il sorteggio del calendario di Serie A della prossima stagione, al via il 21 agosto. I criteri: nelle ultime quattro giornate le gare in casa sono perfettamente alternate a quelle in trasferta; non vi possono essere più di due coppie di incontri consecutivi in casa e/o in trasferta per girone;; nei turni infrasettimanali non sono possibili incontri tra le Società Inter, Juventus, Milan, Napoli e Roma, né i derby cittadini di Genova, Milano, Roma e Torino; i derby cittadini di Genova, Milano, Roma e Torino non sono possibili né alla prima né all’ultima giornata e si effettuano in giornate diverse fra loro; non vi può essere alcun incontro ripetuto (stessa partita alla stessa giornata, con lo stesso ordine casa/trasferta) rispetto al Calendario 2015/2016.

Arsene Wenger vuole fare la spesa in Italia 21 Luglio 08:58

L'Arsenal in affanno sul mercato. Tratta ma non chiude. Le opzioni per Wenger in attacco sono 4, le ultime 2, dopo Morata e Draxler, sono proprio il milanista Carlos Bacca e l'interista Mauro Icardi. Per la difesa, invece, gli obiettivi del manager francese dei Gunners sono 3 e tutti "italiani". Koulibaly, Manolas e Rugani.

Scudetti controversi: dal 1906 al 2006 ben 8 casi 21 Luglio 08:39

Ecco, dopo il caso della Lazio 1914-15, tutti i titoli italiani oggetto di contestazione:

1906: il Milan vince la Finale 2-0 a tavolino per il forfait della Juventus

1910: l'Inter batte in finale una squadra ragazzi della Pro Vercelli che a sua volta rivendica quello Scudetto

1914-15: La Lazio chiede il titolo a pari merito per non aver potuto disputare la Finale

1915-16: Partita con un libro l'attività dei tifosi del Milan perchè quel Trofeo, l'unico giocato in Italia in quella stagione, venga riconosciuto come Scudetto

1926-27: Scudetto revocato al Torino per il caso Allemandi ma ancora reclamato dai granata

1943-44: Scudetto onorifico assegnato allo Spezia

2004-05: Vacante e rivendicato dalla Juventus

2005-06: Assegnato all'Inter e rivendicato dalla Juventus

Atletico Madrid: da Diego Costa a Kevin Gameiro 20 Luglio 08:43

Sussulti da Londra a Madrid. Antonio Conte sta lavorando duro su Diego Costa. "E' felice qui", ha tagliato corto il tecnico italiano. Non lo molla. Ma, attenzione, se dalle parti di Milan e Inter, o dalle parti dei procuratori dei rispettivi giorcatori, si può far strada l'idea che, chiusa la strada Diego costa, i colchoneros possano andare su Bacca e Icardi, si commette un errore. L'Atletico Madrid non cerca attaccanti tradizionali. Griezmann insegna. Nei giorni scorsi l'alternativa Atletico sui quotidiani spagnoli a Diego Costa era Pierre Aubameyang. Oggi è Kevin Gameiro. Attaccanti duttili, mai punti di riferimento, punte di lotta e di governo.

Paul Pogba: è tutto aperto, non solo United 20 Luglio 08:34

La folata di prime pagine su Pogba vicinissimo al Manchester United è cosa tuttta italiana. In Spagna ad esempio, AS ha un contatto aperto con Mino Raiola, il quale, a domanda se sia ormai certo il passaggio di Paul alla corte di Mourinho, ha risposto secco: "No". Pogba gradisce lo United e questo a Madrid lo sanno e soffronto un po' a sentirsi al secondo posto, ma gli spagnoli sono convinti che lo juventino non abbia ancora preso una decisione definitiva. Raiola sa che, per affondare su Pogba, il Real Madrid deve prima fare la grande cessione di James Rodriguez. Il colombiano ormai ha un solo estimatore in casa merengue: Florentino. Ma anche lui deve fare in fretta.

Lunedì 18 Luglio: per la Juventus doveva essere un giorno da leoni...

La Juventus di ieri sognava la campagna trionfale in Lega per acquistare Higuain, da aggiungere ai vari Benatia, Dani Alves e Pjanic. Invece su questo fronte l'ha avuta vinta la Clausola. La grande Clausola. Non solo: si infittiscono le sirene United su Pogba e City su Bonucci. Mentre Pjaca, anche se lo diventerà, non è ancora ufficiale. Insomma, non esattamente il giorno di mercato che il Club bianconero sognava.

Roma: Manolas resta, Nacho vicino

In casa Roma è il momento dei difensori. Il tecnico giallorosso Spalletti ha dichiarato che Manolas resta. E il tempo chiarirà tutto. Ma c'è anche stato un incontro con il Real Madrid per Nacho che lascia ben sperare i tifosi della Roma.

Juventus: dopo l'assalto a Lucas, l'Atletico alza la clausola

Lucas e Theo, i due gioielli difensivi dell'Atletico che i colchoneros hanno deciso di blindare. Lucas, 20 anni, difensore centrale e laterale sinistro: la Juventus gli ha proposto 5 anni di contratto, resta a Madrid. La sua clausola rescissoria è attualmente di 25 milioni e l'Atletico la alzerà. Stessa cosa per Theo, laterale destro, anche lui difensivo, 18 anni, noto a tutti i grandi d'Europa. La sua clausola fda 6 milioni non basta più.