SERIE C

Derby di mercato tutto toscano per il terzino Sperotto 17 Agosto 15:44

Rientrato a Carpi dopo il prestito al Como il terzino sinistro Nicolò Sperotto dovrebbe nuovamente tornare in Serie C nella prossima stagione. Il calciatore classe '92 è infatti al centro di un derby toscano fra Livorno e Pistoiese, secondo le cronache locali di mercato riportate da La Gazzetta di Modena.

Catania, derby di Coppa Italia fra 2 squadre siciliane 11 Agosto 12:45

Il Catania ha ricevuto ieri la visita del Caltagirone, fresco di ripescaggio in Eccellenza, ed ha chiuso il ciclo di gare preparatorie a quelle ufficiali: 7-0 il risultato finale. A questo punto sono tre i giorni che separano la compagine di Cristiano Lucarelli dalla prima assoluta della nuova stagione. Domenica alle 20,30 riflettori accesi allo stadio «Angelo Massimino», quando andrà in scena il derby con la Leonzio, valido per la prima giornata del gruppo L di Coppa Italia Serie C (fase eliminatoria).

Derby di mercato: Pisa e Livorno si contendono Vincenzo Sarno 10 Agosto 16:42

Il futuro di Vincenzo Sarno, duttile attaccante del Foggia, potrebbe essere ancora in Serie C. Il calciatore classe '88 infatti è al centro di un derby toscano fra Pisa e Livorno che vorrebbero rinforzare i rispettivi reparti offensivi con un calciatore di sicuro affidamento e di qualità. Resta da capire se Sarno sia disposto però a scendere nuovamente di categoria dopo aver conquistato la Serie B con i pugliesi.

L'avventura della Triestina: tante ambizioni dopo il ripescaggio 8 Agosto 12:36

Si sono spalancate le porte della Serie C per la Triestina che non ha avuto difficoltà nel reperire i fondi per completare la procedura di ripescaggio, versando quasi un milione tra tasse e fidejussioni. Ecco quindi il via alla campagna abbonamenti, previsto per il 16 agosto, e con la Festa dell'Orgoglio Alabardato, tra il 24 e il 26, alla vigilia del debutto in campionato. Le prime mosse di mercato sembrano preludere a un campionato da protagonista. L'Alabarda è stata l'unica squadra ripescata per formare la Serie C a 56 squadre: inserita nel girone B, i biancorossi sembrano avere tutto per stupire. Vietato nascondersi, dunque, se qualcuno non lo avesse già fatto. Tipo il direttore sportivo Mauro Milanese, più che cauto a tre settimane dal via del campionato: l’ex terzino di Napoli e Inter ha parlato della volontà di mantenere la categoria dopo tutti gli sforzi fatti. Obiettivo salvezza facile, quindi. Ma sapendo che la zona playoff è ampissima e che il centro classifica in Lega Pro non esiste…

Derby di Coppa Italia: vincono Fidelis Andria e Olbia 7 Agosto 11:31

Nel primo incontro del gruppo H di Coppa di Serie C, giocato allo stadio Degli Ulivi di Andria, la Fidelis supera il Bisceglie per 1-0, portando la gara a suo favore nella ripresa dopo che nel primo tempo gli ospiti avevano giocato meglio. Dell'attaccante sloveno Barisic al 90' il gol decisivo. Prima gara storica in Lega Pro invece tra Olbia e Arzachena, si è giocato per il primo turno di Coppa Italia (riposava la Viterbese) ed era un derby che nessuno voleva perdere. Un gol per tempo l'Olbia e tardiva rete dell'Arzachena: 2-1 il risultato finale a favore dei bianchi.

Il derby dei ripescaggi: la Vibonese al posto del Catanzaro in Serie C? 4 Agosto 12:32

L'inchiesta 'Money Gate', partita dalla Procura della Repubblica di Palmi (RC), ha posto in luce l'esistenza di un'associazione a delinquere finalizzata ai reati di natura fiscale, a seguito di un'intercettazione relativa ad una conversazione avvenuta il 15 maggio 2013 con protagonisti il patron del Catanzaro Cosentino che parla di un accordo disatteso dall'Avellino, una presunta combine che coinvolgerebbe tanto la società irpina quanto quella calabrese. Tanto i biancoverdi campani quanto i giallorossi calabresi ora rischiano il deferimento per responsabilità diretta e tentato illecito sportivo. Se saranno presi provvedimenti dovranno avvenire a stretto giro. Il 26 agosto inizia il campionato di serie B ed il giorno successivo quello di serie C. Piuttosto improbabile che si possa andare a sentenza in così breve tempo, anche se la Procura Federale avrebbe rassicurato tutti sulla rapida chiusura dei procedimenti. Inutile dire che le antenne trapanesi si sono drizzate sulla frequenza, se l'Avellino dovesse perdere il diritto di disputare il prossimo campionato di serie B sarebbe il Trapani a prenderne in posto (e la Vibonese tornerebbbe in serie C nel caso di condanna del Catanzaro). Per il Trapani si parlerebbe pertanto di riammissione in serie B e non di ripescaggio.

Domenica tocca al derby sardo fra Olbia e Arzachena 2 Agosto 17:58

Si giocherà alle 19 la partita Olbia-Arzachena, in programma domenica 6 agosto allo stadio "Bruno Nespoli" per la prima giornata del turno preliminare di Coppa Italia di Serie C. La prima gara ufficiale della stagione 2017/18 metterà subito di fronte le due formazioni sarde nel primo derby di Gallura tra i professionisti: dirigerà il match l'arbitro Davide Moriconi della Sezione Roma 2, assistenti Antonio Spensieri di Genova e Andrea Niedda di Ozieri. L'Olbia ci arriva forte dell'amichevole col Cagliari, vinta 1-0 con gol di Ragatzu sabato ad Aritzo e di una settimana di lavoro in più rispetto all'Arzachena, che ha affrontato lunedì il primo test estivo contro la Rappresentativa Meilogu vincendo 7-0.

Danno e beffa: Casertana, salta il derby con l'Avellino 1 Agosto 11:22

Nel primo turno di Coppa Italia, la Casertana aveva come obiettivo di superare il Matera e di "regalarsi" il derbycon l'Avellino nel secondo turno. E invece la squadra campana è stata battuta 2-0 sul campo del Matera. Per cui, eliminazione subito dalla Coppa Italia e niente derby contro i lupi irpini.

Coppa Italia: sarà derby fra il Gubbio e il Perugia 31 Luglio 09:42

Il Gubbio è riuscito a centrare il primo obbiettivo della stagione, il passaggio del turno in Coppa Italia, ma soprattutto a guadagnarsi il derby con il Perugia che torna quindi a disputarsi dopo ben quattro anni. L’appuntamento è per domenica 6 agosto allo stadio Renato Curi. Ha deciso la partita il gol di Valagussa, che al 5′ del secondo tempo ha battuto in diagonale il portiere dei laziali Francabandiera per l’1-0 finale. Il Monterosi si è dimostrata squadra per nulla intenzionata a soccombere prima del tempo.

Catanzaro-Reggina: derby di mercato classico per un centrocampista 13 Luglio 10:31

Derby di mercato fra Catanzaro e Reggina per un talento classe 1996. I due club calabresi starebbero lavorando entrambi per Luca Guadalupi, centrocampista centrale appena rientrato in Puglia dopo l'avventura in prestito al Taranto. Dove finirà quindi il centrocampista Luca Guadalupi? Lui è di proprietà del Bari, è un ex di Fondi e Taranto, sarà in Calabria: il giocatore è proprio conteso da Reggina e Catanzaro.

Il Racing Roma diventerà Racing Latina e i pontini si salvano 12 Luglio 13:55

Latina e i suoi tifosi possono tirare un sospiro di sollievo e cominciare a prepararsi ad una nuova avventura con il Racing Latina del presidente Pezone. Troppi i problemi con la piazza di Fondi e con lo stadio, Pezone ha fiutato l'opportunità di portare il titolo a Latina e ha messo a punto il suo piano illustrandolo al sindaco della città pontina Damiano Coletta, il quale ha riunito i tifosi nel pomeriggio di giovedì per spiegare il piano che consentirà al Latina di restare tra i professionisti.

Il sindaco della città prima ha visto un gruppo di circa dieci unità di imprenditori pontini con l'idea di ripartire dalla serie D e questa inizialmente sembrava la via più concreta. Ma la lentezza di decisione da parte delle cordata e la mancanza di fondi necessari ha portato Coletta a virare sull'altra possibilità, quella riguardante Pezone e il suo Racing. Il sindaco, nell'incontro con i sostenitori fuori lo stadio, ha tenuto a sottolineare quanto abbia cercato di mantenere intatti alcuni principi che per i tifosi sono sacri: simbolo, colori, settore giovanile e la possibilità di vedere la squadra allenarsi nel proprio stadio almeno tre volte a settimana. Inoltre ha rimarcato il fatto di aver visto in Pezone una possibilità di crescita per la società.

Sul Garda, rinasce l'entusiasmo: Feralpisalò, mercato importante 11 Luglio 11:01

Dopo aver raggiunto gli accordi con Capodaglio e Raffaello, la Ferapisalò ha trovato l'intesa anche con Marco Martin, terzino sinistro nell'ultima stagione al Cittadella. Altro acquisto dunque per la Feralpisalò, molto attiva in queste prime fasi del mercato. In giornata è attesa la firma sul contratto, a conferma di un rilancio di investimenti e di entusiasmo per il Clubdella Gardesana bresciana nato dalla fusione fra la Feralpi di Lonato e l'AC Salò.

Di Piazza: prima scoppia e poi si risolve il derby pugliese di calciomercato 10 Luglio 15:55

Il Lecce e Matteo Di Piazza, attaccante del Foggia ed ex dell'Akragas, sono vicinissimi. La trattativa va avanti da una decina di giorni ed il Lecce ha praticamente già trovato l'accordo con la società rossonera che detiene la proprietà del cartellino dell'attaccante: prestito oneroso con diritto di riscatto. Ma allora perché la trattativa non si chiude? Pare che i tentennamenti siano proprio del calciatore che avrebbe voluto giocarsi le sue possibilità in cadetteria. Di Piazza, dopo aver raggiunto la serie B sul campo, non vorrebbe lasciarla per tornare in Serie C. Lo stesso suo manager, Tateo, aveva fatto intendere che il calciatore sarebbe andato via da Foggia soltanto per un'altra società di Serie B o, solo come seconda possibilità, per una società che punta a vincere il campionato in Serie C (il caso del Lecce). Il Lecce e Di Piazza si sono già incontrati. Più volte. Ma niente è cambiato: le parti sono ancora troppo lontane. Non è dato sapere se ci siano anche problemi economici attorno al tentennamento dell'attaccante, di certo, come detto, dei problemi a lasciare la serie B. Allora il Lecce ha deciso di andare a Foggia per incontrare i dirigenti del club rossonero e l'entourage del calciatore. Ed è qui che si è risolto tutto: Di Piazza al Lecce è cosa fatta.

Lecce, mercato a due velocità: in uscita ma anche in entrata 8 Luglio 13:02

Il Lecce è attivissimo sul mercato. Non soltanto nelle operazioni in entrata, ma anche in quelle in uscita. Infatti, i giallorossi hanno acquistato il difensore centrale Marino e l'attaccante esterno Turchetta nei giorni scorsi, ma adesso si concentrano sulle cessioni: Benassi è ufficialmente un calciatore della Casertana. Il Lecce si libera così di un contratto pesante per la Serie C, anche se contribuirà a pagare una parte dello stesso durante il prossimo campionato. Si tratta del secondo portiere ceduto dal Lecce in questa sessione di mercato: dopo la cessione di Bleve, ceduto alla Ternana in prestito con diritto di riscatto, arriva anche quella di Benassi. Trattativa in uscita anche per Agostinone: il terzino ex Foggia resterà a Lecce e con ogni probabilità andrà alla Reggiana: il cambio del direttore sportivo della Reggiana ha rallentato la trattativa, ma l'interesse per Agostinone è sempre presente e la trattativa potrebbe andare in porto. Stessa situazione per Doumbia, che lascerà quasi certamente il Salento, ma che non è stato inserito nella trattativa con il Foggia come contropartita.

Scadenza dei termini: diverse squadre in grosse difficoltà 7 Luglio 12:02

E' scaduto il termine per presentare la fideiussione da 350mila euro e completare la documentazione per l'iscrizione al prossimo campionato di #serie c 2017/2018. Sei sono state le squadre che ancora non hanno ottemperato all'obbligo. Per due la situazione è disperata e per altre due è ad alto rischio. La situazione più critica, quasi compromessa la sta vivendo l'Akragas. La società agrigentina è passata dall'euforia per una iscrizione che sembrava sicura all'incubo del fallimento. Non va meglio a Macerata da cui non arrivano comunicati ufficiali sull'effettivo versamento, ma anzi sarebbe trapelato che la fideiussione non è stata presentata. È stata invece presentata nei confronti della Maceratese un'istanza di fallimento dalla ditta di trasporti Sasp per una fattura di 8mila euro mai saldata. Lo stesso, preoccupante silenzio avvolge anche il Mantova e il Vicenza. Situazione diversa a Messina dove la fideiussione non è stata presentata volontariamente. Infatti pur potendo garantire la cifra necessaria all'iscrizione e al pagamenti di emolumenti e ritenute arretrate, la dirigenza giallorossa avrebbe deciso di proseguire l'iter di iscrizione utilizzando le altre scadenze disponibili, seppur ciò comporterà una sicura penalizzazione.. Anche da Modena arrivano notizie confortanti: i canarini avrebbero pagato la fideiussione e che verrà saldato l'intero debito che ammonta a 1,8 milioni di euro.

I 4 derby che attendono la Triestina nella prossima Serie C 6 Luglio 14:41

La Triestina attendeva con ansia il numero di squadre con problemi di iscrizione alla Serie C. Ma adesso, con il fallimento del Latina e la chiarificazione sulla norma regolamentare che ora dà il via libera al ripescaggio della Triestina, la società rossoalabardata ha potuto attendere la dead line delle iscrizioni alla serie C in modo sereno.Con la rinuncia del Ciliverghe, infatti, l’Unione sarà la prima a essere ripescata e pertanto il posto è già sicuro. Tante vecchie conoscenze della Triestina si ritroveranno a duellare con l’Unione in derby sentiti e calorosi. Verrà rinnovato ovviamente quello ancora fresco con il Mestre (presso il quale si sta accasando Sodinha, transitato come una meteora anni fa per Trieste). Altro derby veneto che si rinnoverà, questo davvero glorioso, sarà quello con il Padova, mentre in regione la Triestina se la dovrà vedere con il Pordenone, tornando a competere per la palma di seconda squadra del Friuli Venezia Giulia dietro all’Udinese. E poi, tornando in ambito veneto, non va dimenticato il Bassano.

Derby di mercato fra Cosenza e Reggina per Andy Bangu 4 Luglio 12:31

Una stagione assolutamente positiva alla Reggina ed ora il ritorno alla base Fiorentina. Potrebbe essere nuovamente in Calabria il futuro di Andy Bangu. Il centrocampista classe '97 nativo di Kinshasa (Repubblica democratica del Congo), sarebbe finito nel mirino del Cosenza. Una situazione comunque non semplicissima, anche perchè sul giovane persistono gli occhi della Reggina, che lo rivorrebbe portare in riva allo Stretto.

Lega Pro: Pirozzi non arriva, nonostante le offerte 3 Luglio 11:52

"Ho avuto una proposta allettante da una squadra di Lega Pro, ma ho detto no: non ho ancora la concentrazione, la forza psicologica per tornare alla mia grande passione. Quale squadra mi voleva? Inutile dirlo, ormai è andata". Lo ha detto il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi. "La mia passione è sempre tanta - ha assicurato Pirozzi, che ha da poco lasciato la panchina del Trastevere, in Serie D - Ma tutte le energie psicofisiche sono nella ricostruzione e quindi non è ancora il momento, per me, di tornare al calcio. Quando tutto sarà ripartito, sì che potrò".

Pisa: documenti iscrizione ok, salvo il derby con il Livorno 1 Luglio 09:01

Il Pisa ha regolarmente depositato presso la Lega Nazionale Professionisti (Lega Pro) tutti gli incartamenti ed i documenti necessari all'iscrizione al prossimo campionato di Serie C. Nessuna sorpresa: il Pisa ha fornito alla Lega il documento bancario attestante il versamento dei 350mila euro obbligatori, da questa stagione, per il superamento degli esami di revisione della Covisoc. La Lega ha anche inasprito i parametri economici da rispettare, restringendo i paletti della tolleranza sul pagamento degli stipendi dei dipendenti e sulle garanzie economiche da fornire per l'intera stagione. Dopo il 15 luglio, orientativamente, la palla passerà poi agli uffici della Lega, nei quali si dovrà studiare la decisione migliore per la suddivisione delle squadre iscritte nei tre gironi. Al momento il format con 60 squadre suddivise in 3 gironi resta l'ipotesi più forte. Ma ancora almeno 6 o 7 società non hanno consegnato la documentazione. Difficilmente i nerazzurri verranno divisi da una parte delle altre toscane: si va quindi verso un raggruppamento fortemente caratterizzato dalla Toscana, con ben 10 società presenti in campo. E con il derby Pisa-Livorno a catalizzare le attenzioni di un nutrito numero di tifosi e appassionati. Ricordiamo che il campionato inizierà sabato 26 Agosto.

Campionato, iscrizioni: la data clou è quella del 5 Luglio 30 Giugno 11:41

La data di presentazione della fidejussione di 350mila euro che completa la richiesta di partecipazione al prossimo Campionato è slittata al 5 Luglio. Ci sarà una proroga, entro il 7 Luglio, per quelle società che manifesteranno dei ritardi alla presentazione dei documenti e che dovranno dimostrare di aver regolarizzato il tutto, in attesa poi che l'11 Luglio la CO.VI.SO.C assegni le licenze nazionali. I club respinti avranno tempo per fare ricorso fino al 14 Luglio, dimostrando chiaramente di aver sanato il debito, e avranno poi definitiva sentenza il 20 del medesimo mese, data in cui il Consiglio Federale renderà noto l'esito finale. Intanto òa Sicula Leonzio, società siciliana neo promossa che parteciperà nel girone C, ieri ha fatto sapere che sono stati già consegnati presso la sede della Lega Serie C i documenti per l’iscrizione al prossimo campionato. Iter completato con sei giorni d’anticipo, a recapitare la garanzia bancaria a Firenze è stato il Segretario Generale Raffa. La Pistoiese e il Pisa hanno reso noto di essere andate a Firenze a depositare tutta la documentazione necessaria per iscriversi al prossimo campionato. Altre squadre di cartello hanno presentato ieri tutta la documentazione, e sono l'Alessandria, il Trapani, il Lecce e la Casertana. Oltre alla Triestina, il Rende Calcio potrebbe essere ripescato nel campionato professionistico. Nella giornata di ieri, infatti, si è concretizzato il cambio di ragione sociale, passaggio propedeutico al ripescaggio in Lega Pro. La vecchia “ASD SS Rende” ha lasciato il posto alla nuova “Rende calcio 1968 Srl”. Primo passo fondamentale che conferma la grande volontà del presidente Fabio Coscarella di riportare i colori biancorossi a disputare il campionato di Lega Pro.

Dopo Seedorf a Monza, ecco il turno di Como: che fine ha fatto lady Essien? 29 Giugno 15:00

Un Club che rischia di non far parte della prossima terza serie italiana è il Como. Per i lariani, però, non c'è alcun comunicato ufficiale, anzi a preoccupare i tifosi è il silenzio assordante della dirigenza e i continui rimbalzi di responsabilità. 'Tuttolegapro.com' da ormai per spacciata la società di lady Puny Essien, secondo quanto riportato nel sito, ad inchiodare la società lariana è l'articolo 52 delle 'Norme organizzative interne FIGC'. Il Como infatti non risulta affiliato alla FIGC e per ottenere l'affiliazione la società avrebbe dovuto tassativamente saldare tutti i debiti entro il 26 giugno, cosa che non sarebbe avvenuta. L'affiliazione va poi presentata due giorni prima della domanda di iscrizione, secondo il già citato articolo 52 delle Noif. Ad oggi, 29 giugno, il Como non ha presentato la domanda di affiliazione e va da se che non sarà possibile quindi presentare neanche la domanda di iscrizione, condannando di fatto la società lariana. A confermare tutto, sempre su 'La Provincia di Como' è lo stesso presidente di Lega Pro Gabriele Gravina: "I termini per l’affiliazione sono scaduti, questo è un fatto non un’indiscrezione. Non sta a me emettere sentenze, sarà la Figc a farlo tuttavia mi risulta difficile che il Como riesca a iscriversi dato che non è nemmeno affiliato: siamo sbigottiti".

Sospiro di sollievo Lecce: Perucchini resta fra i pali 29 Giugno 09:57

Uno dei big della Lega Pro, un calciatore cercato da non poche società, anche nel Calciomercato invernale, ha accettato di sposare, ancora una volta, il progetto della società giallorossa. Un portiere di sicuro affidamento: dopo l'errore dello scorso anno, quando il Lecce si affidò a portieri inesperti, stavolta la società salentina investe e lo fa andando sul sicuro. Filippo Perucchini è confermato tra i pali del Lecce. Il calciatore sarà confermato con la formula del prestito; già da qualche giorno i giallorossi hanno trovato l'accordo con il Bologna, società che detiene il cartellino di Perucchini, mentre il calciatore ha confermato la sua intenzione di vestire ancora la maglia del Lecce e manca solo l'ufficialità per concludere l'affare.

Tutte le date del prossimo Campionato di Serie C 2017-2018 28 Giugno 12:15

Il campionato inizierà il 27 agosto 2017, per concludersi il 6 maggio 2018 quando terminerà ufficialmente la regular season. Dopodiché, dovrebbe passare ancora una settimana (in questo caso le date sono state solo abbozzate) prima dell'inizio di playoff e playout per stabilire chi salirà in Serie B e chi scenderà tra i dilettanti. La Coppa Italia Serie C (d'ora in poi sarà chiamata così) inizierà il 6 agosto 2017. Per le squadre dell'ormai ex Lega Pro che hanno ottenuto il pass per la Tim Cup, si partirà invece il 30 luglio 2017, data che era già stata comunicata il 12 giugno scorso. Tra le partecipanti alla competizione ci saranno Trapani, Viterbese, Lecce, Vicenza, Pordenone, Matera, Ciliverghe Mazzano, Pisa, Padova, Juve Stabia, Triestina, Alessandria, Reggiana, Virtus Francavilla, Imolese, Livorno, Gubbio, Siracusa, Massese, Arezzo, Sambenedettese, Cosenza, Matelica, Giana Erminio, Feralpisalò, Paganese, Nuova Monterosi, Piacenza, Albinoleffe, Casertana, Trastevere, Como, Bassano Virtus, Varese, Rende.

Il Consiglio federale ha stabilito che, a partire dalla stagione sportiva 2017/2018, in caso di mancato o ritardato pagamento degli emolumenti dovuti ai tesserati (e/o delle relative ritenute fiscali e dei contributi previdenziali), i punti di penalizzazione inflitti alle squadre non ottemperanti aumenteranno da 1 a 2. Questo, nell'ottica di un pugno sempre più duro nei confronti di chi non rispetta le regole.

La F.I.G.C. ha comunicato anche quelle relative alle soste, ai turni infrasettimanali e alle festività natalizie: le pause saranno il 7 e il 14 gennaio 2018, si giocherà a metà settimana il 4 ottobre 2017, 8 novembre 2017 e 21 marzo 2018. Le festività natalizie, invece, andranno dal 23 al 30 dicembre 2017.

Trapani, non solo Calori: rimane anche il ds Salvatori 28 Giugno 12:12

Al Trapani i rumors legati ad allenatore e direttore sportivo hanno movimentato lo scorcio iniziale dell'estate soprattutto tra i tifosi che hanno espresso il loro pensiero sui social network, nelle pagine dedicate al club siciliano. Alla fine la coppia Calori-Salvatori viene lasciata intatta anche per la prossima stagione. Riguardo al tecnico, già da qualche giorno la società aveva ufficialmente annunciato tramite il proprio ufficio stampa la conferma di Alessandro Calori. Per il direttore sportivo Fabrizio Salvatori è invece una sorpresa, della quale comunque si parlava già da qualche giorno, dopo la notizia, relativa alla rinuncia di Magalini per problemi personali. Pertanto, sono ripresi i contatti con Fabrizio Salvatori ed il nuovo accordo (quello vecchio sarebbe andato in scadenza il 30 giugno, ndr) con il presidente Morace è stato raggiunto a Malaga. Evidente che parlare di 'ritorni' è piuttosto forzato, sia per quanto riguarda il rinnovo di Calori, sia per Salvatori. Più che altro la fine del loro rapporto con il Trapani era stata annunciata dai diretti interessati meno di un mese fa, pertanto sono dei ritorni senza che le effettive partenze siano mai state messe in atto.

Como e Catanzaro: niente stipendi e iscrizione a rischio 27 Giugno 11:54

È scaduto ieri sera il termine ultimo per presentare alla Commissione di Vigilanza sulle Società di Calcio Professionistiche (CoViSoC) la documentazione attestante il pagamento degli stipendi a giocatori, dipendenti e collaboratori fino al mese di maggio. Como e Catanzaro non sono riuscite ad onorare l'impegno e partiranno con una penalizzazione certa nel prossimo campionato. La penalizzazione però è, ad oggi, l'ultima preoccupazione dei due club, visto che ancor prima è a rischio l'iscrizione stessa. Per il Catanzaro era già stata annunciata l'impossibilità a pagare tutto entro il 26 giugno. La società è riuscita a pagare tutti gli oneri e l’Irpef prevista, ma di stipendi netti ai tesserati è stata versata solo la mensilità di marzo. Situazione che porterà alla fatidica penalizzazione, ma la priorità resta trovare nuovi imprenditori che possano 'aiutare' la proprietà a saldare i debiti e perfezionare l'iscrizione. La situazione del Como Football Club, società ancora non affiliata alla FIGC, è ancora più delicata. Nonostante la Proprietà inviti tutti alla calma, la nuova dirigenza di Lady Essien non ha onorato la scadenza del 26 per i pagamenti. Questo comporterà per la società lariana una certa penalizzazione nel prossimo campionato. Akosua Puni Essien, moglie dell'ex calciatore di Chelsea, Real Madrid e Milan, è all'estero da dove dice di seguire la situazione e di essere al lavoro per sistemarla.

Nasce un derby toscano sui resti della Viterbese 26 Giugno 12:19

Il destino è ancora incerto, ma una cosa è sicura: quando il calciomercato si apre non risparmia davvero nessuno. A maggior ragione i giocatori della Viterbese che, con la situazione che si è venuta a creare, hanno iniziato a guardarsi intorno. Arrivati a fine giugno, l'iscrizione al prossimo campionato, non sembra ancora sicura. Quindi l'assalto delle altre squadre colpisce i migliori interpreti gialloblu. Un derby toscano, invece, per Luca Belcastro: croce e delizia di questa società, messo fuori rosa a gennaio. Per l'attaccante un derby toscano acceso da Lucchese e Pistoiese. La prima ha già fatto un sondaggio per il ragazzo del '91. Ma anche un ritorno alla Carrarese, nelle ultime ore, non è stato escluso.

Calciomercato: le prime 6 operazioni sono ormai ufficiali 24 Giugno 10:57

Il calciomercato di Lega Pro è attivissimo. Tra le squadre più attive di certo ci sono il Lecce ed il Catania che, però, nelle ultime ore, non hanno ufficializzato dei colpi di mercato. I loro acquisti sono di qualche giorno addietro: il Lecce ha riscattato il cartellino di Salvatore Caturano, calciatore che apparteneva al Bari fino a qualche giorno fa e nel Salento era soltanto in prestito. Con il riscatto di Caturano, i giallorossi hanno confermato di voler puntare sui calciatori che si sono comportati meglio in stagione. E' fatta anche per Turchetta, calciatore che molto probabilmente si unirà al gruppo giallorosso già nel ritiro in terra calabrese. Il Catania, invece, dopo l'acquisto di Lodi e Caccetta, prova a chiudere per il difensore ex Lecce, Alcibiade. Nei prossimi giorni potrebbe arrivare l'ufficialità della trattativa. Nelle ultime ore non soltanto le trattative ma anche le ufficialità. Non soltanto di acquisti, ma anche di rinnovi di contratto importanti, come quello del centrocampista Daniele Pinto con la Giana Erminio e quello del centrocampista Jonatan Aspas Juncal con il Pro Piaccenza. La Fidelis Andria ha riscattato il cartellino del centrocampista Andrea Bottalico (classe 1998) dal Padova. Il calciatore, nella scorsa stagione ha giocato con la Beretti della squadra pugliese ma ha collezionato anche due presenze con la prima squadra. La Paganese ha ceduto il centrocampista Francesco Deli (classe 1994) a titolo definitivo al Foggia. Il giocatore è stato confermato in rossonero e i pugliesi hanno esercitato il loro diritto di riscatto. Il Trapani, un po' in ritardo rispetto alle avversarie per la bagarre alla promozione, ha scelto il mister: sarà invece ancora Alessandro Calori a guidare il Trapani.

Affronto-derby Cristiano Lucarelli: il Catania lo "scippa" a Messina 23 Giugno 11:56

Valzer delle panchine in pieno svolgimento in Sicilia: sono tantissime le squadre che devono ancora decidere a quale mister affidare la gestione dei propri giocatori. Tra queste anche la squadra regina di Messina e della sua provincia, l’Acr Messina. Dopo l’addio di mister Cristiano Lucarelli, passato agli eterni rivali del Catania, vero artefice della salvezza in Lega Pro dei peloritani, la società dello Stretto è alla ricerca di un nuovo allenatore. Due i nomi più quotati, che si fanno in città in questi ultimi giorni: Antonio Venuto e Giuseppe Raffaele, tecnici preparati e vincenti legati da un doppio cordone ombelicale a Messina.

Fumata nera ormai alle spalle: Calori è il punto fermo del Trapani 22 Giugno 13:45

Il Trapani riparte da Alessandro Calori, nonostante la fumata nera delle scorse settimane. In realtà Calori è sempre stata la prima scelta della famiglia Morace, i contatti con l'allenatore dell'ultima mezza stagione non si sono mai chiusi. Non appena il Trapani ha definito l'accordo con Giuseppe Magalini in qualità di nuovo direttore sportivo, in carica ufficialmente dal prossimo 1 luglio, l'obiettivo è diventato la conferma del tecnico. L'accordo economico, secondo le indiscrezioni, sarà biennale. Naturalmente la società granata si mantiene cauta. "Certamente Calori mi piace, è un ottimo tecnico - ha detto lo stesso ds Magalini - ma dire oggi che sarà lui l'allenatore della prossima stagione è azzardato. Posso solo dire che c'è stato un colloquio con la società". Tra i due c'è parecchia stima, altro indizio che rafforza le quotazioni di Alessandro Calori. "Siamo amici - ha aggiunto Magalini - e ci siamo incontrati recentemente alle finali del campionato Primavera. Confermo il contatto, ma l'ultoma parola spetta al Trapani. Posso assicurare che stiamo lavorando e l'obiettivo per la panchina è quello di un tecnico affidabile che possa far bene dopo una retrocessione molto amara".

Serie C 2017-18: impazza il toto-iscrizioni al prossimo Campionato 21 Giugno 15:02

Al momento, le società che parteciperanno alla prossima competizione di serie C (non si chiamerà più Lega Pro dal prossimo campionato) sono 59 (il Latina è retrocesso in Lega Pro ma non si è iscritto): Alessandria, AlbinoLeffe, Bassano Virtus, Como, Cuneo, Feralpisalo, Giana Erminio, Mantova, Mestre, Modena, Monza, Padova, Pordenone, Renate, Sudtirol, Vicenza, Reggiana, Piacenza, Pro Piacenza, Arezzo, Carrarese, Fano, Fermana, Gavorrano, Livorno, Lucchese, Maceratese, Fondi, Gubbio, Pisa, Pistoiese, Pontedera, Prato, Ravenna, Robur Siena, Sambenedettese, Santarcangelo, Teramo, Viterbese, Olbia, Arzachena, Bisceglie, Casertana, Catania, Catanzaro, Cosenza, Akragas, Fidelis Andria, Juve Stabia, Lecce, Matera, Messina, Monopoli, Paganese, Reggina, Sicula Leonzio, Siracusa, Trapani, Virtus Francavilla. C'è però la forte sensazione che sia prematuro parlare di gironi, perché ancora ci sono diverse società a rischio iscrizione, con seri problemi economici. Le situazioni più difficili pare che siano quelle di: Como, Mantova, Mestre, Catanzaro, Messina, Maceratese, Fondi, Vicenza, Akragas. Clamorosa la situazione del Mestre. Il Presidente della società veneta ha spiegato che "c'è la possibilità che il Mestre non si iscriva alla prossima Serie C, nel caso in cui l’opzione di giocare a Portogruaro, al momento la soluzione più fattibile, non dovesse essere attuabile. Nonostante ci siano alcuni interventi da fare, questi sono davvero irrisori rispetto a quelli che richiede il Baracca." Situazione molto delicata anche ad Agrigento, dove l'Akragas è alla ricerca di acquirenti. A Messina invece, i tifosi si sono stretti attorno alla società, sottoscrivendo in pochi giorni ben 900 abbonamenti. Un modo importante per sostenere economicamente la storica società siciliana che deve far fronte a delle scadenze economiche importanti. In base alle iscrizioni o meno delle società che presentano delle difficoltà, si decideranno i gironi del prossimo campionato. Qualcuno, però, inizia già a vociferare una possibile riduzione delle squadre (da 60 a 54 con gironi da 18 club anziché da 20?). I gironi dovrebbero restare da 20 club e si potrebbe eventualmente ripescare qualche squadra, ma se saranno molte le società a dare forfait, il rischio di una riduzione dell'organico della Lega Pro sarebbe reale.

Prossima stagione: il Mantova prima squadra penalizzata? 19 Giugno 18:19

Alla scadenza del 30 giugno, data ultima per perfezionare l'iscrizione al prossimo campionato di Serie C di Lega Pro come è chiamato da alcuni anni), mancano solo undici giorni. Undici giorni di fuoco che potrebbero portare ad una possibile riscrittura dei tre gironi, con uno scenario ancora tutto da definire. Per almeno 6 squadre delle terza serie italiana è iniziata una vera e proprio corsa contro il tempo. Fra queste figura anche il Mantova alle prese con una grave crisi societaria. La società biancorossa, tra le altre cose, è stata appena deferita dalla Procura Federale, per il mancato pagamento degli stipendi di gennaio e febbraio a tesserati, dipendenti e collaboratori. Il versamento degli stessi sarebbe dovuto avvenire entro il 18 aprile, ma mai ancora nessuna comunicazione è arrivata alla Covisoc in proposito. Il deferimento, che ha riguardato anche il presidente Marco De Sanctis e l’ad Enrico Folgori, porterà ad una penalizzazione da scontare nel prossimo campionato. Al momento però, la sicura penalizzazione è la cosa che preoccupa meno i tifosi. Nell'ultimo Consiglio di Amministrazione si è parlato di circa 1 milione di euro da versare entro giovedì 22 giugno per saldare i debiti. Ed al momento la situazione è tutt'altro che chiara. Sono ormai 37 giorni che non si hanno notizie di chi, come e quando saranno versati gli emolumenti ed i contributi arretrati. Intanto aumentano i nomi dei possibili compratori della società Mantova.

Ciao Lega Pro: il Parma sale in B e si libera di tante polemiche 18 Giugno 12:32

''E' stata una promozione strappata con i denti, ci hanno dato pure di falliti, di venduti durante la stagione, solo noi sappiamo cosa abbiamo vissuto nello spogliatoio. Ma poi tutti assieme abbiamo deciso di svoltare e siamo ripartiti dimostrando di avere cuore e attributi''. Lo ha detto il capitano del Parma Alessandro Lucarelli dopo la festa, tra gioia e lacrime di liberazione, per la promozione in Serie B al termine di Parma-Alessandria 2-0. ''Sul mio futuro voglio prendermi un attimo di pausa e consultarmi con la mia famiglia - ha continuato Lucarelli - Fosse stato per mio fratello Cristiano non avrei dovuto scendere in Serie D per non macchiare la carriera. Invece ho sempre sperato nella risalita del Parma anche se gli inizi dopo il fallimento del club ho avuto dei dubbi. Ma avevo una missione dopo quanto ci avevano fatto. E' un miracolo che ci ripaga''.

Parma-Alessandria, finale Playoff in tv: ci pensa Rai Sport 16 Giugno 16:25

L’ultimo atto dei play-off di Lega Pro. vedrà di fronte Parma e Alessandria. Gli emiliani hanno superato il Pordenone, mentre i piemontesi hanno avuto la meglio sulla Reggiana.

In semifinale, il Parma ha vinto ai calci di rigore 6-5 contro il Pordeone. La squadra di Roberto D’Aversa si è guadagnata l’accesso in finale soltanto dagli undici metri, dopo che i minuti regolamentari erano terminati 1-1. L’Alessandria, sua prossima avversaria, ha superato per 2-1 la Reggiana. Decisiva la doppietta di Pablo Andrés González (4’ e 65’). Praticamente inutile la rete di Marco Guidone (77’). La squadra di Giuseppe Pillon si giocherà la promozione in Serie B, categoria da cui è assente dalla stagione 1974/75. La finale dei play-off sarà a Firenze domani, sabato 17 giugno 2017 alle ore 18.00. La partita dell’Artemio Franchi sarà trasmessa in diretta tv su Rai Sport, con streaming, oltre che su Rai Play, anche attraverso la piattaforma di Sportube. Prima di lasciarvi, invitandovi a seguirci per ricevere altre news calcistiche, vi ricordiamo che durante la regular season, l’Alessandria ha fatto registrare la miglior differenza reti (+31), subendo appena 6 sconfitte.

