Casa Milan come Houston, abbiamo un problema...

Il Milan e quelle 6 sconfitte che sono durissime da accettare e difficili da spiegare

di Enrico Vitolo

Neppure a Houston riuscirebbero a comprendere il perché del problema. E che problema. Sempre più ingombrante. Sempre più preoccupante. Perché dopo Napoli sono diventate addirittura 6 le sconfitte incassate in appena 13 giornate di campionato. Davvero tante per un Milan che doveva invece ripartire con grande entusiasmo dopo i recenti fallimenti e mettersi alle spalle gli ultimi anni difficili. Ed invece alle proprie spalle, ma ragionando in chiave classifica, ci sono pochissime squadre, anzi si potrebbe dire nessuna di quelle che ad inizio anno venivano considerate come principali rivali per la conquista di un posto in Europa. Tutta colpa proprio di quelle sconfitte che mai erano state così numerose in passato.

Nell’ultimo anno di Allegri sulla panchina dei rossoneri furono 5 i passi falsi nei primi due mesi e mezzo di campionato, appena 14 invece i punti conquistati che vuol dire record negativo (19 quelli attuali). Numeri differenti con Inzaghi alla guida tecnica: 21 punti e 2 ko. Dodici mesi più tardi furono invece 20 i punti conquistati e 5 le sconfitte rimediate con Mihajlovic allenatore del Milan, infine ci sono i 26 punti ed i 3 passi falsi della passata stagione con Montella. Diversi tornei ma sempre un unico Milan, incapace di svoltare. Colpa anche dei numerosi e continui flop contro le big di serie A. Le 6 sconfitte contro le sei squadre che attualmente lo precedono in classifica inchiodano nuovamente il diavolo, ed intanto la Champions League si allontana sempre di più.

 

 

.