Generazione numero 10, da Calhanoglu e Bernardeschi al Papu Gomez e Sneijder...

Tra delizie e incompiute, l'elettricità dei nuovi numeri 10...

di Enrico Vitolo

Se nella moda “Il Diavolo veste Prada”, nel calcio si può tranquillamente dire che il Genio veste il 10. Ovviamente sulle spalle, con una classe unica e rara nel suo genere. Che lascia tutti incantati come se fosse sempre la prima volta, perché quel tocco elegante e raffinato non può essere paragonato a nessuno. La storia non fa altro che confermarlo, basterebbe solo un nome per far comprendere di cosa stiamo parlando, il presente invece, quello a tinte bianco-verde-rosso, sta cercando di prendere spunto proprio da quello che ha raccontato il calcio nel suo passato. Soprattutto il suo passato, colorato da tantissimi numeri 10. A quanto pare, infatti, la serie A è pronta per riaffidarsi nuovamente e concretamente alla qualità, che negli ultimi anni è un po' mancata volendo essere buoni. La conferma arriva dal calciomercato, da chi è già sbarcato in Italia a chi viceversa potrebbe farlo nelle prossime ore o settimane.

La società maggiormente attiva, neanche a dirlo, è il Milan che in attesa di rinnovare con Suso ha deciso di mettergli al fianco HakanCalhanoglu. E’ lui una delle prime novità significative di questa estate, e non potrebbe essere il contrario viste le qualità del turco. Per i tifosi della Lazio rappresenta ancora un brutto incubo (preliminari di Champions League della passata stagione), per quelli del Milan sembra essere diventato in un colpo solo uno dei nuovi beniamini da idolatrare nel prossimo torneo. 28 gol, molti dei quali realizzati con delle punizioni da vero numero 10, e 29 assist in 115 partite giocate con il Bayer Leverkusen nelle ultime tre stagioni possono bastare come antipasto.

Lo stesso, ma in forme diverse, che pregusta anche la Juventus con Federico Bernardeschi. E’ lui, seguendo chissà le orme di Roberto Baggio, il trequartista da affiancare a Dybala, che con le sue giocate dovrà far innamorare i tifosi bianconeri. E le altre? L’Inter sogna James Rodriguez, ma qualche sorpresa inaspettata potrebbero anche essere dietro l’angolo. La Lazio punta a Gomez dell’Atalanta come partener di Felipe Anderson, mentre i bergamaschi hanno scelto Ilicic soffiandolo incredibilmente alla Sampdoria che a sua volta, ma per il momento, pare abbia rinunciato a Wesley Sneijder che resta così sull’uscio e aspetta buone nuove dall’Italia. Dove ad aspettarli ci sono i vari Insigne, Ljajic e chissà forse anche Antonio Cassano.

.

.