No Reggiana, no derby: la Finale è Parma-Alessandria 15 Giugno 16:12

L’Alessandria nega il derby alla Reggiana: va in finale per la B con il Parma. I Grigi hanno battuto 2-1 i granata nella seconda semifinale di Firenze, dove decide tutto una doppietta dell’immortale Pablo Gonzalez: sabato alle 18, al Franchi, se la vedranno con i crociati per giocarsi l’ultimo biglietto per la Serie B. Le due corazzate della Lega Pro sono giunte al momento del dunque. Martedì sera, è toccato al Parma fare sua la prima semifinale delle FinAll di Firenze. Mercoledì sera, ha replicato l’Alessandria. E, adesso, gli uomini di Roberto D’Aversa e Bepi Pillon si sfideranno sempre al Franchi, sabato alle 18:00, nella finale in gara secca che deciderà la quarta promossa in Serie B dopo Cremonese (Gruppo A), Venezia (B) e Foggia (C). Un match che si preannuncia spettacolare, nonostante il caldo abbia pesantemente inciso nelle prime due partite disputate in Toscana.

Parma in Finale: contro l'Alessandria o grande derby? 14 Giugno 12:31

Dal match di questa sera fra Alessandria e Reggiana uscirà la sfidante del Parma nella finale dei playoff di Lega Pro per la promozione in Serie B, in programma sabato al Franchi di Firenze. Ieri, sempre nel capoluogo toscano, i gialloblù emiliani hanno superato ai rigori 6-5 il Pordenone nella prima semifinale. La gara era finita 1-1 dopo i tempi supplementari. Al vantaggio del Parma con Scaglia al 15' del primo tempo, aveva risposto Marchi per il Pordenone al 35' della ripresa. Nella lotteria dei rigori, è poi salito in cattedra il portiere del Parma Frattali, che ha neutralizzato il tiro di De Agostini, mentre dal dischetto non ha fallito Lucarelli.

Lega Pro al dunque: il calendario di Semifinali e Finali 12 Giugno 15:05

La Lega Pro è giunta al suo atto conclusivo anche per questa stagione. Tra martedì 13 e sabato 17 giugno si deciderà infatti l'ultima squadra che otterrà il pass per la Serie B dell'anno prossimo. A giocarselo sono rimaste quattro compagini.

La prima semifinale sarà Parma-Pordenone, partita in programma martedì 13 giugno a Firenze. L'orario d'inizio è fissato per le 20:45, con diretta tv su Rai Sport. Possibilità di seguire l'incontro anche in streaming su Sportube, la piattaforma online che ha trasmesso l'intera stagione di Lega Pro. Il Parma, sulla carta nettamente favorito, arriva alla Final 4 dopo aver eliminato, nei playoff, Piacenza e Lucchese.

Alessandria-Reggiana, la seconda semifinale della Final 4 è in programma mercoledì 14 giugno, con orario del calcio d'inizio fissato sempre per le 20:45. Nel momento in cui scriviamo, la guida dei programmi di Rai Sport segnala la trasmissione dell'incontro solo in differita, a partire dalle ore 22:50. Questo per lasciare spazio alla diretta tv della finale del campionato di basket. Resta comunque la possibilità di seguire il match live in streaming su Sportube.

Ricordiamo che le vincenti delle due semifinali si affronteranno nella finale di sabato 17 giugno, alle ore 18 e sempre all'Artemio Franchi di Firenze.

Serie C 2017-2018: torna il derby vero, lo scontro diretto fra Pisa e Livorno 7 Giugno 11:35

In attesa di capire chi salirà in Serie B fra Parma-Pordenone e Alessandria-Reggiana, sicuramente nel prossimo Campionato ci sarà Pisa-Livorno. Il grande derby toscano non si gioca da 8 anni, ma il periodo di massima assenza è durato 17 anni e mezzo. Dallo 0-1 all’Arena Garibaldi del 22 aprile 1979 e firmata dal mito Miguel Vitulano all’1-1 dell’Ardenza del 17 novembre 1996 e firmato da un livornese (Bonaldi) e un pisano (Andreotti). Infine due notazioni. Primo: è incredibile come Livorno-Pisa non sia mai stato giocato in serie A. Secondo: il Pisa non vince a Livorno dal 3/12/1978, una vita fa. Il Pisa adesso è molto agguerriti mentre il Livorno si sente a fine ciclo.

Semifinali Playoff: derby a distanza fra Pisa e Livorno 5 Giugno 11:41

Con il Pisa retrocesso dalla B e con il Livorno out dalle Semifinali playoff (Parma-Pordenone e Alessandria-Reggiana), le due toscane si consolano per il derby a distanza. Ad animarlo sono i gol degli ex di ciascuna squadra contro i colori avversi a quelli indossati fino a pochi anni fa. L’undici nerazzurro è stato perforato da calciatori con un passato labronico e il team amaranto da vecchi frequentatori dell’Arena Garibaldi, l’ultimo dei quali Marco Guidone, che ha firmato il successo della Reggiana nella semifinale playoff d’andata disputata all’Ardenza, gara contrassegnata anche dalle molte polemiche sull’arbitraggio come potete leggere in questa stessa pagina. Beffardamente a segnare sono stati soprattutto elementi che erano quasi inoffensivi quando militavano in Toscana. Guidone a Pisa è ricordato più per le reti sbagliate che per quelle realizzate, ma aveva già dimostrato di aver migliorato la mira con due gol siglati da rivale al Pisa con la maglia del Santarcangelo. Anche Aiman Napoli, che in Livorno-Renate dei playoff ha esultato ricordando i trascorsi rossocrociati (ma poi il Livorno passò in rimonta, qualificandosi al turno successivo), a Pisa non era mai stato spietato negli ultimi metri.

Lega Pro fra andata dei Playoff e i gironi del futuro di Serie C 1 Giugno 11:18

I play off di Lega Pro sono ancora in corso e, ad oggi, ci sono ancora due formazioni del girone meridionale pronte a giocarsi la promozione in Serie B. I risultati dell'andata dei quarti di finale, con la sconfitta del Cosenza a Pordenone e il pareggio casalingo del Lecce con l'Alessandria, sembrano complicare un po' le cose, ma comunque le due squadre del Sud hanno dimostrato di potersela giocare con chiunque e c'è da giurare che venderanno cara la pelle in un ritorno che si annuncia infuocato. Da segnalare intanto anche le vittorie di Parma e Reggiana. Comunque vada, però, almeno una delle due prenderà parte al girone C della futura Serie c. Dopo tanti anni, infatti, la terza serie nazionale riacquisirà il nome storico, premiando il volere di tanti nostalgici. A fare la parte del leone tra le regioni ci sarà proprio la maggiore Isola siciliana, con ben sei squadre ai nastri di partenza. Messina, Catania, Siracusa, Akragas, Sicula Leonzio e Trapani renderanno la terra di Trinacria la regione più rappresentata. Basta spostarsi di pochi chilometri e varcare lo Stretto per trovare un'altra protagonista importante come la Reggina, a cui si aggiunge il Catanzaro. La Calabria, con la retrocessione della Vibonese, ha già perso sicuramente una protagonista, se, invece, il Cosenza dovesse essere promosso rimarrebbero solo due formazioni della regione. In attesa di capire quale sarà il destino del Lecce, resta molto rappresentata la Puglia: a Virtus Francavilla, Monopoli e Fidelis Andria si aggiunge il neopromosso Bisceglie.

Perso il Melfi, retrocesso dopo i play out, alla Basilicata resta il Matera, mentre si annunciano competitive le formazioni campane con uno schieramento composto da Casertana, Paganese e Juve Stabia. Nel girone, inoltr,e salvo sorprese dovrebbero essere collocate anche le laziali Fondi e Viterbese

Finisce Maggio ma iniziano i Playoff: domani su 4 campi l'andata dei Quarti 30 Maggio 12:28

Si giocano domani mercoledì 31 Maggio le partite di andata dei Quarti di finale dei play off di Lega Pro. Questo il programma delle gare (i gol in trasferta non valgono doppio e in caso di parità, al ritorno, si svolgeranno supplementari e rigori) e le rispettive designazioni arbitrali:

Parma-Lucchese: Fourneau di Roma (Fusco-Cartaino).

Lecce-Alessandria: Paolini di Ascoli (Bercigli-Trovatelli).

Pordenone-Cosenza: Balice di Termoli (Marchi-Gnarra).

Livorno-Reggiana: Giua di Pisa (Della Vecchia-Abagnara).

Combine? Il quasi-derby Modena-Mantova fa tremare la Lega Pro 30 Maggio 11:34

Il calcioscommesse è sempre pronti a far esplodere nuovi casi, soprattutto nelle categorie inferiori. in Lega Pro, purtroppo, accade spesso che si verifichino notizie del genere che di certo non fanno piacere ai tifosi ed agli amanti dello sport. Durante il campionato sono stati tanti i punti di penalizzazione proprio a causa di situazioni legate al calcioscommesse, magari verificatesi negli anni scorsi. Stavolta il caso riguarda la la società del Modena che ha denunciato nei giorni scorsi alla Procura Federale il tentativo di combine arrivato alla vigilia della partita contro il Mantova, fondamentale per la salvezza, da parte di un presunto agente di calciatori. L'accusa è molto grave e sarebbe stato contattato, per avanzare la proposta, direttamente l'estremo difensore Manfredini. Pare che colui che avrebbe avanzato la proposta, volesse cercare di accordare un risultato buono per entrambe le squadre. La gara poi è finita 2-0 per i padroni di casa. Mantova è lombarda ma si sente emiliana, ecco perchè quello con il Modena è un quasi-derby.

Derby al Parma, 8 qualificate per i Quarti Playoff: oggi il sorteggio 25 Maggio 08:34

Parma-Piacenza 2-0. Poi passano Alessandria, Lucchese, Livorno, Lecce, Pordenone, Cosenza e Reggiana. Questi tutti i risultati di ieri sera, nel ritorno degli Ottavi di finale Playoff: Alessandria-Casertana 3-1 - Parma-Piacenza 2-0 - Lecce-Sambenedettese 0-0 - Matera-Cosenza 1-1 - Livorno-Virtus Francavilla 0-0 - Pordenone-Giana Erminio 3-1 - Juve Stabia-Reggiana 0-0 - Albinoleffe-Lucchese 0-0. Dopo il sorteggio, la griglia dei Playoff sarà completa, intanto ecco il calendario:

QUARTI DI FINALE (accoppiamenti dopo sorteggio)

· Mercoledì 31 maggio andata

· Domenica 4 giugno ritorno

SEMIFINALI:

· Martedì 13 Giugno: Semifinale A (gara unica stadio “Artemio Franchi” di Firenze)

· Mercoledì 14 Giugno: Semifinale B (gara unica stadio “Artemio Franchi” di Firenze)

FINALE:

· Sabato 17 Giugno gara unica stadio “Artemio Franchi” di Firenze

Polemica Lega Pro-FIGC: il Campionato 2017-2018 non parte? 24 Maggio 17:30

"Se non cambiano le condizioni il prossimo campionato di Lega Pro non può partire, non ci sono proprio i presupposti e domani questo sarà deliberato in assemblea": il presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, parla all'Ansa e lancia l'allarme. "Noi domani delibereremo che di fronte a mancati cambiamenti che sanino quello che io definisco l'agguato sulla legge Melandri, con 5 milioni in meno alla Lega Pro il campionato prossimo non comincia proprio. Io non voglio essere il 'becchino' del calcio italiano, lo faccia Tavecchio - ha sottolineato Gravina, in polemica col n.1 Figc che ha parlato di un taglio del 30% dei club professionistici - si assuma lui la responsabilità. Portasse il progetto di riforma in Consiglio federale, e mi dicesse anche quando lo fa".

Dopo lo 0-0 dell'andata, si decide il derby del Ducato al Tardini 23 Maggio 11:43

Dopo lo 0-0 nel derby d'andata nei Playoff contro il Piacenza in casa Parma continuano a diminuire le certezze in vista del finale di stagione. Ne parlano oggi i titoli dei giornali "Parma, tre guai da risolvere". "La squadra - si legge - non segna più, in casa è meno sicura e preoccupa Lucarelli. Nelle ultime sei partite un solo gol realizzato. Domani arriva il Piacenza al Tardini, dove i gialloblu hanno perso già 6 volte. Lucarelli ha un problema al polpaccio: è probabile che salti il ritorno".

Ottavi Playoff: tutto il calendario delle gare di andata 18 Maggio 16:34

Sono ufficiali le sedi e gli orari delle partite degli Ottavi di finale dei playoff della Lega Pro. Sono 16 le squadre in campo : le vincenti dei playoff; quelle finite seconde in classifica nei rispettivi gironi nella regular season, più la vincitrice della Coppa Italia.

Queste le partite d’andata degli Ottavi:

SABATO 20 maggio : Giana Erminio-Pordenone ore 18,30; Reggiana-Juve Stabia, ore 20,30:

DOMENICA 21 maggio : Lucchese-Albinoleffe, ore 18; Francavilla-Livorno, ore 17,30; Piacenza-Parma, ore 20,30, diretta Raisport; Casertana-Alessandria, ore 18,30; Sambenedettese-Lecce, ore 18,30; Cosenza-Matera, ore 20,30.

Le partite di ritorno il 24 maggio, ore 20,30 : Alessandria-Casertana, diretta Raisport; Parma-Piacenza; Lecce-Sambenedettese; Matera-Cosenza; Livorno-Francavilla; Pordenone-Giana Erminio; Juve Stabia-Reggiana; Albinoleffe-Lucchese.

Alla fase successiva parteciperanno le otto squadre vincenti gli incontri degli ottavi. Saranno inserite in un tabellone ed accoppiate per sorteggio.

I Quarti di finale – domenica 28 maggio e 4 giugno – si giocheranno in gare di andata e ritorno; mentre le semifinali – martedì 13 giugno e mercoledi 14 giugno – e la finale sabato 17 giugno si disputeranno a Firenze con una formula in cui le partite saranno inserite in un programma di cultura, sport, arte e spettacolo che, per la prima volta, creerà un evento interessante per tutta la famiglia.

Piacenza-Parma, due città felici di vivere 2 derby del Ducato decisivi 16 Maggio 12:49

Per il Piacenza, il vero sogno inizia ora. Notti magiche nei derby contro il Parma. Nel primo turno dei playoff di Lega Pro, il Piacenza ha salito di slancio il primo gradino ( big come Arezzo e Padova sono subito uscite, mentre la Reggiana ha rischiato grosso) perché in gara unica contro un Como battuto tre volte in stagione ma che si è sempre dimostrato avversario ostico, di qualità, supportato da una tifoseria importante. Ora il sogno continua e il romanzo, al capitolo due, propone la sfida più affascinante degli ottavi di finale contro la corazzata Parma che ha ben presto abbandonato i suoi intenti di "calcio biologico", doppia edizione andata e ritorno del derby del Ducato. Saranno dieci giorni bellissimi.

Ancora un derby a favore del Pordenone - 2' fase: derby Piacenza-Parma 15 Maggio 08:41

Una doppietta del difensore Mirko Stefani, con gol al 19' del primo tempo e al 14' del secondo, ha permesso al Pordenone di superare il Bassano 2-0 (1-0) nel play off del girone B. Nella 2' fase il Pordenone affronterà il Giana Erminio di Gorgonzola. Andata in Lombardia domenica prossima, ritorno mercoledì 21 Maggio. Il Piacenza ha invece battuto il Como 2-1 (1-0) nel play off del girone A con un finale al cardiopalma. Padroni di casa, forti della migliore classifica, in vantaggio al 22' del primo tempo con Sciacca, sono stati raggiunti al 39' della ripresa da Chinellato, bravo ad anticipare il portiere piacentino in disperata uscita. Gli ospiti, obbligati a vincere, hanno assediato l'area del Piacenza e al 92' hanno sprecato un'occasionissima con Le Noci che, a due passi dalla rete, ha spedito alto il pallone. Nei secondi finali il portiere del Como Crispino si è fatto soffiare la palla da Franchi che, a porta vuota, ha regalato la vittoria al Piacenza. Nella 2' fase il Piacenza affronterà il Parma. Andata in casa domenica 21 Maggio, ritorno mercoledì 24.

Playoff: il quasi-derby fra Pordenone e Bassano 13 Maggio 19:08

Non è un derby accesissimo, ma resta una sfida comunque molto sentita tra due formazioni che si conoscono molto bene. Il Bassano con la sconfitta a Fano ha pescato dall’urna dei play off il Pordenone, con la sfida secca che si giocherà domani al Bottecchia alle 18.00. Un risultato su tre per i giallorossi che in caso di pareggio usciranno direttamente, serve dunque solo una vittoria contro la formazione di Tedino che dovrà fare a meno di due giocatori fondamentali come l’ex Berrettoni e Burrai, espulso nel finale dell’ultima partita. In forse anche Stefani, ci saranno sicuramente (a meno di problemi in settimana) gli altri ex, in una sfida che si potrebbe definire in famiglia ma che sicuramente avrà poco di familiare, visto la posta in palio e le sei reti con cui il Pordenone ha portato a casa l’ultimo incrocio tra le due formazioni.

Vittoria del derby, proteste dei cittadini e voci cinesi per il Parma 12 Maggio 17:23

E' finito bene sul campo l'ultimo derby per il Parma, ma i cittadini abitanti nella zona circostante lo stadio Tardini hanno scritto alla Gazzetta di Parma, arrabbiati per i disordini e i danni alle auto causati dagli Ultras. Intanto dopo Milan e Inter anche il Parma potrebbe passare, almeno in parte, in mano cinese. Il 30% del Parma Calcio 1913, che si prepara a disputare i play off di Lega Pro, sarebbe in procinto di passare alla società asiatica Desport, colosso industriale di Jiang Li Zhang che in Europa ha già una partecipazione azionaria nel club spagnolo del Granada. Questa mattina alcuni emissari della Desport, assieme all'ex bomber di Parma e Lazio Hernan Crespo, hanno incontrato i proprietari del club emiliano chiudendo l'accordo. Le firme al contratto dovrebbero però arrivare solo a fine stagione. La conferma dell'accordo è arrivata dall'ad del Parma Calcio 1913 Luca Carra che ha sottolineato come ci sia "la volontà di entrambe le parti di trovare un accordo. Gli investitori sono interessati a entrare a far parte dell'azionariato del club dove resterebbe comunque anche l'attuale presenza parmigiana".

Derby Lecce-Andria 1-1 - Nei playout nuovo derby in Calabria 8 Maggio 12:57

Ecco i risultati della 38' giornata del girone C del campionato di Lega Pro: .Casertana-Catania 0-0; Cosenza-Foggia 2-1; Fondi-Catanzaro 2-1; Juve Stabia-Taranto 1-0; Lecce-Fidelis Andria 1-1; Melfi-Matera 0-3; Monopoli-Akragas 0-0; Reggina-Paganese 4-3; Siracusa-Virtus Francavilla 0-1; Vibonese-Messina 0-0.

La Classifica: Foggia 85 punti; Lecce 74; Matera 65; Juve Stabia 64; Virtus Francavilla e Siracusa 57; Cosenza 55; Paganese 50; Casertana e Fondi 49; Catania e Fidelis Andria 47; Reggina 45; Messina 44; Monopoli 42; Akragas e Vibonese 39; Catanzaro 38; Melfi 34; Taranto 30.

GliAbbinamenti 1' fase play off in gara unica: Juve Stabia-Catania, Virtus Francavilla-Fondi, Siracusa-Casertana, Cosenza-Paganese In caso di parità al 90' passa alla 2' fase la squadra meglio piazzata in classifica. Abbinamenti play out - gare di andata: Melfi-Akragas e Catanzaro-Vibonese.

Doppio derby Parma: Reggiana sconfitta anche al Tardini 8 Maggio 12:55

Non è stato facile, anche perché la pioggia ha reso il campo molto pesante, ai limiti dell'impraticabilità, ma i crociati hanno vinto il derby. Parma-Reggiana è finita 1-0 grazie a un gol di Baraye. Anche all'andata, a Reggio Emilia, si era imposto il Parma.

Il Parma ha terminato quindi il campionato al secondo posto in classifica, con il Pordenone fermo a 66, dopo la sconfitta in casa della Sambenedettese. Il Venezia, già promosso, è stato sconfitto in trasferta dalla Maceratese per 2-0, finendo la sua stagione a quota 80 punti. Il Parma giocherà quindi i play-off a partire dal 21 maggio con il Piacenza o il Como.

Derby a Pistoia: come all'andata, vince ancora il Livorno 6 Maggio 18:22

All'andata era finita 3-0 per il Livorno, allo stadio Picchi. Il verdetto, nella gara di ritorno, è cambiato di poco: Pistoiese-Livorno 0-2, un gol per tempo. Il Livorno ha blindato così il suo terzo posto, un risultato comunque importante nell'ottica dei Playoff. Dal canto suo, la Pistoiese è rimasta nel limbo della metà della classifica del Girone A, una situazione senza infamia e senza lode.

Habemus maglietta: Fair Play, senza l'inversione fra Parma e Reggiana 4 Maggio 14:23

Con ogni probabilità domenica, poco prima del fischio d’inizio di Parma-Reggiana, le due squadre entreranno in campo con una maglietta celebrativa, dedicata al Fair Play e al rispetto dell’avversario. Una soluzione semplice, che spegne ogni tipo di polemica e che mette d’accordo tutti, dopo la bufera mediatica che si è abbattuta su Alessandro Lucarelli e sul Parma. Già, perchè anche dalle parti del Mapei Stadium più di qualcuno aveva storto il naso cercando di capire come evitare un gesto simbolico che avrebbe causato imbarazzo. La settimana del derby tra Parma e Reggiana si era aperta con una notizia (vecchia di tre settimane, a dir la verità) secondo la quale il capitano crociato Alessandro Lucarelli avrebbe espresso la volontà di non scendere in campo seguendo il protocollo messo in atto dalla Lega Pro in accordo con l’Aic dopo l’ indegna (perchè va chiamata con il suo nome) aggressione ai danni dei calciatori del Taranto. Per dare un “segnale forte”, infatti, da qualche settimana i capitani delle squadre della vecchia “Serie C” entrano in campo con la maglia della squadra avversaria. Un gesto simbolico, una soluzione che, però, non sposta praticamente nulla. Ogni segnale è comunque importante, ma per cambiare il calcio bisogna in primis lavorare molto sull’educazione, sulla civiltà, partendo dalle scuole, e non solo quelle calcistiche. Ma ce lo vedete Totti con la maglia della Lazio? O Maldini con quella dell’Inter?

Scambiare la maglia con la Reggiana? Il capitano del Parma non entra in campo 2 Maggio 16:27

Un messaggio vocale trasmesso da Alessandro Lucarelli a un rappresentante della Curva Nord del ‘Tardini’ rischia di trasformarsi in un caso diplomatico a pochi giorni da Parma-Reggiana, valida per l’ultima giornata della stagione regolare del girone B di Lega Pro. “Io domenica non entro in campo. A costo di non fare il capitano e far indossare la fascia a qualcun altro”. Queste le parole pronunciate da Lucarelli, riportate da un tifoso e poi da ‘Teleducato’, con le quali il capitano del Parma ha annunciato la volontà di boicottare l’iniziativa “Non c’è partita senza avversario”, promossa dalla Lega Pro dalla trentaduesima giornata come segnale di fair play e solidarietà ai giocatori di Ancona e Taranto, vittime di vili aggressioni da parte di frange di tifoseria nelle scorse settimane. Il progetto prevede che i capitani delle squadre entrino in campo indossando la maglia dell’avversario, che verrebbe poi scambiata prima del via insieme ai gagliardetti. La gara in programma domenica alle 14.30 segnerà il ritorno del derby dell’Enza al ‘Tardini’ dopo 20 anni, ma sarà decisiva solo per il Parma: entrambe le squadre sono già qualificate per i playoff, ma se la Reggiana è sicura del 5° posto, i crociati dovranno difendere il secondo dall’assalto del Pordenone.

Quando perdere un derby significa anche retrocedere in D: Ancona-Samb 1-2 1 Maggio 11.21

Dopo due bei pareggi consecutivi è tornato a perdere l'Ancona, sconfitto in casa per 1-2 dalla Sambenedettese nel derbye ufficialmente retrocesso in serie D. La gara parte male per i dorici, già sotto al 12' per il gol di Agodirn. Al 59' arriva il pareggio di Paolucci che riaccende qualche speranza ma il sogno dura poco: già al 64' gli ospiti sono di nuovo avanti grazie a Vallocchia, che fissa il risultato sull'1-2 finale. Come detto, Ancona ufficialmente in D mentre la Samb blinda i playoff e potrà gestire la prossima partita con la dovuta calma, specie dopo le roboanti dichiarazioni del Presidente in settimana.

Si avvicina il derby Parma-Reggiana e partono i primi appelli del Sindaco 29 Aprile 10:09

In vista del derby Parma-Reggiana di domenica 7 maggio, il sindaco Federico Pizzarotti interviene su Facebook. Spiega che il Comitato per l'ordine e la sicurezza, in prefettura, ha discusso le implicazioni di ordine pubblico che questo evento avrà. Pizzarotti però lancia un appello alle tifoserie: a tutti chiede "il massimo rispetto e ordine" perché il derby è molto sentito "ma è, anzitutto, una partita di calcio". Non manca comunque un'esortazione ai calciatori del Parma: "I parmigiani vi guardano. E credono in voi".

Venezia, dopo promozione e Coppa Italia obiettivo "proseguire con Inzaghi" 27 Aprile 16:22

"Pippo Inzaghi e il suo staff hanno fatto un lavoro fantastico. Speriamo non ce lo rubino, ha un contratto con noi. Adesso ci parleremo, confronteremo i programmi, le motivazioni e valuteremo tutto. Un mister come Inzaghi piace a mole squadre ma noi abbiamo l'intenzione di continuare insieme". Il ds dl Venezia, Giorgio Perinetti, guarda al futuro con fiducia alla luce della stagione super dei lagunari, coronata dal ritorno in B e la conquista della Coppa Italia. "Siamo partiti due anni fa tra i dilettanti e il fatto di essere tornati in Serie B solo dopo due stagioni è una cosa che ci rende molto orgogliosi. Inzaghi ha grande entusiasmo e una grandissima preparazione. Pronti per la B? Ora capiremo le ambizioni e gli obiettivi che vorrà la società e lavoreremo in quella direzione".

La promozione del Foggia: in vista della festa, "pesa" la vittoria nel derby sul Lecce 26 Aprile 15:11

A 180 minuti dalla fine della regular season, il Foggia ha già guadagnato il pass per la B. L'appendice dei play off non è un problema dei satanelli, che hanno brindato alla promozione matematica dopo il 2-2 di Fondi. Ma la vera festa, quella più attesa, sarà allo stadio Zaccheria. Appuntamento domenica 30 aprile, alle ore 14,30. L'ultima partita casalinga della stagione dinanzi al pubblico amico, contro il Melfi, prima del congedo finale dalla Lega Pro a Cosenza. Si respira già aria di grandi preparativi a Foggia e in tutto il comprensorio per una domenica da consegnare alla storia fra coreografie degne di una grande piazza del calcio. Chissà in quanti, a inizio di stagione, credevano che questo Foggia potesse mettere tutti in fila, superando la quota degli 80 punti, facendo registrare numeri eccezionali: finora ventiquattro vittorie, sessantasette gol fatti, dieci acuti fuori casa. Impressionante il girone di ritorno della squadra guidata da Giovanni Stroppa: tutte vittorie, tranne una battuta d'arresto a Taranto, datata 12 febbraio, e due pareggi sul campo della Fidelis Andria e del Fondi. Fra le affermazioni più nette, quelle contro lo stesso Taranto, in casa, 2-0; il Monopoli, 4-1; il Siracusa, 3-0; la Virtus Francavilla, 5-1, e il Messina, 3-0. Ma la vittoria più bella in assoluto resta quella nel derby con il Lecce, allo Zaccheria: un 3-0 perentorio e imponente, inflitto alla concorrente diretta per il salto di categoria.

Parma-Ancona: gli emiliani "smontano" l'onda lunga dei sospetti 18 Aprile 17:01

Fa ancora discutere il 2-0 subito dal Parma contro l'Ancona. L'amministratore delegato del club gialloblu, Luca Carra, ha provato a fare chiarezza sulla 'bomba' lanciata da 'Il Mattino', che parlava di un flusso anomalo di scommesse a Pozzuoli sul risultato esatto del match: "Abbiamo reagito con sorpresa alla vicenda. Le parole scritte da Il Mattino ci hanno lasciato sorpresi, nessun dubbio sulla professionalità di tutta la squadra. L'articolo parlava di milioni e milioni di vittorie, ora si parla di qualche decina di migliaia... Colpo duro, non ce lo aspettavamo. Dato mandato agli uffici legali per fare tutto il necessario. Gravina ci ha espresso tutta la sua solidarietà e ha definito come aria fritta tanto quello che è uscito nelle ultime ore. Noi siamo stati i primi a chiedere alla Procura di fare ciò che deve fare. Siamo i primi interessati a capire cos'è successo e siamo convinti che ci diranno che non è accaduto nulla. Cosa un po' sensazionalistica fin dall'inizio... Si parlava di centinaia di vincite da 100, anche 200.000 euro a testa, sarebbero arrivati 40 milioni in una sera a Pozzuoli, mi sembra una follia. Mi auguro si faccia chiarezza in fretta".

Perso il derby con il Monopoli, adesso il Taranto se la vede davvero brutta 17 Aprile 13:09

Nel derby pugliese del girone C di Lega Pro il Taranto ha perso per 1-0 in casa col Monopoli. Un brutto passo falso per gli jonici, adesso ultimi in classifica da soli a 30 punti. Nel primo tempo il Taranto è stato insidioso. Nel secondo tempo il Taranto è stato rapidissimo, ma il Monopoli è passato in vantaggio con Genchi, rapidissimo di sinistro a sorprendere Contini. Un ko che non ci voleva per il Taranto. Terza sconfitta consecutiva dopo l’1-0 allo “Jacovone” con la Reggina ed il 3-0 subito a Lecce. Momento molto negativo per la squadra di Ciullo che rischia seriamente la retrocessione diretta in serie D. Mercoledì gli jonici giocheranno il recupero in casa con la Paganese. Una partita difficile. I campani, dopo il pareggio interno per 1-1 con la Vibonese, cercheranno di imporsi in Puglia per confermarsi in zona play off. Ma il Taranto deve assolutamente vincere per risalire in classifica.

Derby salvezza in Puglia, sabato in campo Taranto-Monopoli 12 Aprile 12:30

Dopo una prima parte di stagione con più alti che bassi, il Monopoli è sprofondato. Diverse le posizioni perse in classifica e vittoria in campionato che manca da dicembre. La squadra allenata da Bucaro si è ritrovata dal pensare ai play-off ad essere risucchiata nella corsa alla salvezza. Chi, invece, sembrava aver invertito il trend negativo è il Taranto: con Ciullo la squadra sembrava rinata ed attualmente è addirittura fuori anche dalla zona play-out, ma la sconfitta nel derby di Lecce ha rimesso tutto in discussione.

Le due compagini pugliesi sanno di dover lottare fino all'ultimo per mantenere la categoria. Ecco, dunque, il rush finale che attende biancoverdi e rossoblù, con il derby in programma sabato 15 Aprile alle 15.00::

35^ GIORNATA

Taranto-Monopoli

36^ GIORNATA

Melfi-Taranto

Monopoli-Catania

37^ GIORNATA

Taranto-Vibonese

Matera-Monopoli

38^ GIORNATA

Monopoli-Akragas

Juve Stabia-Taranto

Padova-Venezia 0-1, il dolcissimo derby dei lagunari ormai ad un passo dalla B 11 Aprile 14:52

Un punto, ecco ormai quanto manca al Venezia vincitore del derby per prendersi una Serie B che manca dal lontano 2005. Con l'1-0 sul Padova firmato Moreo gli arancio-nero-verdi si sono portati a +11 dal Parma: ormai mancano solo quattro giornate rimaste e i veneziani sono in vantaggio negli scontri diretti con i crociati. Insomma, è fatta.

Nella splendida cornice da derby dell'Euganeo – quasi 9.000 spettatori di cui oltre 900 dalla Laguna – Il Padova è sceso in campo con una maglia speciale in memoria di Piermario Morosini, morto il 14 aprile di cinque anni fa. Nel Venezia invece Geijo si è fatto male nel riscaldamento e Inzaghi ha completato il tridente d'attacco con Falzerano, che sarà il più decisivo dei suoi. Da un suo spunto a destra l'occasione più ghiotta di un primo tempo soporifero, ossia una botta da fuori di Bentivoglio che sibila alta. Ma sempre lui a inizio ripresa anticipa Mandorlini sul brutto retropassaggio di Altinier, salta di netto Emerson, punta Russo e infine la tocca per l'accorrente Moreo, che buca Bindi con un gran tiro-gol di prima intenzione.

Il Lecce vince 3-0 il derby sul Taranto, ma è il Foggia la capolista che se ne va 10 Aprile 11:43

Ennesimo ko stagionale per il Taranto caduto rovinosamente a Lecce per 3-0, con conseguente permanenza nei bassifondi della classifica. Un rigore dubbio ha portato avanti il Lecce con Lepore, raddoppio di Torromino, su fallo in attacco subito dagli ionici che, però, non reagiscono. Di Doumbia la terza rete. Successo importante per il Lecce, vanificato però dal successo del Foggia a Caserta.

LECCE-TARANTO 3-0

Reti: pt 23′ Lepore (rig.) (LE), 26′ Torromino (LE); st 38′ Doumbia (LE)

LECCE (4-3-3): Perucchini; Ciancio, Cosenza, Giosa, Vitofrancesco; Tsonev (20′ st Maimone), Arrigoni (37′ st Fiordilino), Costa Ferreira; Lepore, Caturano, Torromino (14′ st Doumbia). A disp.: Bleve, Chironi, Agostinone, Marconi, Pacilli, Drudi, Monaco, Muci, Mengoli. All.: Pasquale Padalino.

TARANTO (4-3-3): Contini; Balzano (1′ st Sampietro), De Giorgi, Magri, Pambianchi; Maiorano, Nigro, Lo Sicco; Potenza, Magnaghi (39′ st Cobelli), Paolucci (9′ st Viola). A disp.: De Toni, Boccadamo A., Russo, Pirrone, Guadalupi, Cecconello. All.: Salvatore Ciullo.

Note: Gara giocata alle ore 14:30; Spettatori circa 5000 (trasferta vietata ai tifosi residenti nella provincia di Taranto)

La Lucchese pareggia il derby e raggiunge la Pro Piacenza sconfitta nel derby 9 Aprile 09:14

E' finito in parità il derby tra Pistoiese e Lucchese. Un punto che accontenta soprattutto i rossoneri che raggiungono il Pro Piacenza (a sua volta sconfitta 4-0 nel derby dal Piacenza) a quota quarantacinque aumentando così le speranze di conquistare il decimo posto in classifica l’ultimo a disposizione per centrare i playoff. Dopo un inizio di studio per entrambe le squadre è la Lucchese che riesce a sbloccare il risultato. Al 24’ Cecchini fa tutto da solo. Il numero ventiquattro rossonero riesce a “bucare” la difesa arancione con un sinistro rasoterra che si insacca nell’angolino alla sinistra della porta difesa da Albertoni. Al 12’ Rovini riporta il match in parità.

Pistoiese 1 - Lucchese 1

PISTOIESE: Albertoni, Priola, Broni, Zanon, Bellazzini (1’ st Luperini), Benedetti, Fissore, Sammartino (9’ st Colombo), Gyasi, Hamlili (38’ t Proia), Rovini. A disp. Feola, Placido, Pandolfi, Minotti, Varano, Piccoli, Neuton, Tomaselli, Guglielmotti, Sparacello. All. Atzori.

LUCCHESE: Nobile, Espeche, Dermaku, Capuano, Merlonghi, Bruccini, Mingazzini (38’ st Tavanti), Nolè (21’ S’Auria), Cecchini, De Feo, Raffini (1’ st Gargiulo). A disp. Di Masi, Brusacà, Bragadin, Cannoni, Costalli, De Martino. All. Lopez. Arbitro: Viotti di Tivoli. Marcatori: 24’ pt Cecchini, 12’ st Rovini. Note: ammoniti Mingazzini, Hamlili, Fissore. Recupero 1’ pt e 4’ st.

Dopo la colla per topi, niente tifosi tarantini nel derby di ritorno a Lecce 6 Aprile 14:48

I 700 tifosi del Lecce presenti allo stadio Erasmo Iacovone di Taranto nella gara d'andata, trovarono della colla per topi sugli spalti del settore riservato ai tifosi salentini. Oltre all'antipatico episodio, la partita si giocò in un clima abbastanza teso e un autobus di supporters giallorossi fu fatto oggetto di un fitto lancio di pietre. Per questo motivo il Prefetto di Lecce, dopo le disposizioni dell'Osservatorio che aveva segnalato il derby come partita a rischio, ha vietato la trasferta al Via del Mare ai tifosi tarantini. Questa la comunicazione apparsa in mattinata sul sito ufficiale dell'US Lecce: "L'US Lecce comunica che il Prefetto di Lecce ha disposto il divieto di vendita dei biglietti per la gara Lecce-Taranto ai residenti della provincia di Taranto.". Il comunicato continua specificando che oltre ai rischi evidenziati dall'Osservatorio, le ulteriori valutazioni fatte da autorità provinciali e dalla Polizia hanno comportato la decisione del divieto. Sulla decisione del Prefetto potrebbe aver pesato il pesante clima di contestazione che si respira a Taranto e a Lecce. Nella città ionica, nelle scorse settimane è avvenuta anche un'aggressione fisica ad alcuni calciatori, mentre a Lecce, dopo la fallimentare trasferta di Foggia, il clima non è dei più facili. Il Lecce deve conquistare i 3 punti per non lasciare nulla di intentato nella rincorsa al Foggia capolista, mentre il Taranto ha bisogno di punti per una salvezza che, dopo la sconfitta interna contro la Reggina, si sta complicando.

Girone C: una lotta per la salvezza sempre più calda, è una sfida fra siciliane 4 Aprile 12:30

A sorpresa nei discorsi relativi alla colonna destra della classifica si è inserito il Catania, ma la sensazione è che i rossazzurri con un paio di risultati positivi siano candidati a tornare a preoccuparsi di lottare per un posto nei play off. 40, come per gli etnei, sono anche i punti della Paganese che ha una partita in meno e con un paio di punti può pensare di iniziare a dormire sonni tranquilli. 37, invece, sono i punti del Messina che, però, da qui a breve dovrebbe ricevere una penalizzazione di due punti. Da quando, però, i peloritani hanno trovato tranquillità societaria, soprattutto tra le mura amiche hanno dimostrato di essere superiori alle concorrenti che lottano per non retrocedere e proprio per questo contro l'Akragas hanno la possibilità di chiudere i discorsi nel turno infrasettimanale. Restano sette squadre che dovranno aggiudicarsi i due posti che valgono la permanenza diretta. La formazione di Agrigento, dopo aver battuto il Siracusa, sogna un risultato positivo nel derby che si giocherà sullo Stretto per mantenere il vantaggio di due punti sul quintultimo posto. Uscire indenni da Messina rappresenterebbe un'ulteriore prova di forza in vista delle ultime cinque partite. Di un sola lunghezza, invece, è il vantaggio del Monopoli, ma i pugliesi hanno giocato un girone di ritorno disastroso e pochi giorni fa sono riusciti ad evitare una sconfitta devastante a Vibo. Contro il Cosenza dovranno fare necessariamente risultato. In zona play out impegno proibitivo per il Catanzaro che ospita la lanciatissima capolista Foggia. Gli uomini di Erra puntano a fare risultato, perché domenica sono attesi da un derby fratricida contro la Reggina che, invece, mercoledì pomeriggio è attesa da una partita delicatissima allo Jacovone di Taranto. I pugliesi temono le insidie che cela la sfida contro una squadra che non ha mai vinto in trasferta, ma che nel ritorno ha già conquistato 17 punti. Sfida tra disperate quella tra Melfi e Vibonese: chi perde rischia seriamente di finire direttamente in D, in caso di pareggio duelleranno fino alla fine per evitare la retrocessione diretta.

Weekend, il derby più combattuto lo ha vinto l'Akragas, di misura sul Siracusa 3 Aprile 12:35

Il derby siciliano si è concluso con il pubblico che canta "resteremo in Lega Pro". L’Akragas non si ferma più: battuto anche il Siracusa, conquistando la terza vittoria in quattro partite, che vale un posto fuori dai play out. La formazione biancazzurra, che solo un mese e mezzo fa sembrava rassegnata a una mesta retrocessione anche a causa della crisi societaria, si conferma la rivelazione dell’ultimo scorcio di stagione. Il Siracusa non è apparso appagato, ma non ha saputo reagire alla rete di Cocuzza, arrivata un po’ a sorpresa un quarto d’ora dopo l’intervallo. La partita, nel complesso, è stata equilibrata, ma l’Akragas ha legittimato la vittoria anche con due traverse.

Per il Forlì doppio impegno a Modena: il derby e la sfida salvezza 1 Aprile 09:45

Oggi il Forlì sarà impegnato in quel di Modena per la 32esima di Lega Pro: non solo un derby ma anche un importante scontro salvezza. Il tecnico dei forlivesi, Massimo Gadda, guarda una partita alla volta. Il mister dovrà fare a meno degli infortunati Tura, Tonelli, Tentoni e Franchetti. Davide Succi ha la febbre e non partirà con a squadra: “In attacco ci saranno quasi sicuramente Ponsat e Bardelloni, però abbiamo vinto giocando anche con Tonelli e un solo attaccante”. Pochi dubbi anche sul reparto difensivo, che risponde bene con entrambi i moduli utilizzati nella stagione: “Penso che giocheremo a quattro in difesa, però stiamo considerando anche la difesa a tre. Non è detto che con i quattro difensori i terzini siano meno offensivi, dipende da cosa gli chiedi. Abbiamo fatto bene sia con il 4-3-1-2 che con il 3-5-2. Il primo modulo è quello che riusciamo ad interpretare meglio”.

La sfida per restare in LegaPro è più viva che mai: "Modena, Mantova, Fano, Südtirol, ci stiamo giocando la salvezza con delle piazze importanti. Il Modena è diventata una squadra buonissima. Sono equilibrati, concedono poco e hanno dei giocatori importanti. Dobbiamo essere contenti e determinati. Ci stiamo giocando la salvezza diretta rimettendo in piedi una situazione difficilissima. Non dobbiamo dimenticare che a inizio stagione ci sembrava un bel traguardo arrivare penultimi e giocarci i Play Out. Il nostro andamento di adesso è normale. Stiamo pagando l’inizio di stagione, che non è stato nella norma”.

Derby ad Agrigento: all'andata Siracusa ha perso, ma oggi è un altra storia 30 Marzo 16:53

Klaric ha recuperato in casa Akragas, Cochis e Bramati non ancora e per il centrocampista le speranze di vederlo in campo domenica, nel derby siciliano contro il Siracusa, iniziano ad essere risicate. L’Akragas prosegue la marcia di avvicinamento alla sfida contro i “cugini” allenati da Andrea Sottil. La formazione aretusea ha già sfidato la squadra di Raffaele Di Napoli, ad agosto, in Coppa Italia, ma da allora è passata un’infinità d’acqua sotto i ponti. Il Siracusa, allora battuto tre a zero, ha invertito la marcia e fatto una stagione strepitosa da primi posti. L’Akragas, anche a causa dei problemi finanziari legati alla crisi societaria, sta facendo un campionato di grande sofferenza. Domenica in campo Akragas-Siracusa.

Francavilla-Taranto: il derby dopo la bufera - Gli altri 3 derby di giornata 29 Marzo 16:22

Oltre a Modena-Forlì, Pontedera-Prato e Akragas-Siracusa, il prossimo turno di Lega Pro ha in calendario un derby molto particolare, quello del ritorno al calcio del Taranto dopo l'aggressione dei tifosi e il rinvio della partita contro la Paganese. Dunque si avvicina il delicato derby tra Virtus Francavilla e Taranto. La squadra di Antonio Calabro, che ha ammesso di puntare alla promozione in Serie B, arriva dal pareggio ottenuto in un altro incrocio tutto pugliese contro il Monopoli e per la sfida in programma domenica alle 14.30 riavrà a disposizione M'Bala Nzola, che ha scontato il turno di squalifica inflitto dal Giudice sportivo. In casa rossoblù l'obiettivo è quello di tornare alla vittoria, dopo una settimana intensa e burrascosa: le scene di mercoledì scorso non sono finite nel dimenticatoio, ma i calciatori allenati da Ciullo cercheranno di riscattare a tutti i costi il 2-3 dell'andata. Allo stadio 'Giovanni Paolo II' di Francavilla si attende il pubblico delle grandi occasioni.

Il doppio derby dell'Arezzo: batte la Pistoiese e aggancia il Livorno 28 Marzo 13:11

L'Arezzo ha agguantato di nuovo il Livorno e il terzo posto. Vittoria sulla Pistoiese nel derby del lunedì sera per gli aretini, di misura: 1-0, a decidere tutto un gran gol di Davide Moscardelli al 7'. Di lì in poi, gara in discesa per i padroni di casa, nonostante nel finale gli ospiti abbiano sfiorato il pareggio. Con l'1-0 di Arezzo-Pistoiese, adesso, i ragazzi di Sottili sono a quota 56, a meno 4 punti dalla Cremonese seconda in classifica.

Penalizzazioni Pro e Dilettanti: 5 condanne e 3 proscioglimenti 27 Marzo 15:24

Penalizzazioni per cinque società di Lega Pro e una di Serie D: sono le decisioni del tribunale nazionale della Figc nell'ambito del processo sul calcio scommesse denominato Dirty Soccer. Cinque punti alla Vigor Lamezia, due punti al Santarcangelo e un punto per L'Aquila, Paganese e Pistoiese. Il tribunale ha invece prosciolto altri 3 club: Tuttocuoio San Miniato, Aurora Pro Patria e Vigontina San Paolo. Inoltre ha inflitto inibizioni e ammende a 18 tesserati all'epoca dei fatti.

Battuto il Bassano nel derby: riparte l'assalto del Padova al primo posto 27 Marzo 15:16

Vittoria sudata e preziosa per il Padova, che nel posticipo della 31esima giornata di Lega Pro ha piegato per 1-0 il Bassano nel derby all'Euganeo. I biancoscudati hanno rintuzzato così l'assalto del Parma al secondo posto, ma sopratutto si sono portati a meno 6 punti dal Venezia capolista, fermato sul pari nel pomeriggio dal Santarcangelo. Il Padova dunque continua a girare a mille nonostante una prova non scintillante, complice anche le tante assenze e un avversario tenace e ben messo in campo.

Nel primo tempo i biancoscudati hanno faticato a costruire gioco, subendo l'aggressività del Bassano. Gli ospiti sono andati vicinissimi al vantaggio in due occasioni a cavallo della mezz'ora, ma non sono stati fortunati. Prima Laurenti ha colpito l'incrocio con un bolide di destro dai 25 metri, quindi Minesso non è riuscito ad approfittare di uno scontro tra Cappelletti e Bindi in uscita, calciando a lato a porta vuota. Poi nella ripresa il gol decisivo di De Cenco al 20' minuto a favore del Padova.

Arezzo-Pistoiese: lunedì il derby con gli aretini che sognano la rivincita sugli arancioni 23 Marzo 19:03

Arezzo-Pistoiese sarà il posticipo della trentunesima giornata di Lega Pro Girone A 2016-2017, che si terrà lunedì 27 marzo 2017 alle ore 20:45, presso lo stadio Città d'Arezzo. Il derby toscano, molto sentito da entrambe le parti, avrebbe dovuto inizialmente giocarsi nella serata di sabato, sempre alle ore 20:45. Le due squadre, nel corso della storia, si sono scontrate ad Arezzo per ben 25 volte in campionato. Ammontano a tredici le vittorie da parte dei padroni di casa, contro le quattro arancioni. Otto, invece, sono i pareggi finora ottenuti in terra aretina. L'ultimo precedente è datato 16 aprile 2016: la partita terminò per 0-3 in favore degli arancioni, grazie alla rete di Mungo e alla doppietta di Colombo. In panchina, questa gara fu la prima di Valerio Bertotto come allenatore della Pistoiese.

Reggina, male il derby con la Vibonese: Zeman in discussione 22 Marzo 11:16

La Reggina, ma soprattutto l'ambiente amaranto, credevano e speravano che il derby contro la Vibonese potesse rappresentare il definitivo spartiacque tra una stagione ricca di difficoltà, dettate da un ripescaggio arrivato ad agosto inoltrato, e un finale da vivere di slancio, con un calendario che via via sarebbe potuto essere meno difficile avendo tanti scontri diretti in casa. La squadra dello Stretto, invece, si è riscoperta molto più debole di quanto si aspettasse e contro il fanalino di coda rossoblu ha offerto una prestazione, 1-1 in casa, che non è andata giù alla tifoseria che ha sottolineato con i fischi l'esibizione di Coralli e compagni. Non c'è stata una sola fase dalla gara in cui la Vibonese non abbia legittimato la propria leadership tecnica in campo e il pareggio sta molto stretto agli uomini di Campilongo che avrebbero strameritato la vittoria. Sul banco degli imputati è finito, come era normale che fosse, anche il tecnico Zeman che, negli ultimi tempi, sembra aver visto scendere l'indice di gradimento tra i tifosi amaranto. In tanti vorrebbero una scossa da dare attraverso un avvicendamento tecnico, ma la società non sembra essere sulla stessa lunghezza d'onda.

Lecce, dopo il derby perso a Foggia i tifosi volevano Cosmi ma resta Padalino 21 Marzo 11:08

La partita persa male nel derby con il Foggia è destinata a lasciare strascichi importanti nella stagione del Lecce, e non solo per quanto riguarda la situazione in classifica. Qualcosa nell’ambiente giallorosso sembra infatti essersi rotto, e già da ieri pomeriggio impazza, nel capoluogo salentino così come nei social, una vera e propria contestazione nei confronti del tecnico Pasquale Padalino, indicato come il principale colpevole del pesantissimo ko che rischia di compromettere l’annata del club di via Costardura. Ad esporsi sono stati anche gli Ultrà Lecce, la frangia più calorosa dei supporter giallorossi, i quali hanno chiesto alla società la testa dell’allenatore per mezzo di una serie di striscioni apparsi nei pressi dei giardini pubblici nel centro della città.

Ai tanti malumori della piazza, la società giallorossa ha subito replicato con una ferma decisione: Padalino è confermato, ed anzi non è mai stato in discussione. I vertici di Via Costadura hanno fatto subito quadrato attorno al tecnico, come si evince chiaramente dalle parole del postpartita del ds Meluso confermate poi dal comunicato stampa di ieri e da quanto trapela dagli uffici del Club. Fin dalle prime ore successive al derby perso 0-3 a Foggia, la tifoseria giallorossa inneggia però all’esonero del tecnico in favore di Luigi De Canio ma soprattutto di Serse Cosmi, indicato come l’uomo ideale per risollevare le speranze e il morale di una squadra forte sì, ma totalmente priva del carattere della big. Non è un caso che il tecnico ex Trapani sia l’oggetto del desiderio dell’ambiente, alla ricerca di un trascinatore.

Peccato, un derby Reggiana-Mantova senza gol è sempre un peccato 20 Marzo 11:50

La Reggiana ha faticato a creare occasioni, ma in tutto il derby sono state pochissime le reali occasioni da gol. Una per parte, in fondo. Al termine di un primo tempo anonimo, la Reggiana ha avuto un doppio sussulto prima dell’intervallo. Al 40′ Diaby ha colpito il palo rischiando l’autogol ai danni del Mantova, dopo una deviazione ravvicinata di Panizzi su cross di Genevier. Al 25′ della ripresa Regoli ha invece graziato la Reggiana mancando la deviazione vincente a un passo dalla porta.

Questa l’analisi dell’allenatore della Reggiana Leonardo Menichini: “Abbiamo fatto un’ottiua gara, senza concedere nulla. Ho pensato che avere due uomini rapidi in avanti potesse essere una carta importante da giocare contro la difesa del Mantova”. E dulla difesa a 5: “Dopo Macerata ho pensato che fosse giunto il momento di dare più solidità dietro”. In classifica la Reggiana scivola al quinto posto con 52 punti, dietro a Venezia (64), Padova (59), Parma (57) e Pordenone (54).

Playoff Lega Pro: un progetto, un modello, in crisi, possibili novità 18 Marzo 13:28

Gli ultimi risultati di Akragas, Melfi e Vibonese sembrano aver cancellato la prospettiva, ma non tutti sanno che per le squadre di bassa classifica esiste una possibilità, anche se minima, di ottenere la salvezza senza che il campionato abbia l'appendice dei play out. Dai tre gironi sono previste tre retrocessioni per ogni raggruppamento, in modo tale da lasciar spazio alle nove vincitrici dei gironi di Serie D. Non sussiste dubbio relativo al fatto che, in qualsiasi caso, l'ultima classificata retrocede direttamente tra i dilettanti.In maniera ordinaria si giocano due play out a girone: quartultima contro penultima e terzultima contro ultima. Dal doppio confronto vengono i nomi delle altre due squadre costrette a scendere di categoria.Esiste, tuttavia, una norma che può cancellare gli spareggi per evitare la retrocessione e che non viene molto considerata anche perchè di difficilissima realizzazione.Può retrocedere direttamente infatti anche la penultima qualora il distacco con la quintultima superi i dieci punti. Ad oggi le quattro lunghezze di ritardo del Melfi impongono di pensare che si tratti di un orizzonte molto difficile.+Almeno, in linea teorica, potrebbe saltare anche il secondo play out relegando alla retrocessione anche la terzultima qualora il distacco con la quartultima sia superiore a cinque punti.Anche, in questo caso, gli ultimi risultati dell'Akragas hanno addirittura portato ad annullare il gap con Catanzaro e Reggina. All'orizzonte per la lotta salvezza c'è una domenica chiave. Messina-Taranto è uno scontro che potrebbe segnare il destino delle due formazioni con i peloritani che dovranno confermare la loro grande tradizione casalinga, sapendo che, nelle prossime settimane, arriverà una penalizzazione per via di alcune inadempienze della precedente gestione societaria.Catanzaro-Monopoli è un'altra sfida che darà la misura dello stato di salute delle due formazioni in vista del rush finale e, essendo anch'esso uno scontro diretto, si tratterà di una partita che potrà fare la differenza.Altra gara da brividi quella che la Vibonese andrà a giocare a Reggio Calabria dove troverà una Reggina che, in questa stagione, non ha mai trovato continuità. L'Akragas riceve la visita del Matera, mentre il Melfi affronta a domicilio la Virtus Francavilla

Derby a Reggio Emilia: il capitano del Mantova suona la carica 16 Marzo 15:39

Gaetano Caridi, capitano del Mantova, torna a disposizione e suona la carica in vista del derby di domenica pomeriggio sul campo della Reggiana: "È stata dura star fuori - ha confessato -, a guardare le partite da fuori si soffre molto di più. Sono dispiaciuto per quella squalifica presa per proteste, uno della mia esperienza non deve commettere certi errori. Il fatto è che nel finale di gara ero annebbiato dalla fatica, l’arbitro ci ha messo un po’ del suo... Ed ecco spiegato il patatrac. Ma devo migliorare, ne sono conscio. Per fortuna la squadra ha fatto benissimo senza di me: l’ho vista compatta, aggressiva nei momenti giusti, capace di tradurre in campo tutto ciò che prova in settimana". Qualità, queste, che serviranno anche domenica al “Città del Tricolore”: "Ci aspetta una partita ancora più difficile di quella giocata contro il Parma. Loro hanno una rosa costruita per vincere, dovremo metterli sotto sul piano del ritmo oppure ci troveremo in difficoltà. Andremo come sempre a giocarci la gara, con umiltà ma anche decisi a sfruttare le nostre qualità. E con un pizzico di fiducia in più visti gli ultimi risultati".

Record di pubblico per Foggia-Lecce: in palio una fetta di Serie B 15 Marzo 13:50

Dopo la vittoria del Foggia in terra barese contro il Monopoli, è iniziata la settimana più calda per le due regine del girone C di Lega Pro. Il Foggia avanti di un punto sui cugini salentini, potrà giocare per due risultati su tre e, tra l'altro tra le mure amiche dello Zaccheria. L'attesa per il derby che potrebbe valere un campionato, è frenetica e, tanto a Foggia quanto nel Salento, è iniziata la caccia al tagliando. E' partita la vendita online dei tagliandi e in un'ora ne sono stati polverizzati oltre un migliaio. E anche a #lecce, sono più di 100 i posti prenotati sui pullman. Il presidente del Foggia Lucio Fares durante l'intervallo della partita col Monopoli, intervistato da Rai Sport, in relazione al big match contro il Lecce aveva già annunciato che è "Allo Zaccheria ci sarà il tutto esaurito e chiederemo anche l’ampliamento. Penso che si potrebbe arrivare a 18 o 19mila spettatori. Bello che siano due squadre pugliesi a contendersi il campionato".

Se sarà concesso l'ampliamento è scontato quindi che si possa arrivare a 17/18 mila tifosi foggiani ai quali aggiungere almeno un migliaio di tifosi giallorossi. La cornice dello Zaccheria quindi, sarà straordinaria, davanti a quasi 20.000 spettatori si giocherà una partita fondamentale per entrambe le squadre. È molto probabile che si superi anche il record di spettatori stagionale di Lega Pro, detenuto dal via del Mare sempre per. Lecce - Foggia. Nella gara d'andata lo stadio del capoluogo salentino ospitò ben 17.254 tifosi.

Girone B e Girone C: saltano due panchine, SudTirol e Juve Stabia 14 Marzo 16:17

Dopo un grande girone di andata qualcosa si è rotto e la Juve Stabia ha perso terreno nei confronti delle migliori due squadre del campionato che ormai si giocano la promozione diretta in una lotta a due. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la sconfitta casalinga rimediata contro la Paganese. Ecco quindi il comunicato apparso sul sito ufficiale: "S.S.Juve Stabia rende noto che il tecnico Gaetano Fontana è stato sollevato dall’incarico di allenatore della prima squadra.Nel contempo si rende noto che Marco Giglio e Giuseppe Trepiccione sono stati rimossi dagli incarichi rispettivamente di allenatore dei portieri e preparatore atletico. Al mister Fontana ed al suo staff vanno i ringraziamenti per il proficuo lavoro svolto in questa fase della stagione e gli auguri di un futuro sempre più ricco di soddisfazioni personali e professionali.S.S.Juve Stabia".

La stessa scelta, nel Girone B, l'ha fatta il Südtirol che ha optato per il licenziamento del tecnico William Viali, dopo le tre sconfitte consecutive rimediate. Erano ormai solo tre i punti di vantaggio sulla zona play out.

Il Foggia vince a Monopoli nel derby pugliese e torna in testa alla classifica 14 Marzo 16:12

Il Foggia si è ripreso la vetta del campionato di Lega Pro girone C vincendo 0-2 contro il Monopoli. I Satanelli hanno trovato il vantaggio al minuto 11 grazie a Chiricò: splendida l'azione di ripartenza orchestrata dagli ospiti, con Di Piazza che, lanciato da Agnelli, serve Chiricò abile nel mettere a sedere Cikos e di liberarsi della pressione di Mercadante prima di insaccare alle spalle di Furlan con il sinistro. La rete del definitivo 0-2 è arrivata sempre nella prima frazione di gioco, precisamente al 41': ancora una volta i giocatori di mister Stroppa sono abilissimi in contropiede con Di Piazza che però questa volta sbaglia il controllo trovando la reazione di Furlan che smanaccia il pallone, tuttavia Agnelli che irrompe nell'azione e viene steso da Mercadante con il Sig. Perotti di Legnano che decreta la massima punizione. Sul dischetto si presenta Mazzeo che è abile ad insaccare di testa la ribattuta di Furlan, inizialmente abilissimo ad intuire l'angolato tiro del numero 19. Il Foggia Calcio si riprende la vetta della classifica riportandosi a +1 sul Lecce ed allungando a quattro la serie di vittorie consecutive dopo quelle ottenute contro Matera, Akragas e Juve Stabia.

Arezzo di giustezza e di misura nel derby contro il Livorno 13 Marzo 12:44

Con il Giana Erminio che aveva vinto nel pomeriggio, Livorno e Arezzo avevano ormai un solo punto di vantaggio sulla quinta in classifica. L’Arezzo padrone di casa aveva solo la vittoria, un solo risultato per distanziare Livorno, Giana e anche il Piacenza.

ecco perchè il derby Arezzo-Livorno è stata una sfida molto bloccata, per via di scelte tattiche giuste da entrambe le parti, ma gli amaranto aretini hanno dalla loro Moscardelli, che oltre a tirare la carretta segna a ripetizione (e sono tredici), stavolta con un gol da fuoriclasse vero, uno di quelli che fanno innamorare i suoi fan. Moscardelli ha saltato due avversari a centrocampo prima di guardare il portiere e tirare da trenta metri una sorta di pallonetto lungo (volontario, le immagini lo chiariscono bene) che ha scavalcato al sette l’incolpevole Mazzoni e si è insaccato proprio dove il portiere labronico non poteva arrivare. Un gol speciale che in categoria solo Moscardelli può fare. Poi i compagni sono stati bravi, insieme a lui, a bloccare ogni possibile iniziativa livornese. e' così che l'Arezzo adesso è terzo, con tre punti di vantaggio sul Livorno e quattro sul Giana.

L'Ancona perde il derby con il Fano e i tifosi aggrediscono la squadra 10 Marzo 13:08

Ennesimo episodio di violenza nei confronti di tesserati di una società professionistica. E' accaduto ad Ancona, squadra che milita nel campionato di Lega Pro. Secondo l'Assocalciatori, "dopo giorni di tensione, alcuni 'tifosi' si sono introdotti nel campo d'allenamento, aggredendo fisicamente e verbalmente l'allenatore, ma anche alcuni giocatori". "E' il momento di dire basta - scrive l'Aic, in un comunicato - a simili intimidazioni nei confronti di calciatori, la cui unica colpa è quella di non avere ottenuto buoni risultati sul campo, questo ancor più nel caso di Ancona, dove la squadra è stata lasciata in ostaggio alle frange violente del tifo. Inoltre la totale assenza della società e l'incertezza sul pagamento degli stipendi sta costringendo la squadra ad autotassarsi". L'Ancona attualmente si trova al 18/o e terz'ultimo posto in campionato ed è reduce da uno 0-2 interno contro il Fano. L'Aic si dice "vicina a tutti i calciatori dell'Ancona e a tutti i tesserati".

Il derby vinto dal Francavilla spiana la strada al Foggia 6 Marzo 14:55

Il Foggia ha sfruttato appieno il passo falso del Lecce (battuto 2-1 nel pomeriggio dalla Virtus Francavilla) e si riporta al primo posto in classifica nel campionato di Lega Pro girone C battendo per 1-0 la Juve Stabia grazie al gol sul rigore da Mazzeo. La Juve Stabia ha subito la sesta sconfitta esterna in questo Campionato e viene distaccata dai "Satanelli" pugliesi di ben dieci punti.

Il tabellino del match

Foggia Calcio - Juve Stabia 1-0

Rete: 44' rig. Mazzeo (Fog)

Foggia Calcio (4-3-3): 1 Guarna; 6 Loiacono, 14 Martinelli, 21 Coletti, 3 Rubin; 15 Agazzi, 5 Vacca, 18 Deli (dal 72', 25 Gerbo); 10 Sarno (dal 79', 4 Agnelli), 19 Mazzeo (dal 69', 11 Sainz-Maza), 9 Di Piazza. A disposizione: 22 Sànchez, 12 Tucci, 3 Figliomeni, 7 Chiricò, 13 Empereur, 16 Sicurella, 17 Dinielli, 20 Pompilio, 30 Faber Chevalier. Allenatore: Sig. Giovanni Stroppa

Juve Stabia (3-5-2): 22 Russo; 5 Atanasov, 18 Morero, 6 Santacroce (dal 59', 3 Liviero); 2 Cancellotti, 19 Izzillo, 4 Capodaglio, 24 Mastalli (dal 59', 10 Marotta), 23 Lisi (dal 78', 33 Cutolo); 35 Paponi, 7 Kanoute. A disposizione: 1 Bacci, 8 Matute, 11 Manari, 14 Giron, 17 Salvi, 20 Allievi, 21 Esposito, 27 Rosafio, 29 Ripa. Allenatore: Sig. Gaetano Fontana

In arrivo l'attesissimo derby fra Francavilla e Lecce 3 Marzo 18:14

All'andata il derby tutto salentino fu vinto, in casa dal Lecce con tre reti tutte siglate dall'attaccante calabrese Giuseppe Torromino.

In quella circostanza il Lecce balzò al primo posto in classifica con tre punti di distanza dal Foggia grazie alla sconfitta dei foggiani rimediata a Castellammare di Stabia dove i diavoli incassarono quattro reti, mentre la Virtus Francavilla manteneva una posizione di classifica tale da non macchiare quello che fino a quel punto aveva fatto. Ora la situazione per la Virtus Francavilla sembra essere cambiata, ed in meglio. Infatti una ipotetica vittoria porterebbe gli uomini di Nicola Antonio Calabro saldamente in quinta posizione in classifica con 48 punti. Il Lecce, come per la partita giocata nell'andata, è sempre prima con due punti di scarto sempre seguito dal Foggia di Giovanni Stroppa. Lo stadio di Francavilla, il Giovanni Paolo II, può contenere al massimo 2000 spettatori: ormai lo stadio è sold out dato che già da martedì 28 febbraio i biglietti per i tifosi giallorossi erano finiti. 500 i tagliandi staccati per l'occasione. Anche il Virtus Francavilla si è mossa per far seguire l'attesissimo derby a più persone possibile. Infatti centinaia di tifosi hanno scritto, sia alla società biancoceleste che agli organi preposti, delle lettere per poter assistere in chiaro su un emittente regionale, locale o sulla tv di Stato la partita di domenica.

Foggia-Lecce: la lunga volata in vista del derby di Marzo 2 Marzo 14:34

Il countdown è iniziato. Foggia e Lecce iniziano a duellare a distanza in attesa del derby che si disputerà a Foggia il 19 marzo. Messe a distanza di sicurezza Matera e Juve Stabia, le due pugliesi sono pronte a contendersi il primo posto del girone C

Il Lecce sarà ospite a Francavilla contro la Virtus. Nel piccolo impianto 'Giovanni Paolo II' che può ospitare 2.000 tifosi ci saranno ben 500 leccesi. Lo stadio è il più piccolo della Lega Pro e ne è stato concesso l'utilizzo in deroga solo per questo campionato. Il ds dei biancazzurri Stefano Trinchera si è scusato coi tifosi che non riusciranno ad assistere al derby.Il ds originario di Lecce e l'anno scorso ds proprio dei salentini, sul suo derby personale ha aggiunto: "tengo alla mia città, ma siamo professionisti e domenica daremo il massimo".

Il Foggia invece ospita la Juve Stabia che, dopo un periodo negativo si ritrova ora lontana dai giochi per il primo posto. Le vespe hanno a disposizione un solo risultato per provare a riavvicinarsi alla vetta: la vittoria. I campani giocheranno un uno 'Zaccheria' che va verso il sold out, i 13.000 posti a disposizione infatti sono stati quasi tutti venduti.

La Robur Siena arriva a pezzi al derby di sabato sul campo del Livorno 1 Marzo 17:27

Brutte notizie all'inizio della settimana che porta al derby di Livorno per il Siena: lesione di secondo grado al bicipite rimediata sabato contro la Racing da Alessio Campagnacci che sarà costretto a rimanere fuori dai 45 ai 50 giorni, stagione praticamente finita. Non saranno della partita, sabato sera a Livorno, neanche Freddi e Bordi, alle prese con una fascite plantare (che sarà valutata nei prossimi giorni) il primo e con una contrattura all’adduttore sinistro, il secondo. Qualche speranza c’è semmai per Gentile che contro la Racing Roma ha rimediato una lieve distrazione al gemello mediale sinistro ed è tenuto in stretta osservazione per un recupero lampo. La società bianconera, alla luce delle sei sconfitte in sette partite, rimediate dall’inizio del 2017, e perché la squadra trovi la giusta concentrazione, in vista di un derby difficile e sentito come quello di Livorno,

Ad arbitrare Livorno-Siena, sabato, sarà Antonello Balice della sezione di Termoli. Gli assistenti Michele Lombardi di Brescia e Fabrizio Lombardo di Sesto San Giovanni.

Tommasi, l'Assocalciatori vicina a 2 giocatori del Matera 27 Febbraio 16:26

L'Aic (l'Associazione italiana calciatori) esprime "totale solidarietà ai calciatori Marino Bifulco e Mirko Carretta del Matera, vittime di una vile aggressione, da parte di un gruppo di 'tifosi', dopo la sconfitta subìta con il Siracusa. Un atto gravissimo - ha scritto il sindacato guidato da Damiano Tommasi - che, purtroppo, si va ad aggiungere alla lunga lista di casi di intimidazioni e violenza nei confronti di tesserati evidenziata nel rapporto "Calciatori sotto tiro" redatto annualmente dall'Associazione. Tutto il movimento calcistico si deve sentire colpito da questa pessima e intollerabile abitudine - ha commentato Tommasi - Poche settimane fa il presidente Sebastiani e ora i calciatori. Il risultato sportivo non deve in nessun modo giustificare minacce, violenze e intimidazioni. Nessuno si deve sentire escluso da questa battaglia culturale che ogni appassionato e addetto ai lavori deve condividere. Non è normale e non dobbiamo aspettare i tragici eventi per dire basta non solo a parole".

Girone C: è un grande momento per le pugliesi Lecce e Foggia 27 Febbraio 16:19

Nelle ultime 7 gare Lecce e Foggia hanno fatto 18 punti. Un solo passaggio a vuoto per le due pugliesi: il Lecce è stato battuto dalla Casertana in casa per 1-0, mentre il Foggia ha perso il derby pugliese in casa del Taranto per 2-0. A parte questi passi falsi le prime della classe si sono messe davvero a correre in attesa del 19 Marzo, quando alla 30esima giornata si scontreranno allo Zaccheria in quella che potrebbe essere la partita decisiva del campionato. E in questa corsa si sono attardate le altre due squadre che fino a Natale sembravano poter battagliare fino alla fine per la conquista diretta della Serie B. Dal canto suo la Juve Stabia sta faticosamente uscendo da un periodo non buono, dalla 22esima alla 25esima giornata le vespe hanno collezionato solo due punti perdendo contatto con la vetta. Poi il ritorno alla vittoria in casa della Vibonese ha fatto ben sperare, ma il rocambolesco pareggio di sabato contro la Reggina, ha nuovamente messo in discussione la reale possibilità di ambire al primo posto. 49 i punti dei campani, lontani 9 lunghezze dal Lecce capolista a 58, seguito dal Foggia a 56. Diverso il discorso del Matera. I lucani dopo un periodo d'oro durato 9 gare in cui hanno conquistato addirittura 23 punti su 27 disponibili, hanno dovuto incassare 4 sconfitte consecutive: Catania, Virtus Francavilla e Foggia hanno steso i biancoazzuri, ma a bruciare è soprattutto l'ultimo ko interno contro il Siracusa che con un secco 0-4 ha regolato il Matera fermo a 48 punti. La contestazione è partita violenta e forse anche ingiustificata. Le sconfitte, a parte l'ultima, sono arrivate, su degli episodi contro squadre in forma e comunque di prima fascia. Ma i tifosi spesso non conoscono ragioni, così, oltre alla contestazione allo stadio si è sconfinato in un'aggressione avvenuta domenica, ai danni di Carretta e Bifulco. Soprattutto Bifulco, dopo aver incassato insulti verbali, ha subito un'aggressione fisica davanti a moglie e figlia.

Ancora Sicilia e ancora derby: è in arrivo Messina-Catania 24 Febbraio 13:50

di Carmelo Catania

È nuovamente tempo di derby in Sicilia, nel campionato di Lega Pro - Girone C. A sfidarsi due delle tre squadre nobili della Sicilia, il Messina e il Catania. Un derby che fino a qualche anno fa si disputava in Serie A.

E proprio alcuni dei vecchi protagonisti di quei derby, come Parisi, Zampagna e Corona, hanno partecipato all’iniziativa della società giallorossa che ha lanciato l’hashtag e la campagna #iocisono. L’obbiettivo è portare allo Stadio ben 10 mila spettatori, sfruttando anche il momento societario con l’imminente passaggio societario che vedrà Franco Proto nuovo proprietario.

Per quanto riguarda gli etnei, dopo il ko contro l’Akragas e il cambio Rigoli-Petrone in panchina, è arrivato un deludente pareggio contro il Taranto che adesso mette a rischio l’accesso ai play-off. Il Catania non può più sbagliare se non vuole uscire dalla top-ten.

In settimana però è arrivata anche una bella vittoria in amichevole contro la squadra cinese allenata da Fabio Cannavaro e che ha visto protagonisti giocatori come Pato e Witsel. A decidere l’amichevole l’attaccante rossoblù Pozzebon, passato proprio dal Messina al Catania nell’ultimo mercato invernale. L’attaccante andò a segno per il Messina nella partita di andata terminata 3-1 per il Catania.

Obbiettivi diversi, i play-off per il Catania e la salvezza per il Messina. Entrambe non possono sbagliare. Appuntamento a domenica 26 settembre alle ore 14.30. L’entusiasmo cresce…

In testa ai tre gironi: il punto dopo 26 giornate di Campionato 23 Febbraio 15:55

In Lega Pro siamo ormai alla 26a giornata, manca poco meno di un terzo alla fine del campionato e nei tre gironi si iniziano a delineare le contendenti al primo posto finale, che darà l'acceso diretto al prossimo campionato di Serie B. Nel girone A l'Alessandria ha fatto il vuoto e guida con 56 punti. Seguono la Cremonese a 50 e la coppia Livorno-Arezzo a 49. Il girone B è un po' più equilibrato: al comando il Venezia con 55 punti che stacca di tre lunghezze il Parma. Terza piazza per il Padova a 49 e quarta la Reggiana a 47. Bagarre nel girone C, che appare il più equilibrato anche per i continui cambi in testa alla classifica. Ora a guidare c'è il Lecce con 55 davanti ai cugini pugliesi del Foggia due punti più giù. Terzo e quarto posto per Matera e Juve Stabia rispettivamente a 49 e 48 punti.

Il nuovo Messina riparte dal derby contro il Catania 21 Febbraio 15:34

Si è presentata stamattina nella sala stampa di Messina la nuova proprietà del club peloritano che sfiderà il Catania domenica. Il presidente del club giallorosso, Franco Proto, ha così raccontato le emozioni del derby: “Uno scherzo del destino forse cominciare con il derby contro il Catania, ma una partita da affrontare come tutte le altre. Odio le lamentele, sono una persona estremamente positiva: ci renderemo ingegneri del pensiero per questa città“. La parola è traghettata poi anche al nuovo DG Lello Manfredi: “A differenza dello scorso anno non voglio indicare un obiettivo in particolare per il derby, punteremo alla riapertura della Tribuna B per non lasciare nulla al caso. Metteremo a disposizione dei tifosi catanesi duemila biglietti: spero di assistere ad una grande festa di sport”

Girone C: alternanza in testa - Girone B: solo Alessandria - Girone B: la risalita del Parma 20 Febbraio 13:58

6 volte il Lecce, 4 la Juve Stabia, 3 il Foggia e una il Matera: sono le giornate in cui le 4 regine del girone C di #Lega Pro sono state capoliste solitarie dopo le prime 26 gare. Proprio il Lecce, in vetta da due turni guida anche questa classifica. I salentini si sono trovati a guidare il loro girone dopo la nona giornata, dopo la quindicesima, dalla 17esima alla 18esima e, appunto nelle ultime due giornate. La Juve Stabia si è trovata in vetta per 3 turni consecutivi dalla 11esima alla 13esima e dopo la 16esima. Le vespe sono l'unica squadra, per ora, ad essere rimasti in testa per tre volte di seguito. Le 3 volte del Foggia si sono consumate dalla quinta alla sesta e dopo la 24esima. Al termine della 20esima giornata è stata l'unica settimana in cui a guardare tutti dall'alto verso il basso è stata il Matera.

Una classifica che rispecchia il grande equilibrio che regna nel girone meridionale. Nel girone A, ad esempio l'Alessandria è in vetta solitaria dalla terza giornata, ben lontana da Livorno, Arezzo e Cremonese. E anche nel girone B, dopo un iniziale periodo di incertezza, si è insidiato al comando da ormai 9 turni il Venezia, che comunque deve guardarsi dal tentativo di recupero del solo Parma.

Viterbese-Lupa Roma: tutte le grandi manovre pre-derby 17 Febbraio 18:43

A poco più di quarantotto ore dall’inizio del derby con la Lupa Roma, la Viterbese deve ancora sciogliere qualche nodo, mister Pagliari lascia intendere che qualche scelta sullo schieramento iniziale di domenica si riserva di farla solo all’ultimo minuto.

Una avversaria, la Lupa Roma, che sarà bene non sottovalutare limitandosi a guardare con superficialità la sua carente classifica che la vede in piena lotta per la salvezza. E’ vero che sabato scorso la squadra allenata da David Di Michele ha perso, in casa, il derby con il Racing, ma è altrettanto vero che questa squadra aveva appena messo in fila sei risultati utili consecutivi (tre vittorie e tre pareggi), vincendo ad Olbia, battendo Siena e Carrarese, pareggiando con Piacenza e in trasferta con Tuttocuoio e Pistoiese.

I precedenti in gare di campionato, nel derby regionale tra Viterbese e Lupa sono 5 e finora si è trattato di una sola vittoria dei gialloblu, di un pareggio e di tre successi dei romani. La squadra gialloblu è quindi riuscita a spuntarla in una unica occasione ed è accaduto nella gara di andata della stagione in corso. La data quella del 2 ottobre scorso, il campo quello di Tivoli, 0-1 il risultato finale grazie al gol realizzato da Sforzini al terzo ed ultimo minuto di recupero del primo tempo.

Politica sportiva: tutta la Lega Pro appoggia Andrea Abodi 16 Febbraio 16:33

Con 55 voti favorevoli su 57 (astenute FeralpiSalò e Livorno), l'assemblea delle società di Lega Pro ha votato a favore della candidatura di Andrea Abodi al vertice della Figc, proposta dal presidente Gabriele Gravina. All'assemblea, durata due ore, è intervenuto anche lo stesso Abodi: "Da oggi partirà lo stalking elettorale - ha detto Gravina - ma siamo ben vaccinati: sappiamo benissimo quali sono i punti di caduta finali di certi atteggiamenti. Abbiamo alimentato anticorpi tali da poter rimandare al mittente tutto questo, siamo già immunizzati".

Pareggio a Cosenza nel derby, intanto ad Ancona arriva un nuovo tecnico 14 Febbraio 11:50

di Emanuele Colangeli

Ieri Cosenza-Reggina 2-2. Ma ad Ancona, torna il tandem Di Nicola-Pagliari. La compagine marchigiana dell'Ancona ha infatti ufficializzato nella mattinata di oggi l'insediamento in panchina del mister di Tolentino. Il tecnico era rimasto senza squadra dopo il triste epilogo avvenuto con L'Aquila Calcio ormai tre stagioni orsono. Si ripropone dunque un'accoppiata che in terra abruzzese e precisamente con i colori rossoblu' si era resa, salvo l'inizio 14-15 più che vincente portando in dote ai colori aquilani dapprima la storica promozione dalla C-2 alla C-1 nel 2012-2013 con Pagliari subentrato a Maurizio Ianni a stagione in corso e nel 2013-14 con il quarto di finale play off valevole per la promozione in B dove a fermare il sogno della premiata ditta fu solo un colpo di testa di Goldaniga a pochi spiccioli dalla fine di una partita in cui i padroni di casa avevano letteralmente dominato un avversario pluridecorato per la categoria senza però trovare la via del gol. Insomma vedendo questi risultanti i tifosi marchigiani possono davvero sognare e considerati i curriculum vincenti di questi due personaggi che hanno dato tanto al mondo del calcio di Lega Pro, ha avrebbero ben d'onde.

Derby della Calabria: come ci arrivano Cosenza e Reggina 13 Febbraio 11:23

Una gara che vale davvero sei punti, soprattutto per la Reggina. Gli uomini di Karel Zeman, dati i risultati della giornata corrente, che hanno visto vincere l'Akragas, la Vibonese, il Messina e il Taranto, hanno l'obbligo di non perdere al "San Vito", sul campo del Cosenza che può respirare, visto che la situazione in classifica lo permette. Il Cosenza giunge al derby da una vittoria ed un pareggio, rispettivamente contro Melfi e Vibonese. I rossoblù si trovano in una situazione di classifica molto tranquilla, occupano infatti il sesto posto con un bottino di 37 punti. Il vero punto di forza è la difesa: sono soltanto 26 le reti subite; quelle fatte 34. La Reggina giunge al "San Vito" dopo il pareggio interno contro il Monopoli e dalla sconfitta esterna contro il Catania, ma il clima è abbastanza positivo, in quanto le ultime prestazioni fanno ben sperare per l'inseguimento della salvezza. Se si guardano le statistiche, però, si nota che gli amaranto sono una delle squadre che oltre a subire tanto, è tra quelle che segna meno: le reti all'attivo sono 22, quelle al passivo: 35.

Taranto-Foggia 2-0, ok Ciullo allo Iacovone: parte il processo a Stroppa 11 Febbraio 16:44

Sconfitta meritata dei rossoneri e addio al primo posto, Lecce vittorioso contro il Siracusa. Il Foggia è stato davvero irriconoscibile nel derby contro un coriaceo Taranto messo in campo dal nuovo tecnico Ciullo. Il tabellino.

TARANTO: Maurantonio, De Giorgi, Pambianchi, Paolucci, Magnaghi (85′ Cobelli), Altobello, Lo Sicco, Maiorano, Viola (73′ Potenza), Guadalupi (81′ Pirrone), Magri. A disposizione: Pizzaleo, Potenza, Sampietro, Corbelli, De Salve, Russo, Benedetti, Pirrone, Emmausso, Di Nicola, Contini, Cecconello. Allenatore: Ciullo

FOGGIA: Guarna, Loiacono, Coletti, Martinelli, Rubin (46′ Gerbo), Agazzi, Vacca, Deli, Chiricò (57′ Di Piazza), Mazzeo, Sarno.

A disposizione: Tucci, Figliomeni, Agnelli, Di Piazza, Sainz-Maza, Sicurella, Dinielli, Pompilio, Sanchez, Martino, Gerbo, Pertosa.

Allenatore: Stroppa

Arbitro: Francesco Guccini di Albano Laziale

Reti: 58′ Magnaghi (T), 82′ De Giorgi (T)

Ammoniti: 42′ Chiricò (F), 85′ Maurantonio (T), 86′ Magri (T)

Lega Pro, 25' giornata: è davvero il grande weekend dei derby 11 Febbraio 12:07

C'è tanta storia, nella 25' giornata del girone del nord-est di Lega Pro. Spicca il derby del Po: dopo la vittoria a Cremona dell'andata, il Piacenza cerca il bis per guadagnare ulteriore terreno. Mentre la Cremonese vorrebbe sia vendicarsi che tallonare l'Arezzo; a sua volta, gli amaranto sono impegnati in quello che comunque un derby, seppur meno storico, contro la Lucchese. Derby laziale, in coda, tra Lupa Roma e Racing Club Roma. Nel Girone C, invece, derby pugliese per il Foggia capolista, in quello che non è un testacoda ma poco ci manca: i rossoneri saranno infatti impegnati sul campo del Taranto terzultimo. Il Catania ha il confronto tutto siciliano contro l'Akragas. Tante le sfide infra-regionali: c'è anche Cosenza-Reggina.

Qui Akragas, arriva il Catania: l'aria di derby torna in Sicilia 10 Febbraio 13:08

di Carmelo Catania

Lega pro, primo derby siciliano del 2017. Dopo quasi due mesi di astinenza, in Sicilia si torna a respirare aria di derby. Parliamo ovviamente del girone C di Lega Pro che vede protagoniste ben quattro formazioni siciliane. Domenica12 febbraio ad Agrigento, saranno Akragas e Catania a sfidarsi nel primo derby del 2017.

Gli etnei arrivano dalla vittoria sul Matera e vivono attualmente un ottimo momento di forma, con la classifica che nonostante i 7 punti di penalizzazione, vede i rossazzurri in piena lotta play-off. Gli agrigentini invece sono alla disperata ricerca di punti salvezza, utili per uscire dalla zona play-out. Ma non solo, le ultime vicende societarie non lasciano tranquilli i tifosi che hanno visto ulteriormente indebolirsi la propria squadra.

Per questo derby la società ha pensato bene di abbassare i prezzi dei biglietti in modo da coinvolgere il maggior numero di tifosi. Si va dai 40 euro per la tribuna vip ai 5 euro della curva. Il settore ospiti va invece per il tutto esaurito con i tifosi catanesi pronti a sostenere la propria squadra. In città comunque c’è grande attesa, sia per il grande blasone dell’avversario che per il ritorno del tanto amato ex allenatore Pino Rigoli, oggi tecnico degli etnei. All’andata furono proprio gli agrigentini a prevalere per 1-0. Appuntamento a domenica 12 febbraio alle 14.30.

Il Cosenza si sente favorito nel prossimo derby, in casa, contro la Reggina 8 Febbraio 14:52

Nel panorama del calcio calabrese, alle spalle del Crotone, scalpita un Cosenza voglioso di ritrovare i fasti degli anni novanta.

La formazione silana da anni spera di lottare per il salto di categoria, ma trova spesso sulla sua strada ci sono avversari che spendono fior di milioni di euro. In compenso, però, non è mai in discussione la leadership regionale. Il trionfo di Catanzaro all’esordio è stato la ciliegina sulla torta, ma adesso è il momento di mettere a Cosenza vorrebbero puntini sulle i anche contro l’altro rivale storico: la Reggina. I rossoblu all’andata giocarono una partita attenta al Granillo finita 0-0, contro una squadra di Zeman che, all’epoca, andava a mille. Oggi la formazione dello Stretto è una squadra vulnerabile, che si concede diverse amnesie difensive e che, soprattutto, fa fatica a segnare e a tirare verso la porta. Potrebbe bastare un gol, grazie alla grande difesa cosentina, per aver ragione degli amaranto.

Derby Taranto-Foggia: il nuovo tecnico vuole lottare duro per 90 minuti 8 Febbraio 14:49

Taranto-Foggia, la settimana del derby. A Taranto è iniziata con la presentazione del nuovo allenatore rossoblù, ovvero Salvatore Ciullo: "Cercheremo di arrivare all’obiettivo in tutti i modi. Il gruppo deve lottare fino al 95 minuto e uscire con la maglia sudata. Ricetta per la salvezza? Il mercato è chiuso, ho sposato una causa da vincere con questa squadra. Ai ragazzi ho detto: giusto prendere i fischi quando va male. Ma quando da tutto il tifoso vedrà il massimo impegno. Voglio una squadra di lottatori. Antonio Conte? Mi ha fatto un in bocca al lupo dicendomi dopo anni vai veramente al Taranto. Foggia? Gran parte della squadra l’ho già affrontata e si è ulteriormente rinforzata. Dobbiamo giocare la nostra partita, dare il massimo poi si vedrà”.

Emergenza salvezza Taranto: il nuovo tecnico è Salvatore Ciullo 6 Febbraio 15:43

Dopo le dimissioni in blocco dell'intero staff tecnico (De Gennaro, Prosperi, Gagliano, Gallo e Bruno), il Taranto ha ufficializzato il nuovo allenatore: si tratta di Salvatore Ciullo, ex Juve Stabia, Brindisi, Melfi e Martina Franca. Toccherà a lui centrare la missione salvezza nel girone C di Lega Pro. Al momento il Taranto è in zona playout e non vince da sei turni. Questa la nota ufficiale: "Il Taranto FC 1927 comunica di aver affidato l’incarico di allenatore della prima squadra al Sig. Salvatore Ciullo. Il mister sarà coadiuvato dai Sigg. La Mazza Giovanni e Maggio Gianfranco. Il neo tecnico rossoblù dirigerà il primo allenamento nel pomeriggio e sarà presentato alla stampa martedì 7 febbraio alle ore 17.00 nella sala stampa dello stadio Erasmo Iacovone”.

Il derby a Reggio: decide Carlini, Reggiana in trionfo sul Modena 6 Febbraio 12:57

Un eurogol di Carlini ha fatto godere la Reggiana nel derby. Un derby, quello contro il Modena, che a Reggio mancava da 16 anni (l’ultimo è stato uno 0-0 nel marzo 2001). I granata piegano al Mapei i canarini (dell’ex Nolè, fischiato dal pubblico) col minimo scarto, grazie a una rovesciata ad inizio ripresa, dopo un salvataggio sulla linea di Fautario, che aveva disinnescato un’incornata a botta sicura di Sbaffo. Mister Menichini, dunque, centra la seconda vittoria consecutiva su altrettante panchine granata e continua la rincorsa al Venezia capolista. Il primo tempo è stato molto intenso ma poco spettacolare. E’ il Modena a giocare meglio, chiudendo bene tutti gli spazi col 3-5-2 imposto da Capuano. E’ stato Laner a sfiorare il vantaggio ospite, rubando palla a Rozzio e superando Spanò, ma il suo tiro dal limite va di poco fuori. L’unica replica della Reggiana è affidata a Marchi che spara alle stelle un bell’appoggio di Cesarini (il migliore dei granata con Carlini). Ad inizio ripresa l’episodio che decide il match, avviato da una bella incursione di Cesarini e concluso magistralmente da Carlini. Nel finale Marchi e Cesarini sfiorano il raddoppio, Nolè spaventa i suoi ex tifosi con un paio di colpi di testa, poi c’è tempo per le recriminazioni gialloblù, al secondo minuto di recupero, per una trattenuta in area di Sabotic su Diop (espulso per proteste mister Capuano e il ds Pavarese). Ma il signor Cipriani lascia correre e la Reggiana può esultare per il successo, bissando quello dell’andata al Braglia. Il tabellino:

REGGIANA (4-3-1-2): Perilli; Ghiringhelli (27’ s.t. Sabotic), Spanò, Rozzio, Contessa; Bovo, Genevier, Sbaffo (33’ s.t. Calvano); Carlini (41’ s.t. Maltese); Marchi, Cesarini. A disp.: Narduzzo, Lombardo, Panizzi, Guidone, Rizzi. All. Menichini.

MODENA (3-5-2): Manfredini; Ambrosini, Fautario, Popescu; Calapai, Laner, Giorico, Remedi (37’ s.t. Schiavi), Basso (25’ s.t. Loi); Nolè, Diop. A disp.: Costantino, Guardiglio, Accardi, Sakaj, Ravasi, Olivera, Milesi, Aldrovandi, Chiossi. All. Capuano.

Arbitro: Cipriani di Empoli (Rossi di Novara e Biava di Vercelli).

Rete: 2’ s.t. Carlini.

Note - Spettatori: 7.379 (di cui 761 ospiti, per un incasso di 12.807 euro). Ammoniti: Cesarini, Contessa, Giorico. Espulsi: mister Capuano e il ds Pavarese per proteste al 47' s.t. Falli: 15-12. Tiri in porta: 3-4. Tiri fuori: 7-3. Fuorigioco: 0-2. Retropassaggi: 14-11. Angoli: 4-1. Recupero: 0’ e 4’.

Svincolati: tesserabili in Lega Pro fino al 31 Marzo 2017 3 Febbraio 16:04

Rolando Bianchi, ex bomber di Reggina e Torino ha risolto il proprio contratto con il Perugia. Per lui si è parlato di un ritorno in Calabria, a Crotone, ma per adesso si guarda attorno.Stesso destino spetta ad Alessandro Budel, mediano dal mancino educato e che nella sua carriera ha vissuto esperienze importanti con casacche prestigiose come quelle di Brescia, Torino, Parma, Genoa. Empoli e Cagliari.Non da meno il percorso di Gaby Mundigay Gaby Mudingayi, che ha chiuso in anticipo al sua esperienza al Pisa di Gattuso.Sempre dai toscani è rimasto privo di accordo con una qualsiasi società un altro centrocampista: il greco Makris. Si tratta di calciatori che, comunque, potrebbe non essere facile convincere a scendere di categoria. Ha chiuso la sua esperienza a Modena l'ex difensore del Palermo Alberto Cossentino. Classe '88, in stagione per lui nove presenze ed una rete. Era, invece, tornato al Livorno il centrocampista danese Martin Bergvold. trentaduenne, Ma non è finita perchè andando ad indagare tra i calciatori fermi da una data più lontana di gennaio si scorgono tante altre occasioni. Non hanno bisogno di presentazioni elementi come il centravanti Gianvito Plasmati, l'ex Bologna Luigi della Rocca e l'ex difensore della Reggina Maurizio Lanzaro.

Sconfitta con il Como: il Livorno mastica amaro per i tanti infortuni 2 Febbraio 12:41

La sconfitta per 2-1 del Livorno a vantaggio del Como nell'ultima giornata del campionato di Lega Pro, girone A è probabilmente la notizia più indolore rispetto al responso dato dai medici della società amaranto sulla situazione degli infortunati. Una vera e propria "catastrofe" in termini sportivi, poichè la formazione amaranto ha perso fino al termine della stagione alcuni tra i suoi pezzi più pregiati. Marco Cellini: per il forte attaccante che in più di una circostanza si è dimostrato un giocatore di categoria superiore l'esito degli esami di rito è impietoso: rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, 6 mesi di stop ed arrivederci alla prossima stagione. Sarà difficile per gli amaranto rimpiazzarlo da qui alla fine del campionato. Jonathan Rossini: anche per lui stagione finita, la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro gli provocherà una pausa di almeno 6 mesi prima di rimettersi completamente. Daniele Vantaggiato: da valutare ancora i tempi di recupero dell'ex attaccante del Padova: a lui è stata riscontrato uno strappo di secondo grado alla coscia posteriore della gamba destra. Per Andrea Gasbarro la situazione è molto meno grave rispetto ai compagni di squadra: un problema muscolare dovrebbe tenerlo a riposo solamente per un paio di settimane. A poche ore dalla chiusura della sessione invernale del calciomercato il presidente degli amaranto Aldo Spinelli è dunque obbligato a trovare giocatori validi per la categoria in grado di rimpiazzare gli infortunati più gravi. Attualmente il Livorno è ad un solo punto dalla Cremonese seconda in graduatoria ed ha ancora la possibilità di lottare per la promozione diretta in Serie B.

Tanti pareggi, ma il Cosenza vince una partita importante 30 Gennaio 13:09

Tra i match del Girone C, chi ha ottenuto l'intera posta in palio è stato, invece, il Cosenza che, nel finale, si è aggiudicato la sfida giocata a Melfi. La doppietta di Baclet (80' e 90') vale l'affermazione dei lupi in trasferta. Sugli altri campi, invece, tre pareggi con gol. Quello più significativo è stato sicuramente quello ottenuto dall'Akragas che, dopo una settimana resa difficile da vari aspetti, ottiene un punto contro il Fondi che va sotto (gol del nuovo arrivato Russo) e poi ribalta (doppietta di Calderini) e a tempo scaduto subisce il 2-2 siciliano ad opera di Sicurella (2-2).

Paganese e Fidelis Andria, invece, si sono fermate sull'1-1. A salvare i campani, finiti sotto per effetto della realizzazione di Tartaglia, è Reginaldo. L'ex attaccante del Parma dovrà farne ancora tanti se vorrà tenere i suoi lontani dai guai della bassa classifica che, ad oggi, continua ad essere vicina.

Il medesimo risultato lo ha regalato anche il match tra Monopoli e Siracusa: succede tutto nel primo tempo con i padroni di casa avanti con Esposito e ospiti che arrivano al pareggio con Azzi.

Mantova: arriva Bambo Diaby in difesa dalla Sampdoria 27 Gennaio 16:59

Nuova esperienza per Bambo Diaby. Il difensore classe 1997, riporta una nota della Sampdoria, è stato ceduto a titolo temporaneo al Mantova, club che milita nel Girone B di Lega Pro. Il calciatore proseguirà quindi la sua crescita nella terza serie italiana.

Reggina: un nuovo slancio e un mercato a 360 gradi 26 Gennaio 16:26

La vittoria contro l'Akragas ha restituito fiducia a tutto l'ambiente Reggina, ma la strada da percorrere per raggiungere la salvezza continua ad essere lunga. Quindi: il mercato. La prima operazione operata dal direttore generale Martino permette di prendere due piccioni con una fava. Da un lato il bilancio perde la zavorra determinata dall'ingaggio da pagare a Fabio Oggiano, elemento che era ormai al di fuori dai piani. L'attaccante sardo proverà a riscattare l'opaca prima parte di stagione (impreziosita comunque da un gol nel derby col Messina) al Lumezzane, dove si trasferisce in prestito. A Reggio arriva Vito Leonetti, calciatore che aumenterà le possibilità di scelta di Karel Zeman in attacco e che, soprattutto, determina una strategia precisa. I tanti scontri diretti che gli amaranto avranno in casa nel girone di ritorno determinano la necessità di ampliare il parco attaccanti, in modo da garantirsi una maggiore moltitudine di soluzioni da schierare contro squadre che arriveranno al Granillo con l'intento di chiudersi. In uscita da piazzare c'è sempre Alessio De Bode, difensore centrale ormai fuori dal progetto.

I tre grandi nomi del mercato: sognano Matera, Catanzaro e Foggia 25 Gennaio 15:00

Pozzebon: secondo quanto riporta matera.iamcalcio.it il centravanti del Messina sarebbe ad un passo dei lucani. Il calciatore viene addirittura dato per in arrivo in Basilicata e si tratterebbe di un colpo di primissimo ordine, tenuto conto che si tratta di uno degli attaccanti che meglio ha fatto in questo primo scorcio di stagione, segnando otto reti in ventuno apparizioni. Secondo le indiscrezioni riportate si parla di una rescissione imminente tra il calciatore ed il Messina, attualmente alle prese con una difficile situazione societaria.

Gomez: non è un periodo fortunato per le squadre siciliane. Ancor più difficile appare la matassa da sbrogliare ad Agrigento dove l'Akragas punta a ridurre il budget ed eventualmente a cedere i propri pezzi migliori, per scongiurare il fatto che i problemi economici possano superare la gravità del mancato risultato sportivo (la salvezza). E, secondo quanto riporta il sito Strill.it, il numero nove della formazione siciliana sarebbe ad un passo del Catanzaro che, in attacco, è pronto ad accogliere anche Mancosu, dando seguito ai propositi di rafforzare una squadra che deve assolutamente evitare la retrocessione in Serie D.

Zanini: da Arigento c'è un altro calciatore in uscita e si tratta di Matteo Zanini. Il difensore classe 1994 sarebbe stato individuato come possibile rinforzo da un Foggia sempre più scatenato sul mercato. Secondo, infatti, quanto rivelato da Foggiacalciomania la società pugliese già nelle prossime ore potrebbe tentare l'affondo decisivo per portare in rossonero il calciatore, sfruttando le necessità dei siciliani e l'abilità nell'essersi mossa con largo anticipo rispetto alle altre pretendenti.

Colucci paga il derby perso con il Parma: panchina Reggiana, ecco Menichini 24 Gennaio 17:05

Il comunicato ufficiale della Reggiana: "Ac Reggiana 1919 SpA comunica che in data odierna il signor Leonardo Colucci è stato sollevato dall’incarico di allenatore della Prima Squadra. Assieme al tecnico sono stati sollevati anche il vice allenatore, Gianni Migliorini, e il preparatore fisico, Raffaele Gagliardo. Il club desidera ringraziare il tecnico, ed il suo staff, per l’impegno profuso e augura il meglio per il loro futuro professionale.Siamo consapevoli che questo è un momento difficile per la squadra e il nostro sodalizio. Per questo desideriamo ringraziare i tifosi per il loro supporto incessante. Anche in questa circostanza voglia ribadire che l’obiettivo che perseguiamo senza sosta è quello di migliorare e di puntare costantemente al massimo possibile. Mille grazie".

Il Fano cambia tecnico: arriva in panchina Agatino Cuttone 24 Gennaio 16:00

Prima giornata del 2017 e primo esonero: è successo a Fano (girone B), dove la dirigenza ha dato il benservito a mister Giovanni Cusatis all'indomani del ko interno con l'Albinoleffe (il dodicesimo in ventidue partite). La squadra marchigiana è tristemente ultima, ma soprattutto non vince una partita dal 12 Novembre (1-0 a Mantova): da allora solo delusioni, un trend negativo che ha convinto i dirigenti ad attuare il ribaltone tecnico. "L’Alma Juventus Fano 1906 - si legge sul sito ufficiale - comunica di aver ufficialmente sollevato dal rispettivo incarico di allenatore della prima squadra Giovanni Cusatis a cui vanno i più sentiti ringraziamenti per le doti umane e professionali mostrate in questi mesi". Il nuovo allenatore delle Aquile è Agatino Cuttone, siciliano classe 1960: "che avrà il compito di raggiungere gli obiettivi stabiliti dalla società ad inizio anno" continua la nota della società. Nel 2014-2015 Cuttone portò in salvezza il Santarcangelo: riuscirà a ripetersi con i granata?

L'Arezzo passa a Siena: il gol pesante da tre punti nel derby è di Polidori 23 Gennaio 14:41

Il derby del Franchi lo ha vinto l’Arezzo nonostante un avvio di gara equilibrato e con diverse occasioni sciupate dai padroni di casa. Ma, dopo due occasioni importanti, con il passare dei minuti cala la Robur e crescono gli amaranto che passano nel finale di prima frazione con Polidori, il cui destro dal limite è deviato nella propria porta da Guerri. È l’azione che decide il match visto che nella ripresa nonostante una pressione generosa della squadra di Scazzola, non arrivano grossi pericoli per l'Arezzo che a questo punto volano in classifica. Per il Siena, primo ko proprio nel derby dell’era Scazzola: si cercherà il riscatto mercoledì nel recupero contro la Pro Piacenza.

Il tabellino - SIENA-REZZO 0-1 - ROBUR SIENA (4-4-2) Moschin; D’Ambrosio, Stankevicius, Terigi, Iapichino; Grillo (24’st Bunino), Guerri (21’st Gentile), Castiglia (37’st Saric), Vassallo; Mendicino, Marotta. A disposizione: Ivanov, Florindi, Panariello, Rondanini, Ghinassi, Bordi, Secondo. Allenatore Scazzola

AREZZO (4-4-2)Borra; Luciani; Barison, Solini, Sabatino; Bearzotti (18’st Arcidiacono), Corradi, Foglia, Yamga: Moscardelli (40’st Cenetti), Polidori (49’s Rosseti). A disposizione: Benassi, Muscat, Masciangelo, Erpen, Garbinesi, Demba, D’Ursi, Ba, Rosseti, Ferrario. Allenatore Sottili

Arbitro: Pietropaolo (Imperiale-Zanardi)

Rete: 44’pt Polidori

Note: ammoniti Sabatino, Foglia, Marotta. Angoli: 5-3. Recuperi: 1 e 4. Spettatori: 2135 abbonati, 1183 paganti (636 ospiti)

Il vento di Caserta è benevolo per i padroni di casa nel derby salvezza 23 Gennaio 08:51

E' ripartito il girone di ritorno, 22' giornata di campionato tra Casertana e Paganese. Lo scontro salvezza tra le due formazioni campane era anche un derby che ha visto sugli spalti solo gli abbonati, per via della chiusura della prevendita dei tagliandi. Il forte vento sullo Stadio ‘Pinto’ non ha permesso una buona fluidità di gioco per le due squadre. La Casertana ha sbloccato e deciso il match nel secondo tempo.

IL TABELLINO - CASERTANA-PAGANESE 2-0

MARCATORI- 8’ st Ciotola, al 29’ st De Filippo

CASERTANA- Ginestra; Finizio, Giorno (al 23’ Carriero), De Marco, Rajcic, Corado, Giannone (al 35’ st Colli), Ramos, D’Alterio, Rainone, Ciotola (al 19’ st De Filippo). A disp.: Fontanelli, Pezzella, Magnino, Bernardes, Diallo, De Filippo, Carriero, Colli. All. Tedesco.

PAGANESE- Chiriac, Della Corte, Silvestri, Pestrin, Reginaldo, Cicerelli, Alcibiade, Herrera, Picone (al 42’ st Longo), Maiorano (al 35’st Stoia), Mauri (al 24’ st Zerbo). A disp.: Coppola, Mansi, Zerbo, Longo, Parlati, Caruso, Stoia, Tagliavacche, Camilleri. All. Grassadonia.

ARBITRO: Andrea Capone di Palermo - Assistenti: Domenico Palermo di Bari e Michele Falco di Bari

Note- Reginaldo, Rajcic, Mauri ammoniti - Recupero: 4’ st

Vibonese-Foggia 1-3: dura poco il sogno dei padroni di casa 22 Gennaio 10:19

La Vibonese è passata in vantaggio ma viene poi rimontata e battuta dal Foggia al "Razza" per 1-3. A sorpresa sono infatti proprio i padroni di casa a mettere a segno la prima rete del match, con Manzo che al 9' minuto di gioco è abile a insaccare di testa sfruttando l'errore di valutazione di Guarna sulla traiettoria del calcio d'angolo battuto dalla destra da Minarini. Il Foggia, dopo l'iniziale sbandamento, riesce a mettere in pari la partita al 22' grazie al diagonale mancino di Rubin che, assistito da Sainz-Maza, non lascia scampo a Russo. Prima della ripresa, precisamente al 40', i "Satanelli" riescono ad operare il sorpasso con Mazzeo, che riesce a finalizzare il secondo assist della partita dello spagnolo Sainz-Maza anticipando Minarini a centro area ed insaccando nella porta sguarnita. Il gol del definitivo 1-3 giunge precisamente allo scoccare dell'ora di gioco e viene siglato dal tiro ad incrociare col destro di Chiricò, servito da Loiacono. Per la Vibonese si tratta della quinta sconfitta interna stagionale, la terza consecutiva. Il Foggia di mister Stroppa, dal canto suo, ritrova la vittoria in trasferta dopo il pareggio per 1-1 di Andria, allungando a cinque la serie di partite senza sconfitte.

Catania: in Marchese e Baldanzeddu, out Nava e Bastrini 19 Gennaio 15:22

Due cessioni per il Catania. Ingaggiati Marchese e Baldanzeddu, la società ha sfoltito la difesa perfezionando i trasferimenti del laterale destro Valerio Nava e del centrale Alessandro Bastrini: Nava, il cui cartellino è di proprietà dell'Atalanta, passa all'Alessandria con la formula del prestito; Bastrini va alla Cremonese a titolo definitivo.

Mercato Pro: lente di ingrandimento su quattro squadre del Girone C 18 Gennaio 15:28

La Juve Stabia ha messo a segno due importanti colpi che sono: Matute, centrocampista, dalla Casertana e Aniello Cutolo, attaccante, dalla Virtus Entella. Manca solo l'ufficialità per il difensore Santacroce che si sta allenando, dall'inizio della stagione a Castellamare, ed, inoltre, i campani stanno trattando il difensore Davide Moi dell'Ancona. Il Matera, dopo aver preso i centrocampisti Salandria dall'Akragas e Armeno dal Novara cerca di assicurarsi una giovane punta per completare la sua rosa. Intanto, è rientrato dal Torino il giovane Gaetano Dammacco e sta provando ad avere in prestito dalla Juve Eric Lanini, un altro promettente attaccante. Per giudicare il mercato del Foggia, basterebbe citare gli acquisti effettuati dal ds Di Bari, già soddisfatto delle operazioni portate a termine. Ricapitolando i rossoneri hanno acquistato l'attaccante Di Piazza dal Vicenza, Faber, centrocampista uruguaiano dal Danubio e Deli, centrocampista dalla Paganese.

Il Lecce al momento non fa registrare alcuna operazione in entrata o in uscita. Il ds Meluso sta lavorando per portare in giallorosso almento tre elementi in grado di migliorare la rosa della squadra. Sempre viva la trattativa per Perucchini che sta diventando un vero e proprio caso, mentre rimangono in pole l'interessamento per il difensore mancino Agostinone e per l'attaccante Marconi dell'Alessandria.

Lega Pro: tutti i colpi di mercato girone per girone 16 Gennaio 15:35

Nel Girone A, ottimo colpo di mercato per il Racing Roma: preso il difensore Gianluca Pollace dal Gubbio (sponda Lazio). Altro colpo l'attaccante slovacco Majtan. Attilio Tesser e la sua società, la Cremonese, stanno lavorando per portare in squadra un difensore di spessore e di grande esperienza: monitorati Di Cesare, Bastrini, Marzorati e Cosenza del Lecce, ma anche quello di Marco Migliorini, difensore dell’Avellino, l’anno scorso già con Tesser. L'Ancona avrebbe messo nel mirino il fantasista di regia Antonio Palma.

Girone B: Il Teramo ha comunicato la risoluzione anticipata del prestito con il calciatore Luca Forte che rientra, pertanto, al Delfino Pescara. Il Pontedera comunica di aver acquisito a titolo definitivo dal Pisa i diritti alle prestazioni sportive di Andrea Caponi, classe 1988: si tratta di un ritorno, in quanto il calciatore ha già collezionato 101 presenze e 3 reti in maglia granata nei campionati da luglio 2011 a gennaio 2015. L'esperto centrocampista Gianni Munari giocherà fino a fine contratto con scadenza il 30 giugno 2019 nelle file del Parma. Dopo due anni lascia l'isola sarda dove ha collezionato solo 31 presenze e segnando 2 reti col Cagliari. Venezia è pronto ad accogliere l'attaccante Caccavallo. Il Pordenone segue in queste ultime ore l'attaccante Stefano Padovan che milita nel Foggia ma di proprietà della Juventus.

Girone C: Continua l'assalto ai gioielli dell'Akragas. Dopo Palermo e Messina, altre due società si sono fiondate su Zanini, cioè Monopoli e Matera. Il Catanzaro è pronto a lasciar andare Tavarez richiesto dal Cosenza e dall'Ancona. Molto attiva la Juve Stabia: dopo aver messo in segno il colpo in attacco con l'esperto Aniello Cutolo prova a migliorare il reparto in difesa con Fabiano Santacroce, ex Napoli nel 2011. Il Lecce è alla caccia di un attaccante: Marconi dall'Alessandria o Perez dall'Ascoli (quest'ultimo avvistato in bar nel centro della città di Lecce assieme all'attaccante Salvatore Caturano compagni di squadra proprio nell'Ascoli). Si aspetta una risposta per Perucchini da parte del Benevento. Nicola Mancino, trequartista della Fidelis Andria, è richiesto da Vibonese e Siracusa.

Lecce sogna Ledesma, ma l'operazione non è affatto semplice 13 Gennaio 13:32

In Lega Pro, nelle ultime ore sta rimbalzando una notizia clamorosa che potrebbe fare felici i tifosi del Lecce. Come riportato pochi minuti fa dal sito di informazione calcistica tuttomercatoweb.com, la società pugliese starebbe pensando all'acquisto di una vecchia conoscenza del popolo giallorosso: si tratta di Cristian Ledesma, che ha già indossato la maglia leccese dal 2001 al 2006 collezionando oltre 100 presenze tra Serie A e Serie B e lasciando un ricordo indelebile nel cuore dei tifosi salentini prima di passare alla Lazio. L'italo-argentino è attualmente svincolato e rappresenterebbe un rinforzo di prima qualità per la squadra allenata da Palladino, anche se sembrano esserci due ostacoli da superare. Se da un lato l'allenatore del Lecce nutre più di un dubbio sulla reale tenuta fisica e mentale del centrocampista, dovuta alla sua inattività da alcuni mesi, dall'altro esiste anche la questione legata alla durata del contratto da sottoscrivere. Da sottolineare comunque l'intenzione di Ledesma di trovare un club in Italia, dunque quale migliore occasione per tornare a calcare il campo del "Via del Mare" e riabbracciare il popolo leccese dopo più di dieci anni.

Mercato invernale: da Scozzarella in giù, fra colpi e buone intenzioni 10 Gennaio 16:09

Gran colpo del Parma che ha messo sotto contratto fino al 2019 Scozzarella, con i ducali sarebbero pronti a mettere nel motore altri due pezzi da novanta: Munari dal Cagliari e Mammarella dalla Pro Vercelli. Nel Girone C, il Cosenza è interessato a Diallo dell'Avellino, mentre tra Pordenone e Taranto potrebbe configurarsi uno scambio tra Pietribiasi e Bobb. Il Catania vede De Cenco, uno dei calciatori attenzionati, finire al Padova. Caetano Calil è sempre in uscita e per lui resta viva la possibilità Lecce, sebbene i salentini continuino a monitorare la situazione di Montini. Il Foggia aspetta Di Piazza dal Vicenza, ma non lo farà in eterno. Altre opportunità non mancano: sempre in voga sono i nomi di Donnarumma della Salernitana ed Evacuo, in uscita dal Parma. E non è finita perchè il ds Di Bari potrebbe regalare altri colpi ai tifosi: un centrale difensivo (Perticone del Cesena?) e un esterno offensivo (Russotto?). La Reggina sa che deve rafforzarsi se vuole centrare la salvezza e, secondo quanto riportai il portale calabrese strill.it, sarebbe pronta a fare un tentativo per avere Alexis Zapata dall'Udinese. Il talento colombiano ha trovato poco spazio a Perugia e aspetta una proposta dal Vicenza.

Salvatore Campilongo: un volto nuovo e inatteso alla guida della Vibonese 9 Gennaio 14:16

La Vibonese, per il rimpiazzo sulla sua panchina, ha scelto un profilo d'esperienza ed inatteso. Il comunicato è apparso sul sito della società calabrese poco dopo le 16 di domenica pomeriggio e attraverso poche parole è stato annunciato l'ingaggio di Salvatore #campilongo. La scelta operata dal presidente Caffo e dal ds Battaglia, è risultata sorprendente, tenuto conto che il trainer campano non era mai comparso tra i papabili. Un gruppo in cui figuravano l'ex condottiero del Catanzaro Alessandro Erra, Nevio Orlandi e Stefano Cuoghi. Tocca però a Salvatore Campilongo che compirà cinquantasei anni il primo settembre, e non è certo un novizio per la terza serie nazionale. Da calciatore ha avuto una carriera importante, arrivando ad esordire in Serie A con la maglia della Lazio e a far parte della rosa del Milan per una stagione. Nel 1980, con la maglia bianconceleste, è nominato "Miglior Giocatore del Torneo di Viareggio". E poi tante maglie importanti tra cui quelle di Casertana, Palermo, Venezia ed Empoli. Da allenatore ha iniziato nel 2002 con la Casertana, ma il primo exploit se lo regala alla guida della Cavese dove tra il 2004 ed il 2007 passa dalla Serie C ai play-off per arrivare in Serie B, perdendoli. Per lui, panchina anche in Serie B con Avellino e Frosinone. La sua ultima esperienza, poco fortunata, è al Taranto dove arriva il 10 novembre del 2015 e viene esonerato il 27 Gennaio 2016.

E' un mercato scatenato, soprattutto per le squadre regine del Sud 2 Gennaio 19:44

A dare un interesse ancora maggiore al girone C di Lega Pro, in questo nuovo anno, ci sono i duelli a distanza, sul fronte delle grandi trattative per il Calciomercato, delle quattro regine del girone C di Lega Pro. La Juve Stabia, secondo fonti attendibili, avrebbe già in tasca il contratto del calciatore Fabiano Santacroce. Il 30enne difensore era stato a lungo corteggiato dai campani nella scorsa estate e ora pare che le parti abbiano trovato un accordo per un definitivo si. Il Foggia vuole potenziare il suo reparto offensivo e, in primis, tratta l'attaccante della Virtus Entella Costa Ferreira. Intanto, i rossoneri hanno trovato l'accordo con il centrocampista Deli della Paganese e sono in pole position per definire anche l'acquisto dell'attaccante Matteo Di Piazza che a Vicenza non sta trovando molto spazio. Il Matera, che nelle ultime ore aveva praticamente concluso l'acquisto di Cissè, deve fare i conti con il Benevento, società proprietaria del cartellino dell'attaccante francese. Le buone prestazioni fornite, nell'ultima parte del campionato cadetto, hanno forse convinto i sanniti a non cedere più il calciatore. Nei prossimi giorni se ne saprà di più. Il Lecce è alla ricerca di un play-maker che possa dare più equilibrio e qualità ad un reparto, il centrocampo, spesso sotto accusa, in questa prima parte del campionato. Le prestazioni, non del tutto positive di Arrigoni, in quel ruolo, hanno convinto i giallorossi a cercare un'altra soluzione e, a quanto pare, il play-maker del Catanzaro, Imperio Carcione sembra avere queste caratteristiche. Sul calciatore, però, sono piovute molte richieste e i prossimi giorni saranno decisivi per l'esito della trattativa. In questo calcio mercato un forte interesse trasversale lo sta creando l'attaccante del Messina Demiro Pozzebon. Mezza Lega Pro lo vuole per le sue grandi doti fisiche e realizzative, e si sta aprendo una vera e propria asta tra tutte le aspiranti alla promozione in serie B. In questi casi, come è noto, riesce a spuntarla chi è disposto a scucire di più.

Derby in rimonta all'Arezzo: gli amaranto chiudono bene il 2016 31 Dicembre 11:02

Vittoria in rimonta l’Arezzo che batte la Carrarese e conquista l’ottavo successo casalingo stagionale. Tre punti che portano la firma di Davide Moscardelli, entrano dalla panchina e capace di ribaltare lo svantaggio in soli 6 minuti. E' l’avvio di ripresa ad essere shock per gli amaranto dell'Arezzo che vengo puniti da Migliavacca che insacca con un tapin sotto misura. Sottili allora corre ai ripari ed effettua un doppio cambio: fuori Bearzotti ed Erpen e dentro Yamga e Moscardelli. Pochi minuti dopo il suo ingresso il numero 9 si esibisce nel pezzo forte del suo repertorio, ma stavolta la rovesciata è tanto bella quanto sfortunata perché la palla si stampa sul palo. Al 65’ sventola da fuori di De Feudis, Logomarsini resta di sasso, ma il pallone sibila ad un soffio dal palo. Al 70’ lo sforzo dell’Arezzo viene premiato. Moscardelli impatta al volo il traversone di Sabatino: splendida volee di destro e palla che si insacca all’angolino. Sei minuti più tardi il capitano ribalta la sfida: il raddoppio è fotocopia del primo, botta al volo di destro che fulmina Lagomarsini. 2-1 e stadio in delirio.

TABELLINO: AREZZO (4-2-3-1): Benassi, Luciani, Musct, Solini, Sabatino, Foglia, De Feudis, Corradi, Bearzotti (53’ Yamga), Polidiori, Erpen (53’ Moscardelli) A disp: Garbinesi, Masciangelo, Milesi, Demba, D’Ursi, Ba, Borra, Sirri, Rosseti, Arcidiacono

Allenatore: Sottili

CARRARESE (4-3-1-2) : Lagomarsini, Rampi, Foglio, Rosaia, Battistini, Miracoli, Benedini (10’ Del Nero), Migliavacca, cristini, Belfasti, Bastoni (60’ Brondi) A disp: Greci, Pellizzari, Amico, Torelli, Marabese, Rolfini, Massaro, Gabrielli

Allenatore: Danesi

ARBITRO: Miele sez Torino (Affatato – Jouness)

RETI: Migliavacca (C) 47’, Moscardelli (A) 70’ e 76’

NOTE: ammonito Battistini (C), De Feudis (A), Solini (A)

Messina-Reggina 2-0, ma che vergogna! Gioco brutto e duro, fiamme sul pullman 30 Dicembre 11:58

Il derby dello Stretto è finito nel peggiore dei modi: incendiato il pullman della Reggina con 35 persone a bordo prima di uscire dallo stadio di Messina. Il figlio del boemo sbotta: "Questo non è calcio". Un difensore rincara la dose e minaccia: "Abbiamo preso calci e pugni prima, durante e dopo la partita. Il bello del calcio è che la ruota gira...". Messina-Reggina non è stata un grande spot per il calcio. La partita è stata tesa e per la cronaca è finita 2-0 con reti di Bruno e Milinkovic tra il 28’ e il 36’ del secondo tempo. Sulla tangenziale, in zona stadio, il pullman degli amaranto ha preso improvvisamente fuoco durante il viaggio che li riportava a Reggio Calabria. Per i giocatori e lo staff tecnico per fortuna c’è stato solo un grande spavento perché il pullman è stato abbandonato prima che il rogo potesse causare guai peggiori. La Polizia e i Vigili del Fuoco sono accorsi sul posto sincerandosi che i passeggeri fossero rimasti illesi.

Una città cambia volto per il derby con la Reggina: è la potenza del calcio 28 Dicembre 11:38

In occasione dell’incontro di calcio Messina-Reggina, che si disputerà alle ore 14.30 di domani, allo stadio “Franco Scoglio”, per il quale è stata disposta la chiusura del settore ospiti, il dipartimento Mobilità Urbana e Viabilità ha disposto alcuni provvedimenti viabili per regolare la circolazione nelle strade limitrofe all’impianto, al fine di facilitare l’accesso degli spettatori ed il deflusso a fine partita. Con validità nella fascia oraria compresa fra tre ore prima dell’inizio e tre ore successive alla conclusione dell’evento e comunque sino alla normalizzazione del transito veicolare e pedonale, su disposizione e con presidi a cura degli Organi di Polizia stradale, vigeranno il divieto di transito, nella strada arginale di accesso al Palasport e allo stadio Franco Scoglio; e il doppio senso di circolazione nel tratto di strada di collegamento tra la bretella dello svincolo S. Filippo e l’area di “parcheggio verde”. Sono inoltre previsti, per le autovetture dirette all’area di “parcheggio giallo” e di “parcheggio rosso”, l’ingresso e l’uscita impegnando la bretella di raccordo tra lo svincolo autostradale e l’ex S.S. 114 oppure attraverso la tangenziale.

Derby: Messina ancora debole in trasferta, il Siracusa si conferma in casa 23 Dicembre 08:15

di Carmelo Catania

Il Messina in trasferta, dopo aver perso contro Reggina e Catania, esce sconfitto anche da Siracusa. I padroni di casa dal canto loro avevano già vinto in casa contro il Catania. Dunque, Siracusa-Catania 2-0. Chi poteva decidere un derby siciliano, se non un giocatore che di cognome fa Catania?

E cosi, dopo il derby vinto dopo 64 anni contro il Catania nei primi di dicembre, il Siracusa festeggia il Natale in anticipo battendo il Messina per 2-0 con una doppietta del bomber Emanuele Catania.

Ovviamente il tutto non è passato inosservato sui social, scatenando la goliardia delle più importanti pagine sportive.

Dicembre da incorniciare per il Siracusa, anche oggi sostenuto dal suo pubblico, accorso in massa al De Simone, un vero e proprio fortino per i padroni di casa, dove sono già cadute tutte e tre le siciliane.

Con questo successo, il Siracusa vendica la sconfitta patita all’andata e vola in zona play-off con 27 punti, gli stessi del Catania, mentre il Messina sprofonda in zona play-out con 18 punti, gli stessi della vicina Reggina (prossima avversaria dei giallorossi).

Appuntamento al 2017 per i nuovi derby siciliani.

Derby pugliese ad Andria: ai padroni di casa manca il successo nel 22 Dicembre 12:15

Questo pomeriggio alle ore 16:30, per il ventesimo e primo turno del girone di andata del campionato del GironeC, la Fidelis Andria ospita al "Degli Ulivi" il Foggia. Il tecnico dei padroni di casa Giancarlo Favarin dovrà fare a meno degli infortunati Colella ed Annoni, mentre spera di recuperare la punta Cianci, afflitto da un problema muscolare. Nella conferenza stampa prepartita il tecnico ha dichiarato di essere stanco dei pareggi raccolti, ma la sua squadra finora non è mai riuscita a vincere nei derby. La Fidelis Andria, seconda miglior difesa del girone C con sole 15 reti subite (meglio ha fatto solo il Catania che ne ha incassate solo 12), dovrebbe schierarsi con un 3-5-2, con gli ex rossoneri Curcio e Tito che partiranno probabilmente titolari.

Per quanto riguarda il Foggia, Giovanni Stroppa recupera Padovan e Mazzeo rispetto alla partita vinta sabato pomeriggio contro il Cosenza, ma dovrà fare ancora a meno degli infortunati Angelo, Gerbo e Letizia. Il tecnico ha affermato di vedere i suoi giocatori in salute e di aspettarsi dalla Fidelis Andria una partita molto simile a quelle già disputate in questa stagione (vinte entrambe dal Foggia, per 2-1 in campionato e 4-5 ai calci di rigore in Coppa Italia Lega Pro), in cui i padroni di casa metteranno concentrazione e cattiveria agonistica. Il Foggia dovrebbe schierarsi con il consueto 4-3-3 con dubbio in difesa tra Coletti e Martinelli, mentre a centrocampo scalpita Sicurella per una maglia da titolare dopo le buone prestazioni ed i tre gol realizzati nelle ultime quattro apparizioni.

Il derby di Giorgino: il brindisino, come Benarrivo, si gusta il gol di Reggio 21 Dicembre 11:08

Davide Giorgino, 31 anni, il gol nel derby che mancava da 20 anni. Reggiana-Parma 0-2 è anche sua. Innamorato del calcio di Edgar Davids e brindisino come una gloria crociata come Antonio Benarrivo, il centrocampista del Parma è un autentico jolly arrivato al Parma dopo anni di militanza in squadre come Delta Rovigo, Sambenedettese e Lecce, dove ha assaggiato la Serie A lanciato da un certo Zdenek Zeman, un santone molto molto esigente. Ha collezionato dieci presenze nel massimo campionato, allenandosi con Vucinic, Ledesma e Cassetti,, gente che qualcosa ha fatto nell’arco della sua carriera. Se non fosse per quell’incidente d’auto avuto a Lecce al mattino, avrebbe fatto una carriera di livello molto più alto.

E' un Siracusa tranquillo quello che attende il derby con il Messina 20 Dicembre 18:44

di Carmelo Catania

L’anno solare sta per concludersi, ma prima di aprire i panettoni e stappare lo spumante, in Sicilia c’è da giocarsi un altro derby regionale. A Siracusa, giovedì 22 dicembre alle ore 14.30, arriva il Messina.

Sugli spalti saranno presenti anche i tifosi ospiti, nonostante le polemiche dopo l’ultimo derby giocato dal Siracusa contro il Catania ad inizio dicembre.

Soddisfatto Gaetano Cutrufo, presidente del Siracusa: “Non c'è occasione migliore per mostrare il vero volto della nostra tifoseria e l'accoglienza che Siracusa può offrire, Il calcio è uno spettacolo ed è fatto in funzione degli spettatori. Vietare l'accesso agli stadi, anche se in alcune circostanze è una scelta comprensibile, è pur sempre una sconfitta dello sport. Sono davvero soddisfatto che il derby con il Messina non sia vietato alla tifoseria ospite.”

In classifica le due squadre sono separate da 6 punti, con il Siracusa in zona tranquilla con 24 punti ed il Messina con 18, appena sopra la zona calda. All’andata fu il Messina a fare suo il derby, imponendosi per 3-1. Per i giallorossi un finale di anno da brividi. Il 29 dicembre arriva anche il derby dello stretto con la Reggina.

Derby, i tifosi messinesi potranno andare a Siracusa 19 Dicembre 17:39

La sfida tra Siracusa e Messina non sarà vietata ai tifosi ospiti. Il presidente del Siracusa padrone di casa, Gaetano Cutrufo, ha commentato con gioia tale decisione: "Sono felice che al derby di giovedì alle 14:30 potranno assistere anche gli sportivi messinesi, non c'è occasione migliore per mostrare il vero volto della nostra tifoseria e l'accoglienza che Siracusa può offrire. Il calcio è uno spettacolo ed è fatto in funzione degli spettatori. Vietare l'accesso agli stadi, anche se in alcune circostanze è una scelta comprensibile, è pur sempre una sconfitta dello sport. Sono davvero soddisfatto che il derby con il Messina non sia vietato alla tifoseria ospite e mi auguro che in futuro questa decisione possa essere adottata per tutti gli incontri che saranno disputati al 'De Simone'".

Estasi Matera: 6-0 al Melfi nel derby e titolo di Campione d'inverno 19 Dicembre 14:49

Non solo il 6-0 nel derby al Melfi: il Matera è campione d’inverno, in coabitazione col Lecce, del girone C di Lega Pro. Mai i biancazzurri avevano raggiunto un traguardo simile, neanche l’anno della Promozione in Serie B. Nella stagione 1978-1979, infatti, i biancazzurri al giro di boa erano a 3 punti dal Pisa, in un campionato in cui ancora si davano i 2 punti per ogni vittoria. I lucani conquistarono all’epoca 5 vittorie, 10 pareggi e 2 sconfitte, ed era ovviamente tutt’altro calcio. L’ultima volta al primo posto in Serie C, invece, risale sempre al 1978: era il 10 dicembre, ed il Matera batteva 1-0 il Latina grazie ad un gol di Imborgia. A giugno 1979, poi, sarebbe stata Serie B.

Il Foggia pensa al cambio di modulo a causa dell'emergenza infortuni 16 Dicembre 17:54

Domani, nell'unico match del diciannovesimo ed ultimo turno del girone di andata del campionato di Lega Pro Girone C in programma alle 18:30, il Foggia ospiterà allo Zaccheria il Cosenza. Giovanni Stroppa non potrà contare sugli infortunati Angelo (lesione del tendine sovraspinoso della spalla destra), Gerbo (lesione del collaterale del ginocchio destro), Letizia (lesione muscolare del gemello mediale destro), Mazzeo (in terapia riabilitativa in seguito ad una lesione parcellare del bicipite femorale della coscia destra) e Padovan (che soffre di un lieve risentimento muscolare ad un adduttore, senza segni iconografici di lesione), ma recupera, quantomeno per la panchina, Agazzi. Il mister dei Satanelli durante la conferenza stampa ha lasciato aperta la porta ad un possibile cambio di modulo, derivante proprio dalla situazione degli infortunati. Il ballottaggio su cui verte la scelta del modulo è quello tra Riverola e Coletti: se dovesse spuntarla lo spagnolo, che si posizionerebbe nel ruolo di mezzala sinistra, i rossoneri scenderebbero in campo con un 4-3-3; con l'italiano sarebbe invece 3-4-3, con Sicurella e Rubin che avanzerebbero il proprio raggio di azione.

Cosenza-Catanzaro: Facebook sbarca nel mondo delle dirette sportive 14 Dicembre 12:01

Il prossimo 22 dicembre è già diventato una data storica per quel che riguarda il mondo del calcio. Il derby calabrese tra Cosenza e Catanzaro, militanti in Lega Pro (la vecchia Serie C), sarà trasmesso in diretta su Facebook. Si tratta della prima gara ufficiale ripresa e mandata in onda dal social network di Zuckerberg, che già quest’estate aveva dato un antipasto con l’amichevole estiva della Roma: Un derby dunque che si prospetta spettacolare, non solo sugli spalti dove si affronteranno due squadre e due tifoserie con una storia importante, ma anche sul web. Un debutto assoluto per il calcio italiano, non soltanto per la Lega Pro. Fino a questo momento, infatti, Facebook non aveva mai trasmesso un evento sportivo ufficiale in diretta.

Reggiana-Parma: si gioca lunedì, ma domenica potrebbe essere già tutto esaurito 13 Dicembre 15:35

Nel primo giorno con i biglietti a disposizione del pubblico, sono stati venduti 2.652 biglietti per il derby Reggiana-Parma del 19 dicembre. Al botteghino dello stadio, che sarà aperto anche oggi dalle 11 alle 19, sono stati staccati 438 biglietti, i restanti online e negli altri luoghi della prevendita.La società granata propone un pacchetto per acquistare i tagliandi per le sfide contro Feralpisalò (in programma mercoledì 14 dicembre alle ore 20.30) e il derby con il Parma (in programma lunedi 19 dicembre alle ore 20.45) Fino ad ora sono 147 i tifosi che hanno comprato il pacchetto che consente di assistere, praticamente con un 2X1, anche alla sfida di mercoledì sera con il Feralpisalò. I biglietti più venduti sono quelli per la curva sud, il settore da sempre occupato dagli ultras della Reggiana, per la quale sono stati venduti 881 biglietti. Per la curva nord, dove verranno collocati i tifosi del Parma, sono già stati venduti 816 tagliandi. Per i distinti, settore che verrà riservato ai reggiani, sono stati venduti 805 tagliandi, per la tribuna 148. A questi numeri vanno aggiunti i 5.200 abbonati, che non mancheranno certo di essere presenti alla partita. Domenica sera la società valuterà se prolungare l'apertura del botteghino. L'obiettivo della Reggiana è rimpieri lo stadio in occasione di questo grande evento di sport.

3-1 a Melfi, il Foggia di Stroppa torna alla vittoria 10 Dicembre 22:38

Dopo un primo tempo soporifero, la partita si sveglia nella ripresa e precisamente al 62°, quando Bruno, nel tentativo di anticipare Sarno, devia malamente nella propria porta il cross basso dalla sinistra di Sainz-Maza. Il Melfi tuttavia non ci sta e reagisce poco prima dello scoccare della mezz’ora della ripresa con Foggia che, mal marcato da Martinelli, ha il tempo al centro dell’area di rigore di stoppare la palla con il petto e girare poi al volo con il destro siglando il pareggio. Dal possibile svantaggio traggono però coraggio gli uomini di Stroppa che, a 180 secondi dal 90’, effettuano il nuovo sorpasso: è Sarno a depositare alle spalle del portiere il cross dalla sinistra di Riverola con un colpo di testa in tuffo. Nel corso dei cinque minuti di recupero è poi il neoentrato Sicurella a mettere la ciliegina sulla torta, realizzando il gol del definitivo 1-3, con un tiro dalla distanza.

Reggina, i tifosi sperano che la cordata possa rilanciare il Club 10 Dicembre 16:11

La Reggina vive un momento poco felice. I soli tre punti in otto partite hanno fatto sprofondare gli amaranto in campionato nei bassifondi della classifica e sullo Stretto si vive il tutto all'insegna del malcontento. La Gazzetta dello Sport, attraverso le colonne della sua edizione calabrese, ha lanciato la notizia secondo cui una cordata di imprenditori sarebbe pronta a rilevare il 51% delle quote societario del sodalizio di Via delle Industrie. Un'eventualità su cui l'attuale azionista di maggioranza, Mimmo Praticò, starebbe ragionando e valutando con l'idea di cedere solo qualora si possa essere in grado di accertare che la società sia destinata a finire in mani sicure. L'attuale proprietà si è sempre considerata di passaggio, pronta a farsi da parte qualora ci sia un'offerta congrua e una buona prospettiva per il sodalizio amaranto.

Attualmente la Reggina basa la sua filosofia sulla valorizzazione dei giovani, non avendo molte risorse da investire nell'acquisizione patrimonio tecnico. Un rischio calcolato, ma che imbottisce di gioventù una squadra che potrebbe pagare psicologicamente l'essere in fondo alla classifica. Soprattutto tra i tifosi c'è la speranza che il mercato di gennaio possa rappresentare l'occasione per irrobustire un organico apparso fin troppo leggerino sotto il profilo dell'esperienza e della consistenza, ma ogni movimento sarà effettuato col bilancino. Una prospettiva che non affascina i tifosi.

Foggia ad un bivio, Stroppa spende sè stesso per compattare l'ambiente 9 Dicembre 15:08

Aria pesante a Foggia: i rossoneri guidati da Stroppa hanno perso in casa martedì sera con il Fondi e adesso il primo posto è lontano ben 4 punti. Proprio l'allenatore rossonero ha parlato alla vigilia della partita con il Melfi, provando a proteggere i suoi ragazzi, contestati da gran parte della tifoseria a fine match: "E' un momento negativo e solo lavorando coesi e compatti possiamo provare ad uscirne. Io sono molto più preoccupato di tutti voi, ma so che se ci scrolliamo di dosso questa pressione, potremmo riuscire a riprenderci il primo posto".

Siracusa-Catania e lo striscione: "Dopo anni di attesa...vincere una pretesa" 9 Dicembre 11:53

di Carmelo Catania

Di derby regionali quest’anno in Sicilia ce ne sono parecchi. Tutti importanti certo, ma nessuno quanto quello che si disputerà sabato tra le vicine Catania e Siracusa.

Le due città distano circa 58 kilometri, ad un ora di distanza l’una dall’altra. La città di Catania è la seconda città più grande della Sicilia ed è considerata il “capoluogo commerciale” dell’Isola. Per i catanesi la vera rivalità è di fatto quella con il Palermo. Anche a livello calcistico non c’è mai stata storia tra Catania e Siracusa, essendo la prima di categoria superiore.

Ma a Siracusa, sono 24 anni che aspettano questo appuntamento in campionato. L’ultima vittoria siracusana è datata 1952. Troppo, per considerare normale questa partita. Tutti, sia a Siracusa che a Catania, vogliono viverla. C’è attesa, c’è curiosità per un derby che molti vivranno per la prima volta.

“Anni di attesa..Vincere una pretesa!”. Questo recita lo striscione apparso nel campo di allenamento del Siracusa. In città l’attesa è febbrile e il pubblico sarà quello delle grandi occasioni al “Nicola De Simone”. Tutti vogliono esserci.

Appuntamento importante anche per la classifica. Il Catania arriva dal poker rifilato al Monopoli, mentre il Siracusa ha ottenuto un buon punto in casa della Paganese. Sono 3 i punti di vantaggio degli etnei, nonostante la penalizzazione, con entrambe le formazioni in piena lotta play-off.

Il Catania si confermerà di “categoria superiore” o il Siracusa si prenderà il suo derby dopo 64 anni agganciando in classifica i rivali? Appuntamento a sabato 10 dicembre alle 14.30.

Parma: il nuovo ds Faggiano si presenta all'insegna delle belle parole 7 Dicembre 13:33

Il nuovo direttore sportivo del Parma, Daniele Faggiano, si è presentato oggi alla stampa svelando: “Sono venuto per il progetto, i soldi non mi interessano” Oggi dunque la conferenza stampa di presentazione per il neo direttore sportivo del Parma, Daniele Faggiano è reduce dall’esperienza poco positiva con il Palermo: "Mi ha fatto molto piacere la chiamata del Parma e sono venuto con la voglia e la grinta che mi contraddistingue".

Quando il derby è vita: passa dalla Reggina al Catanzaro, guarisce dal tumore 5 Dicembre 20:13

La storia di Daniel Leone, 23 anni, è una di quelle che meritano di essere raccontante e messe in risalto, perchè diventano testimonianze che possono regalare forza a chi ha bisogno di trovarne. Daniel Leone è nato a Napoli nel 1993, ma ha mosso i primi passi da calciatore vero facendo tutta la trafila nel settore giovanile della Reggina. Ed è uno dei prospetti più interessanti del settore giovanile amaranto quando gli viene diagnosticato un tumore al cervello. E' il 16 ottobre del 2014 e viene operato d'urgenza agli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria. Qualche giorno prima era regolarmente in panchina nella gara che la Reggina aveva disputato con il Matera. Dopo sei mesi, Daniel torna a sentire il profumo dell'erba del Centro Sportivo S.Agata. Dopo esser tornato ad allenarsi lascia Reggio Calabria dopo la non iscrizione della Reggina. Vorrebbe tornare in amaranto, ma le porte della neo-rinata società amaranto non si aprono come avrebbe sperato. A dargli fiducia è il Latina che lo tessera nella stagione 2015-2016, pur non scendendo mai in campo tra i cadetti. La sua avventura riparte ancora dalla Calabria. Stavolta fa tappa a Catanzaro, dove, almeno inizialmente, è la riserva di Grandi, ma il numero uno dei giallorossi commette un grave errore contro la Reggina e allora il tecnico Zavettieri decide di dargli fiducia. A difendere la porta giallorossa a Siracusa c'era lui. Purtroppo per il Catanzaro una punizione all'incrocio è valsa l'ennesima sconfitta stagionale. Ma è una vittoria magnifica per Daniel Leone.

Turno infrasettimanale: domani alle 16.30 il derby calabrese Catanzaro-Vibonese 5 Dicembre 13:23

Il Girone C di Lega Pro si avvicina sempre di più al giro di boa. Il turno infrasettimanale riserva diversi incroci che potrebbero rivelarsi cruciali per tante squadre. Si parte da domani, acon quattro sfide che si annunciano incandescenti. Il Cosenza, dopo due sconfitte consecutive, proverà a salvare la panchina di Roselli su un campo difficile come quello di Agrigento, dove l'Akragas sa farsi rispettare. I lupi della Sila, nell'ultimo turno, hanno visto il Marulla violato da un Catania che, al Massimino, se la vedrà con un Monopoli che è l'autentica mina vagante del torneo. Gli uomini di Rigoli senza penalizzazione sarebbero a giocarsi il primo posto con le magnifiche quattro e la prima a scendere in campo sarà la Juve Stabia in casa dell'Andria, dove le vespe proveranno a difendere il primato, oggi in coabitazione con il Lecce. Chiude il primo programma la Reggina che, da sfavorita e senza vittorie da sette turni, si presenta su un'altra bella realtà del campionato: la Virtus Francavilla. Lo spezzatino del martedì del girone C di Lega Pro propone tre sfide nella fascia di metà pomeriggio. Il match più atteso è il derby calabrese, nonchè scontro salvezza in cui un Catanzaro in piena crisi e fanalino di coda sfida una Vibonese in un momento più che positivo. Zavettieri si gioca tanto, sebbene appare difficile che la società del presidente Cosentino possa scegliere di puntare sul quinto allenatore stagionale. Compito difficilissimo per il Messina, reduce dal pesante ko di Melfi, che al San Filippo se la vedrà con un Lecce arrabbiatissimo per la batosta subita a domicilio contro il Matera di Gaetano Auteri. I salentini restano una delle due capolista, ma per difendere la vetta occorre tornare a macinare vittorie. In Campania sfida tra squadre "tranquille" tra Paganese e Siracusa. Luci accese allo "Zaccheria" di Foggia dove la formazione di Stroppa (una sola vittoria nelle ultime cinque, ma sempre a -1 dalla testa) deve necessariamente fare bottino pieno contro l'Unicusano Fondi . Dopo il trionfo del Via del Mare lo stesso Matera ha l'obbligo di trovare continuità in casa contro la Casertana, mentre il Taranto cerca disperatamente punti salvezza contro un Melfi che ha iniziato a marciare e dall'ultimo posto ha risalito la classifica fino a uscire dalla zona play out.

Reggina-Foggia 1-1, il classico pareggio che non serve a nessuno 4 Dicembre 06:52

Fischio finale sul risultato di 1-1 per ilmatch del “Granillo” tra Reggina e Foggia. I gol, entrambi messi a segno nella prima frazione, portano la firma di Sicurella (18’) per la Reggina e Angelo (autogol, 46’) per gli ospiti. I padroni di casa sono partiti bene imponendo il proprio gioco, con i rossoneri che via via si sono ripresi. Nel secondo tempo il canovaccio del match non cambia: rossoneri che costruiscono ma non rifinisco al meglio; amaranto che si difendono e ripartono. Da segnalare una traversa colpita da Chiricò al 66’. Pareggio che sostanzialmente non serve a nessuno: il Foggia scende in terza posizione con 31 punti, la Reggina resta diciottesima con 14 punti all’attivo.

Missione Serie B per Roberto D'Aversa, nuovo allenatore del Parma 3 Dicembre 17:08

Dopo essere stato vicinissimo ad allenare il Trapani in Serie B prima della scelta siciliana di puntare su Calori, Roberto D’Aversa è riuscito a superare una nutrita concorrenza e al termine di Parma-Bassano 1-1 di oggi, è stato ufficializzato come nuovo tecnico gialloblù. Amico storico di Antonio Conte, D’Aversa si é avvicnato alla professione di allenatore in maniera casuale su intuizione di Luca Leone. L’attuale direttore sportivo del Pescara due anni fa a Lanciano lo convinse ad ereditare la panchina lasciata vacante da Baroni. D’Aversa lascia così la scrivania (aveva appena intrapreso la carriera dirigenziale alle interno dell’area tecnica del Lanciano) e allena per un anno e mezzo gli abruzzesi. Salvezza il primo anno ed esonero a metà del secondo. Ora la grande occasione della carriera: riportare il Parma in Serie B.

Che Reggina-Foggia per Zeman: suo figlio contro la sua squadra 3 Dicembre 16:46

Zdenek Zeman assiste oggi alle 18.30 a Reggina-Foggia. Sfida con un sapore particolare soprattutto per la famiglia del boemo, la Reggina allenata da suo figlio contro il Foggia allenato dalla sua storia. Ospite a Reggio Calabria, Zeman ha visitato il Centro Sportivo S.Agata, autentico fiore all'occhiello calabrese. A sfidare un pezzo del cuore di Zeman, il Foggia, ci sarà il figlio Karel. Il navigato tecnico boemo ha sfiorato la panchina amaranto durante la gestione Foti, quando il direttore sportivo Gabriele Martino - oggi general manager - avrebbe voluto portarlo al Granillo in seguito alla seconda promozione in Serie A del sodalizio di Via delle Industrie. Oggi le due squadre si trovano in un momento delicato. Karel Zeman, con tre punti nelle ultime sette partite, si gioca tantissimo e deve fare i conti con l'assenza di Botta e un avversario che, seppur decimato, appare di un altro livello.

Lucarelli accende la vigilia di Parma-Bassano: fame e coglioni...2 Dicembre 12:31

l Parma è tornato ad allenarsi ieri in vista della sfida di domani contro il Bassano. Prima della seduta video e dell’allenamento, in sala stampa ha parlato capitan Alessandro Lucarelli. “All’interno dello spogliatoio l’unico obbiettivo è quello di vincere sabato, il resto non ci deve interessare. Da lunedì abbiamo iniziato a preparare la gara con Morrone, l’unico nostro pensiero è la sfida contro il Bassano. Si dice che si lavora male senza Ds o allenatore, ma sono tutti alibi che non ci servono. Gli alibi sono finiti ormai, è inutile cercare scuse. Noi siamo concentrati sulla partita e solo su quello. Sono qui per dire che la squadra non deve avere scuse, dobbiamo riscattarci e ripartire dopo la sconfitta di Ancona, dai risultati negativi e da un inizio di stagione non all’altezza. Trovare scuse sarebbe semplice, ma è il momento di tirare fuori i club-lucarelli-lucarellicoglioni, la fame, la rabbia. Sono queste le tre componenti che fanno la differenza, fino ad oggi le abbiamo messe a volte sì a volte no, ma non è bastato. Dobbiamo farci un esame di coscienza. Non mi preoccupa nulla, volendo la possibilità di riprende in mano il campionato c’è, sta a noi dimostrarlo sul campo. Di chiacchiere ne abbiamo fatte anche troppe, è il campo che dà giudizi. Finora abbiamo dimostrato di non essere in grado di vincere il campionato, ma dobbiamo avere la voglia di rincorrere il primo posto, a cominciare da sabato con Morrone in panchina. Poi lavoreremo con il nuovo allenatore, miglioreremo, ma in questo momento dobbiamo pensare solo alla partita di sabato, contro una squadra che finora ha dimostrato di essere più forte di noi".

Lecce-Matera: il big match nel nome della Chapecoense 1 Dicembre 14:00

La tragedia che ha raggiunto la squadra del Chapecoense, incredibilmente scomparsa nell'incidente aereo in Colombia, ci ha sconvolto tutti e per questo, nel nostro piccolo "vogliamo lanciare un segnale di vicinanza: sabato sera sulle nostre maglie ci sarà il logo di questa squadra'. Ha esordito così il vicepresidente dell'Us Lecce, Corrado Liguori, nel cuore della settimana che porta al big match di sabato sera contro il Matera, volendo esprimere la solidarietà del club giallorosso ai campioni brasiliani scomparsi e annunciando che le maglie saranno poi devolute all'Associazione Italiana Calciatori per una vendita all'asta benefica.

Pro Piacenza-Piacenza 0-1: agli "ospiti" il derby gotico della Galleana 30 Novembre 15:50

Si è giocato sul campo del Piacenza, ma il Piacenza era ospite. Lasciamo perdere, cose italiane. Il Piacenza ha vinto così il suo primo derby gotico contro il Pro Piacenza, decisiva per assegnare i tre punti l’autorete di Sall nella ripresa che ha spianato la strada ai biancorossi, più intraprendenti nel primo tempo (due pali) ma in difficoltà nella ripresa. A pesare sulla partita, senza ombra di dubbio, la decisione del direttore di gara che al 30’ lascia in dieci le due formazioni dopo le scintille tra Titone e Sane. Dopo l'episodio, la gara è stata meno piacevole e combattuta. Bene per il Piacenza che rimane nelle zone alte della classifica, mentre il Pro Piacenza ha incassato la seconda sconfitta consecutiva. E’ stato un derby piacevole, almeno fino alle due espulsioni, giocato davanti a 2.000 spettatori e con notevoli spunti interessanti. E’ stato anche il giorno dell’esordio tra i pali del Piacenza di Ivan Pelizzoli che ha salvato il risultato su Rossini, mentre i rossoneri hanno consegnato il derby ai cugini soprattuto a causa di un intervento scomposto di Sall.

Il Venezia perde derby e primato: contro il Padova brutta notte per Inzaghi 29 Novembre 11:31

Grande spettacolo sulle tribune ieri sera per il derby VeneziaPadova, con lo stadio di Sant'Elena pieno come ai tempi d'oro: l'atmosfera delle grandi occasioni già prima del calcio d'inizio. Laguna subito in festa quando De Risio insacca nella porta sbagliata al 25' del primo tempo. Venezia in vantaggio, ma gli ospiti pareggiano con una seconda autorete.. L’equilibrio viene nuovamente ribaltato a un minuto dallo scadere: il direttore di gara concede il calcio di rigore ai padovani per fallo di mano, Russo si incarica della battuta e segna. E' il sorpasso, in zona Cesarini. I padovani esultano, e mister Pippo Inzaghi torna negli spogliatoi con una faccia che è tutto un programma. La seconda frazione di gioco ricomincia con maggiore intensità, e nervosismo. Gli arancioneroverdi attaccano senza soste alla ricerca almeno del pareggio, ma i padovani si difendono bene. Al 40' della ripresa Venezia in dicei: Ferrari rimedia un cartellino rosso per proteste.. L’uomo in meno si fa sentire nell’economia dei minuti finali, i padovani sfruttano il disordine veneziano e segnano il quarto gol della gara con Neto Pereira, su splendido assist di Dettori. In pieno recupero (93’). Con la sconfitta di ieri sera (la prima in casa) il Venezia perde il primato in classifica, sopravanzato dal sorprendente Pordenone e dalla Reggiana. Il Padova, invece, si porta in quarta posizione, a solo un punto dai rivali arancioneroverdi. Ci sono 6 squadre in 2 punti: il campionato è equilibrato e si risolverà forse solo all'ultima giornata.

Lega Pro Derby: pareggi a Livorno e Catanzaro, trionfo Lecce a Taranto 28 Novembre 12:37

Dopo che nel pomeriggio i derby Catanzaro-Reggina e Livorno-Pontedera erano terminati in entrambi i casi 1-1, ecco la vittoria del Lecce a Taranto. Da ieri sera, Lecce solo al comando della classifica del girone C di Lega Pro, con due punti di vantaggio sul Foggia, fermato in casa dalla Casertana, in attesa di conoscere il risultato del recupero della gara Matera-Juve Stabia, sospesa al 40' per nebbia. Dopo una prima fase di studio, il Lecce all'11' è andato in gol con una prodezza di Tsonev che, al termine di un'azione veloce, riceve una palla da Caturano e dai 20 metri scocca un gran tiro che si insacca sotto la traversa. Tsonev al suo secondo gol consecutivo dopo quello contro la Juve Stabia. Nel secondo tempo il Taranto è più vivace e al 47' c'è l' episodio del gol non gol, contestato dai padroni di casa. Potenza, defilato sulla sinistra, effettua un improvviso tiro che Gomis si lascia sfuggire in un primo momento per poi respingerlo, proprio, mentre il pallone sta per varcare la linea di porta. Dalle immagini rimangono tutti i dubbi sull'episodio. La vittoria del Lecce, la seconda consecutiva in trasferta, elimina, definitivamente, tutti i dubbi sulle qualità dei ragazzi di Padalino e, soprattutto, conferma la bontà delle scelte fatte dal ds Meluso, in quanto anche a Taranto i giallorossi hanno dimostrato di avere delle valide alternative in ogni reparto, componenti indispensabili in un campionato lungo e difficile come quello di Lega Pro.

Derby emiliano-romagnolo: vince con merito il Santarcangelo 26 Novembre 16:15

Decide la punizione di Dalla Bona a metà ripresa e chiude Danza in recupero: Santarcangelo-Modena 2-0. Si sono incontrate per la prima volta nella loro storia Santarcangelo e Modena in un derby tutto emiliano-romagnolo, anche se per i gialloblù ospiti non era la prima volta allo Stadio “Mazzola”. Nella scorsa stagione infatti vi giocarono il Secondo Turno di Tim Cup contro il Tuttocuoio, stante l'indisponibilità del "Braglia" (finì 3-0 con tripletta di Granoche). Dopo un periodo non particolarmente positivo per le due formazioni, oggi la vittoria del Santarcangelo.

Manca da 9 anni ma torna lunedì: verso il derby Venezia-Padova 26 Novembre 14:20

Michele Serena e Carlo Sabatini, protagonisti dell’ultimo derby tra Venezia e Padova (1 Marzo 2009, 1-0 per i biancoscudati con gol di Varricchio) hanno giocato in anticipo il derby di lunedì, sulle colonne de La Nuova Venezia: “Ricordo poco di quel pomeriggio di 7 anni fa – ha raccontato Serena – non ho invece dimenticato la vittoria dell’anno prima in rimonta con le reti di Veronese e Antenucci”. E Oscar Brevi, allenatore del Padova, era in campo con la maglia del Venezia. “È una delle partite che ricordo con più piacere – ha replicato Sabatini – c’era molto nervosismo, le due squadre stavano attraversando un brutto periodo, il Venezia era in lotta per i playout, il Padova lontano dai playoff. Fu una gara molto sofferta, per fortuna arrivò il gol di testa di Varricchio”. Il derby ritorno dopo sette anni: “Era ora, è una sfida affascinante – riprende Serena- ci sono sempre 3 punti in palio, ma non è mai stata una partita come le altre. E’ la partita che devi vincere e sono contento che lunedì ci sia finalmente la cornice di pubblico delle grandi occasioni”. Aggiunge Sabatini: “Ci sarà un’atmosfera fantastica, l’ultimo derby si giocò senza i tifosi del Padova, lunedì sarà derby anche in curva. Sarà bellissimo rivedere il Penzo pieno".

Taranto aspetta il Lecce: da non-derby a derby nel giro di un episodio 24 Novembre 14:18

La tifoseria tarantina fino agli inizi degli anni ottanta era gemellata con quella salentina: fratellanza spezzata nel 1989 quando dapprima i supporters salentini si avvicinarono alla tifoserie del Verona per poi instaurare un vero gemellaggio con i supporters scaligeri. Ovviamente il Verona era ed è rivale storico del Taranto. Si prevede un'ondata di pubblico non indifferente tra pubblico di casa e pubblico leccese (data anche alla vicinanza tra le due città e provincie), nonostante fonti vicine ai vertici della Questura di Taranto riferiscano l'indiscrezione che vorrebbe le forze dell'ordine propense ad uno spostamento d'orario di Taranto-Lecce, in programma domenica 27 Novembre alle 20.30, per consentire di eliminare eventuali divieti di trasferta ai tifosi del Lecce ma agevolare in questo modo il contenimento dell'ordine pubblico. I possibili orari, compatibilmente agli orari di palinsesto Tv di SportTube, saranno molto probabilmente alle 15:30 o alle 14:30.

Derby Taranto-Lecce, si gioca allo Stadio ma si gioca per il Castello 23 Novembre 12:04

Domenica sera Taranto e Lecce nel girone C di Lega Pro: un derby pugliese importante in cui e squadre scenderanno in campo alle ore 20.30. I due club si augurano di vedere tanti tifosi sugli spalti dello stadio Iacovone, anche perchè una percentuale dell’incasso della partita, infatti, sarà destinata all’Associazione Amici del Castello Aragonese di Taranto per la manutenzione, il restauro architettonico, la ricerca archeologica e promozione turistica della struttura. “Lo sport deve essere anche un messaggio culturale e sensibilizzazione del territorio - le parole di Elisabetta Zelatore, presidentessa del Taranto - attraverso questa iniziativa vogliamo dare un senso di positività donando un contributo economico ad un’associazione che opera per recuperare e valorizzare un esempio tangibile di quella che è stata la storia della nostra città”. "Abbiamo aderito con entusiasmo all’iniziativa - l'aggiunta di Alessandro Adamo, ad del Lecce - anche in virtù degli ottimi rapporti tra le Società. Il castello rappresenta un gioiello del patrimonio artistico, architettonico e culturale non solo di Taranto ma dell’intera fascia jonico-salentina".

Coni, nel Foggia un giovane virtuoso: a lui la borsa di studio Ciro Esposito 22 Novembre 16:36

La borsa di studio intitolata alla memoria di Ciro Esposito, il tifoso del Napoli morto dopo gli incidenti prima della finale di Coppa Italia 2014, è stata assegnata a Francesco Pipoli, del Foggia. Lo ha annunciato il presidente del Coni Giovanni Malagò a Napoli. "Pipoli - ha ricordato Malagò - stava andando in porta per far gol, ma non segnò per soccorrere un avversario. Con la mamma e il papà di Ciro abbiamo voluto individuare questo atleta che ha fatto un gesto importante". L'episodio risale al novembre 2015, durante un Foggia-Lupa Roma under 17: Pipoli si trovò lanciato a rete, ma il difensore che cercava di ostacolarlo cadde a terra per uno stiramento e lui, invece di proseguire verso la porta, calciò fuori la palla per consentire di soccorrere l'avversario. Malagò, a chi gli chiedeva quando le sfide tra Napoli e Roma non saranno più solo per i tifosi di casa, ha poi spiegato: "Per me siamo già in ritardo, ma i responsabili dell'ordine pubblico ritengono che non ci sia ancora questa maturità".

Ancora violenza dopo una partita: questa volta ai danni del Lecce 21 Novembre 19:45

Increscioso episodio nel post-partita tra le vespe giallonere e i lupi giallorossi, dopo Juve Stabia-Lecce 2-3: a fine gara, dei tifosi stabiesi hanno raggiunto alcuni dirigenti salentini e dopo alcuni sfottò qualcuno ha lanciato dei sassi e uno di questi ha colpito la macchina del vice-presidente del Lecce Dott. Corrado Liguori. Scena, questa, che fa male a tutto il calcio italiano e che fa pensare a quante falle ci possono essere nel sistema di sicurezza degli stadi, sia dal punto di vista strutturale proprio degli stadi che dal punto di vista di sicurezza per le persone: una famiglia non può andare a trascorrere delle ore spensierate a tifare per la propria squadra e ritrovarsi invece in mezzo ad un campo di battaglia.

Derby: Akragas-Messina 0-0, ma l'11 Dicembre attenzione a Siracusa-Catania 21 Novembre 18:21

di Carmelo Catania

Nella domenica in cui tutti i riflettori erano puntati su Milano e su San Siro per il derby tra Milan e Inter, in Sicilia si è giocato un altro derby, quello tra Akragas e Messina.

Un derby purtroppo in cui a vincere è stata solo la noia e la tristezza sugli spalti. Si perché se nel rettangolo di gioco non è successo praticamente nulla, con dei ritmi blandi e zero occasioni da rete, sugli spalti a prevalere è stato lo sciopero del tifo da parte della curva agrigentina, che hanno disertato il match per protestare conto la società, per loro “assente o incompetente”.

Un brutto derby quindi, che conferma la crisi dell’Akragas, ferma alla vittoria del Massimino di fine settembre. Buon punto invece per il Messina, sostenuto in trasferta da più di duecento tifosi.

In classifica le due squadre rimangono appaiate con 14 punti, insieme anche al Siracusa, in piena zona salvezza.

Prossimo derby siciliano, ben più caldo, l’undici dicembre tra Siracusa e Catania.

Alessandria e Lecce le regine della giornata: la situazione 21 Novembre 09:07

Nel Girone A il duello per il primo posto che garantisce la promozione diretta in serie B, segna un colpo a favore dell'Alessandria. Dopo due pareggi esterni di fila, i piemontesi hanno ritrovato la vittoria piegando 2-1 la Carrarese in casa, grazie a una doppietta del solito Gonzalez (capocannoniere del torneo con 12 centri). I grigi si riportano così a +3 visto che la Cremonese, reduce da sei successi di fila, ha raccolto un solo punto nel derby insidioso a Como. L'Arezzo di Sottili viene affiancato in terza posizione dal Livorno, che ha centrato la terza vittoria consecutiva proseguendo così la sua ascesa superando per 3-1 al "Picchi" la Pro Piacenza. Mastica amaro anche il Piacenza, beffato al 91' in casa dalla Giana Erminio a segno con Perico. La Lucchese regge sul campo della Racing Roma, imponendo il nulla di fatto in quello che per i capitolini era una sorta di ultima spiaggia.

Girone A, 14' giornata: Alessandria-Carrarese 2-1, Como-Cremonese 2-2, Livorno-Pro Piacenza 3-1, Olbia-Prato 1-2, Piacenza-Giana Erminio 0-1, Pistoiese-Viterbese 2-0, Pontedera-Arezzo 3-2, Racing Roma-Lucchese 0-0, Renate-Lupa Roma 2-0, Robur Siena-Tuttocuoio 2-0 - Classifica: Alessandria 36 punti; Cremonese 33; Arezzo e Livorno 25; Piacenza e Renate 22; Giana Erminio 21; Como e Viterbese 20; Lucchese e Robur Siena 19; Olbia 18; Carrarese 17; Pistoiese e Pro Piacenza 16; Pontedera e Tuttocuoio 13; Lupa Roma 10; Prato e Racing Roma 8.

Nel Girone C si rimescolano invece le carte dopo il pazzo andamento del match clou fra Juve Stabia e Lecce. Le "Vespe" di Fontana, reduci da 4 vittorie e un pareggio nelle ultime cinque partite, sembravano avviate a un'altra domenica di gioia dopo aver racchiuso il primo tempo sul 2-0 grazie a Kanoutè e Izzillo, però nella ripresa i salentini ribaltano tutto colpendo con Pacilli, Tsonev e Caturano allo scadere così da violare il "Menti" dove per i padroni di casa erano arrivate solo vittorie nelle sei partite precedenti. Un colpo ad effetto che vale l'aggancio in vetta agli uomini di Padalino, ma non solo. Perché anche il Foggia, dopo tre pareggi, regola di misura allo "Zaccheria" il Catanzaro fanalino di coda

Girone C, 14' giornata: Akragas-Messina 0-0, Casertana-Siracusa 2-0, Cosenza-Monopoli 2-1, Fidelis Andria-Matera 1-0, Foggia-Catanzaro 1-0, Fondi-Paganese 3-1, Juve Stabia-Lecce 2-3, Reggina-Taranto 2-2, Vibonese-Melfi 1-1, Virtus Francavilla-Catania 1-0. Classifica: Foggia, Lecce e Juve Stabia 29 punti; Matera 26; Cosenza 23; Virtus Francavilla 21; Casertana e Fondi (-1) 20; Monopoli 19; Fidelis Andria 18; Catania (-7) 15; Akragas, Messina, Paganese, Siracusa e Vibonese 14; Reggina e Taranto 12; Melfi (-1) 11; Catanzaro 9.

Juve Stabia-Lecce domina per importanza tutto il turno del Girone C 19 Novembre 15:41

Sarà tutta da vivere la 14' giornata di Campionato nel girone C. La Juve Stabia è attualmente capolista con tre lunghezze di vantaggio proprio sul terzetto composto da Lecce, Foggia e Matera e, domani, avrà l'occasione per distanziare il Lecce, suo diretto avversario, in una gara che si preannuncia mozzafiato. Al "Menti" di Castellamare di Stabia ci sarà un tifo infernale e i giallorossi dovranno sfoderare tutte le loro armi per non perdere ulteriore terreno dalla vetta. La Juve Stabia si presenta con la formazione che, nelle ultime 5 gare, ha totalizzato ben 13 punti e vorrà confermare il ruolino di marcia che li ha visti sempre vincenti, in casa, nei sei incontri, fin qui disputati. Nel Lecce rientra il bomber Caturano e le incertezze di Padalino sono legate alle scelte, sia per il ruolo di portiere, tra Bleve e Gomis e, in difesa, sulla fascia sinistra, tra Ciancio e Contessa. Dovrebbe, invece, giocare titolare, dall'inizio, Arrigoni. Le altre pretendenti sono pronte ad approfittare dell'esito di questa gara per accorciare le distanze dalla capolista e, mentre, il Matera giocherà sul difficile campo dell'Andria, il Foggia ospiterà il Catanzaro, alla disperata ricerca di punti salvezza. Ma attenzione anche al Catania che cerca, fuori casa, contro la Virtus Francavilla, il nono risultato utile consecutivo, per avvicinarsi sempre più alle prime posizioni della classifica, malgrado la pesante penalizzazione (-7), in classifica.

La Lega Pro sensibile e solidale: in campo per e con l'Unicef 19 Novembre 15:35

La Lega Pro avvia la campagna solidale a sostegno dell'Unicef in occasione della "Giornata internazionale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza". Oggi e domani saranno quindi coinvolte tutte le squadre del campionato: i calciatori e gli arbitri entreranno in campo accompagnati dai bambini e, qualche minuto prima del calcio d'inizio, al centro del campo verrà posizionato uno striscione con la scritta "Dona al 45566 - Unicef per ogni bambino" a sostegno della campagna di raccolta fondi a favore di milioni di bambini poveri nel mondo.

L'Akragas da un derby all'altro: il Messina dopo il Siracusa 17 Novembre 17:16

Akragas-Messina, domenica 20 Novembre allo stadio ‘Esseneto’ di Agrigento. E' il derby numero 18 fra le due squadre, con l'Akragas che non vince dal 26 Settembre scorso, proprio in un derby: 0-1 a Catania. Da allora cinque pareggi (Catanzaro, Foggia, Fidelis Andria, Taranto e Melfi) e due sconfitte (Matera e Siracusa). Nell’ultimo turno di campionato, i biancazzurri di Di Napoli hanno dovuto digerire una brutta sconfitta contro il Siracusa: 4-2 in trasferta. Il Messina da parte sua, dopo aver cambiato il secondo tecnico in questo avvio di stagione, con l’arrivo dell’ex bomber del Livorno Cristiano Lucarelli, ha saputo infilare una serie di quattro risultati utili di fila in campionato, vincendo con la Casertana e pareggiando con Matera, Taranto e Fidelis Andria. Alla vigilia di questo derby, Akragas e Messina sono appaiate entrambe nella stessa posizione in classifica con 13 punti. I primi precedenti in assoluto fra le due squadre risalgono alla stagione 1942/43 e 1947/48, in Serie C. L’ultimo successo Akragas, in Campionato, è datato al 31 Ottobre 1982. Ad Agrigento vinse l’Akragas 1-0 grazie alla rete decisiva di Giuseppe Catalano. L’ultimo sorriso del Messina risale al 19 Maggio 1985. I peloritani vinsero 2-0 tra le mura amiche con le reti decisive di Totò Schillaci e ancora di Catalano questa volta in maglia giallorossa. L'ultimo pareggio risale alla scorsa stagione, il 24 Aprile 2016, allo stadio “Esseneto” di Agrigento: 3-3 Il bilancio totale, dalla stagione 1973/74, vede il Messina prevalere con cinque vittorie contro i tre successi per i biancoazzurri . Sei i pareggi in totale. Undici i gol realizzati dall’Akragas contro i quattordici del Messina.

Ufficiale Reggiana-Parma alle 20.45 di lunedì 19 Febbraio 16 Novembre 17:48

La Lega Pro ha reso noto, oggi pomeriggio, il calendario dei posticipi televisivi del lunedì su Rai Sport dalla 16^ giornata del girone d’andata fino all’8^ giornata del girone di ritorno. Il Parma è interessato per due partite in trasferta, il derby con la Reggiana e la sfida con il Venezia: Lunedì 19 Dicembre 2016, ore 20.45 – Reggiana-Parma (19^ giornata d’andata), stadio Mapei-Città del Tricolore di Reggio Emilia

Lunedì 30 Gennaio 2017, ore 20.45 – Venezia-Parma (4^ giornata di ritorno), stadio Pier Luigi Penzo di Venezia

Al via oggi a Como gli Ottavi di finale di Coppa Italia Lega Pro 16 Novembre 06:11

E' stato stilato il calendario degli ottavi i finale di Coppa Italia. I match si disputeranno tra oggi, Martedì 22 e Mercoledì 23 Novembre. Il turno si giocherà con gare ad eliminazione diretta ed in casa della prima squadra nominata al sorteggio. Essendo sfide secche, nel caso in cui al termine dei 90' regolamentari, il risultato fosse ancora di parità, si procederà con i tempi supplementari ed eventualmente calci di rigore. Le 8 squadre che riusciranno a vincere, passeranno al turno successivo che verrà giocato a metà Febbraio. Le date e gli orari sono ancora da stabilire. A farla da padrona in questo turno di Coppa Italia del terzo campionato professionistico italiano, sono soprattutto le squadre del girone A che sono in maggioranza rispetto a quelle del girone B (ci sono solo Ancona, e Maceratese) e a quelle del girone C (Foggia, Matera, Taranto e Messina). Tra le partite di questi ottavi spicca quella tra Foggia e Matera, le due formazioni del girone C che si stanno dando battaglia in campionato per cercare di vincerlo. Dopo i risultati di ieri le due squadre sono appaiate al 2° posto con 26 punti e c'è da scommetterci che daranno vita ad una partita bella ed emozionante. Altra sfida interessante quella tra Pontedera e Tuttocuoio. La squadra di casa recentemente colpita dallo scandalo del suo tesserato Bargiggia a cui ha reagito con una bella vittoria ieri, vuole continuare a fare bei risultati mentre il Tuttocuoio cerca il riscatto in seguito alla sconfitta di ieri, per cui sarà di sicuro una sfida da seguire.

Il Calendario completo - Mercoledì 16 Novembre 2016: Como-Giana Erminio (ore 18.30)

Martedì 22 Novembre 2016: Venezia-Reggiana (16.30) - Ancona-Maceratese (14.30)

Mercoledì 23 Novembre 2016: Carrarese-Padova (14.30) - Pontedera-Tuttocuoio (16.30) - Teramo-Robur Siena (14.30) - Foggia-Matera (16.30) - Taranto-Messina (16.30).

Siracusa-Akragas 4-2: gol, correttezza e divertimento nel derby del "De Simone" 14 Novembre 12:17

di Carmelo Catania

Ennesimo derby tra siciliane nel girone C di Lega Pro. Davanti ai quasi 3000 spettatori (2.860 il totale) del De Simone, Siracusa e Akragas hanno regalato gol e spettacolo.

Partita bellissima sia in campo che sugli spalti con le due tifoserie rivali ma amiche. Nel rettangolo di gioco a prevalere è stato il Siracusa dopo un incredibile rimonta. Sotto di due gol dopo appena 15 minuti, a segno Gomez e Cochis, i padroni di casa rischiano il capitombolo alla mezzora, ma in tre minuti, tra il 36’ e il 39’, pareggiano i conti con Turati e Catania. Poi nella ripresa sorpasso firmato Valente e poker ancora di Catania per il 4-2 finale.

Con questo successo i padroni di casa sorpassano in classifica proprio l’Akragas portandosi a quota 14 punti, uno più di Akragas, appunto, e Messina.

Per la formazione agrigentina la vittoria manca da fine settembre, quando in un altro derby, espugnarono il Massimino di Catania. Adesso, nel prossimo turno, nella Valle dei Templi arriverà un'altra siciliana, il Messina! Altro derby siciliano da non perdere.

Le ultime dai derby: Forlì-Modena 2-2 e il derby di Reggio in serale 13 Novembre 22:40

Il Modena si è fatto raggiungere nel finale di gara, sul campo del Forlì, ma fra Emilia e Romagna si continua a parlare di derby. Le ultime indiscrezioni raccontano che si va verso le 20.45 di lunedì 19 Dicembre come orario d'inizio dell'attesissimo derby Reggiana-Parma.

Reggiana-Parma il 19 Dicembre: ma i protagonisti del Derby dell'Enza vogliono giocare alla sera 11 Novembre 14:44

L'amministratore delegato gialloblù, Luca Carra, a margine della presentazione dell’evento ‘La Cultura si fa sport’, ha analizzato il possibile cambio di orario del derby tra Reggiana e Parma, attualmente programmato alle 14:30 di lunedì 19 dicembre. Queste le parole del dirigente ducale: "E’ nell’interesse di tutti, dei tifosi, del Parma Calcio, della Reggiana e della Lega Pro, giocare il derby in un orario consono, differente da quello al momento programmato. Ci stiamo adoperando affinchè si possa giocare al lunedì sera, anzichè al pomeriggio. La decisione spetta, soprattutto, a Questura e Prefettura di Reggio Emilia. Nell’incontro che c’è stato ieri, in Questura a Reggio Emilia, c’è stata una buona apertura da parte di queste istituzioni per disputare l’incontro in notturna al lunedì. Il problema è uno soltanto. Si tratta del timore, giocando di sera, di avere qualche difficoltà a tenere sotto controllo l’ordine pubblico. Alla riunione di ieri c’erano anche esponenti della tifoseria reggiana che si sono impegnati a non creare particolari problemi. Si ritiene, però, che lo stadio di Reggio Emilia sia in una posizione e strutturato in modo tale da riuscire a gestire anche queste problematiche”.

Doping a Pontedera: ne fa le spese il giovane Luca Bargiggia 10 Novembre 18:23

Positivo a un metabolita della cocaina, così è sospeso Luca Bargiggia del Pontedera. L'attaccante del club di Lega Pro, classe '96, è stato trovato positivo alla Benzoilecgonina ad un controllo disposto dalla Nado Italia al termine della gara Renate-Pontedera, disputata a Meda il 23 Ottobre scorso. Il Tribunale nazionale antidoping "in accoglimento dell'istanza di sospensione cautelare proposta dall'Ufficio Procura Antidoping, ha provveduto a sospendere l'atleta in via cautelare".

Daspo in Lega Pro anche per i dirigenti, firmato questura di Cosenza 7 Novembre 17:24

Due dirigenti del Foggia Calcio hanno avuto notificato un provvedimento di Daspo per la durata di un anno emesso dal questore di Cosenza Luigi Liguori. All'origine del provvedimento quanto accaduto in occasione dell'incontro di Lega Pro Cosenza-Foggia svoltasi il 24 aprile scorso e segnalato ad alto rischio. Nell'occasione, una cinquantina di tifosi del Foggia si erano presentati allo Stadio San Vito ritenendo di essere stati accreditati per l'accesso dalla società del Cosenza. L'intervento delle forze dell'ordine in servizio di ordine pubblico aveva impedito sia l'accesso ai tifosi sia il contatto con la tifoseria ospite. Nonostante l'invito ad allontanarsi rivolto, non solo ai tifosi, ma anche ad alcuni dirigenti del Foggia, tra i quali L.L. e S.F., quest'ultimi, secondo l'accusa, avrebbero alimentato la tensione provando a coinvolgere i supporter. Tant'è che i tifosi pugliesi, benché sprovvisti di biglietto, erano rimasti nell'area di prefiltraggio, zona interdetta a persone non autorizzate.

12' giornata: frenano Alessandria e Lecce, 0-0 a Foggia 7 Novembre 11:16

La dodicesima giornata di Lega Pro è stata sorprendente: solo pareggio per molte grandi come Alessandria, Venezia, Lecce e Foggia, vittorie fondamentali invece per Cremonese, Parma, Bassano e Juve stabia. Nel girone A l'Alessandria esta prima, ma la Cremonese vince alla grande a Pontedera e si avvicina. Nel girone B il Bassano con la vittoria sul Padova stacca il Venezia e resta in testa da solo. Nel girone C la Juve Stabia infila la quarta vittoria di fila e vola a più 3 su Foggia e Lecce. L'Alessandria che fino ad oggi non aveva sbagliato un colpo, pareggia solo nel finale al 90' minuto, in casa del Racing Roma, anche se in fondo ci sta: impossibile pensare che i grigi le possono vincere tutte. Sfrutta il mezzo passo falso la Cremonese, che si impone 4-0 a Pontedera e riduce lo svantaggio dai piemontesi. Nel Girone B i Bassano vola in vetta con la vittoria sul Padova, il Venezia rischia grosso a Santarcangelo e prende un punto al 90', bene il Parma che supera meritatamente il Gubbio per 3-1, sempre nell'alta classifica vittorie per FeralpiSalò e Pordenone, continua a stupire l'Albinoleffe di Massimiliano Alvini vittoriosa a Modena. Nel Girone C in testa da sola la squadra che in pochi si sarebbero aspettati: la Juve Stabia vince anche a Catanzaro con Ripa e Sandomenico, arriva a quota 28 e allontana il Foggia fermato sullo 0-0 in casa contro il Catania e il Lecce che fa solo 2-2 a Fondi, dopo essere passato in doppio vantaggio. Il Matera viene bloccato sullo 0-0 a Messina, la Casertana trova il colpo esterno a Cosenza, vittorie anche per Paganese e Siracusa a Reggio Calabria. Altri pareggi anche tra Akragas e Melfi per 1-1, Virtus Francavilla-Monopoli e Andria-Vibonese che chiudono sullo 0-0.

I 2 derby a Bassano e Livorno: scontri a Foggia prima del match con il Catania 6 Novembre 17:38

Dopo il successo di ieri del Bassano sul Padova per 2-1, ai vertici del girone B, importante manita odierna del Livorno: 5-1 contro il Prato in crisi irreversibile. Guerriglia urbana per bande invece purtroppo a Foggia, attorno allo stadio Zaccheria, con ultras aggressivi e violenti per le strade prima di Foggia-Catania.

I risultati di oggi: ok Parma e Mantova, male Modena e Venezia - i 23 convocati di Stroppa 5 Novembre 18:13

I risultati di oggi, con il pari del Venezia e il successo del Parma: Parma-Gubbio 3-1, Feralpisalò-Maceratese 1-0, Santarcangelo-Venezia 1-1, Modena-Albinoleffe 0-1, Teramo-Mantova 0-1, Lumezzane-Pordenone 0-1, Sudtirol-Ancona 1-1. Intanto sono 23 i convocati da mister Stroppa per il match tra Foggia e Catania (in programma domani alle ore 16:30 allo "Zaccheria"). Tra i rossoneri rientra dalla squalifica Guarna mentre non è stato convocato Coletti per problemi di allergia cutanea.

Ecco la lista completa: 1 Guarna, 22 Sanchez, 12 Tucci, 2 De Almeida, 17 Dinielli, 13 Empereur, 6 Loiacono, 14 Martinelli, 23 Rubin, 15 Agazzi, 4 Agnelli, 25 Gerbo, 8 Quinto, 20 Riverola, 24 Sansone, 16 Sicurella, 5 Vacca, 7 Chiricò. 9 Letizia, 19 Mazzeo, 10 Sarno, 11 Sainz-Maza, 19 Padovan.

Catania: 4-1 alla Berretti, ma i musi sono ancora lunghi per il ko di Messina 4 Novembre 18:59

Dopo Messina-Catania 2-0 (doppietta di Madonia) in Coppa Italia di mercoledì, l'umore in casa rossazzurra è ancora basso. Oggi la Prima squadra catanese ha battuto 4-1 la formazione Berretti in partitella: da segnalare la doppietta di Barisic fra gli attaccanti. Adesso dopo due vittorie consecutive in casa in Campionato, a Catania si augurano almeno di proseguire questa stirscia positiva.

Lecce-Foggia: il derby di oggi spopola in tv e sui media 31 Ottobre 11:31

L’undicesima giornata di Lega Pro si conclude oggi con l’attesissimo derby pugliese Lecce-Foggia. La grande rivalità tra le due fazioni è resa ancora più accesa dall’attuale classifica che vede i team di Padalino e Stroppa a braccetto ai vertici del Girone C immediatamente dietro la capolista Juve Stabia. Fischio d’inizio previsto alle ore 20:45. Per chi non potrà recarsi allo stadio e per i tanti appassionati che non vorranno perdersi questo affascinante derby di Puglia, ricordiamo che la partita potrà essere seguita anche in diretta televisiva o web, vediamo come e dove. Lecce-Foggia è trasmessa in diretta tv da Rai Sport. La televisione di Stato infatti ha siglato un accordo con la Lega Pro che prevede la diffusione in diretta di 50 match nell’arco della stagione in corso, play off compresi. Appuntamento dunque alle 20:45. La partita di Via del Mare potrà essere vista anche in diretta streaming dagli stessi canali web della Rai oppure dal sito Sportube.tv-Lega Pro Channel.

La Reggiana vince il sentitissimo derby del Po sul campo del Mantova 29 Ottobre 20:18

La Reggiana siè imposta 3-2 contro il Mantova allo stadio Martelli dopo che il primo tempo era finito sul punteggio di 1-1. La Reggiana ha segnato il primo gol al 20’ con Bovo che serve in lungolinea Nolè, che lascia partire un esterno che batte Bonato. Poi Sbaffo sfiora il raddoppio di testa. Ma a un minuto dal termine arriva il pareggio del Mantova: al 44’, da corner di Bandini, Ruopolo serve Caridi che di testa insacca in tuffo. Nella ripresa il Mantova riparte molto bene con Siniscalchi e Caridi che non riescono a sfruttare due ottimi contropiede. Nel momento migliore del Mantova, arriva il vantaggio granata. Al 12’, da cross di Maltese, Rozzio colpisce di testa ma la respinta corta di Bonato è comoda per Bovo che segna. Il Mantova prova a ribattere ma al 23’, da corner di Nolè, Rozzio stacca di testa e batte Bonato. In chiusura la rete di Marchi che ha anticipato di pochi secondi il fischio finale.

Il tabellino: MANTOVA-REGGIANA 2-3

MANTOVA (3-4-3) Bonato; Gargiulo, Siniscalchi (30’ st Carini), Romeo (18’ st Marchi); Bandini, Salifu, Raggio Garibaldi (19’ st Tripoli), Regoli; Zammarini, Ruopolo, Caridi (Maniero, Skolnik, Menini, Maccabiti, Sene Pape, Cristini, Di Santantonio). All.: Prina.

REGGIANA (4-3-1-2) Perilli; Mogos, Trevisan, Rozzio, Panizzi; Bovo, Maltese (18’ st Calvano), Angiulli; Sbaffo (23’ st Falcone); Guidone, Nolè (44’ st Otìn). (Narduzzo, Spanò, Cesarini, Giron, Mecca, Lombardo, Sabotic, Bonetto, Rizzi). All.: Colucci.

Arbitro: Viotti di Tivoli

Vibonese sfavorita nel derby di domenica contro la Reggina: arbitra Strippoli 27 Ottobre 10:49

Dopo 10 giornate di Campionato, sono solo 5 i punti di differenza fra Reggina e Vibonese, 11 contro 6. La Reggina non sta andando bene, ma la Vibonese penultita sta andando proprio male. Derby che sembra a senso unico quello di domenica, a meno che la Vibonese non faccia valere l'orgoglio del fattore campo visto che si gioca allo Stadio Luigi Razza di Vibo Valentia. In ogni caso sarà Giuseppe Strippoli della sezione di Bari, l’arbitro di questo incontro tra Vibonese e Reggina valevole per l’undicesima gionata del campionato di Lega Pro. Il barese sarà assistito da Giampiero Urselli e Alessandro Pacifico della sezione di Taranto.

Livorno: 1-1 in casa contro l'Arezzo in 9 - Domenica il derby di Romagna 25 Ottobre 16:03

Dopo l'1-1 di Livorno e i fischi del pubblico di casa per il pareggio ottenuto nel derby contro un Arezzo in nove uomini per due espulsioni, i derby di Lega Pro voltano pagina: domenica per il derby di Romagna: al Morgagni di Forlì arriva il Santarcangelo. Archiviato il pareggio contro il Lumezzane, il Forlì è già concentrato per la prossima sfida: l'undicesima giornata di Lega Pro in programma sabato prossimo propone al Morgagni il derby contro il Santarcangelo (calcio d'inizio alle 16,30). Sarà attiva la prevendita dei biglietti nella biglietteria del Morgagni venerdì dalle 16 alle 19; sabato mattina dalle 9 alle 12 e prima del match a partire dalle ore 14.30.

Il derby campano: la Juve Stabia si impone sul campo della Paganese 24 Ottobre 17:44

La Juve Stabia ha vinto 2-1 sul campo del "Marcello Torre" di Pagani (Salerno), accorciando lo svantaggio con il Lecce capolista, che dopo aver battuto la Virtus Francavilla in campionato e in coppa, ha perso per la prima volta al Cibali di Catania. Oltre alla Juve Stabia, si rifa sotto anxche il Foggia vittorioso a sua volta in un derby: 4-1 contro il Monopoli.

il tecnico deli stabiesi Fontana ha optato per Lisi esterno basso al posto di Cancellotti e lo stesso tridente offensivo del poker con il Foggia, Sandomenico, Ripa e Marotta in campo, con l’identico centrocampo e il resto della difesa davanti a Nicola Russo, mentre sull'altro fronte Grassadonia ha dovuto rinunciare agli squalificati Marruocco e Alcibiade e a qualche altro acciaccato come Longo e l’ex Di Cuonzo. Senza un gran pubblico allo stadio, la Juve Stabia ha segnato a inizio primo tempo con Ripa e ad inizio ripresa con Izzillo. Non è servito a molto accorciare le distanze a metà ripresa per la Paganese. Domenica prossima il prossimo avversario dello Stabia sarà una delle squadre protagonista in vetta, il Cosenza, prima di una doppietta esterna, che farà da prologo alla super sfida del Menti contro il Lecce, la cui attesa sta già facendo trepidare tutti i tifosi stabiesi.

Football Data: le statistiche pre di Foggia-Monopoli, Lucchese-Prato e Livorno-Arezzo 22 Ottobre 08:59

- L'Arezzo non vince in casa del Livorno dal Campionato 1975-76: in quel caso 1-0 per gli aretini.

- La Lucchese non vince in casa contro il Prato dalla stagione 2009-10: la gara era finita 2-0 per i rossoneri.

- L'ultima vittoria del Foggia nel suo stadio contro il Monopoli risale alla stagione 1986-87: il risultato era stato di 1-0.

Famiglia Ferrari: il presidente Spinelli consegna i libri contabili del Livorno 19 Ottobre 16:27

Aldo Spinelli ha dichiarato che il pool di commercialisti che segue il Livorno calcio, ha raccolto tutti i libri contabili contenenti le informazioni sul bilancio congruo e perfetto della società, ha consegnato tutto alla famiglia Ferrari e ha detto: "Io ho rispettato i tempi e le richieste, ora sta a loro farsi avanti". Ancora non è chiaro se nel primo incontro che c'era stato avessero già parlato della cifra per l'acquisto, o se tale valutazione sia ancora da fare. Da parte di Spinelli l'idea su quanto chiedere ci sarà già, adesso c'è da vedere la valutazione che faranno i Ferrari e quanto la figlia Emanuela proporrà a Spinelli per acquisire la società labronica.

I 2 derby vinti da Siena e Lecce aprono nuovi scenari di classifica 17 Ottobre 16:56

Il Siena ha battuto 1-0 il Livorno con un gol di Federico Gentile sul finale e si avvicina nettamente a metà classifica, nel girone A, proprio agli amaranto: Livorno adesso sesto in classifica con 14 punti e Siena settimo con 13. Nel Girone C, invece, la tripletta con cui il Lecce ha vinto 3-0 il derby con il Francavilla apre nuovi scenari, perchè i giallorossi salentini sono primi da soli con 23 punti in vetta al girone C e il Foggia, sconfitto dallo Juve Stabia, potrebbe esonerare Giovanni Stroppa.

Messina: arriva Cristiano Lucarelli al posto di Salvatore Marra 17 Ottobre 16:54

Sta per diventare realtà la guida tecnica di Cristiano Lucarelli. La società giallorossa ha comunicato l’ufficialità dell’esonero di Salvatore Marra. E' la conseguenza della lla sconfitta con il Monopoli, società vuole cercare invertire il trend negativo delle ultime settimane. Domani Lucarelli incontrerà il presidente Stracuzzi per definire gli ultimi dettagli relativi al piano di rafforzamento futuro (sia mercato svincolati che nuovi arrivi nel mercato di gennaio) della squadra, per poi firmare il contratto con il Messina. Dello staff di Lucarelli faranno parte Vanigli e Conticchio, entrambi già a Messina.

Lecce, è vigilia derby: al Via del Mare arriva la Virtus Francavilla 15 Ottobre 08:36

Il Lecce riceve la Virtus Francavilla che proprio una settimana fa ha travolto la Casertana, una delle squadre più forti del campionato per 4-1. Il match sarà derby non solo sugli spalti. Tantissimi gli ex in campo e in tribuna. La Virtus Francavilla oltre a Triarico, Tundo, Pino e De Toma annovera nella sua rosa quel Giuseppe Abbruzzese che proprio con i salentini ha disputato 7 campionati di cui 3 nella massima serie. Proprio il 35enne difensore ha dichiarato a proposito dei suoi trascorsi leccesi: "Come mi accoglieranno i miei ex tifosi? Io sono stato sei anni, benissimo. E' un ottimo ricordo per me".

Non solo Pisa: anche a Livorno si fa il tifo per un cambiamento a livello societario 14 Ottobre 08:00

E' molto meno drammatica di quella del Pisa, ma anche la situazione societaria del Livorno va monitorata. Proprio a Livorno da anni i tifosi desiderano un cambio al comando rispetto alla presidenza Spinelli. Adesso sembra che la cessione sia una realtà, la famiglia Ferrari è uscita allo scoperto, è Emanuela la figlia del capostipite che sta affrontando le operazioni in prima persona, e dice di essere molto interessata ad acquisire il Livorno Calcio, tanto che già in precedenza aveva chiesto ad Aldo Spinelli un incontro per trattare la cessione della società. La famiglia Ferrari che sta cercando di acquisire la società Livorno Calcio, è nel campo dell'edilizia ed opera in Lombardia, principalmente nella zona di Monza e provincia ma ha diverse commesse edili anche nella zona di Milano e del suo Hinterland. Al momento sulle operazioni c'è lo stretto riserbo da parte di entrambe le figure, sia della società Livorno Calcio, sia dalla famiglia Ferrari.

Affluenza spettatori: Parma meglio della Reggiana, Livorno top Toscana, Lecce meglio del Taranto 13 Ottobre 11:26

Otto giornate di Lega Pro e media spettatori che regala spunti: le capoliste nei tre gironi sono Livorno nel girone A, Parma nel girone B, Lecce nel girone C. La media spettatori nelle prime 5 posizioni squadra per squadra dopo 8 giornate:

Girone A

1° Livorno: 4.268 spettatori

2° Alessandria 4.103

3° Cremonese: 3.479

4° Arezzo: 2.494

5° Siena: 2.482

Girone B

1° Parma: 9.969 spettatori

2° Reggiana: 6.465

3° Sambenedettese: 4.250

4° Padova: 3.740

5° Modena: 3.620

Girone C

1° Lecce: 12.033

2° Catania: 8.068

3° Taranto: 7.051

4° Reggina: 4.909

5° Matera: 3.731

Nelcomputo generale, il girone C risulta quello più seguito con 244. 136 spettatori totali, con una media di 3.212 persone a gara, secondo posto per il girone B con 187.724 con una media di 2.407, infine nel girone A solo 123.416 presenze finora, con una media modesta di 1.562 spettatori.

Lecce: tre derby pugliesi alle porte per la squadra salentina 12 Ottobre 17:45

In questo momento Lecce e Foggia (20 punti), Juve Stabia e Cosenza (16), Matera (15) occupano la parte alta della classifica del Girone C. Nel prossimo ciclo di gare, il Lecce affronterà tutte le concorrenti: contro il Foggia il 31 Ottobre in casa, ancora al Via del Mare il 13 novembre contro i calabresi, la settimana successiva a Castellamare e quindi con la squadra biancazzurra di mister Auteri (vincitore dell’ultima stagione con il Benevento) il 4 Dicembre. Ma il Lecce è atteso anche dai derby con la Virtus Francavilla, domenica prossima a Lecce, e con il Taranto, in trasferta il 27 Novembre, con tutto quello che significa giocare allo Stadio Iacovone.

Padova sul punto di esonerare Brevi, lontani i tempi della polemica con Venezia 12 Ottobre 12:48

Il Padova aveva iniziato baldanzoso, prendendo di petto anche la polemica da derby conil numero uno del Venezia, Joe Tacopina. Ma adesso, con soli 10 punti conquistati in 8 partite, la presenza sulla panchina del Padova resta in discussione per Oscar Brevi. i nomi per l'eventuale sostituto del tecnico dei patavini restano quelli di Atzori e D'Aversa. Decisive, per il futuro di Brevi, saranno le prossime ore, con la società intenzionata a scegliere senza fretta anche nell'arco di due o tre giorni.

Il calendario, sempre interessante, del prossimo turno nei 3 gironi 11 Ottobre 12:48

Il nono turno di Lega Pro si gioca tra il 15 e il 16 ottobre 2016. Anche questa giornata sarà divisa in due giorni e in tre fasce orarie per permettere una più ampia copertura televisiva possibile.Girone A, l'Alessandria prova la fuga

Nel Girone A la capolista Alessandria ospiterà la Pistoiese. La Viterbese, seconda a quattro lunghezze di distanza farà visita ai

biancazzurri della Giana Erminio. Cremonese e Piacenza ospiteranno rispettivamente Olbia e TuttoCuoio.

8' giornata - Il Calendario completo

16 Ottobre, ore 14:30

Piacenza-Tuttocuoio - Robur Siena-Livorno - Prato-Pro Piacenza - Cremonese-Olbia - Giana Erminio-Viterbese

16 Ottobre, ore 18:30

Alessandria-Pistoiese - Como-Lucchese - Carrarese-Renate - Pontedera-Lupa Roma - Arezzo-Racing Club Roma

Classifica: Alessandria 22; Viterbese 18; Cremonese 17; Piacenza 15; Arezzo 14; Renate 13; Como, Olbia, Giana Erm. 11; Lucchese, R. Siena 10; Tuttocuoio 9; Pistoiese 8; Carrarese 7; P.Piacenza, Pontedera, Racing Roma 6; Lupa Roma 5; Prato 2

 

Girone B

Nel girone B tre squadre sono al vertice. Interessante la sfida tra il Pordenone e il Santarcangelo che in caso di vittoria aggancerebbe proprio i friulani. Turni apparentemente più semplici per il Gubbio che ospiterà la Maceratese e il FeralpiSalò di scena a Bergamo contro l’Albinoleffe. Padova - Reggiana, lunedì 17 alle 20:45 chiuderà l’intero turno di Lega Pro.

8' giornata - Il Calendario completo

15 Ottobre, ore 14:30

Sambenedettese-Sudtirol - Lumezzane-Modena

15 Ottobre, ore 16:30

Fano-US Ancona 1905 - AlbinoLeffe-FeralpiSalò - Venezia-Teramo

15 Ottobre, ore 18:30

Gubbio-Maceratese - Pordenone Calcio-Santarcangelo

15 Ottobre, ore 20:30

Mantova FC-Bassano - Forlì-Parma

17 Ottobre ore 20:45

Padova-Reggiana

Classifica: Pordenone, Gubbio, Feralpisalò 16; Bassano, Venezia, Reggiana 15; Sambenedet. 14; Santarcang. 13; Parma 12; Padova 10; Modena, Ancona 9; Lumezzane 8; Maceratese, Teramo 7; Albinoleffe, Sudtirol, Mantova 6; A.J.Fano 5; Forlì 2

 

Girone C, Lecce e Foggia

Nel girone C il Lecce in casa contro la Virtus Francavilla non dovrà più sbagliare, anche perché il Foggia sarà di scena a Stabia contro le vespe gialloblu. Il Cosenza ospiterà una ostica Paganese, mentre il Matera tra le mura amiche affronterà il Catanzaro.

8' giornata - Il Calendario completo

16 Ottobre, ore 14:30

Akragas-Fidelis Andria - Casertana-Reggina

16 Ottobre, ore 16:30

SS Taranto 1927-U. Fondi - Melfi-Catania - Monopoli-Messina - Vibonese-Siracusa

16 Ottobre, ore 20:30

Matera-Catanzaro - Lecce-Virtus Francavilla - Juve Stabia-Foggia Calcio - Cosenza-Paganese

Classifica: Foggia, Lecce 20; Juve Stabia,Cosenza 16; Matera 15; Monopoli 14; Casertana 11; Akragas, Paganese, Reggina 10; Taranto 9; Fondi, F.Andria, V.Francavil. 8; Messina, Catanzaro 7; Siracusa 6; Vibonese 5; Melfi, Catania 4

Catania-Messina 3-1: come è andato il derby del Massimino 10 Ottobre 12:46

di Carmelo Catania

Davanti ai quasi 10mila del Massimino, il Catania torna a vincere e lo fa battendo per 3-1 i rivali del Messina in uno dei tanti derby siciliani di questa stagione. Grande protagonista del match il giovane catanese Di Grazia, classe 1996, autore di una splendida tripletta ed uscito dal campo accolto da una standing ovation. Il Catania è stato padrone del campo per lungi tratti dominando il match e sfiorando più volte la rete. I gol catanesi sono arrivati al 13’, al 42’ e al 80’. Per il Messina non è bastata la rete del momentaneo 2-1 di Pozzebon allo scadere della prima frazione di gioco. Sugli spalti il clima è sempre stato sereno e senza nessun tipo di incidente tra le due tifoserie, che si ritrovavano dopo ben 10 anni. Da segnalare solo un arresto di un “tifoso” messinese trovato in possesso di una bomba carta. Con questa vittoria il Catania, sempre ultimo, è salito a 4 punti in classifica, mentre il Messina (già alla quinta sconfitta) rimane fermo a 7 punti. Appuntamento al 13 Novembre per il prossimo derby siciliano: Siracusa-Akragas.

Il Catania vince 2 derby giovanili alla vigilia della sfida con il Messina 8 Ottobre 22:32

Alla vigilia del derby di Lega Pro al Massimino fra Catania e Messina, le giovanili rossazzurre hanno vinto 2 derby di Campionato, vero e proprio antipasto della grande sfida, proprio ai danni dei giovani giallorossi. I risultati:

- Allievi Under 17, Catania-Messina 2-0 - Il Catania era staccato di 5 punti dopo le prime 2 giornate, ma si impone con i gol di Bellanca e Finocchiaro.

- Giovanissimi Under 15, Catania-Messina 3-0, dopo tre giornate Catania a quota 5 punti e Messina a 1.

Modena e Ancona si tirano su: vincono entrambe di misura in casa 8 Ottobre 16:37

Due vittorie diverse fra loro, ma pur sempre vittorie. Non erano partite epiche per la classifica del Girone B, ma gare importanti per la zona medio-bassa della graduatoria. Il Modena e l'Ancona hanno vinto 1-0, ma il Modena segnando al 90' con Cossentino contro il Sudtirol quando lo zero a zero sembrava scolpito. L'1-0 dell'Ancona sull'Albinoleffe è maturato invece al 10' del primo tempo con un gol di Frediani.

Il Matera con le sue certezze a Siracusa, la punta Louzada carica la squadra 7 Ottobre 18:25

Il Matera è pronto per la difficile trasferta di Domenica contro il Siracusa ed inquadrare la sfida ci ha pensato il giovane attaccante Louzada entrato in campo nella partita scorsa al posto di Infantino. La partita è davvero importante per il club lucano che al pari delle capolista Lecce e Foggia è ancora imbattuta, ma insegue a 4 punti di distanza. Una vittoria proietterebbe il Matera ancora più in alto in classifica. Il rammarico per i punti persi contro il Foggia è ancora forte in casa Matera, ma come confermato anche dall'attaccante, adesso è il momento di lasciarsi alle spalle il pari di domenica scorsa e pensare solo a far bene contro il Siracusa. Il giocatore ha affermato che lui e i suoi compagni devono pensare esclusivamente al presente, in quanto hanno dimostrato di potersela giocare alla pari sia col Lecce che col Foggia.

Pordenone, secondo derby consecutivo con una veneta dopo il successo sul Venezia 7 Ottobre 13:10

Derby del Triveneto d'alta classifica nel weekend di Lega Pro. Il Pordenone capolista, dopo il successo di misura sul Venezia, ha quattro punti di vantaggio sul Bassano. E sono proprio i veneti ad ospitare domani alle 20.30 i friulani. Nei due precedenti a Bassano, hanno sempre vinto 1-0 i padroni di casa sul Pordenone, come ricorda Football Data. Fari puntati dunque sullo stadio Mercante: da questo confronto ci si attende spettacolo e tanti gol, considerato che entrambe le squadre fanno del gioco offensivo il loro punto di forza. Il Bassano punterà al colpo grosso ma anche la capolista Pordenone scenderà in campo per dettare legge.

Lo Monaco, Catania nel mirino ma si continua a combattere 6 Ottobre 12:32

Domenica il derby contro il Messica, fari puntati sul Catania cui è stata confermata la penalizzazione. Per la dirigenza, ha preso la parola Pietro Lo Monaco: "Stiamo combattendo, diciamo che siamo riusciti ad allontanare la barca dal burrone. Ho sempre detto che non esiste rilancio senza risanamento dell’azienda. L’obiettivo primario è sistemare le cose, riportare il Catania alla normalità. Capisco perfettamente che la gente guardi soltanto al campo, vorrebbero ritornare subito in Serie A. Il Catania è partito con un handicap pazzesco, che non presupponeva la promozione diretta. Poi c’è stata anche una grande partenza da parte di due, tre squadre. L’obiettivo è costruire una squadra forte, speriamo di agganciare la zona playoff e poi ‘chi ha più cartucce spara. Questa situazione può incidere psicologicamente su qualche giocatore. Questi eventi hanno creato una cappa di negatività, chi non la sopporta dovrà riposarsi. Organico? Dobbiamo completare l’opera. A Taranto, nonostante le assenze, la squadra ha fatto bene. Ciò significa che la rosa è valida ma se non abbiamo vinto le partite significa che dobbiamo completare l’opera".

Catania-Messina, padroni di casa con un organico migliore secondo Busetta 5 Ottobre 14:20

Angelo Busetta che nell'estate del 1994 è passato, da allenatore, dalla panchina del Messina a quella del Catania, ha parlato a Mondocatania.com del derby Catania-Messina, in programma domenica pomeriggio allo Stadio Massimino: "Quell’anno fu l’unico in cui si poteva allenare una squadra dopo averne guidata un’altra iscritta allo stesso torneo. Iniziai la stagione a Messina ma, a causa di alcuni problemi societari, lasciai i giallorossi e venni contattato immediatamente da Massimino. Ovviamente accettai. Vincemmo il campionato dopo un’entusiasmante duello con il Milazzo. Oggi? Credo che entrambe le compagini siano in grossa difficoltà. Il Catania ha un organico migliore di quello dei giallorossi e si tirerà fuori da questa situazione. In questo momento i rossazzurri non devono guardare la classifica ma pensare a una partita per volta. E’ questa l’unica strada per tirarsi fuori al più presto dalla zona calda che, per la qualità della rosa, non gli appartiene". Ricordiamo che il Catania, ultimo in classifica con un solo punto, ieri si è visto respingere dalla Fifa il ricorso avverso la penalizzazione di sei punti inflitti per il caso Castro.

Ottobre, il mese appena iniziato si concluderà con il derby del Via del Mare fra Lecce e Foggia 4 Ottobre 17:26

Sono prime con 19 punti, hanno storica calcistica e grandi tifoserie alle spalle. Lecce e Foggia non sono solo le protagoniste di un duello e di un derby,. ma danno lustro all'intero Campionato di Lega Pro. Il prossimo 30 Ottobre le attende il derby in terra leccese. Ricordiamo che sul piano storico, il primo confronto fra queste due squadre si giocò a Foggia il 9 giugno 1929 in occasione del girone A delle semifinali del Campionato Meridionale 1928-1929 e finì in pareggio per 1-1. Due volte questa sfida è stata giocata in Serie A: a Lecce l'8 settembre 1993, dove vinse il Foggia dei miracoli di Zeman.

Domenica alle 16.30 il derby della malinconia fra Catania e Messina 3 Ottobre 17:03

Mentre al Foggia è bastato perdere i primi due punti del suo campionato, 1-1 a Matera, per essere raggiunto dal Lecce a quota 19 punti in testa alla classifica, la Sicilia si prepara ad un derby abbastanza triste fra Catania e Messina. Le due squadre si affrontano domenica alle 16.30 a Catania. I padroni di casa hanno 1 punto in classifica dopo averne scontati 6 di penalizzazione, in pratica 7 punti sul campo gli stessi del Messina che si trova in una posizione di classifica medio-bassa. Catania e Messina hanno vissuto derby in posizioni migliori e in categorie superiori, come quando, nel 2006-2007, si affrontarono in Serie A. Nella scorsa stagione i due derby, sempre in Lega Pro come quest'anno, sono terminati così: Messina-Catania 0-0 e Catania-Messina 2-1.

Il Foggia dalle porte chiuse contro il Taranto al tutto esaurito di Matera 30 Settembre 13:15

Dopo la sesta vittoria consecutiva nel derby casalingo a porte chiuse con il Taranto, il Foggia è atteso dal tutto esaurito dello stadio XXI Settembre di Matera, domenica pomeriggio alle ore 16.30. In settimana ci sono state lunghe file presso i botteghini di Via Sicilia a Matera, per l'acquisto dei biglietti. Il Foggia fa notizia, ma i tifosi materani non vogliono far mancare il supporto necessario alla propria squadra del cuore ad oggi terza in classifica, con 4 vittorie e 2 pareggi si tiene al terzo posto in classifica, a 4 punti di distanza proprio dalla capolista Foggia i tifosi non fanno vincere la partite ma sono una componente fondamentale nelle partite in casa. La Città dei Sassi attende con grande attesa questa partita e sono pronti a rispondere in gran numero sugli spalti.

Il Siena cerca la seconda vittoria consecutiva in un derby, domenica con la Pistoiese 29 Settembre 12:35

Dopo la vittoria sul campo del Prato, a Siena arriva domenica alle 14.30 la Pistoiese. Il 23enne attaccante senese Marco Firenze ha dichiarato: "Più che il mio esordio era importante vincere e portare a casa i tre punti. E’ stato un momento delicato perchè ci mancava la vittoria, finalmente è arrivata, siamo felicissimi per questo e speriamo di continuare così. La Pistoiese? Dobbiamo preparare la partita nel migliore dei modi, come abbiamo fatto finora. E’ un avversario importante ed è un derby, sarà una partita difficile. Speriamo di migliorare nel gioco e di conquistare un’altra vittoria. Siamo partiti in ritardo con la preparazione, era scontato avere delle difficoltà iniziali".

Mancati pagamenti: la Covisoc interviene, 5 società deferite 28 Settembre 14:37

Cinque società di Lega Pro sono state deferite alla sezione Disciplinare del Tribunale Federale a seguito di segnalazioni della Covisoc. Nel girone B è stata deferita la Maceratese per tre motivi: mancato pagamento al 30 giugno di ritenute Irpef e contributi, nonché del debito Iva; mancato ripianamento al 7 luglio di carenza patrimoniale. La società marchigiana rischia penalizzazioni in classifica. Gli altri club deferiti sono Messina, Lucchese, Akragas e Casertana.

Fano-Maceratese: derby salvezza e società ospite in vendita 27 Settembre 13:03

Dopo 7 giornate, il Fano è terz'ultimo nel girone B con 4 punti e la Maceratese penultima con 3. Domenica c'è il derby a Fano fra le due squadre, ma l'ambiente ospite arriva alla sfida con tante inquuietudini. La Maceratese infatti è in vendita ma la presidentessa Tardella non ha ancora svelato il componenti della cordata. Fabrizio Lucchesi, in uscita dal caos del Pisa, ha smentito il suo coinvolgimento. La curca maceratese, la "Curva Just", è già intervenuta con un comunicato in cui chiede chiarezza.

Clamoroso al "Massimino": Catania-Akragas 0-1 con gol nel finale 26 Settembre 12:42

di Carmelo Catania

Si è disputato ieri, 25 settembre, il derby siciliano tra Catania e Akragas Città dei Templi, con quest’ultimi che non avevano mai vinto nel capoluogo etneo. Ma a fare la storia ci ha pensato un tiro da fuori di Matteo Zanini al 94’minuto.

Davanti a 7.284 spettatori, sotto una pioggia battente che ha reso il terreno di gioco pesante e scivoloso, dopo un primo tempo equilibrato, il Catania ha fatto la partita e dominato l’avversario per lunghi tratti, colpendo anche una traversa con l’ex Di Grazia (migliore in campo ma sostituito tra i mugugni del pubblico catanese) e sprecando molto con Paolucci (decisivo in più di un occasione il portiere agrigentino Pane), ma quando sembrava tutto già scritto, con il risultato inchiodato sullo 0-0, ci ha pensato un bolide da fuori di Zanini a beffare l’estremo difensore rossazzurro Pisseri.

E’ l’apoteosi agrigentina, che coglie la seconda vittoria consecutiva in campionato e inguaia i rivali catanesi, sempre più ultimi a causa della penalizzazione di 7 punti. Per i rossazzurri si tratta del primo ko in campionato, un ko che però difficilmente dimenticheranno dalle parti di Agrigento…

5 derby e tante emozioni, i colpacci del Piacenza a Cremona e dell'Akragas a Catania 26 Settembre 10:56

Ecco tutti i risultati dei derby di Lega Pro disputati nel weekend: Cremonese-Piacenza 1-2, Lucchese-Arezzo 2-2, Foggia-Taranto 2-0, Catania-Akragas 0-1 e Reggina-Cosenza 0-0

Football Data: tutte le statistiche pre-partita, non mancano i derby 24 Settembre 17:52

Torna per la terza volta Mantova-Feralpisalò: nelle 2 partite giocate allo stadio Martelli, 1 vittoria per parte. Rivalità e tensioni fra Teramo e Fano: non giocano contro dalla stagione 1998-99, in quel caso gli abruzzesi batterono i marchigiani 2-0.

Derby Lega Pro: 500 posti per i cosentini nello stadio di Reggio Calabria 23 Settembre 16:08

In occasione di un ncontro con i giornalisti, il Santo Padre ha ricevuto in dono la maglia ufficiale del Cosenza. Papa Francesco l'ha benedetta. Intanto per Reggina-Cosenza di domenica, sono 500 i tagliandi per il settore ospite, al costo è di 10 euro. Intanto l'ex fantasista Oberdan Biagioni ha dichiarato: “Cosenza è sempre nel mio cuore e la frequento spesso perchè ho ancora delle amicizie in città. Le stagioni giocate al San Vito sono state importanti per me e sono contento di aver lasciato un buon ricordo alla tifoseria. Per un calciatore contano i risultati personali, e a Cosenza li ho raggiunti. Ricordo il gruppo. Unito, solido, compatto. Dall’allenatore, Reja, a tutti i mie compagni di squadra come De Rosa, Marulla, Catena".

Emiliano Mondonico, l'uomo del derby del Po fra Cremonese e Piacenza 22 Settembre 14:48

Sulla partita di domenica alle 14.30 Emiliano Mondonico ha dichiarato: "Piacenza per me è sempre stata una città fortunata, sono venuto tante volte anche con Torino, Atalanta, Albinoleffe e abbiamo sempre ottenuto risultati positivi. Quando giocavo a Cremona, ogni volta che c’era il derby contro il Piacenza scattava qualcosa dentro che ti animava. Io mi ero fatto la nomea di quello che segnava sempre ai biancorossi, perciò in campo gli avversari avevano paura, c’era grande rispetto nei miei confronti. Nella vita mi è capitato spesso di avere a che fare con gente di Piacenza e ogni volta, prima di parlare di ogni altra cosa, mi dicono: ah, ma lei è Mondonico, quello che ci faceva sempre gol. E’ divertente, per questo vengo sempre volentieri e c’è sempre molta simpatia con i piacentini".

Sul fronte avversario Luca Matteassi, capitano del Piacenza Calcio, si è confrontato con a Tele Libertà gli opinionisti Paolo Gentilotti, Corrado Todeschi e Marco Villaggi e ha specificato: “Quest’estate il mister mi aveva anticipato che quest’anno non avrei giocato con la solita continuità ma io mi farò trovare sempre pronto”.

6 derby nel prossimo weekend: 1 al Nord, 3 in Toscana e 2 al Sud 20 Settembre 12:40

Sempre ricca di derby, anche nella 6' giornata la Lega Pro italiana.

GIRONE A - Domenica ore 14.30: Cremonese-Piacenza e Prato-Siena

GIRONE A - Domenica ore 18.30: Lucchese-Arezzo e Pistoiese-Carrarese

GIRONE C - Domenica ore 16.30 Reggina-Cosenza e ore 20.30 Foggia-Taranto.

Tre derby e tre vittorie casalinghe in una serata domenicale particolare 19 Settembre 18:11

Secche le vittorie casalinghe del Taranto contro la Fidelis Andria e del Cosenza contro la Vibonese: 2-0 in entrambii casi. Più combattuto e vinto di misura dall'Arezzo il derby toscano con il Tuttocuoio: 2-1.

Due derby e due sorprese, a bocca asciutta Livorno e Modena 18 Settembre 16:49

Era nettamente favorito il Livorno e invece gli amaranto hanno pareggiato 1-1, raggiunti all'85, contro la Lucchese al Picchi. Voleva far valere il fattore campo il Modena e invece dopo il vantaggio gialloblù, la Reggiana ha rimontato e vinto 1-2 in trasferta. La disputa del derby Modena-Reggiana ha privato lo Stadio di Reggio Emilia di gran parte dei tifosi abituali del Sassuolo in occasione della gara vinta sul Genoa.

Il programma di oggi in Lega Pro: in campo anche il derby Livorno-Lucchese 18 Settembre 09:42

Il quinto appuntamento stagionale con la Lega Pro è di fuoco. Nel Girone A spicca il derby toscano Livorno-Lucchese, mentre nel Girone B rimonta travolgente del Parma, che sotto di due reti va a imporsi per 4-2 in casa del Pordenone, squadra che lo scorso anno si spinse fino ai playoff per la promozione in Serie B. Ma il piatto forte del Girone B è quello offerto dal posticipo di oggi 18 allo stadio Braglia dove, con calcio d'inizio alle 14.30, Modena e Reggiana si sfidano nel derby emiliano. Tutto in campo oggi il Girone C: spiccano Messina-Foggia, Lecce-Casertana e il derby pugliese Taranto-Fidelis Andria.

Lega Pro: i risultati del sabato, molto bene la Samb in casa sul Fano: 2' derby vinto 18 Settembre 09:44

Lumezzane-Bassano Virtus 2-1: Prima sconfitta in questo campionato per il Bassano, i veneti scivolano un po' a sorpresa sul campo del Lumezzane: i padroni di casa, reduci da due sconfitte ed un pareggio tornano a respirare.

Sambenedettese-Fano 1-0: Terza affermazione in quattro partite per la Sambenedettese, autentica rivelazione di questo primo scorcio di campionato: i rossoblu piegano anche il Fano e consolidano la propria posizione.

Santarcangelo-Teramo 1-1: Tutto negli ultimi minuti: termina in parità la sfida tra Santarcangelo e Teramo, gli abruzzesi sbloccano il punteggio all'86' con una zampata di Sansovini ma i padroni di casa non ci stanno e impattano allo scadere.

Ancona-Venezia 0-1: Un Venezia inaffondabile, che vince anche ad Ancona nonostante le ben tre espulsioni (Garofalo, Baldanzeddu e Moreo, più mister Inzaghi).

FeralpiSalò-Gubbio 0-1: Il Gubbio continua a stupire: cancellato il ko contro la Sambenedettese, la formazione di Magi espugna il campo della FeralpiSalò e infila il terzo successo in cinque giornate.

Padova-Maceratese 1-1: Il match della beffa, almeno per i giocatori del Padova: perchè la Maceratese, invece, può festeggiare un importantissimo 1-1 all'Euganeo, al termine di un match in cui succede di tutto: al 93' pareggia con una zuccata di Palmieri.

AlbinoLeffe-Mantova 1-0: La prima gioia per l'Albinoleffe, dopo ben tre pareggi: gli orobici mandano al tappeto il Mantova, il gol decisivo lo mette a segno Virdis su calcio rigore a nove minuti dal 90'.

Pordenone-Parma 2-4: Un match semplicemente pazzo, in cui succede di tutto. La stagione del Parma, forse, comincia a tutti gli effetti al Bottecchia di Pordenone: i ducali, sotto 2-0 ad inizio ripresa, tirano fuori una rabbia incredibile e vanno a vincere.

SudTirol-Forlì 1-1: Secondo pareggio di fila sia per il Sudtirol che per il Forlì: termina 1-1 al Druso, è un punteggio che sta meglio ai romagnoli mentre gli altoatesini sciupano una buona occasione per tornare al successo dopo due ko ed un pari.

I due grandi derby del weekend, a San Benedetto e a Modena 17 Settembre 11:27

Nel pomeriggio di oggi Sambenedettese-Fano.

Alle 14.30 di domani, Modena-Reggiana.

Altri due derby toscani in programma nel prossimo turno: ad Arezzo e a Livorno 15 Settembre 16:59

Queste le partite in programma nel 5' turno di Lega Pro-Girone A, domenica 18 Settembre: Arezzo – Tuttocuoio, ore 18,30; Carrarese – Cremonese, ore 18,30; Como – Siena, ore 14,30; Livorno – Lucchese, ore 14,30; Lupa Roma – Olbia, ore 14,30

Piacenza – Alessandria, ore 18,30; Pontedera – Racing Club Roma, ore 16,30; Renate – Pro Piacenza, ore 14,30; Viterbese – Prato, ore 14,30.

Girone A, tutti i risultati di ieri, derby ok per Tuttocuoio e Carrarese 15 Settembre 09:04

Olbia-Pro Piacenza 1-0: primo successo stagionale per l'Olbia che sale a 5 punti in classifica. I sardi di Mignani erano reduci da due pareggi consecutivi.

Racing Roma-Renate 2-3: match spettacolare,: primo successo in trasferta per la formazione nerazzurra, che nel primo tempo fa la partita e all'intervallo è già avanti 2-0 per merito dei gol di Pavan e Santi .

Como-Livorno 0-1: seconda vittoria consecutiva, la terza in quattro partite, per il Livorno di Foscarini che vince sul campo neutro di NovaraDecide il match una rete di Venitucci all'80'. Primo ko stagionale per i lariani, penalizzati dall'espulsione di Fietta.

Alessandria-Arezzo 1-0: L'Alessandria resta a punteggio pieno in vetta alla classifica del Girone A, con 12 punti. L'Arezzo è stato propositivo ma si è rivelato incapace di impensierire Vannucchi.

Carrarese-Prato 4-0: clamorosa riscossa della Carrarese che allo Stadio dei Marmi fa suo il derby e brinda alla sua prima vittoria stagionale dopo tre sconfitte di fila. Altra battuta d'arresto invece per i toscani che restano ultimi in classifica a quota 2 punti.

Cremonese-Giana 2-0: terza vittoria consecutiva dei grigiorossi di Attilio Tesser che allo stadio Zini si impongono con due reti segnate nel primo tempo. Ad aprire le marcature è Scappini all'8' su calcio di rigore.

Piacenza-Viterbese 0-0: brutta partita: Piacenza e Viterbese si annullano senza riuscire a creare vere occasioni da gol. Il Piacenza sale a 6 punti, uno in meno della Viterbese.

Robur Siena-Lupa Roma 0-0: Robur Siena e Lupa Roma si annullano al Franchi e non riescono a trovare la prima vittoria stagionale: gara pessima per entrambe le squadre, che trovano un punticino senza emozioni.

Pistoiese-Pontedera 1-1: il pareggio finale nel derby probabilmente scontenta entrambe le formazioni. Sia la formazione di Remondina che quella di Indiani conquistano il terzo pareggio del loro campionato.

Tuttocuoio-Lucchese 2-0: continua l'ottimo momento del Tuttocuoio che si porta a ridosso delle zone altissime della classifica: i neroverdi vincono il derby con la Lucchese, portandosi a quota 8 punti. Davanti soltanto Alessandria, Cremonese e Livorno.

Parma-Venezia 1-2: lo stadio Tardini ancora benevolo con Inzaghi 14 Settembre 09:34

Parma-Venezia, big match nel girone B di Lega Pro, rimarrà negli annali. Il Parma ha condotto la partita ed è stato in vantaggio per 88 minuti. Poi in 180 secondi i gol veneziani di Moreo e Domizzi. Due a uno il punteggio finale per gli ospiti, in uno stadio Tardini popolato da 10.500 tifosi crociati. Per i calciatori di Apolloni la vittoria è sfuggita quando l'obiettivo era ormai a portata di mano. Merito dei neroverdi, mai rinunciatari e con più energia nei minuti decisivi della partita. La vittoria contro una diretta concorrente alla promozione diretta, oltre a portare punti in classifica, dona morale e sicurezza nei propri mezzi.

Campionato di Lega Pro, 4' giornata: il programma completo 12 Settembre 16:09

Andata in archivio la 3^ giornata, è già tempo di scendere in campo per la 4^ giornata di Lega Pro. Il primo turno infrasettimanale comincerà domani, martedì 13 settembre, con il girone b in cui il big match sarà senza dubbio Parma-Venezia. Mercoledì 14 sarà la volta del Girone A e del Girone C: tante le partite da non perdere, da Como-Livorno a Reggina-Catania, passando per Casertana-Taranto e Lecce-Catanzaro. Ecco il programma completo della 4^ giornata:

GIRONE A - Mercoledì 14 settembre - ore 14.30: Olbia-Pro Piacenza; ore 14.30: Racing Roma-Renate; ore 16.30: Como-Livorno; ore 18.30: Alessandria-Arezzo; ore 18.30: Carrarese-Prato; ore 18.30: Cremonese-Giana; ore 18.30: Piacenza-Viterbese; ore 18.30: Robur Siena-Lupa Roma; ore 20.30: Pistoiese-Pontedera: ore 20.30: Tuttocuoio-Lucchese

GIRONE B - Martedì 13 settembre - ore 18.30: FeralpiSalò-Lumezzane; ore 18.30: Mantova-Pordenone; ore 18.30: Teramo-Modena; ore 20.30: Maceratese-Ancona; ore 20.30: Bassano-SudTirol; ore 20.30: Fano-Padova; ore 20.30: Forlì-AlbinoLeffe; ore 20.30: Gubbio-Sambenedettese; ore 20.30: Parma-Venezia - Martedì 4 ottobre: ore 20.30: Reggiana-Santarcangelo

GIRONE C - Mercoledì 14 settembre - ore 14.30: Siracusa-Monopoli; ore 16.30: Fondi-Akragas; ore 16.30: Vibonese-Matera; ore 18.30: Cosenza-Melfi; ore 20.30: Casertana-Taranto; ore 20.30: Fidelis Andria-Paganese; ore 20.30: Juve Stabia-Messina; ore 20.30: Lecce-Catanzaro: ore 20.30: Reggina-Catania - Giovedì 15 settembre: ore 16.30: Virtus Francavilla-Foggia

Football data: i derby infrasettimanali nel bresciano e nelle Marche 12 Settembre 10:56

Nella 4' giornata del Girone B, il match clou sul piano della rivalità è Maceratese-Ancona. Nel turno infrasettimanale, tornano ad affrontarsi queste due squadre, ma la tradizione sprona la Maceratese che non vince in casa contro l'Ancona dal 1980, in quel caso la gara finì 2-1 in Serie C2. Sempre nel gruoo B, derbyssimo bresciano fra Feralpisalò e Lumezzane. I padroni di casa, a Salò, hanno vinto tutte le ultime 3 gare casalinghe contro i rivali.

Sabato di Campionato, rimonta Arezzo e pareggio Venezia 11 Settembre 09:43

L'Arezzo si è preso una grande rivincita. Aveva perso l'ultimo derby con il Siena per un gol di testa di Portanova negli ultimi minuti e ieri ha rimontato la disfida toscana proprio negli ultimi minuti, 2-1 il risultato finale con il Siena che era stato in vantaggio a lungo. Dal canto suo il Venezia ha spinto, ha lottato, ha segnato, ha preso un palo ma porta a casa un punto. Nessuna recriminazione: la Reggiana al Penzo ha lottato alla pari, in una partita piacevole che ha visto gli ospiti passare in vantaggio con Nolè già al 5’ su una palla vagante arrivata in area. Il Venezia è stato bravo a crederci. E così nella ripresa prima Bentivoglio ha centrato un palo, poi è arrivato il pari: al 20’ su calcio d’angolo con palla sul secondo palo Modolo ha insaccato con freddezza. Adesso Venezia a 5 punti in classifica, Reggiana a 4.

Girone B: i 5 risultati del sabato pomeriggio, il Parma pareggia 10 Settembre 18:20

Lumezzane-Gubbio 0-1 - Sambenedettese-Mantova 1-3 - Santarcangelo-Parma 0-0 - Sudtirol-Feralpisalò 1-2 - Ancona-Bassano Virtus 1-2.

Toscana, da Prato ad Arezzo, da un derby all'altro 10 Settembre 08:13

Dopo il 2-2 di ieri sera a Prato fra i padroni di casa e la Pistoiese, è in arrivo oggi alle 18.30 un altro, sentitissimo, derby toscano. Scendono in campo Arezzo e Siena. Allo stadio amaranto ci saranno più di 3000 spettatori e più di 200 sono attesi in arrivo da Siena.

Venezia, Giorgio Perinetti: arrivano le partite difficili 10 Settembre 08:11

Ha parlato il direttore sportivo del Venezia: "Siamo attesi da partite importanti, contro Reggiana e Parma. Due squadre che sono le nostre antagoniste principali. Speriamo di vivere questo campionato da protagonisti per come ci siamo dichiarati. Domenica dopo domenica ci misureremo contro avversari ambiziosi. Venezia-Reggiana, è anche Tacopina contro Piazza due investitori stranieri e gli investimenti esteri sono linfa vitale per il nostro calcio".

Girone B: è derby, inedito, fra Santarcangelo e Parma 9 Settembre 12:26

Domani alle 16.30, allo stadio Valentino Mazzola, il Santarcangelo ospita il Parma in un match di cartello. La partita è un inedito, non è mai stata giocata. Non solo: si tratta di un bel derby emiliano-romagnolo.

Siracusa-Foggia 1-2, Stroppa va e i rossoneri prendono il Lecce 6 Settembre 07:33

Chiricò nel primo tempo e Padova nel secondo tempo. Con i loro gol, il Foggia ha vinto ieri sera a Siracusa. Una nuova vittoria per i pugliesi e una nuova sconfitta per i siciliani. La cura di Giovanni Stroppa funziona, dopo tutte le polemiche su De Zerbi ora passato al Palermo in Serie A. Con i 3 punti di Siracusa, il Foggia ha raggiunto il Lecce a punteggio pieno, 6 punti, in testa al Girone C dopo due giornate di Campionato.

I derby della seconda giornata: i verdetti a favore di Samb e Reggina 4 Settembre 18:37

Maceratese-Sambenedettese 1-2 e Reggina-Messina 2-0. Questi i risultati delle due partite più attese. Il derby di Macerata è stato intenso, combattuto, duro. Ne è venuta fuori bene la Sambenedettese con il gol dell'ex, Fioretti. Polemiche a Macerata proprio per questo. Più netto e definito invece il verdetto del Granillo. La Reggina non era favorita ma ha vinto 2-0, contro un Messina che ha finito in dieci. Il Messina era arrivato meglio a questo derby dello Stretto, ma Karel Zeman ha dato alla squadra di casa qualcosa in più.

Agibilità stadio Granillo ok: Reggina-Messina si gioca regolarmente 2 Settembre 10:02

Alla fine l'agibilità provvisoria è arrivata. Le carenze del sistema di videosorveglianza dello stadio Granillo di Reggio Calabria avevano destato forti perplessità, ma gli ultimi lavori di messa in sicurezza e l'ultimo sopralluogo dei tecnici del comune di Reggio Calabria hanno risolto la situazione. Domenica alle 16.30 Reggina e Messina saranno in campo per il derby dello Stretto. Ad un certo punto della giornata di ieri, si è temuto davvero che non si potesse giocare la gara a porte aperte.

Maceratese-Sambenedettese, torna il derby 1 Settembre 12:24

L'ultima volta che Maceratese e Sambenedettese si sono affrontate in Serie C, e sabato sarà derby di Lega Pro, risale alla stagione 1972-73: la partita terminò 0-0. La concentrazione in casa maceratese è altissima. Il Club ha indetto la Giornata biancorossa con varie iniziative. Mentre ieri l'attaccante Matteo Colombi ha preso due pali e una traversa in allenamento e subito il profilo facebook biancorosso ha scritto: "I gol li ha tenuti per la Samb...".

Reggina-Messina: 2 modi diversi di preparare il derby 1 Settembre 9:08

In vista del derby a Reggio Calabria di domenica alle 16.30 fra Reggina e Messina, i siciliani si sono rinforzati molto acquisendo il 34enne difensore centrale Angelo Rea, già protagonista del derby dello Stretto nella stagione 2006-07. Rea ha giocato la scorsa stagione ad Avellino e vanta una esperienza di 249 partite

in Serie B. Dal canto suo Reggio Calabria si avvicina alla grande sfida con un appello. Proprio così. “Tutti allo stadio domenica prossima per sostenere la Reggina ed essere solidali con i terremotati del Centro Italia“: è stato questo l’appello di Don Giovanni Zampaglione, il quale in un video, invita i tifosi a recarsi in massa allo stadio. Ricordiamo però che agli ultrà del Messina è stata vietata la trasferta.

Mercato-derby: possibile operazione fra Foggia e Bari 31 Agosto 15:07

Sembrava che dopo lo choc dell'aggressione alla mamma in tribuna al San Nicola, l'attaccante Riccardo Maniero dovesse andare dal Bari al Benevento. Invece si sta facendo sotto il Foggia, da tempo alla ricerca di un centravanti. Il tema della punta da prendere era stato alla base anche del dissidio con De Zerbi. L'offerta rossonera al Bari è di 400.000 euro e se Maniero andasse a Foggia, sarebbe considerato alto tradimento dai tifosi del Bari.

Pisa, la Figc e Tavecchio hanno perso la pazienza: Livorno spera 31 Agosto 08:02

il numero uno federale è stato chiaro sul caos del Pisa, se la squadra non gioca viene esclusa dal Campionato: "La questione del Pisa non è dipendente dalla Figc. Io alla Lega di serie B ho dato tutto l'appoggio per poter recuperare le norme che potessero dare la possibilità di prorogare una gara, la seconda non si proroghera'. Se non trovano un accordo in questi giorni la Federcalcio prende atto e conseguentemente non fara' altre proroghe”.

Paganese prima esclusa dal Campionato e poi riammessa, speravano in tre 31 Agosto 07:58

La Paganese aveva fatto ricorso per un problema riguarda un debito di 950.000 euro del club Campano spalmato in 10 anni, La società azzurrostellata sembrava in regola per pagare la rateizzazione puntualmente. Al termine dell'udienza di ieri, la Paganese è stata esclusa dal campionato di Lega Pro. Oggi invece la riammissione al Campionato. Erano 3 le squadre che speravano in un ripescaggio: Monza, Cavese e Nardò.

Buona la prima: il Foggia vince 2-1 il derby delle porte chiuse

Il Foggia di Stroppa va. Passato in vantaggio al 50', grazie al rigore trasformato da Sarno, ha subìto il pareggio dell' Andria al 54' con Onescu. Goal decisivo di Padovan al 76', che regala i 3 punti al Foggia. Andria in 10 uomini dal 58' minuto, per l'espulsione di Allegrini. il primo tempo era terminato senza reti.

Foggia-Fidelis Andria: Stroppa si presenta, i tifosi devono migliorare 29 Agosto 12:25

C'è Stroppa e non De Zerbi. C'è un senso dello sport da recuperare per i tifosi del Foggia che dopo il derby di Andria della scorsa stagione aggredirono i prpprio giocatori. Sono due fra i tanti motivi del derby pugliese di questa sera. Foggia e Fidelis Andria si affronteranno questa sera allo stadio Zaccheria con fischio d’inizio alle ore 20:30. Le due pugliesi in estate hanno cambiato guida tecnica. Le motivazioni diametralmente opposte ed ora la curiosità di tifosi ed addetti ai lavori di vedere all’opera Stroppa da una parte e Favarin dall’altra. E' un derby, sentito, alla prima anche se si giocherà a porte chiuse per via della squalifica di quattro giornate inflitta dopo i fatti accaduti nella finale play-off contro il Pisa.

Catanzaro-Cosenza 0-3: i due lati della medaglia 29 Agosto 11:03

Oggi, il giorno dopo il derby di Calabria i siti cosentini festeggiano così: "Finalmente!!!!!! Il Cosenza sbanca il Ceravolo e torna a vincere il derby di Calabria fuori casa dopo oltre 60 anni mandando in delirio i 500 arrivati da Cosenza e una città intera che finalmente può gridare di gioia. Vittoria strameritata, diciamolo subito, quella dei rossoblu che dopo aver sfiorato il goal nel primo tempo (clamorosa l’occasione di D’Anna) hanno dilagato nella ripresa mettendo a nudo tutti i limiti di un Catanzaro apparso davvero poca cosa e preso letteralmente a pallate dal Cosenza". Così, invece, i siti catanzaresi: Un brutto Catanzaro perde male il derby contro un Cosenza non esaltante. Parte quindi col piede sbagliato il campionato di Lega Pro 2016/2017 della compagine giallorossa che mette in evidenza preoccupanti limiti in tutte le zone del campo. Al team di Roselli basta un minimo di compattezza e cinismo in più per espugnare con autorità Catanzaro, impresa che al Cosenza in campionato non riusciva da 66 anni. E alla fine al fischio finale dell’arbitro, pioggia di fischi assordanti dagli spalti e contestazione. 'A lavorare andate a lavorare'. Poi i giocatori non voluti sotto la curva e i cori contro il presidente Giuseppe Cosentino Sarà un’annata dura.

Girone B: rinviata Sambenedettese-Padova 27 Agosto 12:09

Il Padova ha provato a ospitare la Sambenedettese, ma alla fine si è deciso saggiamente di rinviare. Nelle zone del Tronto non si può giocare con tutte le forze dell'ordine impegnate nell'emergenza terremoto. Sambenedettese-Padova,e i veneti hanno capito perfettamente, verrà recuperata quando sarà possibile giocare una importante partita di calcio nella zona colpita dal sisma.

Girone C: 4 squadre pugliesi contro già alla prima giornata 27 Agosto 10:08

Sono ben 6 le squadre pugliesi del girone C e quattro di loro danno già vita a due derby nella 1' giornata di Campionato: Monopoli-Lecce domani e Foggia-Fidelis Andria lunedì. Rinviata la partita del Francavilla contro la Paganese, al Taranto tocca invece im sorte il Matera. La curiosità maggiore riguarda il Fogia dopo la lite ferragostana con De Zerbi e l'approdo sulla panchina rossonera di Stroppa. Il 29enne Matteo Rubin è intanto da due giorni il nuovo terzino della squadra pugliese.

Niente trasferta a Messina per i tifosi del Siracusa 26 Agosto 17:03

I tifosi del Siracusa domenica sera non potranno essere presenti allo stadio Franco Scoglio di Messina per la sfida fra padroni di casa e aretusei, dopo la decisione assunta nella serata di ieri dalla Prefettura di Messina che, facendo seguito all'invito del Comitato di Analisi per la Sicurezza delle Manifestazioni Sportive, ha determinato la chiusura del settore ospiti e il divieto di vendita dei biglietti per i residenti nella provincia di Siracusa.

Girone B: le 3 squadre venete puntano tutte in alto 26 Agosto 08:00

Il Venezia di Inzaghi parte in casa con il Forlì e punta alla Promozione in Serie B, lo stesso dicasi per il Padova atteso a San Benedetto del Tronto. Obiettivo Playoff invece per il Bassano che, sempre domani, attende la Reggiana. E' un girone tosto. Non ci saranno tappeti rossi nemmeno per il Venezia allestito da Tacopina. La rivalità veneta sarà uno degli elementi piccanti del Campionato, anche se tutti dovranno fare i conti con il Parma grande favorito.

Girone C: settimana agitata a Catanzaro prima del derby 25 Agosto 11:00

Egidio Silipo, fratello della bandiera giallorossa Fausto, si è dimesso dal proprio ruolo di team manager. Una scelta che la dice lunga su come stanno andando le cose in casa catanzarese. Per provare a migliorare le cose, nell'imminenza del derby della prima di Campionato con il Cosena, il Catanzaro ha ingaggiato un nuovo centrocampista. Kenneth Van Ransbeeck, proveniente dalla Serie A di Cipro dove ha giocato con il Paralimini. E' un 22enne di proprietà del Benevento. Il suo procuratore è l'ex giocatore della Reggina, Bruno Cirillo.

Padova: Società ai ferri corti con 3 giocatori prima di San Benedetto 24 Agosto 09:48

Marco Ilari, Nicola Petrilli e Matteo Dionisi. Sono i tre giocatori di personalità del Padova che non rientrano nei piani del Club e che non hanno trovato sistemazione. Soprattutto Petrilli ha fatto polemica sui giornali. Nessuno dei tre sarà convocato per la gara della 1' giornata di Lega Pro che attende il Padova, sabato alle 16.30 a San Benedetto del Tronto. L'allenatore dei patavini Oscar Brevi sta valutando se schierare dall'inizio il centravanti padovano Cristian Altinier,reduce da infortunio.

Catanzaro: c'è preoccupazione per il derby con il Cosenza 23 Agosto 08:20

Tifoseria del Catanzaro già preoccupata a pochi giorni dall’inizio del Campionato. La squadra giallorossaè uscita sconfitta dall’amichevole giocata al “Ceravolo” domenica contro il Roccella, formazione di serie D, ed è stata fischiata. La squadra è apparsa impacciata, prevedibile, spuntata ed anche, in alcuni frangenti, incerta in difesa. Tanto che nel secondo tempo Santaguida, attaccante del Roccella ed ex giallorosso ha fatto gol e regalato la vittoria di prestigio, 1-0, alla propria squadra.. Preoccupato della situazione anche il neotecnico Spader che, nel dopo partita, ha sottolineato come la squadra sia ancora alla ricerca di una dimensione tattica e come sia necessario rinforzarla in quasi tutti i settori per affrontare il campionato con tranquillità e con qualche minima ambizione.

Tra portieri e bomber: è il mercato di Lega Pro al Sud 22 Agosto 18:02

Estate di trattative, sempre e solo trattative. Il calciomercato di Lega Pro prosegue tra tante novità. Rispetto al primo periodo, quello di luglio, il Calciomercato sembra aver avuto una leggera frenata. Ma tra le ufficializzazioni ci sono quelle di due portieri: uno della Casertana e uno del Taranto. I campani hanno chiuso l'affare per l'estremo difensore Ginestra. Il portiere ha vestito le maglie di Triestina, Lecco, Castel di Sangro, Sassuolo, Vis Pesaro, Ternana, Paganese, Foggia e Forlì, Albinoleffe, Parma, Alma Juventus Fano. Ginestra ha accumulato tanta esperienza tra Lega Pro e serie D. La società pugliese, invece, ha acquistato il giovane portiere Artem Makarov. Il calciatore ha giocato nel settore giovanile dello Spartak Mosca e poi è giunto in Italia dove ha giocato nelle squadre Primavera di Cesena e Fiorentina. Per lui si tratta della prima esperienza tra i professionisti. Dal canto suo La Fidelis Andria ha sostituito il partente Stendardo, con il difensore Federico Annoni, che ha giocato 90 partite in Lega Pro con la maglia del Melfi. Il Foggia è molto impegnato nel mercato: dopo la bufera sul caso- De Zerbi, con l'allenatore esonerato e le critiche da parte dei tifosi, la società rossonera vorrebbe regalarsi i due colpi che servono per completare un mercato che ha visto la squadra cambiare poco, ma perdere pedine importanti come Iemmello, Gigliotti, Di Chiara. Il tentativo per riacquistare Iemmello, quando De Zerbi era ancora l'allenatore, è stato fatto, ma non è andato a buon fine e adesso si punta ad un altro bomber. Potrebbe essere Granoche.

Lega Pro 2016-2017: Orari della prima giornata di Campionato nei 3 gironi 18 Agosto 18:14

1a GIORNATA ANDATA – 27-28 AGOSTO 2016 - GIRONE A

AREZZO-COMO Domenica Ore 16.30 - GIANA E.-CARRARESE Domenica Ore 16.30 - LIVORNO-RACING ROMA Domenica Ore 18.30 - LUCCHESE-PIACENZA Domenica Ore 18.30 - LUPA ROMA-PISTOIESE Domenica Ore 16.30 Stadio “Olindo Galli”, Tivoli - PONTEDERA-ROBUR SIENA Domenica Ore 18.30 - PRATO-TUTTOCUOIO Domenica Ore 18.30 - PRO PIACENZA-ALESSANDRIA Domenica Ore 18.30 - RENATE-OLBIA Domenica Ore 16. Stadio “Città di Meda”, Meda - VITERBESE CASTRENSE- CREMONESE Domenica Ore 16.30

GIRONE B

ALBINOLEFFE-MACERATESE RINVIATA - ANCONA-MANTOVA Sabato Ore 20.30 - BASSANO V.-REGGIANA Sabato Ore 20.30 - LUMEZZANE-TERAMO Sabato Ore 16.30 - MODENA-PARMA Sabato Ore 20.30 - PORDENONE-GUBBIO Sabato Ore 18.30 - SAMBENEDETTESE-PADOVA Sabato Ore 16.30 - SANTARCANGELO-FERALPISALO' Sabato Ore 18.30 SUDTIROL-FANO A.J.Sabato Ore 16.30 - VENEZIAFORLI' Sabato Ore 18.30

GIRONE C

AKRAGAS-VIBONESE Domenica Ore 16.30 - CATANIAJUVE STABIA(*) Sabato Ore 16.30 - CATANZARO-COSENZA Domenica Ore 16.30 - FOGGIA-FIDELIS ANDRIA Domenica Ore 20.30 - FONDI-REGGINA Domenica Ore 16.30 - MELFI-CASERTANA Domenica Ore 16.30 - MESSINA-SIRACUSA Domenica Ore 20.30 - MONOPOLI-LECCE Domenica Ore 16.30 - PAGANESE-VIRTUS FRANCAVILLA RINVIATA - TARANTO- MATERA Domenica Ore 20.30

Coppa Italia Lega Pro, il Taranto festeggia 2-1 sul Melfi 18 Agosto 11:51

Il Taranto ha festeggiato il ritorno in Lega Pro con un successo in rimonta col Melfi. Decisiva la doppietta di Magnaghi, che entrato nella ripresa, sigla una doppietta in appena quattro minuti, dopo il momentaneo vantaggio dei lucani con Lodesani. Da segnalare le oltre seimila presenze tra gli spalti dello Iacovone. Per il resto è ancora calcio d'estate. Tra sette giorni altra gara di coppa, ultima di rodaggio prima dell'avvio del campionato, fissato il 28 Agosto, in casa col Matera. il tabellino: Taranto - Melfi 2-1 - Reti: 28' st Lodesani (M), 30' st 34' st Magnaghi (T)

Taranto: Maurantonio; De Giorgi, Pambianchi, Altobello (20'st Balzano), Stendardo, Fanelli (5'st Sampietro), Langellotti (6'st Magnaghi), Nigro, Potenza, Bollino, Balistreri. A disposizione: Pizzaleo, Albanese, Sampietro, Russo, De Salve, Boccadamo, Cardea, Giannotta. All. Papagni

Melfi: Gragnianiello; Bruno, Grea, Fazio, Laezza, De Giosa (24'st Martino), Paterni (2'st Libutti), Esposito, Foggia, Pompilio (11'st De Vena), Lodesani. A disposizione: Viola, Ferrante, Dejori, Casiello. All. Romaniello

Catanzaro, non è Lucarelli ma Spader il nuovo tecnico al posto di Erra 17 Agosto 12:28

E' durato una settimana l'interregno sulla panchina del Catanzaro, gestione Cosentino. Alessandro Erra era stato esonerato e il papabile per la successione sembrava Cristiano Lucarelli. Probabilmente le richieste economiche sul mercato dell'ex bomber del Livorno erano molto alte, per cui il Catanzaro ha preferito nominare come tecnico l'ex guida degli Allievi, Giulio Spader. La classica soluzione interna.

Foggia, il pazzesco triangolo Stroppa-De Zerbi-Stroppa 17 Agosto 12:08

Tutto in due giorni. Dopo la lite fra il ds foggiano Di Bari e il tecnico De Zerbi, domenica 14 Agosto si consuma lo strappo fra l'allenatore dei playoff e il Club pugliese.

Come per Gattuso a Pisa, città e squadra si schierano con De Zerbi dopo il conflitto con la dirigenza nato su temi di mercato. Il successore designato Stroppa viene tenuto in standby e vengono ascoltati i giocatori. una volta appurato che ogni temtativo di mediazione con De Zerbi è impossibile, Giovanni Stroppa diventa a tutti gli effetti l'allenatore del Foggia.

Albinoleffe ripescata: il Comunicato ufficiale del Club 10 Agosto 20:02

Sarà l'Albinoleffe a partecipare come 60' squadra alla Lega Pro 2016-2017. A comunicarlo, è lo stesso Club bergamasco con una nota sul proprio Sito ufficiale, riportata di seguito: "Il Collegio di Garanzia dello Sport presso il CONI nell'odierna udienza, ascoltate le argomentazioni dello staff legale composto dagli avvocati Eduardo Chiacchio, Luca Tettamanti, Michele Cozzone e Monica Fiorillo, ha sentenziato che la società da ripescare in Lega Pro è l'U.C. AlbinoLeffe S.r.l..

Il Presidente Gianfranco Andreoletti ringrazia calorosamente lo staff legale per l'ennesima vittoria ottenuta, ulteriore dimostrazione di competenza e di attaccamento, anche affettivo, ai colori sociali".

Girone C: 5 allenatori confermati su 20 10 Agosto 17:50

Solo 5 conferme di allenatori Nelle squadre del girone C della Lega PrO: Alessandro Pocheschi che torna al Fondi dopo essere stato esonerato la scorsa stagione dopo 25 giornate e rimpiazzato con Feruccio Mariani. Torna dal canto suo Tedesco alla guida della Casertana dopo le 3 gare dirette nell'interregno di Romaniello.

Giancarlo Favarin dopo la promozione in Lega Pro con il Venezia (panchina lasciata a Pippo Inzaghi) riparte dalla Fidelis Andria che 2 anni fa aveva ugualmente portato dalla D alla Pro (due promozioni negli ultimi 2 anni). L'Akragas dopo la staffetta della scorso anno Legrottaglie - Rigoli si affida a Raffaele Di Napoli mentre D'Angelo Luca passa dalla Fidelis Andria al Catanzaro che ha dato il benservito ad Erra. Il Messina si affida a Bertotto Valerio ex difensore di Udinese che la scorsa stagione ha portato al 12° posto in campionato la Pistoiese dopo l'esonero di Massimiliano Alvini. Gaetano Fontana torna in panchina e guiderà la Juve Stabia che non ha confermato Zavettieri subentrato a Ciullo dopo 6 giornate dello scorso campionato mentre la Reggina neo-ripescata in Lega Pro non conferma Cozza e si affida al figlio d'arte Karel Zeman reduce da una buona esperienza al nord nell'Abano. Fra le squadre che hanno confermato la guida tecnica il Cosenza con Giorgio Roselli, il Foggia con De Zerbi, la Paganese con Gianluca Grassadonia, il Siracusa con Sottil Andrea e la neopromossa Virtus Francavilla con Antonio Calabro.

Novità anche a Lecce dove Pasquale Padalino arriva dopo aver lasciato il Matera che lo ha rimpiazzato con l'esperto Gaetano Autieri.

Mercato: molto attive Taranto e Lecce 9 Agosto 12:40

Molto attive le trattative di Calciomercato in Lega Pro. Molto attivo il Lecce che, dopo aver ufficializzato l'acquisto dell'attaccante Torromino la scorsa settimana, é vicino a cedere De Feudis (Arezzo o Pistoiese le sue destinazioni) e tratta Marzorati, conteso anche dal Venezia. Il Taranto cerca insistentemente un difensore e segue con attenzione Camisa del Lecce e Stendardo della Fidelis Andria. Su quest'ultimo si registra anche l'interesse di Robur Siena e Juve Stabia. Sempre il Taranto segue il centrocampista Favasuli, ex Juve Stabia, attualmente svincolato. Dal canto suo la Reggina è interessata a Vinetot del Lecce, ma la sensazione è che la trattativa sia lunga e difficile: il direttore sportivo dei salentini Mauro Meluso, infatti, prima di cedere Vinetot vorrebbe assicurarsi un altro difensore. Sempre la Reggina ha ufficializzato l'acquisto del difensore centrale serbo Kosnic. L'Akragas segue con attenzione l'attaccante Pupa (classe '97) del Crotone: si tratta sulla base del prestito "secco". Sempre per l'attacco, il Taranto ha preso in prova l'attaccante Celin. Il calciatore brasiliano è già stato in prova nella Virtus Francavilla. Anche la Sambenedettese cerca rinforzi in attacco: la società sta trattando la punta Cissè del Benevento. Il sorteggio dei calendari avverrà giovedì prossimo, mancano ormai circa 20 giorni all'inizio del campionato, previsto per il 28 agosto.

Girone B: 8 allenatori confermati su 20 9 Agosto 09:19

Nel girone B della Lega Pro sono 12 i nuovi allenatori ai nastri di partenza con 8 squadre invece che hanno confermato la guida tecnica della passata stagione. Il veterano dei tecnici è Fabio Brini 59 anni che dopo l'esperienza di Pavia (subentrato e sostituito dopo 11 gare) riparte dall'Ancona sostituisce Giovanni Cornacchini passato alla Viterbese nel girone A. La Santarcangolese prende Lamberto Zauli ex Pordenone e Santarcangiolese (che prende Michele Marcolini) dando il benservito a Vivarini mentre Viali William passa dalla Pro Piacenza all'Altoadige che si congeda da Giovanni Stroppa. Altro nuovo ingresso quello di Antonino Asta al Feralpi Salò dopo l'esperienza di Bassano nel 2014 e la breve apparizione a Lecce lo scorso anno esonerato dopo solo 6 giornate di campionato.Anche il Fano cambia guida e passa da Marco Alessandrini al milanese Giovanni Cusatis mentre Federico Giunti sostituito lo scorso anno dopo 4 gare a Foligno in serie D riparte dalla Maceratese che ha interrotto il rapporto con Bucchi. Filippo Inzaghi riparte dalla Lega Pro guidando l'ambizioso Venezia neopromosso nella categoria ma con ambizioni concrete per il doppio salto verso al B. Infine Parma, Forlì, Gubbio, Reggiana, Sambenedettese, Mantova, Lumezzane e Prodenone: sono le squadre che hanno confermato i loro rispettivi allenatori.

Girone A: 7 allenatori confermati su 20 8 Agosto 14:25

Delle 20 squadre solo 7 hanno confermato i tecnici della passata stagione: Giana, Lucchese, Olbia, Piacenza, Pontedera, Lupa Roma e Tuttocuoio). Le altre 13 hanno deciso di voltare pagina ed avviare un nuovo progetto. Esordio per Giuliano Giannichedda ex centroampista di Udinese, Lazio ed Juventus che siederà sulla panchina della nuova società Racing Roma nata dalla Lupa Castelli Romani. L'altra romana (Lupa Roma) conferma David Di Michele dopo il ripescaggio a seguito della retrocessione della scorsa stagione. Torna ad allenare tra i professionisti il milanese Fabio Gallo dopo 2 anni strepitosi alla guida della primavera dello Spezia (era stato alla Giacomense nella stagione 2012-13) e cercherà di riportare nella serie cadetta il Como. Gianmarco Remondina passa dalla Carrarese (che prende il Massese Andrea Danesi) alla Pistoiese mentre Fulvio Pea, ex pupillo di Gigi Simoni, dopo le ultime stagioni a Monza e Cremonese (esonerato dopo 19 giornate) riparte dalla Pro Piacenza che a fine stagione si era separata da Wiliam Viali. Torna in Toscana all'Arezzo il fiorentino Stefano Sottili (nel 2014-15 alla Pistoiese) dopo aver portato la scorsa stagione il Bassano vicino alla promozione in B mentre l'esperto Piero Braglia dopo Pisa (esonerato dopo 28 giornate) e Lecce (subentrato la scorsa stagione ad Antonino Asta dopo 6 giornate) ricomincia dall'Alessandria. L'altro tecnico esperto Attilio Tesser (269 panchine in B e 44 in A) guiderà la Cremonese dopo aver guidato e salvato lo scorso anno l'Avellino (esonerato e poi richiamato dopo l'intermezzo di 5 gare di Dario Marcolin). Acori, invece,dopo aver salvato il Rimini, poi fallito in estate, riapartirà dai toscani del Prato.

I nuovi gironi di Lega Pro 2016-17: Girone A 3 Agosto 07:35

Alessandria, Arezzo, Carrarese, Como, Cremonese, Giana, Livorno, Lucchese, Lupa Roma, Monza, Olbia, Piacenza, Pistoiese, Pontedera, Prato, Pro Piacenza, Renate, Siena, Tuttocuoio, Viterbese.

I nuovi gironi di Lega Pro 2016-17: Girone B 3 Agosto 07:32

Albinoleffe, Ancona, Bassano, Fano, Feralpisalò, Forlì, Gubbio, Lumezzane, Maceratese, Mantova, Modena, Padova, Parma, Pordenone, Reggiana, Sambenedettese, Santarcangelo, Sudtirol, Teramo, Venezia.

I nuovi gironi di Lega Pro 2016-17: Girone C 3 Agosto 07:30

Akragas, Casertana, Catania, Catanzaro, Cosenza, Fidelis Andria, Foggia, Fondi, Francavilla, Juve Stabia, Lecce, Matera, Melfi, Messina, Monopoli, Racing Club, Reggina, Siracusa, Taranto, Vibonese.

Ripescaggi, Taranto e Reggina in Lega Pro 29 Luglio 22:54

Importanti novità in Lega Pro. L’addio della Paganese ed il mancato ripescaggio del Lecco hanno complicato le cose, le ultime notizie sono in parte inaspettate ed aprono nuovi scenari. Ad eccezione di Cavese e Monza, le altre squadre, Melfi, Fondi, Lupa Roma, Racing Roma, Olbia, Albinoleffe, Forlì, Taranto, Reggina e Vibonese possono considerarsi in Lega Pro.

Coppa Italia Lega Pro, c'è il derby Parma-Piacenza 29 Luglio 22:49

Sono stati sorteggiati i sette gironi della Coppa Italia di Lega Pro 2016/2017. Spicca, nel girone B, il derby dal sapore di Serie A anni 90 tra Parma e Piacenza; interessante anche il girone G composto da 3 squadre siciliane.

Ecco nel dettaglio i raggruppamenti e la prima giornata (la seconda e la terza verranno stabilite in base al risultato della prima partita) :

Girone A - Giana Erminio, Lumezzane, Renate. 1^ g.: Giana Erminio vs Renate. Riposa: Lumezzane

Girone B - Parma, Piacenza, Pro Piacenza. 1^ g.: Parma vs Piacenza. Riposa: Pro Piacenza

Girone C - Mantova, Santarcangelo, Venezia. 1^ g.: Mantova vs Santarcangelo. Riposa: Venezia

Girone D - Lucchese, Pistoiese, Prato. 1^ g.: Lucchese vs Pistoiese. Riposa: Prato

Girone E - Gubbio, Sambenedettese, Viterbese. 1^ g.: Gubbio vs Sambenedettese. Riposa: Viterbese

Girone F - Catanzaro, Monopoli, Virtus Francavilla. 1^ g.: Monopoli vs Catanzaro. Riposa: V. Francavilla

Girone G - Akragas, Catania, Siracusa. 1^ g.: Akragas vs Siracusa. Riposa: Catania

Dietro Inter e Milan, il calcio lombardo langue 29 Luglio 15:07

Milan, Inter e Atalanta in Serie A, bene. Brescia in Serie B, bene. Mantova e Cremonese in Lega Pro, bene. Poi basta. Poi difficoltà economiche e ripescaggi più o meno agognati. Questa è la situazione del calcio lombardo oggi, dopo tante peripezie. Il Cono e il Lecco sono in Lega Pro, ma con riserva e con tante riserve. Si vedrà. Il Monza spera di essere ripescato in Lega Pro. Il Varese è in Serie D e il Pavia spera di essere ammesso in Serie D. Non c'è un particolare bisogno di commentare.

Il Lecco rischia seriamente di perdere la Lega Pro 28 Luglio 00:06

Doccia fredda in casa Lecco. La società bluceleste con tutta probabilità rischierebbe di non andare in Lega Pro. L’ufficialità verrà data solamente fra qualche giorno e, comunque, l’ultima parola scatterà il 4 di agosto. Il presidente della Lega Pro Gabriele Gravina al termine dell'ultimo consiglio di Lega, ha ammesso: "Purtroppo la domanda della Calcio Lecco è incompleta. Quasi sicuramente non sarà accettata, anche se il mio giudizio potrà essere ufficializzato solamente il 4 agosto e per ora non è vincolante". La Covisoc esaminerà l’incartamento presentato a Firenze dall’amministratore unico Sandro Meregalli. Sarebbe proprio il punto relativo alla fidejussione emessa tramite “Le Generali” che non sarebbe del “tipo” (doveva essere “a prima chiamata”) ammesso dalla Covisoc e dalla Lega Pro stessa.

Lega Pro, ripescaggi: in prima fascia 2 squadre romane 27 Luglio 11:44

Tiene sempre banco la graduatoria dei ripescaggi in Lega Pro. Nella prima tornata dei ripescaggi si procederà a chiamare, alternandole, una retrocessa dalla Lega Pro e una vincente dai play off di serie D. Quindi Melfi, Lupa Roma, Racing Lupa Roma, poi l'Albinoleffe. Per quanto riguarda le squadre di Serie D, prima ci saranno le vincenti dei play off, poi le perdenti e infine le altre. Quindi Lecco, poi Fano, Fondi, Cavese e Olbia. Successivamente Forlì, Taranto e, in terza fascia, Reggina, Monza e Vibonese. Se fossero ripescate solo undici squadre, queste ultime tre sarebbero le candidate a restare fuori dai ripescaggi.

Il Como fallito: le rivali sono Varese, Lecco e Monza 26 Luglio 12:08

Il Como è fallito. Dopo l’esito dell’udienza in tribunale sulla società di via Sinigaglia, tutta una città e tutta una tifoseria si leccano le ferite. La Procura aveva formalizzato un’istanza di fallimento a carico del Como, contestando il mancato pagamento di un mutuo con Monte Paschi e i debiti con una serie di creditori della società oltre a un pesante passivo nei confronti dell’erario. Evidentemente le certificazioni portate dal Calcio Como o non hanno convinto il giudice Mancini o non sono state ritenute sufficienti. Il Como ha la possibilità di fare ricorso. È peraltro ovvio che si apra adesso uno scenario di incertezza sul futuro della società. Ricordiamo che i derby calcistici regionali più sentiti in Lombardia per il Como sono quelli con Varese, Lecco e Monza.

Lega Pro: Lecce, Foggia e Matera forti sul mercato 23 Luglio 13:28

Il Lecce ha cambiato molto. La squadra- tipo conta in questo momento 9 volti nuovi su 11. Salutati alcuni calciatori molto importanti dello scorso anno, come Abruzzese, Papini, Salvi, Moscardelli, Perucchini, e tanti altri, la società ha confermato alcuni tasselli importantissimi: Lepore e Cosenza su tutti. Meluso ha voluto puntare su un mix di giovani e calciatori di esperienza. Il Foggia cerca il sostituto di Iemmello che giocherà in serie B (al momento, non è esclusa la sua permanenza allo Spezia). Brutte perdite quelle di Gigliotti e Di Chiara, che avevano fatto bene lo scorso anno. Al momento, sono arrivati diversi volti nuovi, ma senza dubbio ci saranno altri arrivi.Chiricò).

Il Matera sta investendo tanto e, oltre agli acquisti già ufficializzati, cercano altri calciatori di primo livello. Nessuna partenza illustre, mentre sono arrivati rinforzi in tutti i reparti. Mister Auteri in panchina, poi, è una garanzia.

Lega Pro: Melfi, Cuneo, Reggio Calabria e Taranto sperano nel ripescaggio 23 Luglio 13:24

Dopo l'esclusione di Pavia e Rimini, la Lega Pro sta vivendo un'estate caldissima.Per le squadre che sperano nel ripescaggio, la situazione è molto complicata, la prima squadra ripescata dovrebbe essere la Caronnese, che prenderebbe il posto dello Sporting Bellinzago d'ufficio, visto il secondo posto nel girone A di serie D della scorsa stagione. I posti liberi scenderebbero quindi a 4 o a 10, a seconda del format attuabile, le squadre interessate dovranno fare domanda di ripescaggio completa entro lunedì 18 luglio, successivamente il Consiglio Federale convocato per il giorno dopo tirerà le sue conclusioni, l'obiettivo è quello di completare l'organico delle squadre per il 4 agosto.

Altre possibilità per: Melfi e Cuneo retrocesse l'anno scorso, sono quelle con le maggiori chance e dovrebbero essere in regola con la domanda;

Lupa Roma altra retrocessa, avrebbe qualche problema con lo stadio e si sposterebbe a Tivoli;

Fano, Cavese e Fondi protagoniste in D la scorsa stagione, potrebbero provarci;

Forlì e Olbia sempre dalla serie D;

Reggio Calabria e Taranto per l'importanza delle piazze.

Campania Football: Tutti i ritiri estivi 22 Luglio 08:49

CASERTANA, Lega Pro: Serino (AV) dal 23-07-2016 al 06-08-2016; JUVE STABIA,Lega Pro: Gubbio (PG) dal 17-07-2016 al 06-08-2016: PAGANESE, Lega Pro:

S. Gregorio Magno (SA) dal 14-07-2016 al 07-08-2016; FRATTESE, Serie D: S. Maria a Vico (CE), dal 21-07-2016; NOCERINA 1910, Serie D: Montefusco e Pratola Serra (AV) dal 25-07-2016 al 13-08-2016

TIM CUP, Esordio assoluto per la Frattese 22 Luglio 08:46

Stimolante avventura per la Frattese di mister Stefano Liquidato. I nerostellati di Frattamaggiore (Napoli) sono una, l'unica campana. della nove squadre di Serie D, massimo campionato dilettantistico che disputeranno la Tim Cup. L’esordio al primo turno contro i professionisti del Cosenza (esordio assoluto in Calabria per il club del presidente Antonio Nuzzo) si giocherà domenica 31 Luglio.